La Multimedialità compagna di banco:  <br />I CDD (Contenuti Didattici Digitali) <br />NELLA DIDATTICA QUOTIDIANA<br />Asi...
QUESTIONI DI FONDO<br />2<br />COME SONO I NOSTRI ALUNNI<br />COME IMPARANO<br />http://twr-power-system.com/images/Questi...
3<br />La scuola e il mondo <br />dei digital native<br />a cura di Liboria (Lidia) Pantaleo  - Licenza Creative Commons 2...
4<br />a cura di Liboria (Lidia) Pantaleo  - Licenza Creative Commons 2.5 Italia<br />
5<br />“La conoscenza non risiede più in un luogo limitato , ma l’apprendimento diventa “una rete di elementi distribuiti....
6<br />vive nel WEB<br />vive nella comunicazione<br />Impara<br />medialmente<br />Impara per esperienze<br />Vive con e ...
APPRENDIMENTO-MEDIA<br />metafora<br />SE APPRENDIMENTO inteso come una modificazione del comportamento in base a uno Stim...
SE APPRENDIMENTO inteso come processo attivo e costruttivo dove c’è stretta relazione tra processi interni al soggetto e p...
SE APPRENDIMENTO inteso  come un processo frutto di tutte le relazioni che si instaurano tra soggetto e realtà, relazioni ...
ALLORA MEDIA E CDD mediatori culturali, medium che stanno tra il fruitore e l’autore;  media che fanno parte di un sistema...
Metafora per la scuola anteICT<br />Metafora per i docenti<br />Metafora per gli alunni<br />11<br />http://lnx.worldhands...
12<br />APPRENDIMENTO<br />L’apprendimento non deve portarci su un certo punto, <br />deve permetterci di andare oltre con...
13<br />MEDIA - CDD<br />L’efficacia  formativa non è determinata dalla multimedialità di per sé (Merril, 1997)<br />MA<br...
Realizzare CDD  può offrire la possibilità all’alunno di crescere nelle proprie competenze o expertise  tramite la conosce...
15<br />A PATTO CHE: <br /> Non si punti esclusivamente sui contenuti<br /> non sia un artefatto meramente autoistruzional...
16<br /> sia una risorsa contestualizzata (l’apprendimento avviene in un contesto sociale)<br /> abbia uno scopo adhocrati...
17<br />CDD vs LO<br />CDD<br />LO<br />Ricerca<br />Sviluppo <br />Uso <br />Progettazione<br />Condivisione<br />Costi<b...
18<br />CREARE CDD: i 5 passi <br />1° PASSO<br />a cura di Liboria (Lidia) Pantaleo  - Licenza Creative Commons 2.5 Itali...
19<br />Alcune domande utili che ci possono far da guida (Taba , 1962 e Tyler, 1949, Pellerey, 1983) <br /> Quali esperien...
20<br /> Quali obiettivi sono ragionevolmente raggiungibili? <br /> Quale percorso è più efficiente? <br /> Come minimizza...
21<br />2° PASSO<br />a cura di Liboria (Lidia) Pantaleo  - Licenza Creative Commons 2.5 Italia<br />
22<br />Interfaccia di navigazione<br />Scheda di analisi finale<br />3° PASSO<br />4° PASSO<br />5° PASSO<br />a cura di ...
23<br />Alcune puntualizzazioni<br />Realizzare CDD investe la microprogettazione, quindi la scelta di contenuti formalizz...
RICAPITOLANDO….<br />EDUCAZIONE CON I MEDIA<br />EDUCAZIONE AI MEDIA<br />EDUCAZIONE ATTRAVERSO  I MEDIA<br />24<br />http...
25<br />Biblio-sitografia di approfondimento<br />Testi-articoli<br />Siel Macerata 2007, Giovanni Bonaiuti<br />http://ww...
26<br />Jclic<br />http://clic.xtec.cat/en/jclic/download.htm<br />http://nilocram.altervista.org/spip/article.php3?id_art...
27<br /> <br />Titolo: La Multimedialità compagna di banco  I CDD (Contenuti Didattici Digitali) NELLA DIDATTICA QUOTIDIAN...
Upcoming SlideShare
Loading in …5
×

Multimedialita compagna di banco ad ASIAGO

903 views

Published on

Tecnologia e didattica: un binomio per dare plusvalore all'intervento educativo nella scuola di oggi.

