Libretto 2011 12

1,247 views

Published on

Published in: Education
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
1,247
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
3
Actions
Shares
0
Downloads
3
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Libretto 2011 12

  1. 1. Associazione per lo sviluppo della cultura Università per Adulti di Lugo FORMAZIONE e CULTURA Programmi 2011 – 2012 Associazione per lo sviluppo della cultura - Università per Adulti Sede Legale Lugo, via Matteotti, 3 Uffici e Segreteria via Baracca 3 Tel. 0545 900197 Fax: 0545 210364 E-mail: segreteria@unilugo.it http://www.unilugo.it © Associazione per lo sviluppo della cultura, Lugo 2010 1
  2. 2. ASSOCIAZIONE PER LO SVILUPPO DELLA CULTURAL‘―ASSOCIAZIONE PER LO SVILUPPO DELLA CULTURA‖ promuove,organizza e gestisce l‘ ―UNIVERSITÀ per ADULTI di Lugo‖ in modo da favorirel‘educazione permanente degli adulti attraverso l‘istituzione di corsi e di laboratoriispirati a proposte culturali estese ai vari ambiti del sapere ed elaborate, in relazioneall‘evolversi delle realtà sociali, secondo criteri che valorizzino anche le potenzialitàdella terza età.L‘Associazione si propone di contribuire alla divulgazione ed all‘approfondimentodella cultura nella comunità locale ed in tutto il bacino della Bassa Romagna e dipromuovere, progettare ed animare programmi socioculturali e attività idonee a creareoccasioni favorevoli alla socializzazione ed all‘armonica integrazione delle variegenerazioni con particolare attenzione ai problemi della terza età.Nelle attività dell‘Associazione rientrano anche la promozione di iniziative, ricerche,sperimentazioni e la loro divulgazione.L‘Anno sociale dell‘Associazione per lo sviluppo della cultura inizia il 1° settembre2011 e termina il 31 agosto 2012.La quota sociale per l‟anno 2011-2012, comprensiva di polizza assicurativa infortuni,è di Euro 10,00. CONSIGLIO DI GESTIONEProf. FRANCESCO DALLA VALLE Presidente onorarioProf.ssa ROSALIA FANTONI PresidenteProf.ssa ANNA POLES Vice PresidenteRag. GIORGIO EMILIANI TesoriereProf.ssa ANNA BAGNARESI ConsigliereProf. GIAN PAOLO DALMONTE ConsigliereProf. PIER LUIGI FACCHINI ConsigliereProf.ssa LUCIA VERLICCHI ConsigliereProf. GILBERTO ZAPPITELLO ConsigliereProf. ROBERTO CAPRA Coordinatore dei corsi COLLEGIO DEI SINDACI REVISORIDott. BENIAMINO TIRONE revisore effettivoSig. DANILO PASI revisore effettivoDott. SANTE SEGANTI revisore effettivoProf.ssa TERESA MERENDI revisore supplenteDott. GIAN PAOLO MISCHI revisore supplente 2
  3. 3. ATTIVITÀ CULTURALI E VIAGGI DI ISTRUZIONE1) Nel corso dell‘anno sociale l‘Associazione per lo sviluppo della cultura prevede:2) lo svolgimento di attività culturali aperte al pubblico (conferenze, concerti, mostre ecc.), anche in collaborazione con altre associazioni di promozione sociale e/o istituzioni pubbliche e private; lo svolgimento di visite o viaggi di istruzione collegate all‘attività didattica dei vari corsi e/o a importanti avvenimenti artistico-culturali locali. La partecipazione è riservata ai soci dell‟Associazione.In ordine al punto 2 si rammenta che:L‘organizzazione può essere affidata totalmente alla Segreteriadell‘Associazione o essere delegata ad agenzie di viaggio riconosciute dalleAssociazioni nazionali di Categoria.L‘Associazione declina ogni responsabilità per eventuali incidenti apersone o a cose, salvo le coperture assicurative previste per legge.Le quote di partecipazione andranno versate nei tempi stabiliti; in caso dirinuncia, l‘iscritto avrà diritto al rimborso della quota se esiste la possibilitàdi surroga immediata o se ha sottoscritto un‘assicurazione annullamentoviaggio.Per l‘anno sociale 2011-2012 sono previsti viaggi di istruzione, proposti dadocenti o corsisti dell‘Università per Adulti, in alcuni dei paesi europei di cuiviene insegnata la lingua nei corsi della Università. 3
  4. 4. UNIVERSITA‟ PER ADULTI di Lugo REGOLAMENTO Art. 1 - Natura dell‟Università per adulti di Lugo I. L‘Università per adulti organizza e concretizza gli interventi di formazione culturale e di educazione permanente degli adulti secondo quanto disposto dall‘art. 2 dello Statuto dell‘Associazione per lo sviluppo della cultura. II. Essa non è sostitutiva o ripetitiva dell‘ordinamento istituzionale dell‘istruzione ma tende ad interpretare esigenze che nascono da persone che volontariamente scelgono di migliorare o di consolidare la propria qualità culturale.III. La struttura organizzativa non è rigida nelle forme e nei programmi e le lezioni si possono differenziare in base ai contenuti offerti: alla serie di lezioni che riguardano uno stesso argomento si dà titolo di corso. Art. 2 - Corsi I. I corsi hanno uno sviluppo temporale determinato da precise esigenze didattiche.II. Il Consiglio di gestione stabilisce annualmente la durata dell‘anno accademico ed autorizza l‘attivazione dei corsi secondo criteri fissati dallo stesso Consiglio (art. 11, comma 3 dello Statuto). Art. 3 - Iscrizione ai corsi I. L‘iscrizione ai corsi dell‘Università per adulti è aperta, esclusivamente, ai soci dell‘Associazione. II. Non è richiesto alcun titolo di studio per iscriversi.III. Le iscrizioni, effettuate oltre il termine stabilito, saranno accolte compatibilmente con il numero dei posti disponibili e per i corsi che siano stati attivati.IV. E‘ consentito recedere dall‘iscrizione a un corso, con restituzione del contributo, fino a 10 giorni prima dell‘inizio del corso stesso. V. Se il corso non sarà attivato il contributo versato verrà interamente restituito. Art. 4 - Contributo dei soci dell‟Associazione Il contributo dei soci che partecipano ai corsi dell‘Università per adulti è annualmente stabilito dal Consiglio di gestione e approvato dall‘Assemblea dei soci e può variare secondo le modalità di attuazione e le esigenze didattiche del corso. Art. 5 - Attestati ed esami I. L‘Associazione rilascia, a richiesta personale, attestati di frequenza a coloro che hanno frequentato almeno il 60% delle lezioni. II. Sono rilasciati attestati di merito a coloro che, volontariamente, sostengono e superano una prova finale; per i corsi di lingua straniera le prove sono ammesse dopo la frequenza del terzo livello.III. Gli attestati di frequenza e di merito non hanno valore legale. 4
  5. 5. Art. 6 -Presentazione dei programmi I. L‘Associazione per lo sviluppo della cultura stabilisce annualmente i corsi ed i relativi docenti sulla base di un proprio progetto culturale.II. Chiunque può far pervenire, entro la data stabilita dal Consiglio di gestione, al Presidente dell‘Associazione, una proposta dettagliata del corso che intenderebbe svolgere. Questa sarà valutata dal Consiglio di gestione e, se giudicata compatibile con il progetto culturale dell‘Associazione, potrà essere inserita, previa approvazione da parte dell‘Assemblea dei soci, nella programmazione delle attività annuali. Art. 7 - Docenti I. La scelta dei docenti, fondata su criteri di competenza e capacità didattica, può esulare dai titoli accademici o professionali posseduti. II. La collaborazione, richiesta o volontaria, s‘intende esaurita con l‘espletamento del corso stesso.III. Il Consiglio di gestione, per motivi di forza maggiore, può sostituire un insegnante, prima o durante un corso. Art. 8 - Coordinatore dei corsi dell‟Università per adulti I. Il Coordinatore è nominato dal Consiglio di gestione e ha il compito di: a. coordinare tutta l‘attività didattica dell‘Università per adulti; b. predisporre, secondo le indicazioni del Consiglio di gestione dell‘Associazione per lo sviluppo della cultura, il programma annuale dei corsi; c. sovrintendere alla realizzazione del programma fissato in stretto rapporto coi docenti; d. mantenere rapporti, di ordine didattico, con gli iscritti. II. In caso di necessità o di dimissioni è sostituito da persona indicata dal Consiglio di gestione.III. Il Coordinatore ha la facoltà di avvalersi di uno o più gruppi di lavoro per lo svolgimento dell‘attività didattica e di ricerca. Art. 9 Luogo e sede dei corsi I. L‘organizzazione logistica è annualmente decisa dal Consiglio di gestione.II. Secondo quanto espresso dall‘art. 2, comma A dello Statuto dell‘Associazione, i luoghi e le sedi possono essere stabiliti anche su indicazione dei soci e tenendo conto di accordi con le istituzioni pubbliche od organizzazioni private del territorio. Art. 10 Modifiche al Regolamento Le eventuali modifiche al presente Regolamento debbono essere proposte al Consiglio di gestione da almeno un decimo dei soci secondo le modalità stabilite dall‘art. 11 dello Statuto dell‘Associazione per lo sviluppo della cultura. 5
  6. 6. MODALITÀ DI ISCRIZIONE AI CORSIL‘iscrizione ai corsi dell‘Università per Adulti è riservata ai soli socidell‘Associazione in regola con il pagamento della quota sociale.Le iscrizioni ai corsi dell‘Università per Adulti iniziano il giorno 12settembre 2011 e terminano il 30 settembre 2011; le domande di iscrizionesono raccolte dalla Segreteria dell‘Associazione a Lugo in via Baracca 3, neiseguenti orari: dal Lunedì al Venerdì: dalle ore 16,30 alle ore 20,30le domande di iscrizione successive al termine fissato saranno accoltecompatibilmente ai corsi attivati ed ai posti disponibili. ORARIO DI APERTURA DELLA SEGRETERIADal lunedì al giovedì dalle ore 10.00 alle 12.00 e dalle 16.00 alle 18.00Venerdì dalle 10.00 alle 12.00 CONTRIBUTO DI PARTECIPAZIONEIl contributo di partecipazione è indicato, in questo libretto, in calce a ognisingolo corso. Il contributo non comprende spese per strumenti emateriali didattici, per visite di istruzione, né altre eventuali spesespecifiche previste per la frequenza.I pagamenti si effettuano preferibilmente con PAGOBANCOMAT ocon assegno. ATTIVAZIONE DEI CORSII corsi attivati avranno inizio nel giorno, nella sede e nell‘ora riportati incalce a ogni programma. Non sarà dato altro avviso.L‘organizzazione si riserva il diritto di sostituire i docenti indicati nel programmaper imprevisti, o cause di forza maggioreN.B. L‟ISCRITTO AI CORSI ACCETTA, ALL‟ATTO DELL‟ ISCRIZIONE, ILREGOLAMENTO DELLA UNIVERSITA‟ PER ADULTI DI LUGO 6
