Guida Ecoidea 6 - Bioarchitettura

1,656 views

Published on

Guida Ecoidea 6
Bioarchitettura
Il cielo... nella mia stanza

Published in: Education
0 Comments
1 Like
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

No Downloads
Views
Total views
1,656
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
54
Actions
Shares
0
Downloads
0
Comments
0
Likes
1
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Guida Ecoidea 6 - Bioarchitettura

  1. 1. COLLANA GUIDE ECOIDEA 6 Bioarchitettura Provincia di Ferrara Il cielo... nella mia stanza www.provincia.fe.it/ecoidea
  2. 2. Introduzione La Provincia di Ferrara nel 1999 ha strutturali, sia iniziative specifiche, avviato la propria Agenda 1 Locale, semplici e concrete. (Per maggiori ovvero un processo partecipato che informazioni sull’Agenda 1 Locale: sulla base delle emergenze e delle www.provincia.fe.it/agenda1). criticità locali, tende allo sviluppo sostenibile, in grado di rispondere Coerentemente all’Obiettivo 1 del alle necessità del presente senza Piano d’azione, che stimola alla compromaettere il futuro delle pros- promozione di comportamenti e sti- sime generazioni. li di vita rispettosi dell’ambiente, la Provincia di Ferrara nel 00, grazie Nel 000 è stato istituito il Forum, ad un cofinanziamento del Ministero costituito da più di 150 “portatori di dell’Ambiente, ha istituito lo Spor- interessi” individuati sul territorio tello ECOIDEA®. ferrarese (in rappresentanza delle istituzioni, delle associazioni profes- La missione è quella di promuovere sionali, ambientali, sociali e cultu- e diffondere tra i cittadini le buone rali, delle scuole, ecc.), che ha ela- pratiche ambientali attuabili nella borato il Piano d’Azione “Ambiente vita di tutti i giorni e assisterli nel- e Futuro Sostenibile”, reso pubblico le scelte relative alle tecnologie nel Marzo 001. per il risparmio delle risorse e del- l’energia. Nello specifico, la Collana Il Piano d’Azione è un documento Guide Ecoidea attua l’azione 39 del suddiviso in 11 obiettivi strategici e Piano d’azione di Agenda 1 Locale composto da 18 azioni che riguar- che richiede appunto di divulgare ai dano sia aspetti programmatici e cittadini manuali di questo tipo. Ecolabel Questa Guida Ecoidea promuove il marchio Ecolabel in tutti i modi, a cominciare dalla carta che state sfiorando, carta Ecolabel per tipografia completa- mente diversa dalle altre carte, sia per la qualità che per la tecnica di produzione utilizzata. Per capirci, è la stessa differenza che c’è tra fare l’idromassaggio alle Terme e gettare una mancia- ta di aspirine effervescenti nella vasca da bagno.
  3. 3. Indice 2 Introduzione 4 Premessa 5 Contesto ambientale climatico 7 Elementi costruttivi, materiali e tecnologie 11 Finiture 12 Impianti 17 Tu risparmi... guadagna l’ambiente 3 Vi presentiamo la nostra mascotte: Lucilla! Lucilla è una lucciola tutta speciale: brilla di luce propria grazie ad una lampadina a bas- so consumo energetico e vi accompagnerà in tutta la Collana Guide Ecoidea. Come tutte le lucciole, anche Lucilla è un indicatore di elevata qualità ambientale. Sarà lei ad “illuminare” i consigli e le infor- mazioni contenute nelle nostre guide per ri- spettare l’ambiente e quindi... anche lei!
