Successfully reported this slideshow.
We use your LinkedIn profile and activity data to personalize ads and to show you more relevant ads. You can change your ad preferences anytime.

Test figura umana

376 views

Published on

  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

Test figura umana

  1. 1. Convegno Firenze 4-5 febbraio 2011 2 DISEGNARE LA FAMIGLIA IN DIVERSI CONTESTI: analogie e differenze M. A. Tallandini e I. Bersenda (Università di Trieste)
  2. 2. Convegno Firenze 4-5 febbraio 2011 3 •  Situazione nel territorio di Trieste e dintorni •  Il disegno della figura umana in corso di sviluppo •  Il disegno della famiglia •  I risultati della ricerca
  3. 3. Convegno Firenze 4-5 febbraio 2011 4 Immigrazione e appartenenza a minoranze o maggioranze etniche •  Caratteristiche socio-emotive simili tra gli immigrati e gli appartenenti a minoranze etniche (Kolaitis et al., 2003; Moghaddam, 2002; Garcia Coll et al., 1996) Versus •  Maggiori problemi internalizzanti negli immigrati rispetto alle minoranze etniche (Achenbach & Dumenci, 2001; Luthar, 1991; Van Ooort et al., 2007)
  4. 4. Convegno Firenze 4-5 febbraio 2011 5 Friuli Venezia Giulia •  Incremento significativo del numero di immigrati negli ultimi anni (Istat, 2009) •  Convivenza di diverse etnie: immigrate, di minoranza autoctona e maggioranza autoctona italiana
  5. 5. Convegno Firenze 4-5 febbraio 2011 6 Descrizione della popolazione nel territorio Maggioranza italiana Popolazione autoctona Popolazione immigrata Minoranza slovena Albanesi Russi Serbi
  6. 6. Convegno Firenze 4-5 febbraio 2011 7 Scopo •  Indagare •  * adattamento sociale * adattamento emotivo * livello cognitivo * adattamento psicologico del genitore * ambiente relazionale familiare
  7. 7. Convegno Firenze 4-5 febbraio 2011 8 Strumenti di valutazione •  Indagato: * adattamento sociale (Gli indicatori della capacità di adattamento sociale in età evolutiva, Caprara et al., 1992 e Teacher’s Report Form, Achenbach & Rescorla, 2001) * adattamento emotivo (Children’s Depression Inventory, Kovacs, 1982; Separation Anxiety Test, Attili, 2001; Teacher’s Report Form, Achenbach & Rescorla, 2001) * livello cognitivo (Test della Figura Umana, Goodenough e Harris, 1963 e Polaček & Carli, 1977; Progressive matrici colorate, Raven, 1984; Peabody Picture Vocabolary Test-Revised, Dunn & Dunn, 2000). * adattamento psicologico del genitore (Life Orientation Test, Scheier & Carver, 1985; Rosenberg Self-Esteem Scale, Rosenberg, 1989, Center for Epidemiologic Studies Depression Scale, Fava, 1982 e Parent Stress Index – Short Form, Abidin, 1990). * ambiente relazionale familiare (Draw a family test, Bombi & Pinto, 2000; Parent Stress Index, 1990)
  8. 8. Convegno Firenze 4-5 febbraio 2011 9 Come e cosa analizzare nel disegno? La rappresentazione della figura umana come misura di riferimento con il metodo Goodenough e Harris (1963) La rappresentazione della famiglia come metodo che indaga le rappresentazioni delle relazioni tra sé e le figure genitoriali
  9. 9. Convegno Firenze 4-5 febbraio 2011 10 La rappresentazione della Figura Umana (Goodenough e Harris (1963)).
  10. 10. Convegno Firenze 4-5 febbraio 2011 11 Disegno della figura umana •  Attenzione alle differenze legate all’età e alle capacità specifiche di rappresentazione grafica
  11. 11. Convegno Firenze 4-5 febbraio 2011 12 Bambina 10, 5
