Successfully reported this slideshow.
We use your LinkedIn profile and activity data to personalize ads and to show you more relevant ads. You can change your ad preferences anytime.

Presentazione Scuole PRIMARIE

20,146 views

Published on

Presentazione delle Scuole Primarie dell'Istituto Comprensivo 1° di Castelfranco Veneto (TV).
Per l'Anno Scolastico 2018-2019

Published in: Education
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

Presentazione Scuole PRIMARIE

  1. 1. La scuola primaria è regolata dall’art.4 del Regolamento sul primo ciclo approvato con D.P.R. del 20 marzo 2009, n. 89.
  2. 2. Scuola primaria • Si devono iscrivere i bambini che compiono 6 anni entro il 31/12 dell’a.s. di riferimento (2018); • Si possono iscrivere anticipatamente quelli che compiono i 6 anni entro il 30 aprile dell’anno successivo (2019). • Non è consentita, anche in presenza di disponibilità di posti, l’iscrizione alla prima classe della scuola primaria di bambine e bambini che compiono i sei anni di età successivamente al 30 aprile 2019 • L’iscrizione può essere effettuata presso la scuola del territorio di appartenenza o anche presso altra istituzione scolastica. • Resta inteso che le famiglie possono presentare una sola domanda di iscrizione
  3. 3. LA LEGISLAZIONE D.P.R. N. 89, 20 MARZO 2009 Modelli possibili di orario 24 ore 27 ore Fino a 30 ore 40 ore Tempo Pieno I modelli di organizzazione della didattica trovano applicazione sulla base della scelta delle famiglie e, per i modelli a 30 e 40 ore, in rapporto all’organico assegnato e alla disponibilità di adeguati servizi.
  4. 4. Modello 24 ore settimanali • La Legge 169/2008, per la classe funzionante a 24 ore settimanali, introduce il modello dell’insegnante unico di riferimento; • L’adozione del modello di 24 ore settimanali si rende possibile solo in presenza di un numero di domande che consenta la formazione di una classe
  5. 5. Modello 27 ore settimanali • Corrisponde al modello didattico previsto dal DL.vo 59/2004, con esclusione delle attività opzionali/facoltative e si attua a richiesta delle famiglie. • Di conseguenza, qualsiasi articolazione la scuola applichi a tale modello, le 27 ore riguardano insegnamenti obbligatori.
  6. 6. Modello 40 ore settimanali • Le modalità di realizzazione del tempo pieno rimangono quelle previste (legge n. 176 del 25 ottobre 2007) consistenti nell’articolazione di un unico progetto educativo sviluppato su tutte le 40 ore, senza alcuna distinzione tra le attività didattiche del mattino e quelle del pomeriggio
  7. 7. • Ogni scelta potrà essere attivata solo in presenza di un numero di alunni che consenta la costituzione di un gruppo classe (non meno di 15 alunni) • L’accoglimento delle opzioni fino a 30 ore e per le 40 ore è subordinato all’esistenza delle risorse in organico
  8. 8. CRITERI PER LA FORMAZIONE CLASSI Il DPR n.81 del 20 marzo 2009 fissa il criterio: • Il numero delle classi iniziali si calcola dividendo il numero complessivo degli iscritti per il corrispondente numero massimo di alunni per classe. • Solo dopo aver calcolato il numero delle classi attivabili si possono tenere in considerazioni le opzioni del tempo scuola, nel senso che prevale l’opzione richiesta dalla maggioranza delle famiglie • Numero minimo classi iniziali: 15 • Numero massimo: 26 elevabile a 27 Le classi che accolgono alunni disabili “vengono costituite di norma con non più di 20 alunni, purché sia esplicitata e motivata la necessità di tale consistenza numerica, in rapporto alle esigenze formative degli alunni disabili”
  9. 9. • In considerazione della possibilità che si verifichi eccedenza di domande rispetto ai posti disponibili e che, conseguentemente, si renda necessario indirizzare verso altri istituti le domande non accolte, le famiglie in sede di presentazione delle domande on line, possono indicare in subordine fino a un massimo di altri due istituti di proprio gradimento. • Sarà cura del sistema on line provvedere a comunicare alla famiglia di aver inoltrato la domanda verso l’istituto indicato in subordine.
