Successfully reported this slideshow.
We use your LinkedIn profile and activity data to personalize ads and to show you more relevant ads. You can change your ad preferences anytime.

Unità di apprendimento e valutazione

18,077 views

Published on

Published in: Education
  • Be the first to comment

Unità di apprendimento e valutazione

  1. 1. <ul><li>Barcellona (ME ), 20 marzo 2006 </li></ul>UNITA’ DI APPRENDIMENTO E VALUTAZIONE
  2. 2. DALLA PROGRAMMAZIONE ALLA PIANIFICAZIONE <ul><li>PROGRAMMAZIONE CURRICOLARE </li></ul><ul><li>Logica dei Programmi </li></ul><ul><li>- Elaborazione del curricolo ( a priori e astratto) </li></ul><ul><li>PIANIFICAZIONE strategica e reticolare </li></ul><ul><li>PECUP </li></ul><ul><li>OSA </li></ul><ul><li>POF </li></ul><ul><li>IUA : UA1 + UA2 + UA3 … </li></ul><ul><li>PSP </li></ul>
  3. 3. PECUP ( Piano Educativo Culturale Personalizzato) : sistema delle mete formative e delle finalità educative OSA ( Obiettivi Specifici di Apprendimento) : enciclopedia dei saperi POF ( Piano dell’Offerta Formativa) : identità della scuola IUA ( Insieme delle Unità di Apprendimento) : una scacchiera, in cui sono organizzate le singole UA e le loro interrelazioni PSP ( Piano di Studi Personalizzato) : risultato finale
  4. 4. L’UNITA’ DI APPRENDIMENTO Dalle parole della riforma alla pratica didattica …
  5. 5. Premesse teoriche <ul><li>Dalla logica dell’ insegnamento a quella dell’ apprendimento </li></ul><ul><li>Nuova mappa antropologica: al centro la persona , non la disciplina </li></ul><ul><li>Edgard Morin: dalla programmazione alle strategie </li></ul>
  6. 6. Le parole della riforma <ul><li>CONOSCENZE = sapere </li></ul><ul><li>ABILITA ‘ = saper fare </li></ul><ul><li>CAPACITA ‘ = potenzialità </li></ul><ul><li>COMPETENZA = saper fare fondato sull’istinto, nutrito di conoscenze, abilità e capacità, che si verifica in una situazione oggettiva </li></ul>
  7. 7. NATURA CULTURA VITA Capacità Conoscenze Abilità Competenze
  8. 8. UNITA’ di APPRENDIMENTO Capacità Conoscenze Abilità Competenze Mediazione didattica Mediazione didattica
  9. 9. Dalla Scuola dell’ INSEGNAMENTO alla Scuola dell’ APPRENDIMENTO
  10. 10. Caratteristiche della UNITA’ di APPRENDIMENTO
  11. 11. UNITA’ DI APPRENDIMENTO (UA) <ul><li>E’ UN EVENTO FORMATIVO ( cioè un’esperienza di apprendimento unitario e integrale), CHE SI REALIZZA NEL RISPETTO DI UN INSIEME COERENTE DI INDICAZIONI METODOLOGICHE E SI AVVALE DI ALCUNI STRUMENTI PROGETTUALI DI LAVORO </li></ul>
  12. 12. UNITA’ di APPRENDIMENTO Centrata sull’apprendimento Costruita su obiettivi formativi e non didattico-disciplinari Laboratorialità Protagonismo attivo dell’alunno Personalizzazione dei percorsi formativi
  13. 13. <ul><li>UNITA’ DIDATTICA </li></ul><ul><li>Tematica </li></ul><ul><li>Programmazione iniziale “forte” </li></ul><ul><li>Protagonisti: insegnante </li></ul><ul><li>e disciplina </li></ul><ul><li>Enunciazione teorica e “ a priori ” di contenuti disciplinari </li></ul><ul><li>Riferimento a contenuti culturali uguali per tutti </li></ul><ul><li>UNITA’ di APPRENDIMENTO </li></ul><ul><li>Pragmatica </li></ul><ul><li>Pianificazione “leggera” </li></ul><ul><li>Protagonisti: i problemi di apprendimento in situazione ( alunno e apprendimento ) </li></ul><ul><li>Individuazione dei punti forti di interesse degli alunni </li></ul><ul><li>Personalizzazione dei piani di studio </li></ul>
  14. 14. <ul><li>UNITA’ DIDATTICA </li></ul><ul><li>Obiettivi didattici statici </li></ul><ul><li>e permanenti </li></ul><ul><li>UNITA’ di APPRENDIMENTO </li></ul><ul><li>Obiettivi formativi </li></ul><ul><li>dinamici, che si modificano strada facendo </li></ul>
  15. 15. UNITA’ di APPRENDIMENTO Radicata nei bisogni formativi degli alunni PECUP OSA Rendere protagonista chi apprende
