Successfully reported this slideshow.
We use your LinkedIn profile and activity data to personalize ads and to show you more relevant ads. You can change your ad preferences anytime.
CORTESE    &GENTILE
ETIMOLOGIA«Cortese» deriva da "corte“, dal latino CURTISmediante l’aggettivo curtènsis; in spagnolo si ha"cortés”; in fran...
ETIMOLOGIA «Gentile» deriva dal latino “GENTILIS” e significa “proprio di  qualche GENS”, “che appartiene alla stessa GEN...
SIGNIFICATI DI CORTESE1.   Dotato delle qualità proprie di chi vive a corte     (secondo il costume cavalleresco, che vole...
2.Proprio delluomo nobile e generoso; che  denota        un         animo     gentile  (sguardo, parole, atti).Cavalcanti:...
3. Amor cortese: celebrato nella poesia “cortese” dei  trovatori provenzali e italiani nei secoli XII e XIII, che  concepi...
6. Largo, generoso, magnifico.7. Condiscendente, facile alle illusioni damore.8. Dignitoso, discreto, corretto.9. Favorevo...
CORTE E CORTESIA      DAL MEDIOEVO A…:    Corte nellalto      Medioevo:il castello del feudatario e il territorio limitrof...
Corte nei secoli IX-XIII:poiché la "corte" è lambiente che circonda il signore, "cortese" è colui che sicomporta secondo i...
CORTE NEI SECOLI SUCCESSIVI:Con il passaggio alla società borghese, la "cortesia" cessa di essere unvalore legato alla nob...
…OGGI:    Col tempo questi due termini    hanno perso ogni riferimento al    mondo cavalleresco delle corti    feudali e s...
LA CORTESIA PER GLI AUTORI   Nelle rime di Petrarca, la cortesia è associata allonestà:    "ovalberga onestate et cortesi...
SIGNIFICATI DI GENTILE1.   Nobile (per investitura sovrana o per diritto di     successione), distinto dai cittadini comun...
2. Capace di sentimenti nobili ed elevati, dotato di elette qualità morali (coraggio e generosità per esempio), si riferis...
3. Che tratta con grande cortesia;  garbato, educato, affabile, benevolo, premuroso.  Che rivela delicatezza d‟animo, fine...
LA GENTILEZZA PER GLI AUTORI   Guido Guinizelli: l‟amore di Guinizelli ha il suo    luogo nel “cor gentile”. La gentilezz...
LA GENTILEZZA PER GLI AUTORI Guido Cavalcanti: idea di amore come  passione, tormento, sentimento travolgente che  la rag...
LA GENTILEZZA PER GLI AUTORI Dante nella Vita Nova: nella prima parte della Vita  Nova Dante riprende il concetto di “cor...
GENTILE E GENTILEZZA            DAL MEDIOEVO A… Gentile e gentilezza  col passaggio dal mondo  feudale a età tardo-comun...
GENTILE E GENTILEZZA              DAL MEDIOEVO A…Gentilezza nel mondo feudale  il significato si restringea un gruppo di ...
… OGGI  Questi due termini,    oggi, indicano unvalore del carattere o  del comportamento          di ogni uomo  indipende...
FINE
FONTI:   Dizionario C. Battaglia.   Internet:    http://www.italica.rai.it/scheda.php?scheda=rina    scimento_categorie_...
LISA STABELLINIELEONORA BIANCO  LUCIA GIUNCHI ELENA BETTAZZI  CHIARA PERINI
Upcoming SlideShare
Loading in …5
×

