Successfully reported this slideshow.
We use your LinkedIn profile and activity data to personalize ads and to show you more relevant ads. You can change your ad preferences anytime.

Lean modena case successo 122014

964 views

Published on

Lean Modena , un Caso di Successo della Lean in una PMI

Published in: Business
  • Be the first to comment

Lean modena case successo 122014

  1. 1. ▪ Lean Thinking e Lean Manufacturing ▪ Modena : Luglio – Dicembre 2014 ▪ LA STORIA DI UN SUCCESSO Via XX Settembre 17 B 41012 Carpi Modena Tel 366 4006362 Cel 335 5982922 Fax 0376 1850219 www.lcleanconsulting.eu www.lorenzocompagnoni.it 10/01/2015www.lcleanconsulting.eu - lorenzo.compagnoni@lcleanconsulting.eu 1 LC lean Consulting
  2. 2. ▪ Lean Thinking e Lean Manufacturing ▪ Modena : Luglio – Dicembre 2014 ▪ LA STORIA DI UN SUCCESSO ▪ Intervento presso una PMI di Modena ▪ Obbiettivo 1. Recuperare Competività sui Costi 2. Recuperare Produttività del Sistema 3. Rilancio Commerciale dell’Azienda Via XX Settembre 17 B 41012 Carpi Modena Tel 366 4006362 Cel 335 5982922 Fax 0376 1850219 www.lcleanconsulting.eu www.lorenzocompagnoni.it 10/01/2015www.lcleanconsulting.eu - lorenzocompagnoni@lcleanconsulting.it 2 LC lean Consulting
  3. 3. 10/01/2015 3 55 dipendenti + 2 Soci Lavorazioni Meccaniche e Carpenteria Verniciatura C/Terzi 30 % Vendita a Catalogo e a Disegno del Cliente NEWCO Modena Dati iniziali www.lcleanconsulting.eu - lorenzocompagnoni@lcleanconsulting.it
  4. 4. 10/01/2015 4 Lavorazioni Meccaniche e Carpenteria Verniciatura C/Terzi 30 % Le tre sedi di Proprietà Aziendale distano tra di loro circa 2/3 KM NEWCO Modena Dati iniziali Lay Out Sede Centrale Mag Prodotto Finito Sede Staccata Magazzino Imballi e Vari www.lcleanconsulting.eu - lorenzocompagnoni@lcleanconsulting.it
  5. 5. 10/01/2015 5 NEWCO Modena Dati iniziali Macro Flussi www.lcleanconsulting.eu - lorenzocompagnoni@lcleanconsulting.it
  6. 6. Rapido Check Up Aziendale ▪ Analisi dei dati semestrali 2014 confrontati con i dati 2013 / 2012 (macroindicatori di riferimento) ▪ 2 gg del «Consulente Gemba» in stabilimento ▪ Foto / video ▪ Lead time di attraversamento ▪ Logistica di magazzino e logistica di fase ▪ Macro VSM di fase ▪ Colloquio con la Proprietà ▪ Colloquio con I capi reparto ed alcuni operatori 10/01/2015 6www.lcleanconsulting.eu - lorenzocompagnoni@lcleanconsulting.it
  7. 7. Rapido Check Up Aziendale NON CONFORMITA’ ▪ La sede centrale era «ingombrata» da materiali basso rotanti e/o obsoleti ▪ La logistica di fase era «difficoltosa» per mancanza di spazi ▪ «Nessuna» logica di gestione della logistica fra le 3 sedi ▪ Le postazioni di lavoro «ingombrate» da materiale non necessario ▪ Le fasi di lavoro «non» standardizzate ▪ La «programmazione» mista fra Ordine Cliente e stock a magazzino semilavorati ▪ «Ruoli» dei capi reparto non sempre definiti 10/01/2015 7www.lcleanconsulting.eu - lorenzocompagnoni@lcleanconsulting.it
  8. 8. Rapido Check Up Aziendale OBBIETTIVI La consulenza Propone alla Proprietà un Piano D’Intervento Strong La situazione dell’azienda che si è generata a seguito del calo di mercato non permette ulteriori dilatazioni sui tempi d’intervento . ▪ 6 Mesi d’intervento ▪ - 45 % del Valore di magazzino ( a 9 mesi ) ▪ + 25 % della Produttività ( a 6 Mesi ) ▪ Lead Time di consegna da 7 a 3 settimane ( a 4 Mesi ) AZIONE 10/01/2015 8www.lcleanconsulting.eu - lorenzocompagnoni@lcleanconsulting.it
