Successfully reported this slideshow.
We use your LinkedIn profile and activity data to personalize ads and to show you more relevant ads. You can change your ad preferences anytime.

Il processo invisibile. Massimo Di Rienzo @spazioetico

269 views

Published on

Il processo invisibile è un caso presentato nel corso del webinar " Il Piano Nazionale Anticorruzione 2016 e il governo del territorio" del 20 aprile 2017 per la Fondazione IFEL

Published in: Education
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

Il processo invisibile. Massimo Di Rienzo @spazioetico

  1. 1. Il Piano Nazionale Anticorruzione 2016 e il governo del territorio Focus su: - Analisi di un caso - Il processo «invisibile» 20 aprile 2017 Massimo Di Rienzo
  2. 2. IL PROCESSO INVISIBILE LA PIANIFICAZIONE ATTUATIVALAPIANIFICAZIONEATTUATIVA LAPIANIFICAZIONEATTUATIVA LAPIANIFICAZIONEATTUATIVA
  3. 3. •Nella materia dell’urbanistica e dell’edilizia i cosiddetti “strumenti d’attuazione” si riferiscono al PRG che rappresenta lo strumento principale di pianificazione del territorio dei Comuni. Non esiste una tipologia omogenea di strumenti pianificatori attuativi, bensì una pluralità di strumenti urbanistici di dettaglio, non ascrivibili ad uno schema unitario. A titolo indicativo si può dire che i principali strumenti attuativi tradizionali sono: i piani particolareggiati (di iniziativa privata o pubblica), i piani di lottizzazione, i piani per l’edilizia economica e popolare, i piani delle aree da destinare agli insediamenti produttivi, i piani di recupero (di iniziativa privata o pubblica). In definitiva si tratta di elaborati che precisano gli interventi sul territorio e ne organizzano l’attuazione traducendo dettagliatamente le previsioni e le prescrizioni dettate per grandi linee dal PRG. Processi di pianificazione attuativa (Piani Attuativi) nel PNA 2016
  4. 4. • Alla dottoressa Dirigella, responsabile dello Sportello Unico Edilizia (SUE) del Comune di Caciucco, arriva la richiesta di avviare una interlocuzione preliminare con l’architetto Archi Star, che ha redatto un progetto per conto di un noto costruttore della zona Armando F.. • Il progetto ha ad oggetto un piano attuativo di iniziativa privata. Come è noto, in tali procedimenti, il privato predispone lo strumento urbanistico di esecuzione, sottoponendolo all’approvazione comunale. Con il privato, successivamente, il Comune stipula una convenzione per la realizzazione di opere di urbanizzazione primaria e secondaria e per la cessione delle aree necessarie. • La richiesta di avviare l’interlocuzione arriva direttamente dal dottor Dal Popolo M., assessore all’urbanistica del Comune di Caciucco, che si rivolge alla dottoressa Dirigella «Ho visto il progetto e mi sembra che sia tutto ok, anzi rappresenta un’ottima occasione per quell’area. Bene! Allora faccia come si è sempre fatto in questo Comune, assegni la pratica a qualcuno del suo ufficio e fate in modo di dare al più presto un appuntamento ad Archi Star! Diamo l’impressione, almeno questa volta, di non far perdere tempo alle persone e che le promosse fatte, una volta tanto, le riusciamo a realizzarle, va bene?». • E’ piuttosto risaputo, tuttavia, che l’assessore Dal Popolo M. sia stato apertamente sostenuto dal costruttore Armando F. in fase di campagna elettorale e sono in molti a ritenere che il costruttore possa vantare un «credito» nei confronti dell’assessore. • La dottoressa Dirigella non sa bene cosa fare. Del resto l’assessore Dal Popolo M. è noto per non aver alcuna competenza in merito ai dettagli tecnici che possono permettere di valutare la coerenza del piano attuativo con il piano generale e con la legge. SCENARIO (parte prima) Dir. Dirigella (pubblico non eletto) Arch. Archi Star (privato) Ass. Dal Popolo M. (pubblico eletto) Costr. Armando F. (privato)
