LA PIAZZA D'ITALIA 1-15/15-31 Luglio - 1-15/15-31 Agosto 2006 - Anno XLIII - NN. 6,7

508 views

Published on

Medio Oriente: Anno Zero. Israele risponde agli Hezbollah. In Libano è di nuovo Guerra. L’Unione Europea prova a mediare - Agosto 2006

LA PIAZZA D'ITALIA - www.lapiazzaditalia.it - fondato da Turchi
1-15/15-31 Luglio - 1-15/15-31 Agosto 2006 - Anno XLIII - NN. 6,7 - € 0,25 (Quindicinale)

  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

LA PIAZZA D'ITALIA 1-15/15-31 Luglio - 1-15/15-31 Agosto 2006 - Anno XLIII - NN. 6,7

  1. 1. COPIA OMAGGIO In caso di mancato recapito restituire a Poste Roma Romanina Abb. sostenitore da E 1000 - Abb. annuale E 500 - Abb. semestrale E 250 - Num. arr. doppio prezzo di copertina per la restituzione al mittente previo addebito - TAXE PERCUE tass. riscoss Roma-Italy LA PIAZZA D’ITALIA — Fondato da Turchi — 1-15/15-31 Luglio - 1-15/15-31 Agosto 2006 - Anno XLIII - NN. 6,7 - € 0,25 (Quindicinale) Poste Italiane SpA - Spedizione in abbonamento postale - D. L. 353/2003 (conv. in L27/02/2004 num. 46) art. 1 - DCB-Roma ATTUALITA’ INTERNI Bene la linea LA PIAZZA D’ITALIA INTERVISTA SCANDALO Tremonti A GIORGIA CALCIO Per la vostra pubblicità MELONI telefonare allo 800.574.727 di NICOLA IMBERTI intervista — a pagina 2 — — a pagina 3 — a FRANZ TURCHI «T EMO il giorno nel Medio Oriente: Anno Zero quale non mi com- battano più». Franz Turchi scomoda addirittura Sant’Ignazio di Loyola per commentare la svolta lanciata da Gianfranco Fini durante l’ultimo esecutivo di Alleanza Nazionale. A lui una vita tutta a Destra (è stato eurodeputato di An), un nonno e un padre fondatori del Secolo d’Italia, il documento presentato dal leader del partito è piaciuto molto. Però, con Sant’Ignazio, è come se dicesse che qualcu- no, all’interno del centrode- stra, potrebbe non gradire questa svolta? «No, assolutamente. Non credo che la “nuova” An possa www.lapiazzaditalia.it dare fastidio a qualcuno. Se così sarà, però, ben venga. Vuol dire ci sarà dibattito, si tornerà finalmen- te a fare politica. Se invece c’è qualcuno che, fino ad oggi, pensava alla propria carriera e che adesso la vede minacciata, ora dovrà uscire allo scoper- to». Insomma, avete lanciato un sasso nello stagno e adesso aspet- tate? «Il documento presenta- to da Fini è ottimo, innovati- vo e, per la prima volta dopo la sconfitta elettorale, indica alla Cdl una strada e un obiettivo. Dopotutto non poteva che essere così». Perché? «In ter- mini culturali, storici, identitari la Destra si è sempre fatta portatrice di innovazioni». Stavolta, però, le novità si chiamano Ppe e, in prospettiva, partito unico. Come crede che reagiranno i vostri elettori? «Quella del partito unico è una prospetti- va finale. Una prospettiva che, fino ad oggi, sembrava essersi chiusa». E il Ppe? «Finalmente diventa una scelta definitiva». Già, ma Israele risponde agli Hezbollah come reagirà l’elettorato? «Tutto verrà discusso. Si aprirà un dibattito politico a cui parte- In Libano è di nuovo Guerra ciperanno tutti. Importante è anche il fatto che il documento fissi un obiettivo temporale: le L’Unione Europea prova a mediare Europee del 2009». Alcuni suoi colleghi hanno parlato di An come di un partito da rifondare. In effetti non è LA VIGNETTA che, negli ultimi tempi, John Ronald Tolkien Alleanza Nazionale godesse di ottima salute. Forse c’era (1892–1973) la necessità di recuperare un po’ di smalto? «Io non credo che si tratti di un problema di smalto. “Potete trasformare Sicuramente c’è un risultato l’anello in un allego- politico negativo. Poi c’è stata la campagna ria proprio del nostro mediatica che ha cavalcato tempo, se gradite: un alcuni scandali e che sicura- mente ha pesato. Inoltre da allegoria del destino inevitabile che aspet- parte di ta tutti i tentativi di sconfiggere il potere- Berlusconi, probabilmente, non c’è stata un’immediata del mare attraverso il potere” risposta politica a ciò che stava accadendo. Diciamo che si è evitato il problema». Allora ci avete ACTON INSITUTE For the study of Religion and Libert pensato voi? «Tutte queste http://www.acton.org/research/libtrad/ cose hanno fatto perdere passione all’elettorato di destra che, come lei www.lapiazzaditalia.it Continua a pag. 6 Una Piazza di confronto aperta al ISSN 1722-120X 50009 > dibattito su tutti i temi dell’agenda politica e sociale per valorizzare nuove idee e nuovi contenuti 9 771722 120000
  2. 2. Pag. 2 1-31 marzo 2006 LA PIAZZA - ATTUALITÀ D’ITALIA Cogne: Taormina, Corte ha già deciso su capa- Aborto: Torino, sorpresa al sant’Anna sperimen- Venezuela: Italiana uccisa, forse assassini cità di Annamaria Franzoni tazione ru846 hanno sbagliato persona. Elena e marito alloggiavano in stanza proprietario Posada Torino, (Adnkronos) - ‘’Credo che la sentenza sia gia’ scritta. Dal punto di Torino, (Adnkronos) - Interrotta per la pausa estiva, non riprendera’ al Caracas, (Adnkronos) - Potrebbe essere stato un tragico sbaglio di persona a vista delle prove dell’innocenza di Annamaria Franzoni e’ stata fatta una Sant’Anna di Torino, almeno per il momento la sperimentazione della pillo- causare la morte di Elena Vecoli, la 34enne fiorentina uccisa l’altra notte barricata all’azione difensiva e Annamaria Franzoni sara’ dichiarata parzial- la Ru486. Le ragioni della decisione saranno spiegate nel pomeriggio