  9. 9. Rapido Check Up Aziendale OBBIETTIVI > REAZIONI ▪ La Proprietà non crede che sia possibile un intervento di queste proporzioni , non crede che all’interno del loro stabilimento ci sia così tanto spreco ▪ I Quadri Aziendali dimostrano diffidenza verso il consulente che afferma di aver visto lo spreco sul «loro territorio» ▪ Operai e Impiegati affermano che era ora che «qualcuno» vedesse lo spreco ▪ L’AZIENDA DECIDE DI DARE UN’INCARICO A 3 MESI PROROGABILE 10/01/2015 9www.lcleanconsulting.eu - lorenzocompagnoni@lcleanconsulting.it
  10. 10. 1° Intervento FORMAZIONE ▪ Un piccolo gruppo trasversale ai ruoli e alle funzioni Aziendali ▪ Il Team di lavoro ▪ Nel Team non ci sono gerarchie ….. ▪ Contano le idee e la VOGLIA DEL CAMBIAMNETO 10/01/2015 10www.lcleanconsulting.eu - lorenzocompagnoni@lcleanconsulting.it
  11. 11. 1° Passo Toyota Production System ( TPS ) Formazione ad un piccolo con ruoli trasversali www.lorenzocompagnoni.it www.lcleanconsulting.eu - lorenzo.compagnoni@lcleanconsulting.eu www.lcleanconsulting.eu
  12. 12. 1° Passo Formazione ad un piccolo con ruoli trasversali Toyota Production System ( TPS ) Lean Manufacturing 5 S – I Sistemi Visual 8 Sprechi VSM World Class Manufacturing ( WCM ) La macchina che ha cambiato il mondo Di Daniel T. Jones, James P. Womack, LEAN THINKING Autore: J.P.Womack, D.T. Ross http://www.shingijutsuusa.com Chihiro Nakao Toshihiro Nagamatsu www.lcleanconsulting.eu www.lcleanconsulting.eu www.lcleanconsulting.eu - lorenzocompagnoni@lcleanconsulting.it
  13. 13. 10/01/2015 13 Costo Costo = materiali + lavorazioni + costi di gestione + SPRECO Spreco ( MUDA ) Spreco è VISIBILE = Non Conformità , Rallentamento d’impianto , rilavorazioni, MANCANTI , rifare una pratica , non ascoltare il collega , il CLIENTE Spreco NON VISIBILE = i magazzini e obsoleti , le soste , eccesso di procedure , ridondanze di operazioni , resi , le abitudini Di norma le attività che facciamo per «sanare» una situazione anomale che poi si congelano nel ciclo o nei processi Di norma le attività : abbiamo sempre fatto così www.lcleanconsulting.eu - lorenzocompagnoni@lcleanconsulting.it
  14. 14. 10/01/2015 14 ▪ determinare il valore: il valore è ciò che il cliente vuole e ciò per cui è disposto a pagare. Determinare il valore, cioè ascoltare la voce del cliente, è molto importante e costituisce una vera e propria sfida per le organizzazioni ▪ utilizzare sistemi "pull" cioè tirati dal cliente. E' inutile produrre ciò che il cliente non comprerà. Meglio impostare la produzione in base a quello che il cliente e il mercato domandano ▪ cercate di organizzare il vostro flusso secondo il principio dell'"one-piece flow" (un pezzo alla volta) e organizzatelo in modo da non avere interruzioni o scarti ▪ livellate la produzione secondo il flusso stabilito in modo che non ci siano picchi o cali ▪ fermatevi non appena si verifica un problema e rimediate subito in modo da assicurare sempre il massimo di Qualità fin dall'inizio del vostro lavoro www.lcleanconsulting.eu - lorenzocompagnoni@lcleanconsulting.it
