Limite nello Sport - Festa Inquietudine 2010

1,180 views

Published on

Il concetto di limite è un concetto strettamente legato allo sport, entra nello sport come confine della condizione umana limitata a fronte dell’onnipotenza divina. Bubka che vola, Bolt che corre, Maradona che dribbla, sono “divini”, avvicinano noi poveri limitati umani agli dei che tutto possono e le immagini delle loro imprese rimangono indelebili, al di là di loro, al di là del tempo che fugge, superando per l’istante di un’illusione il limite dei limiti, quello sì purtroppo sempre raggiunto, e rendendoci (limitatamente) immortali.

0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
1,180
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
49
Actions
Shares
0
Downloads
17
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Limite nello Sport - Festa Inquietudine 2010

  1. 1. festa dellÊinquietudine III edizione 14 – 15 –16 maggio 2010 Finale Ligure SV, Riviera delle Palme Il Limite nello Sport Claudio Mistrangelo
  2. 2. Executive Summary La Festa dell'Inquietudine è un evento performativo di Cultura & Intrattenimento dedicato alla “Inquietudine”. La Festa è strutturata su 5 gruppi di eventi: Dibattiti & Incontri Mostre & Spettacoli Inquieto InquietaMente Inquietus Celebration dell’Anno Agli eventi partecipano personalità di primo piano del mondo Culturale, Scientifico e dello Spettacolo italiano e mondiale. Filo conduttore del 2010: “Inquietudine & Limite” in Filosofia Matematica Scienza & Specie Sport Economia Tecnologia & Organizzazioni & Vita, Aldilà, & Risorse Ingegneria Leadership Altri Mondi Sede: Complesso Monumentale di Santa Caterina a Finalborgo e Fortezza di Castelfranco a Finalmarina Periodo: 14 - 15 -16 Maggio 2010. 2
  3. 3. Contenuti Festa dell’Inquietudine • Festa dell’Inquietudine 2010 • Inquietudine & Limite in … • Andare oltre … Limite nello Sport Achille e la Tartaruga Limite relativo e limite assoluto I tanti limiti nello Sport Luoghi della Festa dell’Inquietudine 2010 Organizzazione della Festa dell’Inquietudine 2010 • Eventi • Inquieto dell’anno Citazioni & Links Inquieti Channels 3
  4. 4. Evento performativo di Cultura e Intrattenimento dedicato alla “Inquietudine” 4
  5. 5. inquietudine è conoscenza e crescita culturale e sentimentale inquietudine non caratterizza solo chi vive stati d’angoscia o d’ansia inquietudine avvolge e pervade chi ama, chi è tormentato dalla creatività artistica, chi ha desiderio di conoscenza, chi è pervaso dal dubbio, chi è affascinato dal mistero, chi è sedotto dalla vita, chi partecipa ai drammi dell’umanità contemporanea e, ancor più, chi ne è afflitto direttamente. 5
  6. 6. Festa dell’Inquietudine 2010 Limite 1. Linea che divide 2. Punto estremo a cui può arrivare qualcosa 3. Termine che non si può o non si deve superare [anche in senso figurato] * Nella III edizione della Festa dell’Inquietudine si lavora sulla relazione: «inquietudine e limite» * fonte: www.dizionario-italiano.it 6
  7. 7. Inquietudine & Limite in … Filosofia SPORT Tecnologia & Matematica Ingegneria Economia, Risorse, Organizzazioni & Ambiente, Situazioni Leadership Vita, Altri Mondi, Scienza & Specie Aldilà 7
  8. 8. “PLVS VLTRA”, andare oltre … «Viviamo in un’epoca in cui tutto sembra “superabile”: dalle prestazioni sportive alle acquisizioni scientifiche, fino alla stessa “specie umana” ». «Per noi, del Circolo degli Inquieti, è ovvio pensare che sia l’inquietudine a spingere l’uomo al limite e, magari, oltre ». “PLVS VLTRA” (Plus Ultra) in latino significa “andare oltre”, superare i propri limiti, in contrapposizione all'altro motto latino “NEC PLVS VLTRA” (Nec Plus Ultra), "non più avanti“, che indica il limite estremo. 8
