Il colloquio di lavoro

1,608 views

Published on

Published in: Education
0 Comments
1 Like
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

No Downloads
Views
Total views
1,608
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
2
Actions
Shares
0
Downloads
36
Comments
0
Likes
1
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Il colloquio di lavoro

  1. 1. Il colloquio di lavoro<br />left0 Trovare un lavoro oggi è molto difficile. Dopo aver spedito il curriculum vitae, se si è fortunati, si fa un colloquio di lavoro, cioè si va a parlare di se stessi. Si cerca di convincere il datore di lavoro che si è la persona più adatta per quel lavoro. Bisogna cercare di dare la giusta impressione, bisogna dare il meglio di sé. A volte il nervosismo o l’imbarazzo creano molti problemi. Ecco alcuni consigli facili da seguire:<br />• Non mentire.<br />• Essere  ordinati e curati nel vestire.<br />• Evitare l’eccesso, il troppo storpia.<br />• Sapere  ascoltare e parlare quando è il giusto momento.<br />• Essere puntuali.<br />• Non aver paura e non essere nervosi.<br />• Essere sé stessi, essere naturali.<br />• Una bella stretta di mano e un sorriso aiutano sempre.<br /> <br />Dialogo tra una ragazza e un direttore di banca<br />Giovanna: BuongiornoDirettore: Buongiorno, Signorina Giovanna tozzi, come sta?Giovanna: Bene, grazie e lei? Direttore: Tutto a posto, grazie! Bene, sono contento di incontrarla, è stata puntuale, brava. Ho dato una occhiata al suo curriculum e mi è piaciuto molto. Vedo che ha studiato a Firenze e che conosce oltre la lingua italiana anche il francese, l’inglese e il tedesco. Giovanna: Si, mi piacciono molto le lingue e mi piace molto conoscere la gente di paesi diversi!Direttore: Bene, Signorina, vedo che si è laureata con il massimo dei voti in economia e commercio. In 4 anni: complimenti! Come mai vuole lavorare da noi in banca? E’ un lavoro piuttosto noioso e pesante …Giovanna: Beh, lavorare in una banca come la vostra non è sicuramente noioso, ci sono molti stimoli e molti soddisfazioni economiche ed è sicuramente prestigioso. Direttore: Ma vedo che non ha mai lavorato in un gruppo, un team, mi capisce? In questo ambito non ha esperienza!Giovanna: Sono una ragazza che impara velocemente e non ho paura di affrontare nuove situazioni … anche le più difficili. Direttore: Quanto vorrebbe guadagnare al mese?Giovanna: Guardi, all’inizio lo stipendio non è un problema, devo imparare e devo conoscere bene l’ambiente, sono comunque molto ambiziosa! Ma su questo ci metteremo d’accordo in seguito e non credo ci saranno problemi.Direttore: Vedo che ha avuto un’esperienza nel 2002 come hostess con una compagnia aerea, come mai ha smesso? Giovanna: Era un‘esperienza che volevo provare, a me piace molto viaggiare, però non è un lavoro per tutta la vita.Direttore: Capisco. Dove ha imparato la lingua italiana? Giovanna: Mia madre è stata sempre innamorata di questa lingua e mi ha trasmesso l’amore verso questa cultura. Da bambina siamo sempre venuti in Italia per le vacanze e poi siamo  rimasti a vivere qui!Direttore: Ha doppia nazionalità?Giovanna: Si, è sicuramente un grande vantaggio!Direttore: Sa che a volte dovrà lavorare anche fuori dagli orari prestabiliti?Giovanna: Certo, non è un problema sono pronta a lavorare duramente per l’azienda.Direttore: Anche il sabato e portarsi il lavoro a casa?Giovanna Anche la domenica, se necessario! Direttore: (sorride) Le faremo sapereGiovanna: Sono fiduciosa, Direttore!Direttore: E’ stato un piacere conoscerla.Giovanna: Spero di avere presto sue notizie! Direttore: Grazie della visita! Buona giornata, avrà nostre notizie la  settimana prossima. <br />Ora rispondi alle domande  vere o false<br /> <br />Inizio modulo<br />1. Giovanna arriva in ritardo <br />vero <br />falso  <br />2. Il colloquio si svolge di pomeriggio <br />vero <br />falso <br />3. Giovanna conosce il francese, l’inglese e l’arabo. <br />falso <br />vero  <br />4. Nel 2003 la ragazza ha lavorato in una compagnia aerea. <br />vero <br />falso <br />5. Giovanna ha doppia nazionalità. <br />vero <br />falso <br />6. Giovanna é pronta a lavorare duramente. <br />vero <br />falso <br />7. Il direttore farà sapere a Giovanna qualcosa tra due settimane. <br />vero <br /> non si sa  <br />8 Giovanna è stata diverse volte in Italia. <br />vero <br />falso <br />9. Giovanna è pronta a fare lavoro straordinario. <br />vero <br />falso <br />10. Giovanna ama viaggiare <br />vero <br />falso <br />Contenuti:<br />* L'incontro Atti linguistici con relativi contenuti fonetici, morfologici, sintattici, lessicali e culturali tipici delle situazioni