  4. 4. Premessa È la Casa il sogno più gettonato e più quindi che ci protegga, isolandoci dagli realizzabile. avversi agenti atmosferici e, nello stesso Ma se al momento dell’acquisto o della tempo, ci permetta di traspirare e respi- progettazione della tua casa hai un mo- rare. La costruzione di una casa bioeco- mento di lucidità e avanzi timidamen- logica richiede una sensibilità maggiore te all’impresa di turno richieste molto da parte del committente e un’adeguata semplici di interventi strutturali o di ri- preparazione del progettista. sparmio energetico o di uso di materiale Prestiamo attenzione al luogo e al terre- ecologico…l’occhiata di disprezzo con no su cui crescerà la nostra casa, dicia- cui vieni immediatamente fulminato è mo no alla passiva accettazione dei ma- sufficiente per farti sentire uno che chie- teriali d’uso comune scegliendo quelli de cose impossibili, che tutti sanno che sani: aumenteremo il nostro benessere non funzionano e ti vengono a costare un e contribuiremo alla realizzazione di extra capitolato sbalorditivo. uno sviluppo sostenibile in armonia con Vuoi installare un pannello solare? Ti l’Ambiente. guardano come se volessi sul tetto la rampa di lancio per un missile Chiedi vernici atossiche? Non si trovano sul mercato all’ingrosso e se si trovano devi aumentare del 15% la tua richiesta di mutuo. Non vuoi il classico riscaldamento a termosifoni? La tua casa si deprezza e se per caso dovrai venderla sia chiaro che verrà valutata molto meno… La più che legittima richiesta di una casa che 1. assicuri le migliori condizioni di be- nessere; . che sia di qualità sia per tutto ciò che ..se avessi i soldi la costituisce sia in relazione all’am- comprerei una casa, biente in cui è inserita; una casa col giardino, 3. esprima una sua “personalità e vita- comprerei un terreno e lità”...il più delle volte incontra seri ristrutturerei la casa dei ostacoli. miei nonni in campagna, Questa Guida vorrebbe dare uno stru- mi indebito col mutuo mento in più per poter chiedere, anzi tutta la vita ma voglio pretendere una casa viva. un pezzo di terra con una Alla bioedilizia il compito di realizzare casa… una casa che sia la nostra… terza pelle, dopo l’epidermide e dopo i nostri abiti,
  5. 5. 1. Contesto ambientale climatico “Erba, di casa mia...” Terreno È assolutamente da evitare la vicinanza Prima di iniziare una costruzione, per a centrali e linee elettriche ad alta ten- evitare di fare un investimento sbaglia- sione, a ripetitori radiotelevisivi in quanto to, è utile porre attenzione alla scelta del fonti di inquinamento elettromagnetico. luogo. Per scegliere un terreno sano si inizierà con il rilevare le possibili fonti di Contestualmente va analizzato il sotto- inquinamento, come la vicinanza di fab- suolo che, secondo la sua composizione, briche, di inceneritori e la presenza, nel si classifica come terreno conduttore o passato, di discariche successivamente isolante. coperte. Sarà bene evitare anche la vici- I terreni conduttori costituiti da argil- nanza di strade molto trafficate che, oltre le, marne, fango, gessi fosfatici, strati a generare rumori, sono fonte costante carboniferi, minerali di ferro sono poco di gas nocivi e di vibrazioni che possono adatti dal punto di vista del benessere nuocere alla struttura dell’edificio. in quanto assorbono e riflettono le onde È poi necessaria un’analisi geologica che elettromagnetiche provocando un nuovo chiarisca la composizione del terreno campo di radiazioni. per verificare la capacità di smaltimento I terreni isolanti, caratteristici del nostro dell’acqua piovana, la presenza nel sot- territorio, sono costituiti da sabbia, are- 5 tosuolo di corsi d’acqua, faglie e cavità naria, ghiaia, terreni alluvionali e calcare, naturali, la struttura dei reticoli geoma- e sono da preferire poiché contribuisco- gnetici che lo attraversano e la radioatti- no a creare un ambiente sano lasciando vità naturale dal sottosuolo (radon). penetrare le onde a grande profondità.
  6. 6. “...o sole mio sta in fronte a me...” Orientamento zona studio, grazie alle tonalità del sole pomeridiano e al tramonto. La casa, in rapporto costante con il sole, ne trae luce e calore; per le nostre lati- tudini un buon orientamento è il sud che “...c’è ancora il letto garantisce i maggiori risultati termici come l’hai lasciato tu...” e di illuminazione. Quando è possibile, questo è l’orientamento ottimale da se- Se una casa è già costruita si potrà in- guire: a sud andranno disposte le attività tervenire almeno sulla disposizione de- del giorno, a est le camere da letto per gli arredi e, per la zona notte, rivolgere la godere della luce dorata ideale per il testata del letto a nord secondo il campo risveglio; a nord andranno collocate le magnetico terrestre. Si consiglia l’uso zone di servizio, con funzione di cusci- di letti con doghe in legno o materassi netto tra la zona calda degli spazi del privi di parti metalliche per non turbare giorno e la zona fredda a contatto con il campo magnetico naturale e un ade- l’esterno. Una buona posizione per l’au- guato allontanamento degli apparecchi torimessa sarà il nord, in modo da for- elettrici dai luoghi di riposo. La scelta mare una barriera che funzioni da pro- di tinteggiare le pareti con colori a tinte tezione termica: è consigliabile localiz- chiare e colori caldi pastello può indurre zarla in corpo autonomo per allontanare sensazioni piacevoli e positive. le masse metalliche e i campi magnetici creati dagli autoveicoli e dalle loro batte- rie di accumulo. Ad ovest è consigliabile posizionare la
  7. 7. 2. Elementi costruttivi, materiali e tecnologie Fondazioni Le fondazioni (dette anche fondamenta) L’armatura metallica delle fondazioni possono essere in muratura di mattoni comporta una perturbazione del campo pieni o in calcestruzzo armato. magnetico (gabbia di Faraday) ovviabile Le fondazioni in calcestruzzo armato con la messa a terra mediante cavi di sono certamente le più diffuse, ma non rame e puntazze infisse nel terreno. le più salubri. Gli additivi di sintesi che Pertanto, quando è possibile, sono da vengono utilizzati per il confezionamen- preferire fondazioni in muratura di mat- to del calcestruzzo non sono innocui per toni, tenendo però conto che questa la salute e provocano un veloce degrado scelta, come quella dell’acciaio austeni- dell’armatura metallica con un progres- tico, comporta un sensibile aumento nei sivo indebolimento strutturale. Si consi- costi di costruzione. glia di non eccedere nell’utilizzo di ce- mento armato e, se possibile, di impie- 7 gare in sostituzione del normale acciaio al carbonio, barre di acciaio austenitico in quanto non magnetico e di utilizzare cemento bianco possibilmente confezio- nato in cantiere, per evitare le additiva- zioni negli impianti di betonaggio. “Prestiamo attenzione al luogo e al terreno su cui crescerà la nostra casa, diciamo no alla passiva accettazione dei materiali d’uso comune scegliendo quelli sani...”
