Buone Pratiche

757 views

Published on

Published in: Technology, Business
0 Comments
1 Like
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

No Downloads
Views
Total views
757
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
24
Actions
Shares
0
Downloads
8
Comments
0
Likes
1
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Buone Pratiche

  1. 2. LE BUONE PRATICHE IN UFFICIO Realizzato da: PROVINCIA DI SAVONA ASSESSORATO ALL’EDUCAZIONE AMBIENTALE SETTORE DIFESA DEL SUOLO E TUTELA AMBIENTALE UFFICIO EDUCAZIONE AMBIENTALE In collaborazione con: SPORTELLO ENERGIA
  2. 3. STRUMENTI DI LAVORO Quello che possiamo fare noi Usare la modalità di stampa “economy” o “bozza” Utilizzare stampanti e fotocopiatrici con funzione fronte/retro Prima di inviare il documento alla “stampa” controllare il documento con la funzione anteprima di stampa , e impostare correttamente la stampante selezionata Abilitare la modalità "risparmio" sui computer ove è consentito Evitare di mantenere le apparecchiature elettroniche in stand-by quando non si usano spegnerle del tutto: un PC in stand-by arriva a consumare anche oltre i 20 W per ora Spegnere la fotocopiatrice e la stampante di uso locale, se restano inattive per oltre mezz’ora: accesi consumano fino a 1 kWh. E’ falsa l'idea che l'accensione/spegnimento ripetuto di un computer lo danneggi, per cui può essere spento anche solo per pause di un quarto d'ora Non dimenticare di spegnere il computer e tutte le attrezzature elettroniche a fine giornata e, se possibile, disinserire la spina: i trasformatori possono continuare a consumare elettricità anche a computer spento Quello che l’Amministrazione fa Acquista stampanti e fotocopiatrici con funzione fronte/retro Compra PC e periferiche a risparmio energetico, contrassegnati dal marchio Energy Star che garantisce che l'apparecchiatura (monitor, stampante...) sia conforme al programma internazionale per il risparmio energetico
  3. 4. R I F I U T I Quello che possiamo fare noi Effettuare la raccolta differenziata utilizzando gli appositi contenitori. Molti prodotti di uso comune sono tossici o pericolosi se vengono buttati nel cestino. Non gettare assieme agli altri rifiuti le pile, le cartucce, i toner, i contenitori di prodotti tossici e/o infiammabili, i PC e i loro accessori (stampanti, monitor, ecc.): per tutti questi prodotti esiste la raccolta differenziata Utilizzare prodotti riciclati e rigenerati (carta, nastri e cartucce) Riutilizzare gli imballaggi Quello che l’Amministrazione fa Compra materiale riciclato Compra arredi “verdi” (ecopannelli)i rotoli di carta mani e igienica sono certificati ISO 14001 Acquista prodotti con marchio Ecolabel (marchio di qualità ecologica europea che attesta il ridotto impatto ambientale di tutto il ciclo di vita del prodotto) Organizza la raccolta differenziata tramite appositi contenitori (plastica—carta-toner) la raccolta di tappi in plastica è realizzata a scopo benefico Rinnova l’attuale parco macchine con vetture “Euro4”Incrementa … e le altre azioni possibili Richiedere all’impresa di pulizie l’utilizzo di prodotti “ecologici” Comprare prodotti ecologici di cancelleria sostituendo pennarelli, evidenziatori e bianchetti che possiedono solventi inquinanti che permangono nell’ambiente con cancelleria fatta con materiali solubili in acqua Usare prodotti alternativi “all’usa e getta” quali penne ricaricabili, batterie ricaricabili ecc… Acquistare asciugamani a rullo in tessuto lavabile anziché in carta Applicazione totale del Green Public Procurement (acquisti verdi) Organizzare un punto raccolta pile