  12. 12. Convegno Firenze 4-5 febbraio 2011 13 bambina 8 anni
  13. 13. Convegno Firenze 4-5 febbraio 2011 14 Bambina di 9 anni
  14. 14. Convegno Firenze 4-5 febbraio 2011 15 bambino 9 a
  15. 15. Convegno Firenze 4-5 febbraio 2011 16 ragazzo 11 anni
  16. 16. Convegno Firenze 4-5 febbraio 2011 17 ragazzo anni 11
  17. 17. Convegno Firenze 4-5 febbraio 2011 18 Ragazza 12, 5
  18. 18. Convegno Firenze 4-5 febbraio 2011 19 Cos’è e perché è utile il Disegno della Famiglia? DRAW A FAMILY TEST (versione Bombi & Pinto, 2000) •  indaga le rappresentazioni delle relazioni tra sé e le figure genitoriali •  Obiettivo: avere informazioni sul nucleo familiare, l’ambiente sociale e culturale »  ATTENZIONE no lettura di aspetti clinico-emotivi
  19. 19. Convegno Firenze 4-5 febbraio 2011 20 Come e cosa analizzare nel disegno della famiglia? •  Coesione: intensità del legame che intercorre tra le figure rappresentate (sguardo, avvicinamento, attività coordinata, vicinanza, area comune ed unione) •  Distanziamento: grado di autonomia dei personaggi, le azioni volte ad evitare l’interazione ed elementi spaziali inerenti all’indipendenza percettiva tra le figure. •  Somiglianza: affinità tra i personaggi in termini di importanza dedotta dallo spazio dedicato a ciascuno (altezza, posizione, corpo, attributi) •  Valore: importanza dedotta dallo spazio dedicato a ciascuno, dalle posizioni reciproche e dalla cura grafica con cui sono stati eseguiti (spazio occupato, collocazione dominante, articolazione del corpo, numero di attributi, numero di colori (?))
  20. 20. Convegno Firenze 4-5 febbraio 2011 21 Campione complessivo 226 soggetti dai 7 ai 13 anni Autoctoni rappresentati da sloveni ed italiani. Immigrati rappresentati da Albanesi, Russi e Serbi
  21. 21. Convegno Firenze 4-5 febbraio 2011 22 bambina 8 anni
  22. 22. Convegno Firenze 4-5 febbraio 2011 23 bambina 8 anni
  23. 23. Convegno Firenze 4-5 febbraio 2011 24 Bambina 9 anni
  24. 24. Convegno Firenze 4-5 febbraio 2011 25 Bambina 9 anni
  25. 25. Convegno Firenze 4-5 febbraio 2011 26 bambino 9 a
  26. 26. Convegno Firenze 4-5 febbraio 2011 27 bambino 9 a
  27. 27. Convegno Firenze 4-5 febbraio 2011 28 ragazzo 11 anni
  28. 28. Convegno Firenze 4-5 febbraio 2011 29 ragazzo 11 anni
  29. 29. Convegno Firenze 4-5 febbraio 2011 30 ragazzo anni 11
  30. 30. Convegno Firenze 4-5 febbraio 2011 31 ragazzo anni 11
  31. 31. Convegno Firenze 4-5 febbraio 2011 32 Ragazza 12, 5 anni
  32. 32. Convegno Firenze 4-5 febbraio 2011 33 Ragazza 12, 5 anni
  33. 33. Convegno Firenze 4-5 febbraio 2011 34 •  Quindi estrema importanza di tener conto dell’età del disegnatore – Sia come componente di abilità grafica – Sia come componente di interferenza nella rappresentazione
  34. 34. Convegno Firenze 4-5 febbraio 2011 35 DMT * p = .006
  35. 35. Convegno Firenze 4-5 febbraio 2011 36 Come e cosa analizzare nel disegno della famiglia? •  Coesione: intensità del legame che intercorre tra le figure rappresentate (sguardo, avvicinamento, attività coordinata, vicinanza, area comune ed unione) •  Distanziamento: grado di autonomia dei personaggi, le azioni volte ad evitare l’interazione ed elementi spaziali inerenti all’indipendenza percettiva tra le figure. •  Somiglianza: affinità tra i personaggi in termini di importanza dedotta dallo spazio dedicato a ciascuno (altezza, posizione, corpo, attributi) •  Valore: importanza dedotta dallo spazio dedicato a ciascuno, dalle posizioni reciproche e dalla cura grafica con cui sono stati eseguiti (spazio occupato, collocazione dominante, articolazione del corpo, numero di attributi, numero di colori)
