U.d.1 ingresso e_soggiorno_dello_straniero

1,009 views

Published on

bello

Published in: Education, Travel
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
1,009
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
10
Actions
Shares
0
Downloads
0
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

U.d.1 ingresso e_soggiorno_dello_straniero

  1. 1. INGRESSO E SOGGIORNO DELLO STRANIERO NEL TERRITORIO ITALIANO P. Frisi FORMAZIONE ON LINE MODULO 1 Ltt Diritto Economia ANNO SCOLASTICO 2008 / 2009 dal sito ttp ://www.hellodir.com/articoli- guide/785/ A cura di: ROBERTO MININNI & ETTORE CIPOLLONE Fonti: Manuale pratico di Diritto dell’immigrazione di V. Musacchio, CEDAM La disciplina dell’immigrazione e i diritti degli stranieri di A. Liberati,CEDAM
  2. 2. INGRESSO DELLO STRANIERO <ul><ul><li>Per poter risiedere legalmente in territorio italiano, il cittadino straniero è obbligato a richiedere il permesso di soggiorno entro e non oltre otto giorni dall’entrata in Italia. </li></ul></ul><ul><ul><li>Organo competente per il rilascio del suddetto documento è il Questore della provincia in cui lo straniero ha stabilito la sua dimora. </li></ul></ul><ul><ul><li>Dopo la convenzione stipulata il 30 gennaio 2006 tra Ministero dell’Interno e Poste Italiane s.p.a. è possibile chiedere il rilascio o il rinnovo del permesso di soggiorno anche attraverso gli uffici postali, compilando un apposito Kit. </li></ul></ul>
  3. 3. PRIMI OBBLIGHI <ul><ul><li>La durata del permesso di soggiorno non rilasciato per lavoro è quella prevista dal visto di ingresso e comunque non può superare: </li></ul></ul><ul><ul><li>tre mesi per visite, affari e turismo; </li></ul></ul><ul><ul><li>un anno, in relazione alla frequenza di un corso per studio o per formazione debitamente certificata, il permesso è tuttavia rinnovabile annualmente nel caso di corsi pluriennali; </li></ul></ul><ul><ul><li>le necessità strettamente documentate e previste dal T.U. sull’immigrazione e dal relativo regolamento di attuazione. </li></ul></ul>
  4. 4. SEGUE PRIMI OBBLIGHI IN CASO DI LAVORO <ul><ul><li>La durata del permesso di soggiorno per lavoro è quella prevista dal contratto di soggiorno e comunque non può superare: </li></ul></ul><ul><ul><li>in relazione ad uno o più contratti di lavoro stagionale, la durata complessiva di nove mesi; </li></ul></ul><ul><ul><li>in relazione ad un contratto di lavoro subordinato a tempo determinato, la durata di un anno; </li></ul></ul><ul><ul><li>in relazione ad un contratto di lavoro subordinato a tempo indeterminato la durata di due anni. </li></ul></ul><ul><ul><li>Possono inoltre soggiornare nel territorio dello Stato gli stranieri muniti di permesso di soggiorno per lavoro autonomo rilasciato sulla base della certificazione della competente rappresentanza diplomatica o consolare italiana della sussistenza dei requisiti previsti dall’articolo 26 del T.U. ed il relativo permesso di soggiorno non può avere una validità superiore a due anni. </li></ul></ul>
  5. 5. ULTERIORI FORMALITA’ <ul><ul><li>Al ritiro del relativo permesso di soggiorno occorre documentare : </li></ul></ul><ul><ul><li>l’iscrizione al Servizio Sanitario Nazionale (anche per eventuali familiari a carico); </li></ul></ul><ul><ul><li>polizza assicurativa con enti italiani o stranieri. </li></ul></ul><ul><ul><li>In caso di straniero che intende rimanere in Italia per non più di trenta giorni e che sia munito di regolare passaporto vi è la possibilità di rilascio allo straniero della semplice ricevuta dell’istanza presentata per ottenere il permesso di soggiorno. </li></ul></ul><ul><ul><li>In caso di straniero che deve rimanere in Italia per motivi sanitari o religiosi vi è la possibilità di rilascio all’esercente o al responsabile della struttura ospedaliera o religiosa della semplice ricevuta dell’istanza presentata per ottenere il permesso di soggiorno. </li></ul></ul>
  6. 6. <ul><li>RINNOVO DEL PERMESSO DI SOGGIORNO </li></ul><ul><li>Il rinnovo del permesso di soggiorno è richiesto dallo straniero al questore della provincia in cui dimora, almeno novanta giorni prima della scadenza in caso di lavoro subordinato a tempo indeterminato, sessanta giorni prima della scadenza in caso di lavoro a tempo determinato, trenta giorni prima della scadenza negli altri casi. </li></ul><ul><li>Il permesso di soggiorno è rinnovato per una durata non superiore a quella stabilita con rilascio iniziale ed è sottoposto alla verifica delle condizioni richieste per il rilascio. </li></ul>
  7. 7. <ul><li>RIFIUTO E REVOCA DEL PERMESSO DI SOGGIORNO </li></ul>Il permesso di soggiorno può essere revocato o rifiutato nel caso in cui non sussistano i seguenti requisiti essenziali: <ul><li>documento valido per l’attraversamento della frontiera; </li></ul><ul><li>la non sussistenza dei requisiti di pericolosità per l’ordine pubblico, la sicurezza interna ed internazionale; </li></ul><ul><li>l’inesistenza di segnalazioni sulla non ammissione in territorio da parte degli Stati aderenti agli accordi di Schengen; </li></ul><ul><li>il visto di ingresso ove espressamente richiesto; </li></ul><ul><li>La dimostrazione di sufficienti mezzi di sussistenza. </li></ul>
