La mozione di Ignazio Marino per la segreteria PD: 23 luglio 2009
Premesse <ul><li>ITALIANI E DEMOCRATICI  </li></ul>
Premesse <ul><li>“ Noi italiani abbiamo diritto di tornare ad essere orgogliosi del nostro paese” </li></ul><ul><li>RESTIT...
Premesse <ul><li>“ L’Italia ha bisogno di tornare ad avere a cuore la propria democrazia” </li></ul><ul><ul><li>Declinare ...
Il Partito <ul><li>PARTITO E DEMOCRATICO  </li></ul>
Il Partito <ul><li>“ L’Italia ha bisogno di un Partito Democratico” </li></ul><ul><ul><li>Un partito che riparta dalle per...
Il Partito <ul><li>“ L’Italia ha bisogno di un Partito Democratico” </li></ul><ul><ul><li>“ un partito che abbia un forte ...
Il Partito <ul><li>“ L’Italia ha bisogno di un Partito Democratico” </li></ul><ul><ul><li>“ un partito che superi la quest...
Il nostro futuro <ul><li>APERTURA, CORAGGIO, MERITO, PROTEZIONE, LIBERTÁ  </li></ul>
Il nostro futuro: APERTURA <ul><li>“ Vogliamo aprire l’Italia” </li></ul><ul><li>L’ITALIA È OGGI UN PAESE IN CUI È DIFFICI...
Il nostro futuro: CORAGGIO <ul><li>“ Vogliamo che l’Italia sappia interpretare e vincere le sfide del nostro tempo ” </li>...
Il nostro futuro: MERITO <ul><li>“ Vogliamo un’Italia che utilizzi al massimo l’eccellenza delle proprie imprese e la capa...
Il nostro futuro: PROTEZIONE <ul><li>“ Vogliamo essere una comunità coesa e forte, che persegue il bene comune” </li></ul>...
Il nostro futuro: LIBERTÁ <ul><li>“ Vogliamo un’Italia della democrazia e della partecipazione” </li></ul><ul><li>VOGLIAMO...
Un nuovo pensiero <ul><li>UN NUOVO PENSIERO  </li></ul>
<ul><li>OBIETTIVO: Migliorare la vita delle persone </li></ul><ul><li>attraverso   </li></ul><ul><ul><li>Una nuova visione...
<ul><li>OBIETTIVO: Migliorare la vita delle persone </li></ul><ul><li>In Italia </li></ul><ul><ul><li>C’è la necessità di ...
Un nuovo pensiero: LAVORO E RICERCA  <ul><li>OBIETTIVO: Valorizzare i talenti e ridare dignitá al lavoro </li></ul><ul><li...
Un nuovo pensiero: STATO, ECONOMIA, FISCO  <ul><li>OBIETTIVO: Finanziare le politiche necessarie a far fronte alla crisi <...
Un nuovo pensiero: STATO, ECONOMIA, FISCO  <ul><li>OBIETTIVO: Finanziare le politiche necessarie a far fronte alla crisi <...
Un nuovo pensiero: AMBIENTE  <ul><ul><li>Convertire l’Italia allo sviluppo ecologico, dell’economia e della vita sociale <...
Un nuovo pensiero: GIUSTIZIA  <ul><ul><li>Mettere il cittadino al centro della giurisdizione </li></ul></ul><ul><ul><li>El...
Un nuovo pensiero: CULTURA E INFORMAZIONE <ul><ul><li>Rifinanziare il FUS </li></ul></ul><ul><ul><li>Investire sulla cultu...
<ul><li>OBIETTIVO: Fronteggiare i flussi migratori </li></ul><ul><li>attraverso   </li></ul><ul><ul><li>La qualità, l’inna...
<ul><li>OBIETTIVO: Tutelare la salute </li></ul><ul><li>attraverso   </li></ul><ul><ul><li>La persona che, riportata al ce...
<ul><li>OBIETTIVO: Far fronte alle sfide di questo tempo </li></ul><ul><li>attraverso   </li></ul><ul><ul><li>Un nuovo pat...