dal nell’arcipelago di Las Roques in Venezuela, trascorreva la luna di miele con mente o totalmente incapace di intendere o di volere perche’ questo e’ un commissario dell’azienda ospedaliera da cui dipende l’ospedale, Marinella il marito Riccardo Prescendi, 46 anni, rimasto ferito. Escluso il movente paese in cui non e’ possibile svolgere un ruolo produttivo o efficiente per- D’Innocenzo e da Vittorio Demicheli, direttore dell’assessorato regionale della rapina, gli inquirenti venezuelani indagano sullo scambio di persona. che’ c’e’ una grande situazione di prevenzione’’. alla sanita’. Scandalo Calcio Giuste punizioni per ripartire rigioco e gol annullati e pulita di un bambino che la Non ultimo la certezza che impossibile da giocare per come una catarsi . L’Italia campione del non piu’di quello che c’e’ domenica si reca con la le grandi societa’ troveran- ragioni d’ordine pubblico. Gli italiani amano questo Mondo e’ senza dubbio un dietro i fuorigioco e i gol famiglia allo stadio per inci- no – grazie all’immenso Immaginate cosa potrebbe sport e sono stufi, nauseati grande stimolo per riparti- annullati . tare i propri idoli. serbatoio di tifosi che si succedere prima, dopo e dal marcio che lo ha carat- re. La parola ai giudici dun- Certo, la Juventus in B (o ritrovano – la forza neces- durante ogni partita della terizzato in questi anni. Soprattutto perche’, questi que, e che la stagione rico- forse in C), l’inibizione di saria per riemergere e risor- Juventus? Anche i tifosi delle squadre ragazzi, che fondamental- minci. La vittoria ai mon- Moggi e l’azzeramento dei geranno. No, meglio pagare, per coinvolte nello scandalo si mente non c’entrano nulla diali e’ un buon incipit, l’i- vertici federali renderanno Ma soprattutto potranno tante altre ragioni (trala- sono per un istante dimen- con le sporcizie che per niezione di entusiasmo il nostro calcio un po’ piu’ ripresentarsi agli occhi del- sciando ovviamente quelle ticati dello sconforto e del anni hanno caratterizzato lo ideale per ripartire con il sciapo, ma almeno si torne- l’opinione pubblica in una economiche che imporreb- dilemma terribile che li sport piu’ amato dagli ita- piede giusto. ra’ nei bar a parlare di fuo- nuova veste, con la faccia bero il laissez faire). attanagliava per gridare: liani, hanno dimostrato di Italia, Italia! essere uomini veri, si sono Ora bisogna ripartire e per battuti contro tutto e tutti ripartire, il repulisti non come degli Annibale e, pro- solo e’ opportuno, e’dove- prio come il generale carta- roso. ginese, mentre la loro Chi ha sbagliato e’ giusto patria – calcistica - affonda- che paghi, anche duramen- va, non pensavano ad altro te. che battere sul campo l’av- Per questo, spazzati via gli versario di turno. autori delle combine, Ma soprattutto, desiderava- occorre che anche le socie- no fare un torto ad uno dei ta’ paghino un dazio pro- pubblici piu’ antisportivi porzionale al coinvolgi- che la storia dei campiona- mento nell’associazione a ti del mondo di calcio ricor- delinquere che ha manipo- di: il pubblico tedesco, lato campionati e giocato ospite della competizione, con l’affetto e la passione ma neanche sfiorato dalla della gente. vergogna di fischiare l’inno Perche’ a chi dice: e’ ingiu- nazionale di una delle sto penalizzare i tifosi, squadre finaliste. paghino i personaggi che Che vadano a dar lezioni di hanno sbagliato e basta, civilta’ai selvaggi ululanti senza retrocessioni e pena- che occupavano le tribune! lità. I nostri ragazzi, in mezzo Diciamo No. all’ostilita’ di casa e stranie- Primo perchè questi perso- ra, memori di tutto, hanno naggi hanno agito in nome combattuto con la cattiveria e per conto di alcune socie- agonistica giusta – sana – e tà; vinto la loro battaglia, per Secondo, perche’ il prossi- la gioia di tutti gli italiani, mo campionato sarebbe che hanno accolto il trionfo Cdl su di un binario morto Ripensare la coalizione dei conservatori I referendum si chiudono come per In ottica macro occorrera, sana- Berlusconi cominci a pensare quella del ’92. stare più attenti...”- pare abbia Afghanistan si e peggio non si poteva: cambia- re il contrasto sostanziale con la alla propria dipartita politca Imperversano le intercettazioni detto Fini ai suoi. Afghanistan no. mento rimandato sine die, vitto- La triste realta’ e’ che questa Lega, che probabilmente se ne favorendo la nascita di un suc- ad uso e consumo dell’opinione Ma come dicevamo, il fulcro del ria della demagogia terrorista atmosfera da „nessuno tocchi la andra’per il proprio sentiero, cessore credibile e di appeal. pubblica. Roba da far tremare problema e’ altrove, ha conte- imperniata sul mito della disin- Costituzione „ e’ la negazione cercando di spillare dai nuovi Fini? Casini? Formigoni? La lotte- tutti! nuti macro e investe l’intera tegrazione e Paese costretto a del cambiamento. E l’esito dei vincitori piu’concessioni possi- ria e’ aperta. “Hanno massacrato Berlusconi coalizione di centrodestra. correre verso il futuro su una referendum non fa ben sperare bili assicurando in cambio piu’ Tornando ad An, Fini lascia e ora si accaniscono su di noi; In soldoni, ne sono consapevo- 500, e a contare su chi si scanna per l’ avvenire visto che in que- tranquillita’ al Senato e con intendere che trova singolare non gli resta che colpire il li tutti (tranne