Disegna il logo del progetto Kublai

2,451 views

Published on

Contest per il logo del progetto Kublai - Un social network / laboratorio di idee e progetti creativi per lo sviluppo locale

Published in: Technology, Business
0 Comments
1 Like
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

No Downloads
Views
Total views
2,451
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
375
Actions
Shares
0
Downloads
8
Comments
0
Likes
1
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Disegna il logo del progetto Kublai

  1. 1. Disegna il logo del progetto Kublai NB. Il logo deve comprendere una proposta di lettering (e può essere anche solo lettering) Laboratorio del Leggi le altre slides per maggiori informazioni…
  2. 2. Due parole sul progetto… Dal blog di Alberto Cottica (www.cottica.net): “Funziona così: insieme a Giuseppe, Marco e altri faccio parte di un gruppo creato in seno al Laboratorio di politiche per lo sviluppo, uno spazio di ricerca e discussione del Ministero dello sviluppo economico. Questo gruppo si è posto l’obiettivo di mettere le persone che lavorano nelle cosiddette industrie creative (arti, cultura, web, hi tech) in condizioni di fare progetti di sviluppo locale, cioè di mettere a valore le loro competenze per creare economia e qualità della vita nei loro territori, soprattutto nel mezzogiorno. Per parlare con queste persone costruiremo un ambiente di lavoro multicanale, per cui faremo delle cose sul web, altre cose in Second Life, altre ancora offline. Il risultato di queste cose vorrebbe essere una nuova generazione di progetti di sviluppo locale, che creino sviluppo, coesione, fiducia, competenze locali; il nostro ambiente di lavoro non finanzierà nessun Laboratorio del progetto, ma è in grado di aiutare chi avesse necessità di un finanziamento a trovarlo, sempre che il progetto sia forte.”
  3. 3. Perché Kublai Kublai Kan era l’imperatore al quale Marco Polo racconta - nel Milione, e poi ne Le città invisibili di Calvino - delle sue terre, del suo impero, che è talmente vasto che mai è riuscito a conoscerlo approfonditamente… : “Le città invisibili si presenta come una serie di relazioni di viaggio che Marco Polo fa a Kublai Kan imperatore dei Tartari…” (dall’introduzione al libro scritta dallo stesso Calvino) Laboratorio del
  4. 4. Il progetto Kublai Il Kublai Kan, in questa metafora, è il Ministero Marco Polo = siamo un po’ noi (del gruppo di progetto), che dovremo raccontare delle provincie lontane e dei soggetti innovativi e invisibili, ma anche i soggetti stessi, che potranno per la prima volta dire di se, direttamente al Kublai Kan (il Laboratorio di politiche per lo sviluppo) , utilizzando i nuovi strumenti partecipativi e di comunicazione messi a disposizione da internet, oltre che in occasione di incontri “fisici” offline… Laboratorio del
  5. 5. Una citazione “guida” Rispose Marco Polo: “L’inferno dei viventi non è qualcosa che sarà; se ce n’è uno, è quello che è già qui, l’inferno che abitiamo tutti i giorni, che formiamo stando insieme. Due modi ci sono per non soffrirne. Il primo riesce facile a molti: accettare l’inferno e diventarne parte fino al punto di non vederlo più. Il secondo è rischioso ed esige attenzione e apprendimento continui: cercare e saper riconoscere chi e cosa, in mezzo all’inferno, non è inferno, e farlo durare, e dargli spazio.” Laboratorio del (Italo Calvino, finale di “Le città invisibili”)
  6. 6. Call for visuals Invece di incaricare un grafico, abbiamo pensato di fare una specie di call pubblica: chi ne ha voglia disegni un logo e ce lo mandi entro il 30 marzo. Il gentlemen’s agreement qui è che, se ne troviamo uno che ci piace (e siamo sicuri che lo troveremo!), riconosceremo anche economicamente - oltre che Laboratorio del con menzione sul futuro sito – il lavoro del vincitore (1000 €).
  7. 7. Per partecipare o avere maggiori informazioni: Scriveteci e inviate le vostre proposte all’indirizzo email: progettokublai@gmail.com N.B. Vi chiediamo di specificare che rilasciate i vostri lavori sotto licenza Creative Commons Attribuzione Non Commerciale 2.5 (e che quindi date la disponibilità a pubblicarli online su Flickr o in altro modo) Laboratorio del GRAZIE!

×