I PRIMI
SETTANTACINQUE




75
  ANNI
   dell’Avis
Comunale
di Torino




           Inserto n. 5
1




                     Foto 1:   GIUGNO 1984                                 la goccia di sangue mascotte e por-
Lo st...
È uscito il cartone animato
con “Benny” protagonista;
ideato da Gianni Benazzo è
stato realizzato con l’ani-
mazione di Ro...
2
1




                         Foto 1:      Nel popolare borgo torinese nacque          Orsini; cronometristi Giovanni O...
Angelo Barbero consegna la coppa ad
un giovanissimo atleta

                                                              ...
GIORNATA DEL VOLONTARIO 1984




                           La sala del Teatro “Nuovo” di Torino gremita di avisini per la...
La targa assegnata al comandante generale di corpo d’ar-        Il generale Schiavi consegna al colonnello Fresia, comanda...
In alto: il preside prof. Fiorentino ricerve la targa da consegnare al provveditore agli studi di Torino da lui rappresent...
In festoso beneaugurante
                             concerto tutte le “gocce”
                             generosamente...
DICEMBRE 84                                  Fra gli artisti Franco Cardellino, Fran-   Una serie di francobolli
  Nasce l...
BIMBI IN FESTA
   A migliaia sono accorsi
        per ritirare
      i pacchi-dono.
    Favoloso spettacolo
     con grand...
queste il messaggio dell’Avis. Migliaia di che avete recentemente conseguito.               Lo stand promozionale
studenti...
La prima gita
                                                                                  degli avisini torinesi
   ...
2




                                                     1                                                       3


 Be...
Da sinistra in piedi:
                                         Morandi, Mogol, D’Angiò,
                                  ...
la croce d’oro Luciano Bruno nell’atterraggio con il paracadute avisino
...sulle spiagge di Porto Rico




       BENNY
    GIRAMONDO


                                 ...fra le nevi sullo sfon...
1




                                  2                                         3


  Tra le molteplici altre iniziative...
IL 13 APRILE 1986,
   PER INIZIATIVA
         DELL’AVIS
                       Per la gestione del Centro trasfusionale
  ...
Disputata anche quest’anno la gara podistica dedicata al suo nome
 ARNALDO COLOMBO È SEMPRE VIVO
                         ...
Forte impegno dei nostri atleti nel promuovere il dono del sangue

SPORT VEICOLO DI FRATERNITÀ




Una serie di foto dedic...
I nostri ideali propagandati per le strade dal gruppo podismo

   I VELOCI MESSAGGERI AVIS




                           ...
Da sinistra a destra: l’on. Paola Caviglias-
                                                                             ...
Premiati i militari che hanno donato il sangue nelle caserme
  L‘AVIS TRA LE FORZE ARMATE




                            ...
Accolto dagli studenti l’appello dell’Avis nella scuola
          LA GIOIA DEL PRIMO DONO
                                ...
1




                                                                            2


16 MAGGIO 1986                      ...
26 OTTOBRE 1986. AL “LINGOTTO” GIORNATA
      DEL VOLONTARIO E 30° DEL GRUPPO AVIS-FIAT
La foto di Luciano Penna a ricordo...
2




3                                                       3




            Foto 1: la famosa fabbrica della Fiat Lin-...
Vittorino Marsetti presidente dell’Avis intercantonale
svizzera, intervenuto alla festa con soci della sezione
di Uster, c...
Ancora immagini
        della giornata del volontario
celebrata dall’Avis di Torino il 26 ottobre 1986

                  ...
Un festoso spettacolo non stop ha allietato
il pomeriggio della giornata del volontario
                                  ...
1




                                                                                        2


   Prima tavola rotonda ...
La professoressa Anna Lucia Massaro,
                                                                                     ...
Mozione finale Gruppi Aziendali
   I rappresentanti dei Gruppi   tro correggere l’am-
Aziendali Avis delle regioni:    mon...
1                                                                          2


              Foto 1:     DICEMBRE 1986
   ...
2                                               2    3


1°MAGGIO 1987                                 Dopo l’assemblea di...
Un plebiscito il ricorrente “Referendum”
            per conoscere il giudizio
            degli avisini sulle attività sv...
Vademecum
                                                              dell’avisino




DICEMBRE 1987
  Edito il vademecu...
GIORNATA DEL VOLONTARIO 1987




                     Il primo dono
                       di studenti
                   ...
PREMIATI TREMILA AVISINI




Il tavolo delle autorità intervenute alla celebrazione della giornata del volontario della “C...
2




                                             1




                                                    3


         ...
Quattordici pullman e 732 partecipanti alla gita a Uster coronata da vivo successo

  GRANDE INCONTRO CON L’AVIS SVIZZERA
...
Effettuata il 18-19 giugno da soci
                                                       e familiari della sezione Avis d...
Dall’alto in basso:
Oltre mille commensali, tra avisini torinesi e svizzeri, all’imponente tavolata.
Le mogli e i familiar...
GIORNATA DEL VOLONTARIO
           4 Dicembre 1988




                                                                   ...
Ins Avis N5
Ins Avis N5
Ins Avis N5
Upcoming SlideShare
Loading in …5
×

Ins Avis N5

1,622 views

Published on

I PRIMI 75 ANNI DELL'AVIS DI TORINO
PARTE 5

0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
1,622
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
2
Actions
Shares
0
Downloads
7
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Ins Avis N5