  7. 7. SEDI DEI CORSILUGO, c/o LICEO CLASSICO, Piazza Trisi 4LUGO, c/o LICEO SCIENTIFICO, Viale Orsini 6LUGO, c/o R.S.A. S. DOMENICO, Via Emaldi 23/2BAGNACAVALLO, c/o SOCIETA‟ DI MUTUO SOCCORSO, Via Mazzini 53CONSELICE, SEDE COMUNALE (A), Via Garibaldi 14CONSELICE, BIBLIOTECA COMUNALE (B), Via Garibaldi 12S. BERNARDINO, c/o CENTRO CIVICO, Via StradoneSANT‟AGATA c/o CENTRO SOCIALE “CA‟ DE CUNTADEN”, Via Roma 12SAN LORENZO c/o CENTRO CIVICO (ex scuola elementare) Via 1° MaggioVOLTANA c/o SCUOLA MEDIA STATALE (A), Via Quarto dei mille 16VOLTANA c/o CENTRO SOCIALE “CA‟ VECCHIA” (B) LUGO, Via T. Guerra 1AVVERTENZALa sede dei corsi è Lugo: Liceo Classico, Piazza Trisi, 4.Per i corsi decentrati vedere l‘indicazione della sede in calce ai programmi. PRESENTAZIONE DEI PROGRAMMI PER L‟ANNO 2012-13Chiunque può far pervenire, obbligatoriamente entro il 4 maggio 2012, alPresidente dell‘Associazione per lo sviluppo della cultura, il curriculumvitae e il progetto di corso, completo di sintesi del programma da svolgere. 7
  8. 8. PROSPETTO DEGLI ORARI LE LEZIONI HANNO LA DURATA DI DUE ORE CORSI 1° PERIODO CORSI ANNUALI CORSI 2° PERIODO LUNEDÌ Inizio: 17 Ottobre 2011 Inizio: 24 Ottobre 2011 Inizio: 30 Gennaio 2012 Informatica base Inglese1° Psicologia e teatro nella Donne nella storia del ‗900 Inglese approfondimento rappresentazione dell‘uomo… 16.00 (8 lez. Miglioli) (Argelli) (Miglioli) Psicologia-Potenziamento Psicologia - Le emozioni della vita cognitivo quotidiana (8 lez, Lolli) ( 6 lez. Nanni , Casadei.) 17.00 Letteratura- 7 scrittori…( 7 lez. Medri 6/2) Storia dell‘arte (Martuzzi - Inglese 1°, B.Cavallo Psicologia: il sonno e i suoi 18.00 Platti) disturbi (6 lez.Toti) Archeologia civiltà dell‘Egitto (5 lez. Pieri) 19.00 Informatica base 1, Voltana (Galamini) Alimentazione (8 lez. Francese debutants (Zausa) Antropologia culturale (5 lez Guerra) Mosaico per S. Domenico ( Zappitello.) Fotografia (5 lez. Ossani Mangano, Simoni) 17/10 Filosofia ―Evoluzione della 24/10) Inglese2° , Bagnacavallo modernità….. (Franceschelli) Fotografia (5 lez Ossani (Sciacca) Floriterapia di E. Bach ( 5 lez. 21/11) Inglese 2° (Gallanti) Zattoni)) 20.30 Geologia (Montanari) Inglese 3° (Rignani) Fotografia (5 lez Ossani 20/2) Informatica base Inglese Using (Bassein) Informatica base L. scientifico Storia moderna (Zappitello) Portoghese Informatica Word.., L. Sociologia delle religioni intermedio(Verna) scientifico Palio lughese della caveja (4 Russo 2 (Bersan) Scienza e Pensiero, L. scientifico Lez. Volontari contesa Spagnolo 1 (Dalla Valle), Estense 7/11/11) Spagnolo 2 (Lopez) Turismo e cultura (8 lez.Greco) Sociologia delle religioni 21,00 Informatica base 2, Voltana (Galamini) MARTEDÌ Inizio: 18 Ottobre 2011 Inizio: 25 Ottobre 2011 Inizio: 31 Gennaio 2012 15.00 Informatica Giovani Adulti (5 lez ) Laboratori-stampa artistica 16.00 linoleografica (6 lez. Barulli) Cultura classica - Baroni- Cultura classica (Baroni - Banzola) 18.00 Montanari) Inf.Web design dinamico (5 lez Inf .Web design statico (5 Castelnuovo) lez.Castelnuovo 25/10) Architettura- Storia… Cinese 2° (Jiang) Architettura contemporanea (Cassani –Simonetti) Francese avanceé (Bedeschi) (Loffredo) 20.30 Filosofia e teologia (Dal Inglese1° Dialetto (8 lez. Camerani 7/02 ) Pane) Inglese 3° (Tasselli) Conoscere i propri diritti (8 lez Filosofia- Il primato Inglese pre- Dapporto, Ricci) dell‘economia..(Franceschelli intermediate(Gagliardi) Escursionismo (6 lez. CAI) ) Inglese Filosofia - L‘utopia e il pensiero Cosmologia (Sarasini)) consolidamento(Rignani) utopistico (Mazzotti) Laboratorio cucito (7 lez. Inglese upper- intermediate Informatica - Internet e posta Zanotti 25/10) Russo avanzato (Bersan) elettronica (Staffa) Scrittura creativa Spagnolo 3° (Fernandez) Scrittura creativa, Bagnacavallo (Geminiani) Spagnolo per chi viaggia, (5 lez Geminiani) Tedesco Voltana (Baldassari) conversazione(Mühlböck) Tedesco 1°MERCOLEDÌ Inizio: 19 Ottobre 2011 Inizio: 26 Ottobre 2011 Inizio: 1 febbraio 2012 15.00 Informatica Giovani Adulti (5 lez ) 15,30 Alimentazione (4 lez.. Acquaviva 26/10) 8
  9. 9. Musica: Guida all‘ascolto Laboratori - Esperienze di Cinema - Le correnti 16.00 musica classica disegno (Costa) cinematografiche del 900 (5 lez. (5 lez. Carnevali 26/10) Inglese 2° (Argelli) Fedrizzi) Giardinaggio (Marchiani) Inglese 3° (Gallanti) 16.45 Inglese 2,° Conselice B Psicologia – Le competenze Musica: Cantanti lirici del passato 18.00 sociali.. (Zambianchi) ( 8 lez.. Bergantin) 18,30 Arabo (Benenati) Arte e psiche ( 5 lez. Zanzi, Inglese 2°, Sant‟Agata Fisica e cosmologia ( 5 lez Visani 26/10) (Marcucci) Venturelli) Astronomia e dintorni Inglese pratico, Voltana Geografia del turismo- Viaggio in (Venturelli) (Baldassari) Liguria Geografia del turismo Inglese intermediate, (Venturi) viaggio in Spagna (Venturi) Bagnacavallo (Rondinelli) Psicologia - Lo stress.... Giardinaggio-Orto, Inglese mother tongue (Manzoni) 20.30 S.Lorenzo (Marchiani) (Conrad) Informatica -Imparare a utilizzare Cinema e società (5 lez. Portoghese principianti (Verna) i ―gioielli di casa Apple‖ (4 lez. Zaffagnini 26/10) Russo principianti (Bersan) Marchetti) Informatica – Word, excel, Spagnolo avanz. (Gonzalvo) (Cardinali) Tedesco 3° (Bisi) Psicologia - Come comunichiamo? (Manzoni)GIOVEDÌ Inizio: 20 Ottobre 2011 Inizio: 27 Ottobre 2011 Inizio: 2 febbraio 2012 16.00 Alimentazione,(ConseliceA, Letteratura - La novella… (8 lez.Zattoni.) (Facchini) Antropogeografia (6lez. Romagna: natura e civiltà (8 lez. 17.00 Sangiorgi - Capanni 27/10) Sangiorgi - Capanni) 20.00 Archeologia ( 7 lez. Maioli 27/10) Gastronomia molecolare Cinese 1°(Jiang) Inglese per viaggiare (Rignani) (Berardi) Francese faux débutants Musica - Introduzione all‘ascolto Cineforum, S. Bernardino (Zausa) di Mozart (6 lez. 3/11 Zambianchi) Inglese 1°, S.Agata (8 lez Valbonesi) Enogastronomia (Merlini) Inglese 3° (Sciacca) Psicologia- problematiche Filosofia - La nascita del Inglese 2° Bagnacavallo, educative dell‘infanzia (5 lez. pensiero filosofico cristiano (Rondinelli) Ottavi) (Mazzotti) Inglese intermediate (Gagliardi) Spagnolo per viaggiare Finanza e mercati ( Marzari) Inglese business english (15 (Gonzalvo) Meteorologia (Randi, lez.Tasselli) Storia dell‘arte, San Bernardino 20.30 Ghiselli) Inglese native speaker - ―Did (Martuzzi-Platti) Psicologia: ―Dipendere dalla you see.‖ (Allen) Storia dell‘arte - ( 6 lez.Polgrossi) tecnologia … (Bagli) Pittura, S.Lorenzo (Baracca) Mosaico applicato, Spagnolo 1° S.Domenico (Simoni) Spagnolo 2° (Lopez) Mosaico, Voltana ( 13 Teatro, S. Lorenzo lez.Hafsi) (P.Parmiani) Teatro, S. Lorenzo (G.Parmiani) Tedesco 2° (Medri)VENERDÌ Inizio: 21 Ottobre 2011 Mosaico- Copia di un 20.30 mosaico antico, S.Domenico (Simoni) 9
  10. 10. CULTURA GENERALE ALIMENTAZIONE (CONSELICE) ZATTONI CLAUDIO PIGOZZI SILVIA1) CIBO E ALIMENTAZIONE: IL PRIMO PASSO VERSO LA SALUTE Scelte alimentari come strumento di prevenzione e cura per molti disturbi2) LE BASI PER UNALIMENTAZIONE SANA ED EQUILIBRATA I nutrienti fondamentali: carboidrati, proteine, grassi, vitamine e sali minerali.3) LA PIRAMIDE DELLA SALUTE Come impostare ima corretta alimentazione. Le associazioni alimentari.4) COME SCEGLIERE GLI ALIMENTI Limportanza dei prodotti biologici. Additivi e conservanti. Cosa mettere nel carrello della spesa.5) LACQUA E LATTIVITÀ FISICA COME STRUMENTI PER IL BENESSERE Descrizione delle varie tipologie di acque in commercio: come scegliere quella più adatta al proprio organismo. Limportanza dellattività fisica.6) LEQUILIBRIO DEL NOSTRO ORGANISMO Equilibrio Acido — Base, alcalinizzazione e acidificazione, ossidanti e antiossidanti Principali alimenti che li contengono.7) INTOLLERANZE ALIMENTARI COME CAUSA DI MALESSERE Principali cause e disturbi. Come individuarle. Come risolverle.8) UN AIUTO DALLA NATURA: PRINCIPALI RIMEDI FITOTERAPIA Principali piante e integratori alimentari a sostegno dellorganismoSede: ConseliceGiovedì 16.00-18.00 inizio: 20/10/2011contributo € 40,00 8 lezioni 10
  11. 11. ALIMENTAZIONE: LINEE GUIDA PER UNA SANA E CORRETTA ALIMENTAZIONE GUERRA GLORIA LA DIETA COME STILE DI VITA: GUIDA ALLA CONOSCENZA DEGLI ALIMENTI TRA TRADIZIONE E CULTURAL‘obiettivo principale consiste nell‘ acquisire conoscenze in materia di alimentazione enutrizione umana.Piramide degli alimenti, stima dei fabbisogni calorici, utilizzo dei principali sensi (gustoe olfatto).Lunedì 20.30-22.30 inizio: 17/10/2011contributo € 40,00 8 lezioni ALIMENTAZIONE 2°CORSO ANNAMARIA ACQUAVIVA IL CIBO CURA: Le caratteristiche degli alimenti, sali minerali e vitamine, come rispettare i fabbisogni. Le associazioni corrette degli alimenti e loro caratteristiche per raggiungere il massimo benessere naturale. LATTE E LATTICINI: Il latte fresco, latti speciali, burro e formaggi. Importanza nutrizionale. La dieta antietà, per restare giovani. UOVA, CARNE E PESCE: importanza nutrizionale, conservazione e valutazione di freschezza. CEREALI, ORTAGGI, FRUTTA E BEVANDE FERMENTATE, come mantenere la proprietà nutrizionali e ricette stuzzicanti. OLI E GRASSI. ETICHETTE ALIMENTARI, come riconoscere gli inganni di marketing.Mercoledì 15.30-17.30 inizio: 26/10/2011contributo € 25,00 4 lezioni 11