  10. 10. Insegnamento delle lingue Lo studio della lingua inglese è così articolato: 1 ora classe I 2 ore classe II 3 ore classi III, IV, V
  11. 11. SCUOLA PRIMARIA “P.V.MASACCIO” CASTELFRANCO V.TO • Tempo Normale settimana corta (27 ore) da lunedì a giovedì 8,00 -13,00 con 1 rieentro fino alle 16,00 • Tempo Normale (24 ore) da lunedì a sabato 8,00/12,00 (Tempo scuola non attivato a.s.2017/2018)
  12. 12. SCUOLA PRIMARIA VILLARAZZO • Tempo Pieno (40 ore) da lunedì a Venerdì 8,30/16,30 mensa 12,30/14,00
  13. 13. SCUOLA PRIMARIA “S.GIORGIO” B.GO PADOVA • Tempo Pieno (40 ore) da lunedì a venerdì: dalle 8.00 alle 16.00 Pausa pranzo 12.00/13.00 • Tempo Normale settimana corta (27 ore) Da lunedì a venerdì: dalle 8.00 alle 12.00 con 2 rientri fino alle 16.00 • Tempo Normale (24 ore) da lunedì a sabato 8,00/12,00 (Tempo scuola non attivato a.s.2017/2018)
  14. 14. SCUOLA PRIMARIA “G.CORLETTO” TREVILLE • Tempo Pieno (40 ore) da lunedì a venerdì dalle 8.10 alle 16.10
  15. 15. SCUOLA PRIMARIA S.ANDREA • Tempo Pieno (40 ore) Da lunedì a venerdì: 8.00 alle 16,00
  16. 16. ASPETTI FONDANTI DEL PTOF SCUOLA COME COMUNITA’ EDUCANTE che si esprime innanzitutto con: • l’ALLEANZA SCUOLA/FAMIGLIA (PEC) • l’INCLUSIONE intesa come ATTENZIONE ALL’ ACCOGLIENZA, ALLA CURA E AL BENESSERE di tutte/i,e come VALORIZZAZIONE DI OGNI SINGOLO con lo sviluppo di TUTTE LE INTELLIGENZE (attraverso la metacognizione, la laboratorialità, l’approccio alle nuove tecnologie, gli indirizzi musicali, le proposte di progetti sportivi, la valorizzazione della seconda lingua) • la CITTADINANZA ATTIVA E RESPONSABILE (attraverso la meta- emozione e i progetti di educazione all’ affettività per sviluppare l’empatia e prevenire atteggiamenti di bullismo, attraverso la valorizzazione di metodologie collaborative e cooperative)
  17. 17. COME ISCRIVERSI • Dalle ore 8.00 del 16 gennaio alle 20.00 del 6 febbraio 2018 si può effettuare la procedura on line per l’iscrizione alle classi prime della scuola primaria, della secondaria di I e II grado. • Già a partire dalle 9.00 del 9 gennaio si potrà accedere alla fase di registrazione sul portale www.iscrizioni.istruzione.it. • I genitori/esercenti la responsabilità accedono al servizio “Iscrizioni on line”, utilizzando le credenziali fornite tramite la registrazione. • Chi ha un’identità digitale SPID (Sistema Pubblico di Identità Digitale) potrà accedere con le credenziali del gestore che ha rilasciato l’identità. • Dopo la scadenza del termine finale del 6 febbraio 2018, per eccezionali motivi debitamente rappresentati, la domanda di iscrizione può essere presentata direttamente alla scuola prescelta, tenendo informato il competente Ufficio scolastico territoriale, che, in ipotesi di motivato diniego da parte della scuola e sentiti i genitori/esercenti la responsabilità genitoriale/affidatari/tutori, provvede a indirizzare la richiesta verso altra istituzione scolastica.
  18. 18. Gli strumenti per la scelta • Per effettuare l’iscrizione on line va innanzitutto individuata la scuola di interesse. • Strumento utile in questo senso è il portale ‘Scuola in Chiaro’ che raccoglie i profili di tutte le scuole italiane e visualizza informazioni che vanno dall’organizzazione del curricolo, all’organizzazione oraria, agli esiti degli studenti e ai risultati a distanza (Università e mondo del lavoro).
  19. 19. ADEMPIMENTI DEI GENITORI • si registrano sul sito www.iscrizioni.istruzione.it, inserendo i propri dati, seguendo le indicazioni presenti, oppure utilizzando le credenziali relative all’identità digitale (SPID). La funzione di registrazione è attiva a partire dalle ore 9:00 del 9 gennaio 2018; • compilano la domanda in tutte le sue parti, mediante il modulo on line, a partire dalle ore 8:00 del 16 gennaio 2018; • inviano la domanda d’iscrizione alla scuola di destinazione entro le ore 20:00 del 6 febbraio 2018. • Il sistema “Iscrizioni on line” avvisa in tempo reale, a mezzo posta elettronica, dell’avvenuta registrazione o delle variazioni di stato della domanda. I genitori possono comunque seguire l’iter della domanda inoltrata attraverso una funzione web.