  1. 1. I PRIMI SETTANTACINQUE 75 ANNI dell’Avis Comunale di Torino Inserto n. 5
  2. 2. 1 Foto 1: GIUGNO 1984 la goccia di sangue mascotte e por- Lo staff che ha realizzato Cartone animato con Benny protago- tafortuna della nostra associazione e il documentario su Benny premiato nista. testimonianze che con lui è salita an- da Sandro Fisso Ideato da Gianni Benazzo è stato rea- che l’Avis. (al microfono). Da sinistra a destra: lizzato con l’animazione di Rossana Flavio Maiolio, Vindrola. Il colore è stato curato da Daniela Dolce, Daniela Dolce. Le fotografie affidate Rossana Vindrola, Gianni Benazzo, allo studio Maiullari con la collabora- Piera Foresto zione di Gianni Ghisetti. Le musiche e Franca Novara sono di Piera Foresto e la voce di Fran- ca Novara. Foto 2: Ecco Benny sulla cima più alta d’Europa, 6-7 OTTOBRE 1984 il Monte Bianco. 12 pullman con 640 avisini e fami- È ancora il dottor Bonino liari in gita a Venezia e sul Lago di che la presenta insieme ai suoi amici con i quali Garda. ha compiuto una lunga cavalcata sulle vette Con il dottor Piero Bonino, Benny è più belle delle Alpi Occidentali salita sul Monte Bianco. Durante la va- canza estiva il dottor Bonino ha scalato insieme ad un gruppo di amici alcune delle vette più alte dell’arco alpino oc- cidentale: il Monviso, il Gran Paradiso, il Monte Bianco. Insieme alla picozza, ai ramponi, alle corde, allo zaino ha PAGINA 2 portato con sé il gagliardetto di Benny,
  3. 3. È uscito il cartone animato con “Benny” protagonista; ideato da Gianni Benazzo è stato realizzato con l’ani- mazione di Rossana Vindro- la. Il colore è stato curato da Daniela Dolce. Le fotografie affidate allo studio Maiullari con la collaborazione di Gianni Ghisetti. Le musiche sono di Piera Foresto e la voce di Franca Novara.
  4. 4. 2 1 Foto 1: Nel popolare borgo torinese nacque Orsini; cronometristi Giovanni Ortolan Un momento in una latteria il gruppo Avis San Pao- e Alda Estienne; addetti giovani Bruno della manifestazione per il trentennale lo che ha compiuto il proprio trenten- Carpegna, Anastaio Usai e Luisella Pi- del gruppo S. Paolo nale. littu, consiglieri Giancarlo Bononi e Foto 2: Giulio Scippa. Il gruppo dei podisti Avis e sport sanno superare ogni osta- Gruppo bocce: Presidente Rolando avisini e dei loro dirigenti colo. I grandi amori dei podisti, la bril- Del Prato; vice presidente Giorgio Mon- ripresi al termine della festosa riunione lante annata dei ciclisti, la quadretta dei ticelli; segretario Cesare Prete; revisori alla “Rosa d’oro” bocciofili. dei conti Giulio Alciati e di Rubiana Mario Gatti; consiglieri Si sono rinnovati i rap- Mario Arduino, Ambro- ‘‘ presentanti dei vari settori gio Mantello, Giorgio del CCS Luciano Penna. Puzzi, signora Gina. Questi i risultati: Gruppo podisti: respon- Da una intuizione Gruppo ciclisti: la classi- sabile-cassiere Angelo di Luciano Penna fica sociale per la parteci- Barbero; viceresponsabile è nato il Centro pazione ai gruppi è stata addetta alle corse Rosa nel 1984 la seguente: cate- Liccardo; vice responsabi- Culturale Sportivo goria giovani: 1° Domeni- le addetto al vestiario Vin- a cui aderiscono co Bellocci, 2° Ivan Canto- cenzo Bevilacqua;segreta- i Volontari ne, 3° Danilo Biscaro. Per rio addetto stampa Tom- la categoria adulti: 1° Erne- maso Lovaglio; massag- del Sangue sto Ferraris, 2° Roberto ’’ giatore Gustavo Gibelli- Cantone, 3° Bernardo Cal- no; collaboratore pro- za Citin, 4° Italo Precoma, PAGINA 6 grammazione corse Piero 5° Luciano Calza Citin.
  5. 5. Angelo Barbero consegna la coppa ad un giovanissimo atleta Si premiano i ciclisti distintisi durante la stagione sportiva Momenti di “Gloria” al C.C.S. Luciano Penna La quadretta Avis: Mantello, Prete, Puzzi, Arduino (foto Stampa Sera) Lo sprint di Stefano Sgualdo sul circuito del parco del Valentino nel campio- Bernardo Calza Citin campione sociale nato italiano Uisp di ciclismo giovanile per il 1984 dell’Avis Torinese
  6. 6. GIORNATA DEL VOLONTARIO 1984 La sala del Teatro “Nuovo” di Torino gremita di avisini per la Giornata del Volontario I volontari premiati con croce d’oro per 100 donazioni: Piero Gauzellino, Antonio Urso, Aldo Gallico e Ezio Fenoglio Foto in alto: il presidente della provincia, Il presidente dell’Avis comunale di Torino, Sandro Fisso mentre tiene la relazione. Maccari e il sottosegretario on. Paola Cavi- Al suo fianco il segretario Edgardo Papurello gliasso. Sotto: la prof. Bergoglio, consiglie- re regionale e il professor Actis Dato.
  7. 7. La targa assegnata al comandante generale di corpo d’ar- Il generale Schiavi consegna al colonnello Fresia, comandante mata Ferruccio Schiavi. Al suo fianco il cav. Rua responsabi- del distretto, l’attestato di benemerenza per il suo reparto le dell’Avis scuola Altri momenti della premiazione alla fe- sta del volontario: sono di scena ufficia- li, sottufficiali e militari dell’esercito
  8. 8. In alto: il preside prof. Fiorentino ricerve la targa da consegnare al provveditore agli studi di Torino da lui rappresentato. Nelle altre foto: presidi e studenti premiati per le donazioni di sangue nelle scuole
  9. 9. In festoso beneaugurante concerto tutte le “gocce” generosamente donate inneggiano gli avisini: BUON NATALE e FELICE 1985 I consigli direttivi e la redazione del “Corriere Avis” si uniscono a loro nel porgere i più fervidi voti augurali
  10. 10. DICEMBRE 84 Fra gli artisti Franco Cardellino, Fran- Una serie di francobolli Nasce la nuova rubrica filatelica, cu- ca Novara e Marina Fisso. Non poteva internazionali per realizzare rata da Renzo Rossotti. mancare il complesso “Musica Espres- il dono del sangue sione” del gruppo giovani. Foto al centro: 16 DICEMBRE 84 Massimo Rua al momento La giornata del Volontario al Teatro 22/26 GENNAIO 1985 della premiazione Nuovo. Le quattro croci d’oro Gauzelli- A Torino le giornate mediche interna- complimentato dalla prof. Massaro no, Urso, Gallico e Fenoglio. zionali. Premiato Massimo Rua con la se- nel corso delle guente motivazione, letta dalla professo- “giornate mediche 6 GENNAIO 1985 ressaMassaro:” Ragioniere Massimo internazionali” Una Befana con 8.000 regali al Teatro Rua, ex funzionario della Banca Nazio- Nuovo di Torino. nale della Comunicazione, donatore vo- lontario Avis emerito, Bimbi in festa. A mi- vicepresidente dell’A- gliaia sono accorsi per vis comunale di Tori- ritirare i pacchi dono no, consigliere dell’A- al Teatro Nuovo. Befa- vis regionale Piemon- na nella circostanza te, membro effettivo Franca Novara. del Giurì nazionale. Nel concomitante Con caparbia volontà spettacolo proiettato e tenacia, tipiche delle il documentario con più genuine tradizioni protagonista Benny e piemontesi, ha contat- numeri di attrazione tato in prima persona con canzoni, arte mi- centinaia di scuole e mica e danza classica. caserme per portare a PAGINA 13