  4. 5. E N E R G I A <ul><li>Quello che possiamo fare noi </li></ul><ul><li>Quando possibile privilegiare la luce solare a quella artificiale. Aumentare l’esposizione alla luce naturale ha effetti benefici sulla salute e comporta un notevole risparmio energetico </li></ul><ul><li>Quando si esce dall’ufficio o dalle sale riunioni, ricordarsi di spegnere sempre le luci </li></ul><ul><li>Usare le scale anziché l’ascensore, fa bene alla salute e all’ambiente. </li></ul><ul><li>La funzione “ stand-by ” delle attrezzature informatiche riduce, ma non annulla il consumo di energia, pertanto è opportuno spegnerle quando non vengono utilizzate </li></ul><ul><li>Mantenere il riscaldamento non oltre i 20°C di giorno e 16°C di notte , tenere le porte chiuse per evitare che il calore si propaghi in ambienti che non è necessario riscaldare </li></ul><ul><li>In estate, regolare il condizionatore sul consumo energetico ottimale di 25°C o non più di 8°C meno della temperatura esterna e comunque accenderlo solo se necessario </li></ul><ul><li>Quello che l’Amministrazione fa… </li></ul><ul><li>Installa impianti fotovoltaici per la produzione di energia elettrica negli edifici pubblici—su 3 edifici, Palazzo Nervi– ITIS G. Ferraris-ITIS Alberti, sono già presenti i pannelli solari mentre su altri 4 edifici, Scuola Materna Carcare-Istituto Commerciale Pertini -Istituto Tecnico Alberti-Istituto Tecnico Commerciale Boselli, a breve inizieranno i lavori. Inoltre, è’ in programma l’installazione di pannelli su altri edifici provinciali. </li></ul><ul><li>Sceglie lampadine a basso consumo : le lampadine sono più costose, </li></ul><ul><li>il loro prezzo però viene recuperato rapidamente: consumano </li></ul><ul><li>un quarto circa dell’energia utilizzata </li></ul><ul><li>da una lampadina a incandescenza e durano molto </li></ul><ul><li>più a lungo (circa 10-12 volte di più) </li></ul><ul><li>Stimola l’ utilizzo di fonti energetiche alternative </li></ul><ul><li>alla combustione del gasolio </li></ul>
  5. 6. C A R T A Stampare e fotocopiare su entrambe le facciate di ogni foglio Prima di stampare eseguire l’anteprima di stampa Riutilizzare le buste per la posta interna applicando l’etichetta sull’indirizzo originario Impostare il fax in modo da non sprecare un intero foglio per il solo messaggio di avvenuto invio , utilizzare il segnale sonoro oppure stampare il report sul retro del documento inviato. Sostituire il foglio di invio iniziale del fax con l’apposita striscetta adesiva contenente lo spazio su cui indicare data, mittente, destinatario, n° di fogli e oggetto La posta inutile o indesiderata può essere respinta al mittente richiedendo al mittente di togliervi dal suo indirizzario Recuperare per il loro riuso le buste imbottite In bagno , non eccedere nell’uso della carta igienica e/o asciugamani Quello che l’Amministrazione fa… Compra carta riciclata o rigenerata Compra carta per fotocopie, carta igienica o fazzoletti di carta con marchio Ecolabel , il marchio di qualità ecologica assegnato dalla UE ai beni aventi minor impatto ambientale. Così facendo, usiamo prodotti realizzati con il minimo danno per l’ambiente e favoriamo lo sbocco sul mercato dei materiali ottenuti mediante il riciclaggio. … e le atre azioni possibili Installare nei servizi igienici rotoli asciugamano in tessuto Quello che possiamo fare noi Privilegiare l’uso della posta elettronica per mandare messaggi o lettere, Riutilizzare i fogli di stampa scartati e/o stampati solo da un lato, per note, stampa bozze, blocchi per appunti, supporti per lucidi.
  6. 7. … e le altre azioni possibili Aggiungere ai rubinetti i riduttori di flusso , con tale sistema il getto si arricchisce di aria e riduce la fuoriuscita di acqua (anche del 25%) Montare WC con scarico “ultra-basso ” o con sciacquone differenziato, tali dispositivi hanno un costo piuttosto basso e consentono di risparmiare il 30 % di acqua A C Q U A Quello che possiamo fare noi Evitare di far scorrere l’acqua a lungo senza utilizzarla; lasciare il rubinetto aperto anche solo un minuto comporta uno spreco di acqua che va dai 2 ai 6 litri Quello che l’Amministrazione fa… Controlla l’impianto idrico per evitare perdite : un rubinetto che gocciola o un water che perde acqua non vanno trascurati; possono sprecare anche 100 litri d’acqua al giorno.
  7. 8. Centro di Educazione Ambientale Provinciale Orario: martedì e giovedì ore 9.00 - 12.30 / 15.00 - 17.00 Contatti: tel. 019 83 13 318 - fax 019 83 13 315 E-mail: [email_address] I N F O R M A Z I O N I Sportello Energia Orario: martedì e giovedì ore 10.00 - 12.30 Contatti: tel. 019 83 13 436 - fax. 019 83 13 315 E-mail: energia@provincia.savona.it

×