TAZZA D’OROdi Catellani Letizia & C.

                                                                      BAR - PIZZERIA...
2


Il Partito Democratico per un fisco più
giusto verso famiglie e imprese
A Varese l’assemblea PD ha affrontato una tema...
3


                                                             Il PD di Novellara per la libertà di
                    ...
4


          L’URP informa... rubrica a cura dell’ufficio relazioni con il pubblico
ESENZIONE CANONE RAI PER ULTRA 75ENNI...
5


Un nuovo Progetto Missionario per il                                                                                  ...
6


I giovani protagonisti della 3a edizione                                                                              ...
7




Una giornata al festival Giovani.con
                                                                               ...
8


“La sobrietà è il mio vero piacere, oggi                                                                              ...
9


Servizio Civile: un anno speso bene                                                                                   ...
10


Il meteorologo di casa nostra                                                                                        ...
11

                            Foto Nadia




Che bello, di nuovo insieme
     è tempo di filos!
E’ sempre gradevole ritr...
12



                                                                                                    Circolo Omnibus ...
Portico 271
Portico 271
Portico 271
Portico 271
Portico 271
Portico 271
Portico 271
Portico 271
Portico 271
Portico 271
Portico 271
Portico 271
Portico 271
Portico 271
Portico 271
Portico 271
Portico 271
Portico 271
Portico 271
Portico 271
Upcoming SlideShare
Loading in …5
×

Portico 271

3,517 views

Published on

"Il Portico" la voce dei novellaresi
Mensile Novellarese

www.ilportico.wordpress.com

Published in: News & Politics
1 Comment
0 Likes
Statistics
Notes
  • Novellara, ilportico, il Portico, la voce dei novellaresi, www.ilportico.wordpress.com
       Reply 
    Are you sure you want to  Yes  No
    Your message goes here
  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
3,517
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
37
Actions
Shares
0
Downloads
20
Comments
1
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Portico 271