  12. 12. ANTROPOGEOGRAFIA: L‟UOMO E IL SUO PIANETA MARIA SANGIORGI MARANGONI, SILVANA CAPANNI Aspetti di Climatologia del Passato. Quando il Sahara era verde : Viaggio nel Deserto Dipinto. Le straordinarie figure del Tassili e aree limitrofe. Alla scoperta di Mondi Sconosciuti. Le antiche vie della seta, della lana, del thé, delle spezie e relativi scambi antropici e culturali. Dai Monasteri Medioevali. Le invenzioni e le strategie di sopravvivenza che influenzarono la civiltà occidentale. Come comunicavano i nostri avi. Nelle vecchie cartoline illustrate: storie di vita, amori, passioni.Giovedì 17.00-19.00 inizio: 27/10/2011contributo € 35,00 6 lezioni ANTROPOLOGIA CULTURALE: RELIGIONE, CULTURA E SOCIETÀ GILBERTO ZAPPITELLOLo scorso anno abbiamo continuato ad affrontare l‘argomento del sacro e dellareligione in relazione alla vita civile e politica dei popoli; e le conseguenze chederivano. Questo argomento sarà sviluppato ulteriormente. Abbiamo anche messo allaprova la validità delle nostre chiavi di lettura antropologiche collegate ai meccanismidella violenza interpretando la figura di un politico contemporaneo. Anche questotema avrà un seguito. Infine porremo la questione dell‘origine della logica e dei suoirapporti con l‘antropologia con riferimenti all‘opera di Kant. La critica della ragionepura in dialogo con quella di Durkheim. Le forme elementari della vita religiosa.Lunedì 20.30-22.30 inizio: 30/01/2012contributo € 30,00 5 lezioni 12
  13. 13. ARCHEOLOGIA: AI CONFINI DELL‟IMPERO MARIA GRAZIA MAIOLI L‘ALTRA SPONDA DEL MEDITERRANEO Tunisia – l‘eterna lotta con Cartagine. Marocco – la conquista della Mauritania. Libia – i granai dell‘ Impero e le genti del deserto. Egitto – incontri di civiltà. Palestina – gli Ebrei e il Cristianesimo. Siria e Giordania. Altre città e altri imperi.Giovedì 20.00-22.00 inizio: 27/10/2011contributo € 40,00 7 lezioni ARCHEOLOGIA: CIVILTÀ DELL‟ ANTICO EGITTO MARCO PIERI OCCHIO DI RAProgramma: storia e geografia dell‘antico Egitto: dalla I° dinastia alla conquista araba. la riscoperta dell‘Egitto: la spedizione napoleonica del 1799 (musei egizi europei) arte egizia: architettura, scultura, letteratura (decifrazione dei geroglifici) religione e magia: pantheon, testi sacri, incantesimi e amuleti (lo scarabeo) le mummie egiziane: tecniche e motivazioni religiose (le mummie dei faraoni) Lunedì 18.00-20.00 inizio: 30/01/2012 contributo € 30,00 5 lezioni ARCHITETTURA: OCCASIONI DI ARCHITETTURA CONTEMPORANEA IN EMILIA ROMAGNA RAMONA LOFFREDOIl corso si occuperà della definizione dei temi principali e delle categorie interpretativenecessarie alla lettura della cultura architettonica moderna e contemporanea.L‘occasione per questa analisi sarà data dallo studio degli episodi architettoniciavvenuti nel XX secolo in Emilia-Romagna: questi saranno appunto la base sulle qualipoter argomentare un percorso che dal locale arriva a indicare alcuni personalità enodi cruciali del dibattito internazionale. Il partire da un‘opera locale (e dallo studiodel relativo autore) vuole essere anche il tentativo di stabilire un rapporto piùprossimo tra la storia dell‘architettura intesa nel modo più convenzionale e il territorioe la città che tutti i giorni viviamo.Programma: 13
  14. 14. Bologna-Parigi: Padiglione de L‘Esprit Nouveau (1925, ricostruzione 1977) di LeCorbusierTemi: il ruolo di Le Corbusier e la nascita dell‘architettura moderna.Figure chiave e contesto: Walter Gropius, Mies van der Rohe e il Bauhaus.Bologna: Sede della Facoltà di Ingegneria (1931-35) di Giuseppe VaccaroTemi: il razionalismo italiano.Figure chiave e contesto: E. Collamarini, A. Muggia e la scuola di Bologna.Imola: Villa Muggia (1936) di Piero BottoniTemi: l‘architettura moderna in Italia tra Milano, Como e Roma.Figure chiave e contesto: E. N. Rogers, G. Pagano, G. Terragni, A. Libera, G.Michelucci, L. Figini e G. Pollini; le riviste di architettura.Bologna: la Manifattura Tabacchi (1949-52) di Pier Luigi NerviTemi: il linguaggio strutturale: il cemento armato.Figure chiave e contesto: il linguaggio dei nuovi materiali. A. Perret, R. Maillart.Ravenna: il progetto per Largo Firenze (1962-65) di Giovanni Michelucci.Temi: la scuola fiorentina e l‘architettura regionale.Figure chiave e contesto: L. Ricci, L. Savioli.Bologna: il negozio Gavina (1961-63) di Carlo Scarpa.Temi: l‘architettura degli allestimenti e l‘approccio artigianale; il ruolo del committente:D. Gavina.Figure chiave e contesto: l‘influsso di F. L. Wright e B. Zevi. F. Albini e C. Mollino.Riola di Vergato: Chiesa di Santa Maria Assunta (1966) di Alvar AaltoTemi: il contributo finlandese all‘architettura moderna e la mediazione conl‘architettura organica.Figure chiave e contesto: il cardinale Lercaro e l‘architettura ecclesiastica.Bologna: Fiera District (1967-93) di Kenzo Tange.Temi: il contributo giapponese all‘architettura moderna e contemporanea.Figure chiave e contesto: A. Isozaki, T. Ando, K. Sejima.Modena: Cimitero di San Cataldo (1971-83) di Aldo RossiTemi: Aldo Rossi e la Tendenza: il neorazionalismo degli anni Settanta.Figure chiave e contesto: A. Monestiroli, G. Grassi, Controspazio e la Triennale ‘73Architettura Razionale.Reggio Emilia: Tre ponti sull‘Autostrada (2007) di Santiago Calatrava.Temi: l‘uso dell‘acciaio nell‘architettura contemporanea e l‘architettura dei pontiautostradali.Figure chiave e contesto: P. L. Nervi.Al termine delle lezione è previsto un viaggio di studio Architettura moderna econtemporanea a Bologna.Martedì 20,30–22,30 inizio: 31/01/2012contributo € 50,00 10 lezioni 14
  15. 15. ARCHITETTURA: STORIA DELL‟ARCHITETTURA DELL‟OTTOCENTO E DEL NOVECENTO MATTEO CASSANI SIMONETTIIl corso si occuperà della definizione dei temi principali e delle categorie interpretativenecessarie alla lettura della cultura architettonica moderna e contemporanea.Attraverso l‘analisi delle più importanti esperienze architettoniche internazionali delXIX e XX secolo, saranno affrontate le principali tematiche che interessano il dibattitoculturale odierno al fine di sviluppare un approccio critico verso la contemporaneità.Programma:Moderno e contemporaneo: una introduzione all‘architettura dell‘Ottocento e delNovecentoParole, storiografia e critica dell‘architettura.Il neoclassicismo, le Accademie e l‘eclettismo: J. Soane, R. Adam, E. L. Boullée, C. N.Ledoux, J. N. L. Durand, K. F. Schinkel.Tre città : Parigi, Barcellona, Vienna, G. E. Haussmann, I. Cerdà, C. Sitte.L‘architettura della rivoluzione industriale: J. Paxton, G. Eiffel, M. Trucco, R. Maillart.La tradizione americana e la scuola di Chicago: T. Jefferson, D. Adler, L. Sullivan.Il modernismo catalano, l‘Olanda e la Scuola di GlasgowA. Gaudì, H. P. Berlage, R. Mackintosh.La Francia e il centro Europa tra secessioni e Deutsche WerkbundO. Wagner, J. Hoffmann, A. Loos, T. Garnier, A. Perret, P. Behrens, H. Tessenow.Le avanguadie: De Stijl, Futurismo, EspressionismoG. Rietveld, T. van Doesburg, A. Sant‘Elia, E. Mendelsohn, J. J. P. Oud.Walter Gropius (1883-1969) e il BauhausH. Mayer, M. Breuer, L. Hilberseimer, P. Klee, W. Kandinsky.Tre maestri: Frank Lloyd Wright (1867-1959), Le Corbusier (1887-1965) e Mies vander Rohe (1886-1969)Movimento moderno e razionalismo in ItaliaG. Muzio, G. Terragni, M. Piacentini, L. Figini, G. Pollini, P. Bottoni, E. N.Rogers, A. Libera,Alvar Aalto (1898-1976) e la tradizione nordica: Aalto, E. G. AsplundNascita e crisi dell‘International Style: R. Neutra, O. Niemeyer, K. Tange.L‘architettura italiana negli anni settanta: architettura radicale e la TendenzaArchigram, Superstudio, Archizoom, A. Rossi, G. Grassi, A. Monestiroli, C.Aymonino.Il postmoderno: P. Portoghesi, R. Venturi, M. Graves.Uno sguardo al contemporaneo: High-Tech, Minimalismo, Decostruttivismo,Regionalismo, Architettura virtuale: F. O. Gehry, A. Siza, M. Botta, R. Rogers, L.Krier, R. Piano, Herzog & De Meuron, R. Koolhaas, MVRDV.Al termine delle lezione è previsto un viaggio di studio: Architettura moderna econtemporanea a FirenzeMartedì 20,30–22,30 inizio: 18/10/2011contributo € 50,00 10 lezioni 15
  16. 16. ARTE E PSICHE DALIA VISANI – FEDERICO ZANZI IL DIALOGO TRA PSICOLOGIA ED ESTETICA La patografia: l‘indagine psicologica delle relazioni che intercorrono tra la vita dell‘artista e le sue opere. Analisi psicologica e artistica delle opere di Leonardo da Vinci, Michelangelo Buonarroti e Magritte. L‘opera d‘arte e l‘inconscio. Edward Munch e l‘angoscia esistenziale. Frida Kahlo e la trasformazione del suo dolore attraverso unarte autobiografica Esiste un legame tra arte e follia?. La sindrome maniaco-depressiva: Vincent Van Gogh e Antonio Ligabue Il fruitore e l‘opera d‘arte: analisi dei processi psicologici che intervengono nel comportamento estetico di fruizione e apprezzamento dell‘opera d‘arte. L‘arte terapia: cenni storici, presupposti teorici e ambiti di applicazione.Mercoledì 20,30–22,30 inizio: 26/10/2011contributo € 30,00 5 lezioni ASTRONOMIA E DINTORNI ANGELO VENTURELLIIl Cielo è l‘altra metà del paesaggio, la metà dimenticata a causa delle luci cheabbagliano inutilmente la nostra vita. Sotto di noi c‘è un pianeta formatosi quasicinque miliardi di anni fa; sopra di noi l‘Universo che ci ospita e che esiste da quasiquindici miliardi di anni.L‘enorme progresso delle conoscenze avvenuto in particolar modo nell‘ultimo secolo,hanno portato l‘Uomo ad una profonda revisione e consapevolezza del suo postonell‘Universo. Aggrappati a questo granello di polvere che chiamiamo Terra abbiamoappena iniziato ad avere una misura dell‘ordine cosmico.Programma:Una passeggiata tra i pianeti del Sistema Solare.Il misterioso Mercurio - Venere, così simile eppure così diverso - Marte, il pianetarosso - Il gigante Giove - Saturno, il signore degli anelli - Urano e Nettuno, ai confinidel Sistema Solare - Plutone e i suoi fratelli.A spasso per la Via Lattea.Miti e costellazioni - Nascita, vita e morte delle stelle - Nebulose e ammassiAi confini dello spazio e del tempo.Nel regno delle galassie - L‘Universo violento dei gamma burst e dei quasar.Mercoledì 20,30–22,30 inizio: 19/10/2011contributo € 50,00 10 lezioni 16
