Università degli Studi di Bologna<br />Presentata da<br />Relatore<br />Prof. Sergio Zappoli<br />Luigi Da Vià<br />Correl...
Importanza del monitoraggio dei CC in atmosfera<br />Il problema dell’inquinamento atmosferico nelle aree urbane è un prob...
Ruolo dei composti carbonilici in atmosfera<br />I LWCC (composti carbonilici a basso peso molecolare)<br />sono parametri...
4<br />Tipologie di campionatori<br />Per il monitoraggio dei VOC in atmosfera esistono due tipologie di campionatori:<br ...
Passivi</li></ul>L’unica differenza tra i due risiede nel fatto che, per i campionatori attivi, è necessaria <br />la pres...
5<br />Campionatori passivi Radiello<br />
6<br />Scopo del lavoro<br />Obiettivi:<br /><ul><li>Verificare l’affidabilità dello strumento progettato utilizzando la m...
 Monitorare i cicli di un processo produttivo per individuarne le fasi critiche</li></li></ul><li>7<br />Metodo analitico ...
 Metodo analitico:  analisi HPLC degli idrazioni con rivelatore UV-Vis a  λ= 360 nm</li></li></ul><li>Interfaccia grafica ...
Report generato dal software<br />9<br />
10<br />Dettaglio set di cartucce<br />
11<br />Flussimetro<br />
12<br />Interno Impianto<br />
13<br />Esterno impianto con box cartucce<br />
Discussione risultati<br />14<br />
Discussione risultati<br />15<br />
Discussione risultati<br />16<br />
Discussione risultati<br />17<br />
Discussione risultati<br />18<br />
Discussione risultati<br />19<br />
20<br />Conclusioni<br />Lo sviluppo di un prototipo di autocampionatore totalmente automatizzato e <br />programmabile vi...
21<br />Obiettivi futuri<br />L’impiego di cartucce con letti adsorbenti diversi <br />andrebbe ad ampliare le classi di m...
22<br />Diagramma a blocchi di una stazione d’analisi multicomponente<br />OH<br />HPLC-FL<br />Stazione meteo<br />CC<br ...
23<br />GRAZIE PER L’ATTENZIONE<br />
Upcoming SlideShare
Loading in …5
×

