Successfully reported this slideshow.
We use your LinkedIn profile and activity data to personalize ads and to show you more relevant ads. You can change your ad preferences anytime.

Luisa carrada liste_italiano_corretto17

2,510 views

Published on

Un divertissement sull'arte di scrivere liste (sciocchine, serie, utili, giocose) presentato a Italiano Corretto, maggio 2017.

Published in: Education

Luisa carrada liste_italiano_corretto17

  1. 1. la felice illusione dell’ordine LISTE la felice ossessione dell’ ORDINE Louise Bourgeois Luisa Carrada Italiano Corretto Pisa, 13 maggio 2017
  2. 2. la felice illusione dell’ordine ELENCARE PER NON MORIRE Louise Bourgeois
  3. 3. “Come esseri umani, come facciamo ad affrontare l’infinito? Attraverso liste, cataloghi, collezioni nei musei, enciclopedie e dizionari… … tutti strumenti per fuggire il pensiero della morte. Amiamo le liste perché non vogliamo morire.” Umberto Eco
  4. 4. Cinque errori di grammatica che non ti saranno perdonati 10 modi efficaci per aumentare i lettori del blog I 5 consigli di Hemingway per scrivere bene LE 7 IMMUTABILI LEGGI DEL COPYWRITING 10 modelli infallibili per i titoli dei tuoi post
  5. 5. listicle Buzzfeed is one of the sites that has embraced the listicle as a way to convey information to the ‘news snacking’ consumer. Ottenuta dalla fusione di list e article, la parola listicle è in circolazione da un po’, ma non si sa chi l’abbia coniata. Il termine può essere associato a popsicle, ovvero ‘ghiacciolo’ nell’inglese americano; e proprio come un ghiacciolo, un listicle è gradevole ma privo di nutrimento. I listicle, cioè gli articoli sotto forma di lista, appaiono da tempo, anche se non con questo nome, su riviste come Cosmopolitan. I contenuti di siti come BuzzFeed, Listverse e Listicle sono principalmente sotto forma di listicle. Quelli formati da 10 punti sono i più numerosi, ma i più gettonati su BuzzFeed ne contengono ben 29. Word of the day Zanichelli 5 settembre 2016
  6. 6. la felice illusione dell’ordine L’ELENCO PIÙ FAMOSO (agli albori del web)
  7. 7. 95 TESI 1. I mercati sono conversazioni. 2. I mercati sono fatti di esseri umani, non di segmenti demografici. 3. Le conversazioni tra esseri umani suonano umane. E si svolgono con voce umana. 4. Sia che fornisca informazioni, opinioni, scenari, argomenti contro o divertenti digressioni, la voce umana è sostanzialmente aperta, naturale, non artificiosa. 5. Le persone si riconoscono l’un l’altra come tali dal suono di questa voce.
  8. 8. la felice illusione dell’ordine ELENCARE PER NON MORIRE, MA ANCHE PER … Pablo Picasso
  9. 9. Promettere Sintetizzare Alleggerire Far ricordare Dare indicazioni Attirare l’attenzione Incoraggiare la lettura Chiarire temi complessi Introdurre varietà visiva Spingere alla condivisione Far leggere a colpo d’occhio
  10. 10. la felice illusione dell’ordine LISTE PER TEMPI VELOCI, MEDIA AFFOLLATI, LETTORI DISTRATTI Giacomo Balla
  11. 11. www.facebook.com/MayorofLondon
  12. 12. www.internazionale.it
  13. 13. www.internazionale.it
  14. 14. www.dozuki.com/ Julia Bluff, Editor inChief a iFixit, e coautrice del popolare Tech Writing Handbook, tiene un corso di base di scrittura e comunicazione tecnica. Imparerai a: ▪ Scrivere sulla base di strategie e obiettivi ▪ Superare le brutte abitudini imparate a scuola ▪ Migliorare in organizzazione e concisione ▪ Scrivere insieme a colleghi e collaboratori ▪ Scovare immediatamente gli errori ▪ Combinare testo e video ▪ Fare un’ottima revisione
  15. 15. alessandrafarabegoli.com
  16. 16. thewriter.com