  9. 9. Sono andati oltre … Della mitologia di Eracle-Ercole ci piace quel sentenzioso “Nec plus ultra” scolpito sulle Colonne omonime. Veniva dopo imprese straordinarie in cui l’Eroe aveva sfidato e vinto divinità e mostri; e indicava un limite. Ma ancor più ci affascinano coloro che quelle Colonne hanno superato! Ulisse, Cristoforo Colombo ma anche Platone che “oltre” vi colloca la perduta Atlantide. 9
  10. 10. Plus Ultra Ci piace, persino, Carlo V del Sacro Romano Impero (Carlos I de España ) che trasforma il divieto in incoraggiamento ad andare oltre; e “Plus ultra” diventa il suo motto». Fonte: wikipedia 10
  11. 11. Sport Achille e la Tartaruga Limite relativo e limite assoluto I tanti limiti nello Sport Claudio Mistrangelo 11
  12. 12. Claudio Mistrangelo Claudio Mistrangelo è l’allenatore della Rari Nantes Savona da oltre trenta- cinque anni (1973/1978 giovanili, poi Prima Squadra). Con la Rari Nantes Savona ha vinto 6 titoli giovanili, la promozione in Serie A, 3 Campionati italiani, 3 Coppe Italia e 1 Coppa Europea. Per il futuro spera di poter sviluppare una vera scuola di pallanuoto a Savona. Nato a Savona nel 1950 è laureato in filosofia, ha insegnato fino al 2001. 12
  13. 13. Achille e la tartaruga Il concetto di limite è un concetto strettamente legato allo sport. Forse non è un caso che Zenone di Elea pensasse ad una gara (Achille e la tartaruga) per evidenziare l’assurdo logico dell’illimitata divisibilità dell’essere. Zenone infatti sosteneva che se una tartaruga ha un passo di vantaggio non sarà mai raggiunta dal piè veloce Achille (una specie di Bolt dell’epoca) perché “è necessario che chi insegue giunga in precedenza là dove si mosse chi fugge, di modo che il più lento avrà sempre un qualche vantaggio”. Vedere: http://it.wikipedia.org/wiki/Paradosso_di_Achille_e_la_tartaruga Immagine da: chiccosworld.blogspot.com/2008/08/achille-e-l... 13
  14. 14. Paradosso zenoniano A guardar bene una follia pratica, tale che solo un cieco tifoso dell’essere unico e indivisibile poteva sostenere, però … anche una follia logica tale che ci vorranno secoli prima che qualcun altro, un tifoso del limite, trovi il modo di far raggiungere quella benedetta tartaruga, oltre che nella realtà anche nella logica, dal povero frustratissimo piè veloce. Tutto ha un limite, anche i paradossi. Eppure il paradosso zenoniano sembra ritornare ad ogni grande record sportivo quasi che quella gara tra Achille e la tartaruga fosse la gara dello sport tutto contro i limiti umani. Vedere: http://it.wikipedia.org/wiki/Paradosso_di_Achille_e_la_tartaruga 14
  15. 15. Limite relativo Infatti, il (concetto di) limite entra nello sport come limite relativo: relativo ad una prestazione di un singolo atleta, alla prestazione di una squadra, ad un tempo da battere, ad un record personale da superare…. In tale accezione è talmente intrinseco allo sport che ne è pratica quotidiana: nella crescita dei volumi e della qualità dell’allenamento, nel costante tentativo di spingere più in là la curva della super- compensazione, nella certezza che è la gestione dei momenti difficili (limite) il segreto del successo. 15
  16. 16. Limite relativo vs. assoluto Il limite relativo, per cui al di là di un limite c’è sempre un altro limite, rappresenta l’obiettivo della fatica quotidiana di atleti e allenatori, poco inclini a considerazioni sul limite assoluto, concetto che non frequentano perché lontano e astratto. Al contrario è il (concetto di) LIMITE ASSOLUTO (Tutto Maiuscolo), di Limite Invalicabile della capacità umana quello che appassiona gli intellettuali dello sport, gli scienziati, i retori, gli esteti, che amano misurarsi con quello che va al di là dell’immaginato, che varca le colonne d’Ercole, che permette loro di interrogarsi sull’umano inumano o sui limiti assoluti dell’umanità tutta. 16
