Successfully reported this slideshow.
We use your LinkedIn profile and activity data to personalize ads and to show you more relevant ads. You can change your ad preferences anytime.

Metodiepoesiescuolamediaformato

2,001 views

Published on

Published in: Education, Business
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

Metodiepoesiescuolamediaformato

  1. 1. Scuola Media FORMATO esperienze poetiche Roma - a.s 2008 - 2009
  2. 2. Classe II C: sperimentare la versificazione e le figure retoriche nel rapporto parola immagine su modelli di riferimentoCOORDINATORE: PROF.SSA SERENA LODOVICI
  3. 3. Verso trisillabo La noia si perde giocando Cristina Dascoli II C ------------------------------------------------------------ Ricostruire un verso trisillabo avendo come modello di riferimento grammaticale, il verso di Ungaretti: “La morte si sconta Vivendo”
  4. 4. Verso trisillabo con ossimoro sinestetico Anima perduta aspetta acuti silenzi Sperimentazione di gruppo II C ------------------------------------------------------- Modello di riferimento: Poesia simbolista. Uso dell’antitesi e della sinestesia su ispirazione nata dall’immagine inclusa alla destra del testo
  5. 5. Dal concetto all’immagine: la metafora ANIMATRISTE La mia anima è un pennarello stappato una porta sbattuta, un vetro rotto una rosa senza spine, un cane senza padrone Sperimentazione di gruppo II C -------------------------------------------------------------- Esercizio poetico: dal concetto astratto alla similitudine concreta, raggruppando le immagini di diversi alunni nella ricerca di una identità collettiva a partire dalla frase LA MIA ANIMA E’ TRISTE COME… Prima ricerca di corrispondenze sonore all’intero del verso (vedi parti in grigio). Ricerca di stile tipografico..parola come disegno
  6. 6. Nome proprio acrostico intimo Ma Ancora Rimane Timida Anima Marta De Mattia II C --------------------------------------------------------- Sperimentazione sui giochi di parole. Realizzare un acrostico col proprio nome per definire una propria caratteristica interiore.
  7. 7. Dalla parola all’immagine audiovisiva La classe ha trasfuso l’esperienza delle tecniche poetiche in quelle del gioco audiovisivo, realizzando il cortometraggio AnimImocI in cui è basilare il rapporto tra suono, movimento animato e parola. (il video viene mostrato a parte) AnimIamocI
  8. 8. Classe III C: sperimentare la versificazione libera su suggestioni ritmiche visive e sonore partendo da temi sociali ed intimistici approfonditi con il gioco delle associazioni libere per costruire costellazioni di significati COORDINATORE: PROF.SSA SABRINA CIMINI
  9. 9. L’acqua, così pura come l’anima di un bambino appena nato, libera come una farfalla così calma ma anche impetuosa. È bello sentirla scrosciare sulla terra. Un senso di pace mi inonda, tutti i problemi svaniscono e resta solo lei a colmare il grande vuoto. Elena Ruisi III C L’acqua
  10. 10. Dopo la tempesta Guardo la pioggia fredda, Ascolto il suo scrosciare, Nella stanza vuota e buia sono triste e sola. Calde e silenziose le lacrime iniziano a scendere … Fuori il rumore dei tuoni. Le ore passano, sono ancora lì ad ascoltare il rumore forte della pioggia che piano piano si addolcisce, Diventa un rumore rilassante, di sottofondo. Ora sono calma, tranquilla, le lacrime si fermano. Capisco,la tempesta è passata, il dolore finirà, Dopo uscirà il sole. Alessandra Cecconi
  11. 11. Gocce d’acqua Poche gocce d’acqua, grandi emozioni, piacevoli come il rumore delle onde che si infrangono sugli scogli Tristi come quando si adagiano piano piano in una pozza d’acqua sporca, dopo un temporale. Acqua pura come le lacrime salate che accarezzano lentamente il viso dopo un brutto momento, lava via i brutti ricordi e rende trasparenti e vulnerabili. Rebecca Natali
  12. 12. Girasole In un campo tutto giallo, In una giornata estiva con la mia migliore amica. È lì, in quello stesso campo che ci siamo conosciute. Quei bei fiori hanno portato dentro di noi un messaggio vero d’amicizia. Di notte chiusi, all’alba quasi aperti … Ecco esce il sole … Si schiudono quasi a chiamare tutti, Per mostrare la loro bellezza simile a quel tondo infuocato … il sole … suscitano gioia. Elisa Belluzzo III C
  13. 13. La malinconia La tristezza e l’infelicità sono sinonimi di una grande e brutta parola: la malinconia. Viene dopo un tradimento,e vedi intorno a te tutto nero e buio, e incominci piangere nella solitudine più totale a luci spente. Fuori è nuvoloso e tu tutto solo pensi che tutto questo non esiste , non è reale sai che non succederà mai. Allora mi illudevo di avere gioia e felicità con un’altra storia , ma ora so che dopo starò di nuovo male. Marco Bacci IIIC
