Successfully reported this slideshow.
We use your LinkedIn profile and activity data to personalize ads and to show you more relevant ads. You can change your ad preferences anytime.

Grecia!

2,462 views

Published on

grecia geografia

Published in: Education
  • Be the first to comment

Grecia!

  1. 1. Grecia! GRECIA
  2. 2. CONFINI La Grecia confina con I mari con cui confina sono: l'Albania, la Macedonia, il mar Egeo, di Creta e la Bulgaria e la Turchia. Ionio.
  3. 3. posizione Posizione
  4. 4. Fiumi In Grecia, la conformazione del terreno, non consente la presenza di grandi fiumi. Il più importante è il Aliakmònas, che sfocia nel mar Egeo. Poi c'è l'Axios, il Penéios, l'Acheloos e l'Evros. Aliakmònas Axios Acheloos
  5. 5. CLIMA Il clima in generale sarebbe mediterraneo, secco,con estati lunghe e calde. In alcune aree dell'entroterra il clima è continentale,con precipitazioni nevose nei mesi invernali In genere il clima della Grecia è mediterraneo con estati lunghe, calde e molto secche. A nord il clima subisce gli influssi dei Balcani, in alcune zone dell'entroterra ci sono aree dal clima continentale. CLIM A
  6. 6. Le isole La maggior parte delle isole si trovano nel mar Egeo e si dividono in 9 gruppi: a sud si trova Creta, la più grande di tutte. L'isola più famosa è Santorini. Mykonos è la più bella delle isole greche, famosa per i tramonti e mulini a vento. LE ISOLE Le isole greche offrono paesaggi molto diversi tra loro: spiagge sabbiose che si estendono per chilometri, spesso deserte; tratti di costa frastagliata che celano piccole baie rocciose; un mare dai mille colori e fondali incredibili. La più bella delle isole greche è MYKONOS che è famosa per i suoi tramonti e per i mulini a vento. ZANTE è una delle isole ionie, nota per la sua bellezza, ancora sotto il dominio veneziano, famosissima è la spiaggia del Relitto.
  7. 7. Le città della della Grecia rappresentano nel nostro immaginario il la storia gloriosa, l'origine della democrazia, la filosofia, le arti figurative, la mitologia... La Grecia difatti sa offrire, oltre a Isole e mare fantastici, anche testimonianze incredibili di una civiltà di altissimo livello ed occasioni di riflessione sul valore dell'essere umano, sulle grandi imprese che si possono compiere e sui limiti che gli uomini si sono posti, e soprattutto non si sono posti, nel corso della storia. CITTA'
  8. 8. LE CASE Le case tipiche greche, hanno prevalentemente una cupola azzurra o blu per richiamare il cielo e il mare, e bianche per non richiamare il sole.
  9. 9. ATENE Atene è una metropoli cosmopolita ed è il centro economico, finanziario, industriale e culturale della Grecia, e ha una notevole importanza a livello europeo ma anche mondiale. Nel 2008 è stata classificata come la trentaduesima città più ricca del mondo per potere d'acquisto. È nota in tutto il mondo per la nascita della democrazia.
  10. 10. COSE DA VISITARE I templi di Concordia Giunone Eracle
  11. 11. Antica Grecia Teatro di Millo
  12. 12. Odeion di Erode Attico ad Atene
  13. 13. Teatro di Epidauro
  14. 14. MONETE La moneta usata in grecia è l'euro. E nell'ultima immagine, la banconota da 200 e le monete, sono vecchie.
  15. 15. CURIOSITA' Non amano la fretta Prendono la vita con tranquillità Si alzano prestissimo al mattino Lunghe pause verso sera Cenano tardi Guidano male Sorpassando anche dove non si deve
  16. 16. INSALATA GRECA INGREDIENTI: • insalata lattuga • 2 piccoli cetrioli • 2 pomodori rossi • mezza cipolla rossa dolce • 5-6 olive nere • feta greca • origano
  17. 17. JOGURT GRECO INGREDIENTI: • 1 vasetto di yogurt al naturale con fermenti lattici vivi (a temperatura ambiente) • 1 litro di latte intero (a temperatura ambiente) • 1 pentola grande • 1 vecchia coperta di lana • 1 scatola grande con coperchio • barattoli di vetro con tappo
