Scope management

360 views

Published on

PMP area di conoscenza Ambito, scope management

0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
360
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
1
Actions
Shares
0
Downloads
10
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Scope management

  1. 1. Pianificazione Monitoraggio e controllo 5.1 Pianificare l’ambito– sviluppo della documentazione che descrive come il prj sarà: • definito, • sviluppato, • monitorato, controllato e verificato. 5.2 Raccogliere i requisiti – è il processo di individuazione e gestione della documentazione che descrive i fabbisogni e dei requisiti degli stakeholders che diventeranno i deliverables di prj. 5.3 Definire l’ambito – Insieme di attività necessarie per ottenere la descrizione dettagliata del progetto e del prodotto. Di tutti i requisiti analizzati nella fase di raccolta (5.2), qui si scelgono quelli che faranno parte del progetto e si elencano quelli che NON ne faranno parte (sono nel Prj Scope Statement). 5.4 Generare la WBS – scomposizione del prj in attività più elementari e facilmente controllabili. Serve per la comunicazione con gli stakeholders. 5.5 Validare l’ambito - è il processo di descrizione dei criteri di accettazione formale da parte del cliente di tutti i deliverable di prj. Si occupa di ottenere l’approvazione del cliente o dello sponsor sui risultati del progetto. 5.6 Controllare l’ambito - è il processo di controllo tra ambito e scope baseline e della gestione delle modifiche a quest’ultima e di misura delle prestazioni. Pianificato vs Realizzato
  2. 2. DIZIONARIO AMBITO (SCOPE) - Il concetto di ambito si applica a: 1.Prodotto = caratteristiche, attributi e funzioni del prodotto. È qualcosa di esterno alla conduzione del progetto 2.Progetto = il processo necessario alla realizzazione del prodotto (integrazione, tempi, costi, risorse, qualità, rischi, comunicazione e approvvigionamenti). Il Prj scope è anche noto come SCOPE STATEMENT o STATEMENT of WORK. Se si deve costruire una macchina, le caratteristiche e le funzionalità della macchina costituiscono il product scope, i tempi necessari, i costi, le risorse, quanto necessario alla comunicazione , alla qualità e all’approvvigionamento per la sua costruzione, costituisce il project scope.
  3. 3. DIZIONARIO Enterprise Enviromental Factors (EEF) = Fattori ambientali aziendali = cosa ho a disposizione e quali regole devo rispettare per il mio lavoro: 1.Cultura e organizzazione aziendale 2.Standard governativi o di settore (ad es. normative di autorità di controllo, standard dei prodotti, standard di qualità e standard di abilità tecnica); 3.Risorse umane esistenti (profilo, capacità, …) 4.Amministrazione del Personale 5.Sistemi di autorizzazione: serve per i processi di autorizzazione del progetto o delle sue fasi 6.Condizioni di mercato 7.Tolleranza al rischio degli stakeholder 8.DB commerciali 9.Project Management Information System = Sistema informativo del Project Management (ad es. uno strumento automatizzato, quale uno strumento software di schedulazione, un sistema di gestione della configurazione, un sistema di raccolta e distribuzione delle informazioni, o interfacce web ad altri sistemi automatizzati on-line). In genere include: • • • Change mngt (gestione delle modifiche, chi può fare cosa e come) Configuration system (versioning documentale e di sistema) Authorization system (chi autorizza cosa e quando: workflow di autorizzazione)
  4. 4. DIZIONARIO Organization Process Assets (OPA) = come si deve fare un lavoro = procedure = std, guide e istruzioni di lavoro per: 1.Modalità di comunicazione permessi: media, periodo di conservazione delle info, requisiti di sicurezza 2.Procedure di gestione dei problemi e dei difetti che definiscono la tipologia di controlli necessari per la loro: • Identificazione, • Risoluzione • Item traking 3.Procedure di controllo finanziario (ad es. reporting sui tempi, codici di contabilita, revisioni dispese ed esborsi e disposizioni su contratti standard); 4.Procedure di controllo del rischio, incluse le categorie di rischio, la definizione della probabilità e dell’impatto, la matrice di probabilità e impatto; 5.Template e form 6.Database di misurazione dei processi utilizzato per rendere disponibili dati di misurazione sui processi e i prodotti; 7.Database delle lesson learned.
  5. 5. DIZIONARIO Scope Management Plan (SMP) (output di 5.1 – Plan Scope Mngt) = è un componente del PMP = insieme di documenti che descrivono: 1.Come si prepara il dettaglio delle attività di progetto 2.Come si sviluppa una WBS 3.Come si aggiorna e come si approvano le modifiche alla baseline delle WBS (scope baseline) 4.Le modalità di accettazione dei deliverable di prj quando questi saranno consegnati (4.6 Chiusura di un progetto o di una sua fase) Requirement Management Plan (RMP) (output di 5.1 – Plan Scope Mngt) = è un componente del PMP = insieme di documenti che descrivono: 1.Come i requisiti saranno pianificati, tracciati e rendicontati (matrice della tracciabilità) 2.Come i cambiamenti al prodotto saranno presi in considerazione, quali impatti saranno analizzati, come saranno tracciati e rendicontati 3.Il processo di assegnazione delle priorità ai requisiti 4.Quali indicatori di misura saranno adottati e come saranno applicati sui requisiti 5.Quali attributi dei requisiti saranno riportati sulla matrice della tracciabilità
