SlideShare a Scribd company logo
CONVEGNO OLTRE WEB 2.0 5 FEBBRAIO 2009 ITIS CASTELLI  VIA CANTORE, 9 Virginia  Alberti  Laura Antichi
“ In uno spazio aperto non ti accampare” (Sun Tzu) Ti fermeresti nella “pesantezza”, dimenticando che la conoscenza  è fluida …
Proprio per quel concetto di “leggerezza” di cui parla Italo Calvino in “Lezioni Americane” “ Nei momenti in cui il regno dell’umano mi sembra condannato alla pesantezza, penso che dovrei volare  come  Perseo in un  altro spazio.”
Proprio per quel concetto di “leggerezza” di cui parla Italo Calvino in “Lezioni Americane” “ Non sto parlando di fughe nel sogno o nell’irrazionale. Voglio dire che  devo cambiare il mio approccio , devo guardare il mondo con  un’altra ottica , un’altra  logica ,  altri metodi di conoscenza e di verifica .”
Proprio per quel concetto di “leggerezza” di cui parla Italo Calvino in “Lezioni Americane” “  Le immagini di leggerezza, che io cerco non devono lasciarsi dissolvere come sogni dalla realtà  del presente e del futuro …” (Lezioni Americane)
“ LEGGEREZZA”  + I  6 VALORI  DI CALVINO Applicati Alle  Nostre Azioni
Perché il Convegno? NASCE DALLE NOSTRE BUONE PRATICHE NELLA SCUOLA DAL DESIDERIO DI FARE, CREARE, PRODURRE CONOSCENZA, UTILIZZANDO STRUMENTI MULTIMEDIALI  E  DI SOCIAL-NETWORKING DAL BISOGNO DI CAPIRE DOVE SIAMO E DOVE STIAMO ANDANDO
DI CHE COSA PARLIAMO? DEL  WEB 2.0  ,CHE STIAMO USANDO NELL’EXTRASCUOLA  E DEL SUO POSSIBILE UTILIZZO RIFLESSIVO NELLA SCUOLA MA vogliamo gettare le premesse  per un Oltre Web 2.0
Il progetto Oltre Web 2.0 È  Tim O’Reilly ,  che ha coniato il termine Web 2.0
Il progetto Oltre Web 2.0  Web 2.0 e  oltre Passaggio Web dal livello di semplice  “accesso”,  ( WEB 1.0 ) a  uno di livello partecipativo  ( WEB 2.0)  ad uno basato sulla  condivisione semantica  delle informazioni  ( WEB 3.0 )
DOVE SI VA?
DOVE SIAMO?
DOVE SIAMO? Really simple syndication -  RSS
DOVE SIAMO? WORLD  WIDE WEB CONDIVISIONE PARTECIPAZIONE CONVERGENZA APPLICAZIONI DI SOCIALNETWORKING MEDIANTE Really simple syndication  Era dei servizi
IL Convegno nasce da una proposta: Introdurre applicazioni del Web 2.0 a scuola
Cominciando da: Quello che gli studenti fanno per conto proprio I ragazzi hanno tutti un cellulare, posseggono su larga scala un Ipod o un lettore MP3,  scaricano materiali da internet, condividono file,  partecipano a chat,  molti hanno una casella di posta elettronica e un Blog personale, frequentano in modo assiduo od occasionale la rete, sono multitasking, Si muovono  in modo reticolare I ragazzi, sono pronti per nuove modalità di essere nell’imparare.
Con il Web 2.0  è nata l’esigenza di riportare nell’apprendimento un’integrazione di  formale ed informale  per offrire una formazione nuova , ricca nella collaborazione, ricerca, condivisione.
Si possono oggi scegliere due vie per introdurre l’e-learning a scuola: dare spazio all’apprendimento spontaneo  - in questo caso non si pone molto il problema di definire gli strumenti perché il soggetto li sceglie da solo e li autogestisce; utilizzare le risorse, offerte dal web per integrare l’apprendimento,  arricchendo le piattaforme in presenza o anche soltanto la didattica d’aula con strumenti del social networking (blog, microblogging, wiki, calendari, repository, mailing list, podcasting, social bookmarking, social taggings …)
scegliere a scuola l’ibridazione: tra risorse diverse tradizionali, nuove, formali, informali esperienze di apprendimento e di risultato con maggiore soddisfazione nella creatività, multiprospettiche. consente
Sviluppare nella  scuola il Personal Learning Environment  diverse esperienze, per mettere insieme,  in vista di una formazione ibrida: Per valorizzare: Learning Object ; Podcast;   Video; Blog; Applicazioni di Network; ed altro.
Il progetto del Convegno Web 2.0 e oltre E’ azione creativa e positiva che tende: a intravedere scenari a ripensarli in senso ontologico, gnoseologico, relazionale
Il progetto Web 2.0 e oltre un’anticipazione del futuro,  una prefigurazione di eventi,  percezione di possibili azioni, metariflessione sul digital native e i suoi strumenti Web.
OBIETTIVI FORMATIVI DI PROCESSO DI IMPLEMENTAZIONE
Il progetto Oltre Web 2.0 TRATTA   In particolare SOCIAL  NETWORKING DIGITAL  NATIVE
DIGITAL NATIVE Paolo Ferri   in “La Scuola Digitale” dice: I digital native hanno e stanno imparando a “navigare” e a muoversi in maniera non lineare tra le fonti d’informazione e di comunicazione, a esplorare i contesti di conoscenza, così come i videogiochi, tentando di dare significato al nuovo campo semantico attraverso ricognizioni non lineari e disinibite