  17. 17. la felice illusione dell’ordine L’ELENCO NASCOSTO NEL TESTO Sonia Delaunay
  18. 18. Ecco alcune cose che non puoi fare con un Kindle. Non puoi fare l’orecchio alla pagina, inserire il risvolto come segnalibro, spezzargli il dorso (brutale, ma a volte piacevole) o far scorrere le pagine per vedere quanto sei arrivato e quanto ancora ti manca. Non puoi ricordare qualcosa di forte e ritrovarlo perché era a destra o a sinistra della pagina. Spesso non riesci a ricordare molto. Non puoi dire se la fine è veramente la fine o se la fine è pari al 93% seguito dal 7% di indice e/o domande per i club di libri. Non puoi passarlo a un amico o infilarlo sotto la porta del vicino. www.theguardian.com/books
  19. 19. Peter Atkins, Che cos’è la chimica? Vorrei incoraggiarvi a guardare la chimica con occhi nuovi, moderni e scevri da preconcetti, spazzando via quei ricordi e pregiudizi, per sostituirli con la comprensione e l'apprezzamento. Voglio mostrarvi il mondo attraverso gli occhi di un chimico, farvi afferrare concetti essenziali, e vedere come la chimica contribuisca non solo alle vostre comodità materiali, ma anche alla cultura umana. Voglio spiegarvi come pensano i chimici, e come rendono più interessante la nostra percezione del mondo con quello che scoprono sulla materia – in ogni sua forma, dalle rocce agli esseri umani. Voglio mostrarvi come i chimici prendono una forma di materia, magari risucchiata o estratta dal terreno o strappata all'atmosfera e la trasformino in un'altra, magari per vestirci, nutrirci o darci dell’agio. Vorrei condividere con voi l'idea che la chimica è l'infrastruttura del mondo moderno: non c'è quasi oggetto della vita quotidiana che non derivi da essa o dai materiali che essa crea.
  20. 20. la felice illusione dell’ordine LISTE Robuste Regolari Rigorose Riassuntive Paul Klee
  21. 21. 1. scrivere voci di lunghezza uniforme Prima di pubblicare vi raccomandiamo di: ▪ inserire categorie e almeno 4 tag ▪ fare una revisione accurata ▪ per evitare errori e refusi ▪ controllare che la lunghezza del testo non superi le 1200 parole ▪ dotare le immagini di didascalia ▪ inserire la vostra short bio alla fine dell’articolo Prima di pubblicare vi raccomandiamo di: ▪ inserire categorie e almeno 4 tag ▪ fare una revisione accurata ▪ controllare il limite max di 1200 parole ▪ dotare le immagini di didascalia ▪ concludere con la vostra short bio
  22. 22. 2. adottare la lista numerata solo per una sequenza o se il numero delle voci è importante Potete contattarci attraverso uno di questi canali: 1. email 2. chat 3. telefono 4. form Potete contattarci attraverso uno di questi canali: ▪ email ▪ chat ▪ telefono ▪ form
  23. 23. 3. dare a tutte le voci la stessa struttura grammaticale Regole della biblioteca ▪ I cellulari devono essere spenti. ▪ Osservate il silenzio. ▪ Gli animali non sono ammessi. ▪ Non si possono portare libri fuori dalla sala di lettura. ▪ È vietato consumare cibo in sala lettura. In biblioteca è vietato: ▪ Tenere i cellulari accesi. ▪ Parlare ad alta voce. ▪ Introdurre animali. ▪ Portare i libri fuori dalla sala di lettura. ▪ Consumare cibo.
  24. 24. 4. cominciare ogni voce con una parola diversa Non cominciare una lista con la stessa parola: ▪ perché online si leggono soprattutto gli inizi ▪ perché la parola chiave è sempre all’inizio ▪ perché l’elenco diventa più leggero ▪ perché è dal parallelismo che emergono le differenze Non cominciare una lista con la stessa parola perché: ▪ online si leggono soprattutto gli inizi ▪ la parola chiave è sempre all’inizio ▪ l’elenco diventa più leggero ▪ è dal parallelismo che emergono le differenze
