Il Piano di comunicazione del progetto Partecipa.net

1,363 views

Published on

Presentazione del Piano di comunicazione realizzato per il progetto di e-democracy della Regione Emilia-Romagna Partecipa.net

  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

Il Piano di comunicazione del progetto Partecipa.net

  1. 1. Il piano dicomunicazioneIncontro del Comitato tecnico di progettoBologna, 6 aprile 2006 Sabrina Franceschini
  2. 2. Obiettivi del Piano di Comunicazione• progettare e pianificare le attività dicomunicazione del progetto Partecipa.net: –verso l’esterno: promozione e presentazione del progetto –verso l’interno:assicurare la circolazione delle informazioni necessarie per la buona riuscita del progetto•definire dei principi di comunicazione comuni tra ipartner• garantire l’unitarietà dell’azione comunicativa
  3. 3. Struttura del Piano di Comunicazione•analisi del contesto•obiettivi generali•destinatari•strategia di comunicazione•obtv operativi ed azioni•attività e strumenti•monitoraggio e valutazione
  4. 4. Analisi del contesto (1/7)•scenario esterno ed interno•swot analysis•contesto comunicativo:–il sistema dei ruoli–il sistema dei marchi–il sistema dei media•contesto relazionale
  5. 5. Analisi del contesto (2/7)•scenario esterno: descrizione del profilo socio-economico e culturale, della diffusione sul territorio ditecnologie ICT, propensione all’uso per relazioni con la pa.Panoramica a livello regionale e dei territori partner•scenario interno:–i partner–i supporter–le associazioni
  6. 6. Analisi del contesto (3/7)swot analysis S W Contesto favorevole Integrazione Esperienze Digital divide pregresse Modelli di riferimento Partnership O T Allargamento Formazione partnership Complessità Sinergie con altri progetti Legittimazione Risorse
  7. 7. Analisi del contesto (4/7)•contesto comunicativo: il cittadino della rer è un buon“consumatore” di informazione, con diversa propensione inparticolare in relazione all’età e al tasso di scolarizzazione.Quotidiani: 70% ( + donne, poco scolarizzati)Notiziari Tv: 92% ( complementare al quotidiano)Radio: 65% ( + giovani)Internet: 40% ( + uomini, + giovani) Fonte: ricerca Rer - UniBo “I cittadini e l’informazione. Una ricerca sulle dinamiche di formazione delle opinioni”, 2004
  8. 8. Analisi del contesto (5/7)•Il sistema dei ruoli: Il coordinatore I partner •Gestisce e promuove il •Definisco e gestiscono progetto la com. a livello locale •Garantisce la sinergia •Garantiscono il collegamento •Promuove lo sviluppo e il riuso •Provvedono all’ascolto •Monitora e valuta •Forniscono le info
  9. 9. Analisi del contesto (6/7)•il sistema dei marchi: le relazioni tra il marchio diprogetto ed i marchi dei partner è individuato nel manualedel marchio•il sistema dei media: in particolare sul web i diversipartner saranno “legati” dal/al portale www.partecipa.net
  10. 10. Analisi del contesto (7/7)•il contesto relazionale: è un’analisi dei pubblici diriferimento, classificati in: pubblici interni diretti:operatoridecisorirappresentanti delle associazioni pubblici esterni diretti:pubbliche amministrazioniopinion leaderopinione pubblica pubblici esterni indiretti:cittadini interessati dai processicittadini rer
  11. 11. Obiettivi generali Partecipazion e •Vision del progetto e valori guidaDialogo Integrazion Realizzare e politiche regionali Fiducia integrate e partecipate attraverso la diffusione e l’ utilizzo di strumenti e metodi condivisi. Innovazion e Ascolto
  12. 12. Obiettivo strategico di comunicazionedel progettoPromuovere la massima partecipazione dei cittadini ai processi decisionali Valore guida: partecipazioneA questo obiettivo tenderanno in particolare leazioni messe in campo dai partner a livelloterritoriale.
  13. 13. Obiettivi strategici di comunicazionedel pdc del coordinatore: Costruire e promuovere l’identità e l’immagine del progetto Valore guida: tuttiPubblici di riferimento: tutti i pubblici
  14. 14. Obiettivi strategici di comunicazionedel pdc del coordinatore: Promuovere la trasparenza ed il dialogo Valori guida: fiducia e dialogoPubblici di riferimento: pubblici esterni direttied indiretti