  8. 8. Strutture orizzontali Vespai Quando non si prevede nelle ristrut- turazioni o nelle nuove costruzioni un locale sotto il piano terra, si dovranno usare alcuni accorgimenti per evitare la risalita dell’umidità e per favorire la dispersione di eventuali infiltrazio- ni di gas radon. L’interposizione di una guaina imper- meabilizzante nella parte bassa della muratura impedirà la risalita capilla- re dell’umidità e la formazione di un drenaggio perimetrale alle fondazio- ni; si consentirà così l’allontanamento delle acque meteoriche o ristagnanti vicino alle fondazioni. Il solaio non dovrà in alcun caso es- sere posto direttamente sul terreno. Sarà bene creare un vespaio aerato comunicante con l’esterno tramite apposite canalizzazioni protette da griglie contro l’intrusione di animali, Schematizzazione di un solaio ventilato così da creare correnti d’aria per la al piano terra su travi in legno (A) dispersione di eventuale ristagno di e su tabelloni collocati su muretti in umidità e radon. laterizio (B). Se non è possibile realizzare un ve- spaio aerato, si deve provvedere al- A 1) massetto l’isolamento dell’edificio dal terreno ) tavelloni sottostante con la posa di guaine iso- 3) trave portante in legno lanti. ) intercapedine d’aria Il solaio sovrastante il vespaio dovrà essere isolato termicamente con la B 1) massetto posa di materiali come il sughero in ) tavelloni pannelli o la sugherlite, ottenuta con 3) intercapedine d’aria una miscela di cemento e granuli di sughero, evitando l’uso di pannelli di polistirolo e polistirene in quanto li- berano vapori debolmente tossici.
  9. 9. “...non si poteva entrarci dentro, perché non c’era il pavimento...” Solai La tipologia di solaio maggiormente dif- turale sono meno diffusi, più costosi, ma fusa nelle nostre zone è quella in late- prestigiosi e altrettanto naturali. rocemento, costituita da laterizi in cotto I pavimenti in legno utilizzati soprattutto e travetti di calcestruzzo con armatura nella zona notte, ma proponibili anche metallica. Si può migliorare questa ti- negli ambienti di soggiorno, sono il na- pologia ponendole superiormente uno turale completamento dei solai realizzati strato di materiale fonoassorbente per a secco. Il parquet in legno è una buona evitare i fastidiosi rumori da calpestio. scelta perché è caldo, robusto, di aspetto Un’alternativa bioecologica a questo tipo gradevole e perfettamente bioecologico. di solaio è quello rappresentato dalla Sono sconsigliabili i parquets listellari struttura portante costituita da travi in preconfezionati e pronti per la posa con legno che contribuiscono a creare un collanti che possono rilasciare emana- ambiente caldo e piacevole. zioni nocive anche per lunghi periodi. Sulle strutture portanti viene solitamente È preferibile evitare il ricorso a specie posato un tavolato lasciato a vista sopra esotiche la cui provenienza non sia cer- il quale dovrà essere stesa una guaina di tificata. Un altro pavimento ecocompati- carta oleata e l’isolante fonoassorbente bile è il linoleum, in Italia spesso confu- in fibre naturali. Si proseguirà poi con so con il pvc. Il linoleum è un prodotto la posa del pavimento e del relativo sot- realizzato esclusivamente con prodotti tofondo secondo la prassi tradizionale. La soluzione ottimale sarebbe quella di posare un pacchetto di isolanti naturali e un pavimento in legno. Tra i molteplici vantaggi che presenta questo tipo di so- laio, purtroppo poco diffuso nelle nostre zone, va segnalato anche il fatto che, essendo “a secco”, non richiede lunghi tempi di attesa. “ Dal 1° luglio 2009 per vendere/comprare/ affittare un immobile Pavimenti sarà obbligatoria La scelta del giusto pavimento contri- l’etichetta energetica, una buisce a mantenere sani gli edifici. Sono classificazione che va dalla da prediligere pavimenti quali il cotto, le A, migliore, alla G, peggiore, pietre naturali, il legno e il linoleum. come per gli elettrodomestici: Un buon pavimento è costituito da mat- contribuirà a valorizzare gli tonelle in cotto, materiale usato da secoli edifici ad alta efficienza, per le pavimentazioni, perché realizzato trasformando il mercato con materiali reperibili in loco, economi- immobiliare e migliorandone ci e traspiranti. I pavimenti in pietra na- la trasparenza.”
