ultimo-miglio-v3

1,661 views

Published on

Wi Max e ultimo miglio in Italia

Published in: Technology
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
1,661
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
37
Actions
Shares
0
Downloads
37
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

ultimo-miglio-v3

  1. 1. Wi-Max e Ultimo Miglio v3 <ul><li>Reti di comunicazione e sviluppo - alcune cause del ritardo italiano </li></ul><ul><li>Seminario di formazione della Sinistra Giovanile di Latina </li></ul>
  2. 2. <ul><li>Le reti di TLC (Telecomunicazioni) sono fondamentali nella società della conoscenza: </li></ul><ul><ul><li>connettono persone, aziende, università </li></ul></ul><ul><ul><li>forniscono servizi (e-commerce, fisco on-line, home banking, informazioni, video) </li></ul></ul><ul><ul><li>guidano lo sviluppo </li></ul></ul>Reti <ul><li>Chi non è connesso è tagliato fuori da </li></ul><ul><ul><li>sviluppo </li></ul></ul><ul><ul><li>conoscenze </li></ul></ul><ul><ul><li>competenze </li></ul></ul>e-bay, siti di informazione, home-banking
  3. 3. Reti <ul><li>Sulle reti di TLC transitano voce e soprattutto dati (internet) che però richiedono una rete migliore. </li></ul><ul><li>In UE e nel mondo le reti sono divenute un fattore strategico di sviluppo e hanno fatto da traino per l'economia. Si sono sviluppate </li></ul><ul><ul><li>reti differenti: ex. fisso, mobile </li></ul></ul><ul><ul><li>servizi sulle reti: video/fonia(VOIP,Skype,youtube), SMS, MMS, servizi web, IP-TV,web-radio, </li></ul></ul><ul><li>È aumentata la capacità di trasmissione delle diverse reti </li></ul>
  4. 4. <ul><li>Wired: </li></ul><ul><ul><li>Telefonia fissa </li></ul></ul><ul><ul><li>ADSL (Telecom) </li></ul></ul><ul><ul><li>Fibra-voip (Fastweb) </li></ul></ul><ul><li>Wireless: </li></ul><ul><ul><li>GSM, UMTS (cellulari); </li></ul></ul><ul><ul><li>Wi-Fi (wireless LAN) </li></ul></ul><ul><ul><li>DECT (cordless); </li></ul></ul><ul><ul><li>DVB-T (digitale terrestre) </li></ul></ul>rete fissa e mobile Wi-Fi: wireless domestico TV satellitare e digitale terrestre Alcune Reti
  5. 5. Altre reti <ul><li>Esistono anche altri assetti infrastrutturali,che potrebbero essere usati per le TLC </li></ul><ul><ul><li>rete gas (Snam/Eni) Snam - Rete Gas </li></ul></ul><ul><ul><li>rete elettrica (Terna) TERNA - Rete Elettrica Nazionale </li></ul></ul><ul><ul><li>reti viarie (Autostrade, Rete Ferroviaria Italiana) </li></ul></ul><ul><li>A differenza di altre reti le reti di TLC hanno un ottimo rapporto costi/benefici: </li></ul><ul><ul><li>una videoconferenza col Giappone costa molto meno di una conferenza reale </li></ul></ul><ul><ul><li>spedire una foto via mail è più economico e efficiente che inviarla per posta </li></ul></ul>
  6. 6. dorsali e ultimo miglio <ul><li>La rete fissa di TLC in Italia era della società statale SIP, poi divenuta Telecom Italia. </li></ul><ul><ul><li>Una rete fissa è fatta di </li></ul></ul><ul><ul><li>dorsali , che connettono i grossi capoluoghi (arterie) </li></ul></ul><ul><ul><li>ramificazioni , o ultimo miglio (i capillari, che portano la rete dalle centrali di quartiere alle case) </li></ul></ul>
  7. 7. Le reti in Italia <ul><li>La privatizzazione di Telecom doveva aprire le TLC alla concorrenza. Più gestori dovevano fornire servizi di telefonia (Tele2,Infostrada,...) </li></ul><ul><li>Al momento della privatizzazione non si è provveduto a separare la rete dai servizi (telefonia fissa e mobile, pagine bianche/gialle, internet) </li></ul><ul><li>I nuovi dovevano (devono) noleggiare la rete da Telecom – che era anche un loro concorrente sulle tariffe </li></ul><ul><li>Una competizione impari, tanto che Telecom è ancora dopo 9 anni saldamente al comando </li></ul>
  8. 8. Reti di TLC in Italia <ul><li>In Italia, alcuni operatori hanno costruito nuove reti per coprire i mercati più interessanti </li></ul><ul><ul><li>Città metropolitane (Roma,Milano,Napoli,Torino,..) </li></ul></ul><ul><ul><li>Dorsali (sotto-utilizzate: Roma-Firenze-Milano,..) </li></ul></ul><ul><li>Il 15% della popolazione resta invece senza ADSL (fonte AntidigitalDivide) perché la rete telefonica dei loro comuni non è adatta al transito di dati (solo voce) </li></ul><ul><ul><li>vive nella parte sbagliata del paese, dove il rapporto costi/benefici non rende conveniente estendere la rete </li></ul></ul><ul><li>Chi abita in città può pagare un bollettino con internet; chi abita in montagna deve scendere in paese e fare la fila alle poste: abitare sui monti italiani è meno conveniente che su quelli lituani (dove il wimax funziona di già) . </li></ul>