<ul><li>OBIETTIVO: Una scuola inclusiva e di qualità </li></ul><ul><ul><li>che torni a svolgere un ruolo sociale e di inte...
<ul><li>OBIETTIVO: Superare la crisi, migliorare la qualità della nostra società </li></ul><ul><li>attraverso </li></ul><u...
<ul><li>Nell’epoca delle reti tecnologiche, con reti umane di comprensione, reciprocità e solidarietà è possibile un nuovo...
Upcoming SlideShare
Loading in …5
×

Mozione Marino

1,957 views

Published on

La presentazione della Mozione per la candidatura di Ignazio Marino alla segreteria del Partito Democratico.
Autore: Alessandro Punturo

Published in: News & Politics
0 Comments
2 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

No Downloads
Views
Total views
1,957
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
1,125
Actions
Shares
0
Downloads
74
Comments
0
Likes
2
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Mozione Marino

  1. 1. La mozione di Ignazio Marino per la segreteria PD: 23 luglio 2009
  2. 2. Premesse <ul><li>ITALIANI E DEMOCRATICI </li></ul>
  3. 3. Premesse <ul><li>“ Noi italiani abbiamo diritto di tornare ad essere orgogliosi del nostro paese” </li></ul><ul><li>RESTITUIRE VISIONE E SENSO DEL FUTURO ATTRAVERSO UNA DEMOCRAZIA PIÙ FORTE </li></ul><ul><ul><li>Ripartire dalla persona e includere un numero sempre maggiore di cittadini nella vita politica, sociale ed economica </li></ul></ul><ul><ul><li>Una democrazia che va nutrita, anche attraverso la partecipazione delle donne alla vita pubblica e la loro presenza nei luoghi decisionali </li></ul></ul><ul><ul><li>Una democrazia oggi indebolita e ridotta a spettacolarizzazione fine a se stessa </li></ul></ul><ul><ul><li>Il PD attraverso le politiche che promuove ed una sana vita democratica al proprio interno, deve curare la crescita di un forte senso civico . </li></ul></ul>
  4. 4. Premesse <ul><li>“ L’Italia ha bisogno di tornare ad avere a cuore la propria democrazia” </li></ul><ul><ul><li>Declinare ogni politica in un orizzonte temporale largo </li></ul></ul><ul><ul><li>Combattere le disuguaglianze economiche e sociali e mirare all’ integrazione di tutti i cittadini </li></ul></ul><ul><ul><li>Progettare uno sviluppo economico dinamico e inclusivo, che non lasci spazio a sacche di povertà e marginalità </li></ul></ul><ul><ul><li>Far cessare la precarietà lavorativa (“ la via italiana alla flessibilità ”) </li></ul></ul><ul><ul><li>Far tornare la questione meridionale al centro di un progetto nazionale </li></ul></ul><ul><ul><li>Riformare il campo dell’informazione attraverso una rigorosa normativa antitrust </li></ul></ul><ul><ul><li>Non imporre alcuna scelta individuale , ma difendere ogni credo, opinione politica, ideologica o la loro assenza, nei limiti in cui esse non contrastino con i principi di uguaglianza sostanziale </li></ul></ul>
  5. 5. Il Partito <ul><li>PARTITO E DEMOCRATICO </li></ul>
  6. 6. Il Partito <ul><li>“ L’Italia ha bisogno di un Partito Democratico” </li></ul><ul><ul><li>Un partito che riparta dalle persone </li></ul></ul><ul><ul><li>con una direzione politica chiara, frutto di partecipazione </li></ul></ul><ul><ul><li>senza gerarchie, ma con rapporti e relazioni tra le diverse componenti </li></ul></ul><ul><ul><li>libero da correnti </li></ul></ul><ul><ul><li>ad assetto federale, che riconosce l’autonomia dei territori e li sostiene </li></ul></ul><ul><ul><li>che sappia coinvolgere e aperto alla società </li></ul></ul><ul><ul><li>né centralista, né autoreferenziale </li></ul></ul><ul><ul><li>che non è di nessuno, perché è di tutti coloro che ritengono di poter partecipare alla sua vita democratica </li></ul></ul><ul><ul><li>che pratichi le cose che afferma </li></ul></ul><ul><ul><li>aperto, trasparente, credibile </li></ul></ul><ul><ul><li>che sappia guardare al centrosinistra e al di fuori di se </li></ul></ul>