  1. 1. TAZZA D’OROdi Catellani Letizia & C. BAR - PIZZERIA TAVOLA CALDA NOVELLARA (RE) via Cavour, 48 tel. 3465772503 ANNO XXIV MENSILE NOVELLARESE D'INFORMAZIONE Ottobre 2010 n.271 Filippo Bologni campione italiano Juniores di equitazione
  2. 2. 2 Il Partito Democratico per un fisco più giusto verso famiglie e imprese A Varese l’assemblea PD ha affrontato una tematica su cui il centro destra ha pro- messo tanto ma ha mantenuto poco. Meno tasse sul lavoro e per le famiglie con figli piccoli, aliquote più alte per le rendite finanziarie. dell’on. Maino Marchi Inaugurazione Acetaia Comunale 3 ottobre 2010 L’8 e il 9 ottobre si è tenuta a Varese l’Assemblea Di particolare rilievo la nostra proposta sul fisco. Un fisco amico per le famiglie, sostituendo la giungla Nazionale del Partito Democratico. Dopo quella Non abbiamo paura di parlare di un tema sul quale delle detrazioni e deduzioni con un bonus di 3000 di maggio a Roma si è ulteriormente sviluppata la la destra ha costruito il suo consenso, ma non ha euro per figlio, a partire dalla fascia 0-3 anni, per tutti, piattaforma programmatica del PD. A maggio si mantenuto alcuna promessa. anche i lavoratori autonomi. Amico delle famiglie sono affrontati i temi del lavoro, dell’università, della E’ forse calata la pressione fiscale? Sono calate le anche finanziando un welfare che dia risposte ai giustizia, delle riforme istituzionali e altri. A Varese tasse dopo che Berlusconi ha governato per sette diversi bisogni sociali. Un fisco amico delle donne quelli della scuola, dell’agricoltura, della piccola e degli ultimi 9 anni? No, è successo il contrario: la che lavorano, con agevolazioni fiscali consistenti per media impresa, del fisco, delle autonomie locali e pressione fiscale non è mai stata elevata come ora. il reddito da lavoro delle donne in nuclei familiari con federalismo, della mobilità e dell’immigrazione. Soprattutto pagano in misura sempre più crescente figli minori. Temi centrali anche su un piano politico più quelli che le tasse la pagano regolarmente mentre Un fisco amico dell’economia ecologica, della green generale, dopo che il passaggio parlamentare agli evasori si sono fatti enormi regali, come con lo economy, con incentivi e detrazioni fiscali per le ha evidenziato che la crisi della maggioranza è scudo fiscale. E’ stata abolita l’IRAP? No, c’è ancora azioni positive in tal senso. tutt’altro che superata, che di fatto la maggioranza e le uniche riduzioni le ha fatte il Governo Prodi, così Un fisco amico delle piccole e medie imprese. non c’è più e che la fiducia al Governo è stata – come per l’IRES. E l’abolizione dell’ICI prima casa il Proponiamo innanzitutto di eliminare gradualmente come l’ha definita Pier Luigi Bersani – la fiducia del Governo l’ha di fatto scaricata tutta sui Comuni. l’IRAP sul costo del lavoro. Poi si propone di cerino (ognuno vuol dare agli altri la responsabilità Cosa propone il Partito Democratico sul fisco? distinguere il reddito che remunera il capitale dell’eventuale fine della legislatura e delle elezioni Innanzitutto di spostare il peso fiscale, a parità investito da quello che è relativa all’imprenditore anticipate).Il Partito Democratico sta definendo il di gettito (non ci sono le condizioni per ridurlo come lavoratore autonomo. Il secondo viene tassato suo profilo, mentre è impegnato in un’iniziativa visto il debito pubblico) dal lavoro e dall’impresa con l’IRPEF. Il primo viene tassato al 20% e, se pressante per cambiare la legge elettorale e per alla rendita finanziaria, cioè abbassare le tasse sul reinvestito, lasciato nell’impresa, non viene tassato. costruire le condizioni di un’alternativa credibile. lavoro e impresa e aumentare quelle sulle rendite, E’ una proposta fortemente innovativa. A Varese abbiamo portato la sfida del PD alla destra portandole (ad esclusione dei titoli di Stato, BOT e Per realizzate questa modifiche del sistema fiscale e alla Lega nel profondo nord. E l’abbiamo fatto su CCT) dal 12,5% al 20%. 20 – 20 – 20 è la nostra occorre un’incisiva lotta all’evasione fiscale e temi “ostici” per il centro sinistra negli ultimi anni, proposta, cioè l’aliquota di riferimento, oltre che per un recupero consistente di risorse in tal senso, come il fisco e la piccola e media impresa, o dove si è le rendite finanziarie, anche per la prima fascia di destinandole a ridurre le tasse a chi le paga, con le sviluppata la propaganda delle chiacchiere a dispetto reddito su cui si calcola l’IRPEF (abbassandola di tre modalità che ho prima sintetizzato. dei fatti che vanno in senso opposto (massimo punti dall’attuale 23%) e pure per gli utili di impresa Occorre inoltre assumere un’iniziativa per arrivare, centralismo e con tagli pesantissimi alle Regioni e che remunerano in modo ordinario il capitale almeno sul piano europeo ma sarebbe ottimale agli Enti locali), cioè sul federalismo fiscale.. investito. a livello mondiale, ad attivare una tassa sulle S.GIOVANNI DI NOVELLARA (RE) via Provinciale Sud, 45 tel.0522657123 - fax 657735 email: info@arredamentisaccani.it PROTEGGI LA TUA VISTA CONSULTA SEMPRE L'OTTICO OPTOMETRISTA OTTICA V.le Roma, 4 NOVELLARA (RE) tel.fax 0522/654808 COSTRUISCE E VENDE Campagnola E. via Levi Villette abbinate e maisonette “Lago di Garda” Maisonette a ARCO Appartamenti a RIVA del Garda NOVELLARA (RE) via Cavour, 16 tel. 654127 Sardegna Villette in Costa Paradiso STUDIO APPLICAZIONI LENTI A CONTATTO ANALISI VISIVA COMPUTERIZZATA Villette ed appartamenti a Badesi IN NOVELLARA Via C. Cantoni, 21 Appartamenti a Valledoria
  3. 3. 3 Il PD di Novellara per la libertà di tutte le donne Ancora oggi il cammino di emancipazione femminile è ostacolato da vecchie mentalità e nuovi muri. di Milena Saccani Vezzani segretaria Circolo PD di Novellara Dopo il delitto di Novi di Modena i soliti noti si sono Tutto ciò pero è ostacolato non solo da chi non vuole messi a discettare su integralismo islamico e danni cambiare mentalità ma anche da chi rifiuta ogni dia- transazioni finanziarie, cioè su quella parte della del multiculturalismo dimenticando forse non a caso logo e momento di incontro e che reputa uno spreco finanza che è stata maggiormente responsabile della che è stata soprattutto una violenza sulle donne, do- le iniziative sull’integrazione. In questo modo non si crisi economica mondiale. vuta al mancato riconoscimento del diritto alla liber- fa altro che erigere nuovi muri in cui si ritrovano pri- Infine la questione del federalismo fiscale. La legge tà per la donna. Un problema legato non solo agli gioniere soprattutto le donne e le ragazze. delega corrisponde ad un impianto da noi condiviso, stranieri, in quanto sono diffuse le violenze contro le Da sempre il cardine di ogni processo di integrazione ma il modo in cui il Governo sta definendo i decreti donne sul lavoro, tra le mura domestiche e nei luo- e di emancipazione è l’istruzione, ma con i tagli alla di attuazione la sta tradendo. Senza definire quali ghi pubblici. In questo specifico caso sono coinvolti scuola pubblica e con gli orari ridotti oggi è sempre servizi vanno finanziati su tutto il territorio nazionale, elementi della comunità pakistana dove permango- più difficile fare in modo di inserire i ragazzi e le ra- come prevede la legge, di fatto si mette a repentaglio no ancora usi e costumi spesso incompatibili con i gazze straniere. il welfare già esistente e si riducono le risorse principi di autodeterminazione e libertà della donna. Promettere, come fa il Governo di annullare il feno- delle Regioni, delle Province e dei Comuni. I tagli Principi irrinunciabili che per noi sono stato il frutto di meno dell’immigrazione invece che studiare modi il Governo li ha già fatti con la manovra estiva e li un lungo percorso di emancipazione che purtroppo per governarlo,l’ostilità verso ogni politica di integra- conferma tutti nell’impianto dei decreti, così come non si è ancora concluso e che oggi è necessario zione non eviterà il ripetersi di tragedie, anzi creerà è fin qui confermato un patto di stabilità interno che portare avanti anche per e con le donne immigrate. solo nuove sofferenze. blocca gli investimenti dei Comuni. Il PD a Varese ha proposto un federalismo fiscale vero, coerente con la legge delega, per rilanciare, con la responsabilità delle comunità locali e dei territori, l’unità nazionale. Mondopentola 2010 - La cucina cinese OLIO DI OLIVA CAMPORO la qualità del CAP di Perugia a un prezzo imbattibile O. 2,95 litri 1,0 Negozio e Magazzino viale Roma, 33/35 tel. e fax 0522/654209 Aperto tutti i giorni dalle 8,30/12,30 e dalle 14,30/18,30 (chiuso sabato pomeriggio) Dall’ 11 ottobre al 30 novembre 2010 sconto promozionale dal 15% al 25% sui vini in bottiglia “linea classica” della Cantina Soc. di Vicobarone. Prodotti per cani e gatti linea BioCroc Da sempre con il vero lievito della birra irradiato Linea mangimi per cani e gatti