SOCIAL NETWORKING diversi legami sociali,  di conoscenza casuale,  di lavoro,  di vincoli affettivi e che hanno la possibilità di connettersi tra di loro mediante le nuove applicazioni di servizi web disponibili.  Ci si riferisce ad gruppo di persone connesse tra loro da:
SOCIAL NETWORKING Un evento essenziale per lo sviluppo del Web 2.0.  Si basa sull’interazione, la collaborazione in rete, la creazione di comunità.  Offre la possibilità di condividere documenti  con lo sviluppo di audio-video conferencing, Whiki, Blog. Crea il fenomeno della  “hackerabilità”  (O’Reilly), rendendo possibile l’appropriazione e il rimescolamento di informazioni e servizi, attraverso azioni di  mashuping.
SOCIAL NETWORKING
Per il lancio … E' possibile che uno studente e-learning acquisisca le medesime conoscenze/abilità/competenze di uno studente che segue  solo corsi tradizionali?
Per il lancio … una risposta Le  conoscenze  possono essere le stesse.  Mentre per le  competenze e capacità  non sono esattamente le stesse perché “il medium è il messaggio”  (McLuhan)
Per il lancio … una risposta
Per cominciare … si potrebbe usare un Blog a scuola Di che tipo?
BLOG COME GRUPPO DI INTERESSE E DI DISCUSSIONE Il gruppo si aggrega  nel Blog  perché motivato da interessi comuni, per richiesta di informazioni. I processi funzionali sono:   per condividere esperienze, per sperimentare ipotesi, per discutere intorno a problematiche condivise.
BLOG COME GRUPPO DI LAVORO Il gruppo si aggrega nel Blog  per svolgere un lavoro condiviso o commissionato da formatori o enti.  È definito negli obiettivi.  Il gruppo progetta attività, condivide risorse di partenza comuni, ricerca. In genere è un gruppo di lavoro strutturato.  Possono essere gli studenti  che svolgono attività sotto la guida di un tutor.  Può essere il Blog di un gruppo di formatori , che hanno un compito comune, un progetto, un aggiornamento da portare avanti.
BLOG COME COMUNITA’ DI PRATICA DI APPRENDIMENTO “ gruppi di persone che condividono un  impegno e una passione per qualcosa  che esse fanno e apprendono come farlo meglio attraverso una regolare interazione” (Wenger)
COME DEVE ESSERE UN BLOG FORMATIVO WEB 2.0 1 ESSERE COMUNICAZIONE Favorisce la discussione  e l’interazione. È una “piazza”come luogo d’incontro e una “bacheca” per postare contenuti in condivisione.  Orienta i significati  e i codici digitali mediante intenzionalità dei post/commenti e  orienta l’abilità di gestione di sé. È strategia comunicativa, che impone nuovi autocontrolli.
COME DEVE ESSERE UN BLOG FORMATIVO WEB 2.0 2 DEFINIRE IL TEATRO IL COPIONE,  IL PALINSESTO  E LE MASCHERE Costruisce il luogo, utilizzando template, colori e multimedia (teatro). Specifica compiti e obiettivi (copione, palinsesto) nei post e in “about us”. Chiede a ciascuno di assumere un ruolo (maschera) di interazione
COME DEVE ESSERE UN BLOG FORMATIVO WEB 2.0 3 ESSERE MULTICODICO Con linguaggi  testuali, audio, video, iconici, emoticon.
COME DEVE ESSERE UN BLOG FORMATIVO WEB 2.0 4 ESSERE ULISSE Crea  occasioni di conoscenze nuove. Accoglie proposte. Trova  nella rete quello che si cerca. È  aperto  a nuovi approcci interpretativi. Sperimenta  percorsi inconsueti e non previsti. È  attento e sensibile  a quello che succede attorno alla comunicazione.
COME DEVE ESSERE UN BLOG FORMATIVO WEB 2.0 5 REALIZZARE LE PROFEZIE, LASCIANDO MOLTE OMBRE (NON CHIUDERE LA CASA) Richiama  il progetto. Propone  attività pratiche. Chiede  pareri. Sostiene  ipotesi. Fa il punto  sulla situazione. Pensa  a proposte alternative.
COME DEVE ESSERE UN BLOG FORMATIVO WEB 2.0 6 ESSERE EPIDEMICO E AUTO-PROMUOVERSI Generando  informazioni. Esplodendo  in creazioni originali. Nominandosi  in modo unico. Iscrivendosi  ad aggregatori di blog. Agganciandosi  ad altri blog,  Rispondendo  ai post esterni. Creando blogroll  significativi.
Scegliere il Blog
Usare Facebook a scuola?
Usare Facebook a scuola? Come? CREANDO UN GRUPPO DI DISCUSSIONE SU UN ARGOMENTO DEFINITO
E PER FINIRE UNA METAFORA ORLANDO
Non è ORLANDO di Ariosto È  ORLANDO   del film di Sally Potter, dal Romanzo di Virginia Woolf.
“ Nel tardo XVI secolo , la regina Elisabetta I d'Inghilterra ordina al giovane nobile Orlando di rimanere per sempre giovane. Orlando  obbedisce.  Hanno così inizio le avventure del nobile attraverso secoli di storia inglese , che gli permetteranno di conoscere una grande varietà di esperienze …” (Wikipedia)
Orlando metafora del cambiamento, come noi nel Web 2.0 Infinite mutazioni nella creazione di conoscenza. Trasformazione nell’esperienza.
 