  7. 7. Il Partito <ul><li>“ L’Italia ha bisogno di un Partito Democratico” </li></ul><ul><ul><li>“ un partito che abbia un forte respiro maggioritario, che costruisca le proprie alleanze a partire dal proprio profilo e da quello che vuole per il Paese , non in base alla convenienza elettorale o al mero esercizio politicista di cui abbiamo avuto fin troppi esempi in questi anni ” </li></ul></ul><ul><ul><li>che non vuole ridurre le proprie ambizioni </li></ul></ul><ul><ul><li>che intenda stabilizzare il bipolarismo e aprire un nuovo ciclo riformista </li></ul></ul><ul><ul><li>che voglia restituire dignità alla politica </li></ul></ul><ul><ul><li>che si ponga il tema del rapporto costante col proprio elettorato e una valutazione trasparente del proprio percorso </li></ul></ul><ul><ul><li>un partito laico, che abbia a cuore i diritti di tutti, che sappia denunciare le ingiustizie, i soprusi, rispetti le minoranze e le diverse sensibilità </li></ul></ul><ul><ul><li>che guardi avanti , verso il futuro e fuori , verso la società </li></ul></ul>
  8. 8. Il Partito <ul><li>“ L’Italia ha bisogno di un Partito Democratico” </li></ul><ul><ul><li>“ un partito che superi la questione delle quote attraverso una norma antidiscriminatoria per cui donne e uomini non possano essere rappresentati in misura minore del 40%, e comunque non maggiore del 40%” </li></ul></ul><ul><ul><li>Un partito che sia centro di elaborazione sulle questioni di maggiore attualità e di più forte impatto sulla vita delle persone </li></ul></ul><ul><ul><li>un partito strutturato perché partecipato </li></ul></ul><ul><ul><li>che faccia rete </li></ul></ul><ul><ul><li>che abbia senso dello Stato, in tutte le sue articolazioni </li></ul></ul><ul><ul><li>che bandisca la formule astruse e il gergo della politica </li></ul></ul><ul><ul><li>che sappia rappresentare nel migliore dei modi un dialogo constante con la società </li></ul></ul><ul><ul><li>che sia esigente soprattutto con se stesso </li></ul></ul>
  9. 9. Il nostro futuro <ul><li>APERTURA, CORAGGIO, MERITO, PROTEZIONE, LIBERTÁ </li></ul>
  10. 10. Il nostro futuro: APERTURA <ul><li>“ Vogliamo aprire l’Italia” </li></ul><ul><li>L’ITALIA È OGGI UN PAESE IN CUI È DIFFICILE SPOSTARSI SIA FISICAMENTE CHE IN TERMINI DI CRESCITA ECONOMICO/SOCIALE </li></ul><ul><ul><li>Maggiore trasparenza, modernità innovazione </li></ul></ul><ul><ul><li>Fare della PA una controparte amica, efficiente, responsabile </li></ul></ul><ul><ul><li>Combattere i monopoli, le corporazioni, le oligarchie </li></ul></ul><ul><ul><li>Riformare profondamente gli ordini professionali e consentire un accesso più facile alle informazioni, alle professioni, alla ricerca, al credito, ai fondi strutturali europei </li></ul></ul><ul><ul><li>Diffondere la banda larga in tutto il paese </li></ul></ul><ul><ul><li>Un paese che dia più peso e dignità alle donne, nei Consigli di amministrazione e in tutti i luoghi in cui si prendono le decisioni fondamentali per la vita e l’economia del paese </li></ul></ul>