  4. 4. 4 L’URP informa... rubrica a cura dell’ufficio relazioni con il pubblico ESENZIONE CANONE RAI PER ULTRA 75ENNI gna regionale “Donare gli organi. Una scelta consa- Gli ultra 75enni non dovranno più versare il cano- pevole” avviata con il “Progetto anagrafi comunali”. ne di abbonamento Ai cittadini che si recano negli Uffici anagrafe per il al servizio RAI dovu- rilascio o il rinnovo della carta di identità viene pro- to a partire dal 2008. posto l’opuscolo informativo “Donazioni e trapianto Chi può usufruire? di organi, tessuti e cellule. Ecco cosa bisogna sa- Tutti i contribuenti pere”. L’opuscolo, articolato in domande e risposte con reddito proprio e per semplificarne la consultazione, fornisce tutte del coniuge non superiore in totale a 6.713,98 euro cleo famigliare; le informazioni utili sulla donazione, sui trapianti, (516,46 per tredici mensilità) e che non convivono - compilare le dichiarazioni sostitutive di certificazio- sull’organizzazione della rete regionale dedicata alle con altri soggetti diversi dal coniuge stesso. Per gli ne e gli atti di notorietà; donazioni e ai trapianti, su dove rivolgersi per appro- interessati che, pur avendo i requisiti, hanno già - richiedere i certificati anagrafici direttamente a casa fondimenti e contiene anche un tesserino staccabile provveduto al pagamento possono chiedere il rim- tua tramite prenotazione telefonica oppure on-line; dove esprimere la propria volontà sulla donazione. borso su apposito modello. A chi rivolgersi? All’uf- - registrare le tue variazione di indirizzo all’interno Per informazioni contattare l’URP 0522/655417 – ficio dell’Agenzia delle Entrate a Guastalla dove sarà del comune. urp@comune.novellara.re.it disponibile l’apposito modulo. Per maggiori infor- Hai la carta di credito? mazioni www.agenziaentrate.gov.it Puoi effettuare il pagamento del certificato richiesto BONUS ELETTRICO E BONUS GAS: CONSULTA direttamente on-line con la carta di credito seguen- LA TUA RICHIESTA ON-LINE CORSO GRAUTITO PER DONNE STRANIERE do il percorso indicato nel sito del Comune www. Lo SGATE (Sistema di Gestione delle Agevolazioni PROPEDEUTICO AL CONSEGUIMENTO DELLA comune.novellara.re.it (“Servizi on-line/Anagrafe on- sulle Tariffe Energetiche) è il sistema informativo on- PATENTE line”). line che consente a tutti i cittadini che abbiano pre- Si conferma anche quest’anno il corso per il conse- Non sai come ritirare il tuo certificato? sentato la domanda di Bonus Elettrico o di Bonus guimento della patente di guida rivolto a donne im- Puoi ritirarlo: Gas di seguire in tempo reale lo stato di avanzamen- migrate in collaborazione con il Centro Studi e Lavori - allo sportello INFORMAZIONI, senza costi aggiun- to e di valutazione delle loro richieste di agevolazio- La Cremeria di Cavriago. Il corso della durata di 30 tivi e senza prendere il numero “spezza coda”, dopo ne. Per accedere al servizio è sufficiente collegarsi al ore, indicativamente 2 volte la settimana (al matti- 24 ore dalla richiesta; sito www.bonusenergia.anci.it e cliccare sul banner no), si svolgerà grazie alla disponibilità di insegnanti - con spedizione postale entro 3 gg. lavorativi dalla “Accesso al Sistema” nella colonna di destra, inserire dell’Autoscuola Aurora di Novellara, sede dell’inizia- richiesta con: l’Id Utente e la password forniti dal Comune di resi- tiva. Si tratta solo di un corso di preparazione per - posta prioritaria (in Italia): al costo di euro 1,00; denza al momento della presentazione della doman- poter presentarsi all’effettivo esame teorico. Durante - raccomandata/raccomandata1/assicurata/posta ce- da e accedere al sistema. il percorso verranno trasmesse le terminologie spe- lere: al costo aggiuntivo di euro 0,50 sulla tariffa in cifiche di base relative alla circolazione, ai veicoli, al vigore. ATTENZIONE ALLE POTATURE DEI PLATANI codice della strada, al di fine di introdurre i modu- Vuoi che l’anagrafe venga a casa tua? Non tutti sanno che la potatura dei platani è soggetta li successivi e facilitare così l’apprendimento della Attualmente l’URP effettua a domicilio, in caso di ad un decreto per la lotta obbligatoria del “cancro co- parte tecnica. Verrà affrontato anche il tema della necessità, il servizio di Autenticazione di firma e di lorato” (Ceratocystis fimbriata), una grave patologia sicurezza sui luoghi di lavoro, pari opportunità, patto sottoscrizione della Carta di identità. che colpisce l’albero causandone, nella maggior par- d’aula e FSE. Per il Comune di Novellara questo cor- ORARI INVERNALI DEI CIMITERI te dei casi, la morte. Questa malattia può provocare so rappresenta un valido strumento di rafforzamen- Con il ripristino dell’ora solare tutti i cimiteri osserve- crolli improvvisi dell’albero a danno di malcapitati. to dell’autonomia personale, in modo da agevolare ranno il seguente orario d’apertura al pubblico: ore E’ quindi opportuno comunicare tempestivamente l’integrazione rispetto al contesto socio-culturale del 8,00 alle ore 18,00 festivi compresi. la localizzazione della pianta sospetta al Consorzio territorio, favorendo un concreto approccio al mon- ORARIO INVERNALE DELLA BIBLIOTECA Fitosanitario Provinciale, al fine di procedere ai ne- do del lavoro per tante donne straniere. Per informa- Fino a metà giugno la Biblioteca Comunale sarà cessari accertamenti e quindi al prelievo dei cam- zioni e pre-iscrizione (entro il 30 Ottobre) rivolger- aperta al pubblico nelle seguenti giornate: martedì pioni per le analisi di laboratorio. In ogni caso, ogni si all’URP di Novellara - Tel. 0522-655417 - Email: – giovedì e sabato dalle ore 9 alle 13.00 e dalle ore qualvolta si intenda intervenire su un platano è ne- urp@comune.novellara.re.it 15.00 alle 19.00, mentre al mercoledì e venerdì solo cessario richiedere l’autorizzazione al Servizio Fito- al pomeriggio dalle ore 15.00 alle 19.00. sanitario Regionale tramite gli appositi moduli, pena APPASSIONATI DI FOTOGRAFIA? LA TUA FOTO sanzione amministrativa pecuniaria da 500 a 3.000 PUÒ RENDERE PIÙ BELLO IL SITO DEL COMUNE COME RACCOGLIERE I FUNGHI? euro. Info: http://www.fitosanitario.re.it/ Prosegue la raccolta di fotografie per rendere più Dove poterli raccogliere in Provincia? bella la schermata principale del sito internet del co- Come cucinarli? Come riconoscere IX GIORNATA ECUMENICA DEL DIALOGO INTE- mune di Novellara. Un modo semplice e diretto per quelli velenosi da quelli comme- RELIGIOSO personalizzare e rendere più famigliare la rete civica stibili? Con un’utile e approfondita VENERDI 29 OTTOBRE ore 20,15 Sala Giovanni del Comune grazie alla collaborazione di appassio- guida la Provincia di Reggio Emilia, Paolo II. nati fotografi. Dobbiamo ringraziare Ivan Montana- la Comunità Montana dell’Appen- Il dialogo non è una scelta possibile fra le tante, ma ri che ha inviato una bellissima veduta estiva della nino Reggiano e il Parco Nazionale la risposta che cerca di favorire la costruzione di una piazza e Ferdinando Corradini (la foto attuale) che ha dell’Appennino Tosco-Emiliano han- vita più umana e di frenare la deriva alla barbarie che realizzato un collage dal soffitto dell’Antica Spezieria no pubblicato un opuscolo informa- sta avanzando. Il dialogo interreligioso è fondamen- dei Gesuiti. tivo che regolamenta la raccolta dei to della civiltà in quanto strumento di crescita nella funghi. Richiedila presso l’URP del relazione”. L’ANAGRAFE A CASA TUA – NUOVI SERVIZI ON- Comune di Novellara (fino ad esaurimento copie). TRE GRANDI RELIGIONI MONOTEISTE a con- LINE Per maggiori informazioni visitate il sito: www.pro- fronto sul tema della solidarietà e sul rispetto della Non puoi andare all’Anagrafe, ma hai un pc? vincia.re.it - e-mail:turismo@mbox.provincia.re.it dignità umana. Rappresentanti della comunità Chiedi l’accesso e la password all’URP (0522/655417 Cristiana, Mussulmana e Sikh si esprimeranno sul - novellara@cert.provincia.re.it). DONAZIONE E TRAPIANTO: UNA SCELTA CON- rapporto di comunanza, di assistenza, di condi- Potrai: SAPEVOLE visione nella società di cui fanno parte. Seguirà - visualizzare i tuoi dati anagrafici e quelli del tuo nu- Anche il Comune di Novellara aderisce alla campa- rinfresco offerto dalle comunità. NOVELLARA (RE) via C. Colombo, 91/93 Tel. 0522/662526