  15. 15. Obiettivi strategici di comunicazionedel pdc del coordinatore:Promuovere la cultura della partecipazionedentro le organizzazioni e tra pa e cittadini Valori guida: partecipazione e ascoltoPubblici di riferimento: pubblici interni diretti,esterni diretti ( altre pa) ed indiretti
  16. 16. Obiettivi strategici di comunicazionedel pdc del coordinatore: Promuovere i metodi e gli strumenti realizzati dal progetto e diffonderli Valori guida: innovazione e integrazionePubblici di riferimento: pubblici esterni diretti( altre pa)
  17. 17. Destinatari•la segmentazione si basa sul tipo di relazione che i pubbliciindividuati intrattengono col progetto:relazione d’uso:Operatori pa partnerdecisori pa partnercittadini coinvolti nei processirelazione d’opinione:associazioniopinion leaderopinione pubblicarelazione di conoscenza:operatori pa supporterdecisori pa supporteraltre pa: operatori e decisoricittadini rer
  18. 18. La strategia e gli stili di comunicazioneMOTIVARE/INFORMARE/ AMICHEVOLE/COLLABORATIVOCOINVOLGERE Interni direttiCONQUISTARE Esterni diretti PERSUASIVO Relaz. opinioneINFORMARE, PERSUASIVOASCOLTARE,ATTRARRE Esterni diretti –rel. conoscenzaCONVINCERE Esterni indiretti INFORMATIVO/ ACCATTIVANTE
  19. 19. Obiettivi operativi e azioni Costruire e promuovere l’identità e l’immagine del progettoCreare un’immagine di progetto e dare valoread essaCreare un canale di informazione: il portaleinformativo regionale della partecipazionePromuovere il progetto sul web: e-mktg, e-promotion, newsletter telematicheRidurre il digital divide informativo: utilizzare imedia tradizionali
  20. 20. Obiettivi operativi e azioni Promuovere la trasparenza ed il dialogoInformare in modo puntuale e correttoConferire valore agli attori coinvoltiRendicontare l’esito del progetto e conferirevalore ai risultati
  21. 21. Obiettivi operativi e azioniPromuovere la cultura della partecipazionedentro le organizzazioni e tra pa e cittadiniInformare e formare gli operatori pubbliciCreare eventi sul territorio
  22. 22. Obiettivi operativi e azioni Promuovere i metodi e gli strumenti realizzati dal progetto e diffonderliCreare eventi sul territorioPartecipare ad eventi creati da terziCostruire una comunità di pratiche tra glioperatoriDefinire linee guida e strumenti di supporto
  23. 23. Attività e strumenti Attività già realizzateProgettazione immagine coordinata delprogettoManuale del marchioAffidamento gara e progettazione del portale Attività previste per i prossimi 6 mesi ( aprile-settembre 2006)Messa on line del portaleE-marketing ed e-promotionPartecipazione ad eventi ed incontri CnipaFormazione agli operatori (CRC)
  24. 24. Attività e strumenti Attività previste per l’autunno/inverno 2006/07Aggiornamento portale ( avviosperimentazioni)Conferenza stampaPartecipazione a fiere ( compa 2006)Incontri sul territorioRealizzazione di materiale promozionale astampa Attività previste per il 2007Attività di valutazione della comunicazioneRealizzazione ManualiRealizzazione di uno strumento direndicontazioneIncontri sul territorioPartecipazione a fiere ( forumPA 2007)
  25. 25. Attività e strumenti Attività continuativeAggiornamento portaleImplementazione contenuti supartecipa.networkAcquisizione spazi redazionaliComunicati stampaRassegna stampaVerifiche in itinereComunicazione interna al progetto
  26. 26. Monitoraggio e valutazione raggiungimento degli obiettivi di comunicazione ( impattodella comunicazione) efficienza ed efficacia delle singole azioni dicomunicazione ( congruenza tra obiettivi e strumenti) verifiche dei costi ( rispetto del budget) impatto organizzativo (verifica di processo)
  27. 27. Partecipano al progetto:Partner Regione Emilia-Romagna (coordinatore), AssembleaLegislativa Regionale dell’Emilia-Romagna, Comune Bologna,Comune Ferrara, Comune Modena, Provincia Ferrara, ProvinciaPiacenza, Associazione dei Comuni di Argenta, Portomaggiore,Ostellato, VoghieraIn collaborazione con Anci, Archivio Osvaldo Piacentini , Asphi,Camina, Cittadinanza Attiva, Orlando, Ordine Architetti Bologna,Uncem, UpiCon l’appoggio di Provincia Bologna, Provincia Forlì-Cesena,Provincia Modena, Provincia Parma, Provincia Ravenna, ProvinciaRimini, Comune Cesena, Comune Forlì, Comune Parma, ComunePiacenza, Comune Reggio Emilia

×