  11. 11. Il nostro futuro: CORAGGIO <ul><li>“ Vogliamo che l’Italia sappia interpretare e vincere le sfide del nostro tempo ” </li></ul><ul><li>UN PAESE CHE DIA RISPOSTE AI CAMBIAMENTI IN ATTO NELLA SOCIETÀ </li></ul><ul><ul><li>Un paese aperto a coloro che da tutto il mondo portano qui le proprie capacità, il proprio contributo alla prosperità delle nostre comunità </li></ul></ul><ul><ul><li>Un paese laico che, nel rispetto della propria tradizione cristiana, accolga e faccia sentire liberi credenti e non </li></ul></ul><ul><ul><li>dove si possano scegliere i trattamenti sanitari cui essere sottoposti </li></ul></ul><ul><ul><li>in cui tutte le famiglie siano ugualmente riconosciute e valorizzate </li></ul></ul><ul><ul><li>Un paese dove sia riconosciuta all’individuo in via di principio la possibilità di realizzare il proprio progetto di vita </li></ul></ul><ul><ul><li>che metta in atto politiche straordinarie per l’edilizia residenziale pubblica </li></ul></ul><ul><ul><li>che attui politiche per l’ambiente e la sostenibilità </li></ul></ul>
  12. 12. Il nostro futuro: MERITO <ul><li>“ Vogliamo un’Italia che utilizzi al massimo l’eccellenza delle proprie imprese e la capacità dei propri cittadini, dando loro la possibilità di esprimere appieno le proprie potenzialità” </li></ul><ul><ul><li>Un paese che valorizzi le capacità di produrre ricerca e innovazione, dando la possibilità ai nostri ricercatori di lavorare e studiare in università organizzate, valutate e finanziate alla stregua dei migliori atenei del mondo </li></ul></ul><ul><ul><li>Un paese in cui le classe dirigenti siano selezionate solo sulla base delle proprie capacità </li></ul></ul><ul><ul><li>In cui ai giovani siano concessi mezzi e possibilità di crescere professionalmente in ambienti professionali che incoraggino l’investimento sulle proprie capacità </li></ul></ul><ul><ul><li>Un paese in grado di attrarre talenti dall’estero in maggior misura di quelli che partono. </li></ul></ul>
  13. 13. Il nostro futuro: PROTEZIONE <ul><li>“ Vogliamo essere una comunità coesa e forte, che persegue il bene comune” </li></ul><ul><li>VOGLIAMO UN PAESE CON UN FORTE SENSO DI LEGALITÁ, RISPETTOSO DELLE REGOLE, CONSAPEVOLE DEI DOVERI DI CIASCUNO </li></ul><ul><ul><li>Un paese sicuro sul lavoro, per le strade, nelle città, anche attraverso una protezione civile che lavori per prevenire e non solo gestire le conseguenze </li></ul></ul><ul><ul><li>Un paese dove la giustizia sia efficiente, rapida, uguale per tutti </li></ul></ul><ul><ul><li>libero dai cancri di criminalità organizzata, evasione fiscale, corruzione, inquinamento e rifiuti </li></ul></ul><ul><ul><li>Che tuteli il paesaggio, il territorio, le bellezze artistiche e naturali e la sua eredità culturale, unica in tutto il mondo </li></ul></ul><ul><ul><li>Un paese che si prenda cura dei piú deboli </li></ul></ul><ul><ul><li>In cui il benessere della comunità sia misurato sul benessere degli ultimi </li></ul></ul>
  14. 14. Il nostro futuro: LIBERTÁ <ul><li>“ Vogliamo un’Italia della democrazia e della partecipazione” </li></ul><ul><li>VOGLIAMO UN PAESE DOVE I POTERI DELLO STATO AGISCANO NEL RISPETTO RECIPROCO, FORMALE E SOSTANZIALE, PRESERVANDO IL PRESTIGIO E LA CREDIBILITÁ DELLE ISTITUZIONI </li></ul><ul><ul><li>Un Paese dove esista una rigorosa responsabilità politica </li></ul></ul><ul><ul><li>dove i partiti non occupino le istituzioni </li></ul></ul><ul><ul><li>Dove al cittadino sia data la possibilità di formare, prima che di esprimere, liberamente la propria opinione </li></ul></ul><ul><ul><li>Un Paese nel quale l’informazione sia libera e che risponda sempre all’opinione pubblica e mai al potere. </li></ul></ul><ul><ul><li>Un Paese nel quale la compagine parlamentare sia scelta dai cittadini e non dalle oligarchie, dove il potere sia realmente contendibile e le differenze di posizione emergano alla luce del sole </li></ul></ul>