Published in: Education
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
903
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
4
Actions
Shares
0
Downloads
1
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Multimedialita compagna di banco ad ASIAGO

  1. 1. La Multimedialità compagna di banco: <br />I CDD (Contenuti Didattici Digitali) <br />NELLA DIDATTICA QUOTIDIANA<br />Asiago 7- 9 settembre 2010<br />Liboria (Lidia) Pantaleo<br />
  2. 2. QUESTIONI DI FONDO<br />2<br />COME SONO I NOSTRI ALUNNI<br />COME IMPARANO<br />http://twr-power-system.com/images/QuestionGuy.jpg<br />COME CONOSCONO<br />COME USANO I MEDIA<br />COME INTENDIAMO L’APPRENDIMENTO in rapporto ai MEDIA<br />QUALE SCUOLA VOGLIAMO<br />QUALE APPRENDIMENTO VOGLIAMO PERSEGUIRE<br />a cura di Liboria (Lidia) Pantaleo - Licenza Creative Commons 2.5 Italia<br />
  3. 3. 3<br />La scuola e il mondo <br />dei digital native<br />a cura di Liboria (Lidia) Pantaleo - Licenza Creative Commons 2.5 Italia<br />
  4. 4. 4<br />a cura di Liboria (Lidia) Pantaleo - Licenza Creative Commons 2.5 Italia<br />
  5. 5. 5<br />“La conoscenza non risiede più in un luogo limitato , ma l’apprendimento diventa “una rete di elementi distribuiti.”<br />George Siemens<br />http://www.elearnspace.org/Articles/learning_communities.htm<br />a cura di Liboria (Lidia) Pantaleo - Licenza Creative Commons 2.5 Italia<br />
  6. 6. 6<br />vive nel WEB<br />vive nella comunicazione<br />Impara<br />medialmente<br />Impara per esperienze<br />Vive con e tra le tecnologie<br />vive nelle immagini <br />http://www.icsgandhifirenze.altervista.org/stefano.gif<br />Impara per “velocità”<br />Impara in plurimodalità<br />a cura di Liboria (Lidia) Pantaleo - Licenza Creative Commons 2.5 Italia<br />
  7. 7. APPRENDIMENTO-MEDIA<br />metafora<br />SE APPRENDIMENTO inteso come una modificazione del comportamento in base a uno Stimolo che comporta una Risposta<br />(comportamentismo)…<br />ALLORA MEDIA E CDD meri facilitatori alla stregua delle macchine di Skinner , quindi si traducono in “istruzioni” per massimizzare l’apprendimento e manipolare il comportamento, produrre pacchetto di nozioni, di conseguenza ruolo passivo del fruitore/studente/alunno.<br />7<br />http://www.entertainmentearth.com/images/%5CAUTOIMAGES%5CEL112305lg.jpg<br />a cura di Liboria (Lidia) Pantaleo - Licenza Creative Commons 2.5 Italia<br />
  8. 8. SE APPRENDIMENTO inteso come processo attivo e costruttivo dove c’è stretta relazione tra processi interni al soggetto e processi esterni legati a segni, linguaggi, strumenti simbolici (cognitivismo)…<br />http://earlyhumans.mrdonn.org/introd7.gif<br />ALLORA MEDIA E CDD amplificatori dei processi <br />di pensiero (Bruner), capaci di offrire occasioni <br />di conoscenza, di promuovere l’approccio ad <br />essa tramite più canali e modalità (Gardner, <br />Olson) acquisendo l’intelligenza che i media <br />recano in sé, di sfruttare le loro potenzialità simboliche (Salomon), di attivare strutture visive e verbali e di elaborare informazioni usando più canali (Mayer), di mettere in relazione conoscenze e abilità.<br />metafora<br />8<br />a cura di Liboria (Lidia) Pantaleo - Licenza Creative Commons 2.5 Italia<br />
  9. 9. SE APPRENDIMENTO inteso come un processo frutto di tutte le relazioni che si instaurano tra soggetto e realtà, relazioni mediate per le caratteristiche del contesto stesso (es. linguaggio, codici condivisi, strumenti che vi si trovano) e che avvengono all’interno di una comunità, dove tra norme e regole, i soggetti lavorano non isolatamente e che, quindi, si connota come situato e distribuito (approccio socio-culturale)…<br />ALLORA….<br />9<br />a cura di Liboria (Lidia) Pantaleo - Licenza Creative Commons 2.5 Italia<br />
