SlideShare a Scribd company logo
MESOPOTAMIA:
LA TERRA TRA
DUE FIUMI
Mesopotamia
La Mesopotamia si trova tra i fiumi Tigri ed Eufrate, è stata
conquistata da numerose civiltà, i primi furono i Sumeri, poi dagli
Accadi e dai Gutei, dopo dagli Amorrei che fondarono l’impero
babilonese, dai Cassiti, dagli Assiri e infine dai Persiani.
I Sumeri svilupparono l’agricoltura grazie
alla loro abilità di costruire canali e impianti
di irrigazione. Essi idearono i primi attrezzi
agricoli, l’aratro a trazione animale e varie
tipi di falci e perfezionarono l’arte della
mietitura e della trebbiatura. Secondo
alcuni studiosi ai Sumeri si deve
l’invenzione della ruota. Nei terreni più
fertili e irrigati furono coltivati:
• Ortaggi: cipolle, cetrioli, aglio
• Legumi: ceci, fave
• Frutta: mandorle, noci, albicocchi, datteri.
Nei terreni più lontani dai canali:
• Cereali: farro (emmer), miglio, orzo,
frumento.
Nella regione della Mesopotamia si
coltivava la palma da datteri che, più
economica dei cereali, diventò il cibo dei
più poveri.
Delle abitudini alimentari delle genti, che via via popolarono questo territorio,
si conosce ben poco; sono rimaste, a testimonianza dei loro usi alcune
tavolette scritte in accadico, risalenti al 1700 a.C., attribuite ai Babilonesi.
Su queste tavolette sono incise alcune ricette dei piatti più comuni. Da
queste traspare che non si mangiava esclusivamente per la sopravvivenza,
ma si cercava di arricchire le pietanze con piante aromatiche, come samidu,
porro, aglio, cipolla, cumino, coriandolo, shuhutinnu e surunno, che ne
esaltavano i profumi ed i sapori.
• Furono i Sumeri i primi che, oltre che le tecniche di coltivazione, impararono tecniche di
stoccaggio e conservazione dei cibi impedendo che contaminazioni batteriche trasformassero i
cibi in pericolosi veicoli di infezione. Usavano regolarmente l'essiccazione e l'affumicatura per
conservare carne, pesce e frutta (uva, fichi, datteri), cibi che permettevano così di difendersi da
inverni inclementi, carestie ed epidemie. Erano note anche le tecniche di salatura e
conservazione sott'olio: le tavolette sumeriche ci parlano del fenomeno della salinizzazione,
dovuta all’acqua prosciugata, che, evaporando, lasciava il sale sul terreno. In epoca più tarda
attorno al 2000 a.C. viene descritta una specie di salamoia (siqqu), fatta di pesce, crostacei e
anche cavallette, molto simile al garum, la famosa salsa di pesce consumata dai Romani secoli
più tardi. Con i Sumeri si erano poste le basi della creazione di una cultura dominante: disporre di
continue e sicure fonti alimentari permise, infatti, di espandere dapprima la loro egemonia e
successivamente la loro cultura a tutti i popoli circostanti.
I contadini non potevano tenere la
maggior parte del raccolto visto che circa
due terzi di questo veniva trasportato nei
magazzini del tempio o del palazzo. La
ziqqurat era utilizzata come tempio,
abitazione dei sacerdoti, osservatorio
astronomico, come magazzino per le
provviste alimentari che la popolazione
consegnava al re sotto forma di tributo;
questo era differente e proporzionale ai
beni posseduti (terreni coltivati e numero
di greggi). Oggetto di scambi anche le
carni , la selvaggina, il pesce fresco o
affumicato o conservato sotto salature.
I popoli della Mesopotamia avevano a disposizione cibi
molto variati. La maggior parte proveniva dalle
attività agricole: pane di frumento, focacce d’orzo,
legumi (fave, lenticchie), una gran quantità di
verdura e di frutta: datteri e fichi, mele, prugne, noci,
cocomeri. Gli orti di Babilonia, sapientemente irrigati,
erano famosi per i limoni e gli aranci, i pistacchi, le
albicocche e tanti altri frutti che solo molti secoli più
tardi sarebbero giunti in Occidente. Un’altra
importante risorsa erano i pesci di fiume. Erodoto,
uno storico greco, racconta che venivano seccati al
sole e poi, pestati in un mortaio, ridotti in una specie
di farina che veniva utilizzata per fare focacce e
torte.
IL PANE
Assieme ad altri popoli medio-orientali, i
sumeri furono tra i primi a fare il pane, un
alimento ricavato dalla farina di frumento,
divenuto poi tipico delle popolazioni
mediterranee. Il pane era AZIMO, cioè non
lievitato e veniva cotto in forni d’argilla. Il
pane veniva talvolta insaporito con varie
spezie e farcito.
Si usava anche forgiarlo in forme varie: a
cuore, spiga ed altre ancora, cosicché all'arte
della cucina si abbinava il senso estetico o
rituale. Per esempio un tipo di pane veniva
chiamato la ‘trota’ una pasta morbida veniva
fatta aderire alle pareti del forno e si cuoceva
in base ai differenti gusti.
LA BIRRA
Come nasce la birra? La storia della birra si pensa
che nasca da una leggenda che risale a circa
6000 anni fa ,si narra che la birra si produsse