  10. 10. Sotto: particolare costruttivo di muro portante A destra: Sezione con particolari di tetto ventilato Coperture naturali quali sughero in povere, farina Per realizzare una buona copertura di legno, iuta e olio di lino, mentre il pvc sono da preferire materiali naturali e ad è un prodotto di sintesi non ecocompa- alta traspirabilità che garantiscano una tibile. buona capacità di protezione termica; il Per la posa di tutti i pavimenti si sugge- tetto dovrebbe essere dotato di un ade- risce attenzione nella scelta di collanti guato sistema di ventilazione, creando 10 certificati come non tossici. I trattamenti una lama d’aria fra il manto di copertura di protezione superficiale dei pavimenti in tegole e l’isolamento sottostante. dovranno essere di provenienza natura- Con questo sistema si favorisce un cli- le, ovviamente atossici e non completa- ma interno all’abitazione costante e mente impermeabilizzanti. gradevole. È consigliabile realizzare la struttura portante in legno con travi che Muri esterni non dovranno essere impregnate con La muratura dovrebbe essere realizza- sostanze chimiche, ma semplicemen- ta con materiali naturali e con spessori te con sali idrosolubili di boro. Per la tali da opporsi nell’arco della giornata e copertura di ampie luci si possono im- nell’alternarsi delle stagioni all’assor- piegare travi in legno lamellare, poiché bimento e alla dispersione del calore. possiedono notevoli capacità statiche e In questo modo si ottengono un micro- offrono un indiscutibile risultato estetico. clima interno relativamente costante e Devono però essere realizzate con l’uso un adeguato risparmio energetico. di collanti naturali o viti, e protette con La muratura dovrebbe essere traspi- prodotti biologici per non vanificarne la rante, cioè garantire uno scambio con naturalità. La bioedilizia consiglia l’uso l’esterno dell’umidità e dei campi elet- di tegole e coppi in laterizio per la qua- tromagnetici naturali. Perciò dovrà lità dei materiali con cui sono fabbricati. essere realizzata con materiali adatti Per la realizzazione dello strato isolante quali laterizi pesanti, isolanti natura- è opportuno l’uso di materiali coibenti li come il sughero, intonaci e malte a naturali quali, ad esempio, il sughero, la base di calce per consentire alla strut- lana di legno, i pannelli di fibra di legno o tura di respirare. di cellulosa mineralizzata.
  11. 11. 3. Finiture Intonaci Pitture, vernici e smalti Una delle idee base della cultura del- L’uso del colore e della luce possono l’abitare naturale è la casa intesa come contribuire al benessere psicofisico terza pelle: come l’abbigliamento, la no- dell’individuo. Perché un edificio pos- stra seconda pelle, deve avere la capa- sa essere considerato sano, i suoi ele- cità di traspirare, di comportarsi come menti costitutivi quali pareti, pavimenti, la prima, la cute, proteggendoci senza serramenti, dovranno essere realizzati isolarci dall’esterno. con materiali naturali. Per le rifiniture L’anidride carbonica prodotta dalla no- sono ottimi i prodotti come la cera d’api, stra respirazione e le altre sostanze la gommalacca, l’olio di lino. Un tratta- nocive che si accumulano nelle stanze, mento semplice per le pareti, poco co- possono essere eliminate se si impiega- stoso e dalle positive qualità è la pittura no finiture traspiranti. Sono sconsigliati, di calce spenta con eventuale aggiunta quindi, gli intonaci a base di resine sin- di terre colorate, oppure la tempera a tetiche mentre sono da preferire intona- colla vegetale coadiuvante nell’evitare ci con malte a base di calce idraulica e la formazione di muffe. Sono facilmen- sabbia. La calce idraulica naturale, buon te reperibili sul mercato ottime pitture coibente, ha una perfetta aderenza alle lavabili a base di resine naturali: vanno 11 pareti e un’ottima resistenza agli sbalzi evitate le pitture idrorepellenti ottenute termici. con sostanze sintetiche, in quanto si ca- In alternativa è consigliabile il gesso ricano elettrostaticamente ed inibiscono naturale, atossico e traspirante da non la traspirabilità delle pareti. Secondo confondere con il gesso chimico che questo criterio vanno scelte anche le pit- progressivamente lo ha sostituito nei ture per esterni, per le quali sono con- cantieri. Le sue buone caratteristiche sigliabili prodotti a base di un’emulsione dal punto di vista bioedile ne consigliano di caseina e olio di resina naturale. Sono l’uso per interventi di alto valore deco- facilmente reperibili anche prodotti an- rativo nelle finiture di interni, purché in tiruggine e smalti a base di resine natu- totale assenza di umidità. rali. Esistono, poi, numerosi prodotti per il trattamento preventivo, la finitura tra- sparente e la manutenzione del legno, costituiti da impregnanti ai sali di boro oppure a base di resine e olii vegetali, consigliati questi ultimi anche per il trat- tamento dei pavimenti in cotto.