  10. 10. ALLORA MEDIA E CDD mediatori culturali, medium che stanno tra il fruitore e l’autore; media che fanno parte di un sistema di attività (Vygotskji, Cole) dove l’alunno non è solo “con i media”, ma insieme agli altri impara “attraverso i media” e tramite le pratiche poste in essere dal docente-regista-organizzatore, interagisce con i media non passivamente, ma “in doing” (facendo) ; dove non è l’uso del media a fare la differenza, ma il modo con cui esso è integrato nella struttura dell’attività; dove l’alunno può recuperare il gap tra scuola e la sua realtà digitale e dove da conoscente si può trasformare in “capace di conoscere” sviluppando la sua identità all’interno di una comunità di apprendimento (Greeno) e passando dalla percezione del segno all’elaborazione e interpretazione del suo significato usando modalità e linguaggi che vive come “naturali”.<br />10<br />a cura di Liboria (Lidia) Pantaleo - Licenza Creative Commons 2.5 Italia<br />
  11. 11. Metafora per la scuola anteICT<br />Metafora per i docenti<br />Metafora per gli alunni<br />11<br />http://lnx.worldhands.it/wp-content/uploads/2009/07/gulliver1.jpg<br />http://campodarsego.blogolandia.it/files/2009/06/banda.jpg<br />http://www.puffi.biz/img/puffoforzuto.gif<br />a cura di Liboria (Lidia) Pantaleo - Licenza Creative Commons 2.5 Italia<br />
  12. 12. 12<br />APPRENDIMENTO<br />L’apprendimento non deve portarci su un certo punto, <br />deve permetterci di andare oltre con maggiore facilità. (Bruner)<br />“Se sono gli insegnanti a stabilire cosa sia importante conoscere, come farlo e come imparare, gli studenti non potranno esercitare l’intenzionalità e la costruzione per il semplice fatto che non è loro permesso” (Jonassen)<br />Nella vita siamo chiamati a svolgere attività, a risolvere problemi, non a ripetere informazioni. Perchè la scuola insegna a ripetere informazioni? (Jonassen)<br />L’apprendimento deve sviluppare competenze per poter mettere in condizione<br />gli alunni di elaborare nuovi modelli che conducano ad un cambiamento <br />della conoscenza già esperita e ad un apprendimento significativo. (Novak)<br />a cura di Liboria (Lidia) Pantaleo - Licenza Creative Commons 2.5 Italia<br />
  13. 13. 13<br />MEDIA - CDD<br />L’efficacia formativa non è determinata dalla multimedialità di per sé (Merril, 1997)<br />MA<br />è data dalla rilevanza che il medium può assumere rispetto all’obiettivo che si vuole raggiungere e alla strategia didattica che si mette in atto.<br />http://www.bimbiesorrisi.com/blog/wp-content/uploads/2010/06/domande.jpg<br />SE, COME, DOVE, PERCHE’, QUANDO USARLI?<br />a cura di Liboria (Lidia) Pantaleo - Licenza Creative Commons 2.5 Italia<br />
  14. 14. Realizzare CDD può offrire la possibilità all’alunno di crescere nelle proprie competenze o expertise tramite la conoscenza su oggetti, simboli, azioni, componenti fisici e materiali integrando individuo e sua soggettività in un sistema di attività dove il significato e gli esisti della stessa hanno valore profondo per la cognizione del soggetto che vi partecipa.<br />14<br />http://www.skating-gima.it/home/misc/ska_motion3.png<br />a cura di Liboria (Lidia) Pantaleo - Licenza Creative Commons 2.5 Italia<br />
  15. 15. 15<br />A PATTO CHE: <br /> Non si punti esclusivamente sui contenuti<br /> non sia un artefatto meramente autoistruzionale<br /> non risponda ad una prospettiva di tipo prescrittivo perchè troppo limitante o stringente. In tale senso, risulta essere più funzionale quella descrittiva (Kelly) dove il docente non solo agisce in libertà, ma ha piena responsabilità.<br /> contenga uno spazio di autoregolazione in relazione al processo di apprendimento del singolo alunno<br /> sia chiaro il ruolo del soggetto che impara e “costruisce conoscenza”<br />http://www.allegracombriccola.net/public/patto-sociale.jpg<br />a cura di Liboria (Lidia) Pantaleo - Licenza Creative Commons 2.5 Italia<br />