  17. 17. Achille raggiungerà la tartaruga In occasione del doppio record di Usain Bolt, ancora una volta ci si è interrogati se esista un tempo al di sotto del quale non è umanamente possibile scendere. Il professor Enrico di Prampero, biomedico e docente di fisiologia umana, ha sostenuto che siamo ormai vicini al limite fisiologico dell’uomo e che i margini di miglioramento sono assai ridotti. Ha anche predetto che tra il 2187 e il 2254 il velocista più forte correrà i 100 mt in 9”15 ad una velocità media di 39,344 km/h Altri studi hanno sostenuto che i record maschili raggiungeranno il picco teorico tra il 2020 e il 2060; altri ancora che, comunque, le prestazioni non miglioreranno più dell’1/3%... Insomma: ci garantiscono che Achille raggiungerà la tartaruga. 17
  18. 18. Limite e praticaccia sportiva E tutti questi, retori e scienziati, un po’ schivi della praticaccia sportiva quotidiana dimenticano che il limite assoluto in altro senso (tutto minuscolo) è frequentazione abituale di ogni atleta, anche il più modesto: nell’avversario imbattibile per qualità e risorse, nella personale barriera prestativa insuperabile, nell’apice di una carriera cui seguirà un inevitabile declino. E dimenticano che è tutto il movimento sportivo, fatto di tutti i singoli atleti nella loro quotidiana fatica, a spostare più in là il limite assoluto. 18
  19. 19. La verità è l’inseguimento, la corsa e non il traguardo Il movimento sportivo nella sua totalità, fatto di tutti i singoli atleti nella loro quotidiana fatica, sposta più in là il limite assoluto, lo relativizza costantemente, attraverso allenamenti più duri, più sofisticati, più scientificamente elaborati, attraverso tecnologie più avanzate, costumi idroscivolanti, corsie frangiflutti, piste rimbalzanti, e – come no? - anche attraverso l’uso illecito della chimica, l’abuso dei medicinali, le diete ipo o iper … Così retori e scienziati, persi nell’affascinante astrazione dell’assoluto, non colgono che la verità è l’inseguimento, la corsa e non il traguardo. 19
  20. 20. I tanti limiti nello Sport In realtà, lontani dal limite assoluto, l’atleta e il tecnico sono circondati da tanti limiti come i limiti psicologici che non consentono quel complesso equilibrio tra prudenza e temerarietà, tra umiltà e baldanza, che si pone quale nascosta base di un positivo atteggiamento agonistico. i limiti della pratica quotidiana dell’allenamento i limiti nell’uso della tattica I limiti sociali Immagine: www.cadenaser.com 20
  21. 21. I limiti della pratica quotidiana dell’allenamento Il limite entra nella pratica quotidiana dell’allenamento anche come rispetto dei tempi di recupero necessari, come somministrazione di carichi di lavoro tollerabili, allontanandosi da quella convinzione del “sempre di più sempre meglio”, da quella spinta a volumi di lavoro sempre crescenti, vera base ideologica alla pratica dopante e avviando, invece, una costruzione dell’allenamento conscio del fatto che per superare dei limiti bisogna assegnarsi dei limiti, costruendo un processo allenante più ricco di mezzi, più consapevole, più qualitativo. 21
  22. 22. Il limite nell’uso della tattica Il limite entra ancora nell’uso della tattica quale mascheramento o quale sfruttamento dei limiti prestativi di un atleta o di una squadra: il fondista privo di scatto costretto a una gara di testa dal ritmo alto e regolare … la squadra lenta e tecnica che esaspera il possesso di palla per tenere basso il ritmo partita …, il giocatore bello e bravo, ma psicologicamente fragile, insultato, provocato per determinarne il nervosismo così da indebolirne la cifra tecnica. 22
  23. 23. Il limite sociale nello sport Il limite entra poi nello sport come limite sociale di uno sport aperto solo a chi risolve il problema della sopravvivenza (l’altroieri), dell’organizzazione statale e universitaria (ieri), o dello sponsor (oggi) … Non tutti se lo possono permettere non tutti hanno potuto: si possono fare molte cose “per sport”, non lo sport. wWw.CaZZaTe.NeT 23
