Presentazione elementi di marketing culturale

3,122 views

Published on

Una breve serie di slides concise ed efficaci dedicate al marketing della cultura e alla comunicazione culturale.

Focus su social media, societing, evoluzione contemporanea del marketing, multimedialità, crossmedialità.

Enjoy!



0 Comments
1 Like
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

No Downloads
Views
Total views
3,122
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
138
Actions
Shares
0
Downloads
65
Comments
0
Likes
1
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Presentazione elementi di marketing culturale

  1. 1. Tecniche di comunicazione multimediaElementi di marketing della cultura Claudio Simbula Blogger, pubblicista Dottore in editoria, comunicazione multimediale e giornalismo Marzo 2012
  2. 2. Cultura.
  3. 3. Cultura.Un termine complesso, aperto a molteplici definizioni, tutte però non in grado dievidenziarne in maniera precisa contenuti, modalità e significato.
  4. 4. Cultura.Un termine complesso, aperto a molteplici definizioni, tutte però non in grado dievidenziarne in maniera precisa contenuti, modalità e significato.Nella cultura si hanno valori, idee, opinioni, usanze, esperienze, prassi, stili di vita,tecniche, prodotti..
  5. 5. Cultura.Un termine complesso, aperto a molteplici definizioni, tutte però non in grado dievidenziarne in maniera precisa contenuti, modalità e significato.Nella cultura si hanno valori, idee, opinioni, usanze, esperienze, prassi, stili di vita,tecniche, prodotti..La cultura rappresenta la base dello sviluppo di un paese, una combinazione diesperienze e di valori che nel tempo alimenta e influenza il comportamento dellepersone.
  6. 6. La cultura è lo strumento per promuovere apprendimento collettivo e singolo eottenere benessere.Per questo non può essere statica ma dinamica e adattiva, disposta a mutare eadattarsi nel tempo.
  7. 7. La cultura è lo strumento per promuovere apprendimento collettivo e singolo eottenere benessere.Per questo non può essere statica ma dinamica e adattiva, disposta a mutare eadattarsi nel tempo.Quando parliamo di cultura dobbiamo tenere presente il grande impatto che essaha sulla società perché è in grado di accrescerne l’esperienza, la conoscenza e lapartecipazione dei cittadini, rivitalizzare le tradizioni, rinforzare la stessa comunità,favorire l’innovazione e accrescere le prospettive culturali.
  8. 8. Per questo, chi produce e offre cultura ha notevoli responsabilità nei confrontidella società.In una società moderna e democratica si parla di diritto alla cultura.Questo processo di democratizzazione può trovare nel marketing un validostrumento di supporto.Il marketing, aiutando l’offerta a raggiungere i suoi destinatari, permetteràall’offerta di rispondere in maniera pratica ed efficientistica a questa esigenza didemocratizzazione culturale.
  9. 9. Il patrimonio culturale deve essere una risorsa da valorizzare, in quantocontribuisce con un ruolo fondamentale alla crescita sociale e umana.Il marketing della cultura potrà dare un grande aiuto per la sua valorizzazione e ilsuo impiego.
  10. 10. La cultura viene diffusa dal pubblico e dalle imprese che lavoranoin questo settore.L’impresa culturale deve poter svolgere un ruolo importante nei confronti dellasocietà e delle singole persone, in quanto ha la finalità di supportare le loroesigenze culturali, formative, di tempo libero.Questo impone all’impresa una vera e propria imprenditorialità culturale basatasu una missione aziendale, sull’innovazione, sulla passione, sul’affezione, sullaresponsabilità.
  11. 11. Il successo dell’impresa è assicurato se avrà la disponibilità di:• segmenti/target ben individuati da soddisfaretribù e gruppi di interesse• prodotto/servizio ben differenziato dalla concorrenza e di alto livello qualitativo• risorse proprie, ma anche recuperate attraverso il fundraising• buona comunicazione• strategia di marketing per supportare un valido riscontro del mercato diriferimento
  12. 12. In un mercato sempre più globale e competitivo, l’impresa deve adeguarsisoprattutto in merito a:1) livello di specializzazione: l’offerta deve rispondere a specifiche esigenze delladomanda; l’impresa culturale dovrà avere una sua esclusiva specializzazione chepermetta di rispondere in maniera ottimale a specifiche esigenze2) livello qualitativo: l’offerta vincente è quella che riesce ad assicurare un altolivello qualitativo dei prodotti/servizi offerti; si richiede quindi di integrare laqualità con l’innovazione, la professionalità, la managerialità
  13. 13. In un mercato sempre più globale e competitivo, l’impresa deve adeguarsisoprattutto in merito a:3) livello organizzativo: si rendono necessari grande impiego di telematica einformatica, accorciamento del processo decisionale, puntuale azione dipianificazione e di relativo controllo, management capaci di gestire questo tipod’imprese e di conseguire gli obiettivi statutari4) livello territoriale: l’impresa culturale dovrà essere integrata nel suo territoriodi competenza, quindi nel suo sistema sociale per coagulare meglio le esigenzedella domanda e rispondere miratamente alle sue necessità e richieste