  12. 12. 4. Impianti “...il calore della tua casa...” È possibile impiegare sistemi di riscal- cessarie con altri tipi di calore. damento sani e razionali, che consen- Il riscaldamento a battiscopa può es- tono un ridotto consumo energetico e sere installato tanto su una parete un minore impatto ambientale, pro- esistente, quindi sporgente dal muro, gettando anzitutto la costruzione in quanto incorporandolo in una piccola modo da ottimizzare l’apporto della nicchia da praticare immediatamente radiazione solare e intervenendo ade- sopra il livello del pavimento. guatamente sull’isolamento termico. Il carter di rivestimento può essere Sia nel caso di impianti singoli che di metallo o di legno, e le pareti sulle condominiali è bene scegliere il gas quali è posizionato il radiatore a zoc- metano o naturale per diminuire l’in- colo devono preferibilmente rimanere quinamento atmosferico. Il riscalda- sgombre da mobili massicci e di altez- mento per convezione, a termosifoni za rilevante. o termoconvettori, agisce essenzial- Un altro sistema consigliato è quel- mente riscaldando l’aria. L’aria calda lo della parete radiante che prevede 1 essendo più leggera, sale verso l’alto, l’impiego di una serpentina che viene mentre quella fredda rimane verso il annegato in una malta speciale con basso. Si creano in questo modo squi- elevata conducibilità termica sopra la libri termici tra pavimento e soffitto, quale viene steso un intonaco. spiacevoli correnti d’aria che sottrag- Il sistema centrale scalda la parete gono calore al corpo mettendo in cir- ad una temperatura gradevole, fino colo anche polveri a batteri. a 50°C e la capacità di accumulazio- I radiatori a zoccolo o a battiscopa sono ne termica consente lunghe pause una sorta di termosifone allungato, ri- di riscaldamento senza riduzione del dotto a tubo, che sporge pochissimo comfort termico. rispetto alla parete. A differenza del Questo sistema può integrare altri im- sistema a radiatori tradizionali, l’aria pianti di riscaldamento esistenti. riscaldata lambisce la parete e la ri- Dal punto di vista della salute il riscal- scalda evitando di sollevare la polvere. damento ottenuto con stufe di terra- La parete a sua volta reimmette calore cotta o di maiolica è da considerarsi per irraggiamento. Ad un’altezza di 1,5 tra i migliori. L’aria non si surriscalda - metri si ottiene il punto di equilibrio e si mantiene sui giusti valori di tem- termico, mentre la non concentra- peratura e umidità grazie alla super- zione del calore a ridosso del soffitto ficie relativamente piccola della fonte e l’uniforme diffusione, consentono radiante e al materiale che la compo- considerevoli risparmi energetici. In- ne. fatti l’effetto del calore raggiante viene Le stufe di ceramica hanno la carat- percepito come ambiente gradevole a teristica di spostare minime quantità temperature più basse di quelle ne- d’aria e di pulviscoli in essa sospese.
  13. 13. “...migliori prestazioni notturne...” Possono essere costruite in terracotta In una casa bioecologica l’impianto rivestita di ceramica o di maiolica, es- elettrico va adeguatamente progettato sere realizzate in muratura di mattoni tenendo conto non solo della sicurezza o di pietra. rispetto ai consueti standards, ma an- A prescindere dal tipo di impianto che che dell’opportunità di limitare l’inqui- si scelga, è opportuno installare ter- namento elettromagnetico, nelle nostre mostati di ambiente a temperatura case decisamente elevato per l’utilizzo di differenziata nei vari locali. Infatti, se numerose apparecchiature elettriche. per i locali di soggiorno o i bagni può Sia nella progettazione di nuovi edifici, essere necessaria una temperatura che nelle ristrutturazioni o nell’adegua- intorno ai 0°C, per le stanze da letto mento di impianti esistenti, è utile l’in- o nei locali in cui si svolgono attività stallazione del disgiuntore automatico fisiche si può scendere ad una tempe- di corrente. Si elimina così la tensione di ratura inferiore. rete quando non c’è assorbimento, cioè quando non è in funzione alcun appa- 13 recchio elettrico, mentre la tensione si ripristina non appena venga acceso un qualsiasi apparecchio. Posizionando uno o più disgiuntori au- tomatici di corrente si può ridurre in alcune zone dell’edificio l’inquinamento elettromagnetico. È particolarmente op- portuna la sua installazione nella came- ra da letto, luogo nel quale la nostra atti- vità cerebrale è rallentata e la posizione sdraiata non ci consente di “scaricare“ l’energia che accumuliamo nel corpo, non essendo a contatto con il terreno. Schema di una possibile installazione di impianto di riscaldamento a zoccolo. Per ogni locale è previsto un collegamento autonomo a un collettore collocato a valle della caldaia.