More Related Content

What's hot

Modulo 5 del corso "Fare didattica nel web 2.0"
Modulo 5 del corso "Fare didattica nel web 2.0"Modulo 5 del corso "Fare didattica nel web 2.0"
Modulo 5 del corso "Fare didattica nel web 2.0"
Pierfranco Ravotto
 
Provavideo
ProvavideoProvavideo
Provavideo
Simone Compagnone
 
Didattica 2.0, Forlì 17 ottobre 2011
Didattica 2.0, Forlì 17 ottobre 2011Didattica 2.0, Forlì 17 ottobre 2011
Didattica 2.0, Forlì 17 ottobre 2011
Maria Ranieri
 
Schoolbook-Social network per la scuola superiore-Presentazione Didamatica-Al...
Schoolbook-Social network per la scuola superiore-Presentazione Didamatica-Al...Schoolbook-Social network per la scuola superiore-Presentazione Didamatica-Al...
Schoolbook-Social network per la scuola superiore-Presentazione Didamatica-Al...
Cettina Allegra
 
Svea ecollab-presentazione 2010.ppt
Svea ecollab-presentazione 2010.pptSvea ecollab-presentazione 2010.ppt
Svea ecollab-presentazione 2010.ppt
CSP Scarl
 
Antichi Alberti Presentazione Ticemed2009def
Antichi Alberti Presentazione Ticemed2009defAntichi Alberti Presentazione Ticemed2009def
Antichi Alberti Presentazione Ticemed2009def
Virginia Alberti
 
(non) parliamo di eLearning 2.0
(non) parliamo di eLearning 2.0(non) parliamo di eLearning 2.0
(non) parliamo di eLearning 2.0
blueflavio
 
Sarah Roma 3
Sarah Roma 3Sarah Roma 3
Sarah Roma 3
lamericaana
 
Il web collaborativo
Il web collaborativoIl web collaborativo
Il web collaborativo
daniela.isola
 
Uso professionale dei Social Network
Uso professionale dei Social NetworkUso professionale dei Social Network
Uso professionale dei Social Network
Creeo Studio
 
Antichi terzo risorse2012
Antichi terzo risorse2012Antichi terzo risorse2012
Antichi terzo risorse2012
Laura Antichi
 
E-learning formale e informale nel Web 2.0
E-learning formale e informale nel Web 2.0E-learning formale e informale nel Web 2.0
E-learning formale e informale nel Web 2.0
Antonio Fini
 
Moodle Utentemaster Margiotta
Moodle Utentemaster MargiottaMoodle Utentemaster Margiotta
Moodle Utentemaster Margiotta
Alida Favaretto
 
Ricerca blog
Ricerca blogRicerca blog
Ricerca blog
Lucia Orizio
 
Nuovi Media 2008 2009
Nuovi Media 2008 2009Nuovi Media 2008 2009
Nuovi Media 2008 2009
imontis
 
Presentation Moodle
Presentation MoodlePresentation Moodle
Presentation Moodle
sandraslide
 

What's hot (20)

Modulo 5 del corso "Fare didattica nel web 2.0"
Modulo 5 del corso "Fare didattica nel web 2.0"Modulo 5 del corso "Fare didattica nel web 2.0"
Modulo 5 del corso "Fare didattica nel web 2.0"
 
Provavideo
ProvavideoProvavideo
Provavideo
 
Didattica 2.0, Forlì 17 ottobre 2011
Didattica 2.0, Forlì 17 ottobre 2011Didattica 2.0, Forlì 17 ottobre 2011
Didattica 2.0, Forlì 17 ottobre 2011
 
Schoolbook-Social network per la scuola superiore-Presentazione Didamatica-Al...
Schoolbook-Social network per la scuola superiore-Presentazione Didamatica-Al...Schoolbook-Social network per la scuola superiore-Presentazione Didamatica-Al...
Schoolbook-Social network per la scuola superiore-Presentazione Didamatica-Al...
 
Svea ecollab-presentazione 2010.ppt
Svea ecollab-presentazione 2010.pptSvea ecollab-presentazione 2010.ppt
Svea ecollab-presentazione 2010.ppt
 
2. I social network nella didattica
2. I social network nella didattica2. I social network nella didattica
2. I social network nella didattica
 
Antichi Alberti Presentazione Ticemed2009def
Antichi Alberti Presentazione Ticemed2009defAntichi Alberti Presentazione Ticemed2009def
Antichi Alberti Presentazione Ticemed2009def
 
(non) parliamo di eLearning 2.0
(non) parliamo di eLearning 2.0(non) parliamo di eLearning 2.0
(non) parliamo di eLearning 2.0
 
Sarah Roma 3
Sarah Roma 3Sarah Roma 3
Sarah Roma 3
 
Formazione larino
Formazione larinoFormazione larino
Formazione larino
 
1. I social network nella didattica
1. I social network nella didattica1. I social network nella didattica
1. I social network nella didattica
 
Il web collaborativo
Il web collaborativoIl web collaborativo
Il web collaborativo
 
Uso professionale dei Social Network
Uso professionale dei Social NetworkUso professionale dei Social Network
Uso professionale dei Social Network
 
Antichi terzo risorse2012
Antichi terzo risorse2012Antichi terzo risorse2012
Antichi terzo risorse2012
 
E-learning formale e informale nel Web 2.0
E-learning formale e informale nel Web 2.0E-learning formale e informale nel Web 2.0
E-learning formale e informale nel Web 2.0
 
Moodle Utentemaster Margiotta
Moodle Utentemaster MargiottaMoodle Utentemaster Margiotta
Moodle Utentemaster Margiotta
 
Ricerca blog
Ricerca blogRicerca blog
Ricerca blog
 
Nuovi Media 2008 2009
Nuovi Media 2008 2009Nuovi Media 2008 2009
Nuovi Media 2008 2009
 
Il web tra contenuti e usi sociali 2. I motori di ricerca e la google generation
Il web tra contenuti e usi sociali 2. I motori di ricerca e la google generationIl web tra contenuti e usi sociali 2. I motori di ricerca e la google generation
Il web tra contenuti e usi sociali 2. I motori di ricerca e la google generation
 
Presentation Moodle
Presentation MoodlePresentation Moodle
Presentation Moodle
 

Viewers also liked

Politica online
Politica onlinePolitica online
Politica online
Gianluca Giansante
 
La comunicazione politica online - Le figure del testo
La comunicazione politica online - Le figure del testoLa comunicazione politica online - Le figure del testo
La comunicazione politica online - Le figure del testo
Gianluca Giansante
 
Comunicazione politica efficace: tre elementi per aumentare l'efficacia dei t...
Comunicazione politica efficace: tre elementi per aumentare l'efficacia dei t...Comunicazione politica efficace: tre elementi per aumentare l'efficacia dei t...
Comunicazione politica efficace: tre elementi per aumentare l'efficacia dei t...
Gianluca Giansante
 
Parlare in pubblico. Tenere viva l’attenzione, farsi capire, convincere chi a...
Parlare in pubblico. Tenere viva l’attenzione, farsi capire, convincere chi a...Parlare in pubblico. Tenere viva l’attenzione, farsi capire, convincere chi a...
Parlare in pubblico. Tenere viva l’attenzione, farsi capire, convincere chi a...
Gianluca Giansante
 