Presentazione Tesi di laurea triennale

1,138 views

Published on

Published in: Business
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

Presentazione Tesi di laurea triennale

  1. 1. Università degli Studi di Bologna<br />Presentata da<br />Relatore<br />Prof. Sergio Zappoli<br />Luigi Da Vià<br />Correlatrice<br />Dott.ssa Barbara Fabbri<br /> <br /> <br /> <br />Dipartimento di Chimica Fisica e Inorganica<br />     <br /> <br />PROGETTAZIONE DI UN DISPOSITIVO <br />PER IL MONITORAGGIO AD ALTA RISOLUZIONE TEMPORALE DI<br />COMPOSTI ORGANICI IN ATMOSFERA<br />SESSIONE III<br />Anno Accademico 2007-2008<br />1<br />
  2. 2. Importanza del monitoraggio dei CC in atmosfera<br />Il problema dell’inquinamento atmosferico nelle aree urbane è un problema impellente :<br />Salute umana<br /><ul><li>Aumentano le possibilità di contrarre infezioni dell’apparato respiratorio </li></ul>Pericolosità connessa allo smog fotochimico<br /><ul><li> Presenza del particolato aumenta la pericolosità dello smog fotochimico.</li></ul>2<br />
  3. 3. Ruolo dei composti carbonilici in atmosfera<br />I LWCC (composti carbonilici a basso peso molecolare)<br />sono parametri chimici importanti per valutare:<br /> Qualità dell’aria<br /><ul><li> Nelle aree urbane consentono di valutare l’impatto ambientale delle fonti di emissione biogeniche puntiformi (impianti, zone industriali..)</li></ul>Modellizzazione dei processi fotochimici in atmosfera<br /><ul><li> Consentono di valutare il ruolo della chimica atmosferica nella formazione dello smog fotochimico</li></ul>3<br />
  4. 4. 4<br />Tipologie di campionatori<br />Per il monitoraggio dei VOC in atmosfera esistono due tipologie di campionatori:<br /><ul><li>Attivi
  5. 5. Passivi</li></ul>L’unica differenza tra i due risiede nel fatto che, per i campionatori attivi, è necessaria <br />la presenza di una pompa d’aspirazione; mentre i campionatori passivi, sfruttano la <br />diffusione semplice dell’analita attraverso un letto adsorbente.<br />
  6. 6. 5<br />Campionatori passivi Radiello<br />
  7. 7. 6<br />Scopo del lavoro<br />Obiettivi:<br /><ul><li>Verificare l’affidabilità dello strumento progettato utilizzando la metodica analitica </li></ul> sviluppata dal gruppo di ricerca in precedenti lavori di tesi.<br /><ul><li> Verificare l’efficienza del metodo di campionamento e del sistema di acquisizione </li></ul> dei dati<br /><ul><li> Valutare il livello di CC presenti nell’area sottostante l’inceneritore del Frullo
  8. 8. Monitorare i cicli di un processo produttivo per individuarne le fasi critiche</li></li></ul><li>7<br />Metodo analitico ufficiale<br />Il decreto legislativo 152/2006 raccoglie tutte le norme in materia ambientale e sancisce<br />tipologie e modalità di campionamento per l’analisi dei VOC in atmosfera.<br />Il decreto prevede che un campionamento sia effettuato nelle seguenti condizioni:<br /><ul><li> Portata di campionamento: 2L/min
  9. 9. Metodo analitico: analisi HPLC degli idrazioni con rivelatore UV-Vis a λ= 360 nm</li></li></ul><li>Interfaccia grafica del software di gestione<br />8<br />1<br />2<br />3<br />5<br />4<br />7<br />6<br />
  10. 10. Report generato dal software<br />9<br />
  11. 11. 10<br />Dettaglio set di cartucce<br />
  12. 12. 11<br />Flussimetro<br />
  13. 13. 12<br />Interno Impianto<br />
  14. 14. 13<br />Esterno impianto con box cartucce<br />
  15. 15. Discussione risultati<br />14<br />
  16. 16. Discussione risultati<br />15<br />
  17. 17. Discussione risultati<br />16<br />
  18. 18. Discussione risultati<br />17<br />
  19. 19. Discussione risultati<br />18<br />
  20. 20. Discussione risultati<br />19<br />
  21. 21. 20<br />Conclusioni<br />Lo sviluppo di un prototipo di autocampionatore totalmente automatizzato e <br />programmabile via software ha consentito di:<br /><ul><li> Monitorare l’inceneritore del Frullo con frequenza bioraria continuativamente </li></ul> per una settimana. <br /><ul><li> Seguire le fasi di processo di un impianto pilota in ambiente indoor</li></ul>Nonostante l’utilizzo di portate di campionamento superiori a quelle previste <br />È stato possibile:<br /><ul><li> Identificare i cicli giorno-notte dei VOC in atmosfera e seguire i profili di</li></ul> concentrazione degli analiti d’interesse.<br /><ul><li> Monitorare le fasi di un processo produttivo dalla tempistica ridotta riuscendo ad</li></ul> identificare, oltre ai composti emessi, anche gli step critici del processo.<br />
  22. 22. 21<br />Obiettivi futuri<br />L’impiego di cartucce con letti adsorbenti diversi <br />andrebbe ad ampliare le classi di molecole analizzate contemporaneamente<br />L’implementazione di una stazione meteo integrata all’autocampionatore, <br />consentirebbe di correlare i parametri ambientali con le concentrazione degli analiti<br />monitorati<br />Tutto ciò consentirebbe di ottenere da una sola campagna d’analisi, informazioni<br />dettagliate circa la situazione ambientale<br />
  23. 23. 22<br />Diagramma a blocchi di una stazione d’analisi multicomponente<br />OH<br />HPLC-FL<br />Stazione meteo<br />CC<br />Elaborazione<br />dati<br />Pompa<br />HPLC-UV<br />VOC<br />GC-MS<br />
  24. 24. 23<br />GRAZIE PER L’ATTENZIONE<br />
  25. 25. 24<br />

×