  8. 8. <ul><li>ISCRIZIONE ANAGRAFICA </li></ul><ul><li>Per richiedere ed ottenere l’iscrizione anagrafica il cittadino straniero deve presentare all’Ufficio Anagrafe : </li></ul><ul><li>passaporto o altro idoneo documento di identità; </li></ul><ul><li>permesso di soggiorno di durata non inferiore ad un anno o in alternativa l’iscrizione ottenuta da altro Comune da almeno un anno; </li></ul><ul><li>certificati attestanti la composizione del nucleo familiare del Paese di provenienza. </li></ul>
  9. 9. <ul><li>Permesso di soggiorno CE per soggiornanti di lungo periodo. (Carta di soggiorno per cittadini stranieri) </li></ul>Dall'8 gennaio 2007, la carta di soggiorno per cittadini stranieri è stata sostituita dal permesso di soggiorno CE per soggiornanti di lungo periodo . Questo tipo permesso di soggiorno è a tempo indeterminato e può essere richiesto solo a chi possiede un permesso di soggiorno da almeno 5 anni . Il permesso deve essere rinnovato ogni cinque anni, ma solo ai fini documentali posto che l’autorizzazione ha carattere permanente. La domanda va presentata presso gli uffici postali oppure, senza utilizzare il kit, ci si può recare presso i Comuni che offrono questo servizio o presso i Patronati .
  10. 10. <ul><li>Permesso di soggiorno CE (Continuazione) </li></ul>Alla domanda è necessario allegare: copia del passaporto o documento equipollente, in corso di validità; copia della dichiarazione dei redditi (il reddito deve essere superiore all'importo annuo dell'assegno sociale); per i collaboratori domestici (colf/badanti): esibizione dei bollettini INPS o estratto contributivo analitico rilasciato dall'INPS; certificato casellario giudiziale e certificato delle iscrizioni relative ai procedimenti penali; un alloggio idoneo documentato se la domanda è presentata anche per i familiari; copie delle buste paga relative all'anno in corso; documentazione relativa alla residenza e allo stato di famiglia; bollettino postale di pagamento del permesso di soggiorno elettronico (€ 27,50) contrassegno telematico da euro 14,62 Il costo della raccomandata è di euro 30.
  11. 11. <ul><li>Permesso di soggiorno CE (Continuazione) </li></ul>l permesso di soggiorno CE non può essere rilasciato a chi è pericoloso per l'ordine pubblico e la sicurezza dello Stato. La richiesta può essere presentata anche per il coniuge, i figli minori e, se a carico, per i figli maggiorenni e per i propri genitori. Per ottenere il permesso CE anche per i familiari, oltre ai documenti elencati sopra, è necessario: avere un reddito sufficiente alla composizione del nucleo familiare. Nel caso di due o più figli, di età inferiore ai 14 anni, il reddito minimo deve essere pari al doppio dell'importo annuo dell'assegno sociale; avere la certificazione anagrafica che attesti il rapporto familiare. La documentazione proveniente dall'estero dovrà essere tradotta, legalizzata e validata dall'autorità consolare nel Paese di appartenenza o di stabile residenza dello straniero.
  12. 12. <ul><li>Permesso di soggiorno CE (Continuazione) </li></ul>Con il permesso di soggiorno CE è possibile: entrare in Italia senza visto; svolgere attività lavorativa; usufruire dei servizi e delle prestazioni erogate dalla pubblica amministrazione; partecipare alla vita pubblica locale.
  13. 13. <ul><li>Permesso di soggiorno CE (Continuazione) </li></ul>Lo straniero titolare di un permesso di soggiorno CE, rilasciato da altro Stato membro, può rimanere in Italia oltre i 3 mesi, per: esercitare un'attività economica come lavoratore regolare; frequentare corsi di studio o di formazione professionale; soggiornare, dimostrando di avere sufficienti mezzi di sostentamento (reddito superiore al doppio dell'importo minimo previsto per l'esenzione della spesa sanitaria) e stipulando un'assicurazione sanitaria per l'intero periodo del soggiorno. In questo caso lo straniero titolare ottiene un permesso di soggiorno mentre ai familiari verrà rilasciato un permesso di soggiorno per motivi di famiglia .
  14. 14. <ul><li>Divieti e revoche </li></ul>Non è possibile richiedere il permesso di soggiorno CE nei seguenti casi: per motivi di studio o formazione professionale; per soggiorni a titolo di protezione temporanea o per motivi umanitari; per asilo o in attesa del riconoscimento dello status di rifugiato; per possesso di un permesso di soggiorno di breve durata; ai diplomatici, i consoli, i soggetti che godono di funzioni equiparate e i membri di rappresentanze accreditate presso organizzazioni internazionali di carattere universale. Non può nemmeno essere rilasciato agli stranieri pericolosi per l’ordine pubblico e la sicurezza dello Stato.
  15. 15. <ul><li>Divieti e revoche (Continuazione) </li></ul>Il permesso di soggiorno CE è revocato: se acquisito fraudolentemente; in caso di espulsione; quando vengono a mancare le condizioni per il rilascio; in caso di assenza dal territorio dell'Unione per un periodo di 12 mesi consecutivi; in caso di ottenimento di un permesso di soggiorno di lungo periodo da parte di un altro Stato membro dell'Unione europea; in caso di assenza dal territorio dello Stato per un periodo di dodici mesi consecutivi.

×