Presentazioni efficaci: come organizzare il discorso
Presentazioni efficaci: come organizzare il discorsoPresentazioni efficaci: come organizzare il discorso
Presentazioni efficaci: come organizzare il discorso
Gianluca Giansante
 
Alcuni consigli pratici per una presentazione efficace
Alcuni consigli pratici per una presentazione efficaceAlcuni consigli pratici per una presentazione efficace
Alcuni consigli pratici per una presentazione efficace
Gianluca Giansante
 
Usare (al meglio) le immagini nelle slide.
Usare (al meglio) le immagini nelle slide. Usare (al meglio) le immagini nelle slide.
Usare (al meglio) le immagini nelle slide.
Giacomo Mason
 
How Hotels Can Use Social Media to Attract Event Planners
How Hotels Can Use Social Media to Attract Event PlannersHow Hotels Can Use Social Media to Attract Event Planners
How Hotels Can Use Social Media to Attract Event Planners
Julius Solaris
 
Fundraising events and social media, how to #win
Fundraising events and social media, how to #winFundraising events and social media, how to #win
Fundraising events and social media, how to #win
Jonathan Waddingham
 
Gapingvoid: How To Supercharge Your Event
Gapingvoid: How To Supercharge Your EventGapingvoid: How To Supercharge Your Event
Gapingvoid: How To Supercharge Your Event
Gapingvoid Culture Design Group
 
Using Events As Content Marketing
Using Events As Content MarketingUsing Events As Content Marketing
Using Events As Content Marketing
Jeff Hurt
 
Content Marketing for Events
Content Marketing for EventsContent Marketing for Events
Content Marketing for Events
Joe Pulizzi
 
Fight the Power(point)!
Fight the Power(point)!Fight the Power(point)!
Fight the Power(point)!
Todd Reubold
 
21 ways to boost your event
21 ways to boost your event21 ways to boost your event
21 ways to boost your event
Cyriel Kortleven
 
Effective Social Media For Event Exhibitors
Effective Social Media For Event ExhibitorsEffective Social Media For Event Exhibitors
Effective Social Media For Event Exhibitors
Web 2.0 Expo
 
Presentation Secrets
Presentation SecretsPresentation Secrets
Presentation Secrets
Alexei Kapterev
 
How to make Awesome Diagrams for your slides
How to make Awesome Diagrams for your slidesHow to make Awesome Diagrams for your slides
How to make Awesome Diagrams for your slides
otikik
 
7 Tips to Beautiful PowerPoint by @itseugenec
7 Tips to Beautiful PowerPoint by @itseugenec7 Tips to Beautiful PowerPoint by @itseugenec
7 Tips to Beautiful PowerPoint by @itseugenec
Eugene Cheng
 
STEAL THIS PRESENTATION!
STEAL THIS PRESENTATION! STEAL THIS PRESENTATION!
STEAL THIS PRESENTATION!
Jesse Desjardins - @jessedee
 

Viewers also liked (19)

Politica online
Politica onlinePolitica online
Politica online
 
La comunicazione politica online - Le figure del testo
La comunicazione politica online - Le figure del testoLa comunicazione politica online - Le figure del testo
La comunicazione politica online - Le figure del testo
 
Comunicazione politica efficace: tre elementi per aumentare l'efficacia dei t...
Comunicazione politica efficace: tre elementi per aumentare l'efficacia dei t...Comunicazione politica efficace: tre elementi per aumentare l'efficacia dei t...
Comunicazione politica efficace: tre elementi per aumentare l'efficacia dei t...
 
Parlare in pubblico. Tenere viva l’attenzione, farsi capire, convincere chi a...
Parlare in pubblico. Tenere viva l’attenzione, farsi capire, convincere chi a...Parlare in pubblico. Tenere viva l’attenzione, farsi capire, convincere chi a...
Parlare in pubblico. Tenere viva l’attenzione, farsi capire, convincere chi a...
 
Presentazioni efficaci: come organizzare il discorso
Presentazioni efficaci: come organizzare il discorsoPresentazioni efficaci: come organizzare il discorso
Presentazioni efficaci: come organizzare il discorso
 
Alcuni consigli pratici per una presentazione efficace
Alcuni consigli pratici per una presentazione efficaceAlcuni consigli pratici per una presentazione efficace
Alcuni consigli pratici per una presentazione efficace
 
Usare (al meglio) le immagini nelle slide.
Usare (al meglio) le immagini nelle slide. Usare (al meglio) le immagini nelle slide.
Usare (al meglio) le immagini nelle slide.
 
How Hotels Can Use Social Media to Attract Event Planners
How Hotels Can Use Social Media to Attract Event PlannersHow Hotels Can Use Social Media to Attract Event Planners
How Hotels Can Use Social Media to Attract Event Planners
 
Fundraising events and social media, how to #win
Fundraising events and social media, how to #winFundraising events and social media, how to #win
Fundraising events and social media, how to #win
 
Gapingvoid: How To Supercharge Your Event
Gapingvoid: How To Supercharge Your EventGapingvoid: How To Supercharge Your Event
Gapingvoid: How To Supercharge Your Event
 
Using Events As Content Marketing
Using Events As Content MarketingUsing Events As Content Marketing
Using Events As Content Marketing
 
Content Marketing for Events
Content Marketing for EventsContent Marketing for Events
Content Marketing for Events
 
Fight the Power(point)!
Fight the Power(point)!Fight the Power(point)!
Fight the Power(point)!
 
21 ways to boost your event
21 ways to boost your event21 ways to boost your event
21 ways to boost your event
 
Effective Social Media For Event Exhibitors
Effective Social Media For Event ExhibitorsEffective Social Media For Event Exhibitors
Effective Social Media For Event Exhibitors
 
Presentation Secrets
Presentation SecretsPresentation Secrets
Presentation Secrets
 
How to make Awesome Diagrams for your slides
How to make Awesome Diagrams for your slidesHow to make Awesome Diagrams for your slides
How to make Awesome Diagrams for your slides
 
7 Tips to Beautiful PowerPoint by @itseugenec
7 Tips to Beautiful PowerPoint by @itseugenec7 Tips to Beautiful PowerPoint by @itseugenec
7 Tips to Beautiful PowerPoint by @itseugenec
 
STEAL THIS PRESENTATION!
STEAL THIS PRESENTATION! STEAL THIS PRESENTATION!
STEAL THIS PRESENTATION!
 