  14. 14. In un mercato sempre più globale e competitivo, l’impresa deve adeguarsisoprattutto in merito a:5) livello di globalizzazione: le imprese di cultura si stanno sempre piùglobalizzando proprio perché il loro mercato e la loro economia è sempre piùglobale. Pensiamo a offerte culturali capaci di raggiungere fruitori non solo italiani,ma globali.6) livello di marketing: gli interventi richiesti riguarderanno il maggiore impiegodel marketing, la messa in atto di segmentazioni e relativi programmi d’approcciodel mercato culturale con evidenti vantaggi competitivi, la crescita dell’immagine,l’offerta di prodotti/servizi altamente qualitativi, il rafforzamento dell’azione dicomunicazione e promozione, la ricerca a tutto campo per assicurare la giustarispondenza al mercato culturale
  15. 15. In un mercato sempre più globale e competitivo, l’impresa deve adeguarsisoprattutto in merito a:7) livello finanziario: saranno determinanti l’ottimale gestione finanziaria, laricerca di equilibrio economico, l’attuazione del fundraising, il controllo delledisponibilità finanziarie, il puntuale costing e pricing8) livello manageriale: anche lo stesso management diventa un puntofondamentale e condizionatore dello scenario dell’impresa culturale; la debolezzadi quest’ultima viene alimentata dal fatto che non pochi manager, peccandod’eccessivo spontaneismo e protagonismo, pensano di risolvere i non faciliproblemi senza la dovuta preparazione, mentre invece una costante formazionemanageriale potrebbe offrire elementi maggiori di professionalità per rispondere almercato culturale.Senza la disponibilità di manager altamente professionali nella conduzione diqueste tipologie d’imprese sarà difficile dare efficaci risposte allo scenarioesistente.
  16. 16. In presenza di un’offerta altamente competitiva il marketing aiuta l’impresa a“porsi in discussione” e a “riprogettarsi” per soddisfare meglio il pubblico evalorizzare la stessa offerta di cui è portatrice.Il marketing, strumento strategico per conseguire profitto, potrebbe apparire nonpropriamente indicato a integrarsi con ciò che è cultura.In realtà il marketing è la giusta tecnica che permette a unprodotto/servizio/evento culturale di raggiungere strategicamente la suadomanda e quindi soddisfarla in maniera ottimale.
  17. 17. L’accezione negativa del marketing può essere messa da parte, soprattutto nelcontesto attuale, che vede questo elemento modificarsi adottando strategie checomprendono meglio i bisogni del consumatore e recuperano valori prima messida parte.Vista l’esistenza di un vero e proprio mercato della cultura, è necessaria erichiesta la presenza del marketing che ne permetta la diffusione.Il marketing non vuole essere un tentativo di profanare il sacrario della cultura: ilmarketing si mette “pragmaticamente” a disposizione dell’offerta culturalericercando per esse il mercato che possa accettarla o richiederla.
  18. 18. Naturalmente, il marketing da solo non può portare al successo di unprodotto/servizio/evento culturale, ma può aprire la strada del successo visto chemette l’offerta nelle condizioni di soddisfare il suo destinatario, salvaguardando lacreatività e l’indipendenza dei contenuti.Il marketing della cultura è la gestione ottimale dell’incontro tra offerta edomanda, tra organismo/impresa culturale e relativo prodotto/servizio/evento edestinatario dell’offerta.Tra domanda e offerta il marketing della cultura si pone come un “legameintelligente” che porta al conseguimento della massima soddisfazione reciproca.Un legame fornito da metodologie e tecniche informative, decisionali,organizzative, operative, comunicazionali-promozionali, di fundraising aventi perfinalità di conoscere, riscontrare, comunicare, convincere il mercato culturale,ottenerne il consenso e il supporto morale e materiale, controllarlo.
  19. 19. Grazie al marketing il sistema di produzione culturale e l’offerta si integrano nellelogiche di mercato, permettendo una reciproca valorizzazione con effetti beneficisia su chi offre che su chi domanda (domanda continua) e su chi ancora nondomanda (domanda latente, domanda nuova).Tutto questo vale soprattutto per l’Italia: uno stato che detiene circa un terzo delpatrimonio artistico e culturale a livello mondiale (su stime Unesco) deve esserepiù attivo con: più imprenditorialità, più responsabilità. Più risorse, piùintegrazione con i privati.E, in particolare, più marketing culturale.
  20. 20. Fonti:Il marketing della cultura: strategia di marketing per prodotti/ servizi culturali,formativi, informativi, editorialiAntonio FoglioFranco Angeli, 2005
  21. 21. Claudio Simbulasimbula.claudio@gmail.comSkype: claudio.simbulaTel. 340 3432000Linkedin: in/simbulaclaudio

×