Berlusconi?): la sto Paese anormale i “conserva- l’Udc che sta facendo una poli- come all’indomani della vttoria secondo partito della coalizio- Cdl come e’ stata intesa sinora e’ tori” fanno le riforme e i “pro- tica di smarcamento progressivo elettorale del centrosinistra si sia ne. Certo anche noi abbiamo un capitolo chiuso. LA PIAZZA D’ITALIA gressisti” conservano... da questo centrodestra prodotta una entata giudiziaria prestato il fianco, commettendo fondato da TURCHI Fallita la spallata referendaria E gli altri? E’ logico che senza eguali, molto simile a alcune leggerezze, dobbiamo Francesco di Rosa Via E. Q. Visconti, 20 00193 - Roma dunque, ed esauritasi la stizza disgustosa („gli italiani fanno Luigi Turchi schifo”)di alcune componenti Direttore leghiste (Speroni), la Cdl si trova ora a fare i conti con un’analisi Franz Turchi dura e spietata sugli orizzonti Co-Direttore futuri della coalizione e delle Lucio Vetrella singole componenti. Le stesse dichiarazioni di Fini Direttore Responsabile appaiono come una vera e pro- Proprietaria: Soc. EDITRICE EUROPEA s.r.l. pria dichiarazione d’intenti, la Registrato al Tribunale di Roma n. presa d’atto d’una crisi, cui rime- 9111 - 12 marzo 1963 Concessionaria esclusiva per la vendita: S.E.E. s.r.l. diare e in fretta: „La Cdl come Via S. Carlo da Sezze, 1 - 00178 Roma l’abbiamo conosciuta finora è www.lapiazzaditalia.it da considerarsi un’ esperienza E-mail: info@lapiazzaditalia.it conclusa”. Manoscritti e foto anche non pubblicati, e libri anche Dando per scontato e prevedi- non recensiti, non si restituiscono. Cod. ISSN 1722-120X bile il ripiegamento di Forza Stampa: EUROSTAMPE s.r.l. Via Tiburtina, 912 - 00156 Roma Italia, coincidente col tramonto FINITO DI STAMPARE NEL MESE DI MARZO 2006 del suo leader carismatico, GARANZIA DI RISERVATEZZA PER GLI ABBONATI: anche An deve far i conti con il L’Editore garantisce la massima riservatezza dei dati forniti dagli abbonati e la possibilità di richiederne gratuitamente proprio ripensamento. Anche la rettifica o la cancellazione scrivendo a S.E.E. s.r.l. - Via S. Carlo da Sezze, 1 - 00178 Roma. Le informazioni custodite nell’archivio dell’Editore verranno utilizzate al solo scopo di su questo le analisi dei dirigenti inviare copie del giornale (Legge 675/96 tutela dati perso- nali). La responsabilità delle opinioni espresse negli articoli di An sono spietate su tutte la firmati è degli autori. puntura di Maurizio Gasparri, Per informazioni e abbonamenti che ha paragonato il tasso di chiamare il numero verde: democrazia interna dell’Msi a quello di An, rintracciandone di più nella storia del primo. Tutto questo in ottica di bottega.
  3. 3. 1-31 marzo 2006 Pag. 3 LA PIAZZA - INTERNI D’ITALIA Telecom: Prodi, scenario uguale a Telekom Senato: Marini, concertazione e' farsi carico di Giustizia: CDL e unione trovano intesa su serbia ma avra' stessa conclusione interessi generali, democrazia si basa sui due prin- sospensione riforma, accordo su procedure revo- cipi della giustizia sociale e liberta' economica ca e titolarita' azione penale Telecom: Prodi, scenario uguale a telekom serbia ma avra' stessa conclusione Roma, (Adnkronos) - ''Mi sono state rivolte accuse infamanti'', come e' suc- Roma, (Adnkronos) - ''La democrazia si regge sulla base di due principi ispiratori: Roma, (Adnkronos) - ''Accordo fatto'' tra maggioranza, opposizione e governo sulla cesso per il caso Telekom Serbia. Lo ha sottolineato il premier Romano Prodi, giustizia sociale e liberta' economica''. Lo ha affermato il presidente del Senato sospensione dell'ordinamento giudiziario. Lo hanno annunciato il presidente dei sena- parlando della vicenda Telecom. Il presidente del Consiglio dice di aver subi- Franco Marini nel corso del convegno tenutosi presso la biblioteca del Senato tori leghisti Roberto Castelli e il senatore dell'Ulivo Roberto Manzione, al termine to gli stessi attacchi avuti in quell'occasione, ma assicura:''Finira' allo stesso 'Giovanni Spadolini'. Il presidente del Senato ha piu' volte ricordato il magistero della riunione in commissione Giustizia. L'intesa riguarda la ''sdrammatizzazione'' modo''. ''Si e' presentato uno scenario non diverso da quello di Telekom Serbia della Chiesa, in particolare quello contenuto nella Rerum Novarum, contro ''l'estre- della procedura di soluzione dei dissidi interni all'ufficio tra capo e sostituto in caso di -avverte il premir- e finira' come in quella situazione''. mizzazione del liberismo che sembrava dominare il pensiero dell'Occidente''. revoca di un'indagine e la conferma della ''titolarita' esclusiva'' del capo della procura. Intervista a Giorgia Meloni La Piazza d’Italia a tu per tu con il vicepresidente della camera D: On. Meloni, la sua ascesa nella solo attraverso la coerenza e la caso. ficativi cambiamenti attraverso politica è stata travolgente. Ora, a voglia di fare e superando una riforme che mai prima erano soli 29 anni, è Vicepresidente volta per tutte quell’approccio D: A suo parere è più facile state neanche ipotizzate per diffi- della Camera. Cosa prova? ideologico radicato che, soprat- imporsi come donna nella destra coltà e noncuranza. Penso ad tutto la sinistra, propina alle o nella sinistra? esempio a quella previdenziale, R: La vicepresidenza di nuove generazioni assegnandogli riconosciuta tra le