  14. 14. Schema di una possibile impianto elettrico a raggiera I comportamenti prudenti Infine, è preferibile una distribuzione È buona norma di comportamento te- delle linee a stella rispetto alla tradizio- nere apparecchiature elettriche distanti nale disposizione ad anello attorno alle dal letto per ridurre gli influssi magnetici stanze per evitare le perturbazione del perturbanti e, per la stessa ragione, nei campo magnetico naturale. 1 locali di soggiorno televisori e impianti Per lo stesso motivo se l’edificio in cui si stereofonici saranno posizionati a debita interviene si sviluppa in lunghezza sul distanza dalle zone di sosta prolungata. piano orizzontale, è da privilegiare una Quando è possibile privilegiare gli im- distribuzione a lisca di pesce, concen- pianti con l’inserimento di un disgiun- trando le dorsali nei corridoi o nei locali tore che mantiene la corrente ad un di solo transito. basso voltaggio sino al momento in cui si richiede l’utilizzo della corrente a 0 L’impianto idrico-sanitario volt. L’impianto idrosanitario può essere otti- Usare cavi elettrici a doppio isolamento. mizzato mediante: Insistete affinché vi mettano a terra tut- te le masse metalliche della vostra casa • il posizionamento delle tubature in compreso le eventuali armature del ce- asole ispezionabili mento armato. • la coibentazione con materiali natu- Dopo aver accuratamente progettato la rali per evitare le rumorosità destinazione d’uso dei vari locali del- • la realizzazione di un impianto di re- l’edificio e aver delineato la disposizione cupero dell’acqua piovana che, attra- degli arredi principali, si dovrà stabilire verso cisterne, filtri e motori elettrici, quali percorsi e quali zone occupare con riutilizzi la stessa per usi sanitari o per le canalizzazioni dell’impianto. Si evite- innaffiare il giardino con un risparmio ranno così concentrazioni di linee nei consistente di acqua potabile pressi dei luoghi di riposo e di soggior- • l’inserimento di impianti di decal- no ed in particolare il passaggio dei cavi carizzazione dell’acqua potabile per sotto letti e divani. preservare le tubature.
  15. 15. Il sistema solare passivo I sistemi a guadagno diretto funziona- I sistemi passivi di riscaldamento o no sempre, captano e utilizzano anche di raffrescamento solare raccolgono la minima quantità di energia solare e trasportano il calore con mezzi non diretta o diffusa. Per tale ragione fun- meccanici. zionano non solo in climi soleggiati È un sistema in cui i flussi termici ma anche in quelli nuvolosi. Con que- avvengono per mezzi naturali come sti sistemi si può ottenere fino al 70% l’irraggiamento, la conduzione e la del fabbisogno termico dall’energia convezione naturale. Questo tipo di solare. soluzione si considera l’edificio, o qualche suo elemento, come vero e proprio sistema di climatizzazione. Prevede essenzialmente due elemen- ti: una parete vetrata rivolta a sud per la captazione solare e una massa ter- mica per l’assorbimento, l’accumulo e la distribuzione del calore. La superficie vetrata dovrà essere 15 leggermente inclinata in modo da as- secondare la penetrazione dei raggi “L’ etichetta energetica solari nella stagione fredda. La radia- non sarà un’ulteriore zione solare colpisce una massa ter- gabella ma una TAC che mica collocata tra il sole e lo spazio indagherà sulla salute abitato e quindi trasmessa lentamen- energetica della te all’ambiente. nostra casa; sarà La massa termica è costituita da pa- poi interesse del vimenti e pareti che devono essere in proprietario effettuare materiali capaci di accumulare il ca- investimenti per lore; sono da preferire mattoni cotti, migliorarla e ottenere mattoni in terra cruda o pietra. Sono una casa che non spreca da escludere blocchi di cemento o energia, è più salubre ed calcestruzzo. ha un valore maggiore sul L’intercapedine tra la superficie vetra- mercato. O no? ta e la massa termica può avere varie o la vogliamo ridurre dimensioni, dal semplice muro solare, a una catapecchia chiamato anche muro di Trombe, fino a valore zero?” a essere una vera e propria serra. Per regolare il flusso dell’aria le fo- rature nel muro vengono aperte o chiuse, di giorno o di notte secondo le diverse stagioni.