Similar to Slide Convegno

La scuola al tempo di internet
La scuola al tempo di internetLa scuola al tempo di internet
La scuola al tempo di internet
verticelli
 
Pubblicare e condividere informazioni sul web
Pubblicare e condividere informazioni sul webPubblicare e condividere informazioni sul web
Pubblicare e condividere informazioni sul web
Laura Vettraino
 
La Didattica Multimediale E L'e-Learning
La Didattica Multimediale E L'e-LearningLa Didattica Multimediale E L'e-Learning
La Didattica Multimediale E L'e-Learning
Letizia Cinganotto
 
Didattica 2.0
Didattica 2.0Didattica 2.0
Didattica 2.0
Matteo
 
Cos’è Il Web 2
Cos’è Il Web 2Cos’è Il Web 2
Cos’è Il Web 2
annaperri
 
Cos Il Web 2 1204301663481972 4
Cos Il Web 2 1204301663481972 4Cos Il Web 2 1204301663481972 4
Cos Il Web 2 1204301663481972 4
cinvernizzi
 
Il Web 2.0
Il Web 2.0Il Web 2.0
Il Web 2.0
annaperri
 
Web 2.0, Knowledge Management, Social Network...
Web 2.0, Knowledge Management, Social Network...Web 2.0, Knowledge Management, Social Network...
Web 2.0, Knowledge Management, Social Network...
Stefano Fiaschi
 
Lezione N 1
Lezione N 1Lezione N 1
Lezione N 1
Anna Guarracino
 
L’Apprendimento in rete tra formale, informale e non-formale
L’Apprendimento in rete tra formale, informale e non-formaleL’Apprendimento in rete tra formale, informale e non-formale
L’Apprendimento in rete tra formale, informale e non-formale
CKBGShare
 
Flipped classroom e didattica inclusiva
Flipped classroom e didattica inclusivaFlipped classroom e didattica inclusiva
Flipped classroom e didattica inclusiva
Veronica Cavicchi
 
Documentare il progetto Cl@ssi 2.0
Documentare il progetto Cl@ssi 2.0Documentare il progetto Cl@ssi 2.0
Documentare il progetto Cl@ssi 2.0
Silvia Panzavolta
 
Dalle risorse aperte all'edupunk
Dalle risorse aperte all'edupunkDalle risorse aperte all'edupunk
Dalle risorse aperte all'edupunk
Giovanni Leccisotti
 
Beatrice Ligorio - La costruzione collaborativa di conoscenza
Beatrice Ligorio - La costruzione collaborativa di conoscenzaBeatrice Ligorio - La costruzione collaborativa di conoscenza
Beatrice Ligorio - La costruzione collaborativa di conoscenza
CKBGShare
 
Web 2.0 nella formazione degli insegnanti
Web 2.0 nella formazione degli insegnantiWeb 2.0 nella formazione degli insegnanti
Web 2.0 nella formazione degli insegnanti
Luisanna Fiorini
 
Brainstorming
BrainstormingBrainstorming
Brainstorming
mariavivo
 
Presentazione psi
Presentazione psi Presentazione psi
Presentazione psi
elisadas
 
“La comunicazione” come confronto nella corsa generazionale.
“La comunicazione”  come confronto nella corsa generazionale.“La comunicazione”  come confronto nella corsa generazionale.
“La comunicazione” come confronto nella corsa generazionale.
Michele Sorrentino
 
Corso Pon –
Corso Pon –Corso Pon –
Corso Pon –
lunasblog
 

Similar to Slide Convegno (20)

La scuola al tempo di internet
La scuola al tempo di internetLa scuola al tempo di internet
La scuola al tempo di internet
 
Pubblicare e condividere informazioni sul web
Pubblicare e condividere informazioni sul webPubblicare e condividere informazioni sul web
Pubblicare e condividere informazioni sul web
 
La Didattica Multimediale E L'e-Learning
La Didattica Multimediale E L'e-LearningLa Didattica Multimediale E L'e-Learning
La Didattica Multimediale E L'e-Learning
 
Didattica 2.0
Didattica 2.0Didattica 2.0
Didattica 2.0
 
Cos’è Il Web 2
Cos’è Il Web 2Cos’è Il Web 2
Cos’è Il Web 2
 
Cos Il Web 2 1204301663481972 4
Cos Il Web 2 1204301663481972 4Cos Il Web 2 1204301663481972 4
Cos Il Web 2 1204301663481972 4
 
Il Web 2.0
Il Web 2.0Il Web 2.0
Il Web 2.0
 
Web 2.0, Knowledge Management, Social Network...
Web 2.0, Knowledge Management, Social Network...Web 2.0, Knowledge Management, Social Network...
Web 2.0, Knowledge Management, Social Network...
 
Lezione N 1
Lezione N 1Lezione N 1
Lezione N 1
 
L’Apprendimento in rete tra formale, informale e non-formale
L’Apprendimento in rete tra formale, informale e non-formaleL’Apprendimento in rete tra formale, informale e non-formale
L’Apprendimento in rete tra formale, informale e non-formale
 
Flipped classroom e didattica inclusiva
Flipped classroom e didattica inclusivaFlipped classroom e didattica inclusiva
Flipped classroom e didattica inclusiva
 
Documentare il progetto Cl@ssi 2.0
Documentare il progetto Cl@ssi 2.0Documentare il progetto Cl@ssi 2.0
Documentare il progetto Cl@ssi 2.0
 
scuola 3
scuola 3scuola 3
scuola 3
 
Dalle risorse aperte all'edupunk
Dalle risorse aperte all'edupunkDalle risorse aperte all'edupunk
Dalle risorse aperte all'edupunk
 
Beatrice Ligorio - La costruzione collaborativa di conoscenza
Beatrice Ligorio - La costruzione collaborativa di conoscenzaBeatrice Ligorio - La costruzione collaborativa di conoscenza
Beatrice Ligorio - La costruzione collaborativa di conoscenza
 
Web 2.0 nella formazione degli insegnanti
Web 2.0 nella formazione degli insegnantiWeb 2.0 nella formazione degli insegnanti
Web 2.0 nella formazione degli insegnanti
 
Brainstorming
BrainstormingBrainstorming
Brainstorming
 
Presentazione psi
Presentazione psi Presentazione psi
Presentazione psi
 
“La comunicazione” come confronto nella corsa generazionale.
“La comunicazione”  come confronto nella corsa generazionale.“La comunicazione”  come confronto nella corsa generazionale.
“La comunicazione” come confronto nella corsa generazionale.
 