migliori a livel- Montecitorio mi emoziona e al una presunta rilevanza che di R: l’opinione pubblica ha sempre lo europeo, quella del lavoro, tempo stesso mi rende ancora fatto non esiste. Basti pensare che posto l’accento su una presunta che seppur vada di fatto perfe- più determinata a difendere quei per le elezioni politiche del 2006 attenzione della sinistra al mondo zionata, getta delle buone basi da valori in cui fortemente credo. partiti come Rifondazione femminile, attribuendo invece cui poter partire. Grande merito Questa carica non è una vittoria Comunista hanno trasformato l’appellativo “maschilista” a partiti poi va riconosciuto alla CDL per personale, ma coinvolge tutta marijuana e cartine per spinelli in come Alleanza Nazionale. Oggi la riforma sulla scuola e quella Azione Giovani, premiando la veri e propri gadget elettorali, che però gli esempi più importanti di regolamentare in materia di passione di un intero mondo gio- davvero poco hanno a che fare donne che ricoprono ruoli apica- droga, oggi purtroppo tra i primi vanile che da sempre parla di quotidianamente. Soltanto attra- li nella politica li abbiamo con obiettivi di smantellamento da idee, di tradizioni, di meritocra- verso il superamento della dema- Renata Polverini, Presidente parte di una sinistra che pensa di zia, di senso di appartenenza e gogia la frattura esistente tra poli- dell’UGL, Flavia Perina, Direttore essere ancora negli anni ‘60/’70, comunità e che ha permesso ad tica e giovani potrà essere risana- de Il Secolo d’Italia e con Azione quando il 36 politico ed i figli dei Alleanza Nazionale di crescere. ta. Giovani, unico movimento gio- fiori rappresentavano la “via pre- vanile guidato da una donna. scelta” da seguire. Questo è delu- D: Lei è uno degli esempi più ful- D: A quando risale il suo interes- Certamente queste realtà non dente e non lascia ben sperare gidi dell’approdo dei giovani alla se per la politica? fanno parte della sinistra… per il futuro di questa nostra politica che conta. Come si risana D: Come si sconfigge il terrori- Italia, che nel frattempo è cre- la frattura tra i giovani e la politi- R: Ho iniziato a far parte della smo? sciuta e si è evoluta. L’aspetto che ca? sezione del fronte della Gioventù invece mi è piaciuto meno è stata della Garbatella, quartiere di R: Attraverso l’unità di intenti di l’incapacità di creare nuovi spazi R: La partecipazione e l’interesse Roma nella quale sono nata, all’e- tutto il panorama internazionale. di aggregazione, capaci di costi- delle nuove generazioni alla vita tà di 15 anni, negli anni in cui Soltanto così si potrà avere la tuire una valida alternativa al politica nazionale è certamente tangentopoli e le stragi di mafia meglio su una delle piaghe più disagio giovanile che oggi trova una questione spinosa, che stia- occupavano le prime pagine dei dolorose e pericolose di questo la sua massima espressione in mo affrontando anche all’interno giornali gettando l’Italia nello millennio. quelle zone franche chiamate di Azione Giovani. Pensiamo che sconforto totale. Tentare di spie- centri sociali, dove droga ed ille- il distacco dipenda prevalente- gare le ragioni che mi hanno D: Questione irachena. Ogni galità regnano sovrane. mente dalla sfiducia. Preparare spinto a frequentare questo giorno nuovi attentati insanguina- ha portato a conoscere quei ad esempio alle attività associa- una ricetta che sia in grado di ambiente è difficile, anche per- no l’Iraq. Non crede che non ci D: Parata del 2 giugno. C’è chi ragazzi che vedevo sempre in zionistiche e di volontariato. Il risolvere il caso è difficile. Per ché soprattutto da giovanissimi è siano ancora le condizioni per parla di abolirla, c’è chi parla strada, con i loro banchetti, i loro problema esiste, così come evi- farlo si potrebbe partire dall’indi- l’istinto a prendere il sopravvento ritirare le truppe dall’Iraq? addirittura di eliminare le frecce volantinaggi, le loro rivendicazio- dente è l’esistenza, consolidata viduazione di quei settori di inte- sul resto. tricolori. Cosa risponde agli auto- ni che da subito mi hanno coin- nel corso degli anni di “lobby resse che più di altri catturano R: Se ritirare le truppe vuol dire ri di queste proposte? volto. Ho scoperto che loro come maschili” difficilmente disposte l’attenzione giovanile, ipotizzan- D: Perché la destra e non la sini- scappare, questo è cedere al ter- me, condividevano quell’idea di all’apertura al mondo femminile. do iniziative e provvedimenti che stra? rorismo. La sinistra continua a R: Li invito a cambiare Nazione. cambiamento, rivendicando quei Ritengo che il problema affondi non siano solo di carattere fare finta di non vedere le donne Perché il tricolore è il simbolo valori nei quali ho sempre credu- le proprie radici nella mancanza “restrittivo”, anche se in alcuni R: Probabilmente molto è dipeso e gli uomini che a migliaia hanno della nostra Terra e fa parte del to. Mi riferisco alla meritocrazia, di strutture adeguate che consen- casi necessario (ad esempio la dal mio primo anno alle scuole fatto la fila per poter finalmente nostro Dna di italiani. Vederlo allo spirito identitario, all’amore tano alle donne di intraprendere legge sulla droga), ma che offra- superiori, quando ho iniziato ad votare, i bambini che hanno la impresso nel cielo o in piazza o per la Patria, a