  5. 5. 5 Un nuovo Progetto Missionario per il Il progetto prevede la realizzazione di un oratorio, capace di offrire assistenza,pasti quotidiani, educazione e attività ricreative e di doposcuola a tanti ragazzi che diversamente Gruppo Parrocchiale di Novellara passerebbero le loro giornate per la strada, solo e senza punti di riferimento. La povertà è anche imparare i valori della gente povera, come l’accoglienza, l’ospitalità, il saper offrire il meglio allo straniero. E noi dobbiamo dire che ci Obiettivo primario dei volontari novellaresi è quello di accompagnare i ragazzi a siamo sentiti veramente accolti e ospitati, ci hanno fatto rischio dei “barrios” sorti intorno alla città lungo il loro cammino di crescita, of- sentire veramente a casa. La disponibilità e l’amicizia di- mostrata dal Vescovo Mons. Gaetano Galbusera nei nostri frendo loro un punto di riferimento, un “gancio” cui appigliarsi per emergere dal confronti durante tutto il soggiorno fa certamente crescere degrado e dall’abbandono. in noi la consapevolezza che una chiesa missionaria esiste ed è capace di raggiungere il cuore della gente attraverso l’apertura, l’incontro e l’accoglienza dell’altro, a partire da Povero nel senso comune, è chi non ha, o non ha abba- Moltissimi sono i bambini e i ragazzi che abbandonano noi. Il nostro compito adesso sarà quello di portare con stanza, o ha meno rispetto agli altri. precocemente la scuola per dedicarsi a lavoretti precari e noi questi ragazzi, farli conoscere, far conoscere la loro di- Ma in concreto, chi è povero? Ovvero: che cosa determina sottopagati, e spesso finiscono sulle strade, vittime di dro- gnità al mondo che finge di non vederli. l’esistenza di una condizione di povertà ? A questo primo ga, violenza e microcriminalità. Gruppo Missionario Parrocchiale di Novellara quesito economisti, statisti, sociologi, nutrizionisti, filosofi Del Perù qualcuno ha detto: “Il peruviano è un mendicante e storici forniscono risposte diverse, spesso molto dissimili seduto in una sedia d’oro”. Una cultura è come una per- tra loro. Per chi ha fede la povertà trova nel Vangelo una sona che nasce, cresce, fiorisce e muore. Il missionario biblioteca grande e ricca. Tante volte mi chiedo quale sia è colui che aiuta a crescere: ma non solo nel FARE tante la cosa principale che devo portare nelle mie esperienze cose, come faremmo noi bianchi o europei. Il missionario missionarie. La risposta che trovo è: l’Amore, la Carità e la o religioso è colui che vuole condividere la povertà della Misericordia che vengono da Dio, e ciò che lui mi ha re- gente. galato. Lui mi ha dato gratuitamente e io a mia volta devo In questo contesto si inserisce il progetto Educativo-socia- dare gratuitamente. Ma, ecco, non sono da solo, sono in le che il Gruppo vorrebbe portare avanti. Come obiettivo comunità dove non tutti siamo uguali, non tutti pensano primario vogliamo accompagnare i ragazzi a rischio dei come me, non tutti hanno la mia stessa forza fisica, non “barrios” sorti intorno alla città lungo il loro cammino di tutti hanno i miei stessi limiti. E’ necessario quindi un ri- crescita, offrendo loro un punto di riferimento, un “gancio” spetto reciproco fondato nella Fraternità e nella donazione cui appigliarsi per emergere dal degrado e dall’abbandono. totale a Dio. Il dialogo sincero ed aperto è l’unico modo di camminare insieme, come Figli di Dio, e come comunità. Questo è lo spirito che ha spinto il Gruppo Parrocchiale Missionario di Novellara, con Valeria Reggiani, Stefano L’emporio della cioccolata Manzotti, Don Candido Bizzarri e Giordano Lusuardi, a “...un cabarè di certa pasta o pietra nera con sei chicchere, cinque tondini, due fare questa esperienza in Perù. Verificare se esistevano le condizioni per la realizzazione di un progetto a favore di cogmette, un vasetto traforato ed una altro vasetto ad otto angoli....e diverse taz- bambini, ragazzi e famiglie povere. zine, più o meno scompagnate”. Pucallpa è situata in una zona del Perù completamente di Elena Ghidini diversa da quella turistica e commerciale che conosciamo. La città si trova all’ingresso dell’Amazzonia peruviana, in Si descriveva così, in un documento del Settecento, 1717 intimava la cessazione di ogni abuso. continua evoluzione per il numero di abitanti in costante la spezieria dei gesuiti di Novellara. D’altra parte i Gesuiti, che arrivarono a Novellara nel aumento (attualmente circa 450.000, ma solo 5 anni fa Un luogo dove, come nelle botteghe del caffè delle 1572, avevano il monopolio dell’importazione del erano 160.000 !) città circondata da numerosi “barrios” grandi città, si servivano il caffè e la cioccolata. cacao e contribuirono al commercio tra l’America che formano una vera e propria cintura periferica fatta di E di cioccolata a Novellara ne doveva “scorrere” latina e l’Europa. degrado e miseria. Qui il tasso di disoccupazione è davve- molta se, come si dice in un altro documento del E’ quindi possibile che Novellara sia stata tra i primi ro elevato e la maggior parte delle persone vive di lavori 1709, la spezieria di Novellara era chiamata da tutti paesi ad apprezzare le bevande e i dolciumi derivati precari e sottopagati. La situazione giovanile è critica. I ra- “l’emporio della cioccolata”, un luogo dove si produ- dal cacao anche perchè, seguendone la scia, se ne gazzi e i giovani, che costituiscono un’ampia fetta della po- ceva “...cioccolata di tutte le sorti...che non bastava- trova notizia in ricette del Seicento ed in inventari polazione, sono spesso abbandonati a loro stessi, a causa no li pieni cassoni di cacao macinato per soddisfare della corte conservati presso il nostro archivio sto- di situazioni famigliari difficili sia dal punto di vista econo- gli avventori”. Sappiamo inoltre che il cioccolato ve- rico. Un’altra traccia indelebile è rimasta nel soffitto mico, sia sotto l’aspetto affettivo-relazionale. Le istituzioni niva confezionato ma anche smerciato dalla nostra del locale settecentesco adibito a spezieria presso il educative sono carenti, quando non addirittura assenti, spezieria che forniva di provviste anche le altre case convento dei gesuiti dove, tra le piante dipinte è rico- e le strutture scolastiche risultano insufficienti a gestire il dell’Ordine tanto da far noscibile la pianta del Theobroma cacao il cui nome grande numero di ragazzi in età scolare. intervenire da Roma il Cardinale Tamburini che nel scientifico significa “cibo degli dei”. di Bassoli Ulisse & C. snc Sezionatura e squadratura Chiosco piazzale del Cimitero pannelli semilavorati Costruzione mobili Piante - Addobbi floreali - Articoli da regalo Complementi d’arredo Per la prossima ricorrenza dei defunti è gradita la prenotazione dei fiori NOVELLARA (RE) Via Ampere, 42 tel. e fax0522/661666 NOVELLARA (RE) Via Toscanini, 12 (Viale Cimitero) email: biplegno@alice.it Cell. Gloria: 347/5840670 - Mirella 339/2830885
  6. 6. 6 I giovani protagonisti della 3a edizione traggono ad esso e si appiattiscono sull’immediato trascinati da una corrente, portati da un flusso ano- del Festival Uguali-Diversi nimo che trascina tutti inesorabilmente. Per fronteggiare il futuro, ha proseguito Natoli, oc- corre esplorarlo, occorre immaginazione, occorre introdurre elementi di novità. Occorre una mente Quest’anno come punto di incontro il festival ha avuto due parole: giovani e fu- flessibile, immaginare di più rispetto al presente, ed turo. Sono stati loro, i giovani, al centro dell’attenzione. occorre una educazione emotiva per creare legami, perché in una società che slega, occorre imparare a di Paolo Santachiara “stare accanto”, la fedeltà, il dare fiducia, il donarsi Assessore alla Cultura Comune di Novellara all’altro come alimento. Vorrei riprendere tra le sollecitazioni, alcune delle Il Festival è iniziato con l’ascolto attento di dieci gio- per capire il nostro periodo storico, e per tentare di proposte che si deducono dai contributi portati e dal vani provenienti da continenti, da esperienze e con- proiettare fasci di luce che possano generare il fu- dibattito: testi diversi. Oltre 5000 persone hanno partecipato turo. Noi adulti siamo stati sollecitati a farci tante - Ridimensionare il ruolo del denaro nella società per agli oltre 40 appuntamenti proposti a Novellara e domande, per capire quale eredità abbiamo lasciato interrompere irreversibili cammini di disumanizza- Correggio per ascoltare, riflettere e cercare di indaga- ai ns figli, quale stile-proposta di vita abbiamo te- zione che la logica del denaro inesorabilmente attiva; re a fondo un periodo storico davvero nuovo e dif- stimoniato a loro e quale culto della giovinezza ci -educare gli adulti per attivare capacità di ascolto e ficile, definito da più voci un cambiamento epocale. siamo costruiti, culto che è oggi di grande ostacolo e di fiducia verso i giovani per favorire immissioni di Il Festival attraverso conferenze, giochi, spettacoli blocca la loro autentica realizzazione. speranza; teatrali, video, e biblioteche viventi si è proposto di Il professor Natoli ha sottolineato come dalla visio- - rendere consapevoli i genitori del ruolo chiave edu- essere occasione per il tessuto cativo che devono realizzare; sociale, “vitalità”, occasione di - stimolare l’immaginazione per- attivazione di energie sempre ché è potenzialità vitale è forza di più essenziali per sostenere non arrendersi al reale, è capaci- l’uomo nel desiderio di cono- tà di tenersi in vita nutrendo una scere i cambiamenti epocali speranza, è permettere l’emer- che si affacciano sui vari sce- gere di un’energia mentale di no- nari della vita individuale e vità, è capacità di cambiamento; sociale, per essere attore più -favorire cammini di valorizza- consapevole. zione delle diversità presenti sul L’ascolto, il confronto con filo- nostro territorio; sofi, psicologi, scrittori, socio- - dialogare, creare spazi di rela- logi, economisti, teologi sono zione; stati opportunità e alimen- - studiare, studiare e studiare to per rifornire di energia la con impegno e passione; mente, l’emotività, lo spirito. - studiare lingue straniere e tra- I momenti culturali proposti scorrere almeno un anno di stu- vogliono offrire stimoli efficaci dio o lavoro all’estero; per tenere lontano il rischio, - viaggiare all’estero con intelli- che sta diventando sempre più genza; grande, di sentirsi prigionieri di - fare esperienze lavorative va- una comune condizione di im- rie per conoscere e poter meglio potenza contro il prevalere “di scegliere; opinioni e azioni primitive”, e - il futuro giace