Corso Pon –
Corso Pon –Corso Pon –
Corso Pon –
 

More from Laura Antichi

MODELLO SDXL 10.pdf
MODELLO SDXL 10.pdfMODELLO SDXL 10.pdf
MODELLO SDXL 10.pdf
Laura Antichi
 
lantichiprojectwork.pptx
lantichiprojectwork.pptxlantichiprojectwork.pptx
lantichiprojectwork.pptx
Laura Antichi
 
Il quadro delle Competenze - Checklist
Il quadro delle Competenze - ChecklistIl quadro delle Competenze - Checklist
Il quadro delle Competenze - Checklist
Laura Antichi
 
valutazioneautenticacompitirealta.pptx
valutazioneautenticacompitirealta.pptxvalutazioneautenticacompitirealta.pptx
valutazioneautenticacompitirealta.pptx
Laura Antichi
 
lantichipeerreview docenti.pptx
lantichipeerreview docenti.pptxlantichipeerreview docenti.pptx
lantichipeerreview docenti.pptx
Laura Antichi
 
peerreview.pptx
peerreview.pptxpeerreview.pptx
peerreview.pptx
Laura Antichi
 
answerquestion.pptx
answerquestion.pptxanswerquestion.pptx
answerquestion.pptx
Laura Antichi
 
SWOT_ANALYSIS_infografica.pptx
SWOT_ANALYSIS_infografica.pptxSWOT_ANALYSIS_infografica.pptx
SWOT_ANALYSIS_infografica.pptx
Laura Antichi
 
esercitazioni_debriefinglantichi.pptx
esercitazioni_debriefinglantichi.pptxesercitazioni_debriefinglantichi.pptx
esercitazioni_debriefinglantichi.pptx
Laura Antichi
 
lantichieasdebrifing.pptx
lantichieasdebrifing.pptxlantichieasdebrifing.pptx
lantichieasdebrifing.pptx
Laura Antichi
 
lavoro_gruppo.pptx
lavoro_gruppo.pptxlavoro_gruppo.pptx
lavoro_gruppo.pptx
Laura Antichi
 
lantichimindmapapp.ppt
lantichimindmapapp.pptlantichimindmapapp.ppt
lantichimindmapapp.ppt
Laura Antichi
 
principi pedagogici.pdf
principi pedagogici.pdfprincipi pedagogici.pdf
principi pedagogici.pdf
Laura Antichi
 
preparatorio EAS.pptx
preparatorio EAS.pptxpreparatorio EAS.pptx
preparatorio EAS.pptx
Laura Antichi
 
introduzione corso EAS.pptx
introduzione corso EAS.pptxintroduzione corso EAS.pptx
introduzione corso EAS.pptx
Laura Antichi
 
lantichihomework2.pptx
lantichihomework2.pptxlantichihomework2.pptx
lantichihomework2.pptx
Laura Antichi
 
MODELLI DI RETE.pdf
MODELLI DI RETE.pdfMODELLI DI RETE.pdf
MODELLI DI RETE.pdf
Laura Antichi
 
lantichidesignthinking.pptx
lantichidesignthinking.pptxlantichidesignthinking.pptx
lantichidesignthinking.pptx
Laura Antichi
 
3momentiinsintesiinfo-2.pdf
3momentiinsintesiinfo-2.pdf3momentiinsintesiinfo-2.pdf
3momentiinsintesiinfo-2.pdf
Laura Antichi
 
le_insegne_minecraft.pptx
le_insegne_minecraft.pptxle_insegne_minecraft.pptx
le_insegne_minecraft.pptx
Laura Antichi
 

More from Laura Antichi (20)

MODELLO SDXL 10.pdf
MODELLO SDXL 10.pdfMODELLO SDXL 10.pdf
MODELLO SDXL 10.pdf
 
lantichiprojectwork.pptx
lantichiprojectwork.pptxlantichiprojectwork.pptx
lantichiprojectwork.pptx
 
Il quadro delle Competenze - Checklist
Il quadro delle Competenze - ChecklistIl quadro delle Competenze - Checklist
Il quadro delle Competenze - Checklist
 
valutazioneautenticacompitirealta.pptx
valutazioneautenticacompitirealta.pptxvalutazioneautenticacompitirealta.pptx
valutazioneautenticacompitirealta.pptx
 
lantichipeerreview docenti.pptx
lantichipeerreview docenti.pptxlantichipeerreview docenti.pptx
lantichipeerreview docenti.pptx
 
peerreview.pptx
peerreview.pptxpeerreview.pptx
peerreview.pptx
 
answerquestion.pptx
answerquestion.pptxanswerquestion.pptx
answerquestion.pptx
 
SWOT_ANALYSIS_infografica.pptx
SWOT_ANALYSIS_infografica.pptxSWOT_ANALYSIS_infografica.pptx
SWOT_ANALYSIS_infografica.pptx
 
esercitazioni_debriefinglantichi.pptx
esercitazioni_debriefinglantichi.pptxesercitazioni_debriefinglantichi.pptx
esercitazioni_debriefinglantichi.pptx
 
lantichieasdebrifing.pptx
lantichieasdebrifing.pptxlantichieasdebrifing.pptx
lantichieasdebrifing.pptx
 
lavoro_gruppo.pptx
lavoro_gruppo.pptxlavoro_gruppo.pptx
lavoro_gruppo.pptx
 
lantichimindmapapp.ppt
lantichimindmapapp.pptlantichimindmapapp.ppt
lantichimindmapapp.ppt
 
principi pedagogici.pdf
principi pedagogici.pdfprincipi pedagogici.pdf
principi pedagogici.pdf
 
preparatorio EAS.pptx
preparatorio EAS.pptxpreparatorio EAS.pptx
preparatorio EAS.pptx
 
introduzione corso EAS.pptx
introduzione corso EAS.pptxintroduzione corso EAS.pptx
introduzione corso EAS.pptx
 
lantichihomework2.pptx
lantichihomework2.pptxlantichihomework2.pptx
lantichihomework2.pptx
 