  11. 11. BIMBI IN FESTA A migliaia sono accorsi per ritirare i pacchi-dono. Favoloso spettacolo con grandi artisti Il complesso Musica & Espressione durante il concerto Avis al “Nuovo” Franca Novara Befana per l’occasione Il mimo Franco Cardellino La prima ballerina del Teatro Nuovo di Torino Mari- na Fisso con Gianni Benazzo
  12. 12. queste il messaggio dell’Avis. Migliaia di che avete recentemente conseguito. Lo stand promozionale studenti diciottenni e militari di leva Come negli anni scorsi, ho il piacere di ri- allestito dall’Avis n occasione hanno quindi accolto l’appello avisino e servarmi questo contatto epistolare autun- delle giornate porto il loro braccio per una generosa do- nale – dopo che quasi tutte le Presidenze mediche internazionali di Torino svoltesi nazione di sangue, il cui valore morale è dei vostri istituti ci hanno fatto pervenire dal facilmente intuibile per quanti hanno l’elenco dei “maturi” – per riprendere il 22 al 26 gennaio 1985 presenti le reali difficoltà di inserimentodialogo che ho avuto occasione di avviare dei nostri giovani in questa società. No- personalmente con molti di voi sull’autoe- bile esempio di vita intera- moteca presente, dopo ac- mente donata con alto sen- cordo con i presidi, presso so di altruismo e nel con- ciascun istituto e mentre ‘‘ creto segno della solida- voi esprimevate concreta- rietà”. mente il concetto di solida- rietà con la vostra donazio- Lo stand allestito dal- L’iniziativa ne di sangue. La autoemote- l’Avis in occasione delle di Massimo Rua ca che continuerà ad essere giornate mediche interna- ha fatto entrare inviataglialle scuoleche via acco- zionali - Torino 22/26 glierà studenti gennaio 1985. l’Avis nelle via seguiranno le vostre or- Lettera aperta di Massi- scuole e nelle me; per voi la donazione di mo Rua a tutti gli studenti. caserme sangue avverrà presso i no- Cari giovani, vi porgo in- stri centri o sulle nostre au- nanzi tutto – a nome della se- di tutta Italia toemoteche in sosta nei vari zione Avis di Torino – una punti di Torino. Però, oltre viva espressione di compia- cimento per la “maturità” ’’ a questa indicazione, un in- vito desidero rivolgervi: in- PAGINA 15
  13. 13. La prima gita degli avisini torinesi in Svizzera, ospiti della sezione di Uster 2 1 Foto 1: tegrate i contatti associativi inserendovi in vasto capannone, restaurato per l’oc- I due nuovi labari dei uno degli organismi sezionali a voi confa- casione, si sono svolte la premiazione gruppi Avis di Egg e Dübendorf cente: il Gruppo Giovani, oppure il Centro dei benemeriti di Uster, alla presenza inaugurati a Uster Culturale e Sportivo Avis che, analoga- delle Autorità Svizzere e consolari, e la durante la visita degli avisini torinesi mente ai Gruppi Aziendali, riuniscono gli benedizione dei labari delle nuove se- avisini nelle varie manifestazioni. zioni di Dubendorf ed Egg. È seguito Foto 2: È da tenere presente che la donazione di uno spettacolo a cui hanno preso parte Un momento della grande cena sangue viene – in genere – fatta isolatamen- i ballerini classici Noemi Briganti e allestita te mentre la vita associativa è – invece – “ve- Sergio Poggi, la cantante e macchietti- dagli amici avisini ro incontro”. sta Franca Novara ed il mimo Franco di Uster per oltre mille commensali: Le segreterie dell’Avis torinese sono a vo- Cardellino, giunti dall’Italia. In rap- un servizio stra disposizione per fornirvi tutte le indica- presentanza del folclore svizzero si è cordiale e impeccabile zioni che desiderate. quindi esibito un gruppo tipico Berne- Conto di ritrovarvi sia mentre compirete se in costume, accompagnato dai fa- un’altra vostra donazione e in qualche ma- mosi corni delle Alpi. nifestazione avisina e, frattanto, vi saluto Al termine salcicce arrostite e ottima con viva cordialità. birra per tutti e rientro negli alberghi. Nella mattinata successiva visita alle 23 GIUGNO 1985 cascate del Reno di Sciaffusa e rientro Fraterno incontro con gli avisini del- ad Uster per il pranzo conclusivo servi- la Svizzera. 12 pullman, con oltre 600 to a tempo di record da avisine e avisi- volontari e familiari sono partiti alla ni del luogo per niente distrutti dalla volta di Uster dove ad attenderli, con faticata della serata precedente. L’au- grande e sentita ospitalità era Vittori- gurio di molti è stato per la ripetizione no Marsetti, presidente dell’Avis Inter- dell’ottima gita. Il che è puntualmente PAGINA 16 cantonale ed i suoi collaboratori. Nel avvenuto negli anni successivi.
  14. 14. 2 1 3 Benny giramondo Da Puerto Rico a Sono scomparsi Luciano Penna, Foto 1: New York. creatore del Centro Culturale Sporti- Copertina del quaderno “I francobolli raccontano vo (che verrà a Lui intitolato per deli- il dono del sangue” berazione unanime del Direttivo)e Foto 2: Per iniziativa di Graziano Cestino, Paolo Musso, capostipite dell’Avis Paolo Musso, con i testi del giornalista Renzo Ros- San Paolo. operaio Lancia sotti, edito il quaderno filatelico sul Foto 3: sangue dal titolo “I francobolli raccon- 1° DICEMBRE 1985 Luciano Penna tano il dono del sangue”; Fotocronaca a colori operaio Fiat 38 pagine a colori realiz- della giornata del volon- Entrambi zato con la collaborazio- tario celebrata al Teatro hanno contribuito in mo- ‘‘ ne de La Stampa, della Nuovo. Tra gli altri bene- do notevole all’afferma- zione Satiz e del gruppo Avis- meriti premiati 12 mili- dell’Avis Torinese La Stampa. tari ed altrettanti studen- Paolo Musso ti diciottenni. e Luciano Penna 17 NOVEMBRE 1985 Due figure Benedetto il nuovo la- Allo stadio comunale di baro del Centro Cultura- Torino la tradizionale par- “storiche” dell’Avis le e Sportivo dell’Avis tita di calcio capitanata da torinese che ne intitolato al nome del Gianni Morandi: cantanti hanno consentito la suo fondatore, Luciano contro magistrati e avvo- Penna. cati torinesi. piena affermazione Parte del ricavato all’A- vis di Torino. ’’ PAGINA 17
  15. 15. Da sinistra in piedi: Morandi, Mogol, D’Angiò, Mingardi, Giacobbe, Ruggeri, Ramazzotti; Accosciati: Fogli, Tozzi, Pupo, Bella, Mengoli, Colorato Grazie, cantanti VOCI D’ORO CUORI D’ORO Successo dell’incontro benefico di calcio allo Stadio. L’incasso devoluto all’Avis di Torino e all’Associazione per la ricerca contro il Cancro Nelle foto: alcuni momenti della par- tita e la cerimonia per la presenta- zione dei rendiconti e la consegna del ricavato all’Avis torinese e al- l’Associazione per la ricerca sul can- cro (nella foto: il pretore Casalbore, Gianni Morandi, Vittorio De Gior- gio, Allegra Agnelli e Sandro Fisso
  16. 16. la croce d’oro Luciano Bruno nell’atterraggio con il paracadute avisino