  25. 25. 5. introdurre la lista con una frase breve e precisa Al seminario di calligrafia ciascuno deve portare: ▪ fogli A4 bianchi e colorati ▪ 1 blocco A4 a righe ▪ 12 pennarelli a punta grossa ▪ pennarelli kombo di vari colori ▪ forbici ▪ righello Materiali ▪ fogli A4 bianchi e colorati ▪ 1 blocco A4 a righe ▪ 12 pennarelli a punta grossa ▪ pennarelli kombo di vari colori ▪ forbici ▪ righello
  26. 26. 6. mantenere la formattazione uniforme MAIUSCOLE E PUNTEGGIATURA Se le voci sono frasi autonome, la prima parola è in maiuscolo e la frase chiude con il punto. Se le voci sono parti di frasi, non è necessaria la maiuscola sulla prima parola, né ci vuole un segno interpuntivo alla fine. MAIUSCOLE E PUNTEGGIATURA Se le voci sono frasi autonome, la prima parola è in maiuscolo e la frase chiude con il punto. Se le voci sono parti di frasi, non è necessaria la maiuscola sulla prima parola, né ci vuole un segno interpuntivo alla fine.
  27. 27. 7. non esagerare con le liste ▪ alternare liste e testo discorsivo: così otteniamo ritmo e varietà visiva ▪ adottare la lista quando vogliamo far risaltare il contenuto: così sottolineiamo con lo spazio ▪ aprire o chiudere un capitolo con una lista: così anticipiamo o riassumiamo i punti chiave
  28. 28. la felice illusione dell’ordine I BULLET NON SONO TUTTI UGUALI Fortunato Depero
  29. 29. ● forme piene > evidenza   forme vuote > sottovoci   spunta > check-list
  30. 30. la felice illusione dell’ordine LA PIÙ UTILE: LA CHECK LIST Vasily Kandinsky
  31. 31. la felice illusione dell’ordine LISTE GIOCOSE & ECCENTRICHE Bruno Munari
  32. 32. “Una lista pratica non è mai incongrua, purché si individui il criterio di assemblaggio che la regola. Non sarebbe incongrua neppure una lista che elencasse insieme una scopa, una biografia di Galeno, un feto sotto spirito o (per citare Lautréamont) un ombrello e un tavolo anatomico. Basterebbe stabilire che si tratta dell’inventario di oggetti relegati nello scantinato di una facoltà di medicina.” Umberto Eco, La vertigine della lista
  33. 33. 23 things artificially intelligent computers can do better/faster/cheaper than you can sethgodin.typepad.com Give directions Create an index for a book Play Jeopardy Weld a metal seam Trade stocks Place online ads Figure out what book to read next Water a plant Monitor a premature newborn Detect a fire Play poker Predict the weather Read an X-ray Play Go Correct spelling Figure out the P&L of a large company Pick a face out of a crowd Count calories Fly a jet across the country Maintain the temperature of your house Book a flight Read documents in a lawsuit Sort packages
  34. 34. “Qualità, classe, stile, sicurezza, durata, economicità, funzionalità, esperienza, qualità che nasce dall’esperienza, tradizione, modernità, sintesi di tradizione e modernità, il prodotto migliore, l’unico, il prodotto che completa, che non può mancare, compratelo subito, per voi, per la vostra casa, la convenienza, la garanzia, la garanzia che viene dalla tradizione e dall’esperienza, la garanzia nel nome o nella marca, la perfezione, le ricerche, gli studi, gli studi e le ricerche, la garanzia che viene dagli studi e dalle ricerche, il prodotto appositamente studiato per, frutto di lunghi studi e ricerche, il prodotto più venduto, la preferenza dei consumatori, il più venduto nel mondo, il primo prodotto che, il prodotto superiore, la qualità superiore, il successo che testimonia, il progresso, la tradizione e il progresso, l’avvenire, l’avvenire dei figli, il prodotto di lusso classe stile