  16. 16. Promuovere la trasformazione delle CAPACITA ’ di ogni alunno nelle sue COMPETENZE di vita, attraverso la valorizzazione delle sue CONOSCENZE e delle sue ABILITA ’ UNITA’ di APPRENDIMENTO
  17. 17. IL “FOCUS” DELL’INSEGNAMENTO <ul><li>PRIMA </li></ul><ul><li>Scuola della programmazione curricolare </li></ul><ul><li>OGGI </li></ul><ul><li>Scuola dell’apprendimento </li></ul>
  18. 18. Centralità dell’APPRENDIMENTO l’alunno TRASFORMA CAPACITA ’ in COMPETENZE ACQUISISCE CONOSCENZE e ABILITA ’ SINTESI di ISTRUZIONE ed EDUCAZIONE
  19. 19. UNITA’ di APPRENDIMENTO Terreno ben delimitato e unitario percorribile secondo varie direzioni, in modi e tempi differenti e con esiti diversificati Occorre pertanto : Tenere ferma l’unità dell’apprendimento, ma aprire alla differenziazione dei percorsi UNITA’ di APPRENDIMENTO si fonda su un INTERO di apprendimento articolato al suo interno
  20. 20. UNITA’ DI APPRENDIMENTO <ul><li>Oggetto pedagogico e didattico </li></ul><ul><li>Insieme di indicazioni metodologiche ( fare/agire/essere personalizzati) </li></ul><ul><li>Unità multidimensionale ( cognitiva, verbale, motoria, etica, estetica ecc.) </li></ul><ul><li>Prevede un ruolo attivo dell’alunno ( attività laboratoriali) </li></ul><ul><li>Strumento progettuale </li></ul>
  21. 21. UA = STRUMENTO PROGETTUALE 1) DATI IDENTIFICATIVI 2) ARTICOLAZIONE DELL’APPRENDIMENTO ( individuazione dell’apprendimento unitario) 3) MEDIAZIONE DIDATTICA 4) CONTROLLO E DOCUMENTAZIONE DEGLI APPRENDIMENTI
  22. 22. LA REALIZZAZIONE di UNITA’ DI APPRENDIMENTO
  23. 23. REALIZZARE UNITA’ di APPRENDIMENTO <ul><li>Fase IDEATIVA ( o PREATTIVA ) </li></ul><ul><li>Fase di ATTUAZIONE ( o ATTIVA ) </li></ul><ul><li>Fase di VERIFICA ( o POSTATTIVA ) </li></ul><ul><li>Le tre fasi coesistono secondo P RINCIPIO DELLA CIRCOLARITA’ </li></ul>
  24. 24. Fase IDEATIVA ( Preattiva ) <ul><li>Scegliere un Apprendimento Unitario da promuovere - esprimerlo in Obiettivi Formativi (OF) integrati - articolarlo nei suoi momenti costitutivi </li></ul><ul><li>Indicare le Capacità su cui lavorare (Standard) </li></ul><ul><li>Indicare Conoscenze, Abilità , Comportamenti essenziali all’apprendimento e che tutti gli alunni devono conseguire, in riferimento agli OSA </li></ul><ul><li>Stabilire un Compito Unitario in situazione </li></ul>
  25. 25. Fase ATTIVA ( di sviluppo e di mediazione didattica) <ul><li>Individuare per ciascun alunno punti di forza e punti deboli </li></ul><ul><li>Evitare ogni personalizzazione “ a priori ” </li></ul><ul><li>Osservare “ in itinere “ i processi di apprendimento </li></ul><ul><li>Predisporre verifiche </li></ul>
  26. 26. Fase POSTATTIVA ( di controllo , di documentazione ) <ul><li>Accertare e controllare conoscenze e abilità (anche in itinere ) [ acquisizione ] </li></ul><ul><li>Accertare il raggiungimento dell’OF : se e quanto conoscenze e abilità abbiano maturato le competenze individuali </li></ul>
  27. 27. IUA I nsieme delle U nità di A pprendimento Certificazione delle COMPETENZE
  28. 28. Possibile ideazione Promuovere negli alunni la capacità di esprimersi e comunicare servendosi delle modalità e delle tecniche proprie dell’espressione teatrale <ul><li>- ambito transdisciplinare , adatto ad età e interessi degli alunni, stimolante </li></ul><ul><li>unitario, complesso </li></ul><ul><li>compito unitario in situazione </li></ul><ul><li>prova unitaria in situazione ( allestimento e realizzazione di uno spettacolo teatrale) </li></ul>
  29. 29. APPRENDIMENTO UNITARIO e OBIETTIVI FORMATIVI
  30. 30. Apprendimento Unitario CHI ? <ul><li>Un Apprendimento è unitario se è: </li></ul><ul><ul><li>circoscritto e distinto </li></ul></ul><ul><ul><li>autonomo e dotato di senso compiuto </li></ul></ul><ul><ul><li>percepito come significativo e importante </li></ul></ul><ul><ul><li>articolato nei suoi elementi costitutivi </li></ul></ul><ul><ul><li>adatto alla storia della classe e al contesto situazionale </li></ul></ul>
