Successfully reported this slideshow.
We use your LinkedIn profile and activity data to personalize ads and to show you more relevant ads. You can change your ad preferences anytime.

Ldb RivoluzioniControVento_adesso_dossier san paolo

Ldb RivoluzioniControVento_adesso_dossier san paolo

  • Login to see the comments

  • Be the first to like this

Ldb RivoluzioniControVento_adesso_dossier san paolo

  1. 1. " I ‘non n ——'wa. ».. _ ‘ " " ‘J I . I. J _ . J 7 - _ r Ì- w " ‘J 1 '-__' “"2 L . ..__. _ —- . E " -"'-r°—-— __. _ . - v"v w -1.. .‘ _ E . . ___ __ _ . ; v" . ._. y- ‘ I . ' , .f _ _- J u. 4.5 i . . vr-e- ' _- #1- —A ' _ _ S . ,v - -' - ì _ . - a —. ' . i . . - . « m. ' Bari, 20 - 29 Novembre 2014 c/ o A. P.S. Passi da Ciclope, Via Giulio Cozzoli, 4 - Q. re San Paolo Report a cura di: l— Laboratori (q) dal Basso ‘-—' -a-r-t-i- S? ) Reglone Puglia Agenzia regionale unione europea Aree Politiche per la tecnologia I m Fondo sociale europeo I per lo sviluppo e l innovazione il lavoro e l innovazione Laboratorio realizzato con witributo deTI ‘Iniziativa Laboratori dal Basso, azione della Regime miglia oofinanziata dalla LE attraverso il F0 FSE 2007-2013
  2. 2. /’ Aernnaio hiigriinrijnokz‘ Jid. iri—(rrr. "rgi‘, .a 1 x V _ - San Paolo is a neighborhood in the N-W periphery of Bari, far 8 km from the city center. Founded along the edge of Lama Balice 1, its construction started during 1950’s. Above a 20 kmq wide surface, it is mainly compo- sed by three large “historicaI” areas (COMPARTO A, COMPARTO B, COMPARCO C) that represent the so called “C. E.P. ” (Centro Edilizia Popolare) - the first core of social houses built between 1950s and 1970s. The originary urban assets was deeply inspired by the postwar cultural context: COMPARTO A was organized with Iow-density residential blocks, large roads and several open spaces to become gar- dens, playgrounds and spaces for social functions. San Paolo Bari. BA San Paolo m‘ mi Tiaflico Trasporto pubblico Cerca nelle vicinanze g! Il San Paolo è un quartiere sito nella periferia Nord-Ovest di Bari, occupa un'area di oltre 20 Kmq e dista 8 Km dal centro città. Il quartiere, attraversato da Lama Baliceî e fu ini- ziato a costruire negli anni Cinquanta, con successi- vi interventi che giungono fino ai giorni nostri. Esso è composto storicamente da tre aree (COM- PARTO A, COMPARTO B, COMPARTO C) che rappre- sentano il cosiddetto C. E.P. (Centro Edilizia Popola- re): primo comparto di edilizia popolare. L’originario assetto urbano fu profondamente ispi- rato al contesto culturale del dopoguerra: il COM- PARTO A fu organizzato con blocchi residenziali a bassa densità, larghe strade e numerosi spazi aper- ti da destinare a giardini, campi da gioco e spazi sociali.
