La comunicazione 2.0_nella_pa_mm

665 views

Published on

Slide per corso di formazione al Cerisdi La comunicazione web 2.0 nelle PA

Published in: Technology, News & Politics
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
665
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
6
Actions
Shares
0
Downloads
25
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

La comunicazione 2.0_nella_pa_mm

  1. 1. La comunicazione 2.0 nella PA CERISDI - Castello Utveggio Palermo 15 giugno 2011 Marina Mancini
  2. 2. La rete canale privilegiato per la PA Il Decreto Legislativo 7 marzo 2005 n. 82 CAD Codice dell’amministrazioneMarina Mancini digitale ha imposto alle PA un cambiamento rivoluzionario. Aumento del PIL 17 punti in 20 anni Canale preferenziale di comunicazione/informazione per gli Enti pubblici deve essere, prevalentemente, la Rete Internet
  3. 3. TECNOLOGIA: LO SAPEVAMO NEL ‘90 Art. 3-bis, Legge 7 agosto 1990, n. 241Marina Mancini “Per conseguire maggiore efficienza nella loro attività, le Amministrazioni Pubbliche incentivano l’uso della telematica: nei rapporti interni, tra le diverse Amministrazioni e tra queste e i privati”.
  4. 4. Obiettivi della PA Efficienza ed efficacia, ed economicitàMarina Mancini Soddisfazione delle istanze del cittadino Garantire Partecipazione ed inclusione sociale Trasparenza Il web 2.0 rendere più semplice il raggiungimento di questi obiettivi
  5. 5. Web 2.0 Il Web 2.0 è un termine utilizzato per indicare uno stato dell evoluzione diMarina Mancini Internet rispetto alla condizione precedente. Si tende a indicare come Web 2.0 linsieme di tutte quelle applicazioni online che permettono uno spiccato livello di interazione tra il sito e lutente (blog, forum, chat, sistemi quali Wikipedia, Youtube, Facebook, Myspace, Twitter, Gmail, Wordpress, Trip advisor ecc.) Fonte definizione: wikipedia
  6. 6. Web 2.0 Il web 2.0 dunque è la combinazione di: nuovi strumenti e tecnologieMarina Mancini nuovi modelli di business nuovi trend culturali e sociali che guidano i cittadini nella creazione e nella condivisione in rete di esperienze, opinioni, creazioni
  7. 7. Modelli di funzionamento del web 2.0 Web 1.0 Web 2.0Marina Mancini Read only Read/write Top down Bottom up … sta arrivando il Web 3.0
  8. 8. Web 2.0 e PA Perché le Pa dovrebberoMarina Mancini interessarsi al web 2.0 ed in particolare ai social network???
  9. 9. Web 2.0 e PAMarina Mancini Semplicemente perché i cittadini sono quasi tutti già utenti di social Network e del web 2.0
  10. 10. Web 2.0 e PA Perché costa poco ed inMarina Mancini alcuni casi è gratuito
  11. 11. Web 2.0 e PA Approccio Bottom Up Perché mediante le proposte, leMarina Mancini segnalazioni, i feedback degli utenti fa emergere problemi e produce opportunità ed idee.
  12. 12. Gli strumenti Esistono diversi strumenti di interazione sociale online, alcuni piùMarina Mancini evoluti di altri: FORUM MAILING LISTS EMAIL INSTANT MESSAGING CHAT BLOGGING FILE SHARING
  13. 13. Social networking Alla base del social networking attuale è quel particolare servizio cheMarina Mancini mette a disposizione liste di nodi per categorie ed interessi ed il modo di connettersi ad amici o conoscenti contenuti in tali liste. I maggiori siti di social networking come MySpace, Facebook, Linkedin si basano su questo servizio, ma lo integrano ad altri, quali il messaging, il blogging, il video/photo sharing...
  14. 14. Social networkingMarina Mancini blog adsense Photo sharing Social network service sindacation Video sharing wiki Slide sharing
  15. 15. Quali strumenti 2.0 uso? Facebook Solo alcuni dei più noti… YoutubeMarina Mancini Twitter Flickr Gmail Google docs Wikipedia Skype Blog… … …
  16. 16. FacebookMarina Mancini Pagina facebook del gruppo Comune di Bagheria
  17. 17. Per cosa uso gli strumenti 2.0Marina Mancini La rivista Pubblicando del progetto UrpdegliUrp Considera il Comune di Bagheria una best practices Per l’uso dei social network Intervista su Pubblicando
  18. 18. TwitterMarina Mancini E’ un servizio gratuito di social network e microblogging aggiornabile tramite messaggi di testo con una lunghezza massima di 140 caratteri. Gli aggiornamenti possono essere effettuati tramite il sito stesso, via SMS, con programmi di messaggistica istantanea, e-mail.
  19. 19. Per cosa uso gli strumenti 2.0Marina Mancini Pagina twitter del Comune di Bagheria Offro agli utenti un sevizio informativo veloce, avanzato e diretto in maniera più efficiente ed economica
  20. 20. Per cosa uso gli strumenti 2.0Marina Mancini … utile in caso di comunicazioni tempestive
  21. 21. U-stream e YouTube Ustream ti permette di trasmettereMarina Mancini on line, in tempo reale le tue riprese Video in streaming Con il canale Youtube Condividi i tuoi video
  22. 22. Per cosa uso gli strumenti 2.0Marina Mancini Canale Youtube del Comune di Bagheria Distribuisco contenuti multimediali a costo zero
  23. 23. Per cosa uso gli strumenti 2.0Marina Mancini Consiglio comunale del Comune di Agira – U-stream