  31. 31. Apprendimento Unitario CHE COSA? <ul><li>Identificare un COMPITO DI APPRENDIMENTO che sia: </li></ul><ul><ul><li>unitario, circoscritto e isolabile </li></ul></ul><ul><ul><li>complesso = articolabile nelle sue parti </li></ul></ul><ul><ul><li>organico </li></ul></ul><ul><ul><li>adatto </li></ul></ul><ul><ul><li>significativo </li></ul></ul>
  32. 32. Apprendimento Unitario COME ? <ul><li>Individuare l’apprendimento unitario da promuovere attraverso un OF unitario </li></ul><ul><li>Individuare la competenza concreta attesa </li></ul><ul><li>Individuare conoscenze, abilità ….. </li></ul><ul><li>Indicare standard di prestazione </li></ul><ul><li>Esplicitare (eventuale) un modello di competenza esperta </li></ul>
  33. 33. LA FORMA DELL’OBIETTIVO FORMATIVO <ul><li>Enunciazione di un OF unitario, da articolare e declinare in modo personalizzato </li></ul><ul><li>Individuazione della competenza concreta e in situazione </li></ul><ul><li>Individuazione delle conoscenze, abilità, comportamenti e atteggiamenti necessari alla trasformazione delle capacità in competenze </li></ul>
  34. 34. <ul><li>Indicazione degli standard di prestazione relativi all’acquisizione di conoscenze e abilità </li></ul>
  35. 35. LA FORMA DELL’OBIETTIVO FORMATIVO <ul><li>Forma sintetica : esplicitare solo l’apprendimento unitario in una formulazione sintetica di tipo enunciativo-dichiarativo </li></ul><ul><li>Imparare a fruire e a produrre messaggi di tipo analogico-metaforico, caratteristici della comunicazione pubblicitaria </li></ul>
  36. 36. LA FORMA DELL’OBIETTIVO FORMATIVO <ul><li>Forma espansa : esplicitare tutti gli elementi strutturali in una formulazione narrativa/descrittiva </li></ul><ul><li>L’alunno riconosce un messaggio pubblicitario per/nella sua specificità di contenuto-forma-scopo ( emittente - destinatario – messaggio – scopo - canale – referente ) ; ne riconosce gli elementi compostivi ( grafici, testuali, musicali ) ; ne valuta la situazione proposta come modello , in funzione del prodotto pubblicizzato e dell’utente ideale; analizza gli elementi metaforici e allegorici del testo e/o delle immagini; ne evidenzia le interconnessioni fra parte iconografica, testuale, musicale. </li></ul><ul><li>L’alunno , a livello individuale e/o di gruppo, progetta un messaggio pubblicitario dopo averne definiti destinatario, prodotto, contenuto, format e ogni altro elemento </li></ul><ul><li>Gli alunni suddividono impegno e compiti secondo le attitudini personali </li></ul><ul><li>Gli alunni valutano collegialmente e criticamente il risultato della prestazione </li></ul>
  37. 37. Apprendimento Unitario COME ? QUANDO? <ul><li>Via ascendente : </li></ul><ul><ul><li>Partire dall’esperienza concreta degli alunni </li></ul></ul><ul><li>Via discendente : </li></ul><ul><ul><li>Partire da PECUP e OSA </li></ul></ul>
  38. 38. Apprendimento Unitario QUANTO? <ul><li>Orientativamente: </li></ul><ul><li>Fra le 10 – 15/20 ore per ciascuna Unità di Apprendimento </li></ul><ul><li>Circa 40 per ogni anno </li></ul><ul><li>( 600 / 800 su 891 ore totali) </li></ul>
  39. 39. <ul><li>La progettazione degli OF è il valore aggiunto portato dalla professionalità dei docenti alle Indicazioni Nazionali ed è l’espressione della loro autonomia, libertà e creatività didattica </li></ul>
  40. 40. LA VALUTAZIONE
  41. 41. <ul><li>Valutazione formativa </li></ul><ul><li>Valutazione sommativa </li></ul><ul><li>Certificazione delle competenze </li></ul>