  3. 3. But since the beginning, because of Iow-budget in- tervention, these urban areas were never properly planned and equipped. The public housing association IACP (Istituto Auto- nomo per le Case Popolari) Ied the plan for Com- parto B and C with more compact and dense hou- sing complexes split by huge abandoned areas. Since then many cooperative societies built housing complexes filling the gap in this sprawl urban asset. Great infrastructures Iike the Hospital — built in 1966 - and the Police Headquarters are still not sa- tisfying the need of infrastructures, structures and collective spaces. In Iast fifty years, San Paolo expanded considerably its heterogeneous population composed by diffe- rent social and economic classes. n" . .0 _ . . ‘ _ _ .7- . . . t, 4 5 > “ , .., ——-__—_- . :_. :.. _.—« —— """ Apart from the middle class, in San Paolo there are significant social diseases: the unemployment rate is remarkable while most of people employed (mainly in the secondary and tertiary sectors) have a Iow education profile. As a consequence, the eco- nomic status of San Paolo families is affected by this uneasy scenario. Since 2011 migratory flows, a huge presence of fo- reigners is registered in the neighborhood. Moreo- ver, it's far at Ieast 3 Km from C. I.E. (Centro Iden- tificazione ed Espulsione of migrants) and C. A.R. A. (Centro Accoglienza Richiedenti Asilo). -; _, ' . _. ._. __. —.î_. _. ._—. ... ___. . v-uu Sin dall'inizio, a causa dell'intervento Iow-cost, i tentativi di pianificare e attrezzare queste aree ur- bane a vocazione pubblica sono rimasti episodici ed isolati. Lo I. A.C. P. (Istituto Autonomo per le Case Popo- lari) promosse il piano per il Comparto B e C con complessi più compatti e densi di case, circondarti e divisi da enormi aree abbandonate, originaria- mente destinate ad aree a verde. Nel corso degli anni, a seguito del Piano di Zona, molte cooperative edilizie sowenzionate hanno edificato interi plessi residenziali, modificando la configurazione urbana del quartiere in un assetto frammentato e disomo- geneo. La costruzione di grandi infrastrutture come l'Ospe- dale San Paolo — costruito nel 1966 — e la Cittadella della Polizia, non soddisfa ancora il bisogno di strut- ture ed infrastrutture e spazi collettivi. ai l - F‘! n -. . uuul ii iaq ‘Ti IL. mq. -.‘ I‘ l‘ ‘ì l)‘ jg-{È/ ÎI 'i ÎÎ-‘r, Cittadella della polizia Police citadel Nel corso di cinquant'anni il quartiere è cresciuto a dismisura, giungendo ad una composizione demo- grafica eterogenea e diversificata per ceti ed estra- zione socioeconomica e culturale. Accanto a livelli culturali e professionali medi, nel San Paolo coesistono situazioni di rilevante svan- taggio economico e socio-culturale: la maggior par- te della popolazione non è andata oltre l'obbligo scolastico ed è occupata prevalentemente nel set- tore secondario e terziario; non pochi sono i casi di disoccupazione, lavoro saltuario ed informale, da cui deriva un livello di benessere economico delle famiglie molto diversificato. Da non sottovalutare inoltre, è la presenza di una buona componente straniera, cresciuta a seguito dei flussi migratori del 2011; rilevante è la vicinanza del C. I.E (Centro di Identificazione ed espulsione) e del C. A.R. A. (Centro Accoglienza Richiedenti Asilo).
  4. 4. viale delle regioni- “i portici" In the analysis of the context, phenomena as ju- venile delinquency and teenage deviant behavior represent a relevant social issue: according to a re- search Ied by the Department of Statistic Science of University of Bari, between 2007-2009 compared with the whole Bari area, San Paolo was at the hi- ghest ranking for number of teenagers in the care of Social Service. Unfortunately, school non-atten- dance still represents a serious issue. Still today, the Iack of public transportation, con- necting San Paolo to the urban center, is the main reason of geographical and social isolation, Iimiting the integration process among San Paolo and the rest of the city: San Paolo as an alienating ‘peri- phery without city’. Istituto comprensivo Grimaldi-Lombardi n ma ì l] ‘lhll inlflji 7* . n - *ÌIIÌ_Ì%{‘ v ‘_ ‘ l‘. liil‘ ' g (zii: H g ll -, .g—. ;i: (. g, a». , .. viale delle regioni- “the arcades” L'analisi del contesto non può fare a meno di evi- denziare -purtroppo- anche fenomeni di devianza minorile e di disagio sociale: solo per citare un dato, le ricerche effettuate dal Dipartimento di Scienze Statistiche dell'Università degli Studi di Bari nel ca- poluogo pugliese (2007-2009), vedono il San Paolo nelle primissime posizioni in quanto a infradiciot- tenni affidati ai servizi sociali. I dati sulla dispersione scolastica, inoltre, confer- mano la fotografia di un quartiere tuttora proble- matico. Ancora oggi, la scarsità di servizi pubblici da cui de- rivano l'isolamento geografico e sociale rispetto al contesto cittadino, limita le possibilità di integrazio- ne ed interazione degli abitanti, riportandone l'im- magine di un quartiere alienante, “di una periferia senza città”.
