Successfully reported this slideshow.
Your SlideShare is downloading. ×

Design e futuro

Ad
Ad
Ad
Ad
Ad
Ad
Ad
Ad
Ad
Ad

Check these out next

1 of 59 Ad

Design e futuro

Download to read offline

Il 23 dicembre 2020, Nicolò Volpato ed io abbiamo condiviso alcune riflessioni sul futuro del design.

Nella prima parte Nicolò ha raccontato esempi di impatto negativo che il design ha reso possibile, concretizzando business o revenue model disfunzionali. Ha poi parlato di responsabilità e intenzionalità delle scelte di design: è tempo che i designer rivestano un ruolo più attivo e coraggioso, facendo domande scomode e provando a stressare i modelli disfunzionali smascherandoli.

Nella seconda parte, ho ripercorso - da un punto di vista personale - alcuni eventi occorsi negli ultimi 30 anni, da quando è nato il World Wide Web. Sono 3 decadi, una di introduzione, l’altra di adozione e la terza di esplosione in cui progressivamente siamo passati da un uso individuale delle tecnologie a un uso mainstream, con l’emersione di comportamenti e fenomeni di massa, un impatto sulle nostre strutture sociali e una polarizzazione delle conversazioni e delle posizioni. Ho invitato a chiederci se gli strumenti che stiamo usando oggi siano ancora adeguati, se il modo in cui interpretiamo il nostro ruolo non sia diventato troppo snob: invece di criticare il modo in cui le persone comprendono e usano il digitale, non dovrebbe essere nostro compito analizzarlo e accoglierlo, per servire i bisogni di qualsiasi persona o contrastare i comportamenti inammissibili o criminali?
Il momento della progettazione è l’unico in cui è possibile far emergere obiettivi, conseguenze e dark pattern, è l’unico in cui si può discutere su chi si vuole includere ed escludere e a chi vogliamo rivolgere la nostra attenzione.
Io spero che tutto il nostro impegno per i prossimi anni sia rivolto a ridurre i divari, a eliminare le barriere di accesso e a rendere il web un luogo sicuro, rispettoso e non violento.

Il 23 dicembre 2020, Nicolò Volpato ed io abbiamo condiviso alcune riflessioni sul futuro del design.

Nella prima parte Nicolò ha raccontato esempi di impatto negativo che il design ha reso possibile, concretizzando business o revenue model disfunzionali. Ha poi parlato di responsabilità e intenzionalità delle scelte di design: è tempo che i designer rivestano un ruolo più attivo e coraggioso, facendo domande scomode e provando a stressare i modelli disfunzionali smascherandoli.

Nella seconda parte, ho ripercorso - da un punto di vista personale - alcuni eventi occorsi negli ultimi 30 anni, da quando è nato il World Wide Web. Sono 3 decadi, una di introduzione, l’altra di adozione e la terza di esplosione in cui progressivamente siamo passati da un uso individuale delle tecnologie a un uso mainstream, con l’emersione di comportamenti e fenomeni di massa, un impatto sulle nostre strutture sociali e una polarizzazione delle conversazioni e delle posizioni. Ho invitato a chiederci se gli strumenti che stiamo usando oggi siano ancora adeguati, se il modo in cui interpretiamo il nostro ruolo non sia diventato troppo snob: invece di criticare il modo in cui le persone comprendono e usano il digitale, non dovrebbe essere nostro compito analizzarlo e accoglierlo, per servire i bisogni di qualsiasi persona o contrastare i comportamenti inammissibili o criminali?
Il momento della progettazione è l’unico in cui è possibile far emergere obiettivi, conseguenze e dark pattern, è l’unico in cui si può discutere su chi si vuole includere ed escludere e a chi vogliamo rivolgere la nostra attenzione.
Io spero che tutto il nostro impegno per i prossimi anni sia rivolto a ridurre i divari, a eliminare le barriere di accesso e a rendere il web un luogo sicuro, rispettoso e non violento.

Advertisement
Advertisement

More Related Content

Advertisement

Design e futuro

  1. 1. Beatcamp - 23 dicembre 2020
  2. 2. I l aria Mauric Head of design @i l ariamauric Nicolò Volpato Founder & CEO @nicolovolpato
  3. 3. Design e futuro
  4. 4. Brooklyn, NYC Giugno 2019
  5. 5. Khoi Vinh Director of Product Design at Adobe Source: https://vimeo.com/showcase/6177285/video/350765477
  6. 6. Il back l ash verso l’industria tech e l a gig economy è visibile a tutti
  7. 7. Airbnb cambia l a geografia delle città e dei quartieri
  8. 8. Source: https://vimeo.com/showcase/6177285/video/350765477
  9. 9. Uber crea il 40% di traffico in più con auto per lo più vuote
  10. 10. Source: https://vimeo.com/showcase/6177285/video/350765477
  11. 11. Economia dell’attenzione, privacy, dati, algoritmi…
  12. 12. Source: https://twitter.com/LukeW/status/1327349136702672897 “Can really smell the corporate strategy on Instagram's redesign…” Luke Wroblewski AUTHOR, “MOBILE FIRST”
  13. 13. “The revenue model is the biggest design decision anyone can make.” Kim Goodwin AUTHOR, “DESIGNING FOR THE DIGITAL AGE” — FORMER VP OF DESIGN AT COOPER
  14. 14. Che ruolo ha il design nel contribuire a questi prodotti e servizi?
  15. 15. Source: https://vimeo.com/showcase/6177285/video/350765477
  16. 16. (HMW)
 Come facciamo a impiegare il design per costruire prodotti e servizi migliori?
  17. 17. Responsabilità
  18. 18. Responsabilità come scelta deliberata, consapevole e informata 
  19. 19. Source: https://www.forbes.com/sites/rodgerdeanduncan/2018/05/04/avoid-the-b l ame-game-be-accountable-for-accountability/
  20. 20. “Più siamo consapevoli, più saremo responsabili. E l a responsabilità accresce l a consapevolezza: per poter conoscere, accettare e affrontare i risultati futuri delle nostre azioni, saremo sempre più attenti alle cause che creiamo nel presente.” Niccolò Branca PRESIDENTE E AMMINISTRATORE DELEGATO, GRUPPO BRANCA INTERNATIONAL S.P.A
  21. 21. Che cosa vuol dire per il design?
  22. 22. Interrogarsi sugli strumenti e i processi che utilizziamo
  23. 23. Fare emergere rischi e punti ciechi per orientare le decisioni di business
  24. 24. “The revenue model is the biggest design decision anyone can make.” Kim Goodwin AUTHOR, “DESIGNING FOR THE DIGITAL AGE” — FORMER VP OF DESIGN AT COOPER
  25. 25. Spoiler: 
 il design non salverà il mondo
  26. 26. …ma almeno può passare da essere inconsapevolmente parte del problema, a essere intenzionalmente parte del l a soluzione
  27. 27. Spoiler:
 faremo errori, saremo ingenui e causeremo danni. È un territorio nuovo e l a mappa dobbiamo costruir l a insieme.
  28. 28. Digital Transformation Dove siamo oggi
  29. 29. Digital

×