Successfully reported this slideshow.
We use your LinkedIn profile and activity data to personalize ads and to show you more relevant ads. You can change your ad preferences anytime.

Prerequisiti

letto scrittura prerequisiti

  • Login to see the comments

  • Be the first to like this

Prerequisiti

  1. 1. PREREQUISITI della letto scrittura Lucia Maria Collerone
  2. 2. Percezione visiva •  Coordinamento occhio mano; •  percorsi; •  posizione nello spazio; •  copia riproduzione; •  riproduzione figura – sfondo; •  completamento di figure; •  velocità visuo-motoria; •  orientamento dx-sx in attività grafiche; •  costanza della forma; •  trovare le differenze; •  seguire con la matita colorata il modello senza uscire dalla linea; •  gesto grafico; •  abilità di copia da modello (segni grafici: - ; + ; X; cerchio ; spirale con verso •  a dx (come la chiocciola della lumaca) spirale con verso a sx; la doppia spirale; il segno di infinito (8 in orizzontale); Lucia Maria Collerone
  3. 3. Consapevolezza fonologica percezione uditiva •  - Riconoscimento sillaba iniziale su immagine; •  - riconoscimento della sillaba e del singolo fonema con fluenza verbale; •  - riconoscimento del fonema iniziale con memoria verbale; •  - cambio d’iniziale; •  - aggiunta di iniziale; •  - delezione della sillaba finale e iniziale; •  - corrispondenza fonema grafema; •  - parole lunghe - parole corte; •  - creazione di rime. Lucia Maria Collerone
  4. 4. Abilità motorie •  Attività motorie da svolgere in palestra o in classe se non si dispone della palestra. •  - Orientamento destra-sinistra in campo grosso motorio; •  - Coordinazione dinamica generale; •  - Equilibrio emisferico. Lucia Maria Collerone
  5. 5. Area logico matematica •  - Organizzazione spaziale; •  - sequenze temporali in relazione ad azioni; •  - sequenze temporali in relazione a immagini; •  - sequenze temporali relative alla produzione verbale; •  - seriare; •  - corrispondenza secondo la quantità; •  - corrispondenza secondo una caratteristica; •  - concetti topologici di sopra - sotto, dentro - fuori; prima - dopo. Lucia Maria Collerone
  6. 6. Integrazione spazio temporale •  - Riproduzione ritmica di strutture temporali; •  - simbolizzazione di strutture spaziali; •  - simbolizzazioni di strutture temporali; •  - trascrizione di strutture temporali. Lucia Maria Collerone
  7. 7. Memoria generale •  - Memoria uditiva; •  - memoria di cifre in sequenza diretta; •  - memoria di cifre in sequenza inversa; •  - memoria di gruppi vocalici; •  - memoria di parole. Lucia Maria Collerone
  8. 8. Memoria e attenzione visiva •  - Memoria di facce; •  - ricordo selettivo visivo; •  - memoria visiva dell’oggetto mancante; •  - memoria visiva sequenziale. Lucia Maria Collerone
  9. 9. DOMINANZA LATERALE Lucia Maria Collerone
  10. 10. Prerequisiti per la scrittura Lucia Maria Collerone
  11. 11. Componenti motorie della scrittura •  Stabilità prossimale: posizione della spalla •  Presa di precisione •  Prensione con la punta delle dita •  Uso isolato delle dita •  Stabilità del pollice e forza •  Capacità di graduare la forza •  Pianificazione motoria •  Controllo della sequenza motoria Lucia Maria Collerone
  12. 12. Componenti visuo-motorie della scrittura VISIVA discriminazione visiva = abilità di discriminare una configurazione visiva da un’altra; completamento visivo = abilità di percepire una configurazione intera quando ce ne viene mostrata solo una parte. VISUO-MOTORIA   il bambino deve sapere dove e come disporre le lettere e le parole all’interno della pagina   la dimensione e le proporzioni delle lettere   la posizione che queste occupano rispetto alla linea di scrittura;   la distanza a cui devono essere poste le lettere (tra loro, all’interno delle parole) e le parole (tra loro, in rapporto all’intero scritto);   gli spazi che possono essere occupati o meno dalla scrittura all’interno della pagina Lucia Maria Collerone