  5. 5. 5 PRIVATO • Conosce lo strumento urbanistico di esecuzione, avendolo esso stesso predisposto • Ha interesse a ridurre tale asimmetria informativa per ottenere l’approvazione da parte del Comune PUBBLICO (NON ELETTO) • Conosce i dettagli tecnici che possono permettere di valutare la coerenza del piano attuativo con il piano generale e con la legge • Ha interesse a ridurre l’asimmetria informativa con il privato anche attraverso incontri preliminari per dirimere eventuali controversie prima della presentazione formale del piano. IL GIOCO DELLE «ASIMMETRIE INFORMATIVE» Cosa conosce qualcuno che gli altri non conoscono e che hanno interesse a conoscere… e viceversa… INCONTRI PRELIMINARI? PERCHE’
  6. 6. INFORMAZIONI INTERFERENZE SPAZIO ETICO CARENZE GESTIONALI CARENZE OPERATIVE CARENZE ORGANIZZATIVE CARENZA DI CONTROLLO CONTROPARTI/ RELAZIONI INTERESSI OPACITÀ REGOLE RILEVANZA ECONOMICA MONOPOLIO INTERNO DISCREZIONALITÀ I FATTORI GENERATIVI DEL RISCHIO CORRUTTIVO Fonte: adattamento da Linee Guida ANCI Lombardia …analizzeremo quelli in rosso…
  7. 7. CONTROPARTI/RELAZIONI Il processo richiede una relazione con soggetti (pubblici o privati) esterni all'organizzazione, che possono interferire con le scelte dei ruoli di indirizzo, gestionali e operativi IL PRIVATO… • Ritiene di poter vantare un «credito» nei confronti del pubblico, in ragione del ruolo esercitato nella fase elettiva • Ha interesse a richiedere (e si «aspetta») un’azione del pubblico sulla base di tale presunto credito BASSO MEDIO ALTO
  8. 8. IL GIOCO DELLE «INTERFERENZE» I ruoli di indirizzo e i ruoli gestionali entrano in conflitto fra loro (es. interferenze degli organi di indirizzo nell’attività degli uffici, oppure inerzia dei ruoli gestionali nei confronti degli indirizzi della componente politica dell’amministrazione) PUBBLICO (ELETTO) • Ha interesse ad interferire attraverso l’interessamento diretto nel segnalare all’ufficio la volontà del privato. • Tale azione si connota come forma di «sdebitamento» all’interno della particolare relazione di scambio che si attiva attraverso la gestione del consenso elettorale. PUBBLICO (NON ELETTO) • Potrebbe «subire» l’interferenza, • L’interessamento della componente politica potrebbe generare delle «aspettative» in merito al comportamento del responsabile dell’ufficio. BASSO MEDIO ALTO
  9. 9. LO SPAZIO ETICO DEGLI ATTORI IN CAMPO Il processo richiede che chi si trova ad assumere decisioni (pubblico o privato) sia consapevole, oppure adotti comportamenti compatibili con l’etica pubblica Quali sono i «COMPORTAMENTI COMPATIBILI»? PRIVATO •Non ritiene di vantare alcun «credito» nei confronti del pubblico, sebbene abbia esercitato un ruolo nella fase elettiva. •Non ha, pertanto, interesse a richiedere (e non si «aspetta») alcuna azione del pubblico PUBBLICO (ELETTO) •Non ha interesse a interferire e non segnala all’ufficio la volontà del privato. •Non nutre alcun condizionamento da parte del privato e non percepisce alcun «debito» PUBBLICO (NON ELETTO) •Non subisce alcuna interferenza. •Il responsabile dell’ufficio fa in modo che non si generino mai «aspettative» in merito ad un particolare comportamento da tenere. •Per questo, se del caso, il responsabile gestisce in prima persona le pratiche particolarmente «complesse» e non le affida ad un funzionario poco esperto. SPAZIO ETICO DEL PRIVATO SPAZIO ETICO DEL PUBBLICO (ELETTO) SPAZIO ETICO DEL PUBBLICO (NON ELETTO) BASSO MEDIO ALTO
  10. 10. 10 • E’ piuttosto risaputo che l’assessore Dal Popolo M. sia stato apertamente sostenuto dal costruttore Armando F. in fase di campagna elettorale e sono in molti a ritenere che il costruttore possa vantare un «credito» nei confronti dell’assessore. • La dottoressa Dirigella non sa bene cosa fare. Del resto l’assessore Dal Popolo M. è noto per non aver alcuna competenza in merito ai dettagli tecnici che possono permettere di valutare la coerenza del piano attuativo con il piano generale e con la legge.