  6. 6. DIZIONARIO Project Scope Statement (PSS) (output di 5.3 – Definire Ambito) = è l’evoluzione del PC che permette il passaggio da una visione ad alto livello ad una di dettaglio = insieme di documenti che descrivono: 1.I criteri di accettazione 2.I deliverables 3.Ciò che è escluso dal progetto (i NON deliverables) 4.I vincoli 5.Gli assunti Project charter •Perché si deve realizzare il prj •Obiettivi misurabili e criteri di successo •Ad alto livello: • Requisiti • Descrizione • Rischi •Milestone •Budget •Stakeholder •Chi decide cosa •Responsabilità •Chi autorizza il PC Project Scope Statement •Descrizione dell’ambito (progressivamente meglio dettagliato) •Criteri di accettazione •Deliverables •Esclusioni •Vincoli •assunzioni
  7. 7. DIZIONARIO Requirements Traceability Matrix (RTM) (output di 5.2 – Collect Requirements) = è il documento che mappa i requisiti di progetto del PMP con i deliverable da consegnare ID Nome requisito Obiettivo di mercato (da PC) Obiettivo di progetto WBS deliverable Product design Product development Test case
  8. 8. 5.1 Scope Management Plan - SMP Realizzazione dello Scope Management Plan (SMP), piano componente del PMP che documenta come l’ambito del prj sarà definito, sviluppato, monitorato, controllato e verificato. Il valore aggiunto del PSM è quello di fornire una guida alle successive attività di come l’ambito sarà gestito nel corso dello sviluppo del prj. Contiene i processi x la creazione , gli aggiornamenti e l’approvazione della WBS e del suo dizionario. L’SMP DEVE ESSERE APPROVATO dal cliente (customer o sponsor). • • • PC (da 4.1) • PMP (da 4.2) EEF OPA Produrre lo SMP SMP Requirement Mngt Plan (RMP) • Interviste, riunioni • Esperti
  9. 9. 5.2 Raccogliere i requisiti Insieme di attività necessarie per: • individuare, • documentare, • gestire, I fabbisogni degli stakeholder. • • • • • PC (da 4.1) SMP (da 5.1) RMP (da 5.1) Stakeholder mngt plan Registro Stakeholders Dai fabbisogni Dai fabbisogni eeaspettative aspettative stakeholders stakeholders Raccogliere i requisiti • Interviste, brainstorming,riunioni • Mappe mentali • Questionari • Prototipi • Benchmarking • … ai requisiti del progetto: ai requisiti del progetto: a)Businness (opportunità, mercato,…) a)Businness (opportunità, mercato,…) b)Di prodotto (funzionali eenon b)Di prodotto (funzionali non funzionali) funzionali) c)Di progetto (condizioni di processo, c)Di progetto (condizioni di processo, …) …) d)Di qualità d)Di qualità e)Stakeholders (particolari necessità e)Stakeholders (particolari necessità f)Transition (formazione eepassaggio f)Transition (formazione passaggio da as-is aato-be) da as-is to-be) Documenti dei requisiti Matrice della tracciabilità dei requisiti (RTM)
  10. 10. 5.3 Definire l’ambito Insieme di attività necessarie per ottenere la descrizione dettagliata del progetto e del prodotto. Di tutti i requisiti analizzati nella fase di raccolta (5.2), qui si scelgono quelli che faranno parte del progetto e si elencano quelli che NON ne faranno parte (sono nel PSS). • • PC (da 4.1) • SMP (da 5.1) • Documenti dei requisiti OPA Doc.ti di progetto aggiornati: •Registro stakeholders •Documenti dei requisiti •Matrice di tracciabilità dei requisiti Definire l’ambito Prj scope statement (PSS) • Interviste, brainstorming,riunioni • Analisi di prodotto • Esperti
  11. 11. 5.4 Create WBS Processo di scomposizione di dettaglio delle attività in Work Packages. Il valore aggiunto è: • Permettere approfondimenti sui deliverable in maniera «verticale» • Maggior controllo e possibilità di misura • • • PSS (da 5.2) • SMP (da 5.3) • Documenti dei requisiti EEF OPA Doc.ti di progetto aggiornati: •Documento dei requisiti •Change request, •… Create WBS • Metodi di scomposizione gerarchica • Esperti SCOPE BASELINE: 1. PSS 2. WBS ( e WP) (lista dei deliverable da non confondere con la lista delle attività della Schedulazione – processo 6) 3. WBS dictionary
  12. 12. 5.5 Validare l’ambito È il processo di descrizione dei criteri di accettazione formale da parte del cliente di tutti i deliverable del prj. Si occupa di ottenere l’approvazione del cliente o dello sponsor sui risultati del progetto. La validazione si effettua confrontando le caratteristiche dei deliverable completati con la baseline dell’ambito. • • Documenti dei requisiti (da 5.2) Requirement traceability matrix (da 5.2) • PMP (da 4.2) • Deliverables verificati • Work performance data (4.3) Doc.ti di progetto aggiornati: •Report •Documenti di approvazione •… Validare l’ambito • Ispezioni • Esperti • Deliverables accettati • Change request (a 4.5) • Work performance information
  13. 13. 5.6 Controllare l’ambito È il processo di controllo tra ambito e scope baseline e della gestione delle modifiche a quest’ultima e di misura delle prestazioni. • • • Documenti dei requisiti (da 5.2) Requirement traceability matrix (da 5.2) OPA • PMP (da 4.2) o Scope baseline (da 5.4) Controllare o SMP (da 5.1) l’ambito o RMP (da 5.1) • Work performance data (4.3) • Tecniche di analisi (analisi della varianza -delta tra reale e baseline-) Doc.ti di progetto aggiornati: •Report •Documenti di approvazione •… • PMP aggiornato • Change request (a 4.5) • Work performance information • Aggiornamenti OPA

×