MODELLI DI RETE.pdf
MODELLI DI RETE.pdfMODELLI DI RETE.pdf
MODELLI DI RETE.pdf
 
lantichidesignthinking.pptx
lantichidesignthinking.pptxlantichidesignthinking.pptx
lantichidesignthinking.pptx
 
3momentiinsintesiinfo-2.pdf
3momentiinsintesiinfo-2.pdf3momentiinsintesiinfo-2.pdf
3momentiinsintesiinfo-2.pdf
 
le_insegne_minecraft.pptx
le_insegne_minecraft.pptxle_insegne_minecraft.pptx
le_insegne_minecraft.pptx
 

Slide Convegno

  • 1. CONVEGNO OLTRE WEB 2.0 5 FEBBRAIO 2009 ITIS CASTELLI VIA CANTORE, 9 Virginia Alberti Laura Antichi
  • 2. “ In uno spazio aperto non ti accampare” (Sun Tzu) Ti fermeresti nella “pesantezza”, dimenticando che la conoscenza è fluida …
  • 3. Proprio per quel concetto di “leggerezza” di cui parla Italo Calvino in “Lezioni Americane” “ Nei momenti in cui il regno dell’umano mi sembra condannato alla pesantezza, penso che dovrei volare come Perseo in un altro spazio.”
  • 4. Proprio per quel concetto di “leggerezza” di cui parla Italo Calvino in “Lezioni Americane” “ Non sto parlando di fughe nel sogno o nell’irrazionale. Voglio dire che devo cambiare il mio approccio , devo guardare il mondo con un’altra ottica , un’altra logica , altri metodi di conoscenza e di verifica .”
  • 5. Proprio per quel concetto di “leggerezza” di cui parla Italo Calvino in “Lezioni Americane” “ Le immagini di leggerezza, che io cerco non devono lasciarsi dissolvere come sogni dalla realtà del presente e del futuro …” (Lezioni Americane)
  • 6. “ LEGGEREZZA” + I 6 VALORI DI CALVINO Applicati Alle Nostre Azioni
  • 7. Perché il Convegno? NASCE DALLE NOSTRE BUONE PRATICHE NELLA SCUOLA DAL DESIDERIO DI FARE, CREARE, PRODURRE CONOSCENZA, UTILIZZANDO STRUMENTI MULTIMEDIALI E DI SOCIAL-NETWORKING DAL BISOGNO DI CAPIRE DOVE SIAMO E DOVE STIAMO ANDANDO
  • 8. DI CHE COSA PARLIAMO? DEL WEB 2.0 ,CHE STIAMO USANDO NELL’EXTRASCUOLA E DEL SUO POSSIBILE UTILIZZO RIFLESSIVO NELLA SCUOLA MA vogliamo gettare le premesse per un Oltre Web 2.0
  • 9. Il progetto Oltre Web 2.0 È Tim O’Reilly , che ha coniato il termine Web 2.0
  • 10. Il progetto Oltre Web 2.0 Web 2.0 e oltre Passaggio Web dal livello di semplice “accesso”, ( WEB 1.0 ) a uno di livello partecipativo ( WEB 2.0) ad uno basato sulla condivisione semantica delle informazioni ( WEB 3.0 )
  • 13. DOVE SIAMO? Really simple syndication - RSS
  • 14. DOVE SIAMO? WORLD WIDE WEB CONDIVISIONE PARTECIPAZIONE CONVERGENZA APPLICAZIONI DI SOCIALNETWORKING MEDIANTE Really simple syndication Era dei servizi
  • 15. IL Convegno nasce da una proposta: Introdurre applicazioni del Web 2.0 a scuola
  • 16. Cominciando da: Quello che gli studenti fanno per conto proprio I ragazzi hanno tutti un cellulare, posseggono su larga scala un Ipod o un lettore MP3, scaricano materiali da internet, condividono file, partecipano a chat, molti hanno una casella di posta elettronica e un Blog personale, frequentano in modo assiduo od occasionale la rete, sono multitasking, Si muovono in modo reticolare I ragazzi, sono pronti per nuove modalità di essere nell’imparare.
  • 17. Con il Web 2.0 è nata l’esigenza di riportare nell’apprendimento un’integrazione di formale ed informale per offrire una formazione nuova , ricca nella collaborazione, ricerca, condivisione.
  • 18. Si possono oggi scegliere due vie per introdurre l’e-learning a scuola: dare spazio all’apprendimento spontaneo - in questo caso non si pone molto il problema di definire gli strumenti perché il soggetto li sceglie da solo e li autogestisce; utilizzare le risorse, offerte dal web per integrare l’apprendimento, arricchendo le piattaforme in presenza o anche soltanto la didattica d’aula con strumenti del social networking (blog, microblogging, wiki, calendari, repository, mailing list, podcasting, social bookmarking, social taggings …)
  • 19. scegliere a scuola l’ibridazione: tra risorse diverse tradizionali, nuove, formali, informali esperienze di apprendimento e di risultato con maggiore soddisfazione nella creatività, multiprospettiche. consente
  • 20. Sviluppare nella scuola il Personal Learning Environment diverse esperienze, per mettere insieme, in vista di una formazione ibrida: Per valorizzare: Learning Object ; Podcast; Video; Blog; Applicazioni di Network; ed altro.
  • 21. Il progetto del Convegno Web 2.0 e oltre E’ azione creativa e positiva che tende: a intravedere scenari a ripensarli in senso ontologico, gnoseologico, relazionale
  • 22. Il progetto Web 2.0 e oltre un’anticipazione del futuro, una prefigurazione di eventi, percezione di possibili azioni, metariflessione sul digital native e i suoi strumenti Web.
  • 23. OBIETTIVI FORMATIVI DI PROCESSO DI IMPLEMENTAZIONE
  • 24. Il progetto Oltre Web 2.0 TRATTA In particolare SOCIAL NETWORKING DIGITAL NATIVE