  17. 17. ...sulle spiagge di Porto Rico BENNY GIRAMONDO ...fra le nevi sullo sfondo di Manhattan
  18. 18. 1 2 3 Tra le molteplici altre iniziative Ro- zioni collettive dei propri iscritti. Foto 1: lando del Prato ha curato una raccolta Sino ad allora la gestione del centro Ecco il “Rolando” mentre consegna il labarino straordinaria di sangue innanzi ad era affidata sostanzialmente alla co- dell’Avis uno dei tanti supermercati PAM di To- munale ed alla provinciale di Torino, al dottor Luigi Sanbuelli, presidente della FIB rino. anche se quest’ultima era istituzione (federazione italiana boc- che comprendeva le Avis eporediesi e ce) per riconoscenza, Intitolata ad Arnaldo Colombo l’an- del pinerolese che, inviando i propri visto l’appoggio che la FIB ha sempre dato nuale gara podistica organizzata dal iscritti ai centri trasfusionali degli al gruppo bocciofilo CCS. ospedali di Ivrea e Pine- del C.C.S. Luciano Penna rolo, non avevano alcun Foto 2: 13 APRILE 1986 interesse nella gestione L’autoemoteca dell’Avis ‘‘ L’assemblea dell’Avis del centro trasfusionale innazi al PAM Regionale Piemontese di Torino. Foto 3: approva l’istituzione Un’altra figura A distanza di vent’anni Il personale del supermercato dell’Avis Intercomunale “storica” della l’Avis Intercomunale Ar- che ha contribuito intitolata al nome di Ar- naldo Colombo è stata ri- al successo del prelievo naldo Colombo, voluta comunale di Torino: conosciuta come ONLUS dalla “comunale di Tori- Rolando del Prato dalla Regione Piemonte no” per regolare demo- fonte di molte ed inserita tra gli organi- craticamente la gestione iniziative per fare smi avisini dalla sede na- del Centro Trasfusionale di via Ventimiglia 1, con conoscere l’Avis in zionale. la partecipazione alle as- Italia e all’estero semblee di tutte le sezio- ni Avis che si avvalevano del Centro per le dona- ’’ PAGINA 21
  19. 19. IL 13 APRILE 1986, PER INIZIATIVA DELL’AVIS Per la gestione del Centro trasfusionale COMUNALE DI TORINO, L’ASSEMBLEA Una data storica: REGIONALE DEL PIEMONTE nasce l’Avis intercomunale ISTITUISCE Approvata dall’assemblea regionale, e intitolata al nome L’AVIS dell’indimenticabile Arnaldo Colombo INTERCOMUNALE ARNALDO Il Centro Tecnico Scienti- mani, la sede nazionale del- struzione di una Avis inter- COLOMBO fico per la Trasfusione del l’Avis rinunciò nel 1971 ad comunale, preparata con cu- sangue, voluto dal compian- essere presente nel Comitato ra dagli estensori, sottoposta to professor Giuseppe Del- di Gestione, affidando l’am- al preventivo vaglio delle lepiane, sorse nel 1953, an- ministrazione dell’impor- assemblee della comunale e nesso alla clinica ostetrica e tante struttura autonoma- provinciale torinesi, ed ap- ginecologica dell’Univer- mente alle Avis provinciale e provata all’unanimità del- sità di Torino dallo stesso comunale di Torino. l’assemblea dell’Avis regio- presieduta. Le norme di regolamento nale piemontese. A seguito della scissione nazionale prima, e poi quelle Con essa si identificano avvenuta in seno all’Avis to- dell’Avis regionale piemon- meglio di organi gestionali, rinese nel 1957, e che diede tese, disciplinarono la com- si definiscono i relativi com- vita all’Associazione Dona- posizione ed i compiti del piti, si rendono partecipi alla tori Sangue Piemonte, oggi comitato di gestione, affi- gestione tutte le strutture as- federata Fidas, intervenne la dando di fatto la gestione al- sociative interessate e si sede nazionale della nostra la Comunale di Torino ed il creano i presupposti per ga- Associazione, ottenne la re- controllo all’Avis provincia- rantire in futuro la continuità stituzione del Centro e sta- le. del centro o definirne il pas- bilì che lo stesso fosse am- Lo sviluppo del centro saggio alla Sanità pubblica ministrato da un Comitato di continuò ed accrebbe sem- se la legge in corso di ema- Gestione formato d due rap- pre di più, tant’è che oggi ha nazione lo prevederà. presentanti dell’Avis comu- in organico oltre cento di- Nella scelta degli organi nale di Torino, due dell’Avis pendenti, contro i 3 o 4 che gestionali e nell’attribuzio- provinciale ed uno della erano in forza al momento ne dei compiti si è fatto rife- stessa sede nazionale. dell’intervent della sede na- rimento alla recente legge Grazie all’impegno, alla zionale. dello Stato (n. 4 del 15 gen- serietà, alla onestà ed alla Gli aumentati impegni ge- naio 1986) che disciplina le competenza del dottor Ar- stionali, la necessità di unifi- Unità sanitarie locali per naldo Colombo, il Centro si care gli organismi preposti renderne più snella ed effi- risollevò dalla crisi seguita alla gestione stessa e quella cace la gestione. alla scissione, accrebbe di renderne partecipi anche i È stata quella assunta dal- d’importanza, si avvalse al- responsabili delle Avis di al- l’assemblea regionale una l’apporto di medici, biologi, tre province, che però si av- delibera importante, che ha tecnici e personale ammini- valgono sistematicamente visto ancora una volta gli strativo ed esecutivo di pri- del centro torinese per pre- stessi rappresentanti dei vo- m’ordine, e giunse ben pre- lievi e visite di controllo, ha lontari protagonisti anche sto ad essere considerato suggerito gli attuali ammini- nel darsi le normative più ri- uno dei più efficienti e mo- stratori a dare vita ad una spondenti ai principi di de- derni centri trasfusionali del nuova struttura associativa mocrazia vera e trasparenza nostro Paese. meglio rispondente alle at- gestionale ed amministrati- Constatato come la gestio- tuali esigenze. va che sono alla base del no- ne del Centro fosse in ottime Di qui la proposta dell’i- stro sodalizio. PAGINA 22
  20. 20. Disputata anche quest’anno la gara podistica dedicata al suo nome ARNALDO COLOMBO È SEMPRE VIVO Nella foto le numerose coppe da assegnare ai vinci- tori della gara, fra la compiaciuta soddisfazione de- gli organizzatori avisini, presente il consigliere co- munale di Torino Antonello Angeleri. Festa del gruppo podisti, in concomitanza con il radu- no nazionale delle “penne nere” a Torino. Alpino e avisino un binomio di sacrificio, simpatia e solidarietà Il presidente Fisso alla premiazione degli atleti podisti avisini Alda De Grandis durante Irene Azzalin la più pic- una gara cola podista Le formidabili atlete della squadra di calcio femminile dell’Avis di Tori- no. La compagine nel 1988/89 (Lega calcio Uisp) si è classificata campione zonale, interregionale, e vicecampione nazionale. Compli- menti! Nella squadra militano le atlete: Rinaldi, Curina, Gatti, Abrigo, Il presidente dell’Avis torinese, Sandro Fisso, pre- Franolli, Toscano, Piana, Filippetto, Vella, Diana, Di Rienzo, Cortis e mia Giuseppe Trinchero “campione” podista Porcu, nella foto riprese con i dirigenti Abate, Gerbino e papà Toscano