da sè, in una ciotola di cereali che una donna
aveva dimenticato fuori dalla sua capanna, in
un villaggio fra il Tigri e l'Eufrate. Piovve ed i
cereali si bagnarono, poi, arrivato il sole
germogliarono. Ma il sole cocente fece morire i
germogli. Piovve nuovamente e i chicchi
macerarono nell'acqua e grazie ai
microrganismi presenti nell'atmosfera
innescarono una fermentazione spontanea.
Dopo alcuni giorni un animale si abbeverò
dalla ciotola e cominciò a comportarsi in modo
strano, incuriosendo la donna, che a sua volta
assaggiò quel liquido. Bastò poi che l'uomo
riproducesse quel processo per dar vita alla
birra.
• I cereali germinati e macinati venivano setacciati,
addensati con acqua e lasciati a fermentare, così da
produrre varie qualità di birra, una delle quali era
preparata con i datteri. Siamo a conoscenza della
scoperta della fermentazione grazie al codice di
Hammurabi.
• Nell'antica Mesopotamia la birra fu, dopo l'acqua, la
bevanda più diffusa, molto più del vino ottenuto dalla
frutta fermentata e che era comunque conosciuto. La
birra, che in sumero si chiamava ka e in lingua
akkadica ikaru, era presente nella vita di tutti i giorni e
nelle cerimonie religiose, nuziali e funebri. Sono
numerose le rappresentazioni sulle tavolette d'argilla
del suo abbondante uso. Alcune tavolette riproducono
enormi coppe di birra da cui tutti i commensali bevono
con lunghe cannucce evitando così i grumi raccolti in
superficie. Vi era anche una birra sacra detta sikaru
che aveva inoltre un ruolo speciale nella cultura
sumera: la si usava per onorare gli dei, per pagare i
lavoratori e nutrire i malati. I suoi effetti inebrianti erano
ritenuti un'autentica esperienza spirituale.
CARNE
• I Sumeri allevavano tutte le specie
animali: ovini, maiali, asini, bovini da
cui ricavano latte; pare che
mangiassero anche le cavallette: si
cucinava carne di bovino, maiale,
capra, pecora e la cacciagione, in
genere era condita con erbe
aromatiche o piccanti, come il cumino e
la senape. Grassi animali e vegetali
mescolati ad erbe ed aromi venivano
usati per insaporire le pietanze; anche il
miele era spesso aggiunto in alcuni
piatti.
LATTICINI & CO.
Dalla fermentazione del latte producevano ricotta, formaggi e
latticini vari. Producevano tantissimi tipi di formaggi ,circa venti
diversi tipi. Fu così che cominciò a tramandarsi un preparato a base
di ricotta e miele che veniva servito in un recipiente e che
conobbero anche i babilonesi e gli ebrei. Esso fu portato fino in
Sicilia dalla cultura araba 5000 anni dopo e poi rielaborato nei secoli
con l'aggiunta di zucchero, pasta di mandorle, pan di spagna e frutta
candita. Si pensa anche che i popoli mesopotamici produssero i
primi insaccati ed erano grandi consumatori di minestre. Durante i
pasti, il cibo veniva condito con latte, olio (che veniva ricavato dalla
pianta del sesamo) e da uova. I Babilonesi solitamente bollivano il
cibo, utilizzavano come dolcificante il miele o la frutta.
• I Sumeri organizzavano eventi importanti: matrimoni, costruzioni di templi,
vittorie militari, ecc. – celebrati con sontuosi banchetti. Il più memorabile di
questi, che durò ben 10 giorni, fu quello offerto nell’870 a.C. dal re
Assurnazirpal II nella città assira di Kahlu ai suoi 69517 sudditi per
festeggiare la ricostruzione del suo palazzo. Dai graffiti si vede come gli
abitanti della Mesopotamia facessero uso di primordiali utensili da cucina -
pentole di terracotta - nonché di macine per schiacciare i cereali, e di forni.
Mesopotamia
• I ricchi mangiavano due volte al giorno: la mattina e la sera. Le portate
venivano servite su vassoi e venivano consumate nelle stanze dei padroni
di casa o nei giardini.
• I principali avvenimenti in seno alle famiglie, matrimoni, vendite di terreni,
vittorie militari si festeggiavano con sontuosi banchetti.
• L'alimentazione aveva anche una valenza sacra: abbondanti portate erano
servite agli Dei e la parte migliore dei raccolti veniva offerta per accattivarsi
la loro benevolenza; dalla cura con cui preparavano e disponevano le
portate sacrificali e dalla ricchezza delle stesse si misurava la loro
devozione divina.
Mesopotamia
Ricetta di un cuoco sumero
("nuhatimmum“)
Dopo aver preparato e lavato la carne
tagliata e aver ben pulito un caldaio,
mettici dentro gli uccelli, i ventrigli e le
frattaglie. Una volta messo da parte il
caldaio [dopo averlo riscaldato], pulisci il
contenuto con abbondante acqua
fredda. In una pentola, versa ora acqua
e latte, e mettila sul fuoco.
Successivamente, asciuga
accuratamente gli uccelli, i ventrigli e le
frattaglie; condisci con sale e metti tutto
nella pentola. Aggiungi un po' di grasso,
eliminando le fibre più dure; mettici
anche qualche rametto aromatico, e
della ruta senza foglie.
Mesopotamia