nell’interiorità, è a diventano alimento per soste- portata di mano se si osa l’avventura della vita inte- nere la creatività, l’equilibrio e la serenità di vita. Il ne utopica, dalla costruzione della felicità collettiva riore, della conoscenza di sé. professor Romano Prodi, il filosofo Salvatore Natoli, che ha caratterizzato gli anni 60 e 70 siamo arrivati Vorrei concludere sottolineando che la creazione lo psicologo Gustavo Pietropolli Charmet, il mona- all’edonismo di massa dove ognuno pensa a se, al di relazioni autentiche e solide, resta la vera ef- co Enzo Bianchi, il demografo Massimi Livi Bacci, proprio piacere, al proprio arricchimento in un siste- ficace fonte di fiducia, di speranza capace di ge- la giornalista Gabriella Caramore, il pedagogista Jim ma competitivo spesso contro l’altro, affidando as- nerare futuro inteso come promessa di una vita Cummins, insegnanti delle scuole di Novellara e soluto potere al denaro. In questo contesto il futuro non omologata, non appiattita, non saturata, non Guastalla e tanti altri relatori hanno riflettuto su paro- perde valore, non è più il luogo e il progetto dell’uto- insoddisfatta, ma umanamente ricca nella ricerca le importanti quali lavoro, speranza, desiderio, sacri- pia, ma il luogo dell’interesse. Di fronte a questo, il sapiente di senso. ficio, immaginazione, interiorità, ecct. per conoscere, futuro che diventa sempre più vuoto, i giovani si sot- VILLA SINGOLA (TIPOLOGIA A CORTE) via Grande Campagnola Em. VILLETTE A SCHIERA + ABBINATE + TERRENO via Parrocchia - Cognento Campagnola Em. ULTIMI 2 APPARTAMENTI PARQUETS ECOLOGICI via Valli Campagnola Em. VILLETTE A SCHIERA + CASE SINGOLE + TERRENO Via Verdi - Rolo (RE) TERRENO ARTIGIANALE (loc. S.Giulia) NOVELLARA (RE) via Cavour, 66 Ponte Vettigano Campagnola Em. tel. 0522.661977 fax 0522.651512 CAMPAGNOLA E. (RE) Via E.Fermi, 3/5 - loc. Ponte Vettigano e-mal: info@la-quercia.it tel. e fax 0522/649500 - cell.335/7226166 - 335/7226167 internet: www.la-quercia.it
  7. 7. 7 Una giornata al festival Giovani.con solo ricordare qualche passaggio del suo discorso. In una società senza regole, non può esserci ribellione. Nell’800 la ribellione era praticata in nome del bisogno. Nel 900 in nome della felicità collettiva. Oggi, dal momento che “Ho passato un giorno ascoltando gli interventi dei relatori al festival Uguali diversi ognuno è singolarmente impegnato nella propria perso- nale ricerca di felicità, non può esserci ribellione ma solo quest’anno dedicato ai giovani”. Resonconto e impressioni su un evento tanto perversione (es. morire di piacere ). Natoli auspica quanto discusso ma in realtà poco conosciuto. prima una rivoluzione etica . Il motore di questa rivolu- zione è la formazione. Nella formazione facciamo atten- di Eda Ferrabue zione all’affetto (dei genitori). L’affetto da solo non guida ma acceca. Sviluppiamo la dimensione gratuita del sapere, Novellara, in questo settembre 2010, se la vede con le ce- lavoro all’estero, viaggiate con intelligenza, non più solo la cultura della reciprocità, non del consumo ma dell’in- lebrazioni dellla terza edizione del Festival Uguali Diversi. nelle mete canoniche, Londra, Parigi…ma anche Anka- contro. Bisogna averne di forza nelle braccia per andare Immagino che tocchi al bianco padiglione che troneggia ra, Timisoara, soprattutto andate via da casa presto), e controcorrente, per non essere preda dell’ovvio, per avere nella piazza Unità d’Italia fare la parte del leone, radunan- per qualche battutina che il pubblico mostra di gradire. capacità di sottrazione (tutto quello che è in più, è zavorra do nomi reputatissimi di accademici, scrittori, giornalisti, Invitato a fare domande, alla fine tra il pubblico si trova nella mia vita: so quello che mi serve!). Cultura della reci- allo scopo d’indagare la condizione giovanile nella pro- qualcuno disposto ad alzare il braccio. A caute domande, procità significa, in ultima analisi, poter guardare l’altro nel spettiva di un progetto di futuro, anche se non mancano incoraggianti risposte. Ormai s’è rotto il ghiaccio e la gente, volto e ritrovare la forza di affidarsi, perchè senza fiducia manifestazioni collaterali, giochi, mostre, laboratori creati- che continua ad arrivare alla spicciolata, ci ha preso gusto non c’è futuro possibile. vi, spettacoli musicali, teatrali e persino una rassegna cine- a chiedere e forse andrebbe avanti ancora se non fosse La conferenza di Natoli è stata sicuramente una delle più matografica, come recita il programma in prima pagina. Se che il tempo è scaduto e fra pochi minuti salirà sul palco il emozionanti alle quali io abbia mai assistito e a giudica- aggiungiamo poi che anche il tempo vuol fare la sua parte relatore successivo Salvatore Natoli. re dallo scroscio di applausi ininterrotti, sono convinta di e, dissolvendo le ansie degli organizzatori, ha sfoderato Non conoscevo Salvatore Natoli. Leggo sul libretto del interpretare anche il pensiero del pubblico che ascoltava un cielo estivo sulle strade animate del sabato mattina, programma che è un filosofo dell’Università Bicocca di con me. direi che le prerogative per una buona riuscita del festival Milano, professore di Filosofia teoretica. Collabora a mol- Ho seguito altri interventi, come quello di Delzio, sebbe- ci sono tutte. te riviste e rivolge la sua attenzione al senso del divino ne l’avessero relegato in un orario impossibile, le due del La prima conferenza cui assisto e che ha per titolo “I gio- nell’epoca della tecnica e alla possibilità di un’etica che pomeriggio, e quello godibilissimo di Piertopolli Charmet, vani e l’Europa”, è quella di Valentina Agostinis e Pao- sappia confrontarsi con il rapporto tra felicità e virtù, sot- anche se nessuno è più riuscito a stregarmi come Natoli. lo Naso. La Agostinis snocciola freddamente dati su dati tovalutati dal razionalismo classico. Segue un non breve Delzio, giovane manager, giornalista, saggista, docente circa le opportunità che i giovani immigrati della Gran elenco dei suoi libri che non sto a leggere perché proprio in universitario, è stato fino al 2008 Direttore dei Giovani Im- Bretagna avrebbero di laurearsi rispetto ai loro coetanei quel momento il professore compare sul palco e qualcosa prenditori di Confindustria. Insomma uno che, in barba britannici. Sempre servendosi di dati e statistiche azzarda della sua persona magnetizza il pubblico prima ancora che all’età, di esperienza ne ha da vendere. Ha avuto successo poi qualche paragone con l’Italia. Ogni tanto butta l’oc- abbia aperto bocca. con un pamphlet che è diventato il manifesto- simbolo dei chio sul foglio che regge sulle ginocchia, anche se si sente Sono passate da poco le 11,30. Terrà la platea col fiato so- 30-40enni italiani (generazione tuareg). Anche lui, tra le che conosce la materia e che l’ha fatta sua in un libro, speso fino all’una. Ricordo che ogni tanto giravo la testa di molte cose, insiste sulla necessità per i giovani di andare ma insomma un filo di passione in più non guasterebbe lato e vedevo le persone fuori dal padiglione passare igna- via da casa presto, sobbarcandosi una maggiore capacità proprio. Quando è la volta di Paolo Naso l’atmosfera si re a piedi o in bicicletta, chiacchierando o semplicemente di rischio. riscalda un po’. Al posto dei numeri, un eloquio schietto andando con la borsa della spesa, chi aprendo il giornale, Gustavo Pietropolli Charmet, psicologo dell’Università Bi- e appassionato cattura subito l’attenzione dei presenti. Si chi sedendo a un tavolino del bar e non mi capacitavo di cocca di Milano, è un garbato signore col dono di farsi parla di Europa, non come di mera architettura istituziona- quella indifferenza. E’ proprio vero: quante cose belle, a ascoltare senza stancare. La sua relazione dal titolo “Dal le, quale rischia di essere, ma di un concentrato di valori, volte importanti, ci sfilano accanto ogni giorno senza che conflitto giovani- adulti al progetto futuro” è stata ricca di primo fra tutti l’idea della pluralità delle culture. La forza noi riusciamo a vederle, ascoltarle. Sintetizzare la relazione spunti non ovvi di riflessione, di osservazioni pratiche sulla dell’Europa risiede nella sua capacità di fecondare questi di Natoli equivarrebbe a banalizzarla. Neppure ci provo. faticosa “gestione” dell’adolescenza, cui molti dei presenti valori, innervandoli di forze fresche, come solo i giovani E poi non è solo quello che ha detto, anche la scelta les- faranno certamente tesoro. sanno essere. C’è spazio per qualche utile consiglio ai gio- sicale, la voce carismatica, il timbro come un’ eco dell’in- Questa la mia visione, parziale, del festival: nel frattempo vani (imparate le lingue, studiate di più, fate esperienze di teriorità , il ritmo pacato e fiero al tempo stesso. Mi piace ho dovuto continuare a fare la moglie e la madre. Tinteggiatura - Cartongesso Stucchi - Perlinati Rivestimenti plastici NOVELLARA (RE) v ia Cost i t uzione, 81 tel. fax 0522/652366