di incontro in situazione formale e informale: salutare, presentarsi, chiedere e invitare. <br />Contenuti linguistici: l'infinito dei verbi, i pronomi personali, il presente indicativo dei verbi essere, avere e fare, come chiedere e dire il proprio nome. L'alfabeto italiano. <br />* La ricerca Atti linguistici: chiedere e ricavare informazioni, parlare al telefono, localizzare nello spazio, esprimere i bisogni. Contenuti linguistici: il presente indicativo di venire, andare e stare, l'aggettivo maschile, femminile, singolare e plurale, l'uso delle forme c'è e ci sono, l'articolo determinativo, la frase interrogativa, alcuni avverbi di luogo. Le lettere maiuscole dell'alfabeto italiano. <br />* L'acquisto Atti linguistici: chiedere, contrattare con numeri e soldi, descrivere, indicare, ringraziare. <br />Contenuti linguistici: le frasi interrogative con quanto e quale, l'uso di questo e quello, l'indicativo presente della forma riflessiva di piacere, l'uso di vorrei, l'articolo indeterminativo e il presente indicativo dei verbi entrare, uscire, salire e scendere. Apparato lessicale: i numeri per indicare i prezzi in Lire, alcune formule di ringraziamento e alcuni dei nomi utilizzati per indicare mestieri e attività commerciali. <br />* La ricerca del lavoro Atti linguistici: iniziare e chiudere un contatto oralmente e faccia a faccia, presentarsi in modo formale, parlare di sé, ringraziare in modo formale, infine, esprimere volontà e capacità di fare qualcosa. <br />Contenuti linguistici: trasformare un verbo dall'infinito al participio passato, le preposizioni semplici, alcuni usi dell'apostrofo, la concordanza aggettivo - nome. <br />Apparato lessicale: alcuni nomi di mestieri e alcuni dei principali suffissi e prefissi <br />* La richiesta e l'ottenimento di un documento Atti linguistici: chiedere informazioni, iniziare e chiudere un contatto oralmente e faccia a faccia in modo formale, presentarsi in modo formale, scrivere un modulo, capire raccomandazioni faccia a faccia, localizzare nello spazio. Contenuti linguistici: l'uso dei verbi modali dovere, potere e volere, le principali forme verbali irregolari al participio passato, le frasi interrogative con che cosa, i pronomi diretti e l'uso del tu e del lei. <br />* Alla posta per aprire un conto, pagare le bollette, spedire qualcosa Atti linguistici: chiedere informazioni di contenuto burocratico, dare consigli, comprendere raccomandazioni e consigli, esprimere intenzioni. <br />Contenuti linguistici: gli aggettivi possessivi, l'imperfetto indicativo, compreso quello delle forme verbali irregolari essere, fare e dire, l'uso del pronome partitivo ne, quando usare l'imperfetto e quando usare il passato prossimo e gli aggettivi numerali. <br />* Sul posto di lavoroAtti linguistici: argomentare, chiedere per ottenere, esprimere opinioni e esprimere bisogni. <br />Contenuti linguistici: le forme impersonali e i pronomi indefiniti. Ripresa dell'imperfetto (con un'attenzione particolare per le forme c'era, c'erano) e l'uso dell'imperfetto per esprimere un desiderio. <br />Apparato lessicale: alcuni termini o espressioni per indicare i mestieri e alcuni termini o espressioni legati al mondo del lavoro e della organizzazione per la tutela dei diritti dei lavoratori.<br />* Formazione professionale, orientamento, riconoscimento dei titoli di studioAtti linguistici: chiedere informazioni, rispondere collocando nel tempo, dare istruzioni in modo formale, scusarsi in modo formale. Descrivere, parlare dei propri interessi, progettare e chiedere e dare informazioni.<br />Contenuti linguistici: l'imperativo formale e l'uso del chi interrogativo e del chi relativo. Stare + gerundio, stare per + infinito, ce l'ho - ce li ho ecc. Ripresa di: forme di imperativo informale, irregolari dei verbi andare, dare, dire, fare e stare, gli usi delle particelle ci e ne.<br />Apparato lessicale: alcuni termini o espressioni che si possono ascoltare nei centri di orientamento e di formazione professionale che possono essere utili per comunicare nei contesti fatti oggetto del centro di interesse.<br />* Tutela dei dirittiAtti linguistici: argomentare, esprimere perplessità, interrogare qualcuno per avere conferma, fare domande di cui si conosce la risposta per convincere o costringere l'interlocutore, dare consigli, minacciare, richiamare all'ordine. <br />Contenuti linguistici: gli usi dei connettivi che e di, il significato dell'espressione il che e gli usi del pronome il cui con valore possessivo. <br />Apparato lessicale: alcuni termini o espressioni utili per comunicare nei contesti fatti oggetto dal centro di interesse. <br />

×