  20. 20. ADEMPIMENTI DEI GENITORI • All’atto dell’iscrizione, i genitori rendono le informazioni essenziali relative all’alunno/studente per il quale è richiesta l’iscrizione (codice fiscale, nome e cognome, data di nascita, residenza, etc.) ed esprimono le loro preferenze in merito all’offerta formativa proposta dalla scuola. • Le istituzioni scolastiche destinatarie delle domande offrono un servizio di supporto alle famiglie prive di strumentazione informatica. In subordine, qualora necessario, anche le scuole di provenienza offrono il medesimo servizio di supporto. • Si ricorda che il servizio di iscrizioni on line permette di presentare una sola domanda di iscrizione per ciascun alunno/studente consentendo, però, ai genitori di indicare anche una seconda o terza scuola cui indirizzare la domanda nel caso in cui l’istituzione di prima scelta non avesse disponibilità di posti per l’anno scolastico 2018/2019
  21. 21. ADEMPIMENTI DEI GENITORI • Il modulo di domanda on line recepisce le disposizioni di cui agli articoli 316, 337 ter e 337 quater del codice civile e successive modifiche e integrazioni, la domanda di iscrizione, rientrando nella responsabilità genitoriale, deve essere sempre condivisa da entrambi i genitori. A tal fine, il genitore che compila il modulo di domanda dichiara di avere effettuato la scelta in osservanza delle suddette disposizioni del codice civile, che richiedono il consenso di entrambi i genitori. • Si ricorda che la compilazione del modulo di domanda d’iscrizione avviene ai sensi delle disposizioni di cui al decreto del Presidente della Repubblica 28 dicembre 2000, n. 445, recante “Testo unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia di documentazione amministrativa”. Pertanto, i dati riportati nel modulo d’iscrizione assumono il valore di dichiarazioni sostitutive di certificazione, rese ai sensi dell’articolo 46 del citato d.P.R. Si rammentano infine le disposizioni di cui agli articoli 75 e 76 del d.P.R. n. 445 del 2000 che, oltre a comportare la decadenza dai benefici, prevedono conseguenze di carattere amministrativo e penale per chi rilasci dichiarazioni non corrispondenti a verità.
  22. 22. ARTICOLI CODICE CIVILE Art. 316 co. 1 c.c. Responsabilità genitoriale. • Entrambi i genitori hanno la responsabilità genitoriale che è esercitata di comune accordo tenendo conto delle capacità, delle inclinazioni naturali e delle aspirazioni del figlio. I genitori di comune accordo stabiliscono la residenza abituale del minore. Art. 337- ter co. 3 c.c. Provvedimenti riguardo ai figli. • La responsabilità genitoriale è esercitata da entrambi i genitori. Le decisioni di maggiore interesse per i figli relative all'istruzione, all’educazione, alla salute e alla scelta della residenza abituale del minore sono assunte di comune accordo tenendo conto delle capacità, dell’inclinazione naturale e delle aspirazioni dei figli. In caso di disaccordo la decisione è rimessa al giudice. Limitatamente alle decisioni su questioni di ordinaria amministrazione, il giudice può stabilire che i genitori esercitino la responsabilità genitoriale separatamente. Qualora il genitore non si attenga alle condizioni dettate, il giudice valuterà detto comportamento anche al fine della modifica delle modalità di affidamento. Art. 337-quater co. 3 c.c. Affidamento a un solo genitore e opposizione all’affidamento condiviso. • Il genitore cui sono affidati i figli in via esclusiva, salva diversa disposizione del giudice, ha l’esercizio esclusivo della responsabilità genitoriale su di essi; egli deve attenersi alle condizioni determinate dal giudice. Salvo che non sia diversamente stabilito, le decisioni di maggiore interesse per i figli sono adottate da entrambi i genitori. Il genitore cui i figli non sono affidati ha il diritto ed il dovere di vigilare sulla loro istruzione ed educazione e può ricorrere al giudice quando ritenga che siano state assunte decisioni pregiudizievoli al loro interesse