  21. 21. Forte impegno dei nostri atleti nel promuovere il dono del sangue SPORT VEICOLO DI FRATERNITÀ Una serie di foto dedicate agli atleti dei nostri gruppi sportivi. Da sinistra a destra (e dall’alto in basso): i campioni sociali 1985 del gruppo ciclismo, Ivan Cantone e Dino Calza Cittin; il sodalizio dei ciclisti a Sauze d’Oulx con i familiari; un momento della premiazione dei gruppi nel Palazzo a Vela il 22 dicembre; la squadra femminile di calcio; una gigantesc torta augurale per la festa sociale sempre nel Palazzo a Vela; e la compagine femminile di pallacanestro, con il trainer Adriano Bardoneschi.
  22. 22. I nostri ideali propagandati per le strade dal gruppo podismo I VELOCI MESSAGGERI AVIS Nella foto in alto: Una parte del gruppo dell’Aeropodistica (Condello, Masoero, Barale, Mazzoni, Griffone, Chiaudano, Sibona, Ferro). Nella foto di centro: Podisti dell’Avis torinese alla “Stravenezia 1985”, in cui si sono classificati al primo posto. Nella foto in basso: Il gruppo podismo 1985 del centro culturale sportivo dell’Avis di Torino ritratto nel parco del Valentino.
  23. 23. Da sinistra a destra: l’on. Paola Caviglias- so, Aldo Olivieri, Giuseppe Bracco ed Emi- lio Trovati, assessore alla Proinvicia Il 1° dicembre 1985 si è celebrata al Teatro Nuovo di Torino la giornata del volontario dell’Avis comunale di Torino. Nella foto in al- to il palco con le autorità, mentre parla il pre- sidente dell’associazione Sandro Fisso. Nel- la fono a fianco la vasta sala del Nuovo, gre- mita di soci e familiari venuti a rendere testi- monianza di gratitudine agli avisini premiati per le benemerenze ottenute in campo tra- sfusionale Il generale Domenico Corcione Il prof. Angelo Actis-Dato Il presidente dell’Associazio- ne Talassemici Silvano Fassio
  24. 24. Premiati i militari che hanno donato il sangue nelle caserme L‘AVIS TRA LE FORZE ARMATE Un significativo intermezzo nella cerimonia al Teatro Nuovo è stato costituito dalla premiazione di dodici militari – ufficiali, sottufficiali, soldati – scelti a sorte fra le centinaia di commilitoni che nel 1985 hanno donato il sangue presso le caserme e la scuola ap- plicazione di Torino. Nella foto in alto a sinistra: i dodici rappresentanti delle forze armate dopo avere ricevuto il simbolico riconoscimento dell’Avis. Nella foto al centro: rappresentanze dell’esercito al- la cerimonia. Foto in basso a destra: il generale Domenico Cor- cione comandante della regione militare nord-ovest, mentre riceve da Massimo Rua una targa di ricono- scenza dell’Avis. Nella foto a sinistra: il generale Corcione si congra- tula con il tenente Enrico Bologna, fervido sostenito- re degli ideali avisini
  25. 25. Accolto dagli studenti l’appello dell’Avis nella scuola LA GIOIA DEL PRIMO DONO Momenti della cerimonia al Teatro Nuovo. Nella prima foto a sinistra: Sandro Fisso ed Edgardo Pa- purello premiano il giornalista Renzo Rossotti, autore del volu- me “I francobolli raccontano il dono del sangue”. Nelle altre foto: Massimo Rua, responsabile dell’Avis scuola, consegna un simbolico premio a un gruppo di studenti degli istituti superiori di Torino, scelti a sorte tra i loro compagni di- ciottenni che, rispondendo al- l’appello dell’Avis, hanno of- ferto per la prima volta il loro sangue per i sofferenti nell’an- no scolastico 1984-85. Le due croci d’oro Michele Fratta e Vittorio Monticone: 100 donazioni La benedizione del nuovo labaro del centro culturale sportivo dell’Avis inti- tolato al nome del compianto suo fondatore Luciano Penna. Madrina del Un avisino premiato dall’assessore regionale alla vessillo la vedova di Luciano, signora Bruna Mulassano Sanità prof. Aldo Olivieri
  26. 26. 1 2 16 MAGGIO 1986 dell’Avis Padre Vittorio Bertolaccini, nel- Foto 1: Serata esclusiva per l’Avis con “Cop- le diverse fotografie si riproducono il ta- Marina Fisso, prima ballerina pelia” di Léo Delibes, coreografia di volo allestito per lo speciale annullo po- del Teatro Nuovo Alicia Alonso con Marina Fisso, Biagio stale celebrativo del trentennale del di Torino e Biagio Tambone, Tambone, Gianni Benazzo, Patrizia Ca- gruppo Fiat e le Autorità ritratte mentre primo ballerino nova, Marisa Milanese, Lorenzo Caso- consegnano le benemerenze al merito del Teatro alla Scala relli, Paola Battistino, Anna Bifani, Mo- trasfusionale. Nell’ordine il professor di Milano nica Caturegli e Stefania Ricatti. Angelo Actis Dato, Giovanni Lussetti ca- Foto 2: pogruppo Fiat, il gene- Vincenzo Bussolino, Miete allori lo sport rale Andrea Cazzato, il con accanto Giovanni Lussetti, dell’Avis. Le Benny dottor Giuseppe Rivetti, commemora sportive: podismo, boc- la professoressa Anna il trentennale del gruppo Avis Fiat ce, pallacanestro, ven- Lucia Massaro, Vittori- gono realizzate da no Marsetti, presidente Gianni Benazzo. dell’Avis Intercantonale Svizzera, il preside Cu- 26 OTTOBRE 1986 stunà, con Massimo Trentennale del grup- Rua, in rappresentanza po Avis - Fiat solenne- del provveditore agli mente celebrati al Lin- studi ed ancora il gene- gotto e giornata del vo- rale Cazzato mentre lontario della comunale consegna la benemeren- di Torino. za avisina ad uno dei militari che nell’anno Dopo la Santa Messa hanno effettuato dona- celebrata dal capellano zioni di sangue all’Avis. PAGINA 29
  27. 27. 26 OTTOBRE 1986. AL “LINGOTTO” GIORNATA DEL VOLONTARIO E 30° DEL GRUPPO AVIS-FIAT La foto di Luciano Penna a ricordo della sua passione avisini – Il tavolo disponibile per i filatelici con francobolli e annullo postale – La premiazione dei benemeriti
  28. 28. 2 3 3 Foto 1: la famosa fabbrica della Fiat Lin- gotto dove si è svolta la giornata del volon- tario. Foto 2: la comunione eucaristica nel corso della santa messa che ha preceduto i lavori della festa. Foto 3: il dottor Piero Bonino, del centro tra- sfusionale, si complimenta con un donato- re. Foto 4: generose e brave le ragazze avisi- ne, hanno dato un prezioso contributo per la buona riuscita della manifestazione. 4 5 Foto 5: il dottor Igino Arboatti, che ha fil- mato le fasi salienti della festa.
  29. 29. Vittorino Marsetti presidente dell’Avis intercantonale svizzera, intervenuto alla festa con soci della sezione di Uster, consegna le benemerenze a un volontario. Simpatica accanto ai genitori la presenza di bambi- ni e bambine, a sottolineare la continuità dell’Avis. Il preside Cuscunà, in rappresentanza del provvedi- tore agli studi Scialpi, porge a uno studente una me- daglia premio. Il generale Cazzato si congratula con un militare per il primo dono del sangue. Avisini della sezione comunale di Tori- no premiati con croce d’oro per 100 donazioni di sangue.