  16. 16. Sotto: la presenza di uno spazio organizzato a serra nella parte sud della casa può costituire un valido aiuto al clima interno: l’aria calda, risalendo, attira quella più fresca proveniente da nord. A destra: nel solare a guadagno diretto, la radiazione del sole è captata dalle finestre e il calore si accumula sulle superfici interne delle stanze. 1. tetto . isolamento riflettente mobile per la notte 3. zona del comfort . sole estivo, angolo a 7° 5. sole invernale angolo a 3° che corre al suo interno. Generalmente si tratta di acqua, ma esistono pannelli attraversati da aria o da altri fluidi. La considerazione generale da riportare 1 è che allo stato attuale un pannello so- lare ad acqua si ripaga nell’arco di -5 anni di esercizio mentre il pannello so- Il sistema solare attivo lare fotovoltaico, nonostante i vari con- È importante citare i sistemi di captazio- tributi regionali e statali, ha un tempo di ne dell’energia solare a più altro conte- ammortamento di circa -10 anni, gra- nuto tecnologico come i pannelli solari. zie al nuovo incentivo “Conto energia “ I pannelli possono essere utilizzati: (vedi www.casarinnovabile.it). • per la produzione e l’integrazione di acqua calda sanitaria in maniera Link di approfondimento continuativa per tutto l’arco del- agli argomenti trattati: l’anno • per la produzione di acqua calda • www.anab.it per i mesi estivi • www.bioarchitettura.it • per il riscaldamento di ambienti • www.bioarchitettura.net • per le applicazioni miste, produzio- • www.bioarchitettura.org ne di acqua calda sanitaria/riscal- • www.bioediliziaitalia.org damento ambienti • www.certificatorienergetici.it • www.edilio.it • per produzione di corrente elettri- • www.edilportale.com ca nel caso dei pannelli solari foto- http://efficienzaenergetica.acs.enea.it/ voltaici • www.mappabioedlizia.it Un pannello solare utilizza l’energia • www.paea.it/bioedilizia.htm emessa dal sole per riscaldare un fluido
  17. 17. Tu risparmi... guadagna l’ambiente Gli interventi finalizzati al risparmio ener- che solo in parte vengono bruciati (la fiamma getico possono godere della detrazione che vediamo), una grande quantità di questi IRPEF del 3% oppure del 55%: sul sito gas viene espulsa dalla canna fumaria senza http://efficienzaenergetica.acs.enea.it/ essere utilizzata. Nei termocamini, una par- chiare ed esauriente spiegazioni sulla nuova ticolare conformazione del percorso dei fumi normativa introdotta dalla Finanziaria 007. permette di riportare i gas incombusti nella Tutti Comuni dovrebbero diminuire gli oneri camera di combustione dove vengono bru- di urbanizzazione secondaria in presenza ciati. Questo comporta due enormi vantaggi: di interventi finalizzati al risparmio ener- maggiore rendimento e minore emissione di getico: controlla sul Regolamento Edilizio inquinanti. I termocamini possono produrre del tuo Comune. Se lo sconto è previsto, fai aria calda e/o acqua calda. regolare domanda: ti meraviglierà sapere Le caldaie sono sostanzialmente dei termo- che in moltissimi Comuni nessun cittadino camini realizzati senza gli accorgimenti este- ne ha usufruito, perché queste cose non si tici e d’arredo, destinate ad essere installate sanno mai. in locali separati della casa. Molto varia la Se non c’è, pretendi la modifica del Rego- tipologia di sistemi di combustione e di com- lamento Edilizio. Non si tratta di riscrivere bustibili impiegabili. la Divina Commedia ma di modificare due Si va dalle caldaie a tiraggio naturale a quelle righe. Può essere fatto e approvato in pochi a fiamma rovesciata fino ad arrivare a brucia- giorni, basta la volontà e qualche minaccia. tori a “cippato” cioè pezzetti di legno di scarto di segheria o di potatura ed a “pellets”, legno 17 Adotta qualche strategia per il risparmio compresso. Per riscaldare grandi cubature energetico, ambientale, economico. (anche piccoli condomini) si possono pren- - Al posto del riscaldamento e del condizio- dere in considerazioni le moderne caldaie a natore tradizionali installa un impianto ad gasificazione che bruciano legna e mais con acqua, sotto il pavimento. Il caldo e il fre- necessità di rifornimento ogni due giorni. Le sco vengono irraggiati senza flussi d’aria, caldaie a condensazione sono attualmente in modo più omogeneo. In più l’acqua alla quelle con la tecnologia più avanzata: in pra- giusta temperatura( 35-0 gradi in inverno, tica, quanto di più efficiente possa fornire il 1 quando è caldo) non essicca l’aria, non mercato. La tecnologia utilizzata permette provoca circolazione di polvere e non causa di recuperare parte del calore contenuto nei fastidi e allergie. Il risparmio è sul 15/0 % . gas di scarico sotto forma di vapore acqueo, - Possiamo definire il termocamino come consentendo un migliore sfruttamento del una struttura che coniuga le caratteristiche combustibile e quindi il raggiungimento di migliori del camino, della stufa e della cal- rendimenti più alti. daia. Il termocamino è caratterizzato, in so- stanza, da una camera di combustione chiusa da un ampio sportello in vetro che consente di vedere la fiamma, così da mantenere il fa- MA TUTTO QUESTO... scino del caminetto. Il fatto che la combustio- QUANTO CI COSTA? ne avviene in un ambiente chiuso permette Non chiedere quanto però una serie di importanti vantaggi, il più significativa è la cosiddetta “post combustio- costa ma quanta CO2 ne”. Nel camino tradizionale la combustione ti fa risparmiare e di quanto è solo parziale, cioè dalla legna viene pro- caleranno le bollette, per tutta dotta una certa quantità di gas combustibili la vita della tua casa.
