Successfully reported this slideshow.
We use your LinkedIn profile and activity data to personalize ads and to show you more relevant ads. You can change your ad preferences anytime.
La disciplina dell’autotrasporto alla luce
delle novità introdotte dalla Legge di
Stabilità 2015: una normativa liquida
St...
La normativa di riferimento
 La legge 298/74
 La riforma dell’autotrasporto
– La legge 32/05
– Il D. Lgs. 286/05
 La co...
Le modifiche della Legge di Stabilità 2015
(Legge 190/2014)
1. Al d. lgs. n. 286/2005:
a. soppressione della scheda di tra...
4
 Con la Legge di Stabilità 2015 viene meno la
disciplina relativa alla scheda di trasporto,
introdotta dal D. Lgs. n. 2...
La subvezione
 Sub-vettore: l'impresa di autotrasporto iscritta all'albo
nazionale delle persone fisiche e giuridiche che...
La prima subvezione
 Subvezione solo se «concordata» preventivamente o in
corso di esecuzione del contratto
 Il vettore ...
La subvezione…..successiva
 Il divieto di ulteriore subvezione
 La sanzione: nullità del relativo contratto
 Perdita o ...
La disciplina contrattuale della subvezione
 Premessa
– L’articolo 7 ter
– La corresponsabilità per violazione delle norm...
Il nuovo art. 83 bis: corrispettivi
 “Nel contratto di trasporto, anche stipulato in forma non scritta,
di cui all'artico...
La sentenza della Corte di giustizia UE
(4 settembre 2014)
1) l'elaborazione di costi minimi per i servizi di autotrasport...
L’interpretazione della pronuncia europea
 Le sentenze del Tar Lazio
 Tribunale di Milano, ordinanza in data 2 febbraio ...
La responsabilità solidale committente-vettore
 Affidamento del trasporto a vettori «in regola»
 Verifica preventiva
• F...
Upcoming SlideShare
Loading in …5
×

La disciplina dell’autotrasporto alla luce delle novità introdotte dalla Legge di Stabilità 2015: una normativa liquida - Fadda

743 views

Published on

Excellent Physical Distribution Event -
modifiche della legge di stabilità 2015, scheda di trasporto e subvezione

Published in: Business
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

La disciplina dell’autotrasporto alla luce delle novità introdotte dalla Legge di Stabilità 2015: una normativa liquida - Fadda

