Successfully reported this slideshow.
We use your LinkedIn profile and activity data to personalize ads and to show you more relevant ads. You can change your ad preferences anytime.
COMENIUS
REAGIR POUR L’AVENIR
riflessioni e considerazioni
Ringrazio la scuola per avermi dato la
possibilità di partecipare a questo progetto.
È stato il mio primo viaggio senza la...
All’inizio del viaggio in Germania ero
un po’ansioso perché non sapevo a
cosa stessi andando incontro. Ma poi
mi sono trov...
Hotrovatoilviaggiomolto
divertente,avventurosoed
estremamenteeducativo;infatti
hopotutoconfrontarelaloro
scuolacon lanostr...
Questo viaggio secondo
me è stato bellissimo
non solo per le
escursioni ma anche
per aver fatto nuove
conoscenze con ragaz...
La settimana trascorsa in Germania
non la dimenticherò mai. Ho
conosciuto alunni e prof di molti
paesi europei , sono stat...
Vi ringraziamo per la
vostra attenzione.
Autori:
Donato Fiore;
Marina Pagliuso;
Luigi Marrucchelli;
Ambrogio Biancofiore;
...
La fine di questa esperienza è stata molto triste.
All’inizio di questa fantastica settimana non volevo
stare con la mia “...
Questa esperienza mi è piaciuta perché è stato
molto emozionante sentirsi legati con altre
nazioni Francia, Spagna, German...
Sono molto felice di aver partecipato al progetto Comenius ,
insieme agli alunni della 2^ E e 2^ D .
Mi sono recata in Fra...
Amo viaggiare per scoprire altri paesi e conoscere
persone di altre culture.
“Réagir pour l’avenir” mi ha permesso di cono...
Questo viaggio è stato meraviglioso e ci siamo
divertiti un mondo.
Il bello era proprio stare senza genitori, stare in una...
BAL EUROPÉEN
Da questo viaggio in Spagna mi
porto nel cuore l’affetto del mio
corrispondente Pablo, della sua
mamma Joly e di tutti i s...
Questo viaggio in Spagna ha rappresentato
per me un’occasione davvero interessante,
istruttiva e divertente. Interessante ...
Il viaggio e la permanenza sono
stati molto belli ed educativi. La
cosa che mi ha colpito di più è
stata l’affettuosità de...
L’esperienza da poco conclusa è
stata davvero positiva. Un
viaggio che non dimenticherò
mai! La settimana più bella della
...
GIORGIALe valigie erano pronte e la gioia
di partire era immensa ma non
nascondo che un po’ di paura
c’era: paura di andar...
E PER AVERE UN’IDEA CONCRETA, GIORNO PER GIORNO, DI CIÒ
CHE ABBIAMO VISSUTO……BUONA VISIONE A TUTTI!
Un grazie speciale al nostro Preside che ha creduto nel progetto Comenius e alle nostre professoresse Alda
Di Santo, Anton...
Considerazioni e riflesssioni  - Italie- Scuola Secondaria di I Grado “Giovanni Bovio” Foggia
Considerazioni e riflesssioni  - Italie- Scuola Secondaria di I Grado “Giovanni Bovio” Foggia
Considerazioni e riflesssioni  - Italie- Scuola Secondaria di I Grado “Giovanni Bovio” Foggia
Upcoming SlideShare
Loading in …5
×

Considerazioni e riflesssioni - Italie- Scuola Secondaria di I Grado “Giovanni Bovio” Foggia

1,962 views

Published on

http://reagirpourlavenir.blogspot.com

Published in: Education
  • Be the first to comment

Considerazioni e riflesssioni - Italie- Scuola Secondaria di I Grado “Giovanni Bovio” Foggia