  13. 13. Componente PROPRIOCETTIVA – CINESTESICA – TATTILE della scrittura •  Automatizzazione dei movimenti d’iscrizione e di progressione •  Schemi motori per …   occhielli, asole ascendenti e tratti curvilinei (movimento rotatorio antiorario),   tratti curvilinei con convessità verso il basso ed asole discendenti   (movimento rotatorio orario),   aste ascendenti e discendenti (mov. che procedono dall’alto verso il   basso),   tratti orizzontali e di collegamento. Lucia Maria Collerone
  14. 14. Pregrafismi Le Proto-lettere Il gesto grafico Dal grande al piccolo spazio Lucia Maria Collerone
  15. 15. CARATTERI E DIFFICOLTA’ •  STAMPATO MAIUSCOLO •  STAMPATO MINUSCOLO •  CORSIVO Lucia Maria Collerone
  16. 16. Consapevolezza metafonologica Lucia Maria Collerone
  17. 17. ASPETTI CHE DIFFERENZIANO LA LINGUA ORALE E LA LINGUA SCRITTA •  Modalità di apprendimento Lingua orale: è sufficiente l’esposizione per l’apprendimento,importanti le informazioni soprasegmentali e paralinguistiche. Lingua scritta: appresa con specifico insegnamento. Prodotto culturale. È un’immagine della lingua orale. Lucia Maria Collerone
  18. 18. ASPETTI CHE DIFFERENZIANO LA LINGUA ORALE E LA LINGUA SCRITTA •  Unità minime Lingua orale: i fonemi non sono dotate di significato, non sono unità distinte del segnale acustico della parola l’unità naturale di produzione linguistica è la sillaba Lingua scritta: le lettere sono ben distinte visivamente e fanno riferimento ad unità astratte i fonemi (italiano 30 fonemi e 21 lettere: non sempre vi è corrispondenza biunivoca) Lucia Maria Collerone
  19. 19. Abilità rilevanti per l’acquisizione della letto-scrittura •  Conoscenza linguistica (le conoscenze metalinguistiche) •  Abilità linguistica (fonetico,fonologico,grammaticale, narrativo) •  Memoria a breve termine •  Strategie di comprensione generale •  Livello di sviluppo cognitivo Lucia Maria Collerone
  20. 20. LINGUAGGIO EMERGE CORRENTE ACUSTICA CONTINUA COMPETENZA LINGUISTICO-COMUNICATIVA Lucia Maria Collerone
  21. 21. LAMAMMASTIRALABIANCHERIA LA MAMMA STIRA LA BIANCHERIA LA MAMMA STIRA LA BIANCHERIA COMPETENZA LINGUISTICO-COMUNICATIVA Lucia Maria Collerone
  22. 22. COMPETENZA LINGUISTICO-COMUNICATIVA PANE PA NE SEGMENTAZIONE SILLABICA Lucia Maria Collerone
  23. 23. MAMMA M A MM A SEGMENTAZIONE FONEMICA ACCESSO FONOLOGICO Lucia Maria Collerone
  24. 24. FONOLOGIA FONEMA SINGOLI SUONI P –A- N -E Non hanno significato singolarmente FONI Lucia Maria Collerone
  25. 25. LINGUAGGIO E LETTURA LETTURA RAPPRESENTAZIONE FONOLOGICA CORTICALE SUONI SEGMENTAZIONE SPELLING FUSIONE BLENDING Lucia Maria Collerone
  26. 26. DECODIFICA simboli visivi simboli acustici Lucia Maria Collerone
  27. 27. Abilità fonologiche di base Memoria fonologica A breve termine Capacità trattenere i singoli fonemi nella loro sequenza C – A – N – E Categorizzazione fonetica segnale acustico Capacità di distinguere i suoni T – D – L - M Accesso a rappresentazioni fonologiche analitiche Capacità di attivare tracce dei suoni Lucia Maria Collerone
  28. 28. Abilità fonologiche •  Ripetizione di parole •  Ripetizione di nonparole •  Ripetizione di frasi •  Denominazione per parole complesse •  Fusione fonemica (CANE) •  Somiglianze parole in liste (GATTO/ GAMBA/LUCE/GARA) •  Contare i fonemi (PANINO) = 6 Lucia Maria Collerone
  29. 29. CONSAPEVOLEZZA FONOLOGICA APPRENDIMENTO EFFICACE/EFFICIENTE LETTURA / SCRITTURA • Capacità di percepire/riconoscere, per via uditiva, i fonemi che compongono le parole del linguaggio parlato •  Saper operare trasformazioni con gli stessi (Bortolini, 1995) Lucia Maria Collerone
  30. 30. CONSAPEVOLEZZA FONOLOGICA FONOLOGIA GLOBALE FONOLOGIA ANALITICA ETA’ PRESCOLARE ETA’ SCOLARE Lucia Maria Collerone