  15. 15. 10/01/2015 15 ▪ standardizzate i miglioramenti ottenuti in modo da poterli mantenere anche in futuro, senza il rischio di tornare alla situazione preesistente ▪ utilizzate i controlli visuali per far sì che nessun problema resti nascosto a lungo ▪ usate una tecnologia amica ed affidabile in modo che vi aiuti supportando adeguatamente i processi ▪ cercate di tendere sempre alla perfezione, senza stufarvi mai ▪ non smettete mai di imparare e di insegnare al Vostro Team ai vostri collaboratori ▪ Gemba :Uno dei principi fondamentali del Gemba è in inglese “Go & See”, in italiano “Vai e vedi di persona”. www.lcleanconsulting.eu - lorenzocompagnoni@lcleanconsulting.it
  16. 16. SEPARARE ORDINARE PULIRE STANDARDIZZARE MANTENERE E MIIGLIORARE 1 2 3 45 APPLICAZIONE DELLE 6S 16 6 sicurezza 10/01/2015 www.lcleanconsulting.eu www.lcleanconsulting.eu - lorenzocompagnoni@lcleanconsulting.it
  17. 17. APPLICAZIONE DELLE 5S Applicato lo standard per mantenere l’ordine STANDARDIZZARE Vie pedonali e postazioni di lavoro Zone di interscambio materiale - Parcheggi Aree ecologiche Zone di scarto – Aree antincendio 10/01/2015 17www.lcleanconsulting.eu - lorenzocompagnoni@lcleanconsulting.it
  18. 18. Set in order “un posto per ogni cosa ..una cosa per ogni posto” ▪ Un posto per ogni cosa , ogni cosa al suo posto ▪ Etichettatura , trovare facilmente ▪ Strumenti vicini all’area di lavoro ▪ Standardizzare , metodo ▪ Metodi VISUAL , visivi ▪ Vede gli attrezzi ▪ Vede le parti da montare ▪ Ha lo spazio per muoversi ▪ Facilita la comunicazione ▪ Migliora la pulizie e l’ergonomia ▪ È notato dai visitatori 10/01/2015 18www.lcleanconsulting.eu - lorenzocompagnoni@lcleanconsulting.it
  19. 19. Benefits of Visual ▪ Vede gli attrezzi ▪ Vede le parti da montare ▪ Ha lo spazio per muoversi ▪ Facilita la comunicazione ▪ Migliora la pulizie e l’ergonomia ▪ È notato dai visitatori 1910/01/2015www.lcleanconsulting.eu - lorenzocompagnoni@lcleanconsulting.it
  20. 20. 20 Lo spaghetti diagram Nel Vostro Spazio Aziendale Quanti KM percorrono : I materiali Gli uomini Per produrre un pezzo da vendere ? 10/01/2015www.lcleanconsulting.eu - lorenzocompagnoni@lcleanconsulting.it
  21. 21. 10/01/2015 21 Gli otto sprechi : gli otto peccati mortali Sovraproduzione – Sukurrisugi: si realizzano pezzi non richiesti dal mercato o in quantità superiori. E’ necessario disporre di aree e magazzini che contengano i prodotti in attesa di commercializzazione Prodotti difettosi – Furyo: i difetti costituiscono una grande fonte di spreco perché generano scarti o rilavorazioni con oneri da parte dell’azienda in termini finanziari e di immagine Attese – Temachi: si presentano quando un operatore non svolge alcun lavoro, rimanendo in attesa di un qualche evento Perdite di processo – Kakoku: si svolgono attività a non valore aggiunto nelle varie fasi del processo produttivo Sottoutilizzazione delle persone: non vengono utilizzate al meglio le capacità dell’operatore Trasporto – Unpan: le attività di trasporto all’interno di uno stabilimento non creano valore aggiunto. E’ necessario eliminare o ridurre il più possibile i trasporti Scorte – Zaiko: tutto ciò che giace in attesa di lavorazioni successive (materie prime e semilavorati) o di una vendita (prodotti finiti). Occupano spazio, richiedono attrezzature e trasporti. ll materiale può peggiorare la sua qualità o diventare obsoleto Movimenti – Dousa: i movimenti improduttivi possono essere divisi in spostamenti e azioni improduttive. Gli spostamenti possono rendersi necessari a causa di layout mal disegnati o strutture inutilmente sovradimensionate. Le azioni improduttive sono dovute al mancato studio ergonomico del posto di lavoro www.lcleanconsulting.eu - lorenzocompagnoni@lcleanconsulting.it