  17. 17. CINEFORUM SAN BERNARDINO MANUELA ZAMBIANCHI RAPPORTARSI ALLA DIVERSITÀ: UN COMPITO COMPLESSO CHE RICHIEDE NUMEROSE ABILITÀ E SENSO CRITICO.Il programma di Cineforum proposto ha come obiettivo una riflessione sul nostromodo di assegnare senso, coerenza e interpretazione alla realtà. La psicologia, che datempo si occupa della comprensione dei processi cognitivi e affettivi che guidano larielaborazione delle esperienze di realtà e delle informazioni che riceviamo, ha ormaiconfermato che il nostro modo di "conoscere" la realtà sociale è il risultato di unamolteplicità di fattori, di natura intellettuale, affettiva, sociale e, a volte, difensiva dellapropria identità. Il tema della diversità verrà approfondito attraverso la visione deiseguenti film:- La diversità culturale: "Gran Torino" , regia di C. Eastwood (2008)- La diversità psicologica: "A Beautiful Mind", regia di R. Howard (2001)- La diversità affettiva: "I ragazzi stanno bene", regia di L. Cholodenko (2011)- La diversità intergenerazionale: ―La bellezza del somaro‖, regia di S. Castellitto(2010)- La diversità sociale : "Z. la formica", regia di E. Darwell (1998).- La diversità del futuro?. : ―Splice‖ , regia di V. Natali (2009)Giovedì 20.30-22.30 inizio: 03/11/2011contributo € 30,00 6 proiezioni CINEMA: LE CORRENTI CINEMATOGRAFICHE DEL „900 MARIA RITA FEDRIZZILa storia del cinema nel corso del 900 è stata attraversata da correnti che hannomanifestato una posizione di rifiuto e aperto contrasto con le concezioni vigenti.Accanto a questi movimenti che hanno rappresentato dei punti forti di rottura, ilcinema ne ha conosciuto altri, in cui si è dato interamente come narrato, come storia,che attraverso lillusione referenziale ha assunto i caratteri mitologici di una naturalitàpiena e coerente.Il corso offre un excursus delle principali correnti del 900 cinematografico, dallagrande stagione del muto in Europa fino alle più recenti tendenze del cinemacontemporaneo, affiancando alla presentazione dei caratteri generali dei singolimovimenti, lanalisi di pellicole esemplari in riferimento agli stessi, così da fornire unaconoscenza storica e insieme un metodo di lettura del film, come linguaggioespressivo autonomo. 17
  18. 18. Programma:Il cinema europeo degli anni Venti e Trenta, il cinema muto tedesco fraEspressionismo e figurazione; il cinema sovietico degli anni Venti: Ejzenstejn eVertov; il cinema davanguardia; il realismo poetico francese.Il cinema americano classico; lapparato produttivo; laffermazione dei generi; lacreazione dello star system; i modi della rappresentazione: il decoupage classico.Il Neorealismo e la commedia allitaliana; un insieme di voci: coerenza e distonia nelterritorio neorealista; Zavattini e il pedinamento del reale; la commedia allitaliana: lucie ombre di un Paese reale.La Nouvelle Vague: il concetto critico, lestetica e le pratiche tecniche, il modo diproduzione e di distribuzione. Il nuovo cinema degli anni Sessanta e Settanta.Il Free cinema inglese; il Nuovo cinema tedesco; il voto di castità cinematografica delmovimento Dogma.Mercoledì 16.00-18.00 inizio: 01/02/2012contributo € 30.00 5 lezioni CINEMA E SOCIETÀ: CURARSI CON IL CINEMA LUIGI ZAFFAGNINIAssurdo! Inammissibile! ―Un film al giorno toglie il medico d‘intorno‖! Sarà forsequesto il commento scandalizzato di molti benpensanti. Eppure ci sono già saggi diFilmtherapy e cattedre (negli USA) di Cinematerapia.Senza rischiare di incorrere nel reato di abuso della professione medica, e meno chemai in quello di usurpazione della professione di psichiatra e/o di psicoterapeuta, laproposta immediatamente utile per tanti, anche sul piano psico-pedagogico, potrebbeessere quella di studiare il film sotto un determinato profilo. Prima di tutto per fareluce sull‘influsso che il mondo virtuale ha nel provocare ansie, angosce e devianzeindividuali e di massa, poi per avvalersi della intrinseca potenzialità che lo studio dellinguaggio dell‘immagine possiede per combattere tale stato di disagi interiori. In uncerto senso si tratta di usare il film come un ―farmaco‖ da assumere nelle dosi giusteper ottenere l‘effetto giusto sul piano dell‘aiuto alla personalità individuale.La comprensione del linguaggio strutturato del film aiuta ad investigare suimeccanismi del pensiero espresso dal regista, comparandoli con quelli inespressi dallo―spettatore-paziente‖. Si perviene, così, a una sorta di training autogeno che permettedi dare, da se stessi, le risposte adeguate alle circostanze reali che si vivono, senzadipendere dalla imitazione passiva del modello virtuale. Si mette in atto, insomma, unprocesso di rafforzamento dell‘autostima, guidato secondo criteri di chiarificazioneinteriore, appresi sulla base di una corretta comprensione delle logiche insite nellinguaggio filmico. 18
  19. 19. Sulla base di esempi tratti da film di genere diverso, il corso mostrerà i primi rudimentidel procedimento da seguire per acquisire quell‘equilibrio di pensiero di fronte allevicende e alle idee del film che poi torna utile nella vita reale.Mercoledì 20.30-22.30 inizio: 26/10/2011contributo € 30,00 5 lezioni COSMOLOGIA: COME È FATTO IL NOSTRO UNIVERSO GIACOMO SARASINIProgramma:La scienza: gli errori del passato, limiti del presente. Ciò che la fisica può dirci sullastruttura dell‘universo.Aspetti teorici: teoria della relatività, multidimensioni, universi paralleli, stringhe,geometrie non euclidee, il big-bang non è una normale esplosione (spazio, tempo,materia non sono ciò che ci sembrano), viaggio nelle particelle che costituiscono lamateria, le assurdità dell‘infinitamente piccolo e dell‘infinitamente grande.Aspetti astronomici: nascita e morte delle stelle, buchi neri, quasar, pulsar, …Durante le lezioni saranno spiegati, proiettati e commentati alcuni documentariparticolarmente suggestivi.Martedì 20.30-22.30 inizio:18/10/2011contributo € 50.00 10 lezioni CULTURA CLASSICA 1°PERIODO. LIANA BARONI, FLAVIA MONTANARI ―CANTO L‘ARMI LAMOR..‖: LA VOCE DEI POETI NELLA CULTURA LATINA E GRECAAttraverso la lettura e linterpretazione dei temi proposti il corso mira a recuperareloriginalità creativa ed espressiva dei singoli poeti, sottolineandone il valore storico-letterario fino a far emergere lo spessore di modernità insito nel segmento più anticodella cultura occidentale. Si intende quindi riscoprire come siano venuti a delinearsi ead affermarsi in ambito poetico i contorni dellindividuo, tra speranze ed incertezze,tra ricerca di un senso autentico dellesistenza e condizionamenti esterni, fili cheattraversano e legano i secoli arrivando fino al presente.ARCHILOCO: il poeta soldato; il ritmo della vita umana. 19
  20. 20. ALCEO-ORAZIO: la passione politica la fugacità della vita e il tema del " Carpediem". SAFFO-CATULLO: il tema dellamore . MIMINERMO: i fiori dellagiovinezza. ANACREONTE: amore come gioco. POETI ELLENISTICI: lamore, lanatura , la quotidianità. PROPERZIO-TIBULLO-OVIDIO: lamore in una societàraffinata e galante. MARZIALE: realismo e toni intimistici.Martedì 18.00-20.00 inizio: 18/10/2011contributo € 50,00 10 lezioni CULTURA CLASSICA 2° PERIODO LIANA BARONI, MIRCO BANZOLA VITA AL FEMMINILE NELLANTICA ROMACome ha scritto Eva Cantarella, "la storia delle donne romane merita particolareattenzione. A differenza della storia delle donne greche e delle altre donne antichenon è un passato remoto. E il nostro passato prossimo. E forse, in qualche misura,è anche una parte del nostro presente. Modello di fedeltà e sottomissione al maritonella Roma arcaica, la figura femminile, però, è anche strumento di trasmissione dicultura attraverso leducazione personale dei propri figli, futuri cittadini romani.Dallultimo secolo della repubblica alletà imperiale la donna a Roma è protagonistadi un processo di emancipazione destinato, tra conquiste significative e reazionimaschili, a lasciare le sue tracce fino alle soglie del Duemila.Il corso si propone di passare in rassegna figure di donne storiche , ossequiose oribelli che fossero alle regole giuridiche e alle pratiche sociali, per delineare unquadro concreto e il più possibile documentato della vita al femminile nella Romaantica.LA CONDIZIONE FEMMINILE nellantica Roma.1. OPIMIA, la vestale innamorata2. MARZIA, CATONE e lutero in affitto3. CLODIA-LESBIA, una donna ribelle4. SERVILIA, amante di Cesare5. GIULIA, tre mariti e cinque amanti6. PORZIA, moglie di bruto7. LA POETESSA SULPICIA e i suoi amori8. MESSALINA, augusta meretrice9. AGRIPPINA, ambizioni e potereMartedì 18.00-20.00 inizio: 31/01/2012contributo € 50,00 10 lezioni 20
  21. 21. DIALETTO E CULTURA ROMAGNOLA GIANFRANCO CAMERANI• A chi si rivolgeA tutti coloro che desiderano approfondire i rapporti intercorsi in Romagna fra lacultura popolare e le culture delle classi dirigenti e desidera iniziare unaricognizione scientifica del dialetto romagnolo;guarda con particolare attenzione a coloro che svolgono compiti di naturaformativa (insegnanti), amministrativa e politica;è stato didatticamente pensato in modo che possano accedervi con profitto coloroche dispongano di una base culturale rapportabile al livello della scuola media;ai partecipanti non si richiedono competenze linguistiche specifiche, ma unimpegno di studio congruo alle complessità che il nostro dialetto ha dispiegato nelcorso della sua lunga evoluzione.• Ogni lezione si articolerà in tre momenti: 1. Storia del dialetto romagnolointerpretato come l’evoluzione naturale del latino popolare.Per l’affermarsi graduale di nuove abitudini fonetiche, le parlate romagnolemutarono la loro natura, al punto che il dialetto romagnolo attuale può intendersicome l’ultimo stadio di un percorso neolatino di oltre 2000 anni.Nel lessico il nostro dialetto porta i segni linguistici di quei popoli che ebbero laventura di incrociare con i romagnoli la loro storia e la loro cultura (greci,ostrogoti, longobardi, franchi, arabi, ebrei…).Particolare importanza sarà riservata ai modi in cui il dialetto romagnolo si misurò,nell’Ottocento e nel Novecento con i problemi della modernizzazione chemodificava le strutture socioeconomiche, i modi di produrre e di aggregarsi dellagente e infine degli stili di vita, in contesti in cui la “globalizzazione”, anche perquanto concerne il linguaggio, avanzava le sue pretese.Di qui in avanti il romagnolo si scontrerà con l’italiano (ma anche con altre lingueeuropee: francese e poi inglese) in un confronto sempre più pressante che sembravederlo soccombente… 2. Le strutture grammaticali del romagnoloCome “funziona” il romagnolo nella comunicazione linguistica? Nella“categorizzazione” della realtà che ci circonda?Rapida disanima delle caratteristiche del nostro dialetto confrontato, in equivalentisituazioni, con il latino, l’italiano ed il francese… 3. Il romagnolo come lingua d’arte con particolare riguardo alla poesia.In accordo con i corsisti saranno scelti gli autori e le composizioni da esaminare inogni lezione.Martedì 20.30-22.30 inizio: 07/02/2012contributo € 40,00 8 lezioni 21
