Corso tsrm_dic01

2,246 views

Published on

Corso ai TSRM della Radioterapia di Biella sulla nuova installazione dell'acceleratore lineare - dicembre 2001

Published in: Health & Medicine
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
2,246
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
260
Actions
Shares
0
Downloads
13
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Corso tsrm_dic01

  1. 1. Acceleratore Lineare PRIMUS Siemens Benvenuti
  2. 2. Schema di lavoroParte teorica Parte pratica1. Struttura e caratteristiche di 1. Monitor di controllo un LINAC da terapia 2. Utilizzo pendant e lettino2. Energie fotoniche e 3. Accessori in testata elettroniche (crosswire, cunei, trimmer)3. Tecniche (SSD e SAD) 4. Procedura di accensione4. Collimatore multilamellare 5. Controlli durante e dopo il (MLC) riscaldamento5. Cuneo Virtuale (Virtual Wedge) 6. Pulsanti d‟emergenza6. Portal Imaging (Beamview) 7. Controllo giornaliero della dose
  3. 3. Teoria (1/6) : Struttura e caratteristiche di un LINAC da terapia Struttura
  4. 4. Teoria (1/6) : Struttura e caratteristiche di un LINAC da terapiaTestata – Fasci fotonici
  5. 5. Teoria (1/6) : Struttura e caratteristiche di un LINAC da terapia Testata – Fasci fotonici (particolare del target)
  6. 6. Teoria (1/6) : Struttura e caratteristiche di un LINAC da terapiaTestata – Fasci elettronici
  7. 7. Teoria (2/6) : Energie fotoniche ed elettroniche Fasci fotonici Primus : • 6 MV • 10 MV ? MV oFasci elettronici Primus : • 6 MeV MeV • 9 MeV • 12 MeV • 15 MeV • 18 MeV • 21 MeV
  8. 8. Teoria (2/6) : Energie fotoniche ed elettronicheFasci fotonici – PDD (Percentage Depth Dose)
  9. 9. Teoria (2/6) : Energie fotoniche ed elettronicheFasci elettronici – PDD (Percentage Depth Dose)
  10. 10. Teoria (2/6) : Energie fotoniche ed elettronicheFasci fotonici - OAR (Off Axis Ratio)
  11. 11. Teoria (2/6) : Energie fotoniche ed elettronicheFasci elettronici - OAR (Off Axis Ratio)
  12. 12. Teoria (3/6) : Tecniche (SSD e SAD)SSD SAD(Source to Skin Distance) (Source to Axis Distance)1. Energie medio-basse (60Co) 1. Alte energie (LINAC)2. Setup difficile per trattamenti 2. Setup semplice per ogni multifascio trattamento QUINDI QUINDI Errori rilevanti Errori minimi
  13. 13. Teoria (4/6) : MLC (Multi Leaf Collimator) Caratteristiche MLC Primus1. 27 coppie di lamelle da 1 cm (a iso) + 2 esterne da 6.5 cm (a iso)2. Integrato in testata come collimatore secondario X3. Doppia focalizzazione
  14. 14. Teoria (4/6) : MLC (Multi Leaf Collimator)Vantaggi Svantaggi1. Schermatura di gran parte dei 1. Non è possibile “coprire” campi clinici senza l‟utilizzo di target di forme particolari blocchi (la doppia 2. La dimensione delle lamelle focalizzazione consente una all‟isocentro (1 cm) limita minimizzazione della penombra) l‟utilizzo con campi piccoli2. Tecniche particolari IMRT 3. La penombra è maggiore (Intensity Modulated Radiation rispetto ad un uguale target Therapy) quali Step-and-shoot schermato da blocchi e Sliding-window
  15. 15. Teoria (5/6) : Cuneo Virtuale (Virtual Wedge) Cuneo Virtuale (Virtual Wedge)• Permette di ottenere le isodosi di un cuneo fisico, senza il medesimo• Ha problemi di tipo dosimetrico e necessita di maggiori controlli• Altri tipi di cuneo sono quelli motorizzati (GE, Elekta)
  16. 16. Teoria (6/6) : Portal Imaging (DPI o EPID) Digital Portal Imaging “Beamview”• Le immagini vengono „catturate‟ in maniera elettronica durante l‟irradiazione (sono sufficienti 3-4 UM) e non sono piu‟ necessarie pellicole radiografiche• Il controllo avviene con le immagini del Simulatore e quelle delle DRR provenienti dal TPS Pinnacle• La qualita‟ delle immagini e‟ scarsa
  17. 17. Teoria (6/6) : Portal Imaging (DPI o EPID) Esempi di immagini portali
  18. 18. Fine parte teorica Grazie per l’attenzione

×