  8. 8. 8 “La sobrietà è il mio vero piacere, oggi che si sentono di raccontare. Capisci che l’inferno che stai passando tu è lo stesso che stanno attraversando tanti altri . Fra loro c’è anche chi racconta come da quell’inferno sia sono un uomo migliore” riuscito a venire fuori. Quella non deve essere per forza la strada giusta, è stata giusta per loro però. Tu ascolti e ti domandi se non sia il caso di provare. Non può andare peggio di così. Prima di uscire dal centro qualcuno ti si avvi- Intervista ad un membro di Alcolisti Anonimi, che sedici anni fa ha smesso di bere. cina, ti lascia il suo numero di telefono. Chiamami quando di Eda Ferrabue vuoi, ti dice. Si, va beh, pensi uscendo in strada. Invece nel corso della settimana è lui che ti chiama per primo, ti chie- E’ il 1992. Il nostro direttore, sta per chiudere il numero Anche con lui, che pure mi era amico, negai come cadendo de come stai e tu resti lì senza parole perché mai nessuno di marzo quando, all’ultimo momento, inserisce un trafilet- dalle nuvole, e in seguito me ne guardai bene dal tornare aveva fatto una cosa così, senza secondi fini. Provi qualco- to, una manciata di parole che si conclude con un numero nel suo ambulatorio. Questo episodio mi aprì gli occhi sui sa di così bello che nemmeno sai descrivere; qualcosa che di telefono. Lo saprà solo molti anni dopo, ma con quel rischi che stavo correndo per la mia salute. Cominciai pen- assomiglia molto alla felicità, una felicità che ti commuove, numero di telefono salverà una vita. La vita di un uomo sare che dovevo stare più attento, dovevo bere un po’ di ti esalta e al tempo stesso ti penetra nelle ossa.” ferocemente solo. Sempre in lotta con il mondo. Braccato meno. Ora uscivo di casa al mattino con il fermo proposito E la sua dipendenza dall’alcol dove è andata a finire? dai sensi di colpa, dalla paura, dalla vergogna. Un giorno di di mantenermi sobrio. Avevo davanti a me lo sguardo ac- “Non lo so. So soltanto che io da quella sera non ho più av- marzo quest’uomo legge per caso il trafiletto sul Portico. Lo corato di mia moglie, gli occhi timorosi dei miei figli: non vertito il bisogno di bere. La sobrietà è il mio vero piacere. rilegge. Scruta la sequenza dei numeri. Anche se da molto volevo deluderli un’altra volta. Invece, arrivato alla pausa Grazie ad essa è possibile compiere un percorso di matura- tempo il suo cuore è chiuso alla speranza, ugualmente tro- pranzo, gettavo la spugna e ancora una volta ordinavo il so- zione e consapevolezza che porta a modificare il carattere, va la forza di un piccolo gesto: ritaglia il pezzetto di giornale, lito bottiglione da due litri e non mi alzavo da tavola senza evolvendolo in funzione di un maggiore spirito di umiltà e lo nasconde nel cassetto del comodino, ma senza che nulla che ne avessi visto il fondo. Prima di uscire, in un estremo di una prospettiva altruistica. Questo percorso ovviamente cambi nell’inferno della sua vita. Nel frattempo forse se ne rigurgito di scaltrezza, ordinavo al titolare di spalmare la non è breve ma diventa fattibile e allettante se lo si com- scorda o forse, in qualche recesso della sua mente obnubi- spesa del vino su una porzione di frutta che non avevo pie assieme ad altri che si trovano nelle stesse condizioni. lata, quella strisciolina di carta continuerà a prospettargli la consumato: non dovevano essere le ricevute fiscali, che la Sono sobrio dal 94 e dunque la mia vita è cambiata. Sono possibilità di una via d’ uscita. ditta mi rimborsava, a tradirmi!” cambiati i valori in cui credo. Io stesso sono un altro da Quando prenderà in mano il telefono per chiamare quel Si sarà reso conto anche lei che così non sarebbe andata quello che ero. Se per arrivare a tanto ho dovuto passare numero è un uomo finito. Era il 19 ottobre 1994. Il giorno avanti ancora per molto. Cosa le impediva di ammettere per l’alcolismo, sono contento di essere stato alcolista. Oggi che cambierà la sua vita. Quell’uomo ora è seduto qui di la sua dipendenza e farsi aiutare? dedico buona parte del mio tempo ad Alcolisti Anonimi: fronte a me e sta per raccontarmi il suo passato di alcolista. “Il mio orgoglio. Io non accettavo l’idea di avere bisogno gratuitamente ho ricevuto, gratuitamente do. Tuttora il mio A che età ha iniziato a bere? degli altri. Se una cosa non riuscivo a farla io, perché avreb- dare è anche un ricevere, perché è dando che trovo ogni “Intorno ai 21, 22 anni. Il sabato sera uscivo con gli amici bero dovuto saperla fare gli altri? Il mio orgoglio è stata la giorno la forza per restare sobrio. Non tutti quelli che si e la prima tappa era sempre quella di fermarsi a bere qual- radice del mio male, oltre ad altri difetti caratteriali, s’in- rivolgono alla nostra associazione smettono di bere subito cosa. Di solito un bicchiere di vino, sufficiente però a darmi tende, come l’egocentrismo, la scarsa autostima, un po’ come ho fatto io. Non abbiamo nessuna bacchetta magica. quel tanto di disinvoltura necessaria ad invitare le ragazze a di invidia che non avrei mai creduto di provare…Avevo Quello che invece non ci manca e lo spirito di amore col ballare poi, nel corso della settimana, non facevo più ricor- capito che l’alcol mi teneva al guinzaglio, ero spaventato quale accogliamo le persone in difficoltà, spirito che è la so all’alcol anzi, me ne scordavo proprio. Nel giro di qual- da questa scoperta ma mai e poi mai ritenevo di dover chiave di ogni successo. Ho desiderato tanto questa inter- che anno le mie responsabilità aumentarono. Il lavoro che chiedere aiuto. E’ vero, per un certo tempo ho frequentato vista perché mi premeva esprimere la mia gratitudine al avevo intrapreso, al di là delle competenze strettamente studi di psicologi, psichiatri, mi sono sottoposto anche alla vostro giornale, anche se la parola gratitudine è largamente professionali, richiedeva, per il suo continuo contatto con la psicoterapia, ma lo facevo senza alcuna reale convinzione, insufficiente. Se poi tra i vostri lettori ci sarà qualcuno che gente, particolari doti di prontezza di spirito, giovialità, spi- esclusivamente per far contenta mia moglie. Il fallimento sta passando quello che ho passato io, sono qui per dirgli: gliatezza, persino a volte di sfacciataggine, che io sentivo di di questi tentativi aprì il periodo più buio della mia storia. amico, una via d’uscita c’è. “ non avere, per lo meno non nella misura necessaria. E’ sta- Ricordo la mia casa come un luogo di lunghi silenzi. Il mio to allora che ho cominciato a bere qualche bicchiere anche lavoro come un tempo che stava per scadere. Lavoravo nel corso della settimana. Il vino si rivelò fin da subito un (e bevevo) il lunedì. Il martedì non riuscivo ad alzarmi dal alleato impareggiabile, un amico compiacente: spazzando letto. Recuperavo il mercoledì, sia in termini di lavoro che via la timidezza, mi apriva la strada del successo. Perché in di vino, ma il giovedì ero di nuovo inchiodato dalla depres- effetti in quegli anni il mio lavoro andava a gonfie vele, ero sione e dalla nausea. Lavoravo (e bevevo) il venerdì nella apprezzato dai miei superiori, gratificato economicamente prospettiva dei due giorni festivi in cui avrei smaltito i fumi e di conseguenza stimato sia in casa che fuori.” dell’alcol. Il giorno in cui, convocato dal direttore, fui licen- Quando ha avuto le prime avvisaglie di qualcosa che non ziato senza appello non tardò ad arrivare. Rimasi disoccu- andava? pato un anno.” “Non c’è stato un momento preciso. Io sapevo che l’alcol E poi cos’è successo? collaborava con me, mi dava la forza di padroneggiare le “E’ successo che mi sono ricordato di quella strisciolina di persone importanti che a volte dovevo incontrare, le situa- carta ritagliata dal Portico. L’ho tirata fuori dal comodino, zioni complicate; quello che invece mi stava sfuggendo era ho preso il telefono e finalmente ho fatto quel numero. Mi che l’alcol nel frattempo andava demolendo la mia forza di ha risposto una voce dell’associazione Alcolisti Anonimi. volontà. Io mi illudevo che, volendo, sarei stato capace di L’aspettiamo, mi ha detto. Lottando contro la mia vergogna uno scatto d’orgoglio sufficiente a liberarmi dal bisogno di e la mia timidezza, sono andato. Ho trovato persone come bere. In quegli anni avevo ancora una reputazione che mi me. Tutte esattamente come me. L’emozione più grande è consentiva di mentire a me stesso e agli altri e di essere stata quella che, per la prima volta dopo tantissimo tempo, creduto. Il risultato fu che continuai a bere anzi, ad alzare il qualcuno fosse in grado di capirmi. Mia moglie, i miei ge- gomito sempre di più. Questo mi costringeva a miserabili nitori, che pure mi amavano moltissimo, non erano stati in sotterfugi, come viaggiare in macchina con un cartone di grado di aiutarmi in quanto non erano in grado di capirmi. bottiglie al fianco, o tenerne sempre nascosta una scorta Io sentivo sempre che nel loro amore c’era l’ombra di un in garage, o trovare scuse in famiglia per uscire… il biso- giudizio, negativo ovviamente, c’erano la rabbia, la delu- gno compulsivo di alcol non pone limiti alla bassezza. Un sione, il risentimento. Al centro Alcolisti Anonimi non ci si giorno dovetti sottopormi ad esami medici. Il mio dottore, sente giudicati e neppure si trova qualcuno che ti dica cosa scorrendo i risultati, alzò gli occhi e mi chiese se bevevo. devi fare. Tu stai lì seduto in mezzo a loro e ascolti le storie