  9. 9. L' ultimo miglio <ul><li>Chi ha internet manda sms a 5¢, chatta e telefona gratis con skype, chi no può usare solo cellulare e telefono fisso </li></ul><ul><li>Meno rete, meno sviluppo. Meno sviluppo, meno rete: pezzi del paese sono tagliati fuori dalle nuove opportunità di crescita, sviluppo e risparmio </li></ul><ul><li>Il problema cruciale è l'ultimo miglio, il capillare che collega le centrali alle case, aziende, scuole: costa meno affittarlo che ri-crearlo. </li></ul><ul><li>Tolte le città maggiori, l'ultimo miglio è quasi tutto di Telecom Italia </li></ul>
  10. 10. L' ultimo miglio <ul><li>Tutti i concorrenti di Telecom (ex. Tele2) devono affittare la rete da Telecom: questa non è vera concorrenza. </li></ul><ul><ul><li>Se le autostrade avessero una ditta di autotrasporti (che non paga il pedaggio) la concorrenza con gli altri autotrasportatori sarebbe falsata! </li></ul></ul><ul><li>La situazione ideale è che una o più società gestiscano la rete e la noleggino a chi invece vende servizi. </li></ul>
  11. 11. WiMax e Ultimo Miglio <ul><li>Il WiMax è una tecnologia che permette di trasmettere grosse quantità di dati via radio a grandi distanze con un piccolo costo – come un super walkie-talkie </li></ul><ul><li>Il WiMax risolve il problema dell'ultimo miglio </li></ul><ul><li>le case con una rete telefonica inadeguata o senza rete telefonica, si connettono senza fili alle centrali ! </li></ul>
  12. 12. WiMax e Ultimo Miglio <ul><li>Tutto ciò significa anche </li></ul><ul><ul><li>niente canone telecom,visto che non si usa la rete fissa </li></ul></ul><ul><ul><li>telefonate ed sms tramite internet usando la rete Wi-Max anziché quella fissa o mobile </li></ul></ul><ul><ul><li>accesso ad internet anche fuori casa (piazze, università) </li></ul></ul><ul><ul><li>costi molto più bassi </li></ul></ul><ul><li>Quindi </li></ul><ul><ul><li>maggiore attrattività dei comuni isolati </li></ul></ul><ul><ul><li>più competitività nelle TLC </li></ul></ul>
  13. 13. Assegnazione delle Frequenze <ul><li>Essendo una trasmissione in radiofrequenze (come quella delle TV) l'AGCOM ha fatto un bando per la loro concessione </li></ul><ul><li>Il bando prevede: </li></ul><ul><ul><li>Assegnazione dividendo il territorio dell'Italia in macro-regioni </li></ul></ul><ul><ul><li>Divisione dello spettro in 3 frequenze </li></ul></ul><ul><ul><li>15 anni di durata </li></ul></ul><ul><ul><li>Gara al rialzo: frequenze concesse al miglior offerente </li></ul></ul><ul><ul><li>Priorità per una new entry per ogni macro-area </li></ul></ul><ul><ul><li>Incompatibilità con assegnatari radiofrequenze similari (ex ?) </li></ul></ul>
  14. 14. rilievi <ul><li>Assegnare il WiMax a chi eroga servizi su GSM o UltimoMiglio porta a un conflitto d'interesse (se ti porto internet tu mandi meno sms da cellulare e fai meno telefonate) </li></ul><ul><li>15 anni sono troppi, 5 bastano: rischiamo di svendere una tecnologia di cui non conosciamo appieno la portata, e non poterci confrontare con gli altri paesi </li></ul><ul><li>La gara al rialzo favorisce i grandi oligopolisti e penalizza gli operatori locali - che potrebbero invece usare il WiMax per fare concorrenza ad altri servizi e reti (ex. VoIP, ADSL, UMTS) </li></ul><ul><ul><li>è meglio che vinca chi paga meno ma copre più territorio anziché chi paga molto ma copre solo le aree più redditizie </li></ul></ul>
  15. 15. rilievi <ul><li>Far si che i concessionari non possano erogare servizi sulla rete WiMax ma solo rivendere la rete </li></ul><ul><ul><li>pone le basi per aziende specializzate in reti di comunicazione </li></ul></ul><ul><ul><li>favorisce la concorrenza tra diversi canali: Wi-Max, ADSL, Fibra, UMTS in funzione dei diversi territori </li></ul></ul>
  16. 16. Grazie a <ul><li>Il gruppo della Rete dell'Innovazione DS e in particolare Paolino Madotto per il lavoro fatto sulla questione; gli articoli di Punto-Informatico.it; il Se n . Fiorello Cortiana (Verdi) e gli iscritti della mailing-list DigitalFreedomWeek per i tanti consigli e spunti espressi con passione e competenza; tutti quelli che ho scordato;-) </li></ul>

×