  42. 42. <ul><li>FINO A IERI </li></ul><ul><li>Indicatori disciplinari rigidi e uguali per tutti </li></ul><ul><li>CHE COSA apprendo </li></ul><ul><li>Valutazione oggettiva, basata su conoscenze e abilità predeterminate </li></ul><ul><li>Scheda “dall’alto” e uguale per tutti </li></ul><ul><li>OGGI </li></ul><ul><li>Interesse e motivazioni dell’alunno </li></ul><ul><li>CHI sono e COME apprendo </li></ul><ul><li>Valutazione soggettiva per definire la competenza del singolo alunno </li></ul><ul><li>Scheda “autonoma” per ciascuna istituzione scolastica </li></ul>
  43. 43. Valutazione formativa <ul><li>Valutazione sommativa </li></ul>
  44. 44. Valutazione formativa <ul><li>Monitoraggio in itinere che può/deve essere ripetuto più volte nel corso della UA </li></ul><ul><li>Aggiustamento del tenore della verifica </li></ul><ul><li>Conoscenza delle caratteristiche della verifica sommativa </li></ul><ul><li>Può consentire autovalutazione </li></ul>
  45. 45. Valutazione sommativa <ul><li>Impostata secondo gli indicatori dell’Obiettivo Formativo ( OF ) </li></ul><ul><li>Deve verificare tutti gli elementi dell’ OF </li></ul><ul><li>Deve rispettare le caratteristiche della Verifica Formativa </li></ul><ul><li>Contiene indicazione di punteggio </li></ul><ul><li>E’ corretta e quantificata dall’Insegnante </li></ul><ul><li>E’ accompagnata da un giudizio valutativo sintetico </li></ul><ul><li>Può essere inserita nel Portfolio </li></ul>
  46. 46. Verifica formativa Può dare accesso a un percorso personalizzato di : Recupero Potenziamento
  47. 47. Verifica sommativa E’ una tappa significativa del percorso di apprendimento e di valutazione E’ una componente delle analoghe verifiche contenute nell’ IUA svolte Prelude alla certificazione delle competenze
  48. 48. Verifica sommativa Deve essere Socializzata ( fatta conoscere) nella sua struttura all’intero gruppo classe Condivisa dall’intera équipe pedagogica (Consiglio di classe) Può essere Individualizzata , a seguito dei risultati delle Verifiche Formative e del percorso di apprendimento individuale Coerente con il PSP e l’OF
  49. 49. Valutazione sommativa Compito Unitario in situazione Disciplinare secondo gli Standard dell’ Obiettivo Formativo Transdisciplinare Come stimolo all’attivazione di Competenze
  50. 50. COMPITO UNITARIO DI APPRENDIMENTO IN SITUAZIONE <ul><li>La costruzione degli OF parte dall’individuazione di un Compito Unitario di Apprendimento, che conferisce organicità e unità all’IUA </li></ul><ul><li>Il Compito deve essere articolabile : all’inizio uguale per tutti; in seguito deve essere adattato alle singole “curvature individuali” </li></ul><ul><li>Privilegiare didattiche coinvolgenti a modalità interattive e laboratoriali </li></ul><ul><li>Lo scopo è l’attivazione di capacità + abilità + conoscenze + identità per la loro trasformazione in COMPETENZE di vita </li></ul>
  51. 51. <ul><li>Il processo di valutazione si conclude con la CERTIFICAZIONE DELLE COMPETENZE </li></ul>CERTIFICAZIONE = DESCRIZIONE Esposizione dettagliata di ciò che l’alunno dimostra di essere e di saper fare in un contesto concreto <ul><li>L’alunno dimostra: </li></ul><ul><li>Non solo di avere acquisito conoscenze e abilità </li></ul><ul><li>Ma di saperle utilizzare in modo personale e in situazione per risolvere un problema, fronteggiare un compito o una situazione, elaborare un progetto ecc. </li></ul>
  52. 52. IL PORTFOLIO <ul><li>La certificazione delle competenze è il momento forte del contenuto del Portfolio individuale poiché ha valenza di : </li></ul><ul><li>VALUTAZIONE, in quanto valuta ciò che l’alunno sa fare e come dimostra di essere </li></ul><ul><li>ORIENTAMENTO , in quanto mette in evidenza le competenze individuali di ciascuno </li></ul>
  53. 53. TIZIANO FRANZI <ul><li>Docente di Scuola superiore </li></ul><ul><li>Autore dell’antologia </li></ul><ul><li>Trovare le parole </li></ul><ul><li>Loescher Torino </li></ul>

×