  9. 9. 9 Servizio Civile: un anno speso bene è volato, mi sono ritrovata a partecipare a progetti anche divertenti, che il Centro Giovani che inizialmente non mi Foto Ivan M. “ispirava” ora mi piace , perché è bello comunque far parte di un gruppo di diverse culture e sentirsi coinvolti anche per una semplice partita a biliardo. E in biblioteca La mia esperienza come volontaria in servizio civile presso il Comune di Novellara ho trovato delle colleghe disponibili, capaci di non farmi di Diana Ascari sentire per l’appunto come quella che è lì solo per fare le cose superflue. Ho conosciuto i ragazzi degli altri comu- Quando, poco più di un anno fa, ho finito gli studi e vi- sando che avrei lavorato in biblioteca la cosa mi è subito ni che sono stati presi anche loro per svolgere il Servizio sta la crisi del lavoro mi hanno detto “perché non provi a piaciuta. Il progetto prevedeva anche di lavorare al Cen- Civile e devo dire che siamo un bel gruppo, anzi ho pure fare il servizio civile…” quasi non sapevo di che stessero tro Giovani, che io a dir la verità nemmeno sapevo quasi trovato una grandissima amica. Molti pensano: ma è solo parlando. Così ho compilato le carte che dovevo compila- dove fosse e avevo una certa fifa blu, a dover lavorare con una forma di volontariato perché lo fai? E poi manco ti re…e poi era fatta…. “Verranno presi solo due ragazzi per dei ragazzi che potevano avere più o meno la mia stessa pagano! A dir il vero qualche soldino ogni mese dalla Ca- ogni paese” mi era stato detto.. Ho pensato: ecco con la età! Ma proviamo no?? Ed eccoci a novembre, che parte pitale ci arriva, ma poi perché uno non dovrebbe metterci fortuna che ho figurati se vanno a prendere proprio me! questa grande macchina che è il nostro primo Servizio Ci- il cuore nelle cose se si diverte? Ho partecipato a dei la- E infatti il giorno del colloquio ero strasicura che non mi vile, dico nostro perché è il Mio, ma è anche il primo per il boratori con le scuole, ho fatto dei progetti di lettura, tutte avrebbero mai presa..avevo visto molti altri ragazzi (cosa Comune di Novellara e quindi è una cosa nuova per tutti, cose che magari fino a qualche tempo fa nemmeno mi che sinceramente non mi sarei mai aspettata) e così son io mi aspettavo di fare la fine che fanno un po’ tutti gli sta- sarebbero saltate in testa di fare, ma che ora sono felice tornata a casa sicurissima di dover mandare curriculum in gisti e che in passato hanno fatto gli obiettori di coscienza : di averle vissute e sono sincera: mi dispiacerà un sacco di eterno alla ricerca di un lavoro! Poi un giorno di settem- spostare pacchi, occupare il tempo a fare cose che nessu- non poter ripeterle. Felice di esser stata la prima, insieme bre ecco la chiamata: sei stata presa. Evvai! Il progetto di no vuole fare e che si ritengono pesanti e noiose. ad Alessandro Santachiara in questo primo Servizio Civile. quest’anno era per i giovani e per la cultura, quindi pen- E invece? Devo dire che sono a giugno e questo tempo Dopo il lavoro precario la prospettiva evidentemente non più ritenuti indispensabili,e diventati merce di scambio con la quale salvaguardare il proprio posto di lavoro. di una pensione precaria? Il caso di Pomigliano ha consegnato una morale distorta. Esso ci ha fatto credere che per aumentare la competitività di un’azienda, e quindi per il suo mantenimento in vita, oc- di Alessandro Baracchi corra livellare le condizioni dei lavoratori. Un progressivo livellamento al ribasso però. Tutto ciò con il tacito consen- Una notizia tra le più banali può racchiudere in sé un mo- un assegno mensile molto inferiore al minimo, pertanto, so del governo impegnato in una pantomimica trattativa nito sintetico ma eloquente che lega con un immaginario meglio che non lo sappiano. incarnata dall’attore ministro Sacconi. cappio l’attuale situazione del mondo del lavoro e il più Se la tendenza è quella di non pensare al futuro per paura Spiace constatare che nonostante tutto questo, la creazio- credibile immaginario futuro. di ciò che ci aspetta, questo la dice lunga sulle prospettive ne di una consapevolezza di massa latita. Fattivamente Dalle prossime settimane infatti, tramite il sito dell’Inps, offerte dalla nostra società. Il contratto di lavoro a tempo prevale un individualismo che ci pone in antitesi “inter anche i precari conosceranno l’ammontare dei contributi indeterminato è diventato ormai una chimera resa irrag- pares” parallelamente alla crisi economica e la perduran- versati. Non potranno invece conoscere la loro pensione giungibile da una crisi che ancora oggi non è stata definita te globalizzazione delle menti, oltre che dei mercati, che futura, come accade ai colleghi con il posto fisso. Un di- sia in termini economici sia in termini sociali. Nonostan- vengono continuamente alimentate da chi detiene il potere fetto del computer? No, una misura di ordine pubblico, ha te una sempre maggiore precarizzazione dei rapporti di e dai media. Prima di una riconversione industriale che ammesso con amara ironia il presidente dell’ente previ- lavoro assistiamo ad una conflittualità sociale che tende sposti gli equilibri finanziari, occorrerebbe una riconversio- denziale: «Se dovessimo dare la simulazione della pensio- sempre di più ad allontanarsi dal luogo di lavoro stesso. Si ne delle coscienze che faccia riscoprire quel principio di ne ai parasubordinati, rischieremmo un sommovimento è passati da una lotta per i diritti ad una lotta per la soprav- solidarietà comune senza il quale finiremo inevitabilmente sociale». E questo perché i para-subordinati sono attesi da vivenza con il progressivo calpestamento dei diritti stessi, travolti gli uni contro gli altri. SALUMIFICIO MACELLAZIONE E LAVORAZIONE CARNE SUINA CENTRO CARNI vendita al minuto di Bartoli & C. snc di carni bovine - suine - avicole NOVELLARA (RE) via C. Colombo, 90 tel. 0522/654166 - CARPI (MO) via Germania, 1 tel.059/691248 CENTRO REVISIONI AUTOVEICOLI E MOTOCICLI CON AUTORIZZAZIONE MINISTERIALE INSTALLATORE AUTORIZZATO IMPIANTI GPL E METANO
  10. 10. 10 Il meteorologo di casa nostra Note dalla Proloco Intervista al concittadino Fabrizio Iotti, sin dagli anni ‘60, grande appassionato di ANCORA RINGRAZIAMENTI PER metereologia. “A turno, afferma Fabrizio la mattina, noi studenti della scuola di MISS ANGURIA avviamento professionale di tipo agrario che si trovava presso la stazione ferroviaria Tra i soggetti che hanno dato un notevole e in- dispensabile contributo alla realizzazione della di Novellara, facevamo la rilevazione dati meteo riportando su un documento la festa di Miss Anguria per un imperdonabile er- temperatura minima e massima, l’umidità, la pressione barometrica e i mm di rore sono stati dimenticati il gruppo Sanbernar- pioggia eventualmente caduti. dinese che in collaborazione con l’Associazione Dilettantistica Rana Cross ha gestito il ristorante di Roberto Blundetto e soprattutto l’istituto comprensivo di Novellara i cui studenti hanno realizzato una brillante mo- Fabrizio Iotti è un appassionato meteorologo di Novel- breve o nel medio pe- stra sulla storia della cocomera. Per esprimere lara, probabilmente il più esperto della Bassa Reggiana. riodo, in special modo concretamente la propria riconoscenza gli agri- Di professione fa il ragioniere, per passione prevede il per la Pianura Padana, è coltori e il gruppo Acetaia Comunale lo scorso tempo e raccoglie scientificamente i principali dati mete- estremamente comples- 18 ottobre hanno offerto fondi alle scuole. orologici di Novellara. so e l’errore è frequente. IN PIAZZA Quando e come nasce la tua passione per la meteo- Tanti sono gli elementi Domenica 7 novembre in occasione del mer- rologia? da considerare: pre- catino dell’antiquariato torna “PORKINPIASA”. La mia passione per la meteorologia nasce negli anni senza di mare, catene Di fronte ai giardini della piazza sin dalle pri- ‘60, da quando ho frequentato l’avviamento professio- montuose, laghi, Bora, me ore cottura della porchetta e dimostrazione nale di tipo agrario nella scuola che si trovava presso la Scirocco, urbanizzazio- della cottura dei ciccioli a cura di Camillo, Afro stazione di Novellara. A turno, la mattina, noi studenti ne. Direi che a 24-36 e tutti i volontari del gruppo Sanbernardinese. facevamo la rilevazione dati meteo riportando su un do- ore rimane il limite oltre IN MEMORIAM cumento la temperatura minima e massima, l’umidità, il quale non azzarderei Un anno fa, ci lasciavano il grande sindaco An- la pressione barometrica e i mm di pioggia eventual- nessuna previsione. Mi faccio ovviamente la previsione tonio Mariani Cerati e il volontario Vittorio Da- mente caduti. personale, cercando di interpretare carte, dati locali in voli, due persone che avevano poco in comune In che modo coltivi la tua passione? mio possesso e statistiche. Conoscenti e amici spesso se non l’amore per Novellara. Ci uniamo al ri- Da molti anni registro alcuni dati meteo di Novellara, in mi chiamano per sapere che tempo farà o semplice- cordo dei loro cari. principal modo nel periodo invernale: stato del tempo, mente per sapere cosa ne penso di qualche fenomeno temperatura, pressione barometrica, in specifici orari accaduto. del giorno. Sono appassionato dei fenomeni nevosi, È davvero cambiato il tempo negli ultimi