Successfully reported this slideshow.
We use your LinkedIn profile and activity data to personalize ads and to show you more relevant ads. You can change your ad preferences anytime.

Aipo Firenze (7 Des 07)

1,416 views

Published on

Congresso AIPO Fisenze 2007

Published in: Health & Medicine
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

Aipo Firenze (7 Des 07)

  1. 1. Quali sono le strategie per ridurre il rischio di ospedalizzazione? Joan Escarrabill MD Hospital Universitari de Bellvitge L’Hospitalet (Barcelona) jescarra @ csub . scs .es www . slideshare . net / jescarra Firenze, 7 de dicembre de 2007
  2. 2. Agenda <ul><li>Perché è importante ridurre le ospedalizzazioni? </li></ul><ul><li>Quali, le esperienze precedenti in questo senso? </li></ul><ul><li>Cosa si può fare? </li></ul>
  3. 3. Costo del trattamento della BPCO in Spagna Masa et al. Arch Bronconeumol 2004;40:72-79
  4. 4. 12% 57% Soler JJ et al. Arch Bronconeumol 2001;37:375-81 In pochi consumano molte risorse Più grave è il paziente e più spende
  5. 5. Chest 2003;123:784-91
  6. 6. Argomenti clinici che giustificano evitare le ammissioni ospedaliere Gli argomenti economici sono senz’altro importanti, vi sono però al meno quattro argomenti clinici a giustificare il nostro interesse nel ridurre le ammissioni
  7. 7. Allettamento Impatto negativo dell’ospedalizzazione
  8. 8. Isolamento Impatto negativo dell’ospedalizzazione
  9. 9. Farmaci Impatto negativo dell’ospedalizzazione Si produce, come minimo, un errore nell’amministrazione i.v. > 50% Errori potenzialmente gravi 1% <ul><ul><li>Taxis K. BMJ 2003;326:684-8 </li></ul></ul>
  10. 10. Impatto negativo dell’ospedalizzazione <ul><li>Liste d’attesa </li></ul><ul><li>Ritardi nelle ammissioni dei malati </li></ul><ul><li>Lunghe permanenze al pronto soccorso </li></ul><ul><li>Permanenza inappropriata in ospedale: </li></ul><ul><ul><li>Lettino </li></ul></ul><ul><ul><li>Corridoio </li></ul></ul>Indice di rotazione dei letti Utilizzo sociale delle risorse
  11. 11. Agenda <ul><li>Perché è importante ridurre le ospedalizzazioni? </li></ul><ul><li>Quali, le esperienze precedenti in questo senso? </li></ul><ul><li>Cosa si può fare? </li></ul>
  12. 12. Primi problemi Risulta difficile definire l’esacerbazione E’ difficile valutare la gravità dell’esacerbazione Il criterio d’ammissione è variabile L’attenzione ospedaliera offerta ai pazienti è molto variabile
  13. 13. Permanenza media/ riammissioni 9,87 10,07 8,66 7,05 6,80 12,63 8,96 10,86 10,57 10,84 8,23 5,99 7,57 11,80 10,13 10,00 8,49 8,25 7,56 6,48 7,93 9,48 10,75 10,17 8,26 8,41 7,77 5,60 8,35 10,88 10,19 9,48 0 2 4 6 8 10 12 14 Permanenza media 2001 2002 2003 2004 A B C D E F H G 2001 2002 2003 2004 12,4% 14,0% 11,0% 20,3% 17,8% 15,3% 24,4% 12,1% 9,0% 23,5% 19,0% 22,0% 17,4% 11,8% 30,1% 13,8% 10,7% 23,5% 17,5% 18,0% 17,5% 15,3% 27,2% 13,9% 11,1% 30,3% 16,7% 21,4% 18,5% 11,2% 27,1% 13,2% 0% 5% 10% 15% 20% 25% 30% 35% Riammissioni/30 giorni A B C D E F H G
  14. 14. La gravità dell’esacerbazione Rodriguez Roisin R. Thorax 2006;61:535-44 Arch Bronconeumol 2001;37:297-3116 Criteri di gravità Clinica Gasometria arteriale Radiografie
  15. 15. Criteri di terapia ospedaliera NICE Thorax 2004;59:131-56
  16. 16. Ulteriori elementi <ul><li>Ammissioni precedenti </li></ul><ul><li>Totalizzazione dei giorni dell’anno in cui il paziente è stato in ospedale </li></ul><ul><li>Preferenze del paziente </li></ul>Spesso e volentieri l’esacerbazione viene valutata senza alcuna prospettiva Parlare di ammissioni occasionali e parlare di ammissioni “revolving door”, è parlare di due cose diverse
  17. 17. Chest 2004;125:473-81 Visita precedente Frequenza respiratoria Attività fisica Su ogni cinque pazienti, uno torna entro quindici giorni
  18. 18. Respir Med 2006;100:332-9 327 pazienti BPCO ammessi per esacerbazione
  19. 19. AJRCCM 2001;164:1002-7 E’ importante conoscere l’attenzione ospedaliera ricevuta dal paziente prima della sua ammissione > 3 ammissioni l’anno precedente Situazione clinica precedente (FEV1) Ammissione precedente Pazienti con ipoxemia cronica senza ossigeno
  20. 20. Chest 2001;119:364-9.
  21. 21. n = 94 (tutti BPCO + ossigeno) 83% uomini Media d’età di 68  8 anni FEV1 40  11 % teorico. n = 94 46 Home care 48 Control Chest 2001;119:364-9. <ul><ul><li>Prima visita domiciliaria per valutazione. </li></ul></ul><ul><ul><li>Telefonata mensile. </li></ul></ul><ul><ul><li>Visita a domicilio trimestrale (infermiera). </li></ul></ul><ul><ul><li>Facile acceso diurno all’ospedale (previa telefonata) </li></ul></ul>Home Care