quel progetto di un percorso politico senza per no un’alternativa concreta ai pro- entrare in contatto con le varie loro scuola, la gente che non sui balconi riempie il cuore di comunità umana che si sviluppa questo dover rinunciare alla loro blemi. Si potrebbe perciò iniziare realtà politiche esistenti nel pano- muore di fame e non ha più orgoglio. Orgoglio che evidente- attraverso lo spirito del gruppo, vocazione di mogli e madri o dalla musica e dai costi dei cd rama giovanile. Ricordo che l’im- paura di parlare, perché la ditta- mente non viene percepito da alla sacralità della vita, al donare all’aspirazione di costruirsi una che oggi sembrano inaccessibili, patto avuto con i ragazzi di sini- tura è finita. Il ritiro è auspicabile, chi si oppone ad una parata se stessi. propria famiglia. Lo Stato ha il per passare al rilancio delle stra fu quasi “rivelatorio”: loro ma soltanto nel momento in cui inveendo contro un supposto dovere di offrire strumenti che comunità giovanili, un’idea pro- pretendevano di rappresentare “il il governo iracheno dichiarerà di militarismo, ma che poi tende a D: Quote rosa, Che ne pensa del consentano di conciliare la vita posta dal nostro movimento e bene, la giustizia”, parlavano di essere pronto. giustificare chi manifesta con il provvedimento mirato ad agevo- pubblica e vita privata. Si potreb- che potrebbe finalmente consen- confronto ma poi erano i primo a volto coperto distruggendo intere lare l’ingresso delle donne e che be partire, ad esempio, dall’istitu- tire ai ragazzi di esprimere al discriminare gli altri e le loro idee, D: Capitolo riforme. Quale aspet- città. Né tanto meno da chi parla ha trovato grande ostruzionismo zione di asili nido all’interno del meglio le capacità creative che niente di più stimolante per il to le piace di più e quale meno di liberalizzazione dell’immigra- fino a fallire miseramente? Parlamento e della amministra- caratterizzano le singole persona- mio carattere che tende sempre delle riforme approvate dal zione clandestina senza porsi zioni statali, che certamente costi- lità. L’importante è comunque ad andare controcorrente. Il fron- governo Berlusconi? minimamente il problema di R: Le quote rosa sono uno stru- tuirebbero un significativo tentati- ristabilire un dialogo tra le parti te della Gioventù mi sembrava la offrire dignità a coloro che arriva- mento, non la soluzione. Non si vo di armonizzazione dei ruoli, per attuare un confronto sereno e strada alternativa all’arroganza di R: l’esecutivo di centrodestra ha no nel nostro Paese, costringen- può fare finta di non vedere che nonché input per tutta l’Italia, che costruttivo. chi parlava di democrazia, ma se avuto il grande merito inoppu- doli ad elemosinare ai semafori la partecipazione delle donne alla compirebbe un primo passo Siamo convinti che riconquistare non la pensavi come loro eri un gnabile di aver tentato in cinque per mancanza di strutture e di vita politica sia deficitaria, rispetto avanti verso la risoluzione del la stima dei giovani sia possibile nemico da abbattere. Questo mi anni di lavoro di apportare signi- lavoro. I “No” TRAVOLGONO LA COSTITUZIONE FEDERALISTA persa un’occasione storica per far funzionare meglio e ammoder- eventualità non molto remota, le riforme tornano in un cassetto dal Il “no” al referendum vince chiaramente sul”si” con oltre 20 punti nare il paese.Ha vinto un’impostazione ideologica,ma non ci sarà quale forse non usciranno che fra lungo tempo.Infatti le dichiara- percentuali di vantaggio,61,7% contro il 38,3%, quindi la riforma alcuna ripercussione sulla nostra coalizione”. Più articolato invece zioni di alcuni esponenti del centro-sinistra che fanno sapere che partorita la scorsa legislatura dal governo Berlusconi sarà definiti- il discorso del leader di Alleanza Nazionale ,Gianfranco Fini”Inutile con questo voto la questione riforme costituzionali è definitiva- vamente accantonata.Innanzi tutto i numeri,contrariamente a quan- prendersela con gli elettori e bisogna che la casa delle Libertà riflet- mente chiusa ,per sempre. Salvi del correntone DS ha tuonato che to preventivato,si sono recati alle urne ben il 53,6% degli italiani ta sul perché in una contesa che avuto toni aspri non sia riuscita gli italiani hanno manifestato la volontà di rimanere fedeli all’im- aventi diritto al voto,e questa è stata già una sorpresa in quanto a mobilitare tutto il suo elettorato”.Le stesse tesi ,poco più tardi pianto costituzionale del’48,stesse parole di Verdi e rifondazione tutti gli ultimi referendum erano stati bocciati poiché non avevano sono state ribadite dal portavoce di A.N ,Andrea Ronchi, che dice che gongolano di fronte all’ennesima sconfitta elettorale del cen- raggiunto il quorum del 50%,anche se in verità essendo quello :”E’ stata una sconfitta netta,chiara e inequivocabile:ora è impor- tro-destra. Solo da Prodi e da D’Alema vengono parole volte al dia- degli scorsi 25 e 26 giugno un referendum su un tema costituzio- tante che il centro-destra analizzi e capisca le motivazioni di que- logo con l’opposizione,il primo sostiene la necessità di aprire un nale non era necessario superasse questo sbarramento percentua- sto risultato elettorale.” Concludiamo il giro di dichiarazioni con le dialogo su riforme e legge elettorale con tutte le forze politiche del le. Il rifiuto al