Successfully reported this slideshow.
We use your LinkedIn profile and activity data to personalize ads and to show you more relevant ads. You can change your ad preferences anytime.

Template s@lute 2017

162 views

Published on

L’Ambulatorio accoglie in giornata (dalle 14 alle 18 dal lunedì al sabato) pazienti inviati dai medici di Medicina Generale o dai Pronto Soccorso, privi di specialista infettivologo, per diagnosi, tempestiva terapia e profilassi, evitando il rischio di diffusione di malattie contagiose per la sanità pubblica.Il pz viene accolto presso l’Accettazione dell’ospedale attraverso un prefiltro infermieristico citofonico in grado di individuare i casi sospetti contagiosi che seguono il percorso e l’attesa per “isolati”.L’infettivologo effettua immediatamente gli esami diagnostici d’immagine e di laboratorio specialistici del caso,evitando,se non opportuno, il ricovero del pz; fornisce la tempestiva cura e profilassi impedendo l’aggravamento della malattia; garantisce la “presa in cura effettiva” del pz fissando il controllo successivo, se necessita, nei percorsi del DH infettivologico o degli ambulatori specifici per m.tropicali, infez.osteoarticolari, infez. in gravidanza, HIV, TBC,Epatiti.

Published in: Healthcare
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

Template s@lute 2017

  1. 1. AMBULATORIO INFETTIVOLOGICO URGENTE AD ACCESSO DIRETTO: Il sospetto di malattia infettiva acuta contagiosa necessita di immediata risposta: diagnosi, terapia ed eventuale isolamento e profilassi ISTITUTO NAZIONALE MALATTIE INFETTIVE «LAZZARO SPALLANZANI» I.R.C.C.S. - ROMA Innovazione nel campo clinico-sanitario con il supporto incondizionato di
  2. 2. Dr. Patrizia Magrini – Direttore Sanitario Aziendale INMI Spallanzani Dr. Paola Gallì - Dirigente Medico in staff Direzione Sanitaria Dr. Antonella Petrecchia – Responsabile SIO (Sistema Informativo Ospedaliero) Dr. Paolo Giacomini – infermiere SIO Dr. Mirella Lupi – infermiere SIO Dr. Cristian Cocco – Coordinatore Infermieristico Accettazione e Ambulatorio Infettivologico ad Accesso diretto Dr. Emanuele Nicastri – Infettivologo Bed Manager Aziendale e Regionale per la Rete Malattie Infettive Il gruppo di lavoro con il supporto incondizionato di
  3. 3. L’Ambulatorio accoglie in giornata (dalle 14 alle 18 dal lunedì al sabato) pazienti inviati dai medici di Medicina Generale o dai Pronto Soccorso, privi di specialista infettivologo, per diagnosi, tempestiva terapia e profilassi, evitando il rischio di diffusione di malattie contagiose per la sanità pubblica. Il paziente viene accolto presso l’Accettazione dell’ospedale attraverso un prefiltro infermieristico citofonico in grado di individuare i casi sospetti contagiosi che seguono il percorso e l’attesa per “isolati”. L’infettivologo che accoglie il paziente: - effettua immediatamente gli esami diagnostici d’immagine e di laboratorio specialistici del caso, evitando, se non opportuno, il ricovero del paziente; - fornisce la tempestiva cura e profilassi impedendo l’aggravamento della malattia; - garantisce la “presa in cura effettiva” del paziente fissando il controllo successivo, se necessita, nei percorsi del DH infettivologico o degli ambulatori specifici per malattie tropicali, infezioni osteoarticolari, infezioni in gravidanza, HIV, TBC, Epatiti. Presentazione della soluzione 1/2 con il supporto incondizionato di
  4. 4. L’iniziativa integra il supporto fornito ai PS con il teleconsulto attivo in Istituto h24 per il ricovero in reparti infettivologici dei pazienti più gravi. Coinvolge i pazienti infettivi di minore gravità, in grado di raggiungere con mezzo proprio l’Istituto, e consente di allontanare dagli ambulatori di Medicina territoriali e dai PS ospedalieri possibili casi contagiosi, evitando contatti con altri utenti e personale, e contribuendo a ridurre il sovraffollamento dei PS. Persegue anche la finalità di evitare ricoveri impropri di pazienti infetti, essendo i posti letto di malattie Infettive, limitati nel numero, riservati ai casi di maggiore complessità e intensità di cura; garantisce il precoce trattamento e la profilassi di forme morbose suscettibili, se non trattate nelle prime ore, di aggravamento repentino delle condizioni cliniche, oltre che di trasmissione alla comunità di malattie diffusive. Garantisce la presa in carico di malattie infettive croniche misconosciute con migliori esiti e risparmi per il Sistema Sanitario. Presentazione della soluzione 2/2 con il supporto incondizionato di
  5. 5. L’AMB-D è stato attivato il 27 febbraio 2017: • a 22 settimane di attività ha dato risposta nel giro di poche ore a 476 utenti con malattia infettiva acuta afferenti da tutta le Regione, • nel 3% dei casi i pazienti provenivano dalla rete dei PS regionali, nel 29% da medici territoriali e nel 41% si erano presentati spontaneamente presso l’Istituto. • L’esito del percorso è stato il ricovero in 126 casi, con una percentuale di ricovero pari al 26% nel periodo, e con un trend in riduzione del ricorso al ricovero (43% nel primo mese di attivazione dell’AMB-D) • la percentuale di ricovero si può considerare ottimo indicatore di appropriatezza d’uso del percorso, e quindi della capacità di sistema di indirizzare correttamente a tale ambulatorio i pazienti per i quali è stato escluso il percorso di ricovero. • I risultati potranno ottimizzarsi in futuro in termini di appropriatezza di percorso e di esito: costituiscono in ogni caso un esempio di risposta pronta del Sistema Sanitario Regionale ad una domanda di definizione urgente di una situazione patologica, che per le sue caratteristiche e la possibile trasmissibilità è connotata da ansia e preoccupazione sia del cittadino sia degli operatori sanitari. Per ulteriori approfondimenti con il supporto incondizionato di
  6. 6. Dr. Patrizia Magrini Direttore Sanitario Aziendale Istituto Nazionale Malattie Infettive «Lazzaro Spallanzani» Istituto di Ricovera e Cura a Carattere Scientifico Recapito posta elettronica - patrizia.magrini@inmi.it Recapito Telefonico - 06 55170203/04 Anagrafica del referente con il supporto incondizionato di

×