  15. 15. Un nuovo pensiero <ul><li>UN NUOVO PENSIERO </li></ul>
  16. 16. <ul><li>OBIETTIVO: Migliorare la vita delle persone </li></ul><ul><li>attraverso </li></ul><ul><ul><li>Una nuova visione dell’economia: il mercato non basta, la politica interviene in modo non invadente a garantire crescita economica e occupazionale (modello Obama) </li></ul></ul><ul><ul><ul><li>Adottare nuovi strumenti di governance economico sociale e finanziaria europea per superare l’attuale disequilibrio tra una politica monetaria unificata e politiche economiche e sociali poco coordinate </li></ul></ul></ul><ul><ul><li>Investimento sui tempi lunghi: scuola università, green economy, grandi investimenti, estensione universale della copertura sanitaria. </li></ul></ul><ul><ul><li>Il Partito Democratico deve darsi una missione che vada oltre i confini del nostro Paese, indicare un credibile modello economico sociale capace di sconfiggere l’egoismo </li></ul></ul><ul><ul><li>Occorre lottare per un mondo multipolare, per reti di dialogo e collaborazione </li></ul></ul><ul><ul><li>Rafforzare il senso di comunitá europeo anche attraverso forme di consultazione referendaria a livello europeo, sulle grandi scelte politiche e istituzionali da compiere in Europa </li></ul></ul>Un nuovo pensiero: OLTRE L’EUROPA
  17. 17. <ul><li>OBIETTIVO: Migliorare la vita delle persone </li></ul><ul><li>In Italia </li></ul><ul><ul><li>C’è la necessità di uno shock di innovazione e liberalizzazione </li></ul></ul><ul><ul><li>Promuovere una “società a imprenditoria diffusa”, in grado di portare le persone ad auto-organizzarsi, fornendo quei beni pubblici che il mercato non è in grado di fornire e di assicurare un’equa redistribuzione della ricchezza </li></ul></ul><ul><ul><li>Far leva sulla qualitá italiana per attrarre nuovi studenti, turisti, imprenditori, scienziati </li></ul></ul>Un nuovo pensiero: OLTRE L’EUROPA
  18. 18. Un nuovo pensiero: LAVORO E RICERCA <ul><li>OBIETTIVO: Valorizzare i talenti e ridare dignitá al lavoro </li></ul><ul><li>attraverso </li></ul><ul><ul><li>L’abbassamento dei costi contrattuali delle imprese </li></ul></ul><ul><ul><li>Riportare la ricerca al centro dell’agenda politica, partendo dall’analisi delle eccellenze </li></ul></ul><ul><ul><ul><li>Aumentare gli stanziamenti ad un livello comparabile a quello dei principali paesi europei </li></ul></ul></ul><ul><ul><ul><li>Adottare criteri di valutazione trasparenti ed internazionalmente riconosciuti </li></ul></ul></ul><ul><ul><li>Il ricorso alla flessibilità bilanciata, intesa non come precarietà, ma come possibilità di arricchimento personale e professionale </li></ul></ul><ul><ul><li>ovvero: </li></ul></ul><ul><ul><ul><li>Contratto unico del lavoro, con salario minimo, reddito minimo di solidarietà e formazione continua. </li></ul></ul></ul>