  16. 16. 16<br /> sia una risorsa contestualizzata (l’apprendimento avviene in un contesto sociale)<br /> abbia uno scopo adhocraticocioè che risponda ad un problema reale, non deve essere corollario o abbellimento di una lezione, ma deve essere parte funzionale: input iniziale o “sostegno” in itinere del percorso di apprendimento del soggetto<br /> sia alleato utile.<br />si leghi ad una azione finalizzata al raggiungimento di un obiettivo<br /> richiami la progettazionedidatticae non la programmazione, perché serve creare un setting in cui soggetto possa essere monitorato in modo da realizzare un percorso educativo di tipo iterativo, cioè costantemente rimodulabile, ricalibrabile quindi che implica una costante regolazione in funzione del soggetto a cui è destinato (in questo senso LO troppo rigidi)<br /> tenga conto delle caratteristiche dell’apprendimento multimediale <br />a cura di Liboria (Lidia) Pantaleo - Licenza Creative Commons 2.5 Italia<br />
  17. 17. 17<br />CDD vs LO<br />CDD<br />LO<br />Ricerca<br />Sviluppo <br />Uso <br />Progettazione<br />Condivisione<br />Costi<br />Tempi <br />a cura di Liboria (Lidia) Pantaleo - Licenza Creative Commons 2.5 Italia<br />
  18. 18. 18<br />CREARE CDD: i 5 passi <br />1° PASSO<br />a cura di Liboria (Lidia) Pantaleo - Licenza Creative Commons 2.5 Italia<br />
  19. 19. 19<br />Alcune domande utili che ci possono far da guida (Taba , 1962 e Tyler, 1949, Pellerey, 1983) <br /> Quali esperienze sono funzionali per raggiungere l’obiettivo? (musicale, iconica, sonora, visiva,…)<br /> Come organizzare le esperienze? (percorso tipo ipertesto, a step successivi, testi intervallati con domande - testi intesi come textum quindi non solo ti tipo verbale,…)<br /> Quali ricadute mi aspetto dall’uso di questi nella vita scolastica e/o reale?<br /> Cosa selezionare e come organizzare quanto selezionato? (attenzione a processo!)<br /> Cosa, come valuto e quali strumenti uso? <br />a cura di Liboria (Lidia) Pantaleo - Licenza Creative Commons 2.5 Italia<br />
  20. 20. 20<br /> Quali obiettivi sono ragionevolmente raggiungibili? <br /> Quale percorso è più efficiente? <br /> Come minimizzare i “costi” anche in termini di realizzazione e di fruizione? <br />Mappatura o tracciamento attività per analizzare la reazione degli alunni e del sistema<br /> adattamento sistematico (non serendipicità )<br />iteratività della progettazione <br /> creazione di un ambiente di apprendimento <br /> (metafora che contempla l’intenzionalità)<br />a cura di Liboria (Lidia) Pantaleo - Licenza Creative Commons 2.5 Italia<br />
  21. 21. 21<br />2° PASSO<br />a cura di Liboria (Lidia) Pantaleo - Licenza Creative Commons 2.5 Italia<br />
  22. 22. 22<br />Interfaccia di navigazione<br />Scheda di analisi finale<br />3° PASSO<br />4° PASSO<br />5° PASSO<br />a cura di Liboria (Lidia) Pantaleo - Licenza Creative Commons 2.5 Italia<br />
  23. 23. 23<br />Alcune puntualizzazioni<br />Realizzare CDD investe la microprogettazione, quindi la scelta di contenuti formalizzati (vari formati: video-audio-immagini…mappe, libri…)<br />La scelta del formato deve rispondere a obiettivo  SCELTA SUSSIDIO (qualunque cosa del mondo che viene investita di funzione educativo-didattica, quindi connotata progettualmente) <br />La scelta del sussidio stimola la strutturazione della conoscenza e fa da supporto procedurale (se uso Cd audio per ortografia do al soggetto determinate procedure e modi di strutturare il lavoro …)<br />a cura di Liboria (Lidia) Pantaleo - Licenza Creative Commons 2.5 Italia<br />
  24. 24. RICAPITOLANDO….<br />EDUCAZIONE CON I MEDIA<br />EDUCAZIONE AI MEDIA<br />EDUCAZIONE ATTRAVERSO I MEDIA<br />24<br />http://www.smileyarena.com/<br />a cura di Liboria (Lidia) Pantaleo - Licenza Creative Commons 2.5 Italia<br />