  14. 14. C’è chi si domanda: perché la verità è sparita? C’è chi ha paura della morte e vorrebbe un’esistenza infinita. C’è chi pensa sicuro:vincerò la sfida!ma si ritrova a terra senza vita. C’è chi sale sulla sedia e strilla:aiuto un topo! C’è chi corre senza paura a duecento con la moto. C’è chi dice: ho troppi compiti e la mente che va a fuoco, ma parla della scuola capendone ben poco. C’è chi dice:so tutto e ho capito tutto! C’è chi è meno fortunato e dice: ora mi butto! C’è chi pensa: proseguire lo studio? Io già so tutto! Ma guarda il futuro e ogni sogno è distrutto. C’è chi ha paura di uscire la notte senza nessuno. C’è chi crede ancora a Giove e Nettuno. C’è chi pensa sempre di essere qualcuno,ma vede ogni sua speranza in fumo. C’è chi ha paura e terrore,molti quando vedono un film dell’orrore. C’è chi ha paura che ogni speranza sia persa ma in ogni uomo c’è una paura diversa. Ferranti Domenico IIIC Sperimentare lo scarabocchio su parola. Scarobocchio= inconscio - parola= conscio
  15. 15. L’uguaglianza L’uguaglianza è sol una speranza Non la trovi se giri in una stanza. è la libertà di un popolo di ogni cittadinanza, credi che ci sta ma quando guardi in città ti chiedi:”ma come ho fatto a non accorgermi di quello che c’è qua” Poi pensi:”ma è un’ allucinazione o è vero quello che fanno in televisione”, per tua informazione l’uguaglianza non è un opinione. Penso e ripenso ma rimango solo come un bamboccione. Poi mi chiedi: ”ma sei serio?”. Queste cose che mi dici sono vere per davvero? Alla fine quando cammini per strada ti chiedi: “come mai il mondo non sta più in piedi?” Pensi che ormai non c’è una fine, E questa è l’uguaglianza reppata in rime. Salvatore Scognamiglio III C sperimentazione testo rap
  16. 16. Tra guerra e pace Questo rap parla della fratellanza. Tutti i popoli del passato avevano un alleanza, Magari adesso si pensa che questo non serva più, Ora c’è la pace,la guerra non si fa più, si deve vedere oltre questa nazione. Al di là di questo ci sono miliardi di persone, fanno la guerra e molti sacrifici, tu invece ti nascondi dietro questi uffici. Secondo me la felicità si vede negli occhi di un bambino, Lui credo sempre a quei sogni da ragazzino, Ma poi il bambino cresce, diventa grande, Va alle feste e ride. A volte si sofferma e pensa al passato,pensa sempre al tempo che ci ha messo per crescere. Ma viva l’amicizia! questo si deve ammettere. Mece Arben III C sperimentazione testo rap
  17. 17. Sperimentare il verso libero lavorando sull’improvvisazione teatrale su spunto di liriche famose lette da grandi attori COORDINATORE: PROF.SSA CLAUDIA MINOPOLI
  18. 18. La pioggia Venne sera, scese la pioggia, gocce affilate come rasoi. Mi lasciò senza parole: questo giorno per me è bruttissimo. Ho perso tutto. Addio! Lorenzo De Matteis II B ------------------------------------------ Sperimentazione su tema descrittivo interiore
  19. 19. L’acqua Acqua rivale del fuoco che c’è nei tuoi occhi: è il dolore di quei giorni. Lo spengo con le lacrime pure di un pianto nuovo e l’acqua rinchiude quel dolore nel cuore per l’eternità. Fatima Essamoudi II B ------------------------------------- Sperimentazione su tema descrittivo interiore
  20. 20. Classe II A: sperimentare poesia su temi interiori e di svago, giocando con le rime e il verso libero COORDINATORE: PROF.SSA LUCIANA STORCHIO
  21. 21. Vorrei… Vorrei che la vita fosse un film… Che abbia sempre un lieto fine… Ma visto che questa è la vita reale, possiamo solo sperare che i sogni si avverino… Sara Bartoletta II A
  22. 22. Che pizza! Bianca è la farina Bianco è il sale da cucina Condimento giallo oro Tutto rosso il pomodoro Il basilico è verde E così con poco e niente Si fa in fretta la ricetta E si gusta con gran festa Federico Berardo II A
  23. 23. Lo studio Quello che serve al mio cervello è lo studio, ma quello che il mio corpo ama è il calcetto. Lo studio costruirà il mio futuro E mi valuterà se son maturo. Io studio molto Mi esercito fin quando non la so E quando la saprò Un bel voto prenderò. By marco giuliani
  24. 24. L’amico per me L’amico per me è tutto Quando stai in difficoltà Ti aiuta Quando litighi Ti dà una mano Quando è lontano Il suo ricordo ti fa stare bene Tu hai bisogno di lui E lui ha bisogno di te. Mocanu Aurel II B
  25. 25. Stringimi la mano e saremo amici Se potessi fermare il tempo lo farei per te amica mia perché i tuoi momenti più belli sono anche i miei. Se potessi prendere un arcobaleno lo farei per te. Nei giorni di malinconia vorrei prendere tutti i tuoi problemi, li lancerei nel mare e farei in modo che si sciogliessero come il sale. Non posso fermare il tempo, regalarti un arcobaleno o risolvere i tuoi problemi, ma di certo posso regalarti la mia Amicizia. Cristina Maggini II A
  26. 26. L’amico è L’amico è tutto, è sempre lì con te, ti fa trovare il sorriso anche quando non c’è. È sempre pronto a darti una mano, e non va mai da te lontano… È con te quando vuoi ridere e se hai bisogno di una spalla su cui piangere lui c’è. Valeria Bacchi II A
  27. 27. L’amore L’amore che provo per lui E’ come il suo bacio immenso Che si accende di giorno e si spenge di notte. Il suo sorriso che fiorisce all’alba, I suoi occhi luminosi come il sole felice nel cielo sereno, Le sue labbra rosse come il cuore pieno di pensieri, Le sue mandi sono grandi dalla voglia di abbracciarmi, le sue gambe sono lunghe per camminare sul lungo sentiero. Marika La Salvia

×