  11. 11. 11 • E’ piuttosto risaputo che l’assessore Dal Popolo M. sia stato apertamente sostenuto dal costruttore Armando F. in fase di campagna elettorale e sono in molti a ritenere che il costruttore possa vantare un «credito» nei confronti dell’assessore. • La dottoressa Dirigella non sa bene cosa fare. Del resto l’assessore Dal Popolo M. è noto per non aver alcuna competenza in merito ai dettagli tecnici che possono permettere di valutare la coerenza del piano attuativo con il piano generale e con la legge. Valuta di non dare alcun appuntamento ad Archi Star e di rimuovere la prassi degli incontri preliminari
  12. 12. 12 • E’ piuttosto risaputo che l’assessore Dal Popolo M. sia stato apertamente sostenuto dal costruttore Armando F. in fase di campagna elettorale e sono in molti a ritenere che il costruttore possa vantare un «credito» nei confronti dell’assessore. • La dottoressa Dirigella non sa bene cosa fare. Del resto l’assessore Dal Popolo M. è noto per non aver alcuna competenza in merito ai dettagli tecnici che possono permettere di valutare la coerenza del piano attuativo con il piano generale e con la legge. Valuta di non dare alcun appuntamento ad Archi Star e di rimuovere la prassi degli incontri preliminari Valuta di non incontrare l’architetto, almeno fin quando non verrà avviata istanza formale
  13. 13. 13 • E’ piuttosto risaputo che l’assessore Dal Popolo M. sia stato apertamente sostenuto dal costruttore Armando F. in fase di campagna elettorale e sono in molti a ritenere che il costruttore possa vantare un «credito» nei confronti dell’assessore. • La dottoressa Dirigella non sa bene cosa fare. Del resto l’assessore Dal Popolo M. è noto per non aver alcuna competenza in merito ai dettagli tecnici che possono permettere di valutare la coerenza del piano attuativo con il piano generale e con la legge. Valuta di non dare alcun appuntamento ad Archi Star e di rimuovere la prassi degli incontri preliminari Valuta di non incontrare l’architetto, almeno fin quando non verrà avviata istanza formale Assegna la pratica ad un funzionario del SUE e chiede che venga al più presto contattato Archi Star per un incontro preliminare
  14. 14. 14 • E’ piuttosto risaputo che l’assessore Dal Popolo M. sia stato apertamente sostenuto dal costruttore Armando F. in fase di campagna elettorale e sono in molti a ritenere che il costruttore possa vantare un «credito» nei confronti dell’assessore. • La dottoressa Dirigella non sa bene cosa fare. Del resto l’assessore Dal Popolo M. è noto per non aver alcuna competenza in merito ai dettagli tecnici che possono permettere di valutare la coerenza del piano attuativo con il piano generale e con la legge. Valuta di non dare alcun appuntamento ad Archi Star e di rimuovere la prassi degli incontri preliminari Valuta di non incontrare l’architetto, almeno fin quando non verrà avviata istanza formale Assegna la pratica ad un funzionario del SUE e chiede che venga al più presto contattato Archi Star per un incontro preliminare Assume essa stessa la responsabilità diretta della pratica e contatta Archi Star per un incontro preliminare
  15. 15. Decide di… Assegnare la pratica ad un funzionario del SUE e chiede che venga al più presto contattato Archi Star per un incontro preliminare
  16. 16. Decide di… Assegnare la pratica ad un funzionario del SUE e chiede che venga al più presto contattato Archi Star per un incontro preliminare Quale misura avrebbe dovuto stabilire per prevenire il rischio corruttivo (secondo il PNA aggiornamento 2016)? • Effettuare incontri preliminari con i rappresentanti politici competenti, diretti a definire gli obiettivi generali in relazione alle proposte del soggetto attuatore (privato, ndr.). • Adottare linee guida interne, oggetto di pubblicazione, che disciplinino la procedura da seguire e introducano specifiche forme di trasparenza e rendicontazione (ad esempio, tramite check list di verifica degli adempimenti da porre in essere, inviata al RPCT ai fini di controllo).