  19. 19. Un nuovo pensiero: STATO, ECONOMIA, FISCO <ul><li>OBIETTIVO: Finanziare le politiche necessarie a far fronte alla crisi </li></ul><ul><li>attraverso </li></ul><ul><ul><li>Razionalizzazione ed efficienza della spesa pubblica, attraverso la riduzione di sprechi, anacronistici privilegi e rendite di posizione </li></ul></ul><ul><ul><li>Riorganizzazione della leva fiscale </li></ul></ul><ul><ul><ul><li>Revisione tassazione rendite finanziarie, riequilibrando quest’intervento con una diminuzione della tassazione sui beni immobili </li></ul></ul></ul><ul><ul><ul><li>Venire incontro alle imprese attraverso attraverso la revisione degli studi di settore, l’estensione dell’esegibilitá differita dell’Iva a tutte le fatture, rimodulazione Irap </li></ul></ul></ul><ul><ul><ul><li>Deducibilitá dell’Iva dal reddito imponibile </li></ul></ul></ul><ul><ul><li>Spezzare il legame tra credito e politica </li></ul></ul><ul><ul><li>Regolare credito e finanza per evitare conflitti di interesse e allocazione di risorse a vantaggio di pochi, anche attraverso una maggiore e trasparente concorrenza </li></ul></ul>
  20. 20. Un nuovo pensiero: STATO, ECONOMIA, FISCO <ul><li>OBIETTIVO: Finanziare le politiche necessarie a far fronte alla crisi </li></ul><ul><ul><li>ed investire per </li></ul></ul><ul><ul><li>Sostenere i redditi delle famiglie </li></ul></ul><ul><ul><li>Fornire ammortizzatori sociali universali </li></ul></ul><ul><ul><li>Sostenere le eccellenze del made in Italy, il tessuto delle piccole e medie imprese, il turismo, la cultura, l’arte, lo spettacolo, la ricerca, la qualità straordinaria della nostra agricoltura e lo sviluppo delle innovazioni nel settore dell’ambiente e della salute </li></ul></ul><ul><ul><ul><li>Promuovere ad esempio i prodotti a Denominazione di Origine Protetta (DOP) e ad Indicazione Geografica Protetta (IGP) </li></ul></ul></ul>
  21. 21. Un nuovo pensiero: AMBIENTE <ul><ul><li>Convertire l’Italia allo sviluppo ecologico, dell’economia e della vita sociale </li></ul></ul><ul><ul><li>Contrastare il nucleare, sostenendo un piano energetico nazionale che punti su un mix di energie rinnovabili e mobilitá sostenibile </li></ul></ul><ul><ul><li>Rafforzare gli incentivi per la riduzione di emissioni inquinanti </li></ul></ul><ul><ul><li>Promuovere un consorzio energetico solare tra i paesi del Mediterraneo </li></ul></ul><ul><ul><li>Investire sulle nuove tecnologie: eolico d’alta quota, solare a concentrazione, biomasse, energia geotermica di terza generazione </li></ul></ul><ul><ul><li>Darci un ordine di prioritá nel trattare i nostri rifiuti: prima riusare, poi riciclare, quindi trattare con tecniche innovative per ridurre al massimo la parte residua da incenerire </li></ul></ul><ul><ul><li>Contabilitá degli usi dei suoli comunali </li></ul></ul><ul><ul><li>Promuovere un sistema di appalti verdi e un piano per mettere in sicurezza le nostre scuole </li></ul></ul><ul><ul><li>Spostare verso le cittá il livello di strategie di contrasto dei cambiamenti climatici </li></ul></ul>
  22. 22. Un nuovo pensiero: GIUSTIZIA <ul><ul><li>Mettere il cittadino al centro della giurisdizione </li></ul></ul><ul><ul><li>Eliminare le sedi giudiziarie non funzionali e antieconomiche </li></ul></ul><ul><ul><li>Garantire non severitá, ma certezza delle pene con processi rapidi e garantisti </li></ul></ul><ul><ul><li>Potenziare l’efficacia investigativa della magistratura inquirente e dei Corpi di Polizia giudiziaria </li></ul></ul><ul><ul><li>Riportare ad eguaglianza il rapporto tra cittadino e PA </li></ul></ul><ul><ul><li>Realizzare la separazione di funzioni, non invece di carriere </li></ul></ul>