  22. 22. ECONOMIA E FINANZA: CONOSCERE I PROPRI DIRITTI DA CONSUMATORE MASSIMILIANO DAPPORTO – LAURA RICCIIl corso ha l‘obiettivo di informare il consumatore rispetto ai diritti che può avere perla propria tutela e metterlo in guardia dalle truffe più diffuse o dalle attività con largadiffusione ma che non sono permesse dalla legge.Programma:Le lezioni toccheranno gli argomenti che hanno maggiore diffusione tra le truffe aiconsumatori. Come per esempio:Diritti del turista. Diritti di recesso. Vendite fuori dai locali commerciali.Problemi con le compagnie aeree. Truffe telefoniche. Multe e contravvenzioni.Abusi degli enti pubblici. Televendite. Problemi inerenti agli immobili.Rapporti con il condominio. Tutela della privacy.La lettura e la spiegazione delle etichette alimentari.Diritti del risparmiatore e del cliente bancario. Multiproprietà. La conciliazioneIllustrazione del Nuovo Codice del ConsumoSi indicheranno ai corsisti i metodi per potersi tutelare al meglio in caso si incappi intruffe o raggiri. Illustrazione delle azioni collettive (Class-Action)Martedì 20.30-22.30 inizio: 31/01/2012contributo € 40,00 8 lezioni ENOGASTRONOMIA JURI MERLINIRivolto a coloro che amano il mondo del vino e desiderano approfondire laconoscenza dei principali prodotti alimentari dal punto di vista qualitativo eproduttivo ricercando per ogni alimento un abbinamento ottimale.IL VINO: introduzione al mondo vino: classificazione e descrizione dei principali tipidi vino. Tecnica della degustazione: esame visivo, olfattivo e gustativo.ABBINAMENTO CIBO-VINO: Terminologia adottata nella degustazione del vino edel cibo. Principi e attuazione dell‘abbinamento cibo-vino.PRODOTTI LATTIERO-CASEARI: principi nutritivi del latte e dei prodotti lattiero-caseari. Produzione e classificazione dei pricipali formaggi D.O.P.e I.G.P. .Abbinamenti.CARNE: Composizione, classificazione e caratteristiche dlle carni bianche, rosse enere (selvaggina), prodotti D.O.P. e I.G.P. . Abbinamenti.SALUMI E INSACCATI: aspetti nutrizionali e caratteristiche organolettiche;caratteristiche dei principali prodotti D.O.P. e I.G.P. . Abbinamenti. 22
  23. 23. PESCI, MOLLUSCHI E CROSTACEI: composizione, classificazione ecaratteristiche organolettiche. AbbinamentiFUNGHI, TARTUFI E CONDIMENTI: composizione, classificazione ecaratteristiche organolettiche.Olio extra vergine di oliva. Tecnologia produttiva, aspetti nutrizionale eclassificazione. Aceto tradizionale di Modena e Reggio Emilia.CEREALI E DERIVATI: riso e pasta. Principali prodotti D.O.P. e I.G.P. . Principaliabbinamenti.BIRRA E CIBO: UN ABBINAMENTO ALTERNATIVO E ―SPUMEGGIANTE‖Descrizione qualitativa e produttiva dei principali stili di birra internazionali eartigianali. Degustazione delle principali tipologie di birra. Abbinamento della birra atutto pasto.DOLCI E CIOCCOLATO: abbinamento con i principali prodotti dolciari.Abbinamento del cioccolato con vini e distillati.Giovedì 20.30-22.30 inizio: 20/10/2011contributo € 50,00 10 lezioni ESCURSIONISMO: ANDARE IN MONTAGNA PER CONOSCERE LA NATURA A CURA DEL CLUB ALPINO ITALIANO – SEZIONE DI LUGO Attrezzatura da montagna – Abbigliamento. Allenamento – Alimentazione – organizzazione di un‘escursione. La vegetazione delle montagne. Valutazione dei rischi – orientamento. Meteorologia. Geologia.A completamento e ad integrazione della parte teorica verranno organizzateescursioni tematiche riservate ai corsisti possibilmente nella domenica successivaalla lezione.Martedì 20.30-22.30 inizio: 31/01/2012contributo € 35,00 6 lezioni 23
  24. 24. FILOSOFIA: EVOLUZIONE DELLA MODERNITÀ, DAL PRIMATO DELSOGGETTO PENSANTE DEL „6-„7-„800 ALLA SUA PROGRESSIVA CRISI DEL NOSTRO ULTIMO SECOLO PAOLO FRANCESCHELLIObiettivi: formazione della persona, in un‘epoca caratterizzata 1) dal primato delSoggetto individuale e collettivo, 2) dalla centralità della coscienza in crescentecrisi, 3) dall‘egemonia culturale delle Scienze e delle Tecniche.Avvalendosi delle tematiche culturali sviluppate da alcuni grandi pensatori degliultimi cinque secoli, saranno aperte discussioni, analisi critiche e interepretazioni,sostenute dalla lettura di passi specifici di testi filosofici presi in esame edebitamente introdotti da brevi lezioni del docente.Programma:Antologia di testi che vanno dal ‗500 di Leonardo, al ‗600-‗700-‗800 delle grandirivoluzioni scientifiche e filosofiche, al ‗900 delle più radicali interpretazioni diogni attività umana, fino alla progressiva dissoluzione del soggetto individualenella società di massa post moderna.Lettura di brevi passi antologici di celebri autori degli ultimi cinque secoli, dal‗500 di Leonardo e Maxchiavelli, fino al ‗900 di M. Heidegger, Th. W. Adorno,M. Foucault, E. Melandri, J.F. Lyotard, J.R. Searle, E. Severino.Lunedì 20.30-22.30 inizio: 30/01/2012contributo € 50,00 10 lezioni FILOSOFIA: IL PRIMATO DELL‟ECONOMIA NELLA SOCIETÀ DELNOSTRO TEMPO: SUA INTERPRETAZIONE STORICA E RAZIONALE PAOLO FRANCESCHELLIObiettivo: comprensione culturale della attuale vita sociale e collettiva, perfavorire sia le capacità pratiche e valutative dell‘esperienza esistenziale e politicaSi insisterà sulle più generali riflessioni di analisi critica e sintesi interpretativadella vita individuale e comunitaria evitando con ciò di interferire direttamentenelle personali scelte di appartenenza religiosa e politica. Contenuti: saranno svolte lezioni introduttive e letture di testi inerenti al tema, tratti da autori sia del mondo antico, sia soprattutto del mondo moderno e contemporaneo, seguite da discussioni chiarificatrici degli argomenti trattati.Martedì 20.30-22.30 inizio: 18/10/2011contributo € 50,00 10 lezioni 24
  25. 25. FILOSOFIA: LA NASCITA DEL PENSIERO FILOSOFICO CRISTIANO CLAUDIO MAZZOTTIIl corso si propone di prendere in esame il pensiero filosofico di ispirazionecristiana che si è sviluppato nei primi secoli dell‘era volgare e la cui influenza sifarà chiaramente sentire nei successivi 1000 anni. Saranno quindi presi inconsiderazione alcuni dei principali esponenti del pensiero cristiano, sia greco sialatino, fino ad Agostino. Di essi saranno anche lette e commentate alcune dellepagine più significative. Si cercherà altresì di evidenziare la matrice culturale, o lematrici culturali, da cui i pensatori cristiani dei primi secoli hanno attinto.Giovedì 20.30-22.30 inizio: 20/10/2011contributo € 50,00 10 lezioni FILOSOFIA: L‟UTOPIA E IL PENSIERO UTOPISTICO CLAUDIO MAZZOTTIL‘utopia è uno dei principali componenti del pensare e dell‘agire umani. Ildesiderio della perfezione, infatti, anche quando si ha coscienza della sua assolutairrealizzabilità, è comunque fondamento della critica all‘esistente e del tentativodi migliorare la realtà.Il corso si propone di considerare la dimensione utopistica nel pensiero di filosoficome Platone e Marx, ma anche, e soprattutto, di esaminare i caratteri dellafilosofia utopistica esplicitamente dichiarata, di cui Moro, Campanella e Baconesono tra i principali esponenti. La lettura commentata di alcune delle pagine piùsignificative degli autori trattati arricchirà e approfondirà l‘argomento.Martedì 20.30-22.30 inizio: 31/01/2012contributo € 50,00 10 lezioni 25
  26. 26. FILOSOFIA E TEOLOGIA CARLO DALPANE IL PENSIERO CRISTIANO TRA RAGIONE E FEDE‖Questo corso è rivolto a chiunque sia interessato a scoprire la tensionedella ragione verso i cieli della fede e quanto la fede necessiti dei percorsidella ragione, nella comune ricerca della Verità.Il genio dei grandi Dottori medievali, durante il periodo della Scolastica,mai ha trascurato lintelletto umano, valendosi unicamente della lucetrascendente della fede, bensì si è appellato costantemente alle ragioni dellamente e del cuore per accordare spazio e logicità allintervento della fedeche, se priva di domanda, non può offrire risposte. Inoltre senza i"preambula fidei" elaborati dallintelletto, la fede rischia di mancare di garanzielogiche per risultare ragionevole.Ci occuperemo pertanto di Scoto Eriugena, di Anselmo dAosta, dellascuola di Chartres e di S. Vittore, del problema degli universali, diBonaventura da Bagnoregio, di Alberto Magno, di Tommaso dAquino, diRuggero Bacone, di Giovanni Duns Scoto e del pensiero di DanteAlighieri. Intelletti eccezionali, scuole di ampio respiro e di piena libertà diricerca e di espressione.Martedì 20.30-22.30 inizio: 18/10/2011contributo € 50,00 10 lezioni FINANZA E MERCATI ALBERTO MARZARIOgni giorno milioni di persone operano, leggono e si interessano delleinformazioni, dei dati e dei commenti di natura economica e dell‘andamento deimercati finanziari nazionali ed internazionali.Capire le logiche della finanza e dell‘economia non è ormai più materia solo perspecialisti ma è una esigenza di ogni individuo che cerca di muoversi nel mondoconsapevolmente.Il corso cerca di dare una base di strumenti per capire le logiche dell‘economia edi conseguenza dei mercati finanziari: dalle obbligazioni, azioni, e valute a tuttoquello che può interessare il risparmio.Cercheremo di capire i meccanismi dei principali indicatori di mercato e degliinnumerevoli strumenti di risparmio, dai più semplici a quelli più complessi.Per il linguaggio utilizzato il corso è accessibile a tutti. 26
