Presentazione

A cura di Amalia Mar tin
Bambini che fruiscono di asilo nido e servizi per
l'infanzia
Uno Sguardo d'insieme

La quota di bambini che fruisce dei servizi per la prima
infanzia è un indicatore utile per misurar...
In questo caso l'obiettivo è di favorire la partecipazione
femminile al mercato del lavoro, elevando la percentuale
di bam...
Bambini di 0-2 anni che utilizzano servizi per l'infanzia per tipologia
e ripartizione geografica

18
16
14
12
Asili nido
...
Definizioni Utilizzate

La percentuale dei bambini in età 0-2 anni (fino al
compimento dei 3 anni che hanno usufruito dei ...
L'indicatore di presa in carico pubblicato viene
rielaborato dal Ministero dello sviluppo economico,
secondo un criterio d...
Bambini tra 0-3 Anni
Emilia - Romagna

162108

Umbria

30609

Valle d'Aoste

4853

Trento

42349

Toscana

126000

Friuli-...
L'Italia e le sue Regioni

A livello regionale, il quadro relativo all'offerta pubblica
di servizi per l'infanzia è ancora...
Anche se rispetto all'anno base di riferimento si
intravedono alcuni segnali di miglioramento, la quota di
domanda soddisf...
Se si considerano anche I bambini che frequentano un
asilo privato tout-court, nel 2011 risultano iscritti agli asili
nido...
Comuni che hanno attivato il servizio di asilo nido per regione
Upcoming SlideShare
Loading in …5
×

3.odp 1

293 views

Published on

0 Comments
1 Like
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

No Downloads
Views
Total views
293
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
3
Actions
Shares
0
Downloads
2
Comments
0
Likes
1
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

3.odp 1

  1. 1. Presentazione A cura di Amalia Mar tin
  2. 2. Bambini che fruiscono di asilo nido e servizi per l'infanzia
  3. 3. Uno Sguardo d'insieme La quota di bambini che fruisce dei servizi per la prima infanzia è un indicatore utile per misurare l'attuazione delle politiche volte alla conciliazione degli impegni casalavoro. I provvedimenti normativi degli ultimi anni sono stati finalizzati all'ampliamento dell'offerta esiste su tutto il territorio nazionale. A questo e ad altri tipi di servizi è attribuito, inoltre, un ruolo chiave all'interno della politica regionale unitaria, elaborata e descritta nel Quadro strategico nazionale 2007-2013 (Qsn).
  4. 4. In questo caso l'obiettivo è di favorire la partecipazione femminile al mercato del lavoro, elevando la percentuale di bambini che fruiscono di servizi per l'infanzia dal 4,4 % del 2004 nelle regioni del Mezzogiorno ( baseline di riferimento) al 12,0 % , valore da raggiungere alla fine del periodo di programmazione ( 2013). Nel 2010 la percentuale di bambini in età 0-2 anni che fruisce di servizi per la prima infanzia comunali o finanziati dai comuni ha raggiunto il 5,3% nelle regioni del Mezzogiorno, mentre in Italia è passata dall'11,4% del 2004 al 14,0% del 2010.
  5. 5. Bambini di 0-2 anni che utilizzano servizi per l'infanzia per tipologia e ripartizione geografica 18 16 14 12 Asili nido 10 Servizi integrativi/innovativi per l'infanzia 8 6 4 2 0 Nord-Ovest Nord-Est Centro Mezzogiorno Italia
  6. 6. Definizioni Utilizzate La percentuale dei bambini in età 0-2 anni (fino al compimento dei 3 anni che hanno usufruito dei servizi per l'infanzia ( asili nido, micronidi, servizi integrativi e innovativi) comunali o finanziati dai comuni, sul totale della popolazione (che vediamo nella tabella) in età 0-2 anni residenti nelle regioni. Ai fini del meccanismo di incentivazione definito nel Qsn, che prevede l'erogazione di risorse premiali per le regioni del Mezzogiorno che raggiungono determinati target (obiettivi di servizio).
  7. 7. L'indicatore di presa in carico pubblicato viene rielaborato dal Ministero dello sviluppo economico, secondo un criterio di ponderazione per tipo di servizio: per assicurare che l'utenza servita in asili nido sia pari almeno al 70% del totale della regione, l'eventuale utenza servita da altre tipologie di servizio che superi la soglia del 30% non viene considerata nel calcolo dell'indicatore. Tale vincolo è volto ad assicurare una base minima di servizio con standard omogenei sul territorio nazionale.
  8. 8. Bambini tra 0-3 Anni Emilia - Romagna 162108 Umbria 30609 Valle d'Aoste 4853 Trento 42349 Toscana 126000 Friuli-Venezia Giulia 40596 Lombardia 377315 Sardegna 51396 Marche 54932 Liguria 46460 Piemonte 150713 Lazio 207846 Veneto 181786 Abruzzo 44600 Basilicata 17968 Molise 9410 Sicilia 185274 Puglia 143488 Campania 224827 Calabria 68935
  9. 9. L'Italia e le sue Regioni A livello regionale, il quadro relativo all'offerta pubblica di servizi per l'infanzia è ancora molto disomogeneo: nel 2010 la percentuale di bambini che usufruisce dei servizi per l'infanzia supera il 25 % in Emilia-Romagna, Umbria e Valle d'Aosta, mentre non raggiunge il 3% in Calabria e in Campania.Il divario tre I territori è ben sintentizzato dal confronto tra I valori assunti al centronord (18,6 per cento) e nel Mezzogiorno (5,3 per cento).
  10. 10. Anche se rispetto all'anno base di riferimento si intravedono alcuni segnali di miglioramento, la quota di domanda soddisfata è ancora molto limitata rispetto al potenziale bacino di utenza. Per quanto riguarda il servizio di asilo nido, tra il 2004 e il 2010 si passa dal 9% dei bambini italiani di 0-2 anni fruitori dell'offerta pubblica all'11,8% ; al centro-nord I bambini iscritti in asilo nido sono il 15,7% dei residenti fra 0 e 2 anni, mentre nel Mezzogiorno sono il 4,4 %. Per I servizi integrativi/innovativi per l'infanzia, tra il 2004 e il 2010 si passa dal 2,4 al 2,2 % dei bambini iscritti.
  11. 11. Se si considerano anche I bambini che frequentano un asilo privato tout-court, nel 2011 risultano iscritti agli asili nido il 18,7% del totale dei bambini da 0 a 2 anni (indagine multiscopo sulle famiglie – aspetti della vita quotidiana ). Per effetto della natura campionaria del dato, considerata anche l'esigua numerosità del fenomeno, la stima prodotta può variare da un minimo di 16,1% ad un massimo di 21,2%.
  12. 12. Comuni che hanno attivato il servizio di asilo nido per regione

×