  17. 17. • La dottoressa Dirigella decide di assegnare il delicato incarico alla geometra Integri T., di cui ha più volte potuto testimoniare l’onestà e la dedizione verso la cura dell’interesse generale e nei confronti della quale nutre una particolare stima. • La dottoressa Dirigella le ha anche chiesto di contattare al più preso l’architetto Archi Star per un incontro preliminare, così come è prassi di quell’ufficio per scambiarsi le prime impressioni sul progetto e per valutare in prima istanza la congruità del piano attuativo al piano generale e alla legge. • La geometra Integri T., dal canto suo, è piuttosto preoccupata anche perché non ha particolare esperienza in questo campo. • Integri T. non sa bene come gestire questo incontro… SCENARIO (parte seconda) Dir. Dirigella (pubblico non eletto) Arch. Archi Star (privato) Geom. Integri T. (pubblico non eletto)
  18. 18. ASIMMETRIE INFORMATIVE INTERFERENZE SPAZIO ETICO CARENZE GESTIONALI CARENZE OPERATIVE CARENZE ORGANIZZATIVE CARENZA DI CONTROLLO CONTROPARTI/RELAZIONI INTERESSI OPACITÀ REGOLE RILEVANZA ECONOMICA MONOPOLIO INTERNO DISCREZIONALITÀ I FATTORI GENERATIVI DEL RISCHIO CORRUTTIVO Fonte: adattamento da Linee Guida ANCI Lombardia …analizzeremo solo quelli in rosso…
  19. 19. 19 CARENZE OPERATIVE I ruoli operativi non intervengono adeguatamente nel processo: (es. carenza di competenze, bassa percezione del rischio) PRIVATO • Ha interesse a far valere la sua posizione di «asimmetria operativa», nei confronti del pubblico al fine di spuntare un vantaggio nella negoziazione degli interessi PUBBLICO (NON ELETTO) • Ha interesse a ridurre l’asimmetria operativa • La riduzione dell’asimmetria operativa può generare una perdita di qualità e/o di imparzialità del processo… • …nel senso che «ci si consegna nelle mani del privato» 19 BASSO MEDIO ALTO
  20. 20. 20 OPACITA’ Le scelte compiute nel corso del processo non sono sufficientemente documentate e giustificate. C'è carenza di flussi informativi trasparenti fra i soggetti coinvolti in uno stesso processo. PRIVATO • Può avere interesse a oscurare il processo e a mantenere le asimmetrie informative che si generano dal processo PUBBLICO • Ha interesse a rendere tracciabile il processo decisionale • Deve fare attenzione nel mantenere il processo all’interno di una «sfera di sostenibilità» per il privato 20 BASSO MEDIO ALTO
  21. 21. 21 • La dottoressa Dirigella decide di assegnare il delicato incarico alla geometra Integri T., di cui ha più volte potuto testimoniare l’onestà e la dedizione verso la cura dell’interesse generale e nei confronti della quale nutre una particolare stima. • La dottoressa Dirigella le ha anche chiesto di contattare al più preso l’architetto Archi Star per un incontro preliminare, così come è prassi di quell’ufficio per scambiarsi le prime impressioni sul progetto e per valutare la congruità del piano esecutivo al piano generale e alla legge. • La geometra Integri T., dal canto suo, è piuttosto preoccupata anche perché non ha particolare esperienza in questo campo. • Integri T. non sa bene come gestire questo incontro… Valuta di incontrare informalmente Archi Star presso lo studio dell’architetto
  22. 22. 22 • La dottoressa Dirigella decide di assegnare il delicato incarico alla geometra Integri T., di cui ha più volte potuto testimoniare l’onestà e la dedizione verso la cura dell’interesse generale e nei confronti della quale nutre una particolare stima. • La dottoressa Dirigella le ha anche chiesto di contattare al più preso l’architetto Archi Star per un incontro preliminare, così come è prassi di quell’ufficio per scambiarsi le prime impressioni sul progetto e per valutare la congruità del piano esecutivo al piano generale e alla legge. • La geometra Integri T., dal canto suo, è piuttosto preoccupata anche perché non ha particolare esperienza in questo campo. • Integri T. non sa bene come gestire questo incontro… Valuta di seguire la prassi e di incontrare informalmente Archi Star presso il SUE Valuta di incontrare informalmente Archi Star presso lo studio dell’architetto