gusto, praticità per tutti, il prodotto ideale, per la casa ideale, per lei e per lui, il prodotto della Casa famosa per la potente organizzazione, l’incessante sviluppo della sua attività produttiva, la sua costante ricerca, il prodotto d’avanguardia, per il benessere del Paese, l’industria d’avanguardia, l’industria che guarda al futuro, la formula che, la grande industria, il grande nome, la grande marca, la fiducia, il prodotto indispensabile, che non può mancare, il ritmo, il garbo, la grazia, la moda, l’ispirazione, l’estro, appositamente creato da o per, l’équipe di, il prodotto noto, il famoso il famosissimo il celebre, il rinomato il rinomatissimo ecc…”.
  35. 35. “Qualità, classe, stile, sicurezza, durata, economicità, funzionalità, esperienza, qualità che nasce dall’esperienza, tradizione, modernità, sintesi di tradizione e modernità, il prodotto migliore, l’unico, il prodotto che completa, che non può mancare, compratelo subito, per voi, per la vostra casa, la convenienza, la garanzia, la garanzia che viene dalla tradizione e dall’esperienza, la garanzia nel nome o nella marca, la perfezione, le ricerche, gli studi, gli studi e le ricerche, la garanzia che viene dagli studi e dalle ricerche, il prodotto appositamente studiato per, frutto di lunghi studi e ricerche, il prodotto più venduto, la preferenza dei consumatori, il più venduto nel mondo, il primo prodotto che, il prodotto superiore, la qualità superiore, il successo che testimonia, il progresso, la tradizione e il progresso, l’avvenire, l’avvenire dei figli, il prodotto di lusso classe stile gusto, praticità per tutti, il prodotto ideale, per la casa ideale, per lei e per lui, il prodotto della Casa famosa per la potente organizzazione, l’incessante sviluppo della sua attività produttiva, la sua costante ricerca, il prodotto d’avanguardia, per il benessere del Paese, l’industria d’avanguardia, l’industria che guarda al futuro, la formula che, la grande industria, il grande nome, la grande marca, la fiducia, il prodotto indispensabile, che non può mancare, il ritmo, il garbo, la grazia, la moda, l’ispirazione, l’estro, appositamente creato da o per, l’équipe di, il prodotto noto, il famoso il famosissimo il celebre, il rinomato il rinomatissimo ecc…”.
  36. 36. Breve e parziale elenco delle cose che mi è capitato di scrivere in trentotto anni di professione: qualche migliaio di titoli e testi pubblicitari, più di un centinaio fra script e storyboard, una sceneggiatura per un cortometraggio, le parole di alcune canzoni, le parole di qualche jingle, una ventina di testi per un programma radiofonico, un anno di gag per la televisione, più di un centinaio di documenti di strategia, qualche decina di inviti a manifestazioni, un paio di testi per lapidi o targhe commemorative… continua per altri 1.100 caratteri. www.nuovoeutile.it Annamaria Testa
  37. 37. Scrivere bene, una lista di Umberto Eco 1. Evita le allitterazioni, anche se allettano gli allocchi. 2. Non è che il congiuntivo va evitato, anzi, che lo si usa quando necessario. 3. Evita le frasi fatte: è minestra riscaldata. 4. Esprimiti siccome ti nutri. 5. Non usare sigle commerciali & abbreviazioni etc. 6. Ricorda (sempre) che la parentesi (anche quando pare indispensabile) interrompe il filo del discorso. 7. Stai attento a non fare... indigestione di puntini di sospensione. 8. Usa meno virgolette possibili: non è “fine”. 9. Non generalizzare mai. 10.Le parole straniere non fanno affatto bon ton. continua con altri 30 punti.
  38. 38. la felice illusione dell’ordine ▪ SCEGLIETE ▪ ELENCATE ▪ GIOCATE ▪ GRAZIE!

×