cambiamento è stato più forte al sud.dove infatti ben parole di Francesco d’Onofrio,autorevole esperto costituzionale Parlamento,mentre il Ministro degli esteri auspica un confronto il 74,8% delle persone recatesi a votare ha espresso il suo “no”, il dell’ U.D.C,ed uno dei “padri costituenti”di Lorenzago,che,non serio per il bene del Paese,vedremo nel prosieguo della legislatu- record è della Calabria con l’82,5%,poi Campania 75,5%,Puglia avendo Pierferdinando Casini rilasciato dichiarazioni, afferma ra se queste sono parole di circostanza dettate dal bon-ton istitu- 73,5% e Basilicata 76,9%; ma anche al centro le cose per i “si” non quanto segue:”a me interessa capire se siamo in grado di aprire un zionale o si trasformeranno in fatti concreti.Di tutt’altro tenore le sono andate per il verso giusto con i “no” che nel Lazio , Umbria tavolo col centro-sinistra sul titolo V della costituzione oppure no dichiarazione di alcuni esponenti della Casa delle Libertà,Peppino , Toscana e Emilia fa il pieno di voti rispettivamente col . E voglio capire come ridurre il divario che nel centro-destra è Calderisi del comitato del “Si” dice che è stata persa una occasio- 65,4%,68,7%,715 e 66,5%.Le uniche note positive per i fautori del sempre più forte tra il voto d’opinione e quello di radicamento ne irripetibile per rifondare il paese;dalla Lega Nord giungono da “si” sono giunte ,in fin dei conti da Lombardia e Veneto dove ha elettorale.F.I raccoglie soprattutto il primo,A.N,U.D.C, Lega il una parte gli strali polemici e invero molti sopra le righe” Gli ita- prevalso rispettivamente col 54,6% e 55,3%, ma i voti favorevoli da secondo.Mi sembra che il voto d’opinione sia mancato.Al punto liani fanno schifo. L’Italia fa schifo.”Mentre Bossi e Calderoli non queste due regioni tradizionalmente di centro-destra e con una for- che ,visto il distacco,non ho recriminazioni da fare ,non mi pare hanno voglia di mollare sul federalismo e anzi rilanciano rinser- tissima componente leghista e quindi federalista consono logica- che fosse un risultato ribaltabile.” Dopo aver ascoltato cotante rando le fila del centro-destra affermando che la CdL va rivista su mente bastati a rovesciare le sorti di una battaglia che, come anti- affermazioni registriamo solo che all’interno del centro destra è ini- nuove basi riconfermando però la fedeltà della Lega verso di essa. cipato nel numero precedente della”Piazza d’Italia”,erano già ziato più che il redde rationem, ,lo scarica barile e come volevasi Da segnalare poi le dichiarazioni di Berlusconi che aveva fatto di segnate negativamente per i fautori della già citata riforma costitu- dimostrare le sconfitte non hanno mai padri, che Dio ci aiuti. questo referendum una battaglia per assestare al governo Prodi zionale. L’esito del voto referendario, a noi par di capire ,dice che Giuliano Leo una prima dura spallata”E’ una grande occasione perduta ,si è a questo punto,senza escludere colpi di scena che in politica sono
  4. 4. Pag. 4 1-31 marzo 2006 LA PIAZZA - ESTERI D’ITALIA Afghanistan: la Nato approva estensione isaf a Ue: Papa, lavorare alla costruzione di una rinnova- M.O.: stampa, Israele rinuncia ad assassinare tutto il paese. Il comando dei 10mila militari usa ta identita' europea leader Hezbollah Nasrallah operativi a est passera' alla Nato Citta' del Vaticano, (Adnkronos) - ''Riflettere sui fondamenti culturali del Tel Aviv, 29 set. - (Adnkronos) – Intelligence sospende caccia, ma Governo Continente europeo in maniera non episodica, ma all'interno di un'azione con- chiede all’esercito di tenersi pronto ad eliminarlo. Israele avrebbe rinunciato Portoroz, (Adnkronos) - I ministri della Difesa dei Paesi della Nato tinuativa ed organica di animazione evangelica del mondo accademico'' e a scovare ed assassinare Hassan Nasrallah, il capo della milizia sciita libane- hanno approvato l'estensione della missione per la stabilizzazione ''lavorare alla costruzione di una rinnovata identita' europea, idonea ad offri- se Hezbollah. Lo riporta il quotidiano israeliano 'Maariv', che cita fonti gover- dell'Afghanistan, Isaf, a tutto il Paese. I 10mila militari americani che re al mondo, di fronte a sfide epocali, il contributo di una inestimabile eredi- native e della sicurezza. ancora operano nel quadrante sudest dell'Afghanistan passeranno ta' spirituale e culturale, in grado di forgiare un umanesimo razionale e aper- ''entro alcune settimane'' sotto comando Nato. to alla rivelazione di Gesu' Cristo, tollerante ma fermo nei principi etici''. A chi la parte del gigante cattivo Davide contro Golia Il Medio Oriente è di nuovo Hamas per la spartizione l’attività israeliana si era ancor più grave, non con- reali intenzioni delle parti e teggere i suoi cittadini, deve l’inferno che era stato un dei poteri nell’ANP. limitata a indebolire le mili- trolla il territorio dove si su come un orrore possa garantire loro confini sicuri quarto di secolo fa. Entrambi i movimenti zie e le organizzazioni fon- sono installati: tutta la parte essere fermato. e dare loro un terreno su La tensione che ha scritto i hanno le loro milizie che damentaliste, tramite le ese- meridionale del Libano. Tutto naturalmente deve cui far crescere risorse e confini degli Stati che lo alle volte si combattono e cuzioni mirate, per riuscire Come se lo Stato italiano essere