La responsabilità sociale delle piccole e medie imprese

1,202 views

Published on

“La responsabilità sociale delle piccole e medie imprese” nel 2010. Indagine della camera di Commercio di Milano.

Published in: Economy & Finance
0 Comments
1 Like
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

No Downloads
Views
Total views
1,202
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
150
Actions
Shares
0
Downloads
17
Comments
0
Likes
1
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

La responsabilità sociale delle piccole e medie imprese

  1. 1. RESPONSABILITÀ SOCIALE, UN INVESTIMENTO DA 4 MILIARDI IN LOMBARDIA 400 mila le imprese lombarde impegnate in pratiche virtuose 10 mila euro la spesa media annua per azienda A Milano, Brescia e Bergamo i maggiori investimentiMilano, 14 marzo 2011. Sono circa 400 mila le imprese lombarde attive con iniziative di responsabilitàsociale, quasi una su due. In media ogni attività impegnata spende annualmente circa 10 mila euro inbuone pratiche, per una spesa complessiva stimata in quattro miliardi di euro all’anno. Prima perinvestimenti risulta la provincia di Milano, con circa un miliardo e quattrocento milioni, seguita daBrescia (mezzo miliardo di euro l’esborso in comportamenti virtuosi) e Bergamo (425 milioni). Unterzo di queste aziende è mosso dalla motivazione etica dell’imprenditore (38,4%), che viene messa inpratica con l’attività di tutti i giorni (44,5%), in particolare con attività sportive e culturali(rispettivamente 27,5% e 19,7%). Nello specifico, per quanto riguarda l’ambiente, il 77,3% degliimprenditori presta attenzione ai rifiuti mentre la salute e la sicurezza dei lavoratori sono la priorità nelcampo dei diritti dei dipendenti per il 69,4% delle aziende. Nonostante la crisi gli sforzi degliimprenditori nel campo della responsabilità sociale sono rimasti invariati per quasi il 49,8% dei titolarid’impresa. Gli strumenti più utilizzati per misurare questo impegno? Il codice etico (8,3%) e lecertificazioni (6,1%). Emerge da un’elaborazione della Camera di commercio di Milano su dati delregistro imprese e dell’indagine “La responsabilità sociale delle piccole e medie imprese” nel 2010.Ambiente, convegno in Camera di commercio. Della legislazione in materia ecologica e delleprocedure di valutazione di impatto ambientale si parlerà nel corso dell’incontro “VIA, VAS, IPPC.Regolamentazione italiana e applicazione normativa” che si terrà domani, martedì 15 marzo 2011, apartire dalle ore 9,30 presso la Camera di commercio di Milano, palazzo Turati, via Meravigli 9/b(MM Cordusio). Spesa in responsabilità sociale delle imprese (in milioni di euro) Spesa in responsabilità Imprese sociale delle imprese (in Provincia attive milioni di euro) BERGAMO 86.408 425 BRESCIA 111.152 546 COMO 45.196 222 CREMONA 28.275 139 LECCO 24.442 120 LODI 16.245 80 MANTOVA 39.393 194 MILANO 284.045 1.396 MONZA E BRIANZA 63.762 313 PAVIA 44.924 221 SONDRIO 15.376 76 VARESE 64.402 317 LOMBARDIA 823.620 4.049 Elaborazione della Camera di commercio di Milano su dati del registro imprese al quarto trimestre 2010 e dall’indagine sulla responsabilità sociale delle imprese del 2010
  2. 2. La sua impresa realizza iniziative di responsabilità sociale? %Non risponde: 6.6%No: 32.3%Si, interna verso i dipendenti: 19.7%Si, coinvolgendo i fornitori: 3.1%Si, esterna verso la comunità: 17.9%Si, esterna per lambiente: 14.4%Altro: 4.8%Non so: 1.3%Se sì, perché promuove la responsabilità sociale allinterno della sua impresa? (indicare motivo principale)Non risponde: 38.4%Motivazione ideale/etica dellimprenditore: 38.4%Per limmagine aziendale: 4.8%Per lo sviluppo dellimpresa: 7.9%Per migliorare i rapporti con le istituzioni: 2.6%Per migliorare i rapporti con i clienti: 3.1%Per migliorare i rapporti con il personale: 4.4%Altro: 0.4%Non so: 0%Come prende forma la responsabilità sociale per la sua impresa?Non risponde: 31%Nei fatti, con lattività di tutti i giorni: 44.5%Con lottenimento di certificazioni: 6.1%Con la redazione dello statuto sociale: 0.9%Con la redazione del bilancio sociale: 2.6%Con il codice etico: 8.3%Altro: 3.1%Non so: 3.5%Nello specifico, cosa fa per lambiente? (Risposta Multipla)Non risponde: 1.3%Attenzione al trattamento dei rifiuti: 77.3%Attenzione utilizzo materie prime: 33.2%Attenzione ai consumi energetici: 66.8%Uso soluzioni per ridurre emissioni nocive: 25.3%Uso soluzioni per ridurre gli imballaggi: 24.5%Attenzione al consumo di acqua: 36.2%Uso soluzione per ridurre i consumi nel trasporto: 23.1%Altro: 6.6%Nulla: 0.9%Non so: 0.4%Nello specifico, cosa fa per le risorse umane e i diritti dei lavoratori? (Risposta Multipla)Non risponde: 6.6%Attenzione a salute e sicurezza: 69.4%Tutela della privacy: 47.6%Rispetto delle pari opportunità: 41.9%Attenzione ai bisogni dei collaboratori: 54.1%Formazione/professionalizzazione: 48.9%Flessibilità orario di lavoro: 44.5%Livelli retributivi adeguati: 36.7%Apertura alla sindacalizzazione: 6.1%Integrazione immigrati: 16.6%Interventi per integrazione disabili: 7.4%Altro: 4.8%Non so: 0%Nello specifico, cosa fa come iniziative sociali (donazioni e sponsorizzazioni)? (Risposta Multipla)Non risponde: 16.6%Sostegno ad attività sportive/ricreative: 27.5%Interventi a favore degli emarginati: 15.3%Adesione a programmi di ricerca: 16.6%Sostegno ad attività culturali: 19.7%Iniziative per la mia città: 17.5%Formazione professionale: 20.1%Altro: 12.2%Non so: 2.6% Emerge dall’indagine sulla responsabilità sociale delle imprese del 2010

×