  22. 22. 10/01/2015 22 SPRECO MARGINE LISTINO VENDITA www.lcleanconsulting.eu - lorenzocompagnoni@lcleanconsulting.it VALORE = ESCLUSIVAMENTE CIO’ CHE E’ PERCEPITO DAL CLIENTE
  23. 23. I sistemi organizzativi Dir Generale Acquisti Produzione Logistica Assistente Acquisti /logistica produzione Magazzini logistica 10/01/2015 23 Evoluzione gerarchia Flussi www.lcleanconsulting.eu - lorenzocompagnoni@lcleanconsulting.it
  24. 24. Lean Manufacturing ▪ Sapersi Misurare ▪ Se non sai misurarti ▪ Non sai dove sei ▪ Non sai dove andare ▪ Non puoi fare dei piani di miglioramento ▪ I piani di miglioramento possono essere di media durata , ma le misurazioni devono essere frequenti . ▪ Se non fai dei piani di miglioramento continuo , le tue performance peggiorano . 10/01/2015 24 www.lcleanconsulting.eu www.lcleanconsulting.eu - lorenzocompagnoni@lcleanconsulting.it
  25. 25. Il miglioramento continuo ▪ Per analizzare ed agire su uno «stato» organizzativo si applica la regola del PDCA • Piano : raccogliere informazioni e fissare gli obbiettivi • Do : attuare il Piano • Check : controllare i risultati • Act / Atto : stabilizzare e controllare il piano di miglioramento 10/01/2015 25www.lcleanconsulting.eu - lorenzocompagnoni@lcleanconsulting.it
  26. 26. Actual SPRECO DISORDINE 10/01/201526 Disordine Pulizia Spreco www.lcleanconsulting.eu - lorenzocompagnoni@lcleanconsulting.it
  27. 27. Lean Manufacturing 10/01/201527 Almeno il 30 % del tempo utile di lavoro : - Cercare la documentazione - Cercare materiali - Spostare materiali - Mancanti - Completare lavorazioni - Completare commesse - Stoccare materiale che non serve - Magazzini - Wip - Lead Time www.lcleanconsulting.eu - lorenzocompagnoni@lcleanconsulting.it
  28. 28. COMPETIVITA’ ▪ PREZZO / LISTINO ▪ CONSEGNE….. DATE ▪ SATURAZIONE ▪ QUALITA’ ▪ PREVENTIVI ▪ RISPOSTE ….. TEMPI ▪ SEGNALAZIONI ▪ NC ▪NON VI MISURATE 10/01/2015 28www.lcleanconsulting.eu - lorenzocompagnoni@lcleanconsulting.it
  29. 29. 10/01/2015 29 # Attività Risultato 2 Formazione in aula Lean Manufacturing e tecniche 5 S , 8 Sprechi , Spaghetti Chart , cenni sull’ analisi del valore Produttività Formare il Team Leader e il Team con una Vision orientata alla caccia allo spreco e all’efficienza del sistema produttivo 3 Stabilimento : applicare le tecniche del punto 2 alle singole postazioni in stabilimento = 4 INTEREVNTI KAIZEN IN 2 MESI Addestrare il personale alle 5S a agli standard normalizzati di produzione 4 Codici , Distinta Base , Tempo ciclo , Monitor avanzamento Produzione sistemi Visual Creare un sistema certo di monitoraggio dell’ avanzamento e costi di produzione 5 Gestione dell’ordine cliente Lead Time dell’ordine , monitoraggio del Lead Time e dei costi industriali 6 Mantenimento e miglioramento continuo .PDCA Consolidare i miglioramenti ed aprire i cantieri di miglioramento continuo 7 Presentazione risultati finali www.lcleanconsulting.eu - lorenzocompagnoni@lcleanconsulting.it GIORNALE del Kaizen EVENTO : Stampi N° Tipo evento: Kaizen Evento Progetto Facilitatore Team Leader …………… - Facilitatore : LC lean Consulting Team Ente Esterno a Chiamata Descrizione Note Resp on- sabile Date pianificate Avanzamento Risultato atteso Note 100 % 25% Inizio Fine 75 % 50% Risultato atteso Attività 5 S + Spaghetti Macchina 1 L C XXXXXXXXXXXX Z 06/201 4 07/20 14 100 % 25% 75 % 50% 2 L C XXXXXXXXXXXX Z 09/20 14 100 % 25% 75 % 50% 3 L C XXXXXXXXXXXX X 09/201 4 10/20 14 100 % 25% 75 % 50% 4 L C XXXXXXXXXXXX V 10/20 14 100 % 25% 75 % 50% XXXXXXXXXXXX B 06/201 4 09/20 14 C 6 L C Xxxxxxxxxxxx Solo Spaghetti 09/20 14 100 % 25% 75 % 50% Attività TPM 7 L C Xxxxxxxxxxxx 09/201 4 10/20 14 100 % 25% 75 % 50% 9 L C Xxxxxxxxxxxx 09/201 4 10/20 14 100 % 25% 75 % 50% 10 Xxxxxxxxxxxx 09/20 14 100 % 25% 75 % 50%