  5. 5. Although in the course of time several attempts to rehab the area have been experienced, San Paolo is still looking for its own identity, its social referen- ce points in order to improve the quality of Iife of its inhabitants. In such a fragmented scenario, the role of public schools, education institutions and parish churches seems crucial for the promotion of another cultural model based on Iegality and active participation, developing cross-sectorial skills. ‘Torrential gully, shallow, karst in origin, typical of the Apulian region, at one time overrun with water but now mainly dry. Comparto B- “i grattacieli" MOBILITY AND TRANSPORTS As previously said, San Paolo neighbourhood suf- fers both geographical and social isolation: it's di- stant 7-8 Km from Bari city centre and it stands out a Iack of aggregation structures for the promotion of sociality. As a result of this first analysis, the demand of mo- bility is clearly felt — first of aII — to have an easy access to the principal city services (e. g. San Paolo neighbourhood has only one Post Office) and - Ieast but not the Iast — to have a break with quarter life. Generally, the cars and the private vehicles are the most used means of transport to Ieave the quar- ter but the streets present some troubles: most of them are tumbled down and when it rains they get flooded. Nonostante i diversi sforzi di “riqua| ifica" effettuati, il San Paolo è ancora alla faticosa ricerca di una sua identità, impegnato in una difficoltosa costru- zione di punti di riferimento che possano migliorare la qualità della vita dei suoi giovani. In tale scenario frammentato, il ruolo della scuola pubblica, degli istituti di educazione e delle chiese, sembra cruciale la promozione di un altro modello culturale basato sulla legalità e la partecipazione attiva, sviluppare abilità trasversali ai diversi settori. 1 Solco erosivo tipico del paesaggio pugliese, in cui corsi d'acqua effimeri convogliano le acque meteo- riche dall’altopiano della Murgia verso il mare. Comparto B- "the skyscrapers” lîillpl ‘i ‘#25 LA MOBILITA’ NEL QUARTIERE Come detto in precedenza, il quartiere San Paolo vive la continua necessità di creare processi d'inte- grazione volti a ridurre una distanza tra periferia e centro città, non solo spaziale ma anche socio-cul- turale. In numerose indagini condotte negli ultimi anni tra gli abitanti del quartiere, è emersa una forte esi- genza di spostamento, una sorta di “aspirazione" alla mobilità verso il territorio esterno al quartiere. Spesso, questo bisogno è legato alla mancanza di attività di varia natura: da quelle connesse alla cura della persona e della famiglia (come l'acquisto di beni primari), a quelle riguardanti il tempo libero e le quotidiane commissioni (nel quartiere è presente un solo ufficio postale).
