Successfully reported this slideshow.
We use your LinkedIn profile and activity data to personalize ads and to show you more relevant ads. You can change your ad preferences anytime.
MappeElettorali.it   Mappe del voto in Italia                     M. Marcello Verona -marcelloverona@gmail.com
Mappe elettorali.it• È un servizio online di  visualizzazione dei risultati delle  elezioni su mappa. Si basa su  dati uff...
ProblemaLe elezioni sono il processofondante della democraziamoderna, ed i risultati elettoralisono il "dato pubblico" per...
PerchéMappeElettorali.it• Il cittadino può sapere come si  è distribuito il voto nel quartiere  e nelle strade della sua c...
Market sizeMappe elettorali durante leamministrative del 2011 è statovisto da circa 4000 persone, perun totale di oltre 23...
CosaMappe elettorali al momento permette due tipi di visualizzazione:1.Risultati per singola strada (pallini colorati). In...
Di cosa cè bisogno?• Dati aperti e licenze esplicitate: al momento mappeelettorali si basa su  dati pubblici, ma non "aper...
Business modelMappe elettorali è nato comeoperazione di civic hacking,pertanto non è nato con lo scopodi realizzare profit...
Dati in input / outputI dati utilizzati sono stati finora:    Risultati delle amministrative dei comuni di Cagliari, Milan...
Tecnologia utilizzate Per realizzare Mappe elettorali sono state utilizzate le seguenti tecnologie:• Editor di testo (JEdi...
mappelettorali.t @ apps4italy
Upcoming SlideShare
Loading in …5
×

mappelettorali.t @ apps4italy

883 views

Published on

  • Be the first to comment

mappelettorali.t @ apps4italy

  1. 1. MappeElettorali.it Mappe del voto in Italia M. Marcello Verona -marcelloverona@gmail.com
  2. 2. Mappe elettorali.it• È un servizio online di visualizzazione dei risultati delle elezioni su mappa. Si basa su dati ufficiali pubblicati subito dopo le elezioni e permette di visualizzare statistiche descrittive sezione per sezione.• Il servizio è nato a seguito delle elezioni amministrative del Maggio 2011 e per ora sono disponibili le mappe del primo turno di 6 città (più i ballottaggi) e le mappe del referendum del 2011.
  3. 3. ProblemaLe elezioni sono il processofondante della democraziamoderna, ed i risultati elettoralisono il "dato pubblico" perdefinizione. Nonostante questo irisultati elettorali non hannoancora in Italia lo status di opendata, né presso il Ministerodellinterno, né presso i Comuni.
  4. 4. PerchéMappeElettorali.it• Il cittadino può sapere come si è distribuito il voto nel quartiere e nelle strade della sua città• Lanalista politico può studiare i dati, osservando come variano nel tempo le scelte politiche a livello micro• Il giornalista può informare, magari correlando i risultati con altre variabili socio economiche, direttamente su mappa• Le mappe sono belle!
  5. 5. Market sizeMappe elettorali durante leamministrative del 2011 è statovisto da circa 4000 persone, perun totale di oltre 230 ore diconsultazione.In quell’occasione è statosegnalato soltanto via Twitter eFacebook, più alcunesegnalazioni da parte dibloggers italiani.
  6. 6. CosaMappe elettorali al momento permette due tipi di visualizzazione:1.Risultati per singola strada (pallini colorati). In questo tipo di mappa è possibile sapere come le persone hanno votato nella propria strada o quartiere, come si distribuiscono i voti nella città e leggere il dettaglio della singola sezione elettorale.2.Visualizzazione per affluenza (ad es referendum nazionali). Qui il colore veicola linformazione sullaffluenza e permette di analizzare il dato sui comuni, le provincie e le regioni. Questo tipo di visualizzazione è stata ad esempio utilizzata nel referendum del 2011, nel quale il dato più interessante era laffluenza ed il raggiungimento del quorum, piuttosto che la risposta ai quattro quesiti.
  7. 7. Di cosa cè bisogno?• Dati aperti e licenze esplicitate: al momento mappeelettorali si basa su dati pubblici, ma non "aperti". Non è infatti chiaro se i dati del Ministero e dei Comuni possano essere riutilizzati, con quali limiti e per quali elaborazioni. I dati da "liberare" e da rendere scaricabili in formati aperti e machine readable sono soprattutto quelli dellarchivio storico del Ministero dellInterno, ma anche quelli dei singoli Comuni.• Switch su OpenLayers: la tecnologia utilizzata da Google (Fusion Tables) è potente e molto interessante. È però una tecnologia proprietaria, con limiti di visualizzazione giornalieri, quantità di archiviazione dati, ed altre problematiche dettate dal tipo di contratto, che mal si concilia con dati di intesse pubblico. Si sta lavorando pertanto per un utilizzo di OpenStreetMap insieme ad OpenLayers. Per alcune visualizzazioni si stanno analizzando anche Kartograph.org ed altri strumenti.
  8. 8. Business modelMappe elettorali è nato comeoperazione di civic hacking,pertanto non è nato con lo scopodi realizzare profitti.Gli introiti possono tuttaviaarrivare da servizi personalizzaticome ad esempio:data journalismaffiancamento in analisi sociopoliticheRealizzazione di mappe didettaglio
  9. 9. Dati in input / outputI dati utilizzati sono stati finora: Risultati delle amministrative dei comuni di Cagliari, Milano, Napoli, Trieste, Torino, Bologna per le amministrative 2011 ed i ballottaggi (le prime tre); Dati del referendum 2011 su privatizzazione dellacqua, nucleare, legittimo impedimento: Ministero dellinterno. Shape file con confini comunali, provinciali e regionali: ISTAT.I prossimi dati su cui si intende realizzare mappe saranno: Risultati delle amministrative del 6/7 Maggio 2012 (Parma, Verona, Genova, Palermo, LAquila, Catanzaro), disponibilità di dati permettendo; Archivio storico delle elezioni europee, con particolare riferimento allandamento dellaffluenza nei territori.Dati in output: Oltre a visualizzare le mappe, l’applicazione può esportare i dati in KML, con una licenza di tipo Creative Common BY o 0, tuttavia non avendo i dati elettorali una licenza chiarita, ci si trova in una condizione di impasse.
  10. 10. Tecnologia utilizzate Per realizzare Mappe elettorali sono state utilizzate le seguenti tecnologie:• Editor di testo (JEdit, gEdit, TextWrangler, etc) openoffice spreadsheet, abbondante uso di espressioni regolari, al fine di dare ordine a dati spesso recuperati da ostici PDF, database di appoggio MySQL.• Php per scripting, vari servizi di geocoding• Google Maps e Fusion Tables per il frontend del sito• Caffeina, teobromina ed entusiasmina in quantità :-)

×