anni? mo di informazioni televisive e radiofoniche. delle temperature negative e delle piante bianche di bri- Si dice non ci siano più gli inverni di una volta... Non è Hai dei ricordi d’infanzia legati alla neve a Novellara? na. Sono solito girare in auto sotto la neve, spostandomi del tutto esatto. Qualcosa è cambiato, ma osservando e Ricordo con nostalgia quando a Novellara si verificava- da un posto all’altro per seguire questo affascinante fe- confrontando i dati che ho rilevato, posso dire che pe- no nevicate importanti: la campana “suonava la rotta” e nomeno, sia come intensità, sia come estensione. Ca- riodi di freddo più o meno intensi e nevicate importanti tutti dovevano liberare la loro area esterna nelle contra- pita che andando verso il mantovano la precipitazione si sono sempre succeduti. de. Assieme a mio fratello e ai miei cugini andavamo a nevosa si trasformi in acqua. Dispongo di una cartina Si dice che il fenomeno nebbia sia sempre meno fre- scivolare con la slitta nelle basse della Rocca; nella parte molto dettagliata del Ministero dei Lavori Pubblici, dove quente... E’ assolutamente esatto, ma questo è in mas- a nord, la neve e il ghiaccio duravano parecchi giorni. sono indicate le precipitazioni nevose in tutta Italia. A sima parte dovuto all’urbanizzazione e alla cementifica- Hai rilevato fenomeni meteorologici eccezionali a No- Novellara nevica più che a Guastalla e a Reggiolo ma zione. Fino agli anni ‘70 i confini del centro urbano di vellara? meno che a Correggio e Bagnolo. Novellara arrivavano alla Fossetta e alla stazione ferro- La neve in piazza veniva addossata attorno ai giardini e Ti consideri tra i precursori della meteorologia? viaria e l’abitato di via Veneto terminava con la casa dei ricordo che un anno ne era rimasto ancora un residuo Sono stato un ammiratore del Colonnello Edmondo fratelli Saltini all’incrocio con via Costituzione. E’ chiaro in occasione della sagra di S. Cassiano. A metà degli Bernacca, sicuramente il pioniere della che oggi l’estensione urbanistica del paese è notevol- anni ‘60 la tappa novellarese del circo Casartelli saltò per meteorologia in Italia. Le persone un po’ meno giovani mente diversa. maltempo: neve d’aprile. Un’intensa ondata di freddo lo ricordano. Ho presenziato ad alcune sue conferenze In che modo è variato l’approccio delle persone nei ci colpì poi nel gennaio 1985 con una minima di -28°. sul clima e l’ho portato anche a Novellara in occasione confronti delle previsioni meteorologiche? Quali desideri legati al tempo ti piacerebbe esaudire? di una festa della Trebbiatura negli anni ‘80. Una volta ci si basava sulle calende, sui proverbi, su Creare nelle Valli (Cà dal Vigliac) una stazione meteo E’ difficile fare previsioni per la Bassa Reggiana? Santa Bibbiana, Santa Caterina, Sant’Antonio, i giorni di riferimento per la Bassa Reggiana. Vorrei vedere poi Seguo ovviamente ogni rubrica televisiva di meteorolo- della merla, il pescatore reggiano, i solitari con le carte, Novellara imbiancata di neve il giorno di Natale, ma gia e sono in costante visione ed approfondimento dei la madonnina cambia colore. Oggi invece c’è una certa l’ultima volta che ciò è accaduto è stato negli anni ‘50. diversi siti internet, anche stranieri. Fare previsioni nel dimestichezza con la meteorologia, subissati come sia- L’anno scorso però c’è mancato davvero poco.
  11. 11. 11 Foto Nadia Che bello, di nuovo insieme è tempo di filos! E’ sempre gradevole ritrovarsi nei vari e piace- voli luoghi d’incontro: il Circolo Wilma, il Circolo Ricreativo, le gite e via di seguito. Oggi l’atmosfera è molto gioiosa e serena, forse perché il luogo è una novità per molte di noi. Ci troviamo appena fuori Novellara, nella corte della gentilissima famiglia Torreggiani. Ad accoglierci c’è la sig. Alda che con la sua cordiale ospitalità ci fa sentire come se fossimo a casa nostra; la fortuna è con noi soprattutto per quanto riguarda il tempo, infatti la giornata è bellissima dopo un sabato freddo e piovoso. La nostra domenica è bella, tiepida, il parco dove siamo sistemati è vasto con piante davve- ro enormi che ci regalano la loro fresca ombra. Il nostro volantino evidenziava “i giochi della gioventù”e così è stato; si è giocato con bocce birilli e quant’altro naturalmente tutto accompa- gnato da un ottima merenda offerta dal super- mercato Diana al quale va tutto il nostro ringra- ziamento. Il “chiacchierio” delle nostre amiche….ti ricordi di (poi aggiunge un nome); oppure…. questo “posto” lo conoscevo, ci passavo da bambina…. Fa da cornice ad un bel pomeriggio insieme. Di queste belle giornate vorremmo che quello che a restare nel tempo e nel cuore fosse il vero obiettivo di questi incontri: il filos. Valda di Telefono Amico Moda Chic Uomo Il Computer è lento e si blocca..Cosa fare? in via Andrea Costa Novellara (RE) risolverà i tuoi problemi direttamente a casa tua calzature e pelletteria CULT - BIKKEMBERG - NERO GIARDINI DOOCK STEPS - CK - FRANKIE MORELLO NOVELLARA (RE) C.so Garibaldi, 70 tel. 0522.661035 NOVELLARA (RE) 331/4798959 via A. Negri, 10
  12. 12. 12 Circolo Omnibus autunno 2010 Le iniziative gratuite aperte a tutta la cittadinanza I cori “Giaches de Wert” di Novellara e “Città di Castellarano”, in San Pietro a Roma per l’apertura della stagione concertistica Il coro “Giaches de Wert” di Novellara e il coro “Città di Castellarano”, da diversi anni hanno creato un importante sodalizio artistico. Quest’anno i due cori hanno aperto la sta- gione concertistica con un esibizione d’eccezione, rendendo ancora più solenne la messa pomeridiana delle 16 nella basilica di San Pietro in quel di Roma, domenica 3 ottobre. Nella città eterna di fronte all’altare della confessione diretti dalla professoressa Francesca Canova e accompagnati all’organo da Marco Guidorizzi, i due cori della nostra provincia Le due serate dedicate al melodramma italiano saranno l’occasione hanno eseguito un repertorio di tutto rilievo con brani di: G. Croce, D.L. Perosi, J.S. Bach, per un primo omaggio al grande Franco TagliavinI W.A. Mozart, F.Liszt, A. Bruckner. I due cori molto attivi, in concerti e rassegne a livello provinciale e locale, hanno in programma diversi esibizioni nel periodo natalizio. Saranno Le iniziative riservate ai soci a San Polo d’Enza il 12 dicembre alle ore 17 nella chiesa parrocchiale del castello dedicata ai santissimi Pietro e Paolo, il 18 dicembre a Modena, il 19 dicembre a Castellarano alle Visite alle mostre: a cura di Umberto Nobili ore 17 nella chiesa di Santa Maria Assunta presso il Castello. Il giorno dopo Natale a No- Firenze, Palazzo Strozzi vellara nella chiesa dei Servi alle ore 16 per il consueto concerto di Santo Stefano. Duran- 20 novembre/ sabato te il concerto verrà eseguito ,il celebre Oratorio di Natale opera 12 di Camille Saint Saens IL BRONZINO PITTORE E POETA ALLA CORTE DEI MEDICI e canti natalizi tradizionali. Il coro di Novellara, attivo “da oltre 10 anni”, sin dalla nascita Mamiano di Traversetolo (Parma) si è proposto di diffondere, la propria passione per la musica attraverso un repertorio sempre ricercato e d’autore, diventando ad oggi un forte strumento di diffusione culturale Giovedì 2 dicembre pomeriggio nel nostro paese. E stato impegnato in rassegne locali ed eventi quali: “Soli Deo Gloria”, Piemonte in musica, rassegna corale di Montalto, rassegna corale di Castellarano e nu- RENATO GUTTUSO. PASSIONE E REALTÀ merosi esibizioni in teatri e chiese di tutta la provincia . Importante nel 2008, la riscoperta del repertorio a tre voci corali di W.A. Mozart e la celebre Messa Creolla di A. Ramirez, I viaggi dell’Omnibusin collabrorazione dell’agenzia Baya Hibe accompagnata nel 2009 dalla Gospel Mass di R. Ray ,in occasione del concerto “Natalizio e la collaborazione di Umberto Nobili tra le due Americhe”. Inoltre ha inciso il musical Gonzaga il regno di nebbia di Cattini C. e VISITA A MALTA, SIGNORA DAI MILLE VOLTI Oliva S. Il coro è aperto a chiunque volesse avvicinarsi al mondo della musica e prendere dal 29 ottobre al primo novembre parte alle nostre attività. Le prove si effettuano ogni martedì sera alle ore 21, presso la scuola di musica maestro C.Confetta di Novellara . L’attività non richiede preparazione CAPODANNO A NAPOLI E DINTORNI particolare, solo disponibilità ad aprirsi al canto con divertimento e dedizione. Il repertorio TRIANGOLO D’ORO DELLA CULTURA molto vasto, spazia dalla musica classica alla musica moderna a seconda delle esibizioni. Per informazioni contattare la direttrice Francesca Canova al numero 3408817100 oppu- dal 29 dicembre al primo gennaio del 2011 re inviare una mail all’indirizzo novellaracanta@libero.it Immobiliare 4M Srl Costruzione e vendita diretta immobili civili e industriali - Via Provinciale sud, 74 – S. Maria di Novellara (RE) ULTIMI APPARTAMENTI E ATTICI VENDESI da noi costruiti e curati nelle finiture LOTTI EDIFICABILI Realizzazione di VENDESI VILLETTE MONO/BIFAMIGLIARI PRONTA MAISONETTES CONSEGNA A risparmio energetico Progettazione personalizzata A NOVELLARA IN VIA GIOTTO n. 20 - “RESIDENZIALE IL TIGLIO” PREZZO MOLTO INTERESSANTE A S. Maria di Novellara Zona Scuola Materna INFO: tel– 0522.654748 - 347 5854343 - email: archmonaripaola@libero.it

×