  • 25. DIGITAL NATIVE Paolo Ferri in “La Scuola Digitale” dice: I digital native hanno e stanno imparando a “navigare” e a muoversi in maniera non lineare tra le fonti d’informazione e di comunicazione, a esplorare i contesti di conoscenza, così come i videogiochi, tentando di dare significato al nuovo campo semantico attraverso ricognizioni non lineari e disinibite
  • 26. SOCIAL NETWORKING diversi legami sociali, di conoscenza casuale, di lavoro, di vincoli affettivi e che hanno la possibilità di connettersi tra di loro mediante le nuove applicazioni di servizi web disponibili. Ci si riferisce ad gruppo di persone connesse tra loro da:
  • 27. SOCIAL NETWORKING Un evento essenziale per lo sviluppo del Web 2.0. Si basa sull’interazione, la collaborazione in rete, la creazione di comunità. Offre la possibilità di condividere documenti con lo sviluppo di audio-video conferencing, Whiki, Blog. Crea il fenomeno della “hackerabilità” (O’Reilly), rendendo possibile l’appropriazione e il rimescolamento di informazioni e servizi, attraverso azioni di mashuping.
  • 29. Per il lancio … E' possibile che uno studente e-learning acquisisca le medesime conoscenze/abilità/competenze di uno studente che segue solo corsi tradizionali?
  • 30. Per il lancio … una risposta Le conoscenze possono essere le stesse. Mentre per le competenze e capacità non sono esattamente le stesse perché “il medium è il messaggio” (McLuhan)
  • 31. Per il lancio … una risposta
  • 32. Per cominciare … si potrebbe usare un Blog a scuola Di che tipo?
  • 33. BLOG COME GRUPPO DI INTERESSE E DI DISCUSSIONE Il gruppo si aggrega nel Blog perché motivato da interessi comuni, per richiesta di informazioni. I processi funzionali sono: per condividere esperienze, per sperimentare ipotesi, per discutere intorno a problematiche condivise.
  • 34. BLOG COME GRUPPO DI LAVORO Il gruppo si aggrega nel Blog per svolgere un lavoro condiviso o commissionato da formatori o enti. È definito negli obiettivi. Il gruppo progetta attività, condivide risorse di partenza comuni, ricerca. In genere è un gruppo di lavoro strutturato. Possono essere gli studenti che svolgono attività sotto la guida di un tutor. Può essere il Blog di un gruppo di formatori , che hanno un compito comune, un progetto, un aggiornamento da portare avanti.
  • 35. BLOG COME COMUNITA’ DI PRATICA DI APPRENDIMENTO “ gruppi di persone che condividono un impegno e una passione per qualcosa che esse fanno e apprendono come farlo meglio attraverso una regolare interazione” (Wenger)
  • 36. COME DEVE ESSERE UN BLOG FORMATIVO WEB 2.0 1 ESSERE COMUNICAZIONE Favorisce la discussione e l’interazione. È una “piazza”come luogo d’incontro e una “bacheca” per postare contenuti in condivisione. Orienta i significati e i codici digitali mediante intenzionalità dei post/commenti e orienta l’abilità di gestione di sé. È strategia comunicativa, che impone nuovi autocontrolli.
  • 37. COME DEVE ESSERE UN BLOG FORMATIVO WEB 2.0 2 DEFINIRE IL TEATRO IL COPIONE, IL PALINSESTO E LE MASCHERE Costruisce il luogo, utilizzando template, colori e multimedia (teatro). Specifica compiti e obiettivi (copione, palinsesto) nei post e in “about us”. Chiede a ciascuno di assumere un ruolo (maschera) di interazione
  • 38. COME DEVE ESSERE UN BLOG FORMATIVO WEB 2.0 3 ESSERE MULTICODICO Con linguaggi testuali, audio, video, iconici, emoticon.
  • 39. COME DEVE ESSERE UN BLOG FORMATIVO WEB 2.0 4 ESSERE ULISSE Crea occasioni di conoscenze nuove. Accoglie proposte. Trova nella rete quello che si cerca. È aperto a nuovi approcci interpretativi. Sperimenta percorsi inconsueti e non previsti. È attento e sensibile a quello che succede attorno alla comunicazione.
  • 40. COME DEVE ESSERE UN BLOG FORMATIVO WEB 2.0 5 REALIZZARE LE PROFEZIE, LASCIANDO MOLTE OMBRE (NON CHIUDERE LA CASA) Richiama il progetto. Propone attività pratiche. Chiede pareri. Sostiene ipotesi. Fa il punto sulla situazione. Pensa a proposte alternative.
  • 41. COME DEVE ESSERE UN BLOG FORMATIVO WEB 2.0 6 ESSERE EPIDEMICO E AUTO-PROMUOVERSI Generando informazioni. Esplodendo in creazioni originali. Nominandosi in modo unico. Iscrivendosi ad aggregatori di blog. Agganciandosi ad altri blog, Rispondendo ai post esterni. Creando blogroll significativi.
  • 43. Usare Facebook a scuola?
  • 44. Usare Facebook a scuola? Come? CREANDO UN GRUPPO DI DISCUSSIONE SU UN ARGOMENTO DEFINITO
  • 45. E PER FINIRE UNA METAFORA ORLANDO
  • 46. Non è ORLANDO di Ariosto È ORLANDO del film di Sally Potter, dal Romanzo di Virginia Woolf.
  • 47. “ Nel tardo XVI secolo , la regina Elisabetta I d'Inghilterra ordina al giovane nobile Orlando di rimanere per sempre giovane. Orlando obbedisce. Hanno così inizio le avventure del nobile attraverso secoli di storia inglese , che gli permetteranno di conoscere una grande varietà di esperienze …” (Wikipedia)
  • 48. Orlando metafora del cambiamento, come noi nel Web 2.0 Infinite mutazioni nella creazione di conoscenza. Trasformazione nell’esperienza.
  • 49.