  1. 1. COMENIUS REAGIR POUR L’AVENIR riflessioni e considerazioni
  2. 2. Ringrazio la scuola per avermi dato la possibilità di partecipare a questo progetto. È stato il mio primo viaggio senza la mia famiglia eppure, grazie alle insegnanti ed agli amici, non ho mai avvertito il senso di solitudine e di lontananza da casa mia. Ho avuto la opportunità di conoscere le abitudini scolastiche di un’altra Nazione, che devo dire mi hanno davvero affascinato. L’accoglienza a scuola è stata calorosa, infatti, pur avendo frequentato una scuola tedesca posso dire che, per quanto si possa dire, i tedeschi sono stati cordiali ed ospitali. Anche la famiglia che mi ha ospitato è stata cortese. Sebbene, il mio corrispondete fosse più grande di me, ho fatto subito amicizia ed a casa sua mi sono sentito a mio agio. Questa esperienza mi arricchito molto sia da un punto di vista della crescita che da un punto di vista culturale poiché ho potuto visitare posti nuovi e conoscere gente con culture ed abitudini diverse da quelle italiane. Donato Fiore
  3. 3. All’inizio del viaggio in Germania ero un po’ansioso perché non sapevo a cosa stessi andando incontro. Ma poi mi sono trovato molto bene nella famiglia e mi sono anche divertito. Mi ha fatto piacere anche conoscere le abitudini di persone di altre nazioni. Per me è stato un viaggio molto istruttivo, infatti ho scoperto che le risorse di energia sono diminuite molto e se non facciamo qualcosa potrebbero finire per sempre. Ma nello stesso tempo queste risorse non devono essere nocive all’ambiente. Questa discussione mi ha fatto pensare molto a cosa dovremmo fare. Comunque mi sono preso anche una pausa dalle abitudini quotidiane e dalla vita frenetica di tutti i giorni. Luigi Marucchelli
  4. 4. Hotrovatoilviaggiomolto divertente,avventurosoed estremamenteeducativo;infatti hopotutoconfrontarelaloro scuolacon lanostraehonotato che,grazieainumerosi laboratori,lelezioniin Germaniasonomoltomeno teoriche rispettoallenostre. Inoltre,poichèimieicompagni tedeschihannoiltempopieno, dopolequattrononhanno compitiacasa.Mihannocolpito anchelecasetedesche,tutte autonomeecongiardino.Non hovistopalazzi con appartamenti,mamoltoverdee ungranderispetto per l'ambiente. Èstatoilviaggiopiù avventurosoedemozionante dellamiavitaelorifareialtre centovolte!!! Marina Pagliuso
  5. 5. Questo viaggio secondo me è stato bellissimo non solo per le escursioni ma anche per aver fatto nuove conoscenze con ragazzi di altri paesi. Della Germania mi ha colpito l’ordine e soprattutto la cura dell’ambiente nonostante le numerose industrie e fabbriche presenti. Ambrogio Biancofiore
  6. 6. La settimana trascorsa in Germania non la dimenticherò mai. Ho conosciuto alunni e prof di molti paesi europei , sono stati tutti molto gentili e sono riusciti ad aiutarci per qualunque problema. Il viaggio, il primo per me è stato molto tranquillo e rilassante, ma soprattutto veloce grazie ai 35 minuti di anticipo da Bari a Maastrict! sono rimasto deluso del comportamento del mio corrispondente, che non ha cercato di costruire amicizia con me, ma la famiglia è stata molto gentile con me e mi ha trattato come un figlio. Ringrazio la prof Di Santo per avermi offerto questa opportunità e le prof Urbano e Pontone per la loro disponibilità, l’organizzazione e l’aiuto datomi! Rocco Grosso
  7. 7. Vi ringraziamo per la vostra attenzione. Autori: Donato Fiore; Marina Pagliuso; Luigi Marrucchelli; Ambrogio Biancofiore; Rocco Grosso.
  8. 8. La fine di questa esperienza è stata molto triste. All’inizio di questa fantastica settimana non volevo stare con la mia “corrispondente”, non mi sentivo a mio agio, era tutto così diverso rispetto all’Italia, alla mia scuola. Man mano che i giorni passavano sentivo che mi legavo sempre di più ai nuovi amici, ai prof e alla mia “corrispondente”. Abbiamo tanti luoghi carichi di storia e di interesse ambientale. Orlèans, è grande e bellissima e ripeto e ripeterò sempre: la Francia … est magnifique! Samuele Figurelli
  9. 9. Questa esperienza mi è piaciuta perché è stato molto emozionante sentirsi legati con altre nazioni Francia, Spagna, Germania, Polonia, Romania da una sola lingua: il francese. Mi ha colpito il modo in cui si sono comportati ragazzi e professori con noi, come se ci conoscessimo da tanto tempo;la famiglia che mi ha accolto e mi ha trattato come se fossi una seconda figlia; il legame creatosi con tutti i membri del progetto; le emozioni di tutta la settimana; l’argomento trattato che ci ha fatto molto riflettere sul Pianeta, su come salvarlo e rimediare agli errori passati, ma soprattutto Rita, la mia corrispondente, una ragazza dalle mille qualità con la quale ho legato molto e credo che, proprio grazie a questo progetto, rimarremo in contatto e in amicizia per sempre. Grazie a tutti di cuore! Giulia Del Vecchio
  10. 10. Sono molto felice di aver partecipato al progetto Comenius , insieme agli alunni della 2^ E e 2^ D . Mi sono recata in Francia precisamente ad Orléans e sono stata ospitata da una famiglia simpaticissima ; la mia corrispondente è stata Léna , una ragazza molto gentile… in poche parole una ragazza fantastica! Con lei ho legato tantissimo e per una settimana mi è sembrato di avere una sorella maggiore. Una delle esperienze che più mi è piaciuta è stata la visita alla “casa passiva” chiamata così perché si rifornisce di energia grazie ai pannelli solari situati sul tetto e ricicla l’acqua piovana per gli utilizzi non alimentari. Questo viaggio ha permesso a noi ragazzi non solo di imparare un’ altra lingua, ma è stato un vero e proprio scambio interculturale. Claudia Agriesti.