  6. 6. During the Iast ten years, public transportation ser- vices have been strengthened: the bus Iines were incremented and nowadays there are three Iines connecting the neighbourhood with the city centre (Iine 3, 13 and 33). Moreover, in 2007 the metro building was comple- ted: it connects the principal strategic points in San Paolo (such as: the hospital, the municipality, the second grade school “Majorana" and the police sta- tion) with the central train station (Bari Centrale). Although this, multimodality mobility is not promo- ted and provided: metro doesn't allow to carry the bicycle on the wagons and San Paolo neighbourho- od is not equipped with bike paths to connect it to the city centre. I r i2 ' l l i 01m. - 56., ’ . ' E i3 Viale delle regioni Anche i giovani spesso connettono il problema della mobilità al forte desiderio di trovare spazi ed occa- sioni di aggregazione e socializzazione nel territo- rio: nel quartiere, infatti, non esistono cinema, te- atri, pub, o luoghi di ritrovo come piazze e giardini attrezzati. Anche gli spostamenti con i mezzi propri sono osta- colati dalla presenza di passaggi a livello chiusi per molto tempo e da strade disastrate e spesso sog- gette ad allagamenti. Negli ultimi anni il trasporto pubblico è stato po- tenziato: I'AMTAB (Azienda Mobilità e Trasporti Au- tobus Bari) oggi prevede tre linee di autobus per raggiungere il centro città (03 — 13 — 33). Nel 2007, inoltre, è stata ultimata la nuova linea metropoli- tana che, partendo dall'Ospedale San Paolo attra- verso i principali punti strategici del quartiere, lo collega alla stazione centrale di Bari. Metro San Paolo
  7. 7. Moreover, the unique street that connects San Pao- Io to the centre (Viale Europa) is not large enough to allow a bicycle path building. Even though the traffic is not a big problem within the San Paolo (cause of the lack of services and shops and thanks to large spaces and streets) the transport system within the neighbourhood is felt as problematic especially from house to school and work. From one point of view, the presence of large spa- ces and streets in the neighbourhood suggests cycling measures building (in fact, the newest buil- ding zones are equipped with bike Ianes, for a total amount of 2 Km); from another point of view - at the present moment - this means that cars go fast getting dangerous the bicycle mobility. Tratto di pista ciclabile nei pressi di piazza Europa Bicycle lane near piazza Europa f, Tuttavia la Metro è l'unica linea all'interno del ser- vizio offerto dalle Ferrovie del Nord Barese a non prevedere la possibilità di trasportare la bicicletta, non essendo adeguatamente attrezzata. Il San Paolo non è dotato di piste ciclabili (fatta eccezione per i 2 Km presenti nel Comparto B di re- cente costruzione), tantomeno sembra ci sia la pos- sibilità di attrezzare l'unica strada che lo connette al centro (Viale Europa) con un percorso ciclabile. Sebbene il traffico all'interno del quartiere non rap- presenti un grande problema (ciò anche a causa della mancanza di servizi e negozi), il sistema di tra- sporto è percepito come problematico, soprattutto per quanto concerne lo spostamento casa - scuola e casa - lavoro. La presenza di larghi spazi e strade suggerirebbe la possibilità di attrezzare il quartiere con misure volte a renderlo bike friendly; da un altro punto di vista — al momento — una siffatta conformazione compor- ta uno scorrimento ad alta velocità da parte delle macchine, rendendo pericolosa la mobilità in bici.
  8. 8. SAFETY AND SECURITY Inhabitants in the neighbourhood feel the sense of insecurity as one of the biggest problems: some studies reveal an upsetting crime rate, product of social deprivation and urban blight. During the Iast year, a new gang war is being carrying out in the neighbourhood, were two families are facing each other for territorial control. In 2007 San Paolo, in fact, was the Bari record hol- der for juvenile recruitment in racquet activities, generally caused by the lack of benchmarks in the family or by disadvantage situation and social de- privation. The massive presence of Police and Guardia di Fi- nanza (in San Paolo, in fact, there is a headquarter for each mentioned armed force) doesn't work out the problem, as the criminality is deep rooted in some zones of the neighbourhood where - thanks to its urban and social conformation - the gangs can effectively pursue a territory control strategy. l l . i WllllIll-lllirii‘ i! g, giiiiiiiiiiiiiiuiiiiiiii m. ” r. .. . . . LA SICUREZZA NEL QUARTIERE SAN PAOLO Il dato sulla criminalità nel quartiere San Paolo è sconvolgente: nel tempo l'organizzazione criminale è riuscita a creare una vera e propria strategia di controllo diffuso del territorio, sfruttando la confor- mazione dello spazio urbano — isolato, buio e mime- tizzato — a proprio vantaggio. Ancora più sconcertante è il dato sul reclutamento dei minorenni nelle attività di criminalità organizza- ta: nel 2007 il San Paolo deteneva il primato tra le periferie baresi in termini di devianza minorile, cau- sata spesso dalla mancanza di punti di riferimento in famiglia o da situazioni di disagio e marginalità sociale. Ad oggi è in corso una guerra fra famiglie per il controllo del territorio. Nonostante la presenza del Polifunzionale della Po- lizia di Stato all'interno del quartiere, la percezione del livello di sicurezza è tutt'oggi molto bassa: ri- prova di tale dato sono le cancellate di ferro e le reti di filo spinato presenti sulla maggior parte delle abitazioni. E’ chiaro che non basta un presidio costante di po- lizia per generare sicurezza: l'azione di polizia di- viene sterile strumento di ordine pubblico, se non sostenuta da un cambiamento culturale.