anche filtrato da prosperità. compongono ora è diventa- altre interagiscono per il a garantire la tranquillità del avesse lasciato il meridione quelle che sono le minacce Troviamo quantomeno con- to fuoco e sta bruciando le “bene” del loro popolo. suo territorio. nelle mani della mafia, che potenzialmente potreb- traddittorio leggere in que- deboli speranze che i più La situazione, specialmente La questione libanese è una finanziata da un suo confi- bero realizzarsi presso di sti giorni circa le mire ottimisti nutrivano sulla nella striscia di Gaza è cosa che va avanti da molto nante. noi. espansionistiche di Israele. reale volontà di riappacifi- molto vicina alla guerra tempo, forse è importante Non dimentichiamo ovvia- Nel linguaggio che alle Israele vorrebbe una regio- care la regione. civile e l’unica cosa che sottolineare che il Libano è mente la questione nucleare volte gli Stati si trovano a ne in cui ci fossero scambi E’ sempre successo così, riavvicina gli estremisti delle si uno Stato indipendente iraniana e tutte le dichiara- dover usare, quello delle culturali e commerciali libe- alla vigilia di qualche cosa due fazioni è l’odio per sulla carta ma nella sostanza zioni del Presidente irania- armi spesso ha sortito risul- ri da tutte quelle divisioni che avrebbe potuto dare Israele. ha subito l’occupazione no sulla distruzione di tati più duraturi, purtroppo che l’estremismo ha creato una nuova spinta alla crea- anche a costo di vite inno- e che nella quotidianità zione di uno Stato palesti- centi. vengono contraddette. nese indipendente, succede E’ importante aggiungere Haifa, bersaglio di centinaia qualcosa che destabilizza un dettaglio non da poco: di missili di Hezbollah, è un l’area e fa tornare indietro Israele ha usato la prassi di esempio lampante di convi- di anni i passi fatti con fati- avvertire, quando possibile, venza pacifica. ca e lentezza. la popolazione laddove era Il Presidente egiziano Non bisogna essere fuorvia- in programma un’azione Mubarak ha criticato “la ti dai due eventi che hanno militare. Questo per sottoli- resistenza palestinese e dato origine alla rappresa- neare come è stata costruita libanese”, le cui operazioni glia israeliana. Gli attacchi quella che apparentemente contro Israele danno “risul- con conseguenti uccisioni e sembrava una rappresaglia tati limitati”: “Nessuno rapimenti di militari israelia- decisamente sproporziona- mette in dubbio i diritti dei ni non rappresentano qual- ta. popoli a resistere all’occu- cosa di poco conto, qualco- Non avendo alcuna garan- pazione. Ma la resistenza sa che rapportato alla rea- zia da parte del Governo deve tener conto dei guada- zione militare possa sparire. libanese per il disarmo di gni e delle perdite. Inizialmente le fazioni Hezbollah (richiesto anche L’escalation israeliana in armate di Hamas e Fatah dall’ONU con apposita riso- Libano spinge tutta la regio- hanno rivendicato la prima luzione), Israele ha dovuto ne verso una china perico- incursione, poi Hezbollah optare per un massiccio losa, il popolo libanese e ha rivendicato la successiva Dalla striscia partono quoti- militare siriana per quasi Israele. intervento con il fine di quello palestinese ne paga- dopo la reazione israeliana dianamente razzi qassam trenta anni e solo da E’ in questo contesto che i bloccare le azioni militari no il prezzo”. Commento a Gaza. che puntano sui centri urba- pochissimo è riuscito a libe- rapimenti dei tre soldati che minacciano il suo terri- che dovrebbe illuminare. Guardiamo le azioni con i ni nella parte meridionale di rarsene formalmente. Va israeliani e l’assassinio di un torio ed ha contemporanea- Allora chi realmente vuole loro soggetti e vediamo Israele. Nemer Hammad specificato che l’estensione giovane di 18 anni devono mente dato ai mandanti di questa guerra se non coloro cosa rappresenta per uno (consigliere del presidente del braccio militare siriano e essere inseriti ed è in un questi attacchi, nonché for- che avrebbero da perdere Stato democratico quanto Abu Mazen) ha dichiarato iraniano in Libano si chiama contesto come questo che nitori di armi e finanziatori, in una regione dove regne- avvenuto. in televisione che quelli Hezbollah, un’organizzazio- bisognerebbe porsi la un forte segnale per portar- rebbe la pace? Coloro che Hamas (organizzazione ter- sono giocattoli non armi, ne terroristica che lancia domanda di come uno Stato li a ragionare con attitudine dell’instabilità e della vio- roristica), al governo nei ma qualcosa che rompe il razzi nel territorio israeliano democratico e sovrano diversa sulla questione lenza hanno fatto un’arma territori palestinesi, non ha tetto di un edificio fatichia- da molto tempo. Israele dovrebbe reagire. mediorientale. per accrescere un potere nessuna intenzione di rico- mo a credere si possa defi- ovviamente ha risposto Ogni atto di guerra è qual- Israele è circondata da Stati regionale minacciato dall’i- noscere lo Stato di Israele e nire propriamente giocatto- spesso ma con azioni limita- cosa che dovrebbe spinge- ostili che minacciano la sua solazionismo, a scapito di ne desidera la cancellazio- lo, ciò dipende probabil- te e la cosa non si è mai fer- re, specialmente noi occi- esistenza, con l’eccezione di quei civili innocenti, spesso ne. mente da punti di vista dif- mata. dentali, da tanto a digiuno Giordania ed Egitto con cui bambini, che vengono Fatah, partito del Presidente ferenti. Il Governo libanese non sui nostri territori, ad una ha firmato trattati di pace. E offerti in sacrificio al loro Abu Mazen, è in lotta con Fino a poche settimane fa controlla Hezbollah e, cosa profonda riflessione sulle come Stato, dovendo pro- edonismo. Il Presidente e la sua ‘Dottrina’ alle prese con il rischio isolamento Svolta nella politica estera americana alla vigilia delle elezioni di mid-term Svolta nella politica estera americana? A affrontare per le elezioni di mid-term più troppa timidezza nei confronti di stinabile. tenere banco nel dibattito politico che importanti degli ultimi venti anni una batta- Ahmadinejad, l’Hitler islamista, indecisione Ma che cosa dice la “Dottrina Bush”. 