  30. 30. Ancora immagini della giornata del volontario celebrata dall’Avis di Torino il 26 ottobre 1986 Volontari del sangue e loro familiari si avviano, dopo il pranzo, alla pista au- tomobilistica della Fiat Lingotto, dove un tempo si provavano le nuove mac- chine prima di essere messe in vendita Uno dei tavoli della segreteria, dove gli avisini potevano ritirare i documenti e gli attestati di benemerenza. Un servizio egregiamente svolto da un gruppo di avi- sine coordinate dalla brava e paziente Palmira Merlo, e alle quali va il più senti- to ringraziamento dell’associazione Un momento del pranzo sociale svoltosi al self-service del Lingotto. Oltre un mi- gliaio di soci e di loro familiari ha voluto consumare il pasto nella sede del conve- gno. Nonostante l’imponente afflusso di commensali, tutto si è svolto con regola- rità, grazie soprattutto all’impegno delle preziose collaboratrici e degli avisini del centro culturale e sportivo che hanno curato l’ingresso nel salone da pranzo. A tutti loro, che si sono pure prodigati in altri campi durante il corso della manife- stazione, affinché tutto procedesse nel migliore dei modi, la più sincera gratitu- dine dei dirigenti e dei volontari per l’as- sidua, intelligente opera svolta in piena umiltà e con tanta dedizione alla causa avisina
  31. 31. Un festoso spettacolo non stop ha allietato il pomeriggio della giornata del volontario Il complesso Musica Espressione, sempre vicino ai gruppi giovanili del- l’Avis. Marina Fisso, prima ballerina del Teatro Nuovo, con Guy Poggioli, nei panni rispettivamente della contessa di Castiglione e dell’imperatore Napoleone, in una se- quenza di “Piemonte in festa”, danze cortigiane e rusti- cane nel nostro Risorgimento interpretate con la Com- pagnia Danza Piemonte. Il celebre tenore Enrico Cossutta, figlio di avisini, ha interpretato splendida- mente brani lirici e romanze, applauditissimo, ha dovuto concedere il bis Il mago Alexander stupisce la pla- tea con i suoi giochi di prestigio
  32. 32. 1 2 Prima tavola rotonda nazionale cura- hanno discusso sul tema – che interes- Foto 1: ta dall’Avis di Torino. sa tutti i volontari lavoratori dipen- I nostri volontari Graziano Cestino e Al Lingotto, in concomitanza con la denti – riguardante il regime pensioni- Edgardo Papurello celebrazione del 30° anniversario del stico di loro spettanza. (da sin. a destra) con accanto il generale gruppo Avis Fiat si sono svolte due inte- di brigata ressanti dibattiti: È deceduto Tomaso Chierotti. Alpino Andrea Cazzato premiati – lo sport e il dono del sangue, a cui ed avisino della prima ora. Revisore dei con medaglia di benemerenza al merito hanno partecipato i medici Avis addetti al conti dell’Avis nazionale e della Fiods trasfusionale durante controllo dei donatori amanti dello sport, (Federazione Internazionale Organiz- le giornate mediche la professoressa Massaro, direttrice del zazioni Donatori Sangue), membro dei internazionali. centro Avis di Torino, il dottor Eugenio direttivi a tutti i livelli, valente oratore e Foto 2: Boccardo, che per anni è stato anche me- buon disegnatore e caricaturista. Ciro, Tomaso Chierotti, presente per anni in molte dico sociale del Torino Calcio, il genero come lo chiamavano gli amici era ben strutture dell’Avis: dell’olimpionico Edoardo Mangiarotti e voluto da tutti e organizzatore dei mol- vice-presidente l’ex campione ciclistico Nino Defilippis. ti incontri internazionali fra i dirigenti della Comunale di Torino consigliere provinciale Nel corso del dibattito si è concordemen- delle associazioni di donatori francesi, e presidente del collegio te condannato il ricorso al doping ed alle monegaschi, tedeschi e svizzeri ed altri nazionale dei revisori autoinfusioni di sangue nel tentativo di amici d’oltre Alpi. dei conti accrescere il potenziale atletico mentre L’Avis di Torino deve il suo “rinasce- nulla è stato obiettato per gli sportivi che re” dopo di fatti del “57” al geometra regolarmente, e sotto controllo medico, Tomaso Chierotti, cassiere principale donano periodicamente il proprio san- del Credito italiano che convinse il dot- gue nel segno della solidarietà umana. tor Arnaldo Colombo, allora suo capo – L’altro interessante incontro è sta- del personale, ad accettare il ruolo di to quello fra i rappresentanti dei grup- commissario del Centro tecnico scienti- pi aziendali Avis di tutta Italia che fico di via Ventimiglia. PAGINA 35
  33. 33. La professoressa Anna Lucia Massaro, direttore del centro trasfusionale Avis di Torino, con i dottori Mario Cannas e Roberto Quaglino durante i lavori della tavola rotonda L’ex campione ciclistico Nino Defilippis ringrazia l’Avis per l’agenda personaliz- zata offertagli dagli organizzatori del convegno Il dott. Eugenio Boccardo Il genero dell’olimpionico Edoardo Man- giarotti assicura l’interesse del campione per le iniziative che l’Avis programmerà per sensibilizzare ulteriormente il mondo Una visione dei partecipanti alla tavola rotonda su “Sport e dono del sanuge”. In prima dello sport al dono del sangue fila (il quarto a sinistra) è l’ex campione torinese di ciclismo Nino Defilippis
  34. 34. Mozione finale Gruppi Aziendali I rappresentanti dei Gruppi tro correggere l’am- Aziendali Avis delle regioni: montare delle pen- Valle d’Aosta, Piemonte, Li- sioni erogate, guria, Lombardia, Veneto, RIVENDICANO Emilia Romagna, Lazio, Tren- la piena ed integrale tino Alto Adige, Sicilia, Cam- applicazione dei pania, Toscana, Abruzzo, Pu- principi sanciti nella glia, Marche, Sardegna, riuniti legge: 13 luglio 1967 in Assemblea a Torino, il 25 n. 584 per il ricono- ottobre 1986 nella storica sede scimento al donatore del Lingotto, per onorare l’a- di sangue del diritto mico Luciano Penna e cele- ad una giornata di ri- brare il 30° di fondazione del poso ed alla corre- Gruppo Avis-Fiat. sponsione della retri- PRESO in esame i risvolti buzione. In tale legge negativi determinati dalla infatti è inequivoca- concessione da parte dell’In- bilmente affermato il Il tavolo della presidenza: al centro Giuseppe Battaini, responsabile ps di una indennità integrati- principio che “ai la- nazionale dei gruppi va in sostituzione della nor- voratori dipendenti, i quali la costituzione all’uopo pres- male retribuzione, per le cedano il loro sangue gratui- so il Consiglio Nazionale di giornate dedicate alla dona- tamente, compete la corre- un collegio di legali che for- zione di sangue, sponsione della retribuzione nisca gli orientamenti in ma- CONSTATATO che tale normale” e non di una inden- teria. prassi comporta di fatto una nità integrativa. I delegati ringraziano l’Avis 2 penalizzazione di 10-15.000 RIVENDICANO ancora le torinese per l’ospitalità ricevu- lire mensili sulla pensione al ore di lavoro impiegate dal ta e fanno voti affinché il Con- lavoratore dipendente che lavoratore dipendente per re- siglio