  23. 23. 23 Valuta di registrare e verbalizzare l’incontro preliminare • La dottoressa Dirigella decide di assegnare il delicato incarico alla geometra Integri T., di cui ha più volte potuto testimoniare l’onestà e la dedizione verso la cura dell’interesse generale e nei confronti della quale nutre una particolare stima. • La dottoressa Dirigella le ha anche chiesto di contattare al più preso l’architetto Archi Star per un incontro preliminare, così come è prassi di quell’ufficio per scambiarsi le prime impressioni sul progetto e per valutare la congruità del piano esecutivo al piano generale e alla legge. • La geometra Integri T., dal canto suo, è piuttosto preoccupata anche perché non ha particolare esperienza in questo campo. • Integri T. non sa bene come gestire questo incontro… Valuta di seguire la prassi e di incontrare informalmente Archi Star presso il SUE Valuta di incontrare informalmente Archi Star presso lo studio dell’architetto
  24. 24. 24 Valuta di registrare, verbalizzare e farsi sottoscrivere da Archi Star l’incontro preliminare Valuta di registrare e verbalizzare l’incontro preliminare • La dottoressa Dirigella decide di assegnare il delicato incarico alla geometra Integri T., di cui ha più volte potuto testimoniare l’onestà e la dedizione verso la cura dell’interesse generale e nei confronti della quale nutre una particolare stima. • La dottoressa Dirigella le ha anche chiesto di contattare al più preso l’architetto Archi Star per un incontro preliminare, così come è prassi di quell’ufficio per scambiarsi le prime impressioni sul progetto e per valutare la congruità del piano esecutivo al piano generale e alla legge. • La geometra Integri T., dal canto suo, è piuttosto preoccupata anche perché non ha particolare esperienza in questo campo. • Integri T. non sa bene come gestire questo incontro… Valuta di seguire la prassi e di incontrare informalmente Archi Star presso il SUE Valuta di incontrare informalmente Archi Star presso lo studio dell’architetto
  25. 25. 25 Decide di… Registrare e verbalizzare l’incontro preliminare
  26. 26. 26 Decide di… Registrare e verbalizzare l’incontro preliminare Quale misura avrebbe dovuto stabilire per prevenire il rischio corruttivo (secondo il PNA aggiornamento 2016)? • la predisposizione di un registro degli incontri con i soggetti attuatori, nel quale riportare le relative verbalizzazioni
  27. 27. • Dopo ben cinque incontri preliminari, che ha preteso di registrare e verbalizzare, Integri T. ancora non si sente di dare l’ok in merito alla compatibilità del progetto del costruttore con il Piano Regolatore. • Ci sono ancora molti elementi poco chiari e, di fronte alle pressanti richieste di adeguamento di Integri T., Archi Star ha fornito soluzioni assolutamente non esaustive. • Il costruttore Armando F. chiede ad Archi Star immediate spiegazioni sulla situazione di impasse che rischia di pregiudicare i suoi interessi. • Archi Star ritiene utile che il costruttore Armando F. parli direttamente con l’assessore, il dottor Dal Popolo M.. • Il costruttore dovrebbe segnalare all’assessore il comportamento della geometra Integri T., esprimendo un giudizio fortemente negativo sul suo operato così esacerbatamente ostruttivo. • Tale giudizio dovrebbe indurre l’assessore ad esercitare pressioni sulla dirigente, dottoressa Dirigella e sbloccare finalmente la situazione. • Cosa che puntualmente avviene. L’assessore Dal Popolo M. convoca la dottoressa Dirigella e le intima di rimuovere la geometra Integri T. dall’incarico: «Gli elettori non mi hanno votato per assistere impotenti a questo scempio!» • Ora Dirigella davvero non sa cosa fare… SCENARIO (parte terza) Geom. Integri T. (pubblico non eletto) Arch. Archi Star (privato) Ass. Dal Popolo M. (pubblico eletto) Costr. Armando F. (privato) Dir. Dirigella (pubblico non eletto)