  31. 31. FONOLOGIA GLOBALE SVILUPPO SPONTANEO Età prescolare • Riconoscimento/riproduzione rime • Scansione sillabica parole • Manipolazione parole attraverso suffissi • Giudizi di lunghezza parole Lucia Maria Collerone
  32. 32. FONOLOGIAANALITICA SVILUPPO/MATURAZIONE NON SPONTANEA processo apprendimento • Segmentazione fonemica (spelling) • Fusione fonemica (blending) • Riconoscimento consonante iniziale(preblending) Lucia Maria Collerone
  33. 33. Abilità metafonologiche •  Identificazione di unità linguistiche •  Sintesi sillabica/fonemica •  Scomposizione sillabica/fonemica •  Manipolazioni fonemiche (elisioni, sottrazioni, addizioni, inversioni, scambi) •  Produzione e giudizio di rime •  Segmentazione lessicale •  Giudizi su proprietà e somiglianze / differenze tra parole Lucia Maria Collerone
  34. 34. Consapevolezza fonologica •  Dire se due fonemi, due sillabe o due parole sono uguali o diverse •  Individuare tra diverse figure rappresentanti oggetti i cui nomi differiscono per un fonema, quella denominata dall’esaminatore •  Discriminazione di coppie minime (coppie di parole differenti per un fonema, es. passo/ basso) •  Associazione di coppie minime alle rispettive figure Lucia Maria Collerone
  35. 35. ETA’ SVILUPPO TIPICO SEGNALI DI DIFFICOLTA’ 4 anni • consapevolezza che le frasi si dividono in parole • interesse per i suoni della lingua • riconoscimento dei fonemi del proprio nome • disturbo di linguaggio preesistente • difficoltà nell’imparare filastrocche • disinteresse verso i giochi di parole Lucia Maria Collerone
  36. 36. 5 - 5 ½ anni • divide la parola in sillabe • riconosce un maggior numero di fonemi • identifica alcune lettere nella scrittura (vocali nomi) • sente le rime e le riproduce • Difficoltà a dividere parole in sillabe • Difficoltà ad imparare i suoni e i nomi di una lettura • Difficoltà a riconoscere le lettere del proprio nome • Difficoltà ad individuare il numero di parole di una frase ETA’ SVILUPPO TIPICO SEGNALI DI DIFFICOLTA’ Lucia Maria Collerone
  37. 37. 5 – 6 anni • Tra più parole verbali o immagini trova quelle che iniziano con la stessa sillaba • Identifica e pronuncia la sillaba o il suono iniziale di una parola • Conta il numero di sillabe e fonemi in una parola semplice • Opera la fusione di due fonemi per formare una sillaba • Difficoltà a svolgere i compiti della colonna di sinistra. ETA’ SVILUPPO TIPICO SEGNALI DI DIFFICOLTA’ Lucia Maria Collerone
  38. 38. Imparare la corrispondenza grafema-fonema Insegnare a identificare le unità fonemiche a cui sono collegate le unità grafiche Lucia Maria Collerone
  39. 39. Importante ! I fonemi possiamo distinguerli per luogo di articolazione e modo di articolazione (F V - M N) I tratti distintivi Nella fase iniziale di apprendimento è importante proporre al bambino fonemi con tratti distintivi il più possibile diversificati Lucia Maria Collerone
  40. 40. Lucia Maria Collerone
  41. 41. Le unità di base dell’atto di parola sono le sillabe dal linguaggio …..alla scrittura Lucia Maria Collerone
  42. 42. La corrispondenza fonema-grafema •  l’associazione di un segno grafico con un suono della lingua, quale è il fonema, è una scoperta per il bambino •  nel periodo iniziale dello sviluppo della competenza alfabetica il bambino è ancora ancorato alla rappresentazione figurativo-simbolica e non segnica Lucia Maria Collerone
  43. 43. •  Stadi della lettura Logografico Alfabetico: Fonetico sillabico Lessicale Lucia Maria Collerone
  44. 44. Intervento fonologico quando? Scuola dell’Infanzia Scuola primaria Lucia Maria Collerone
  45. 45. Giochi di percezione uditiva • Discriminazione suono-silenzio Ritmo Rappresentazione grafica della voce Lucia Maria Collerone
  46. 46. Intervento metafonologico a scuola per quanto tempo? 10 minuti tutti i giorni Lucia Maria Collerone

×