  23. 23. Un nuovo pensiero: CULTURA E INFORMAZIONE <ul><ul><li>Rifinanziare il FUS </li></ul></ul><ul><ul><li>Investire sulla cultura non meno dell1% del bilancio dello Stato </li></ul></ul><ul><ul><li>Promuovere una legge sullo spettacolo dal vivo, riformare quella sul cinema </li></ul></ul><ul><ul><li>Sostenere ricerca e creativitá giovanile nella musica e nell’arte </li></ul></ul><ul><ul><li>Incentivare investimenti e iniziative promozionali di respiro internazionale </li></ul></ul><ul><ul><li>Aiutare la piccola e media editoria </li></ul></ul><ul><ul><li>Realizzare un grande progetto di marketing dell’Italia, per raggiungere in una legislatura lo stesso numero di presenze turistiche per abitante della Francia, la stessa percentuale di studenti e ricercatori stranieri che registra la Spagna </li></ul></ul><ul><ul><li>Risolvere il conflitto di interessi e garantire una informazione libera e plurale </li></ul></ul><ul><ul><li>Garantire ovunque accesso alla banda larga, riducendo i costi di accesso </li></ul></ul><ul><ul><li>Regolare il mercato televisivo e le reti: concorrenza, libertá, pluralismo </li></ul></ul><ul><ul><li>Differenziare la RAI in maniera netta rispetto alla televisione commerciale </li></ul></ul>
  24. 24. <ul><li>OBIETTIVO: Fronteggiare i flussi migratori </li></ul><ul><li>attraverso </li></ul><ul><ul><li>La qualità, l’innalzamento dei servizi e il miglioramento della vita </li></ul></ul><ul><ul><li>La discriminazione contro gli stranieri finisce sempre con il produrre effetti sull’intera comunità nazionale: ogni diritto negato agli immigrati è un diritto negato ai cittadini italiani </li></ul></ul><ul><ul><ul><li>Diritto di cittadinanza per chi nasce in Italia </li></ul></ul></ul><ul><ul><ul><li>Destinare i Centri di Identificazione e di espulsione esclusivamente agli immigrati non identificati e per un periodo massimo di 35 giorni </li></ul></ul></ul><ul><ul><ul><li>Politica degli ingressi comune dei partiti progressisti europei </li></ul></ul></ul><ul><ul><ul><li>Promuovere politiche di accoglienza e integrazione </li></ul></ul></ul>Un nuovo pensiero: MULTICULTURALITÁ
  25. 25. <ul><li>OBIETTIVO: Tutelare la salute </li></ul><ul><li>attraverso </li></ul><ul><ul><li>La persona che, riportata al centro del sistema, deve poter influire sulle decisioni prese a tutti i livelli e a cui rivolgere politiche di prevenzione e promozione di stili di vita </li></ul></ul><ul><ul><li>Riqualificare la rete ospedaliera promuovendo i poli ad alta specializzazione </li></ul></ul><ul><ul><ul><li>Assicurare la sostenibilitá ca del sistema e della ricerca biomedica, con un federalismo sanitario che garantisca le Regioni piú deboli </li></ul></ul></ul><ul><ul><li>Facendosi garanti della dignità della persona durante tutte le fasi della vita </li></ul></ul><ul><ul><ul><li>Creare attraverso un’agenzia indipendente, un sistema di valutazione dei trattamenti sanitari e di riconoscimento del merito degli operatori </li></ul></ul></ul><ul><ul><ul><li>Ridefinire i criteri di selezione degli amministratori </li></ul></ul></ul>Un nuovo pensiero: SANITÁ
  26. 26. <ul><li>OBIETTIVO: Far fronte alle sfide di questo tempo </li></ul><ul><li>attraverso </li></ul><ul><ul><li>Un nuovo patto tra le generazioni </li></ul></ul><ul><ul><li>Innalzamento dell’età pensionabile </li></ul></ul><ul><ul><li>Revisione dei meccanismi di selezione delle agenzie di formazione e reinserimento </li></ul></ul><ul><ul><li>Attuazione di politiche di sostegno all’invecchiamento attivo sia in direzione del prolungamento volontario del lavoro, che del sostegno alle diverse forme d’impegno sociale e civile </li></ul></ul><ul><ul><li>Forme di pensionamento graduale </li></ul></ul>Un nuovo pensiero: PREVIDENZA