More Related Content

What's hot

Ancient Egypt: The Sphinx
Ancient Egypt: The SphinxAncient Egypt: The Sphinx
Ancient Egypt: The Sphinx
Whitney Vandiver
 
Ancient greek civilization
Ancient greek civilizationAncient greek civilization
Ancient greek civilization
Abdul ghafoor
 
Alimentazione roma
Alimentazione romaAlimentazione roma
Alimentazione roma
Maria pia Dell'Erba
 
Mesopotamia
MesopotamiaMesopotamia
Mesopotamia
mshsugarman
 
Assyrian Arts
Assyrian ArtsAssyrian Arts
Assyrian Arts
jjfthomas
 
Early Civilizations: Indus Valley
Early Civilizations: Indus ValleyEarly Civilizations: Indus Valley
Early Civilizations: Indus Valley
Sue Quirante
 
The Phoenicians & Hebrews
The Phoenicians & HebrewsThe Phoenicians & Hebrews
The Phoenicians & Hebrews
Meredith Legg
 
1 vss lavoro sugli hittiti
1 vss   lavoro sugli hittiti1 vss   lavoro sugli hittiti
1 vss lavoro sugli hittiti
fabiosteccanella
 
dellaglio_T05_b
dellaglio_T05_bdellaglio_T05_b
dellaglio_T05_b
chiaradell
 
Mesopotamia
MesopotamiaMesopotamia
Mesopotamia
VC Vicky
 
Civiltà dell'antico oriente
Civiltà dell'antico orienteCiviltà dell'antico oriente
Civiltà dell'antico oriente
Gianni Ferrarese
 
Mesopotamia POCN02F
Mesopotamia POCN02FMesopotamia POCN02F
Religion In Egypt
Religion In EgyptReligion In Egypt
Religion In Egypt
Mohamed Haggag
 
Introduccion-a-la-vida-de-Johannes-Kepler.pptx
Introduccion-a-la-vida-de-Johannes-Kepler.pptxIntroduccion-a-la-vida-de-Johannes-Kepler.pptx
Introduccion-a-la-vida-de-Johannes-Kepler.pptx
albujarluisl
 
Egito antigo
Egito antigoEgito antigo
Egito antigo
evando hermes
 
Change From Republic To Empire
Change From Republic To EmpireChange From Republic To Empire
Change From Republic To Empire
ham97
 
Egypt
EgyptEgypt
Egypt
r2teach
 

What's hot (20)

Ancient Egypt: The Sphinx
Ancient Egypt: The SphinxAncient Egypt: The Sphinx
Ancient Egypt: The Sphinx
 
Ancient greek civilization
Ancient greek civilizationAncient greek civilization
Ancient greek civilization
 
Alimentazione roma
Alimentazione romaAlimentazione roma
Alimentazione roma
 
Mesopotamia
MesopotamiaMesopotamia
Mesopotamia
 
Assyrian Arts
Assyrian ArtsAssyrian Arts
Assyrian Arts
 
Early Civilizations: Indus Valley
Early Civilizations: Indus ValleyEarly Civilizations: Indus Valley
Early Civilizations: Indus Valley
 
Fenici
FeniciFenici
Fenici
 
The Phoenicians & Hebrews
The Phoenicians & HebrewsThe Phoenicians & Hebrews
The Phoenicians & Hebrews
 
1 vss lavoro sugli hittiti
1 vss   lavoro sugli hittiti1 vss   lavoro sugli hittiti
1 vss lavoro sugli hittiti
 
SCRITTURA EGIZIA
SCRITTURA EGIZIASCRITTURA EGIZIA
SCRITTURA EGIZIA
 
dellaglio_T05_b
dellaglio_T05_bdellaglio_T05_b
dellaglio_T05_b
 
Mesopotamia
MesopotamiaMesopotamia
Mesopotamia
 
Persiana1
Persiana1Persiana1
Persiana1
 
Civiltà dell'antico oriente
Civiltà dell'antico orienteCiviltà dell'antico oriente
Civiltà dell'antico oriente
 
Mesopotamia POCN02F
Mesopotamia POCN02FMesopotamia POCN02F
Mesopotamia POCN02F
 
Religion In Egypt
Religion In EgyptReligion In Egypt
Religion In Egypt
 
Introduccion-a-la-vida-de-Johannes-Kepler.pptx
Introduccion-a-la-vida-de-Johannes-Kepler.pptxIntroduccion-a-la-vida-de-Johannes-Kepler.pptx
Introduccion-a-la-vida-de-Johannes-Kepler.pptx
 