Nazionale, cosciente abbia compiuto le normali carsi ai centri trasfusionali delle priorità preposte a corre- donazioni negli ultimi anni di per donare il proprio sangue, gere questa grave situazione, occupazione, quando la donazione non che mortifica i donatori lavo- VISTO altresì come la leg- possa avvenire per i motivi ratori dipendenti e non concor- ge finanziaria 1986 abbia pe- sanciti dall’art. 7 delle norme re certo a potenziare l’attività. nalizzato del 5% detta inden- di attuazione della legge 584, nità integrativa, senza peral- siano considerate come per- Torino, 25 ottobre 1986 messi retribuiti. IMPEGNANO il Consi- glio Nazionale a patrocinare cause per i volontari già in quiescenza e che per effetto delle distorte interpretazioni dell’Ente previdenziali della legge 584 siano stati penaliz- zati nell’ammontare della pensione di loro spettanza. IMPEGNANO il Consi- glio Nazionale affinché pro- muova l’immediata instaura- zione di ricorsi pilota da parte di singoli donatori, in modo Graziano Cestino mentre svolge tale che queste azioni siano la sua relazione al convegno in- terregionale dei gruppi azien- condotte in modo uniforme Una delegata durante un inter- dali sotto il profilo giuridico con vento PAGINA 37
  35. 35. 1 2 Foto 1: DICEMBRE 1986 Sandro Fisso In forte crescita i soci iscritti alla comu- nale di Torino. 22.339 al 31 dicembre 1986. Foto 2: Sandro Fisso riconfermato presidente. 6 GENNAIO 1987 Giovanni Lusetti, capo gruppo Avis Fiat Giovanni Lussetti entra nel Comitato A Torino Esposizioni una Befana con consegna una targa di gestione dell’Intercomunale. 10.000 pacchi dono. ricordo a un delegato dei Gruppi aziendali PAGINA 38
  36. 36. 2 2 3 1°MAGGIO 1987 Dopo l’assemblea di Abano Terme 5-7 Foto 1: Inaugurato a Vicoforte il nuovo laba- giugno 1987 La lettera di nomina a membro del Comitato ro del gruppo Trasporti Torinesi, da Mario Beltrami è il nuovo presidente Provinciale parte del rettore della basilica. Regista nazionale Avis: Sandro Fisso conferma- di Massimo Rua della manifestazione è stato il segreta- to amministratore nazionale e Gian- Foto 2: rio del gruppo Adriano Bardoneschi. franco Negro addetto alla stampa e pro- Massimo Rua paganda. Foto 3: Benny viene portato a Mosca porta- Mario Beltrami ta dal nostro donatore 7 GIUGNO 1987 eletto Presidente Franco Calvi. Inaugurato il labaro Nazionale dell’Avis del gruppo aziendale ‘‘ GIUGNO 1987 AVIS-ASPERA. La ceri- Nomina di Massimo monia si è svolta nella Rua a membro del Comi- parrocchia di san Giu- tato Provinciale di studio, La nomina seppe Bosco in via Sarpi, di programmazione e di ri- di Massimo Rua con la santa Messa cele- cerca per la educazione al- a membro brata dal parroco don la salute e la prevenzione Mario e dal capellano delle tossicodipendenze, del Comitato Avis padre Vittorio. comunicata dal Provvedi- Provinciale Presenti numerosi la- tore agli Studi di Torino di studio bari dei gruppi aziendali con lettera 12 giugno 1987. torinesi, i fondatori del La nomina ha avvalorato e programmazione gruppo Antonio Lapen- la sua missione ed ha con- na e G.Bracco e la madri- tribuito ad elevare l’imma- gine dell’Avis di Torino. ’’ na, signora Amelia Tor- res. PAGINA 39
  37. 37. Un plebiscito il ricorrente “Referendum” per conoscere il giudizio degli avisini sulle attività svolte Un plebiscito il referen- – Ha partecipato a qualche gretarie: 93,8% bene, 0,9% dum indetto per conoscere assemblea dell’Avis? 89,6% non bene; 5,3% così, così, per l’orientamento degli iscritti no, 10,4% si. Dei 6.062 vo- i medici: 96,9% bene; 0,5% alla comunale di Torino sui lontari che hanno risposto non bene; 2,6% così, così. diversi problemi interessanti “no”: il 21,1% dice di non – Come giudica l’invio dei l’attività e la gestione della avere letto l’avviso di convo- risultati a domicilio: dopo la loro sezione Avis. cazione; il 9,35% perché non prima donazione, quando 7.074 le schede votate dai interessa;il 58,2% per man- compie gli esami di controllo volontari, mentre compivano canza di tempo;11,35% non e, per le donazioni intermedie le loro donazioni presso il cen- fornisce indicazioni. solo se qualche esame è anor- tro di via Ventimiglia o sulle – Ritiene che una eventua- male? 94,0% corretto, 6% sba- autoemoteche in sosta a Porta le gestione pubblica del cen- gliato (lo vorrebbero tutte le Nuova o innanzi all’ospedale tro trasfusionale possa essere volte). Giovanni Bosco, dal 1° no- migliore di quella sinora ef- – Che cosa le ha fatto vembre 1986 al 31 gennaio fettuata dall’Avis? Il 91,0 % compiere la sua prima dona- 1987. 9.724 le schede conse- no, il 9,0% si. zione? 27,4% avere constata- gnate con preghiera di rispon- – Si è passati dai prelievi in to che in famiglia o fra amici dere, conservando l’anonima- flaconi sottovuoto a quelli in qualcuno ne aveva avuto bi- sacche di plastica e la quan- sogno; 19,6% le sollecitazio- tità di sangue prelevata ad ni di un parente o di un amico ogni donazione è ora già donatori; 23,6% la propa- superiore a quella prelevata ganda svolta dall’Avis; 4,4% in passato, per consentire un la giornata retribuita di ripo- migliore impiego del sangue so post trasfusionale 25,0% il donato. Quanto sopra le ha ar- controllo della salute grazie recato qualche conseguenza? agli esami compiuti. 87,7% nessuna particolare – l’Avis riceve contributi conseguenza; 2,7% un mag- regionali, stabiliti per legge, giore fastidio; 6,1% qualche ancorati alle donazioni effet- capogiro in più; 3,5% non in tuate dagli iscritti. Di questi grado di rispondere non aven- contributi ne stanzia: il 39% do mai fatto donazioni in fla- per stipendi e spese generali; cone sotto vuoto. il 23% per propaganda; il 34% – Secondo lei, sulla tessera per manifestazioni (befana, Avis cosa è meglio registrare giornata del volontario con to, e ritornarle alla segreteria. ad ogni donazione? 16,8% premiazioni, gite; 4% per le L’82,88% degli aventi di- solo la data e sigla del medi- attività dei gruppi aziendali e ritto ha restituito la scheda co; 50,6% data, quantità ef- del CCS. compilata. fettiva del sangue donato e si- Come giudica queste ripar- Altri, con motivazioni di- gla del medico; 32,6% data, tizioni? 72,1% corrette; 4,6% verse, hanno ritornato la quantità del sangue media- sbagliate; 23,3% nè bene nè scheda in bianco. mente prelevato e sigla del male. Queste le risposte alle prin- medico. – È a conoscenza dell’esi- cipali domande: – È al corrente che si posso- stenza e dell’attività del – Sostanzialmente ritiene no effettuare anche prelievi in gruppo giovani Avis? 43,4 % soddisfacente o meno la con- aferesi? 53,7% si; 46,3% no. sì; 56,6% no. duzione dell’Avis di Torino? – Come giudica il com- – È a conoscenza dell’esi- 70,48% Si, 1,19% no, 3,75% portamento del personale ad- stenza e dell’attività del Cen- ne sì ne no, 24,58% non in detto al servizio trasfusionale tro Culturale sportivo? 62,0 grado di rispondere. dell’Avis torinese? per le se- % Sì; 38% No. PAGINA 40