  22. 22. Consumo di risorse sanitarie trascorsi 12 mesi d’Home Care ± ± ± ± ± ±
  23. 23. Eur Respir J 2001;17:1138-42 Supervisione della dimissione Un’infermiera effettua una visita a domicilio al paziente, dopo che esso sia stato dimesso
  24. 24. BPCO: Ospedalizzazione domiciliaria Skwarska. Thorax 2000;55;907-12 Cotton. Thorax 2000;55;902-6 Davies. BMJ 2000;321:1265-8 Hernández. Eur Resp J 2003;21:58-6
  25. 25. <ul><li>Pogrammi eterogenei </li></ul><ul><li>Non è necessario che siano troppo complessi </li></ul><ul><li>Il ruolo dell’infermeria è di fondamentale importanza </li></ul><ul><li>Piccoli gruppi di pazienti </li></ul><ul><li>Impatto limitato nell’ospedale </li></ul>
  26. 26. Agenda <ul><li>Perché è importante ridurre le ospedalizzazioni? </li></ul><ul><li>Quali, le esperienze precedenti in questo senso? </li></ul><ul><li>Cosa si può fare? </li></ul>
  27. 27. Incertezze C’è bisogno di ulteriori studi per conoscere l’impatto del self care, la riabilitazione o la ventilazione non invasiva, nella prevenzione delle esacerbazioni Wedzicha & Seemengal. Lancet 2007;370:786 -96 Langsetmo L et al. Am J Respir Crit Care Med. 2007 Nov 29 [Epub ahead of print] N = 421 pazienti 2,7 esacerbazioni / anno < 1/3 vengono identificati Età FEV1 Primi sintomi Giorno della settimana
  28. 28. AJRCCM 2006;173:1390-1413 Impatto nel consumo delle risorse Non migliora la sopravivenza Quanti pazienti partecipano ad un programma di riabilitazione polmonare? Un’alta percentuale dei malati non vuole partecipare ad alcun programma di riabilitazione polmonare
  29. 29. Chron Resp Dis 2006;3:187-93 Revisione della terapia Educazione Informazione scritta Non si verificano cambiamenti nelle esacerbazioni Si posticipano le ricadute Visita de una fisioterapista dopo la dimissione ospedaliera
  30. 30. Arch Intern Med 2003;163:585-591 Visita settimanale di un professionista sanitario per una durata di 2 mesi , seguita da una telefonata mensile Ammissioni Visite al pronto soccorso  39.8%  41.0%
  31. 31. Rischio di ammissione Massimi benefici dopo 4 mesi
  32. 32. Eur Respir J 2005;26:853-7
  33. 33. www.expertpatients.nhs.uk/
  34. 34. Eur Respir J 2006;28:123-30 Inervento dell’integrated care Programma d’assisenza personalizzata Coodinamento tra i diversi dispositivi assistenziali Valutazione globale Funzione respiratoria Co-morbilità Problemi sociali Disabituarsi al fumo Conoscenza della malattia Trattamenti inalatori Attività fisica Segni e sintomi d’allarme Educazione (self care)
  35. 35. Eur Respir J 2006;28:123-30
  36. 36. Eur Respir J 2006;28:123-30
  37. 37. Attività fisica <ul><li>I pazienti con BPCO que realizzano una qualche attività fisica in modo regolare rischiano molto meno le ammissioni ospedaliere </li></ul>Garcia-Aymerich J et al. Thorax. 2006;61:772-8 17% Non svolgono nessun tipo d’esercizio fisico EFRAM n=346
  38. 38. Evitare le ammisioni nella BPCO: Perchè non capovolgiamo la mappa?
  39. 39. AJRCCM 2000;161:1513-7 Rischio di riammisione Il rischio di riammisione s’incrementa di un 39% nei malati che permangono in ospedale al di sotto dei quattro giorni
  40. 40. Permanenza in ospedale Ann Intern Med. 2006;144:894-903 Pochi giorni = negativo Molti giorni = aumento del rischio
  41. 41. “ Aumento della permanenza” 1 luglio 2006 – 30 giugno 2007 1325 ammissioni (tra 1-12 ammisioni / paziente) 144 pazienti 2 ammissioni 58 pazienti 3 ammissioni 57 pazienti 3 ammissioni 798 pazienti con BPCO Attività fisica. Terapia occupazionale Nutrizione Supporto psicologico Convalescenza = ammissione in un “hospice”
  42. 42. Programma di “telepneumologia” Fondazione Salvatore Maugeri Vitacca M. Telemed & e-Health 2007;13:1-5 Elementi tecnici Accesso ai professionisti sanitari Supporto Generale Infermiera Tutor Infermier per risolvere i problemi Accesso al medico del pronto soccorso 24 h/day Materiale educativo Vincolo con il medico di famiglia Pulsioximetria / HR Pneumotacograph Call center Monitoraggio telemetrico
  43. 43. Alcuni suggerimenti Self Care Stop smoking Esercizio Informazione scritta Expert patient Garcia-Aymerich J et al. Respir Med. 2007;101:1462-9 Programma d’assistenza Infermeria Call center (telemedicine) Assistenza globale Supervisione della dimisione precoce Accessibilità Far poco è meglio di niente

×