SPANO BREVE

284 views

Published on

Published in: Business
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
284
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
3
Actions
Shares
0
Downloads
2
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

SPANO BREVE

  1. 1. RAI C.R.I.T.<br />Metodologie e piattaforma per coinvolgimento utente<br />
  2. 2. Oggetto della ricerca<br />Le attività del gruppo di ricerca Rai Crit si sono svolte in due fasi:<br />Fase 1<br />In questa prima fase di progetto le attività di ricerca sono state orientate principalmente all’analisi dei requisiti tecnologici e di metodo relativi ad un possibile riutilizzo, in un ambiente di produzione sia professionale che semi-professionale, dei contenuti multimediali presenti all’interno del Catalogo Multimediale RAI.<br />Fase 2<br />Il progetto si è spostato l’obiettivo sull’analisi di possibili strumenti di interazione WEB 2.0 da integrare nella stessa. Questo sia per superare i limiti di utilizzabilità impliciti nell’uso di interfacce utente di tipo classico sia per dotare la piattaforma di strumenti adatti ad esplicitare e rendere persistenti le conoscenze distribuite presenti nei diversi ambienti di utilizzo.<br />Metodologia e Tecniche<br />Tre livelli di analisi <br />+<br /><ul><li> Conoscenza dell’organizzazione dell’archivio, tipologia di contenuto presente e maggiormente ricercato, strutturazione del contenuto, ecc. (livello di contenuto);
  3. 3. Conoscenza delle diverse modalità di interazione con l’archivio (livello di funzionalità) identificando preferenze e criticità;
  4. 4. Interfaccia utente con il sistema (livello dell’interfaccia grafica).</li></ul>Sono state effettuate osservazionisomministrate interviste e un questionari ad utenti/fruitori e a gestori/sviluppatori dei servizi di accesso ai patrimoni audiovisivi di alcuni archivi italiani (individuati come testimoni chiave, privilegiati e significativi ). <br />Raccolta e analisi dei dati qualitativi e quantitativi<br />
  5. 5. Risultati<br />2. Sviluppo di un modello per il coinvolgimento utente<br />1. I limiti che emergono<br /><ul><li> la presenza di documentazioni non esaurienti;
  6. 6. la mancanza di flessibilità ed adattamento del sistema allo user;
  7. 7. la mancanza di strumenti intuitivi per impostare lavori di ricerca in collaborazione tra più persone.</li></ul> <br />Le linee guida di nel migliorare il buon funzionamento del CMM: <br /><ul><li> Inserire la possibilità di aprire il CMM a modifiche delle documentazioni da parte degli utenti professionisti. In questo caso le documentazioni potrebbero essere svolte su più livelli: </li></ul>livello di “sistema” (le documentazioni attuali);<br />livello “pro” (le documentazioni aggiuntive proposte dagli user professionisti)<br />livello “user” (tag aggiuntivi inseriti dagli utenti).<br /><ul><li> Possibilità di inserire commenti ai video e deciderne lo “scope”.
  8. 8. Possibilità di ranking dei contenuti
  9. 9. Introduzione di uno storico delle ricerche effettuate sia per il singolo user</li>

×