Egito antigo
Egito antigoEgito antigo
Egito antigo
 
Change From Republic To Empire
Change From Republic To EmpireChange From Republic To Empire
Change From Republic To Empire
 
Egypt
EgyptEgypt
Egypt
 

Viewers also liked

Cibo tradizionale assiro babilonese
Cibo tradizionale assiro babilonese Cibo tradizionale assiro babilonese
Cibo tradizionale assiro babilonese
classeterza
 
Gli antichi romani: grandi costruttori
Gli antichi romani: grandi costruttoriGli antichi romani: grandi costruttori
Gli antichi romani: grandi costruttori
Loretta Danelon
 
Gli Scavi Di Pompei
Gli Scavi Di PompeiGli Scavi Di Pompei
Gli Scavi Di Pompei
guest5f4879
 

Viewers also liked (6)

Gli Assiri
Gli AssiriGli Assiri
Gli Assiri
 
L’alimentazione
L’alimentazioneL’alimentazione
L’alimentazione
 
Cibo tradizionale assiro babilonese
Cibo tradizionale assiro babilonese Cibo tradizionale assiro babilonese
Cibo tradizionale assiro babilonese
 
Roma1
Roma1Roma1
Roma1
 
Gli antichi romani: grandi costruttori
Gli antichi romani: grandi costruttoriGli antichi romani: grandi costruttori
Gli antichi romani: grandi costruttori
 
Gli Scavi Di Pompei
Gli Scavi Di PompeiGli Scavi Di Pompei
Gli Scavi Di Pompei
 

Similar to Mesopotamia

Il dono del nilo. l'egitto
Il dono del nilo. l'egittoIl dono del nilo. l'egitto
Il dono del nilo. l'egitto
Maria pia Dell'Erba
 
Cucina egiziana
Cucina egiziana Cucina egiziana
Cucina egiziana
classeterza
 
La cucina mediter di brunomattia
La cucina mediter di brunomattiaLa cucina mediter di brunomattia
La cucina mediter di brunomattia
rositagi
 
I quaderni dell'Isea - Storia dell'alimentazione
I quaderni dell'Isea -  Storia dell'alimentazioneI quaderni dell'Isea -  Storia dell'alimentazione
I quaderni dell'Isea - Storia dell'alimentazione
ISEA ODV
 
Gli Egizi
Gli EgiziGli Egizi
Gli Egizi
cri66
 
Cibi Nellantica Roma
Cibi Nellantica RomaCibi Nellantica Roma
Cibi Nellantica Roma
guest5f4879
 
Arte e cibo greci e romani
Arte e cibo greci e romaniArte e cibo greci e romani
Arte e cibo greci e romani
Arte Riarte
 
Arte e cibo medioevo
Arte e cibo medioevoArte e cibo medioevo
Arte e cibo medioevo
Arte Riarte
 
La Cucina Siciliana Nella Storia
La Cucina Siciliana Nella StoriaLa Cucina Siciliana Nella Storia
La Cucina Siciliana Nella Storia
binnuz
 
La tavola nel tempo 2
La tavola nel tempo 2La tavola nel tempo 2
La tavola nel tempo 2
Cristina Belloni
 
Alimentazione nell alto medioevo.il cibo secondo la regola di benedetto
Alimentazione nell alto medioevo.il cibo secondo la regola di benedettoAlimentazione nell alto medioevo.il cibo secondo la regola di benedetto
Alimentazione nell alto medioevo.il cibo secondo la regola di benedetto
Caterina Bonaiti (ICS Molteno)
 
Egitto
EgittoEgitto
GLI EGIZI: ASPETTI DI VITA QUOTIDIANA 4C
GLI EGIZI: ASPETTI DI VITA QUOTIDIANA 4CGLI EGIZI: ASPETTI DI VITA QUOTIDIANA 4C
GLI EGIZI: ASPETTI DI VITA QUOTIDIANA 4C
Marcella Torro
 
Ricette dell'antica Roma
Ricette dell'antica RomaRicette dell'antica Roma
Ricette dell'antica Roma
Maria pia Dell'Erba
 
Ricette della civiltà romana
Ricette della civiltà romanaRicette della civiltà romana
Ricette della civiltà romana
Maria pia Dell'Erba
 
Egizi (pp tminimizer)
Egizi (pp tminimizer)Egizi (pp tminimizer)
Egizi (pp tminimizer)
Anna Mancuso
 
La mesopotamia
La mesopotamiaLa mesopotamia
La mesopotamia
1GL14_15
 
I sumeri B
I sumeri B I sumeri B
I sumeri B
coalsil51
 

Similar to Mesopotamia (20)

Il dono del nilo. l'egitto
Il dono del nilo. l'egittoIl dono del nilo. l'egitto
Il dono del nilo. l'egitto
 