  9. 9. Y , L. Passi da Ciclope Aps THIRD SECTOR AND ACTIVE CITIZENSHIP A positive factor comes out of a well-developed third sector, Iaic and religious, voluntary or not. Each organization has a specific field of intervention in social field (socio-cultural, socio-educational and socio- sportive). The biggest social enterprises are “Giovanni Pao- lo II Foundation", the C. A.P. S. (Psycho Social Help Centre) and “A| berotanza": we're speaking about private social cooperatives that work with underage people. Relevant is the presence of seven churches with their social centres, mainly targeted children and teenagers. The Municipal Socio Educative Centre — that tries to coordinate the intervention among the various social workers in the neighbourhood - acts a great role. Although the lack of political and social centres (such as cinemas, clubs or furnished squares and gardens) San Paolo saw (in 1992 and 2005) the birth of important experiences of active citizenship participation (Comitato di Sorveglianza Sociale and Progetto di Partecipazione Urbana) who were sup- posed to tackle territorial problems. TERZO SETTORE E PARTECIPAZIONE ATTIVA Il quartiere San Paolo vanta oggi la presenza di grandi e significative realtà (laiche e religiose, spon- tanee o sottoforma di associazioni e cooperative) ciascuna con una propria specificità di intervento di carattere socio culturale, socio educativo, socio sportivo e socio spirituale. Le più importanti sono rappresentate dalla “Fonda- zione Giovanni Paolo II", dal “C. A.P. S.” (Centro di Aiuto Psico Sociale) e dal centro diurno “A| berotan- za"; il quartiere vanta, inoltre, la presenza di sette parrocchie con relativi oratori che svolgono attività di centri sociali giovanili. Un ruolo importante è svolto dal Settore dei Servizi Socio Educativi della Circoscrizione che, attraverso le sue attività, cerca di coordinare gli interventi de- gli operatori sul quartiere. Nonostante l'assenza di luoghi d'incontro politici e culturali, il San Paolo vanta alcune importanti espe- rienze di partecipazione attiva della cittadinanza, come ad esempio la nascita di un “comitato di sor- veglianza sociale" (1992) e del progetto di parte- cipazione urbana (2005). Oggigiorno esiste un co- mitato di quartiere: il Comitato Nuova San Paolo, attivo principalmente nella zona di nuova costruzio- ne (Comparto B).
  10. 10. i1‘ l l ‘f g» . l URBAN REGENERATION o Piazza Europa Thanks to POR Puglia Funds 2000-2006 — MISUTA 7.1 and the private sector financing participation, in San Paolo were realized a series of requalification programmes: a project financing aimed at building streets, parking and bike lane aII along the new bu- siness pole called Piazza Europa. The business pole includes places for cash and carry, an hypermarket and a sportive centre. Nowadays, some places in the new structure are empty or — anyway - little shops do business hardly as the rental price is high; although this, in the evening Piazza Europa is popu- Iated by young people. x. ‘ res- Lama Balice l‘ i. lΑ. ‘.‘}. ‘.‘"Î_‘/ É. . ._ . . '. l. —?. ilfl‘ . i ‘ LA RIQUALIFICAZIONE URBANA o Piazza Europa A partire dal 2000 sono stati realizzati numerosi in- terventi di riqualificazione del quartiere che - grazie all'intervento congiunto di fondi pubblici e privati - hanno portato alla costruzione della Linea Metropo- litana e di un'area con strutture attrezzate nell'am- bito commerciale e sportivo. L'area di cui sopra (Piazza Europa), include un ipermercato, piastre di esercizi commerciali ed un centro sportivo attrez- zato. Tuttavia, alcuni locali sono vuoti, o arrancano negli affari, a causa dell'elevato prezzo dell'affitto; nonostante ciò, di sera Piazza Europa si popola di ragazzi.