  27. 27. <ul><li>OBIETTIVO: Una scuola inclusiva e di qualità </li></ul><ul><ul><li>che torni a svolgere un ruolo sociale e di integrazione </li></ul></ul><ul><ul><li>finanziare piano straordinario per rilanciare scuola, formazione e ricerca come motori dell’innovazione italiana. </li></ul></ul><ul><ul><ul><li>Aumentare l’autonomia finanziaria e organizzativa delle scuole (offerta formativa e carriere docenti) </li></ul></ul></ul><ul><ul><li>OBIETTIVO: Un nuovo piano casa </li></ul></ul><ul><ul><li>Riforma del mercato degli affitti </li></ul></ul><ul><ul><ul><li>Modificare la L. 431/98, introducendo canoni di affitto accessibili, con adeguati incentivi fiscali e promuovendo agenzie immobiliari sociali pubbliche </li></ul></ul></ul><ul><ul><li>Piano per l’edilizia sociale </li></ul></ul><ul><ul><ul><li>Nuovo piano per l’edilizia pubblica ispirato a criteri federalisti </li></ul></ul></ul><ul><ul><li>Rigenerazione urbana delle periferie </li></ul></ul>Un nuovo pensiero: SCUOLA E CASA
  28. 28. <ul><li>OBIETTIVO: Superare la crisi, migliorare la qualità della nostra società </li></ul><ul><li>attraverso </li></ul><ul><ul><li>Una riforma profonda della politica </li></ul></ul><ul><ul><li>Una politica più seria, sobria e concreta </li></ul></ul><ul><ul><li>Una legge elettorale che stabilizzi il bipolarismo </li></ul></ul><ul><ul><ul><li>Una nuova legge elettorale maggioritaria con collegi uninominali, per garantire la possibilità di scegliere i propri rappresentanti. </li></ul></ul></ul><ul><ul><ul><li>Superare il bicameralismo perfetto, trasformando il Senato in Camera delle Regioni </li></ul></ul></ul><ul><ul><ul><li>Ridurre il numero dei parlamentari eletti e semplificare le autonomie locali </li></ul></ul></ul><ul><ul><ul><li>Promuovere un nuovo e piú deciso assetto federale </li></ul></ul></ul><ul><ul><li>Promozione della cultura dei risultati e della valutazione nelle PA </li></ul></ul><ul><ul><li>Utilizzare il federalismo per semplificare e avvicinare i cittadini allo Stato </li></ul></ul><ul><ul><li>Impegnarsi per il riscatto del Mezzogiorno attraverso una nuova forte politica di investimenti nei settori innovativi e trainanti </li></ul></ul><ul><ul><ul><li>Investire nel capitale umano, nelle realtá produttive di eccellenza, nel recupero del territorio, nelle infrastrutture </li></ul></ul></ul>Un nuovo pensiero: POLITICA E ASSETTO DELLO STATO
  29. 29. <ul><li>Nell’epoca delle reti tecnologiche, con reti umane di comprensione, reciprocità e solidarietà è possibile un nuovo umanesimo </li></ul><ul><li>In quest’ambito la laicità è un metodo: significa affrontare ogni questione con rigore e con la massima obiettività possibile, nell’interesse generale e non di una parte sola </li></ul><ul><li>Non diritti “speciali” ma diritti uguali per tutti. Questo significa essere democratici; affermare il principio secondo cui uno Stato laico deve sempre proteggere i diritti civili e le libertà di ciascuno </li></ul>Un nuovo pensiero: IL METODO LAICO <ul><ul><li>Norma antiscriminatoria di genere in Istituzioni e CDA (non meno 40%) </li></ul></ul><ul><ul><li>Legge sul testamento biologico </li></ul></ul><ul><ul><li>Legge sulle unioni civili, sull’esempio delle partnership britanniche </li></ul></ul><ul><ul><li>Legge sull’omofobia </li></ul></ul><ul><ul><li>Adozione per single </li></ul></ul>

×