  38. 38. Vademecum dell’avisino DICEMBRE 1987 Edito il vademecum dell’avisino ed il dizionarietto del sangue con testi di Sandro Fisso e disegni di Gianni Benazzo. È stata una pubblicazione che ha riportato i dati es- senziali dell’attività svolta dall’Avis: dal reclutamento dei donatori agli esami per l’i- doneità alla donazione; dai controlli effettuati al comportamento dei donatori. Testo dello statuto associativo e del regolamento di attuazione in vigore all’epoca. Questa una delle “curiosità” riportate nel Vademecum: quanto sangue circola nel corpo? Volume medio di sangue negli uomini e nelle donne (in centimetri cubi) altezza (metri) Per gli uomini peso (kg) 1,52 1,58 1,63 1,68 1,73 1,78 1,83 1,88 49,9 cc 3.365 3.500 3.643 3.795 3.957 4.129 4.311 4.503 54,5 3.658 3.792 3.935 4.088 4.250 4.422 4.603 4.796 59,0 3.804 3.938 4.082 4.234 4.396 4.658 4.750 4.942 68,0 4.097 4.231 4.374 4.527 4.689 4.860 5.042 5.235 77,0 4.389 4.524 4.667 4.819 4.981 5.153 5.335 5.527 90,7 4.828 4.963 5.106 5.258 5.420 5.592 5.774 5.966 99,8 5.121 5.255 5.398 5.551 5.713 5.885 6.066 6.295 Per le donne 49,9 3.097 3.227 3.366 3.514 3.671 3.838 4.015 4.201 54,5 3.247 3.378 3.517 3.665 3.822 3.989 4.165 4.352 59,0 3.398 3.528 3.667 3.815 3.972 4.139 4.315 4.502 68,0 3.698 3.829 3.968 4.116 4.273 4.440 4.616 4.803 77,0 3.999 4.129 4.268 4.416 4.574 4.740 4.917 5.103 90,7 4.450 4.581 4.739 4.867 5.025 5.191 5.368 5.554 99,8 4.751 4.881 5.020 5.168 5.325 5.492 5.669 5.855 Il volume di sangue intero mediamente prelevato ad ogni donazione è di circa 400/450 cc. PAGINA 41
  39. 39. GIORNATA DEL VOLONTARIO 1987 Il primo dono di studenti e militari Dall’alto in basso: Le otto “croci d’oro” dell’Avis di Torino premiate per cento donazioni di sangue. I giovani militari che hanno cono- sciuto la gioia del primo dono. Gli studenti e le studentesse premiate durante la festa del volontario
  40. 40. PREMIATI TREMILA AVISINI Il tavolo delle autorità intervenute alla celebrazione della giornata del volontario della “Comunale” di Torino. Al microfono Sandro Fisso Una visione della sala: si notano tra i presenti i gene- rali Sterpone e Ardito (Comandanti le Brigate “Tauri- nense” e “Cremona”), il colonnello Marconi, i tenenti colonnelli Juliano e Lob, e (in prima fila) la professo- ressa Beneiton, presidete del licelo classico “Gioberti” Gli studenti e i militari scelti, fra tutti i loro colleghi volontari del san- gue, e premiati dall’Avis di Torino per la prima donazione Dall’alto in basso e da si- nistra a destra: Il generale medico Bernini consegna l’attestazione logistico al- la “Taurinense” e il ricono- scimento a un militare. La professoressa Grimaldi, La professoressa Anna Lucia Mas- in rappresentanza del saro, dirigente il Centro Trasfusio- provveditore De Rosa, si nale dell’Avis torinese mentre pre- congratula con una stu- mia un benemerito avisino dentessa.
  41. 41. 2 1 3 Foto 1: 6 GENNAIO 1988 città e partenza per Uster. A riceverli La consegna dei labari Edizione dell’annuale “Giornata del Vittorino Marsetti. presidente dell’In- ai gruppi dei donatori PT Volontario”al Teatro Nuovo. Premia- tercomunale Svizzera ed i suoi avisini Foto 2: ti 3.000 avisini tra cui 8 croci d’oro, amici, collaboratori e rispettive con- Avvocato De Franceschi 12 militari di leva e 12 studenti in rap- sorti pronti a preparare e servire con la Foto 3: presentanza dei loro compagni che precisione e la tempestività propria Avisini del gruppo hanno accolto l’invito dell’Avis e com- della Svizzera, la ricca cena. Spettacolo Monopoli di stato piuto nell’anno la loro prima dona- e riposo negli alberghi di Uster. La do- zione. menica visita al santuario di Einsie- den, rientro e pranzo ad Uster e ritorno MAGGIO 1988 a Torino. Riunione responsabili gruppi azien- dali. Vengono consegnati 22 labari ad al- Scomparso l’avvocato De Franceschi, trettanti gruppi donatori P.T. il “probiviro” per eccellenza. È stato per oltre un ventennio presi- Non mancano gli atleti al gruppo mo- dente del collegio dei proboviri della nopolio che intensifica sempre di più le comunale. Grande amico del colonnel- attività. lo Raverdino e di Luigi Mazza, era sta- to nominato il 25 giugno 1975 “ufficia- 18-19 GIUGNO 1988 le” dell’Ordine al merito della Repub- 732 i partecipanti alla seconda gita in blica Italiana. Svizzera trasportati da 14 pullman, Già presidente della Sezione Provin- partiti da Torino alle 5,30. Prima fer- ciale di Torino dell’Associazione Na- mata in Svizzera, ad Altdorf: imbarco e zionale Guardie di Pubblica Sicurezza pranzo sul battello durante la traver- è andato in pensione con il grado di ge- PAGINA 44 sata del lago di Lucerna. Visita della nerale.
  42. 42. Quattordici pullman e 732 partecipanti alla gita a Uster coronata da vivo successo GRANDE INCONTRO CON L’AVIS SVIZZERA In alto: Vittorino Marsetti, Sandro Fisso e l’immancabile Benny, animatori della gita. Sopra: L’arrivo a Fluelen in attesa dell’imbarco sui tre battelli noleggiati appositamente dall’Avis Torinese
  43. 43. Effettuata il 18-19 giugno da soci e familiari della sezione Avis di Torino FOTOCRONACA DELLA GITA IN SVIZZERA Dall’alto in basso: Premiazione dei benemeriti avisini svizzeri e con- segna di “torelli” al console italiano a Zurigo e al rappresentante della città di Uster Applausi agli organizzatori svizzeri schierati sul palco Sosta dei gitanti ad Einsielden
  44. 44. Dall’alto in basso: Oltre mille commensali, tra avisini torinesi e svizzeri, all’imponente tavolata. Le mogli e i familiari dei nostri emigrati che hanno preparato e servito il pranzo. Spettacoli di arte varia hanno allietato i commensali.
  45. 45. GIORNATA DEL VOLONTARIO 4 Dicembre 1988 1 Supplemento al Corriere Avis n°6 - Novembre/Dicembre 2006 - Direttore Responsabile Sandro Fisso 2 Foto 1: 4 DICEMBRE 1988 IL 15 DICEMBRE 1988 La sala del Teatro Nuovo Giornata del Volontario al Teatro Il “gruppo anziani” della comunale gremita di volontari Nuovo consegnate 8 croci d’oro per 100 di Torino ha compiuto 15 anni. Le riu- Foto 2: donazioni di sangue a: nioni di tengono in via Palatucci 22 il Gli avisini insigniti della croce d’oro terzo sabato d ogni mese, al pomerig- per 100 donazioni Agagliati Giuseppe gio, dalle ore 15. di sangue ritratti Birolo Simone Possono iscriversi gli avisini con al- con il presidente degli emofilici Cerruti Pietro meno 55 anni o dopo 20 anni di iscri- e dei Talassemici Grimaldi Sabino zione all’Avis. Silvano Fassio Levratti Giuliano e Angelo Magrini al centro della foto Manfrin Giuseppe Marangone Giuseppe Sclerandi Ferruccio

×