  27. 27. Utilizzeremo anche internet per muoverci nel mondo degli investimenti.Temi principali: L‘economia e gli indicatori economici. Analisi intermarket. Gli strumenti del risparmio. La finanza su internet. L‘analisi tecnica dei mercati finanziari. Linanza comportamentale.Si consiglia di portare in aula il ―Il sole24ore‖ del giorno della lezione per seguiregli innumerevoli numeri che ogni giorno vengono pubblicati e l‘andamento deimercati.Giovedì 20.30-22.30 inizio: 20/10/2011contributo € 50.00 10 lezioni FISICA E COSMOLOGIA ANGELO VENTURELLI MICROCOSMO E MACROCOSMO SI GUARDANOLa materia non è ciò che sembra: la sua proprietà più evidente, la massa, può essereoggi interpretata in maniera più profonda e in termini completamente diversi. Anchelo spazio non è quello che sembra: ciò che ai nostri occhi appare come vuoto si rivelasempre più come un mezzo complesso e brulicante di attività.Indagando nell‘infinitamente piccolo (i costituenti più intimi della materia come iquark e i bosoni, con i grandi acceleratori) come nell‘infinitamente grande (le stelle, legalassie e le grandi strutture dell‘Universo) fisici, astrofisici e cosmologi studiano ledue facce dello stesso Universo. Macrocosmo e microcosmo si guardano, o forse èsolo l‘Universo che guarda se stesso. Programma:Viaggio nell‘infinitamente grande e nell‘infinitamente piccolo.La struttura della materia, le particelle elementari e gli acceleratori di particelle.Le stelle collassate: nane bianche, stelle di neutroni e buchi neri.Big Bang e il Large Hadron Collider (LHC).L‘insostenibile sfuggevolezza del neutrino.Mercoledì 20,30–22,30 inizio: 01/02/2012contributo: € 30,00 5 lezioni 27
  28. 28. FLORITERAPIA DI E. BACH ZATTONI CLAUDIO - PIGOZZI SILVIAIl corso è aperto a tutti coloro che vogliono conoscere gli aspetti del trattamentoenergetico secondo il metodo Bach e che vogliono approfondire le metodiche dipreparazione ed utilizzo dei fiori.Programma Pensiero e teoria di E.Bach. Approccio alla floriterapia di Bach: quando e perché usare i fiori. Preparazione dei fiori: metodo solare e metodo bollitura. I 38 fiori di Bach. Soluzione universale: il Rescue Remedy. Come si prepara e quando utilizzarla. Consigli pratici di trattamento.Lunedì 20.30-22.30 inizio: 30/01/2012contributo € 30,00 5 lezioni FOTOGRAFIA GIAMPAOLO OSSANITecnicaIl corso si rivolge a chi vuole conoscere gli aspetti tecnici della fotografia.La parola fotografia significa disegnare con la luce e da questo partiamo .Esamineremo la tecnica base partendo dal negativo al digitale .Lunedì 20.30-22.30 inizio: 24/10/2011contributo € 40,00 5 lezioniStili e interpretazioniNel corso analizzeremo il lavoro fatto da alcuni fotografi famosi .Ogni serata prenderemo in esame un personaggio e attraverso le immagini neanalizzeremo lo stile , le tecniche e il percorso.Corso per allenare la nostra visione e creatività.Lunedì 20.30-22.30 inizio: 21/11/2011contributo € 40,00 5 lezioniPraticaCorso pratico , per tutti coloro con macchina fotografica che voglionopartecipare ad un progetto che prevede anche uscite fotografiche . Andremo afotografare ciascuno con la propria macchina e analizzeremo il lavoro fattoinsieme .Il lavoro fatto verrà utilizzato per realizzare una mostra .Lunedì 20.30-22.30 inizio: 20/02/2012contributo € 40,00 5 lezioni 28
  29. 29. GASTRONOMIA MOLECOLARE: OVVERO DEL PERCHÈ IL PANEINDURISCE, IL CIOCCOLATO SI TEMPERA, E L‟ALBUME SI MONTA A NEVE MENTRE IL TUORLO NO ROBERTO BERARDILo scopo del corso `e duplice: principalmente si intende fornire unaintroduzione alla gastronomia molecolare attraverso la discussione (a caratterestrettamente divulgativo) dei processi chimici e fisici che avvengono durante lepratiche culinarie tradizionali, e la preparazione casalinga di cibi specifici (es.marmellata, pane, maionese, burro, ecc.); il secondo obiettivo `e quello di usareargomenti (possibilmente) di interesse generale come pretesto per fornire alcunielementi utili ad una alfabetizzazione chimica e fisica di base.Programma:Introduzione. La marmellata. La farina e il pane. La carne e la fisica della cottura.Il cioccolato. Il gusto, aromi, sapori. Le uova, l‘albume montato a neve, la crema,la maionese. Il latte, la panna, il burro, e il gelato. Lo yogurt, e il formaggio.In particolare, gli argomenti trattati comprenderanno:Struttura della materia, atomi, molecole, macromolecole, carboidrati, acidi grassi,lipidi, fosfolipidi, aminoacidi, proteine, enzimi. Denaturazione e coagulazione diproteine. Cellule, membrane cellulari, osmosi. Frutti climaterici e non climaterici,maturazione. Cellulosa, pectina. Gel e gelificazione, colloidi, emulsioni, schiume,surfattanti. Amido, glutine, lievitazione, fermentazione. Concaggio e tempera.Reazione di Maillard, caramellizzazione. Trasmissione calore, forno a microonde,tecniche di cottura, cottura sous–vide, cottura a induzione. Meccanismi dipercezione di aromi e sapori.Giovedì 20.30-22.30 inizio: 20/10/2011contributo € 50,00 10 lezioni GEOGRAFIA DEL TURISMO: VIAGGIO IN LIGURIA PAOLA VENTURIQuest‘anno il programma di Geografia del Turismo in Italia prevede lo studiodella Liguria, regione confinante con l‘Emilia Romagna e in genere da noi pocovisitata, salvo ovvie eccezioni. Faremo un ipotetico viaggio partendo daVentimiglia seguendo la via Aurelia, quindi prendendo in considerazione i centristoricamente più antichi, dall‘Aurelia ci sposteremo poi all‘interno seguendo levarie valli.Partiremo da Imperia, ossia dalla Riviera di Ponente e prenderemo inconsiderazione Ventimiglia, Bordighera, San Remo, Arma di Taggia, tutte localitànotissime poste sulla costa, ma considereremo anche le valli interne con i loropiccoli centri arroccati e i loro paesaggi impervi. 29
  30. 30. Savona con la sua provincia ricca di piccoli centri costieri, come Finale Ligure,Loano ecc., molto noti per la bellezza e la mitezza del clima e i centri dell‘internocon quell‘agricoltura eroica che caratterizza gran parte della regione.Genova con il suo eccezione patrimonio culturale e monumentale costituisce unodei capisaldi del nostro lavoro. Prenderemo in considerazione Varazze, Camogli,Santa Margherita, Portofino, Chiavari, ecc.Vedremo poi l‘area di La Spezia con la sua magnifica costa e la particolarebellezza delle architetture che risentono fortemente della vicinissima culturatoscana.Il Corso, che è rivolto a tutti e che non richiede un particolare livello dicompetenze di base, si terrà di Mercoledì dalle 20.30 alle 22.30, nel secondoperiodo.Durante il corso, o alla fine dello stesso si effettuerà un viaggio di istruzionerelativo a quanto studiato, rispettando l‘ormai consolidata tradizione.Mercoledì 20.30-22.30 inizio: 01/02/2012contributo € 50,00 10 lezioni GEOGRAFIA DEL TURISMO: ITINERARI: VIAGGIO NELLA SPAGNA CENTRALE E SETTENTRIONALE PAOLA VENTURICompletiamo quest‘anno il viaggio iniziato l‘anno accademico passato, pertantoprendiamo in considerazione la Spagna centrale e settentrionale.Partiremo dalle regioni ai piedi dei Pirenei e prenderemo in considerazioneSaragozza, la Roja, Pamplona, ecc. come centri principali e alcuni piccoli centripresenti in quest‘area caratterizzata da una monumentalità particolarmente ricca eda ambienti naturali di particolare interesse.Prenderemo poi in considerazione le aree urbane e naturali della vecchia e dellanuova Castiglia, con Toledo, Valladolid, Burgos, Segovia, Salamanca ecc, tutticentri localizzati nella Meseta e caratterizzati da un clima ed un ambientetipicamente continentale.Madrid, con i suoi monumenti ed i suoi musei sarà uno dei centri che vedremoparticolarmente, la sua ricchezza e la sua suggestione è fondamentale se si vuolecercare di conoscere la Spagna.La Galizia con le sue coste a rias, ei suoi centri culturalmente fondamentali comeVigo, Lugo, o di grande interesse culturale e religioso come Santiago diCompostela è di particolare interesse turistico ed ambientale.Vedremo poi i centri costruiti ai piedi e nelle fiancate della cordiglieraCantabrica che con i loro monumenti testimoniano una culturaparticolarissima come quella delle Asturie e dei Paesi Baschi.Mercoledì 20.30-22.30 inizio: 19/10/2011contributo € 50,00 10 lezioni 30
  31. 31. GEOLOGIA: IL GIRO DEL MONDO IN 80 CLICK ENRICO MONTANARIViaggiare con Google EarthCome installare il programma. Come ―volare‖ sul paesaggio virtuale della terra.Come fare le misure con Google earth.Impariamo la GeomorfologiaLe catene montuose. Le orogenesi. Breve storia della Terrra.I vari ambienti della Terra. La vita al di fuori della terra. La vita sulla Terrà vieneda altri mondi?Tutto il Pianeta Terra in 80 clickPaesaggi da vedere in Italia: Vulcani, Dolomiti e Appennini, Borghi sperduti.Europa: Fiordi, Laghi e Fiumi, Catene montuose.Asia: Himalaya, Foreste tropicali, Città perdute.Vulcani di Indonesia, Filippine e Giappone.Oceania & Antartide: La magia dellAustralia , Nuova Zelanda lo stivalerovesciato. Atolli del Pacifico.Africa: Rift Valley, I deserti, Le grandi savaneAmeriche: Le cascate, Ande e Montagne Rocciose, Le grandi civiltà delSudamericaLunedì 20.30-22.30 inizio: 17/10/2011contributo € 50,00 10 lezioni GIARDINAGGIO: “IL MIO PICCOLO GRANDE GIARDINO” MAURO MARCHIANIIl Corso si propone di insegnare i principi di base del giardinaggio a tutti colorosiano interessati e/o appasionati alla cura delle Piante da Giardino.programma:1) Il rinvaso, terre, concimi e tecniche2) La potatura delle piante e delle radici3) Concimazione ed irrigazione4) Cenni di botanica, riconoscimento delle Piante e loro condizione diallevamento5) Materiali, attrezzi, uso manutenzione6) S.O.S. Riconoscimento e cura delle principali malattie delle piante7) Particolari e tecniche di abbellimento per i vasi, per i giardini, la loroconservazione in giardino e lallevamento8) Il riparo invernaleMercoledì 16.00-18.00 inizio: 19/10/2011contributo € 50,00 10 lezioni 31