  18. 18. La presente guida è stata stampata su carta Ecolabel Cyclus Office “Anche noi condividiamo” è il progetto della Provincia di Ferrara visibile sul stampato nel Settembre 007 sito www.provincia.fe.it/ecoidea, con cui la Collana Guide Ecoidea viene resa disponibile gratuitamente per la personalizzazione e la stampa da parte di qualsiasi Ente interessato. © Sportello Ecoidea®, 1 Assessorato all’Ambiente, Agenda 1 Locale e Cooperazione internazionale della Provincia di Ferrara www.provincia.fe.it/ecoidea ecoidea@provincia.fe.it A cura di: Alida Nepa, Stefano Fortini e Stefania Sacco dell’Ufficio Agenda 1 e INFEA, coordinati da Gabriella Dugoni responsabile del Servizio Politiche della Sostenibilità e Cooperazione Internazionale della Provincia di Ferrara. Consulenza tecnica: Ordine degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti Questa guida è stata compilata per e Conservatori della Provincia di fornire, in poche pagine, la maggior Ferrara Commissione per l’Architettura Sostenibile: chiarezza e completezza di informa- zioni sull’argomento. Se ti interessa- no ulteriori approfondimenti, indirizzi locali, siti internet sui punti trattati, ARCHILABIO contattaci. Laboratorio per l’Architettura Sostenibile Ugualmente se noti un’inesattezza, Tel. 053 105 un’informazione mancante o supera- e-mail: archilabio@libero.it ta, ti preghiamo di segnalarlo. Stampa Sate - Fe Graphica Grazie per la collaborazione.
  19. 19. Comuni del ferrarese che applicano la riduzione degli oneri accessori (U) per interventi di bioedilizia e di qualità ambientale. Richiedi all’Ufficio Tecnico del tuo comune informazioni per la riduzione e le modalità per accedere allo sconto. Comuni Sconto Argenta................................................... 50% Berra....................................................... 50% Bondeno................................................. 50% Cento...................................................... 50% Codigoro................................................. 50% Comacchio.............................................. 50% Copparo.................................................. 50% FERRARA................................................ . 50% Formignana............................................. 50% Goro........................................................ 50% 19 Jolanda................................................... 20% Lagosanto............................................... 50% Masitorello.............................................. 50% Massafiscaglia........................................ 50% Mesola.................................................... 50% Migliarino............................................... 50% Migliaro.................................................. 50% Mirabello................................................ 50% Ostellato................................................. 50% Poggiorenatico........................................ 20% Portomaggiore........................................ . 80% Ro.Ferrarese............................................ 50% S..Agostino.............................................. 50% Tresigallo................................................ . 50% Vigarano.Mainarda................................. 50% Voghiera................................................. 25%
  20. 20. Puoi richiedere le Guide della Collana Ecoidea allo Sportello Ecoidea ® tel. 0532 299540 fax 0532 299525 Collana Guide Ecoidea Gratuitamente puoi richiedere le Guide Ecoidea 1 – Dal pattume… al concime - Il compostaggio domestico – perché e come ottenere un ottimo concime utilizzando gli scarti domestici 2 – Prendi uno… paghi due – La riduzione dei rifiuti all’acquisto – consigli per fare la spesa valutando anche imballaggi e confezioni 3 – Sto arrivando… com’è il posto? – Bambini e ambiente – suggerimenti per allevare un bambino sano in un mondo che sano non è 4 – Mi fa male… l’ufficio – L’ufficio ecologico - come rendere più vivibile e salubre l’ambiente lavorativo e farsi passare il mal d’ufficio 5 – Bella e... generosa – Gratis a Ferrara – monitoraggio di tutte le possibilità ed i beni a disposizione gratuita dei ferraresi 6 – Il cielo... nella mia stanza – Bioarchitettura – tecniche e modalità per costruirsi una casa utilizzando i principi della bioarchitettura 7 – Sì… viaggiare! – Turismo sostenibile – trasformiamoci da vacanzieri inconsapevoli a turisti rispettosi dell’ambiente fisico e umano 8 – Lasciati… guidare – Ecologia sulla strada – strategie per risparmiare carburante ed euro e inquinare meno, guidando in maniera diversa 9 – Un posto… al sole – Pannelli solari e risparmio energetico – energia dal sole ora accessibile a tutti 10 – Casalinghe/i... disperate/i – Come risparmiare ambiente ed euro in casa? – buone pratiche domestiche in ogni stanza della propria casa INOLTRE… tante altre informazioni / Guide / opuscoli / manuali per risparmiare ambiente ed euro. Sportello Ecoidea ® Contattaci alla mail: ecoidea@provincia.fe.it www.provincia.fe.it/ecoidea Aperto: Martedì dalle ore 9,00 alle ore 13,00 Giovedì dalle ore 9,00 alle ore 16,00 oppure su appuntamento tel. 053 99540 - fax 053 9955 Sportello Ecoidea® Servizio Politiche della Sostenibilità e Cooperazione Internazionale della Provincia di Ferrara, Editore EDISAI s.r.l. Ferrara Corso Isonzo, 105/a - Ferrara ISBN 978-889506-09-9 Per approfondimenti, materiale, indirizzi e chiarimenti sui temi della sostenibilità, energie rinnovabili, e 1,00 (IVA assolta dall’editore) consumo consapevole

×