  25. 25. 25<br />Biblio-sitografia di approfondimento<br />Testi-articoli<br />Siel Macerata 2007, Giovanni Bonaiuti<br />http://www.slideshare.net/gbonaiuti/siel-macerata-2007<br />Learning object. La progettazione dei contenuti didattici multimediali , Giacomantonio Marcello, Carocci, 2007 (sito http://www.learningobject.info/index.php) <br />I LO: la condivisione dei materiali didattici come naturale evoluzione del web, Corrado Petrucco, ITD, 1, 2004 http://www.itd.cnr.it/tdmagazine/PDF31/petrucco.pdf<br />L’evoluzione collaborativa dei LO di Fulantelli, Taibi, Gentile e Allegra CNR ITD, TD 42, n. 3, 2007<br />http://www.itd.cnr.it/tdmagazine/PDF42/5_Fulantelli_Taibi_Gentile_Allegra_TD42.pdf<br />Progettare risorse interattive e multimediali per l'apprendimento in rete, Paula De Waal (video)<br />http://www.omniacom.org/index.php?pagina=172<br />Contenuti digitali, ma sempre contenuti sono …. Di Gianni Marconato<br />http://www.giannimarconato.it/2010/02/contenuti-digitali-ma-sempre-contenuti-sono/<br />Psicologia dell’apprendimento multimediale, Mammarella-Cornoldi-Pazzaglia, Il Mulino, 2005<br />Progettazione didattica, M.Pellerey, SEI, 1983<br />Organizzare i gruppi cooperativi, E. Cohen, Erickson, 1999<br />Le tecnologie nella didattica, G. Marconato, Erickson, (sito http://www.giannimarconato.it/) <br /> <br />a cura di Liboria (Lidia) Pantaleo - Licenza Creative Commons 2.5 Italia<br />
  26. 26. 26<br />Jclic<br />http://clic.xtec.cat/en/jclic/download.htm<br />http://nilocram.altervista.org/spip/article.php3?id_article=139<br />http://www.winpenpack.com/main/download.php?view.1017<br />http://www.softwaredidattico.org/clic.htm<br />http://nilocram.free.fr/jclic/Tutorial_Jclic_it.pdf<br />http://www.xtec.net/index.htm<br /> <br />Didapages<br />http://nilocram.altervista.org/materiali/didapages/Didapages.zip<br />http://nilocram.altervista.org/spip/article.php3?id_article=119<br />http://www.ac-caen.fr/orne/circos/mortagne/livres-objets/TICE/tutodidapages.pdf<br />http://www.fruitsdusavoir.org/didapages1/presentation/presentation.html<br />http://monpsd.free.fr/livre/didapages.html<br />http://www.pedagogie.ac-nantes.fr/1200383925593/0/fiche___ressourcepedagogique/&RH=1176644266171<br /> <br />Creaza<br />http://www.creaza.com/frontpage<br />http://www.technozone.it/software/creaza-strumenti-web-per-creare-vignette-e-videoaudio-editor/<br />http://www.freeplayclub.org/index.php?showtopic=17377<br />http://www.youtube.com/watch?v=hE32EXmQ-iU&featur<br />http://www.maestroalberto.it/2009/11/18/creaza-come-essere-creativi-imparando/<br /> <br />Voice Tread <br />http://voicetread.com<br />http://voicethread.com/#q+tutorial.b409.i848804<br />http://www.innovcom.info/index.php?option=com_content&task=view&id=289&Itemid=283&lang=it<br /> <br />Animoto<br />www.animoto.com<br />http://www.maestroalberto.it/2007/08/14/animoto-creazione-di-video-con-effetti-speciali-cinematrografici-dalle-tue-foto/<br />http://www.italiasw.com/recensioni/animoto-continua-a-sorprendere-animoto-for-photography.html<br />http://www.iopc.it/servizi-web/come-creare-un-video-online-con-animoto/<br /> <br />Vari <br />http://www.uniroma2.it/didattica/applicazioni/deposito/FF_web2_col_partC.pdf<br />http://www.glasbergen.com/<br />a cura di Liboria (Lidia) Pantaleo - Licenza Creative Commons 2.5 Italia<br />
  27. 27. 27<br /> <br />Titolo: La Multimedialità compagna di banco I CDD (Contenuti Didattici Digitali) NELLA DIDATTICA QUOTIDIANA<br />Autore : Liboria (Lidia) Pantaleo<br />Il licenziante consente ad altri di copiare, distribuire, mostrare, esporre in pubblico, eseguire e recitare l'opera, soltanto per scopi non-commerciali.<br />Il licenziante acconsente che altri copino e distribuiscano solo copie dell'opera pubblicate sotto una licenza identica a quella adottata dal licenziante per l'opera stessa.<br />a cura di Liboria (Lidia) Pantaleo - Licenza Creative Commons 2.5 Italia<br />

×