  18. 18. MELOMAKARONA Ingredienti: Per la pasta: 7 tazze di farina e della farina per impastare, mezzo cucchiaini di bicarbonato, un pizzico di sale, 2 cucchiai di olio di oliva, 1 ¼ tazza di zucchero, mezzo bicchiere di cognac o liquore secco, 3 arance sbucciate e spremute, 4 cucchiaini di cannella, mezzo cucchiaino di chiodi di garofano, un pizzico di noce moscata. Per lo sciroppo: 2 tazze di miele, 1 tazza di zucchero, 1 bastoncino di cannella, chiodi di garofano, 1 limone sbucciato e spremuto, 1 tazza d’acqua Per la copertura: mandorle sgusciate, 1 cucchiaio di zucchero, 1 cucchiaino di cannella
  19. 19. APERITIVI Come aperitivo alcolico si può servire l'ouzo a base di anice. Si può aromatizzare con la menta e il finocchio.
  20. 20. ALCOLICI Spesso alla fine dei pasti viene bevuto il Brandy e il Raky, una grappa bianca e dolce e si può preparare un aperitivo: il “Rakomelo” Brandy Raky Rakomelo
  21. 21. LA MODA La moda della Grecia è la seguente =>
  22. 22. Moda antica Grecia
  23. 23. MARE
  24. 24. Speriamo che vi sia piaciuto, grazie da Elena e Aurora Vi ringraziamo di cuore anche se non ce l'abbiamo Vi ringraziamo per la poca attenzione che ci date!
  25. 25. Per prima cosa si comincia dallo sciroppo. Mettere il miele, lo zucchero, la cannella, chiodi di garofano e la buccia del limone in una casseruola ed aggiungervi dell’acqua. Mettere sul gas a fuoco lento e portare ad ebollizione, lasciando sobbollire per circa 5-10 minuti. quando è pronto aggiungere il succo di limone e lasciare raffreddare bene. Si devono poi preparare le mandorle, che devono essere tostate in forno a circa 175°C per 1 minuti – quindi fino a che iniziano a colorarsi. Quando si sono raffreddate devono essere tritate finemente ad esempio usando un robot tritatutto, facendo attenzione ad usare la modalità d alternanza per non fare rilasciare olio alle mandorle. Una volta ottenuta la farina di mandorle tostate deve essere mischiata allo zucchero e alla cannella, nelle dosi prima preparate, e lasciata macerare da parte. È giunto poi il momento di fare la base dei biscotti. In una terrina setacciare la farina, il bicarbonato e il sale, mentre in un’altra scodella deve essere stemperato lo zucchero con l’olio d’oliva servendosi di un cucchiaio di legno. A questa crema a base di olio e zucchero bisogna aggiungere il cognac, le bucce d’arancia tritate, le spezie a piacimento e il succo di 2 arance e continuare a mescolare per far ottenere un impasto cremoso, tendente al liquido. Una volta pronto, incorporare la farina, prima setacciata, un po’ per volta continuando a mescolare e facendo attenzione che non si formino grumi, fino ad ottenere un impasto malleabile e soffice, aggiungendo della farina se fosse troppo morbido e più succo d’arancia se fosse troppo duro e secco. Il composto deve essere poi poggiato su un piano di lavoro infarinato e lavorare con i polpastrelli per circa un quarto d’ora. Quando è pronto, si prendono piccole dosi di impasto (circa un paio di cucchiaini) e si formano delle pagnottelle ovali con le mani. Queste andranno disposte in una teglia da forno precedente imburrata o rivestita di carta forno e leggermente schiacciate sulla superficie. Infornare i “Melomakarona” in forno preriscaldato (200/220°C) per circa una ventina di minuti finché quindi non saranno dorati. Una volta pronti sfornare e lasciare raffreddare bene. Quando sono freddi, ogni melomakarona deve essere immerso per circa un minuto nella ciotola dove in precedenza era stato preparato lo sciroppo. Rimuovere i biscotti servendosi di un cucchiaio bucato e rigirarli con le mandorle tritate prima affinché siano ben insaporiti. I biscotti si conservano per qualche giorno a temperatura ambiante.

×