Cucina egiziana
Cucina egiziana Cucina egiziana
Cucina egiziana
 
La cucina mediter di brunomattia
La cucina mediter di brunomattiaLa cucina mediter di brunomattia
La cucina mediter di brunomattia
 
I quaderni dell'Isea - Storia dell'alimentazione
I quaderni dell'Isea -  Storia dell'alimentazioneI quaderni dell'Isea -  Storia dell'alimentazione
I quaderni dell'Isea - Storia dell'alimentazione
 
Ricerca sumeri1
Ricerca sumeri1Ricerca sumeri1
Ricerca sumeri1
 
Gli Egizi
Gli EgiziGli Egizi
Gli Egizi
 
Cibi Nellantica Roma
Cibi Nellantica RomaCibi Nellantica Roma
Cibi Nellantica Roma
 
Arte e cibo greci e romani
Arte e cibo greci e romaniArte e cibo greci e romani
Arte e cibo greci e romani
 
Arte e cibo medioevo
Arte e cibo medioevoArte e cibo medioevo
Arte e cibo medioevo
 
La Cucina Siciliana Nella Storia
La Cucina Siciliana Nella StoriaLa Cucina Siciliana Nella Storia
La Cucina Siciliana Nella Storia
 
La tavola nel tempo 2
La tavola nel tempo 2La tavola nel tempo 2
La tavola nel tempo 2
 
Alimentazione nell alto medioevo.il cibo secondo la regola di benedetto
Alimentazione nell alto medioevo.il cibo secondo la regola di benedettoAlimentazione nell alto medioevo.il cibo secondo la regola di benedetto
Alimentazione nell alto medioevo.il cibo secondo la regola di benedetto
 
Egitto
EgittoEgitto
Egitto
 
GLI EGIZI: ASPETTI DI VITA QUOTIDIANA 4C
GLI EGIZI: ASPETTI DI VITA QUOTIDIANA 4CGLI EGIZI: ASPETTI DI VITA QUOTIDIANA 4C
GLI EGIZI: ASPETTI DI VITA QUOTIDIANA 4C
 
Ricette dell'antica Roma
Ricette dell'antica RomaRicette dell'antica Roma
Ricette dell'antica Roma
 
Maya
MayaMaya
Maya
 
Ricette della civiltà romana
Ricette della civiltà romanaRicette della civiltà romana
Ricette della civiltà romana
 
Egizi (pp tminimizer)
Egizi (pp tminimizer)Egizi (pp tminimizer)
Egizi (pp tminimizer)
 
La mesopotamia
La mesopotamiaLa mesopotamia
La mesopotamia
 
I sumeri B
I sumeri B I sumeri B
I sumeri B
 

More from Maria pia Dell'Erba

Analisi del testo poetico
Analisi del testo poeticoAnalisi del testo poetico
Analisi del testo poetico
Maria pia Dell'Erba
 
Progetto pluridisciplinare inglese 1 q
Progetto pluridisciplinare inglese 1 qProgetto pluridisciplinare inglese 1 q
Progetto pluridisciplinare inglese 1 q
Maria pia Dell'Erba
 
Canto d'amore
Canto d'amoreCanto d'amore
Canto d'amore
Maria pia Dell'Erba
 
Pp le dipendenze scienze 1 b corretto
Pp le dipendenze scienze 1 b correttoPp le dipendenze scienze 1 b corretto
Pp le dipendenze scienze 1 b corretto
Maria pia Dell'Erba
 
Presentazione forme
Presentazione formePresentazione forme
Presentazione forme
Maria pia Dell'Erba
 
6 modulo interdisciplinare ib 34-37
6 modulo interdisciplinare ib 34-376 modulo interdisciplinare ib 34-37
6 modulo interdisciplinare ib 34-37
Maria pia Dell'Erba
 
5 modulo interdisciplinare ib 29-33 (1)
5 modulo interdisciplinare ib 29-33 (1)5 modulo interdisciplinare ib 29-33 (1)
5 modulo interdisciplinare ib 29-33 (1)
Maria pia Dell'Erba
 
4 modulo interdisciplinare ib 19-28
4 modulo interdisciplinare ib 19-284 modulo interdisciplinare ib 19-28
4 modulo interdisciplinare ib 19-28
Maria pia Dell'Erba
 
3 modulo interdisciplinare ib 14-18
3 modulo interdisciplinare ib 14-183 modulo interdisciplinare ib 14-18
3 modulo interdisciplinare ib 14-18
Maria pia Dell'Erba
 
2 modulo interdisciplinare ib 9-13
2 modulo interdisciplinare ib 9-132 modulo interdisciplinare ib 9-13
2 modulo interdisciplinare ib 9-13
Maria pia Dell'Erba
 
1 modulo interdisciplinare ib 1-8
1 modulo interdisciplinare ib 1-81 modulo interdisciplinare ib 1-8
1 modulo interdisciplinare ib 1-8
Maria pia Dell'Erba
 