1. I anima la comunità internazionale è un pre- glia con i Democratici tutta da giocare, pro- nel supportare anche mediaticamente, terroristi sono considerati belligeranti come supposto mutamento di strategia da parte babilmente proprio per la caduta di popo- come andava fatto, Israele durante la crisi soldati di un esercito nemico. 2. L’unico della seconda presidenza Bush riguardo larità registrata nei confronti dei “suoi”. E’ la libanese. Sempre nella recente crisi modo per dare sicurezza duratura agli Stati all’attenzione nei confronti della comunità minore affluenza alle urne la maggiore Israele/Hezbolla, l’aver acconsentito che la Uniti e all’Occidente tutto nei confronti del- internazionale, alla fiducia nelle sue minaccia, fenomeno che potrebbe far pen- leadership passasse alla UE – ritenuta non l’integralismo islamico è fare in modo che Istituzioni e all’abbandono della ‘Dottrina’ affidabile - sotto mandato dell’ONU – rite- in quella parte del mondo non esistano più che prende il suo nome. nuto ancor più inaffidabile. Inspiegabili le Tiranni e che fioriscano diritti, libertà, Effettivamente sembrano lontani i tempi in disponibilità nei confronti della Siria che democrazia, a costo di esportarla con la cui George W. Bush, osannato dalle truppe protegge gli Hezbollah facendogli perveni- forza. 3. L’America non chiederà mai il per- cammellate neo-con, inchiodava la re le armi e i soldi di Teheran. messo di difendere la propria sicurezza, “Vecchia Europa” di fronte alle sue respon- Così il Presidente torna a brandire il basto- anche con azioni preventive volte ad evita- sabilità per avere immediatamente ridimen- ne, ad assicurare che l’Iran non avrà la tec- re una minaccia terroristica futura. 4. Il sionato quella passione anti-terrorismo che nologia nucleare, a commemorare i morti conflitto israelo-palestinese è un fronte sembrava animarla sinceramente nel dopo dell’11/9 “non dimenticheremo”, venendo della guerra al terrorismo. 11/9 e cioè all’alba della missione in accusato dall’opposizione di volere trasfor- Siamo così sicuri siano principi veramente Afghanistan. mare gli Stati Uniti in un paese perenne- inadatti ad affrontare la sfida attuale al ter- Le difficoltà nella pacificazione dell’Iraq, il mente in guerra. rorismo internazionale di matrice islamista? profilarsi di un nuova stabilità regionale nel Se i Democratici che, pur di ritornare in Siamo così sicuri non siano forse gli unici? Grande Medio Oriente con l’accresciuta sella, di questi tempi non si ritraggono dal- Inoltre, siamo veramente così sicuri che influenza di una Repubblica Islamica l’incassare facili consensi fornendo pratica- abiurandoli si sarebbe meno minacciati? L’America scopre di aver fretta. Vuole risol- dell’Iran dotata di tecnologia nucleare, il bili e rapide soluzioni al consolidamento vere in Iraq, vuole tornare a fare business, difficile contenimento sulla politica mon- della sicurezza attraverso il ritiro dall’Iraq, vuole tornare agli americani, vuole tornare diale energetica e di sviluppo della Russia e dopo più di un decennio avranno di nuovo a sentirsi sicura, ma un risultato di tale por- della Cina, mettono il Presidente in carica la maggioranza al Congresso con ogni pro- tata, vista la potenza finanziaria, militare, sul banco degli imputati, chiamato in causa, babilità la svolta “Imperialista” degli Stati politica, economica del nemico che gli ha è questa la novità, non tanto dai tradizionali dere l’ago della bilancia in termini decisivi Uniti andrà nel cassetto, la “Dottrina Bush” dichiarato guerra, necessita tempi lunghi, avversari politici del Partito Democratico, a favore del partito dell’asinello nell’asse- nella migliore delle ipotesi congelata, come soprattutto la ‘Dottrina Bush’ necessita bensì dai giornali, dalle riviste, dai think gnazione dei seggi al Congresso, con effet- le leggi straordinarie per la sicurezza inter- tempi lunghi, generazioni, altre amministra- tank che lo supportarono in tante battaglie ti quindi determinanti sui futuri assetti isti- na anti-terrorismo, si assisterà inoltre ad zioni animate dalla stessa determinazione. nazionali e internazionali, vera e propria tuzionali e di potere a Washington. una maggiore disponibilità nella rivisitazio- La fretta è il vero nemico di questa America. pancia repubblicana del paese. Ma cosa gli rimproverano i “suoi”. ne della Legge per l’immigrazione, oramai Giampiero Ricci Il Presidente è accerchiato, si trova ad Troppa debolezza. Gli viene rimproverata per l’opinione pubblica diventata improcra-

×