  28. 28. ASIMMETRIE INFORMATIVE INTERFERENZE SPAZIO ETICO CARENZE GESTIONALI CARENZE OPERATIVE CARENZE ORGANIZZATIVE CARENZA DI CONTROLLO CONTROPARTI/RELAZIONI INTERESSI OPACITÀ REGOLE RILEVANZA ECONOMICA MONOPOLIO INTERNO DISCREZIONALITÀ I FATTORI GENERATIVI DEL RISCHIO CORRUTTIVO Fonte: adattamento da Linee Guida ANCI Lombardia …analizzeremo solo quelli in rosso…
  29. 29. 29 INTERESSI Il processo può danneggiare o favorire in modo rilevante interessi privati PRIVATO • Ha interesse a esercitare pressioni per sbloccare la situazione al fine di non danneggiare i rilevanti interessi che vanta sulla partita. 29 BASSO MEDIO ALTO
  30. 30. 30 • L’assessore Dal Popolo M. convoca la dottoressa Dirigella e le intima di rimuovere la geometra Integri T. dall’incarico: «Gli elettori non mi hanno votato per assistere impotenti a questo scempio!» • Ora Dirigella davvero non sa cosa fare… Rimuove la geometra dall’incarico che assegna ad un altro funzionario
  31. 31. 31 • L’assessore Dal Popolo M. convoca la dottoressa Dirigella e le intima di rimuovere la geometra Integri T. dall’incarico: «Gli elettori non mi hanno votato per assistere impotenti a questo scempio!» • Ora Dirigella davvero non sa cosa fare… Rimuove la geometra dall’incarico che assegna ad un altro funzionario Rimuove la geometra dall’incarico, ne assume la responsabilità per chiudere in fretta la fase preliminare
  32. 32. 32 • L’assessore Dal Popolo M. convoca la dottoressa Dirigella e le intima di rimuovere la geometra Integri T. dall’incarico: «Gli elettori non mi hanno votato per assistere impotenti a questo scempio!» • Ora Dirigella davvero non sa cosa fare… Rimuove la geometra dall’incarico che assegna ad un altro funzionario Rimuove la geometra dall’incarico, ne assume la responsabilità per chiudere in fretta la fase preliminare Non rimuove la geometra dall’incarico ma la invita a chiudere in fretta la fase preliminare
  33. 33. 33 • L’assessore Dal Popolo M. convoca la dottoressa Dirigella e le intima di rimuovere la geometra Integri T. dall’incarico: «Gli elettori non mi hanno votato per assistere impotenti a questo scempio!» • Ora Dirigella davvero non sa cosa fare… Rimuove la geometra dall’incarico che assegna ad un altro funzionario Rimuove la geometra dall’incarico, ne assume la responsabilità per chiudere in fretta la fase preliminare Non rimuove la geometra dall’incarico ma la invita a chiudere in fretta la fase preliminare Non rimuove la geometra dall’incarico e la invita ad acquisire informazioni dirette ad accertare il livello di affidabilità del privato promotore
  34. 34. Decide di… FATE LA VOSTRA SCELTA! Quale misura avrebbe dovuto stabilire per prevenire il rischio corruttivo (secondo il PNA aggiornamento 2016)? • Acquisire alcune informazioni dirette ad accertare il livello di affidabilità dei privati promotori (quali ad esempio il certificato della Camera di commercio, i bilanci depositati, le referenze bancarie, casellario giudiziale). • c.d. «DUE DILIGENCE»
  35. 35. QUESTIONI • Come «disegnare» questo processo? • Esistono delle fasi «invisibili» che rischiano di pregiudicare il lavoro di mappatura del processo e analisi del rischio? • A cosa servono queste fasi «invisibili»? • Quali rischi si annidano nelle fasi «invisibili»?