Luoghi pubblici e_privati_dallarte_classica_al_medioevo_148437
Luoghi pubblici e_privati_dallarte_classica_al_medioevo_148437Luoghi pubblici e_privati_dallarte_classica_al_medioevo_148437
Luoghi pubblici e_privati_dallarte_classica_al_medioevo_148437
Maria pia Dell'Erba
 
La quadratura del cerchio. nascita del sonetto
La quadratura del cerchio. nascita del sonettoLa quadratura del cerchio. nascita del sonetto
La quadratura del cerchio. nascita del sonetto
Maria pia Dell'Erba
 
La sezione aurea
La sezione aureaLa sezione aurea
La sezione aurea
Maria pia Dell'Erba
 
Sezione aurea ppt
Sezione aurea pptSezione aurea ppt
Sezione aurea ppt
Maria pia Dell'Erba
 
Figure femminili nella scienza antica
Figure femminili nella scienza anticaFigure femminili nella scienza antica
Figure femminili nella scienza antica
Maria pia Dell'Erba
 
Galilei newton 1 g a.s. 2018 2019
Galilei newton 1 g a.s. 2018 2019 Galilei newton 1 g a.s. 2018 2019
Galilei newton 1 g a.s. 2018 2019
Maria pia Dell'Erba
 
Presentazione standard1
Presentazione standard1Presentazione standard1
Presentazione standard1
Maria pia Dell'Erba
 
La gens romana
La gens romanaLa gens romana
La gens romana
Maria pia Dell'Erba
 
Il clientelismo
Il clientelismoIl clientelismo
Il clientelismo
Maria pia Dell'Erba
 

More from Maria pia Dell'Erba (20)

Analisi del testo poetico
Analisi del testo poeticoAnalisi del testo poetico
Analisi del testo poetico
 
Progetto pluridisciplinare inglese 1 q
Progetto pluridisciplinare inglese 1 qProgetto pluridisciplinare inglese 1 q
Progetto pluridisciplinare inglese 1 q
 
Canto d'amore
Canto d'amoreCanto d'amore
Canto d'amore
 
Pp le dipendenze scienze 1 b corretto
Pp le dipendenze scienze 1 b correttoPp le dipendenze scienze 1 b corretto
Pp le dipendenze scienze 1 b corretto
 
Presentazione forme
Presentazione formePresentazione forme
Presentazione forme
 
6 modulo interdisciplinare ib 34-37
6 modulo interdisciplinare ib 34-376 modulo interdisciplinare ib 34-37
6 modulo interdisciplinare ib 34-37
 
5 modulo interdisciplinare ib 29-33 (1)
5 modulo interdisciplinare ib 29-33 (1)5 modulo interdisciplinare ib 29-33 (1)
5 modulo interdisciplinare ib 29-33 (1)
 
4 modulo interdisciplinare ib 19-28
4 modulo interdisciplinare ib 19-284 modulo interdisciplinare ib 19-28
4 modulo interdisciplinare ib 19-28
 
3 modulo interdisciplinare ib 14-18
3 modulo interdisciplinare ib 14-183 modulo interdisciplinare ib 14-18
3 modulo interdisciplinare ib 14-18
 
2 modulo interdisciplinare ib 9-13
2 modulo interdisciplinare ib 9-132 modulo interdisciplinare ib 9-13
2 modulo interdisciplinare ib 9-13
 
1 modulo interdisciplinare ib 1-8
1 modulo interdisciplinare ib 1-81 modulo interdisciplinare ib 1-8
1 modulo interdisciplinare ib 1-8
 
Luoghi pubblici e_privati_dallarte_classica_al_medioevo_148437
Luoghi pubblici e_privati_dallarte_classica_al_medioevo_148437Luoghi pubblici e_privati_dallarte_classica_al_medioevo_148437
Luoghi pubblici e_privati_dallarte_classica_al_medioevo_148437
 
La quadratura del cerchio. nascita del sonetto
La quadratura del cerchio. nascita del sonettoLa quadratura del cerchio. nascita del sonetto
La quadratura del cerchio. nascita del sonetto
 
La sezione aurea
La sezione aureaLa sezione aurea
La sezione aurea
 
Sezione aurea ppt
Sezione aurea pptSezione aurea ppt
Sezione aurea ppt
 
Figure femminili nella scienza antica
Figure femminili nella scienza anticaFigure femminili nella scienza antica
Figure femminili nella scienza antica
 
Galilei newton 1 g a.s. 2018 2019
Galilei newton 1 g a.s. 2018 2019 Galilei newton 1 g a.s. 2018 2019
Galilei newton 1 g a.s. 2018 2019
 
Presentazione standard1
Presentazione standard1Presentazione standard1
Presentazione standard1
 