  24. 24. Limitatamente immortali E, infine, inseguendo i retori verso l’Assoluto da modesti travet di bordovasca, il (concetto di) limite entra nello sport come confine della condizione umana limitata a fronte dell’onnipotenza divina. Bubka che vola, Bolt che corre, Maradona che dribbla, sono “divini”, avvicinano noi poveri limitati umani agli dei che tutto possono e le immagini delle loro imprese rimangono indelebili, al di là di loro, al di là del tempo che fugge, superando per l’istante di un’illusione il limite dei limiti, quello sì purtroppo sempre raggiunto, e rendendoci (limitatamente) immortali. 24
  25. 25. Rari Nantes Savona 2009-10 www.rarinantes.sv.it 25
  26. 26. Festa dell’Inquietudine_luoghi Finale Ligure, “locus finalis” Finalborgo Finalmarina Ci piace pensare che, per tre giorni, le Colonne della Conoscenza segneranno lì il luogo di confine. www.festainquietudine.it 26
  27. 27. Complesso monumentale di Santa Caterina a Finalborgo Chiuso tra mura medievali ancora ben conservate, intervallate da torri semi- circolari e interrotte solo in corrispondenza delle porte, il Borgo di Finale (Finalborgo da Burgum Finarii, terra di confine (ad fines) ai tempi dei Romani) offre al visitatore una sensazione di protezione e raccoglimento. 27
  28. 28. Fortezza di Castelfranco a Finalmarina www.scalo.org/images/finaliu.jpg Il complesso fortilizio, che risale alla seconda metà del XIV secolo, si articola in una pianta a forma stellata, a stretto contatto con l'abitato del centro di Finale. Castelfranco fu attivo come fortezza ancora nel 1745, quando respinse l'attacco di quattordici navi inglesi. Dal 1938 è di proprietà del Comune di Finale Ligure. 28
  29. 29. Organizzazione della Festa Comitato promotore: Comune di Finale Ligure Fondazione A. De Mari - Cassa di Risparmio di Savona Provincia di Savona Ideazione e organizzazione: Circolo degli Inquieti di Savona 29
  30. 30. Eventi Dibattiti e Incontri: promozione dell’Inquietudine come condizione dell'essere umano e sinonimo di conoscenza e crescita culturale. Mostre & Spettacoli: proposizione di aspetti difformi di creatività artistica. InquietaMente: progetti innovativi e inquieti dedicati ai giovani e alle imprese. Inquietus Celebration (IV edizione): “celebrazione” di personalità inquiete che si sono distinte per l'elevata vivacità intellettuale e sentimentale in ambiti specifici dell'attività umana. Inquieto dell'Anno (XIII edizione): “celebrazione” della personalità che si è contraddistinta per il suo essere inquieto. 30
  31. 31. Inquieto dell’anno “Anno” Edizione Celebrazione Inquieto dell’Anno 2009 XIII 2010 ? 2008 XII 2009 Don Luigi Ciotti 2007 XI 2008 Milly & Massimo Moratti 2006 X 2007 Raffaella Carrà 2005 IX 2006 Règis Debray 2004 VIII 2005 Costa Gavras 2003 VII 2004 Oliviero Toscani 2002 VI 2003 Barbara Spinelli 2001 V 2002 Antonio Ricci 2000 IV 2001 Gino Paoli 1998 III 1999 Francesco Biamonti 1997 II 1998 Gad Lerner 1996 I 1997 Carmen Llera Moravia 31
  32. 32. Citazioni & Link Il logo del Circolo è di Ugo Nespolo www.nespolo.com Il logo della Festa è di Oliviero Toscani - La Sterpaia www.lasterpaia.it Le foto della Festa sono di Emilio Rescigno www.emiliorescigno.it Il logo “inquietudine e limite” è di Marco Prato www.manolab.it 32
  33. 33. Arrivederci alla Festa … L’atmosfera unica di Finale Ligure, del suo storico Borgo e di Varigotti, nonché della Riviera di Ponente, la curiosità degli eventi proposti durante la festa e i sapori della cucina e del buon vino ligure renderanno i tre giorni della festa davvero indimenticabili. www.festainquietudine.it 33

×