Successfully reported this slideshow.
We use your LinkedIn profile and activity data to personalize ads and to show you more relevant ads. You can change your ad preferences anytime.

20100706 community of practice

693 views

Published on

descrizione del caso "campionato del cappuccino" di Engim Torino

  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

20100706 community of practice

  1. 1. Comunità di Pratica: trasformare le conversazioni in comunicazioni Il caso Campionato del Cappuccino Bertinoro 6/7/2010 Marco Muzzarelli
  2. 2. Introduzione - sommario <ul><li>Cos’è una Comunità di Pratica? </li></ul><ul><ul><li>Gli ingredienti </li></ul></ul><ul><ul><li>Le caratteristiche </li></ul></ul><ul><li>Il caso: Campionato del Cappuccino </li></ul>
  3. 3. Che cos’è una CdP? Un ambiente che connette le persone e le incoraggia a condividere idee ed esperienze
  4. 4. Gli ingredienti: la comunità
  5. 5. Gli ingredienti: un ambito di interesse
  6. 6. Gli ingredienti: un luogo dove incontrarsi
  7. 7. Gli ingredienti: i facilitatori
  8. 8. Gli ingredienti: la comunità di pratica
  9. 9. Le caratteristiche (1/3) <ul><li>Una comunità di Pratica è una rete di individui con un problema comune oppure interessi che creano una unione con l’obiettivo di esplorare modalità di lavoro, ricercare soluzioni comuni e condividere buone prassi e idee </li></ul><ul><li>Mantengono una connessione con persone che hanno idee simili e pari (peers) </li></ul>
  10. 10. Le caratteristiche (2/3) <ul><li>Permettono di condividere le esperienze ed apprendere dagli altri </li></ul><ul><li>Permettono di collaborare ed ottenere risultati comuni </li></ul><ul><li>Accelerano il processo di apprendimento </li></ul><ul><li>Costruiscono a partire dall’esistente e dalle buone prassi </li></ul><ul><li>Permettono di innovare e creare nuove idee </li></ul>
  11. 11. Le caratteristiche (3/3) <ul><li>Le CdP non sono una modalità per portare la conoscenza all’interno delle organizzazioni bensì una opportunità per aiutare a crescere e potenziare la conoscenza già presente nell’organizzazione stessa </li></ul>
  12. 12. Il caso: Campionato del Cappuccino 2010 <ul><li>Un ambito di interesse: </li></ul><ul><ul><li>Quarta edizione </li></ul></ul><ul><ul><li>Elevate aspettative </li></ul></ul><ul><ul><li>Spazio di protagonismo per i ragazzi </li></ul></ul><ul><ul><li>“ Vetrina” del centro </li></ul></ul>
  13. 13. La comunità: il gruppo di lavoro <ul><li>4 persone: </li></ul><ul><ul><li>1 docente </li></ul></ul><ul><ul><li>2 coordinatori/docenti </li></ul></ul><ul><ul><li>1 magazziniere </li></ul></ul><ul><li>Nessuna figura direzionale </li></ul><ul><li>2 facilitatori </li></ul>
  14. 14. Gli obiettivi <ul><li>Tempo </li></ul><ul><ul><li>Scadenza </li></ul></ul><ul><ul><li>N° di incontri </li></ul></ul><ul><ul><li>Incontri periodici </li></ul></ul><ul><li>Economici </li></ul><ul><ul><li>Budget massimo </li></ul></ul><ul><ul><li>Servizi disponibili </li></ul></ul><ul><li>Qualità </li></ul><ul><ul><li>Obiettivi raggiungibili e dichiarati </li></ul></ul><ul><ul><ul><li>Presenza sui giornali </li></ul></ul></ul><ul><ul><ul><li>Partner istituzionali </li></ul></ul></ul><ul><ul><ul><li>N° di persone e di scuole minime presenti </li></ul></ul></ul><ul><ul><ul><li>Iniziative che coinvolgano corsi differenti </li></ul></ul></ul><ul><ul><ul><li>Tematichie dello sviluppo sostenibile </li></ul></ul></ul>
  15. 15. La rete si allarga occasionale di passaggio periferico attivo facilitatore core group Lettore attento - lurkers leader esterno esperto principiante
  16. 16. I risultati
  17. 17. I risultati
  18. 18. I risultati
  19. 19. I risultati
  20. 20. I risultati
  21. 21. I risultati
  22. 22. I risultati <ul><li>Sui giornali: </li></ul><ul><ul><li>La Stampa del 18/5 </li></ul></ul><ul><ul><li>La Stampa del 20/5 </li></ul></ul><ul><li>In Televisione </li></ul><ul><ul><li>TG1 20.00 del 19/5 </li></ul></ul><ul><ul><li>TG3 19.00 del 19/5 </li></ul></ul><ul><li>6 sponsor + 2 patrocini </li></ul><ul><li>11 scuole </li></ul>
  23. 23. I risultati da uno dei facilitatori <ul><li>Dalla verifica del gruppo di lavoro: “Non abbiamo fatto la media dei nostri lavori ma sono emerse le eccellenze dei singoli componenti del gruppo” </li></ul>
  24. 24. Cosa ha permesso di ottenere il successo? <ul><li>Obiettivi chiari e interessi comunii </li></ul><ul><li>Un ambiente di lavoro “protetto” </li></ul><ul><li>Gruppo di lavoro fortemente motivato </li></ul><ul><li>Conoscere le elsigenze dei partecipanti </li></ul><ul><li>Allargamento della rete </li></ul>
  25. 25. Bookmarks <ul><li>www.campionatodelcappuccino.it </li></ul><ul><li>www.slideshare.net/engimtorino </li></ul><ul><li>www.youtube.com/engimtorino </li></ul>
  26. 26. Grazie per l’attenzione… Domande?

×