  36. 36. Convegno Firenze 4-5 febbraio 2011 37 DFT madri
  37. 37. Convegno Firenze 4-5 febbraio 2011 38 DFT padri * *
  38. 38. Convegno Firenze 4-5 febbraio 2011 39 Distanziamento con il Padre Bambina immigrata Bambina non immigrata
  39. 39. Convegno Firenze 4-5 febbraio 2011 40 Somiglianza con il Padre Bambino immigrato Bambino non immigrato
  40. 40. Convegno Firenze 4-5 febbraio 2011 41 Draw a Man Test *
  41. 41. Convegno Firenze 4-5 febbraio 2011 42 Draw Family Test:Madri
  42. 42. Convegno Firenze 4-5 febbraio 2011 43 Draw Family Test (Padri) * * * *
  43. 43. Convegno Firenze 4-5 febbraio 2011 44 •  Quindi estrema importanza di tener conto dell’età del disegnatore – Sia come componente di abilità grafica – Sia come componente di interferenza nella rappresentazione •  Quindi estrema importanza di tener conto dell’etnia del disegnatore – Come componente della rappresentazione delle relazioni familiari.
  44. 44. Convegno Firenze 4-5 febbraio 2011 45 Conclusioni generali sul Disegno della Famiglia •  Disegno della famiglia utile: -non soltanto per vedere la rappresentazione delle relazioni tra sé e le figure genitoriali, -ma anche dare informazioni sulla cultura di appartenenza del bambino.
  45. 45. Convegno Firenze 4-5 febbraio 2011 46 Conclusioni sulla ricerca •  Differente rappresentazione grafica della famiglia dei bambini immigrati (Tallandini & Dimitrova, 2006; Pinto et al., 2001) •  Nessuna differenza nell’adattamento tra bambini sloveni ed italiani (Kolaitis et al., 2003) •  Maggiori difficoltà degli immigrati nelle performance linguistiche (Di Pentima, 2004) •  Maggiori difficoltà psicologiche nei genitori immigrati (Verropoulou, Joshi & Wiggins, 2002)
  46. 46. Convegno Firenze 4-5 febbraio 2011 47 Risultati 1 * Valore della madre * Valore del padre
  47. 47. Convegno Firenze 4-5 febbraio 2011 48
  48. 48. Convegno Firenze 4-5 febbraio 2011 49
  49. 49. Convegno Firenze 4-5 febbraio 2011 50
  50. 50. Convegno Firenze 4-5 febbraio 2011 51 Risultati 2 * * Confronto della rappresentazione del padre nelle diverse sottoscale
  51. 51. Convegno Firenze 4-5 febbraio 2011 52 Ipotesi 1.  Diversità della relazione familiare nella rappresentazione grafica (Pinto et al., 2001) 2.  Nessuna differenza nell’adattamento dei bambini autoctoni (Kolaitis et al., 2003) 1.  Minor adattamento dei bambini immigrati (Garcia Coll & Szalacha, 2004) 2.  Maggiori difficoltà psicologiche dei genitori immigrati (Brody et al., 2002)
  52. 52. Convegno Firenze 4-5 febbraio 2011 53
  53. 53. Convegno Firenze 4-5 febbraio 2011 54
  54. 54. Convegno Firenze 4-5 febbraio 2011 55 * * Confronto della rappresentazione del padre nelle diverse sottoscale
  55. 55. Convegno Firenze 4-5 febbraio 2011 56 Valutazione del bambino e dell’adulto. Percentuale della più importante persona disegnata. Bambini e genitori italiani
  56. 56. Convegno Firenze 4-5 febbraio 2011 57 Valutazioni del bambino e dell’adulto. Percentuale della persona meno importante della famiglia. Bambini e genitori italiani
  57. 57. Convegno Firenze 4-5 febbraio 2011 58 Bambina 10a, 5m
  58. 58. Convegno Firenze 4-5 febbraio 2011 59 Bambina 10,5

×