cortese e gentile

7,575 views

Published on

  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

cortese e gentile

  1. 1. CORTESE &GENTILE
  2. 2. ETIMOLOGIA«Cortese» deriva da "corte“, dal latino CURTISmediante l’aggettivo curtènsis; in spagnolo si ha"cortés”; in francese "courtois“;. Deriv. Corteggiare; Cortesemente; Cortesia . La connessione etimologica fra corte e cortesia èsintetizzata da Dante in un passo, dove affiora anchela polemica contro le corti del tempo: "Cortesia eonestade è tuttuno: e però che nelle cortianticamente le vertudi e li belli costumi susavano, sìcome oggi susa lo contrario, si tolse questo vocabulodalle corti, e fu tanto a dire cortesia quanto uso dicorte" (Convivio).
  3. 3. ETIMOLOGIA «Gentile» deriva dal latino “GENTILIS” e significa “proprio di qualche GENS”, “che appartiene alla stessa GENS”. Siccome in “genti” erano divisibili i cittadini romani nobili, la voce “gentile” passò in processo di tempo dal significato di “nobile” a quello moderno di civile, cortese, garbato, sensibile, delicato e, procedendo oltre ancora, di piacente e grazioso, come chi nasce da nobile stirpe. Gentile si disse inoltre, in età tardo- antica, chi adorava gli idoli: perciò furono chiamati dagli Ebrei “gentili” tutti i popoli stranieri al loro culto, e in seguito anche i non cristiani, i pagani. Di qui nella Bibbia il significato di infedele, pagano, straniero. Deriv. Gentilézza (=gentilitia)
  4. 4. SIGNIFICATI DI CORTESE1. Dotato delle qualità proprie di chi vive a corte (secondo il costume cavalleresco, che voleva insieme alla nobiltà di sangue il valore, la generosità, la lealtà, la gentilezza nei modi).Ariosto: “Cortesi donne ebbe lantiqua etade, che le virtù, non le ricchezze, amaro.”Tasso: “La giustizia è usata dal giusto, in quella guisa che comandano le nostre leggi, ma la cortesia è fatta dal cortese come ricercano lusanza e la creanza de le corti.”
  5. 5. 2.Proprio delluomo nobile e generoso; che denota un animo gentile (sguardo, parole, atti).Cavalcanti: “era la vista lor tanto soave e tanto queta, cortese ed umile ch i dissi lor: "vo portato le chiavi di ciascuna vertù alta e gentile".Ariosto: “e copria luno e laltro il suo difetto, con danno altrui, sotto cortesi aspetti.” Tasso: “asconde un cor superbo ed empio sotto cortese angelica figura.”
  6. 6. 3. Amor cortese: celebrato nella poesia “cortese” dei trovatori provenzali e italiani nei secoli XII e XIII, che concepiva il rapporto sentimentale fra la donna (rappresentata come lideale di ogni perfezione fisica e morale) e lamante in modo analogo al rapporto tra il signore e il vassallo, secondo le usanze delle corti feudali.4. Che ha modi gentili, garbato, affabile, compiacente; che rivela o simula stima e simpatia (il modo di trattare). Boccaccio: “egli mi si disdice lessere villana verso di chi a me è stato cortese.”5. Benigno, scorrevole, propizio, anche indulgente. Dante (Paradiso): “Benedetto sie Tu, ... trino ed uno, che nel mio seme se tanto cortese. “
  7. 7. 6. Largo, generoso, magnifico.7. Condiscendente, facile alle illusioni damore.8. Dignitoso, discreto, corretto.9. Favorevole, lusinghiero.
  8. 8. CORTE E CORTESIA DAL MEDIOEVO A…: Corte nellalto Medioevo:il castello del feudatario e il territorio limitrofo, abitato dai suoi servi e da questi coltivato. La curtis costituiva ununità economica e giuridica.
  9. 9. Corte nei secoli IX-XIII:poiché la "corte" è lambiente che circonda il signore, "cortese" è colui che sicomporta secondo i valori della nobiltà e la "cortesia" indica linsieme delle virtù di un uomo di corte: nobiltà di nascita, forza fisica, eroismo, fedeltà al proprio signore, equilibrio e moderazione. Linfluenza della Chiesa fa assumere una connotazione morale alla "cortesia", che viene ad assumere sfumature di gentilezza, generosità e lealtà. Il cavaliere doveva nutrire particolare rispetto nei confronti delle donne, che doveva proteggere e aiutare.
  10. 10. CORTE NEI SECOLI SUCCESSIVI:Con il passaggio alla società borghese, la "cortesia" cessa di essere unvalore legato alla nobiltà e passa a indicare gentilezza danimo, generositàe garbo nei rapporti con le persone. Anche lamore di vena cortese fu cioèinvestito di nobili sentimenti.Il "fino amore" è teorizzato nel Trattato De Amore di Andrea Cappellano.La concezione dellamor cortese emerge nei romanzi cavallereschi delciclo brettone-arturiano della Tavola Rotonda e nellalirica dei trovatori provenzali: lamore può risiedere solo in un animo cortese, è un codice donore e nobiltà, e il rapporto damore è assimilato al rapporto feudale, nel senso che il poeta si rivolge allamata come un fedele vassallo al suo signore.