  30. 30. Gestione Ordini Clienti ▪ Actual ▪ Non esisteva uno scadenziario degli ordini , non registrati , nella mente delle persone ▪ Azione ▪ Recuperare tutti gli ordini è stata attività faticosa , oggi siamo dotati di un file xls nel quale sono listati tutti gli ordini con data d’ingresso e data di consegna confermata ▪ Inserito ordini di produzione numerati progressivamente per gestire l’avanzamento delle commesse ▪ La gestione del file con verifica 2 volte / settimana è fondamentale 10/01/201530www.lcleanconsulting.eu - lorenzocompagnoni@lcleanconsulting.it
  31. 31. Gestione Acquisti - ▪ GESTIONE A Kanban dei materiali 10/01/201531www.lcleanconsulting.eu - lorenzocompagnoni@lcleanconsulting.it
  32. 32. Gestione Logistica e Trasporti ▪ Actual ▪ L’attività non è sotto controllo , i viaggi sono da riorganizzare ▪ Attuale costo logistico circa 11/12% del fatturato ▪ Azione ▪ Verificare la possibilità di un affidamento esterno della logistica . Obbiettivo 6 % del costo del venduto 10/01/201532www.lcleanconsulting.eu - lorenzocompagnoni@lcleanconsulting.it
  33. 33. ACQUISTI ▪ Eccesso di acquisti previsionali senza piano vendite (!!) ▪ STOP ACQUISTI ▪ SI ORDINA SOLO A CHIAMATA KB ▪ SI ORDINA SOLO SU ORDINE CLIENTE ▪ PER 6 MESI CONTROLLO MENSILE DELLE GIACENZE MATERIALI SENSIBILI www.lcleanconsulting.eu - lorenzocompagnoni@lcleanconsulting.it
  34. 34. Produttivita’ ▪ Non è sotto controllo ▪ 2 interventi Kaizen 5S su postazioni ▪ 2 interventi Kaizen su postazioni per rilievo ▪ Attività non a valore ▪ Ridondanze ▪ Ergonomia ▪ Fabbisogno attrezzature www.lcleanconsulting.eu - lorenzocompagnoni@lcleanconsulting.it
  35. 35. Leam Manufacturing « un caso di successo» ▪ Dopo 6 mesi d’intervento gli obbiettivi centrali sono stati raggiunti ▪ - 45 % del Valore di magazzino Il mag a 6 mesi è sceso del 32% ▪ + 25 % della Produttività La produttività di dicembre è +23 % ▪ Lead Time di consegna da 7 a 3 settimane ( a 4 Mesi ) Gli Ordini cliente sono confermati a 3 settimane www.lcleanconsulting.eu - lorenzocompagnoni@lcleanconsulting.it
  36. 36. Leam Manufacturing « un caso di successo» ▪ Dopo 6 mesi d’intervento gli obbiettivi centrali sono stati raggiunti ▪ Alla fine di questo progetto L’Azienda ha chiesto un’ulteriore progetto di consolidamento dei miglioramenti ottenuti ▪ Da 01-2015 inizia il secondo progetto di espansione commerciale Ora l’ Azienda può Farlo E’ Efficiente www.lcleanconsulting.eu - lorenzocompagnoni@lcleanconsulting.it
  37. 37. Via XX Settembre 17 B 41012 Carpi Modena Tel 366 4006362 Cel 335 5982922 Fax 0376 1850219 www.lcleanconsulting.eu www.lorenzocompagnoni.it 10/01/2015 37 LC lean Consulting www.lcleanconsulting.eu - lorenzocompagnoni@lcleanconsulting.it
  38. 38. Via XX Settembre 17 B 41012 Carpi Modena Tel 366 4006362 Cel 335 5982922 Fax 0376 1850219 www.lcleanconsulting.eu www.lorenzocompagnoni.it 10/01/2015 38 LC lean Consulting www.lcleanconsulting.eu - lorenzocompagnoni@lcleanconsulting.it NON E’ POSSIBILE GUARDARE AVANTI CON GLI OCCHI DEL PASSATO

×