SPANO ESTESA

281 views

Published on

Published in: Business
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
281
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
3
Actions
Shares
0
Downloads
2
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

SPANO ESTESA

  1. 1. RAI C.R.I.T.<br />Metodologie e piattaforma per coinvolgimento utente<br />
  2. 2. Le attività del gruppo di ricerca Rai Crit si sono svolte in due fasi:<br />Fase 1<br />In questa prima fase di progetto le attività di ricerca sono state orientate principalmente all’analisi dei requisiti tecnologici e di metodo relativi ad un possibile riutilizzo, in un ambiente di produzione sia professionale che semi-professionale, dei contenuti multimediali presenti all’interno del Catalogo Multimediale RAI, con una particolare enfasi sulla definizione dei requisiti relativi ad una piattaforma di pubblicazione che permetta la gestione dei materiali disaccoppiando la logica di utilizzo dalla logica di archiviazione.<br />Fase 2<br />Individuati i requisiti tecnologici di back end di una possibile piattaforma di pubblicazione multimediale, in questa seconda fase di progetto si è spostato l’obiettivo sull’analisi di possibili strumenti di interazione WEB 2.0 da integrare nella stessa. Questo sia per superare i limiti di utilizzabilità impliciti nell’uso di interfacce utente di tipo classico sia per dotare la piattaforma di strumenti adatti ad esplicitare e rendere persistenti le conoscenze distribuite presenti nei diversi ambienti di utilizzo.<br />
  3. 3. Il Contesto<br />Quale la regolamentazione e linee guida in materia di qualità<br />ISO/IEC 25062 Software engineering — Software product Quality Requirements and Evaluation (SQuaRE)<br />• TheInternational Standard intended to be used to report the measures obtained from a test of usability as defined in ISO 9241-11: effectiveness, efficiency and satisfaction in a specified context of use.<br />SQuaRE series addresses requirements and evaluation of software product quality<br />• Internal, External, and Quality in Use Measures are the link between requirements and evaluation. <br /> <br />
  4. 4. Metodologia e Tecniche<br />Si sono presi in considerazione tre livelli di analisi <br /><ul><li> Conoscenza dell’organizzazione dell’archivio, tipologia di contenuto presente e maggiormente ricercato, strutturazione del contenuto, ecc. (livello di contenuto);
  5. 5. Conoscenza delle diverse modalità di interazione con l’archivio (livello di funzionalità) identificando preferenze e criticità;
  6. 6. Interfaccia utente con il sistema (livello dell’interfaccia grafica).</li></ul>Quest’ampia impostazione ha guidato l’intento esplorativo della ricerca stessa, espresso soprattutto nella raccolta e analisi dei dati qualitativi e quantitativi(Ricolfi, 1997; Cassel, Symon, 1994; Silverman, 1997; Lee, 1999).<br />Sono state effettuate osservazionisomministrate interviste e un questionari ad utenti/fruitori e a gestori/sviluppatori dei servizi di accesso ai patrimoni audiovisivi di alcuni archivi italiani (individuati come testimoni chiave, privilegiati e significativi ). <br />
  7. 7. Creatori:<br />Gestiscono blog, creano video, creano forum, ...<br />Risultati: profilazione dell’utente<br />Inattivi o semplici lettori<br />Partecipativi:<br />Scrivono sui wiki, commentano, moderano/partecipano a forum <br />Spettatori: leggono blogs/forum; ascoltano podcast, guardano video<br />Collezionisti: <br />RSS, attività di voting, tagging<br />Associati: <br />Svolgono attività di social networking<br />
  8. 8. Risultati<br />I limiti che emergono:<br /><ul><li> la presenza di documentazioni non esaurienti;
  9. 9. la mancanza di flessibilità ed adattamento del sistema allo user;
  10. 10. la mancanza di strumenti intuitivi per impostare lavori di ricerca in collaborazione tra più persone.</li></ul> <br />Le linee guida di nel migliorare il buon funzionamento del CMM: <br /><ul><li> Inserire la possibilità di aprire il CMM a modifiche delle documentazioni da parte degli utenti professionisti. In questo caso le documentazioni potrebbero essere svolte su più livelli: </li></ul>livello di “sistema” (le documentazioni attuali);<br />livello “pro” (le documentazioni aggiuntive proposte dagli user professionisti)<br />livello “user” (tag aggiuntivi inseriti dagli utenti).<br /><ul><li> Possibilità di inserire commenti ai video e deciderne lo “scope”.
  11. 11. Possibilità di ranking dei contenuti
  12. 12. Introduzione di uno storico delle ricerche effettuate sia per il singolo user</li></li></ul><li>Risultati: un modello di coinvolgimento dell’utente <br />

×