  11. 11. …OGGI: Col tempo questi due termini hanno perso ogni riferimento al mondo cavalleresco delle corti feudali e sono passati a indicare gentilezza danimo, generosità e comportamento garbato nei rapporti con gli altri; inoltre si riferiscono al desiderio spontaneo di far cosa grata agli altri. Il Galateo e la Civil conversazione lo confermano.
  12. 12. LA CORTESIA PER GLI AUTORI Nelle rime di Petrarca, la cortesia è associata allonestà: "ovalberga onestate et cortesia" (cit. Rerum vulgarium fragmenta, 37, v. 111); "Cortesia in bando et onestate in fondo. / Dogliomio sol, né sol ho da dolerme" (338, vv. 56). Ariosto nel proemio dellOrlando Furioso: "Le donne, i cavallier, larme, gli amori / le cortesie, laudaci imprese io canto" (vv. 1-2). Nel trattato "Il Cortegiano" di Baldassarre Castiglione, la cortesia è fra le qualità che caratterizzano il comportamento del "perfetto cortegiano“, assieme a liberalità, discrezione, magnanimità. Nella dedica dellopera, la cortesia è attribuita a Giuliano de Medici e a Ottaviano Fregoso, “la cui bontà e nobil cortesia meritava piú lungamente dal mondo esser goduta”.
  13. 13. SIGNIFICATI DI GENTILE1. Nobile (per investitura sovrana o per diritto di successione), distinto dai cittadini comuni e ammesso al godimento di speciali onori e privilegi (un ceto sociale, un casato, una famiglia). Che appartiene a famiglia nobile, antica e illustre; che si distingue per diritto di nascita o per investitura sovrana, dai cittadini comuni. Sostantivo  nobile, patrizio, aristocratico
  14. 14. 2. Capace di sentimenti nobili ed elevati, dotato di elette qualità morali (coraggio e generosità per esempio), si riferisce alla nobiltà che deriva dalla virtù, in contrapposizione, soprattutto nel linguaggio della poesia delle origini, alla nobiltà di nascita; generoso, magnanimo.
  15. 15. 3. Che tratta con grande cortesia; garbato, educato, affabile, benevolo, premuroso. Che rivela delicatezza d‟animo, finezza di tratto. Nei rapporti fra gli uomini e le donne: intraprendente, galante, audace (l‟uomo o un suo atto); condiscendente, arrendevole (la donna).Modo di dire:- Gentile compagnia: compagnia femminile
  16. 16. LA GENTILEZZA PER GLI AUTORI Guido Guinizelli: l‟amore di Guinizelli ha il suo luogo nel “cor gentile”. La gentilezza di cui parla il poeta è la nobiltà d‟animo, l‟elevatezza del pensiero, la disposizione del carattere verso la virtù, la sensibilità e la delicatezza, la capacità di provare sentimenti profondi. “Al cor gentil rempaira sempre amore” è la lirica di Guinizelli che è considerata il manifesto dello stil novo.
  17. 17. LA GENTILEZZA PER GLI AUTORI Guido Cavalcanti: idea di amore come passione, tormento, sentimento travolgente che la ragione non può conoscere né controllare. L‟impotenza della ragione provoca nel poeta paura e angoscia. Anche a Cavalcanti la donna sembra un angelo, ma non può elevare l‟uomo a Dio. Di fronte alla donna il poeta è sconvolto dalla sua bellezza oppure è tormentato dall‟amore che gli fa immaginare la morte (A ciascunalma presa e gentil core).
  18. 18. LA GENTILEZZA PER GLI AUTORI Dante nella Vita Nova: nella prima parte della Vita Nova Dante riprende il concetto di “cor gentile” di Guinizelli. L‟amore per Beatrice è spirituale, mistico: Beatrice è una creatura che è tra il poeta e Dio. Al centro della poesia non c‟è più la sofferenza dell‟amante, ma la celebrazione delle doti spirituali dell‟amata. Lo scontro tra amore e fede si risolve, ma si deve rinunciare all‟amore terreno (“Tanto gentile e tanto onesta pare”).
  19. 19. GENTILE E GENTILEZZA DAL MEDIOEVO A… Gentile e gentilezza  col passaggio dal mondo feudale a età tardo-comunale, hanno avuto un‟evoluzione simile a cortese e cortesia Gentilezza nel mondo romano  gentile, da Gente, indicava in latino il gruppo di famiglie (Gens) che discendevano dallo stesso capostipite.
  20. 20. GENTILE E GENTILEZZA DAL MEDIOEVO A…Gentilezza nel mondo feudale  il significato si restringea un gruppo di famiglie di nobile origine, appartenenteallo stesso nobile ceppo.Gentilezza dalla II metà del „200  il termine gentile èusato dalla borghesia di mercanti, banchieri, notai eartigiani, con il significato di nobiltà d‟animo.Quindi, contrapposta a quella ereditaria dell‟aristocraziacavalleresca e feudale ( la nobiltà di sangue e disentimento), la nobiltà risiede ora nelle doti spiritualidell‟individuo.
  21. 21. … OGGI Questi due termini, oggi, indicano unvalore del carattere o del comportamento di ogni uomo indipendentemente dalla ricchezza o da altri privilegi sociali.
  22. 22. FINE
  23. 23. FONTI: Dizionario C. Battaglia. Internet: http://www.italica.rai.it/scheda.php?scheda=rina scimento_categorie_cortesia Appunti.
  24. 24. LISA STABELLINIELEONORA BIANCO LUCIA GIUNCHI ELENA BETTAZZI CHIARA PERINI

×