  24. 24. Condividere contenuti offro agli utenti i mieiMarina Mancini contenuti da poter condividere con i loro contatti attraverso un solo clic
  25. 25. Condividere contenuti Il Comune di Venezia è tra quelli che maggiormente utilizzano ilMarina Mancini web 2.0 Ecco come condivide i suoi contenuti a partire dalla home
  26. 26. Risorse gratuite GOOGLE DOCSMarina Mancini
  27. 27. Google docs Condividi con i tuoi colleghi i documenti su cui lavorareMarina Mancini
  28. 28. SkypePer chiamare l’ufficio stampa di BagheriaCon skype aggiunge l’utente:ufficio.stampa.bagheria
  29. 29. 2.0 Conviene perché: Possibilità di catturare i temi importanti per la popolazioneMarina Mancini residente Possibilità di capire le varie posizioni, i trend di voto e anche le soluzioni maggiormente condivise Possibilità di identificare i reali opinion leader e decision maker locali
  30. 30. 2.0 Conviene perché: Aumenta l’efficienza dell’organizzazioneMarina Mancini Aumenta la conoscenza “reale” del funzionamento dell’organizzazione Riduce i costi operativi Aumenta la soddisfazione dei cittadini
  31. 31. PUNTI DI FORZA Si usano servizi web già esistenti e utilizzati dagli utenti (Flickr,Marina Mancini YouTube, U-stream) Si condividono e diffondono le notizie promuovendo le attività dell’Ente (tasto “condividi”, “mi piace” ) Conversazione/partecipazione ogni notizia/post può essere commentato E-democracy
  32. 32. PUNTI DI DEBOLEZZA Regole mancantiMarina Mancini Continuo Controllo Digital divide Privacy la PA ha tempi decisionali ed organizzativi lunghi, che contrastano con la rapidità dei social media Resistenze (età, paura di esporsi, social network=svago)
  33. 33. Presenza costante sul web 2.0 Se non lo controlli e non lo aggiorni e non lo leggi allora non usarlo!Marina Mancini Il Tribunale di Canberra ha ritenuto valida una notifica effettuata tramite il social network FACEBOOK e all’indirizzo di posta elettronica indicato nel profilo
  34. 34. In Italia Questo accadeva a Camberra ma in Italia sarebbe possibile?Marina Mancini L’art. 151 del codice di procedura civile a proposito delle forme di notificazione ordinate dal giudice dice: Il giudice può prescrivere, anche dufficio, con decreto steso in calce allatto, che la notificazione sia eseguita in modo diverso da quello stabilito dalla legge, e anche per mezzo di telegramma collazionato con avviso di ricevimento quando lo consigliano circostanze particolari o esigenze di maggiore celerità, di riservatezza o di tutela della dignità.
  35. 35. Integrazione Com. istituzionale e web 2.0 La comunicazione istituzionale deve integrarsi con i nuovi strumenti delMarina Mancini web 2.0 I social media non sostituiscono la comunicazione istituzionale ma la aiutano a “fidelizzare” l’utenza che non è solita comunicare con il Comune/Provincia/Regione… ecc.
  36. 36. Le reti professionali Una rete sociale (in inglese social network) consiste di un qualsiasi gruppo di persone connesse tra loro da diversi legami sociali, cheMarina Mancini vanno dalla conoscenza casuale, ai rapporti di lavoro, ai vincoli familiari. La versione di Internet delle reti sociali (Social media) è una delle forme più evolute di comunicazione in rete. Una comunità virtuale o comunità online è un insieme di persone interessate ad un determinato argomento che corrispondono tra loro attraverso una rete telematica o reti di telefonia, costituendo una rete sociale.
  37. 37. Community Tali aggregazioni non sono necessariamente vincolate al luogo o paeseMarina Mancini di provenienza; essendo infatti questa una comunità online, chiunque può partecipare ovunque si trovi con un semplice accesso alle reti, lasciando messaggi su forum, partecipando a Newsgroups o gruppi di discussione, o attraverso le chat room e programmi di instant messaging (messaggistica istantanea) come ICQ, MSN Messenger, Yahoo! Messenger, e altri.
  38. 38. Web community nella Pa INNOVATORI PA WWW.INNOVATORIPA.ITMarina Mancini
  39. 39. Web community nella Pa UrpNews – www.urp.itMarina Mancini PER ISCRIVERSI: http://www.urp.gov.it/Sezione.jsp?idSezione=604
  40. 40. URPNEWS SEZIONE “SI è DETTO IN LISTA” http://www.urp.gov.it/Sezione.jsp?idSezione=155 3Marina Mancini si possono consultare i messaggi più significativi ed interessanti che gli iscritti ad Urpnews si sono scambiati in lista. Le discussioni proposte vertono su numerosi e vari argomenti, contengono interessanti scambi di idee sulle problematiche riguardanti la comunicazione e l’amministrazione pubblica, e offrono indicazioni, link, materiale scaricabile e suggerimenti utili. Banca delle Abilita Un servizio per scambiare esperienze e creare opportunità di incontro e confronto fra gli operatori
  41. 41. Linea AmicaMarina Mancini Non è solo una comunità è un portale di news, servizi, Offre multicanalità. I cittadini interagiscono con i servizi di Linea Amica, con un’enciclopedia delle domande e delle risposte che i cittadini pongono, ed offre un indirizzario delle PA in forma di DB interoperabile georeferenziato su Google Map
  42. 42. GRAZIE PER L’ATTENZIONE Marina Mancinimarina@marinamancini.it

×