  32. 32. GIARDINAGGIO: LA COLTIVAZIONE DI UN ORTO (SAN LORENZO) MAURO MARCHIANI ―…UN PICCOLO ORTO PER GRANDI SODDISFAZIONI…‖Il Corso si propone di insegnare i principi di base della coltivazione di un orto atutti coloro che hanno una passione o un interesse per l‘orto. Il terreno: la lavorazione e le caratteristiche. L‘ irrigazione: l‘impianto idrico; come si irriga; quando si irriga. La concimazione e il compostaggio. Cenni di botanica, riconoscimento delle Piante da orto e loro condizione di allevamento ai fini di una massima produzione. Le principali malattie e dove consigliarci per il miglior rimedio. I trattamenti: quando si fanno, come si fanno. Lotta integrata ai principali patogeni, l‘ impollinazione e altre curiosità. Come articolare le produzioni: la rotazione e la miglior esposizione. Il riparo invernale e le piante invernali.Sede di San LorenzoMercoledì 20.30-22.30 inizio: 19/10/2011contributo € 50,00 10 lezioni LETTERATURA: LA NOVELLA ITALIANA DAL XIII SECOLO ALL‟UMANESIMO PIER LUIGI FACCHINIIl corso intende offrire l‘occasione di sperimentare il piacere della lettura, con unavalutazione sui testi di carattere letterario e storico-culturale e con il supporto diimmagini e musica.Programma: Letture integrali o parziali e considerazioni sul testo di novelle tratte dalleseguenti opere:Anonimo, Il NovellinoGiovanni Boccaccio, Il DecameronFranco Sacchetti, Il TrecentonovelleGentile Sermini, Le NovelleMasuccio Salernitano, Il NovellinoGiovedì 16.00-18.00 inizio: 02/02/2012contributo € 50,00 10 lezioni 32
  33. 33. LETTERATURA: SETTE SCRITTORI PER SETTE CITTÀ SANTE MEDRI IL TRIONFO DI UNA NUOVA GEOGRAFIA LETTERARIANegli ultimi anni del Novecento Ezio Raimondi ipotizzava Un possibile percorso peraffermare «il trionfo di una nuova geografia letteraria profondamente diversa daquanto si era tentato nell‘età positivistica e che trovava poi nella cultura italiana il suoillustratore più acuto e più operoso», rappresentato da Carlo Dionisotti.Il rapporto tra uno scrittore e l‘area geografica di appartenenza contribuisce spesso adelineare un aspetto specifico, o un tratto originale della sua produzione letteraria.In alcuni casi, inoltre, scaturisce dall‘esame della sua opera lo stretto intreccio con iluoghi in cui ha vissuto; in tale caso il legame con il territorio si rivela fondamentale sesi considera l‘eventualità di dovere illustrare i confini che delimitano la sua attività discrittore.Così la Dublino notturna può apparire allo scrittore irlandese come una città«mascherata da grande metropoli» in una notte di festa in cui un gruppo di giovaniperde l‘intero patrimonio accumulato dai genitori in una partita a carte.Una città operosa che sa coniugare commercio e letteratura è la Trieste di Italo Svevo,ritenuta una città giovane dalle mille risorse, ma anche ben inserita nella culturaeuropea. I racconti di Hrabal, venati da una pungente ironia e, a volte, da un pizzico diumorismo nel tentativo di sfuggire alla censura del regime comunista, attingono lamateria delle storie da raccontare dalla frequentazione delle birrerie praghesi.Pertanto, Praga è vista da Hrabal attraverso figure di condizione sociale modesta chesvolgono umili mestieri, gli stessi praticati anche dallo scrittore, che ha dovutoaccettarli per riuscire a sopravvivere.In una Vienna aristocratica ed elegante, nella quale, tuttavia, è già possibile cogliere iprimi segni della crisi che porterà al crollo dell‘impero austro ungarico, la prosa diSchnitzler punta a fare emergere l‘aspetto dell‘inconscio, gettando un ponte traletteratura e psicanalisi, la nuova disciplina fondata negli stessi anni da Sigmund Freud.Un contributo decisivo alla costruzione dell‘immagine di Ferrara viene portato daGiorgio Bassani, autore delle Storie ferraresi, in cui coesistono nella realtà tutti i luoghidella sua narrativa: le strade, le piazze, la comunità ebraica, la città dei ricchi e quelladelle classi popolari. In una Venezia decadente, in cui infuria un‘epidemia di colera, un vecchio professoreinsegue con lo sguardo interessato un giovane adolescente di straordinaria bellezza, dacui non riesce a staccarsi, tanto è forte l‘attrazione che prova.Il percorso si conclude a Parigi, la città in cui negli anni Venti del Novecento siritrovavano scrittori e artisti, ospitati nel salotto letterario di Gertrude Stein,instancabile organizzatrice, che fin dai primi anni del secolo aveva dialogato con leavanguardie artistiche e letterarie. 33
  34. 34. Programma Dublino di James Joyce Trieste di Italo Svevo Praga di Bouhmil Hrabal Vienna di Arthur Schnitzler Ferrara di Giorgio Bassani Venezia di Thomas Mann Parigi di Gertrude SteinLunedì 17.00-19.00 inizio: 06/02/2012contributo € 35,00 7 lezioni METEOROLOGIA PIERLUIGI RANDI - ROBERTO GHISELLIProgramma: Definizione e misura delle principali variabili meteorologiche. Condizioni di stabilità e instabilità atmosferica: genesi, composizione e tipologie delle nubi convettive e stratiformi. Microfisica delle nubi e genesi delle precipitazioni. Interpretazione delle immagini da satellite e dal radar. Guida allinterpretazione dei radiosondaggi e delle mappe meteorologiche. La corrente a getto e le ciclogenesi; depressioni frontali ed orografiche. Approfondimento su temporali e grandine; come il windshear modella i sistemi temporaleschi La neve in Romagna: genesi e forzanti locali nella determinazione delle nevicate in regione. Cenni sulle dinamiche relative al Planet Boundary Layer. Meteorologia ed internet: molte, forse troppe, fonti cui attingere...Giovedì 20.30-22.30 inizio: 20/10/2011contributo € 50,00 10 lezioni 34
  35. 35. MUSICA: ALLA SCOPERTA DI UNA VOCE MARIA CLAUDIA BERGANTIN CANTANTI LIRICI DEL PASSATOUna guida all‘ascolto volta a riscoprire voci di grandi cantanti lirici del passato.nelperiodo che va da fine ‗800 agli anni‘50.Degli artisti verranno presentate: Cronache e vicende biografiche La voce Tecnica e stileMercoledì 18.00-20.00 inizio: 01/02/2012contributo € 40,00 8 lezioniMUSICA: GUIDA ALL‟ASCOLTO DELLA MUSICA STRUMENTALE DEL SEICENTO MICHELE CARNEVALIObiettivo del corso è la guida all‘ascolto della musicaclassica per imparare a vivere l‘emozione, lo stupore il piacere attraversol‘incontro con i grandi musicisti del passato di cui saranno illustrate le biografie,gli aneddoti, le curiosità musicali e le note relative alle composizioni edesecuzioni.Programma: Pietro Domenico Paradisi, Leopold Mozart,Wolfgang Amadeus Mozart,Franz Joseph Haydn, Luigi Boccherini, Carl MariaVon Weber, Ludwing Van Beethoven.Mercoledì 16.00-18.00 inizio: 26/10/2011contributo € 30.00 5 lezioni MUSICA: INTRODUZIONE ALL‟ASCOLTO MOZART VILLER VALBONESIIl corso è indirizzato a tutti coloro che vogliono avvicinarsi alla musica classica inmodo più approfondito e competente, con l‘obiettivo di dare tutte quelle conoscenzestoriche , musicali ed estetiche che possano rendere l‘ascolto dei grandi capolavori delpassato più profondo e consapevole. Quest‘anno ci si focalizzerà sul genio diWolfgang Amadeus Mozart, uno dei più grandi compositori di tutti i tempi. 35
  36. 36. Programma: Il classicismo musicale e le sue forme: la forma-sonata. La vita di Mozart: il bambino prodigio, gli anni salisburghesi, gli anni di Vienna, la morte prematura. La produzione musicale (le sonate, le serenate, i concerti, le sinfonie, le opere teatrali, la musica sacra). Ascolto e analisi delle composizioni più importanti (gli ascolti saranno effettuati da supporti sia audio che video, e le analisi saranno integrate da esemplificazioni al pianoforte eseguite dallo stesso docente).Giovedì 20.30-22.30 inizio: 02/02/2012contributo 40.00 8 lezioni PALIO LUGHESE DELLA CAVEJA VOLONTARI DELLA CONTESA ESTENSE REGOLE DELLA CAVEJA E DELLA MANIFESTAZIONE IN CUI SI DISPUTA "Tiro alla fune incrociato"il Corso si propone di insegnare le regole del tiro alla fune incrociato a persone cheabbiano interesse per questo tipico sport lughese e spiegare a grandi linee il mondo delPalio in cui questa competizione viene disputata.Argomenti del programma:1° e 2° Incontro Regolamento Caveja e Regolamento Contesadocente Volontario esperto di regolamenti Contesa3° Incontro Visione di Tiri della Caveja registrati e spiegazioni Posizionedellarbitro e casisticadocente Zarladur e Responsabili Tiratori4° Incontro e relazione con lArbitro Starterdocente Arbitro StarterLunedì 20.30-22.30 inizio: 07/11/2011contributo Gratuito 4 lezioni 36
  37. 37. PSICOLOGIA: COME COMUNICHIAMO? ANGELO MANZONIObiettivo del corso è quello di migliorare la conoscenza e la comprensione dellacomunicazione umana, sia per ciò che concerne gli aspetti teorici, ma anche per unutilizzo più efficace della comunicazione. Verrà analizzato anche il ruolo che ha lacomunicazione nei rapporti interpersonali. Le lezioni illustreranno ed esamineranno levarie metodologie comunicative umane: la comunicazione verbale, la comunicazionenon verbale, la comunicazione nei rapporti di coppia e nei gruppi, la comunicazioneumoristica e sul luogo di lavoro, la comunicazione persuasiva. La comunicazione con inuovi mezzi di comunicazione…ci aiutano veramente a comunicare di più‘?Le lezioni verranno tenute in maniera interattiva facendo ricorso a filmati e giochi diruolo per approfondire l‘argomento in esame.Non vengono richiesti particolari pre-requisiti dal momento che gli incontri vengonoproposti per un pubblico ampio ed eterogeneo.Contenuti del Programma: Lo sviluppo del linguaggio; La comunicazione verbale e non verbale; La comunicazione nella coppia e familiare; La comunicazione nell‘ambito lavorativo; La comunicazione persuasiva, La comunicazione ironica ed umoristica; I paradossi comunicativi ed i loro effetti; La comunicazione con i nuovi mezzi di comunicazione.Mercoledì 20.30-22.30 inizio: 19/10/2011contributo € 50,00 10 lezioni PSICOLOGIA: LO STRESS: CONOSCERLO PER AFFRONTARLO ANGELO MANZONIObiettivo del corso è quello di migliorare la conoscenza di cosa sia lo stress e di comequesto influenzi la vita delle persone, sia a livello fisico che comportamentale. Un altroobiettivo del corso è quello di fornire una conoscenza su come poter affrontareefficacemente situazioni stressanti.Le lezioni verranno tenute in maniera interattiva facendo ricorso ad esempi e a filmatiper introdurre le lezioni.All‘inizio ed al termine del corso è prevista la somministrazione di un questionario pervalutare l‘ efficacia del corso e la soddisfazione dei partecipanti.Contenuti del Programma: 37