  11. 11. Amo viaggiare per scoprire altri paesi e conoscere persone di altre culture. “Réagir pour l’avenir” mi ha permesso di conoscere ragazzi di tutta l’Europa e di scambiare con loro idee sulle soluzioni per salvaguardare il futuro del nostro pianeta, quindi il nostro futuro. Ho anche avuto la fortuna di essere ‘adottato’ per una settimana da una famiglia francese meravigliosa. È stata un’esperienza molto interessante sia a livello umano sia a livello culturale e questo viaggio rimarrà un ricordo da custodire per sempre. Laurens Salvatori
  12. 12. Questo viaggio è stato meraviglioso e ci siamo divertiti un mondo. Il bello era proprio stare senza genitori, stare in una famiglia nuova, parlare una lingua diversa. I ragazzi, i professori e le famiglie sono stati gentili, educati, accoglienti, generosi con noi ci hanno fatto sentire a casa. Abbiamo visitato Orlèans, una città bellissima e grande e abbiamo fatto shopping. Abbiamo anche fatto amicizia con ragazzi di altre nazionalità. Non dimenticherò mai questa bellissima esperienza, mi ha riempito il cuore di gioia e la ripeterei all'infinito. Paola Pizza
  13. 13. BAL EUROPÉEN
  14. 14. Da questo viaggio in Spagna mi porto nel cuore l’affetto del mio corrispondente Pablo, della sua mamma Joly e di tutti i suoi amici. Il giorno dell’arrivo in Spagna avevo il cuore che mi batteva forte per la paura, mi spaventava il fatto di dover andare in un Paese estero, di conoscere una famiglia con tradizioni e culture diverse dalle mie. Invece come un incantesimo questo incontro è stato favoloso sembrava di conoscerli già da sempre. L’accoglienza tra professori e corrispondenti è stata eccezionale,all’ inizio ho avuto un po’ di difficoltà nel parlare in lingua francese ma dopo qualche giorno è stato più semplice. Questa esperienza mi ha insegnato tanti valori che mi porterò per tutta la vita. FRANCESCO
  15. 15. Questo viaggio in Spagna ha rappresentato per me un’occasione davvero interessante, istruttiva e divertente. Interessante perché non capita tutti i giorni di poter andare in un altro Paese e conoscerne da vicino le usanze e le abitudini di vita; istruttiva perché, trovandoti in un posto straniero dove non si parla la tua lingua madre devi sforzarti ad usare un’altra lingua per poter socializzare; e ,infine, divertente perché si instaura subito un rapporto di amicizia tra gli studenti e, non solo con chi ti ospita ma anche con tutti gli altri ragazzi della scuola con i quali alla fine ci si diverte insieme, imparando l’uno dall’altro. Certo, non mancano le paure: il giorno della partenza avevo paura di conoscere la mia corrispondente e la sua famiglia e di non riuscire ad esprimermi con loro ... ma poi tutto si è risolto in una bolla di sapone. Sono stata accolta davvero bene e la settimana, come accade per tutte le cose belle, è volata senza che me ne ccorgessi. Grazie a questa esperienza posso dire di essere cresciuta e maturata e, per sempre porterò nel mio cuore la gioia, l’amicizia e la serenità di questi giorni. Anna
  16. 16. Il viaggio e la permanenza sono stati molto belli ed educativi. La cosa che mi ha colpito di più è stata l’affettuosità della famiglia del mio corrispondente Andres. La prima volta che mi ha visto subito mi ha salutato e mi ha presentato i suoi genitori,anche loro molto cordiali e solari. La caratteristica più bella degli spagnoli è che ridono sempre e che non piangono mai (almeno credo). Il momento più brutto è stato quello dell’addio. Spero di tornare presto in Spagna. Piervito
  17. 17. L’esperienza da poco conclusa è stata davvero positiva. Un viaggio che non dimenticherò mai! La settimana più bella della mia vita! È un’emozione fortissima quella che si prova nell’essere ospite di una famiglia sconosciuta cercando di capirne le tradizioni e i modi di vivere. Ho avuto la fortuna di aver trovato in Spagna una famiglia formidabile e, dopo pochi minuti di convivenza con Laura, già mi sembrava di conoscerla da tempo. Tutti sono stati magnifici, ragazzi e professori. Insomma, un’esperienza che rifarei un milione di volte e che soprattutto consiglio a chiunque sia pronto a mettersi in gioco. Lidia
  18. 18. GIORGIALe valigie erano pronte e la gioia di partire era immensa ma non nascondo che un po’ di paura c’era: paura di andare in casa di persone che non parlavano italiano, paura di non riuscire a comunicare … Una volta toccato, però, il suolo spagnolo ci è voluto un attimo per capire che sarei riuscita ad adattarmi. Abbiamo visto tante cose belle e ci siamo relazionati con persone di Stati e culture diverse dalla nostra e per questo ringrazio la scuola per avermi dato una simile opportunità: provare emozioni che non dimenticherò mai.
  19. 19. E PER AVERE UN’IDEA CONCRETA, GIORNO PER GIORNO, DI CIÒ CHE ABBIAMO VISSUTO……BUONA VISIONE A TUTTI!
  20. 20. Un grazie speciale al nostro Preside che ha creduto nel progetto Comenius e alle nostre professoresse Alda Di Santo, Antonella Tilli, Maria Nicolina Corbo.

×