  23. 23. ADEMPIMENTI DEI GENITORI • Le iscrizioni degli alunni con disabilità vanno effettuate nella modalità on line e perfezionate con la presentazione alla scuola della certificazione, rilasciata dalla ASL di competenza, e di ogni altra documentazione utile; • Le iscrizioni degli alunni con diagnosi di disturbo specifico dell’apprendimento (DSA) vanno effettuate nella modalità on line e perfezionate con la presentazione alla scuola della relativa diagnosi, rilasciata ai sensi della Legge 170/2010 e secondo quanto previsto dall’Accordo Stato Regioni del 25 luglio 2012 sul rilascio delle certificazioni;
  24. 24. INSEGNAMENTO DELLA RELIGIONE CATTOLICA e ATTIVITA’ ALTERNATIVE • La facoltà di avvalersi o non avvalersi dell’insegnamento della religione cattolica è esercitata dai genitori al momento dell’iscrizione, mediante la compilazione dell’apposita sezione on line. • La scelta ha valore per l’intero corso di studi e in tutti i casi in cui sia prevista l’iscrizione d’ufficio, fatto salvo il diritto di modificare tale scelta per l’anno successivo entro il termine delle iscrizioni, esclusivamente su iniziativa degli interessati • La scelta di attività alternative è operata, all’interno di ciascuna scuola, attraverso il modello nazionale di cui alla scheda che sarà trasmessa con successiva comunicazione. Si ricorda che tale allegato deve essere compilato, da parte degli interessati, all’avvio dell’anno scolastico, in attuazione della programmazione di inizio d’anno da parte degli organi collegiali, e trova concreta attuazione nelle seguenti opzioni:  attività didattiche e formative;  attività di studio e/o di ricerca individuale con assistenza di personale docente;  libera attività di studio e/o di ricerca individuale senza assistenza di personale docente (per studenti delle istituzioni scolastiche di istruzione secondaria di secondo grado);  non frequenza della scuola nelle ore di insegnamento della religione cattolica.
  25. 25. CODICI SCUOLE PRIMARIE La domanda di iscrizione potrà essere compilata per tutto il periodo indicato dal Miur. Senza fretta. Non è previsto che le domande arrivate per prime abbiano la precedenza. • Per l’Istituto Comprensivo 1° i codici sono • “P.V. Masaccio” TVEE81501G • Villarazzo TVEE81502L • “S.Giorgio” B.go Pd TVEE81504P • “G.Corletto” Treville TVEE81505Q • S.Andrea TVEE81503N
  26. 26. Servizio di supporto • Chi fosse impossibilitato o avesse difficoltà nella compilazione dell’iscrizione on line può rivolgersi alla scuola destinataria dell’iscrizione per ricevere assistenza • La Segreteria dell’I.C.1° è a disposizione per assistenza, su appuntamento.
  27. 27. CRITERI DI PRECEDENZA IN CASO DI LISTA DI ATTESA PER LE ISCRIZIONI ALLA PRIMA CLASSE Delibera Consiglio d’Istituto • Alunno con disabilità; • Alunno con fratelli che frequentano scuole appartenenti all’Istituto; • Bacino di utenza (comune di Castelfranco V.to), con riguardo all’ubicazione territoriale dell’abitazione rispetto alla scuola; • Residenza nel comune di Castelfranco V.to; • Genitore unico con affidamento del figlio, residente nel comune di Castelfranco V.to; • Alunni residenti al di fuori del Comune con genitori che lavorano nel territorio comunale; • Alunni residenti al di fuori dell’area comunale.
  28. 28. Chiarificazione • Si precisa che i presenti criteri si applicano per gli alunni che s’iscrivono per la prima volta alle sezioni di scuola dell’infanzia e alle prime classi delle scuole primaria e secondaria dell’I.C.1° di Castelfranco V.to. Non si applicano per gli alunni che già frequentano l’Istituto nell’ordine di scuola inferiore e per i ripetenti la classe prima.

×