  38. 38. Definizione di stress, dal senso comune a definizione più specifica; Differenze tra distress (stress negativo) ed eustress (stress positivo); Sindrome generica d‘adattamento e stress cronico; Effetti dello stress; Modelli esplicitativi che descrivono il fenomeno dello stress; Caratteristiche che influenzano il grado di stress ( percezione di stress, auto- efficacia, locus of control); Conoscere gli eventi stressanti. Cosa stressa di più. Come intervenire sullo stress: rilassamento, problem solving, riconcettualizzazione.Mercoledì 20.30-22.30 inizio: 01/02/2012contributo € 50,00 10 lezioniPSICOLOGIA: DIPENDERE DALLA TECNOLOGIA: NUOVE FORME DI DISAGIO GIOVANILE SERENA BAGLIIl corso si propone di affrontare il tema di grande attualità delle nuove dipendenze acui possono andare incontro i giovani in una prospettiva psicologica. Durante il corsoverranno affrontati diversi aspetti collegati alla dipendenza e a come questa plasmanon solo il comportamento immediato, ma anche l‘identità del ragazzo e il suo mododi relazionarsi al mondo.Programma: Panoramica delle nuove dipendenze: social network, internet, videogiochi, chat e giochi di ruolo. Come le società virtuali influenzano il nostro vivere quotidiano, l‘interdipendenza tra vita reale e vita virtuale. I giovani e il cyberspazio. Il sottile confine tra svago e dipendenza. Sin da piccolissimi si rapportano al mondo virtuale, diventa un amico, uno svago, una fuga dalla realtà, ma spesso si perde il controllo, non riescono più a farne a meno e gli si attacca addosso come una seconda pelle. La società globalizzata del mondo e di internet ci porta ad essere ―amici di tutti e amici di nessuno‖ e nei ragazzi questo significa non avere rapporti significativi, non avere coordinate spazio-temporali, non avere più ruoli ben definiti: ―ora si può essere tutto, ma così si diventa nulla‖. Quando la dipendenza diventa malattia: il cervello si plasma sulla base degli stimoli ambientali, la ripetitività e il continuo bisogno di ―averne sempre di più‖, porta i ragazzi ad un disinvestimento affettivo e sociale a discapito dell‘età della spensieratezza. Crisi di identità legata alla frammentazione dell‘individuo in via di sviluppo. Il cyberspazio lascia le parti di sé scollegate tra loro in universo parallelo: se nella vita reale siamo timidi, paurosi ed introversi nel mondo virtuale possiamo essere 38
  39. 39. spavaldi, guerrieri, vincitori. Ma questo come si ripercuote sulla formazione dell‘identità? Essa rimane frammentata, scissa, e questo rende i nostri ragazzi molto più a rischio di patologia. Riprendendo le fila di quanto esposto proponiamo delle strategie per identificare la dipendenza, affrontarla e gestirla opportunamente. E‘ importante riconoscerla rispetto a comportamenti di ―sano divertimento‖ per poter andare a fondo ai motivi che l‘hanno sviluppata. Adattarsi al mondo ed ai suoi cambiamenti ci fa vivere bene, ma il cambiamento porta in sé parti costruttive ed insieme distruttive: quello che ci sembra un‘incredibile risorsa può trasformarsi in prigione, basta un clic.Giovedì 20.30-22.30 inizio: 20/10/2011contributo € 50,00 10 lezioni PSICOLOGIA: IL SONNO E I SUOI DISTURBI SILVIA TOTISecondo un recente studio condotto da specialisti medici, sono circa 12 milioni diitaliani, adulti in età lavorativa, che soffrono d‘insonnia: il 40% lamenta disturbidel sonno, il 10% soffre d‘insonnia cronica, il 20-25% è soggetto ad insonniaoccasionale. Le problematiche legate alla carenza di riposo spesso si manifestanocon ansia, depressione, irritabilità, aggressività e indolenza. Il corso si propone dioffrire una maggiore conoscenza dei processi fisiologici sottostanti il riposonotturno. Il corso è aperto a tutti, in quanto non sono richieste competenze econoscenze preliminari.PROGRAMMA: Il sonno come stato di coscienza. Definizione e teorie sulla funzione del sonno, meccanismi di regolazione del ciclo sonno-veglia, strutture nervose implicate nella veglia e nel sonno. Metodologie di studio del sonno. Il sonno NREM e sonno REM Ritmi circadiani e Ritmi stagionali. Melatonina e depressione stagionale. Definizione e teorie sulla funzione del sogno. Sonno e memoria. I disturbi del sonno secondo il DSM-IV/TR: Dissonnie e Parasonnie. Le buone regole del dormire bene. Cenni di Psicofarmacologia del sonno. Tecniche di rilassamento guidato.Lunedì 18.00-20.00 inizio: 30/01/2012contributo € 35,00 6 lezioni 39
  40. 40. PSICOLOGIA: LE EMOZIONI DELLA VITA QUOTIDIANA: RICONOSCERLE, VIVERLE, COMUNICARLE RACHELE NANNI, VALENTINA CASADEILa nostra cultura è attraversata dall‘idea platonica che le emozioni vadano controllatedalla ragione affinché non interferiscano con il retto comportamento. Lo studioetologico, neurofisiologico e psicologico ha mostrato invece come esse costituiscano ilsistema motivazionale più importante nel determinare la maggior parte delle nostrescelte. Vivere, riconoscere e modulare le emozioni costituisce l‘ingredientefondamentale per il benessere individuale e per migliore la vita di relazione. Qualisono le caratteristiche delle emozioni? Che funzioni hanno? Come vengono modulate?Questi gli argomenti che verranno affrontati nel corso. Gli ―ingredienti‖ delle emozioni Paura, ansia e senso di sicurezza Vergogna, colpa e fierezza La funzione della rabbia Invidia e gelosia Tristezza e depressioneLunedì 16.00-18.00 inizio: 30/01/2012contributo € 35,00 6 lezioni PSICOLOGIA: LE COMPETENZE SOCIALI E RELAZIONALI (LIFE SKILLS) CHE MIGLIORANO IL BENESSERE NELL‟ARCO DI VITA. MANUELA ZAMBIANCHILe ―Life-Skills‖, vengono definite come ―abilità/capacità che permettono di acquisireun comportamento versatile e positivo, grazie al quale possiamo affrontareefficacemente la vita quotidiana. Esse rappresentano ―un insieme di competenzesociali e relazionali che permettono di affrontare in modo efficace le esigenze della vitaquotidiana, rapportandosi con fiducia a se stessi, agli altri ed alla comunità‖. Lamancanza di tali skills può causare l‘instaurarsi di comportamenti negativi e a rischio inrisposta allo stress. Inizialmente proposte per lo sviluppo positivo in età evolutiva,sono state recentemente definite come insieme di abilità utili nell‘intero arco della vita.Il corso prenderà in esame alcune di queste competenze attraverso sia un loroapprofondimento teorico, sia attraverso attività più concrete con i partecipanti.Le life skills che verranno approfondite sono le seguenti: 40
  41. 41. Autoconsapevolezza. Capacità di leggere dentro se stessi, di conoscere se stessi, il proprio carattere, i propri bisogni e desideri, i propri punti deboli e i propri punti forti. E‘ la condizione indispensabile per la gestione dello stress, la comunicazione efficace, le relazioni interpersonali positive e l‘empatia. Gestione delle emozioni. Capacità di riconoscere le proprie emozioni e quelle degli altri. Essere consapevoli di come le emozioni influenzano il comportamento, in modo da riuscire a gestirle in modo appropriato e a regolarle opportunamente. Saper esprimere le emozioni positive e regolare quelle negative. Senso critico. Capacità di analizzare e valutare le situazioni. Saper analizzare informazioni ed esperienze in modo oggettivo, valutandone vantaggi e svantaggi, al fine di arrivare ad una decisione più consapevole, riconoscendo e valutando i diversi fattori che influenzano gli atteggiamenti ed il comportamento. Saper riconoscere le semplificazioni cognitive (stereotipi, scorciatoie del pensiero) e la loro influenza sulle nostre valutazioni e sui nostri comportamenti quotidiani. Creatività. Capacità di affrontare in modo flessibile ogni genere di situazione. Saper trovare soluzioni e idee originali, competenza che contribuisce sia ad elevare la qualità delle decisioni, sia i processi di problem solving, permettendo di esplorare le diverse alternative possibili e le conseguenze delle diverse opzioni. Comunicazione efficace. Capacità di esprimersi. Sapersi esprimere in ogni situazione particolare sia a livello verbale che non verbale in modo efficace e congruo alla propria cultura, dichiarando opinioni e desideri, ma anche bisogni e sentimenti, ascoltando con attenzione gli altri per capirli, chiedendo, se necessario, aiuto. Comprendere la rilevanza del canale verbale e del canale non verbale per una comunicazione interpersonale efficace. Empatia. Capacità di comprendere gli altri. Saper comprendere e ascoltare gli altri, immedesimandosi in loro anche in situazioni non familiari, accettandoli e comprendendoli e migliorando le relazioni sociali, soprattutto nei confronti di diversità etniche e culturali. Relazioni interpersonali. Capacità di interagire e relazionarsi con gli altri in modo positivo. Sapersi mettere in relazione costruttiva con gli altri, saper creare e mantenere relazioni significative, ma anche essere in grado di interrompere le relazioni in modo costruttivo.Mercoledì 18.00-20.00 inizio: 26/10/2011contributo € 90,00 20 lezioni 41

×