I vasi greci

35,459 views

Published on

Come gli antichi Greci realizzavano i vasi; descrizione di alcuni tipi di vasi visti al museo di storia ed arte a Trieste (Italy)

Published in: Education
0 Comments
1 Like
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

No Downloads
Views
Total views
35,459
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
315
Actions
Shares
0
Downloads
98
Comments
0
Likes
1
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

I vasi greci

  1. 2. Nell’ antica Grecia i vasi erano considerati un bene preziosissimo : facevano parte del corredo per le spose, venivano consegnati agli atleti vincitori di gare sportive, venivano messi accanto al defunto nel viaggio verso l’al di là. I vasi potevano essere dipinti con due tecniche diverse. TECNICA A FIGURE NERE : dopo essere stato modellato, il vaso veniva immerso in una vasca che conteneva argilla molto liquida e polvere di ocra. Poi veniva dipinto con la vernice nera ricavata dalla mescolanza di polvere di carbone, minerali scuri e argilla. LA CITTA’ DI CORINTO ERA FAMOSA PER LA PRODUZIONE DI VASI CON QUESTA TECNICA
  2. 3. TECNICA A FIGURE ROSSE : è tipica della città di Atene nel quartiere ceramico cerano le botteghe dei vasai. Il quartiere si trovava in una zona periferica in quanto le fornaci potevano causare incendi e distruggere le case che erano costruite in legno. Questa tecnica era anche detta “a risparmio” in quanto si colorava lo sfondo di nero e si lasciavano le figure in terracotta .
  3. 4. I colori usati dai greci erano naturali: BIANCO: argilla + pietra calcarea in polvere ROSSO: argilla + ocra in polvere + porpora ricavata dalle conchiglie GIALLO: argilla + ocra in polvere NERO: argilla + polvere di carbone + minerali scuri TECNICHE DI COTTURA: se il forno viene chiuso ermeticamente il vaso esce completamente nero; se si lascia filtrare l’aria il vaso esce color marroncino. I vasi possono essere cotti anche 3-4 volte per dare una colorazione più intensa.
  4. 5. I vasi esposti nel museo provengono da Atene, da Corinto e dalla magna Grecia ( Puglia , Campania, Basilicata e Sicilia,) I vasi prodotti dalla magna Grecia avevano un’ argilla meno ocra ed erano più opachi; le figure erano più sparse Gli Etruschi imitarono i Greci, ma utilizzarono soggetti diversi e i loro vasi erano neri neri. Si chiamano BUCCHERI .
  5. 6. COLLO SPALLA VENTRE PIEDE
  6. 7. Tipo di vaso : calice . Tecnica decorativa : il vaso è fatto in ceramica nera . Datazione : VII-VI sec. a.C . Provenienza : il calice è di origine etrusca . Descrizione : il colore nero è metallico, perché è stato cucinato 4-5 volte con aggiunta di polvere di carbone . Uso : il calice era usato per bere vino .
  7. 8. Tipo di vaso : spurinas . Tecnica decorativa : colore nero . Datazione : tra il 525 e il 476 a.C . Provenienza : dalla classe della ceramica . Descrizione : c’è un iscrizione sul fondo, proviene probabilmente da Vulchi .
  8. 9. Tipo di vaso : anfora pantana Tecnica lavorativa : ceramica attica Datazione : 1405 a.C . Descrizione : ha lo sfondo nero con delle strisce rosse e disegni neri Uso : veniva usato per premiare gli atleti Provenienza : dall’ Attica
  9. 10. Tipo di vaso : rhyton Tecnica lavorativa : lamina d’argento sbalzata Descrizione : rappresenta la testa di un giovane cerbiatto dall’eccezionale resa naturalistica Uso : serviva per versare il vino agli dei
  10. 11. Tipo di vaso : kantharos Tecnica decorativa : ceramica apula a figure rosse Datazione : 350-300 a.C . Provenienza : gruppo Menzies Descrizione : nell’ immagine compare il dio Eros che rappresenta un uomo e una donna; ha le ali e si sta specchiando Uso : è una coppa per bere vino
  11. 12. Tipo di vaso : anfora a profilo continuo Tecnica decorativa : ceramica nera Datazione : VII-VI Provenienza : Etrusca Descrizione : anfora in ceramica nera con decorazione nera Uso : veniva usato per raccogliere l’acqua Tipo di vaso : anfora a collo distinto . Tecnica decorativa : ceramica nera. Provenienza : Etrusca . Descrizione : il vaso è colore nero metallico con aggiunte di carbone. Uso : il vaso serviva per contenere il vino .
  12. 13. Tipo di vaso : kylix . Tecnica decorativa : Sfondo nero a figure rosse . Datazione : 330-300 a.C . Provenienza : Scuola di Cuma .C Decorazione : Ci sono due donne con delle piante ai bordi del vaso e tra le donne ci sono dei dischi . Uso : conteneva oli profumati .
  13. 14. Tipo di vaso : Alabastron Tecnica decorativa : figure nere . Datazione : VII-VI a.C. Produzione : ceramica corinzia Descrizione : colore giallastro con decorazione a forma di goccia Uso : contenitore di essenze Tipo di vaso : Aryballon Tecnica decorativa : sfondo giallastro con incisioni nere . Datazione : VII-VI a.C. Descrizione : aveva uno sfondo ocra giallo con decorazioni nere; su questo vaso sono rappresentati animali reali o fantastici . Uso : nell’antichità serviva per contenere il profumo .
  14. 15. Tipo di vaso : Lekythos . Tecnica decorativa : Figure nere . Datazione : 470 a.C . Provenienza : Atene Descrizione : al centro del vaso ci sono disegni geometrici
  15. 16. Tipo di vaso : coppa Tecnica decorativa : figure rosse su sfondo nero . Datazione : 425- 400 a.C . Provenienza : Atene Descrizione : scena con due atleti decorata con foglie di ulivo simbolo della vittoria.
  16. 17. Tipo di vaso : cratere a calice Tecnica decorativa : decorazioni col colore rosso Provenienza : Gnathia Descrizione : Dietro ha molte palline rosse, davanti ha disegnato, nella prima fila dei pesci, nella seconda delle foglie di alloro e sotto le due file delle maschere teatrali . Uso : vi si mescolava il vino che era troppo forte con l’ acqua

×