  11. 11. e Parco Naturale Regionale Lama Balice An important initiative in the frame of neighbourho- od requalification was the institution of the Parco Naturale Regionale Lama Balice, born in 2007. The water knife, in fact, sources from Bitonto and cros- ses the North side of the neighbourhood. Today the Park is being active, promoting activities designed to value the water knife and biodiversity in it, involving schools, family and inhabitants of Bari. Although the network of actors that takes care of Lama Balice Park is striving to promote it, people in San Paolo don't consider Lama Balice as a eco- nomical resource. Today exists a quarter Committee (Comitato nuova San Paolo) which is active overall in the new buil- ding zone. e The old High School L. Azzarita Another requalification initiative concerns the disu- sed junior high school “Leonardo Azzarita": today, in fact, it hosts 40 somali immigrates, a sportive and a voluntary association. In May 2014 the municipality approved the execu- tive project for the requalification of the building in San Paolo neighbourhood, in the framework of Eu- ropean funds (PON Sicurezza per lo sviluppo obiet- tivo Convergenza 2007-2013 — Progetto Ferrhotel), which provide 2 million euro. e Parco Naturale Regionale Lama Balice Un'importante iniziativa nel quadro del progetto di riqualificazione del quartiere San Paolo è stata l'isti- tuzione del Parco Naturale Regionale Lama Balice, nato nel 2007. La lama infatti, parte da Bitonto ed attraversa la zona Nord del quartiere. Il Parco oggi è attivo e promuove iniziative volte alla valorizzazio- ne della Lama e della biodiversità in esso presente, coinvolgendo le scuole, le famiglie e gli abitanti del territorio. Ciononostante, i residenti del quartiere non considerano ancora il parco come una risor- sa in termini di occupazione e crescita economica, sottovalutando di fatto le sue innumerevoli poten- zialità. o Ex-Scuola Secondaria L. Azzarita Un'altra importante iniziativa di riqualificazione del quartiere riguarda l'ex scuola secondaria “Leonar- do Azzarita"; scuola inizialmente abbandonata che oggi ospita 40 immigrati somali, un'associazione sportiva ed una di volontariato. Nel Maggio 2014, il Comune ha approvato un progetto esecutivo di riqualificazione dell'edificio, stanziando 2 milioni di euro. Il finanziamento del progetto Ferrhotel, rien- tra nel PON Sicurezza per lo sviluppo obiettivo Con- vergenza 2007-2013.
  12. 12. BIBLIOGRAPHY and SITOGRAPHY | BIBLIOGRAFIA e SITOGRAFIA - F. Scardigno e F. Bottalico (a cura di), IDENTITA’ FORTI E POLITICHE DEBOLI - Uno studio etnografico nella periferia del San Paolo a Bari, Edizioni IDOS, Roma, 2007. - “II quartiere San Paolo visto da qui. Laboratorio di progettazione urbana partecipato" - Assessorato Diritti Civili e Sociali del Comune di Bari - Fondazione Giovanni Paolo II Onlus - Fondazione Dioguardi - Laborato- rio Città Pubblica - http: //quotidianodibari. it/ articoli/ cronaca/ extracomunitari-daI-ferrhotel-aIlex-scuola-azzarit/ #.VFEMIPSG- 8sc - http: //www. cdbiagiogrimaIdi. com/ index. php? option= com_content&view= article&id=32:i| -quartie- re-san-paoIo-le-risorse-del-territorio&catid= 10&Itemid= 107 - http: //www. baritoday. it/ cronaca/ sparatoria-san-paolo-ferito—gaetano-| oiacono-30-settembre-2014.html This research is written, translated and edited by Melita Messina Michele Giovinazzo Eleonora Adesso Corrado Rosato Photos by Michele Giovinazzo, Eleonora Adesso, Google Maps November 2014

×