La gens romana
La gens romanaLa gens romana
La gens romana
 
Il clientelismo
Il clientelismoIl clientelismo
Il clientelismo
 

Mesopotamia

  • 3. La Mesopotamia si trova tra i fiumi Tigri ed Eufrate, è stata conquistata da numerose civiltà, i primi furono i Sumeri, poi dagli Accadi e dai Gutei, dopo dagli Amorrei che fondarono l’impero babilonese, dai Cassiti, dagli Assiri e infine dai Persiani. I Sumeri svilupparono l’agricoltura grazie alla loro abilità di costruire canali e impianti di irrigazione. Essi idearono i primi attrezzi agricoli, l’aratro a trazione animale e varie tipi di falci e perfezionarono l’arte della mietitura e della trebbiatura. Secondo alcuni studiosi ai Sumeri si deve l’invenzione della ruota. Nei terreni più fertili e irrigati furono coltivati: • Ortaggi: cipolle, cetrioli, aglio • Legumi: ceci, fave • Frutta: mandorle, noci, albicocchi, datteri. Nei terreni più lontani dai canali: • Cereali: farro (emmer), miglio, orzo, frumento. Nella regione della Mesopotamia si coltivava la palma da datteri che, più economica dei cereali, diventò il cibo dei più poveri.
  • 4. Delle abitudini alimentari delle genti, che via via popolarono questo territorio, si conosce ben poco; sono rimaste, a testimonianza dei loro usi alcune tavolette scritte in accadico, risalenti al 1700 a.C., attribuite ai Babilonesi. Su queste tavolette sono incise alcune ricette dei piatti più comuni. Da queste traspare che non si mangiava esclusivamente per la sopravvivenza, ma si cercava di arricchire le pietanze con piante aromatiche, come samidu, porro, aglio, cipolla, cumino, coriandolo, shuhutinnu e surunno, che ne esaltavano i profumi ed i sapori.
  • 5. • Furono i Sumeri i primi che, oltre che le tecniche di coltivazione, impararono tecniche di stoccaggio e conservazione dei cibi impedendo che contaminazioni batteriche trasformassero i cibi in pericolosi veicoli di infezione. Usavano regolarmente l'essiccazione e l'affumicatura per conservare carne, pesce e frutta (uva, fichi, datteri), cibi che permettevano così di difendersi da inverni inclementi, carestie ed epidemie. Erano note anche le tecniche di salatura e conservazione sott'olio: le tavolette sumeriche ci parlano del fenomeno della salinizzazione, dovuta all’acqua prosciugata, che, evaporando, lasciava il sale sul terreno. In epoca più tarda attorno al 2000 a.C. viene descritta una specie di salamoia (siqqu), fatta di pesce, crostacei e anche cavallette, molto simile al garum, la famosa salsa di pesce consumata dai Romani secoli più tardi. Con i Sumeri si erano poste le basi della creazione di una cultura dominante: disporre di continue e sicure fonti alimentari permise, infatti, di espandere dapprima la loro egemonia e successivamente la loro cultura a tutti i popoli circostanti.
  • 6. I contadini non potevano tenere la maggior parte del raccolto visto che circa due terzi di questo veniva trasportato nei magazzini del tempio o del palazzo. La ziqqurat era utilizzata come tempio, abitazione dei sacerdoti, osservatorio astronomico, come magazzino per le provviste alimentari che la popolazione consegnava al re sotto forma di tributo; questo era differente e proporzionale ai beni posseduti (terreni coltivati e numero di greggi). Oggetto di scambi anche le carni , la selvaggina, il pesce fresco o affumicato o conservato sotto salature.
  • 7. I popoli della Mesopotamia avevano a disposizione cibi molto variati. La maggior parte proveniva dalle attività agricole: pane di frumento, focacce d’orzo, legumi (fave, lenticchie), una gran quantità di verdura e di frutta: datteri e fichi, mele, prugne, noci, cocomeri. Gli orti di Babilonia, sapientemente irrigati, erano famosi per i limoni e gli aranci, i pistacchi, le albicocche e tanti altri frutti che solo molti secoli più tardi sarebbero giunti in Occidente. Un’altra importante risorsa erano i pesci di fiume. Erodoto, uno storico greco, racconta che venivano seccati al sole e poi, pestati in un mortaio, ridotti in una specie di farina che veniva utilizzata per fare focacce e torte.
  • 8. IL PANE Assieme ad altri popoli medio-orientali, i sumeri furono tra i primi a fare il pane, un alimento ricavato dalla farina di frumento, divenuto poi tipico delle popolazioni mediterranee. Il pane era AZIMO, cioè non lievitato e veniva cotto in forni d’argilla. Il pane veniva talvolta insaporito con varie spezie e farcito. Si usava anche forgiarlo in forme varie: a cuore, spiga ed altre ancora, cosicché all'arte della cucina si abbinava il senso estetico o rituale. Per esempio un tipo di pane veniva chiamato la ‘trota’ una pasta morbida veniva fatta aderire alle pareti del forno e si cuoceva in base ai differenti gusti.