  36. 36. PROCESSO PIANIFICAZIONEATTUATIVA INCONTRI PRELIMINARI CON COMPONENTE TECNICA ISTRUTTORIA STIPULA CONVENZIONE DISTRIBUZIONE COMPITI PA COMUNICAZIONE INFORMALE DI INTERESSE DEL PRIVATO INCONTRI PRELIMINARI CON COMPONENTE POLITICA ILPROCESSO • Come «disegnare» questo processo?
  37. 37. PROCESSO PIANIFICAZIONEATTUATIVA SEZIONEINVISIBILE DELPROCESSO SEZIONE VISIBILEDEL PROCESSO INCONTRI PRELIMINARI CON COMPONENTE TECNICA ISTRUTTORIA STIPULA CONVENZIONE DISTRIBUZIONE COMPITI PA COMUNICAZIONE INFORMALE DI INTERESSE DEL PRIVATO INCONTRI PRELIMINARI CON COMPONENTE POLITICA • Esistono delle fasi «invisibili» che rischiano di pregiudicare il lavoro di mappatura del processo e analisi del rischio?
  38. 38. 38 • Esiste il rischio che i ruoli di indirizzo, abusando della loro posizione, interferiscano con i ruoli gestionali INTERFERENZE • Esiste il rischio che chi si trova ad assumere decisioni sia parzialmente o totalmente inconsapevole, oppure adotti comportamenti non compatibili con l’etica pubblica SPAZIO ETICO • Esiste il rischio che i soggetti esterni interferiscano con le scelte dei ruoli gestionali e operativi CONTROPARTI/RELAZIONI • Esiste il rischio che i ruoli operativi non intervengano adeguatamente CARENZE OPERATIVE • Esiste il rischio che le scelte compiute non siano sufficientemente documentate e giustificate OPACITA’ • Esiste il rischio che si danneggino in modo rilevante interessi privati INTERESSI • Catalogo dei rischi della «sezione invisibile»
  39. 39. INCONTRI PRELIMINARI CON COMPONENTE POLITICA COMUNICAZIONE INFORMALE DI INTERESSE DEL PRIVATO DISTRIBUZIONE COMPITI PA INCONTRI PRELIMINARI CON COMPONENTE TECNICA ISTRUTTORIA STIPULA CONVENZIONE • Definire gli obiettivi generali in relazione alle proposte del soggetto attuatore con incontri preliminari tra gli uffici tecnici e gli organi politici dell’amministrazione • Predisporre e pubblicare linee guida interne sulle procedure da seguire e su specifiche forme di trasparenza e rendicontazione • Costituire gruppi di lavoro interdisciplinare con personale dell’ente appartenente a uffici diversi, i cui componenti siano chiamati a rendere una dichiarazione sull’assenza di conflitti di interesse. • Verbalizzare su apposito registro gli incontri con i soggetti promotori ed attuatori. • Acquisire informazioni dirette ad accertare il livello di affidabilità dei privati promotori (due diligence). MISURE PNA 2016
  40. 40. COMITATO D’AFFARI • Costruttore • Professionista • Assessore PRESIDIO INTERESSE PUBBLICO • Dirigente SUE • Funzionaria SUE ARENA CHIUSA • Mappatura del procedimento • Assenza di specifiche forme di trasparenza e rendicontazione …esiste un ELEVATO RISCHIO CORRUTTIVO! …in presenza di una…
  41. 41. COMITATO D’AFFARI • Costruttore • Professionista • Assessore PRESIDIO INTERESSE PUBBLICO • Dirigente SUE • Funzionaria SUE ARENA APERTA • Mappatura evoluta del processo • Presenza di misure adeguate …IL RISCHIO CORRUTTIVO RESTA ELEVATO, MA E’ GESTITO …in presenza di una…
  42. 42. ESERCITAZIONE • Ricostruite il processo nel quale siete coinvolti • Esistono fasi «invisibili» nel vostro processo? • Quali rischi riuscite ad identificare? • Quali misure consigliereste di adottare?
  43. 43. Grazie per l’attenzione Massimo Di Rienzo spazioeticomail@gmail.com I materiali saranno disponibili su: www.fondazioneifel.it/formazione @Formazioneifel Facebook Youtube

×