  1. 1. La disciplina dell’autotrasporto alla luce delle novità introdotte dalla Legge di Stabilità 2015: una normativa liquida Stefano Fadda s.fadda@studiolegalefadda.it Studio Legale Fadda 16122 GENOVA - VIA PESCHIERA, 22 TEL. 010.888.782 (4 LINEE) - FAX 010.812.987 20122 MILANO - CORSO ITALIA, 8 TEL 0272.080.571 - FAX 02.87.73.04 www.studiolegalefadda.it - slf@studiolegalefadda.it Milano, 12 novembre 2015
  2. 2. La normativa di riferimento  La legge 298/74  La riforma dell’autotrasporto – La legge 32/05 – Il D. Lgs. 286/05  La controriforma dell’autotrasporto – L’art. 83 bis del D.L. 112/08 – I provvedimenti modificativi delle norme previgenti – Il D.L. 103/10  La Legge di Stabilità 2015  E adesso??
  3. 3. Le modifiche della Legge di Stabilità 2015 (Legge 190/2014) 1. Al d. lgs. n. 286/2005: a. soppressione della scheda di trasporto b. disciplina della subvezione 2. all’art. 83-bis del d.l. n. 112/2008: a. abrogazione costi minimi b. corresponsabilità committente; vettore e subvettori 3. introdotto l’obbligo della negoziazione assistita quale condizione di procedibilità ai fini dell’esercizio in giudizio di un’azione relativa ad una controversia in materia di contratto di trasporto o di sub-trasporto 4. è stato modificato il regime di accesso alla professione di autotrasportatore, con riferimento al requisito della idoneità finanziaria
  4. 4. 4  Con la Legge di Stabilità 2015 viene meno la disciplina relativa alla scheda di trasporto, introdotta dal D. Lgs. n. 214/2008  Circolare Ministero dell’Interno 31/12/2014:  non può essere più richiesta l'esibizione della scheda di trasporto  restano in vigore le disposizioni che prevedono l'obbligo di portare a bordo la documentazione della merce per finalità fiscali, di sicurezza o per altre finalità (documenti per trasporto rifiuti, animali vivi, carburanti, merci pericolose, ecc.)  Le istruzioni scritte La scheda di trasporto
  5. 5. La subvezione  Sub-vettore: l'impresa di autotrasporto iscritta all'albo nazionale delle persone fisiche e giuridiche che esercitano l'autotrasporto di cose per conto di terzi, ovvero l'impresa non stabilita in Italia, abilitata a eseguire attività di autotrasporto internazionale o di cabotaggio stradale nel territorio italiano, che, nel rispetto del regolamento (CE) n. 1072/2009 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 21 ottobre 2009, svolge un servizio di trasporto su incarico di altro vettore  L’accorciamento della filiera (art. 6 ter)
  6. 6. La prima subvezione  Subvezione solo se «concordata» preventivamente o in corso di esecuzione del contratto  Il vettore assume le responsabilità del committente in ordine alla verifica della regolarità del subvettore  La risoluzione per inadempimento  Il pagamento del «compenso pattuito per le prestazioni già eseguite» (contraddittorietà della norma alla luce dell’art. 1460 cod. civ.)
  7. 7. La subvezione…..successiva  Il divieto di ulteriore subvezione  La sanzione: nullità del relativo contratto  Perdita o avaria della merce trasportata:  il regime di responsabilità (prescrizione; onere della prova; limitazione del debito)  I profili assicurativi  Il pagamento del «compenso pattuito per le prestazioni già eseguite»  «Il sub-vettore successivo al primo ha diritto a percepire il compenso già previsto per il primo sub-vettore»  Il collettame  Altre eccezioni (definizione di committente e di vettore)
  8. 8. La disciplina contrattuale della subvezione  Premessa – L’articolo 7 ter – La corresponsabilità per violazione delle norme sulla sicurezza della circolazione stradale – La corresponsabilità retributiva, contributiva ed assicurativa  Individuare i subvettori positivamente  Divieto di ulteriori allungamenti della filiera (obbligazione del fatto del terzo ex art. 1381 cod. civ.)  Penali  Verifica della regolarità dei subvettori  La documentazione dell’avvenuto pagamento  Penali  Casistica particolare
  9. 9. Il nuovo art. 83 bis: corrispettivi  “Nel contratto di trasporto, anche stipulato in forma non scritta, di cui all'articolo 6 del decreto legislativo 21 novembre 2005, n. 286, e successive modificazioni, i prezzi e le condizioni sono rimessi all'autonomia negoziale delle parti, tenuto conto dei principi di adeguatezza in materia di sicurezza stradale e sociale” (comma 4)  Il Ministero «pubblica e aggiorna nel proprio sito internet valori indicativi di riferimento dei costi di esercizio dell'impresa di autotrasporto per conto di terzi» (art. 1, comma 250, Legge di Stabilità)
  10. 10. La sentenza della Corte di giustizia UE (4 settembre 2014) 1) l'elaborazione di costi minimi per i servizi di autotrasporto ad opera di organi che siano espressione delle categorie interessate è contraria ai principi comunitari in tema di libera concorrenza, risultando quindi illegittima con conseguente inapplicabilità dei costi stessi; 2) anche qualora i costi minimi siano elaborati da organismi pubblici: a)essi costituiscono veri e propri prezzi; b)in quanto tali, essi limitano la concorrenza; c)essi non costituiscono idoneo presidio della sicurezza della circolazione stradale
  11. 11. L’interpretazione della pronuncia europea  Le sentenze del Tar Lazio  Tribunale di Milano, ordinanza in data 2 febbraio 2015  Tribunale di Mantova, ordinanza in data 2 ottobre 2014  Tribunale di Parma, ordinanze in data 26 novembre 2014 e in data 15 dicembre 2014 (“alla luce di quanto sopra, si ritiene che, con la citata pronuncia, la Corte di Giustizia UE abbia affermato un principio di carattere generale, che, pertanto, riguarda non soltanto le tabelle pubblicate dall’Osservatorio sull’Autotrasporto (vigenti nei casi esaminati dalla Corte di Giustizia UE) fino all’agosto 2012, ma anche quelle fissate, successivamente, dal Ministero dei Trasporti”)  Tribunale di Reggio Emilia, 20 maggio 2015 (sentenza)  Tribunale di Ravenna, 23 febbraio 2015 (sentenza)  Tribunale di Alessandria, 16 luglio 2015 (sentenze)
  12. 12. La responsabilità solidale committente-vettore  Affidamento del trasporto a vettori «in regola»  Verifica preventiva • Fino al 15.11.2015 attraverso il D.U.R.C. • Dal 15.11.2015 attraverso accesso al portale dell’Albo Nazionale del Trasporto  In caso di omesso controllo obbligo in solido con vettore e sub vettore per: • trattamenti retributivi • trattamenti contributivi previdenziali • i premi assicurativi dovuti agli enti competenti  Limiti • Entro 1 anno dalla cessazione del contratto di trasporto • Prestazioni ricevute nel corso della durata del contratto (criterio proporzionale) • Escluse le sanzioni amministrative

×