  • 9. LA BIRRA Come nasce la birra? La storia della birra si pensa che nasca da una leggenda che risale a circa 6000 anni fa ,si narra che la birra si produsse da sè, in una ciotola di cereali che una donna aveva dimenticato fuori dalla sua capanna, in un villaggio fra il Tigri e l'Eufrate. Piovve ed i cereali si bagnarono, poi, arrivato il sole germogliarono. Ma il sole cocente fece morire i germogli. Piovve nuovamente e i chicchi macerarono nell'acqua e grazie ai microrganismi presenti nell'atmosfera innescarono una fermentazione spontanea. Dopo alcuni giorni un animale si abbeverò dalla ciotola e cominciò a comportarsi in modo strano, incuriosendo la donna, che a sua volta assaggiò quel liquido. Bastò poi che l'uomo riproducesse quel processo per dar vita alla birra.
  • 10. • I cereali germinati e macinati venivano setacciati, addensati con acqua e lasciati a fermentare, così da produrre varie qualità di birra, una delle quali era preparata con i datteri. Siamo a conoscenza della scoperta della fermentazione grazie al codice di Hammurabi. • Nell'antica Mesopotamia la birra fu, dopo l'acqua, la bevanda più diffusa, molto più del vino ottenuto dalla frutta fermentata e che era comunque conosciuto. La birra, che in sumero si chiamava ka e in lingua akkadica ikaru, era presente nella vita di tutti i giorni e nelle cerimonie religiose, nuziali e funebri. Sono numerose le rappresentazioni sulle tavolette d'argilla del suo abbondante uso. Alcune tavolette riproducono enormi coppe di birra da cui tutti i commensali bevono con lunghe cannucce evitando così i grumi raccolti in superficie. Vi era anche una birra sacra detta sikaru che aveva inoltre un ruolo speciale nella cultura sumera: la si usava per onorare gli dei, per pagare i lavoratori e nutrire i malati. I suoi effetti inebrianti erano ritenuti un'autentica esperienza spirituale.
  • 11. CARNE • I Sumeri allevavano tutte le specie animali: ovini, maiali, asini, bovini da cui ricavano latte; pare che mangiassero anche le cavallette: si cucinava carne di bovino, maiale, capra, pecora e la cacciagione, in genere era condita con erbe aromatiche o piccanti, come il cumino e la senape. Grassi animali e vegetali mescolati ad erbe ed aromi venivano usati per insaporire le pietanze; anche il miele era spesso aggiunto in alcuni piatti.
  • 12. LATTICINI & CO. Dalla fermentazione del latte producevano ricotta, formaggi e latticini vari. Producevano tantissimi tipi di formaggi ,circa venti diversi tipi. Fu così che cominciò a tramandarsi un preparato a base di ricotta e miele che veniva servito in un recipiente e che conobbero anche i babilonesi e gli ebrei. Esso fu portato fino in Sicilia dalla cultura araba 5000 anni dopo e poi rielaborato nei secoli con l'aggiunta di zucchero, pasta di mandorle, pan di spagna e frutta candita. Si pensa anche che i popoli mesopotamici produssero i primi insaccati ed erano grandi consumatori di minestre. Durante i pasti, il cibo veniva condito con latte, olio (che veniva ricavato dalla pianta del sesamo) e da uova. I Babilonesi solitamente bollivano il cibo, utilizzavano come dolcificante il miele o la frutta.
  • 13. • I Sumeri organizzavano eventi importanti: matrimoni, costruzioni di templi, vittorie militari, ecc. – celebrati con sontuosi banchetti. Il più memorabile di questi, che durò ben 10 giorni, fu quello offerto nell’870 a.C. dal re Assurnazirpal II nella città assira di Kahlu ai suoi 69517 sudditi per festeggiare la ricostruzione del suo palazzo. Dai graffiti si vede come gli abitanti della Mesopotamia facessero uso di primordiali utensili da cucina - pentole di terracotta - nonché di macine per schiacciare i cereali, e di forni.
  • 15. • I ricchi mangiavano due volte al giorno: la mattina e la sera. Le portate venivano servite su vassoi e venivano consumate nelle stanze dei padroni di casa o nei giardini. • I principali avvenimenti in seno alle famiglie, matrimoni, vendite di terreni, vittorie militari si festeggiavano con sontuosi banchetti. • L'alimentazione aveva anche una valenza sacra: abbondanti portate erano servite agli Dei e la parte migliore dei raccolti veniva offerta per accattivarsi la loro benevolenza; dalla cura con cui preparavano e disponevano le portate sacrificali e dalla ricchezza delle stesse si misurava la loro devozione divina.
  • 17. Ricetta di un cuoco sumero ("nuhatimmum“) Dopo aver preparato e lavato la carne tagliata e aver ben pulito un caldaio, mettici dentro gli uccelli, i ventrigli e le frattaglie. Una volta messo da parte il caldaio [dopo averlo riscaldato], pulisci il contenuto con abbondante acqua fredda. In una pentola, versa ora acqua e latte, e mettila sul fuoco. Successivamente, asciuga accuratamente gli uccelli, i ventrigli e le frattaglie; condisci con sale e metti tutto nella pentola. Aggiungi un po' di grasso, eliminando le fibre più dure; mettici anche qualche rametto aromatico, e della ruta senza foglie.