2 giugno 1946- 2 giugno 2011

2,483 views

Published on

2 Giugno 1946-2 Giugno 2011
65° Anniversario della Repubblica

0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
2,483
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
1
Actions
Shares
0
Downloads
27
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

2 giugno 1946- 2 giugno 2011

  1. 1. 2 GIUGNO 1946 – 2 GIUGNO 2011 65° FESTA DELLA REPUBBLICA di Paola e Carla Poppi
  2. 2. L’ITALIA È UNA REPUBBLICA DEMOCRATICA <ul><li>Due giugno quarantasei </li></ul><ul><li>Il popolo Italiano </li></ul><ul><li>Vota per la Repubblica </li></ul><ul><li>Non vuole più un sovrano. </li></ul><ul><li>  </li></ul><ul><li>Vota il popolo intero </li></ul><ul><li>Finalmente le donne </li></ul><ul><li>L’Italia repubblicana </li></ul><ul><li>È nata con le gonne. </li></ul><ul><li>Democrazia vuol dire </li></ul><ul><li>Popolo che decide </li></ul><ul><li>Che pensa, sceglie, elegge </li></ul><ul><li>Chi sono le sue guide. </li></ul><ul><li>  </li></ul><ul><li>L’Italia da oggi unita </li></ul><ul><li>Alza la sua bandiera </li></ul><ul><li>Col bianco rosso e verde </li></ul><ul><li>Ride la Primavera. </li></ul><ul><li>(Anna Sarfatti) (La Costituzione raccontata ai bambini) </li></ul>
  3. 3. 2 GIUGNO 1946 <ul><li>La Repubblica Italiana nacque il 2 giugno 1946 in seguito ai risultati del Referendum (votazione) istituzionale indetto per determinare la forma dello Stato , dopo la fine della Seconda Guerra Mondiale. </li></ul>
  4. 4. <ul><li>Dopo una guerra sanguinosa e vent’anni di dittatura fascista il 2 Giugno 1946 i cittadini italiani furono chiamati a decidere se l’Italia dovesse rimanere una Monarchia o se dovesse diventare una Repubblica . </li></ul>2 GIUGNO 1946
  5. 5. <ul><li>Dopo molto tempo tutti gli Italiani maggiorenni tornarono a votare democraticamente . </li></ul><ul><li>Per la prima volta votarono anche le donne . </li></ul>2 GIUGNO 1946
  6. 6. <ul><li>Il 2 giugno 1946 , insieme alla scelta sulla forma dello Stato, i cittadini Italiani elessero anche i componenti dell' Assemblea Costituente che doveva scrivere la nuova Carta Costituzionale . </li></ul>2 GIUGNO 1946
  7. 7. <ul><li>I cittadini Italiani scelsero la Repubblica . </li></ul>2 GIUGNO 1946
  8. 8. <ul><li>Nella Sala della Lupa a Montecitorio fu siglato l’esito della consultazione elettorale. </li></ul><ul><li>Il 28 giugno1946 fu eletto il primo Presidente della Repubblica Italiana , Enrico De Nicola , con il titolo di Capo provvisorio dello Stato .. </li></ul>2 GIUGNO 1946 Il primo Presidente della Repubblica Italiana , Enrico De Nicola
  9. 9. <ul><li>Iniziarono i lavori dell’Assemblea Costituente , che il 22 Dicembre 1947 approvò la nuova Costituzione . </li></ul><ul><li>La Costituzione Italiana entrò in vigore l’ 1 Gennaio 1948 . </li></ul><ul><li>L’Italia Repubblicana fissava i Principi fondamentali della Nazione e i Diritti e doveri dei cittadini . </li></ul>2 GIUGNO 1946
  10. 10. <ul><li>Il Tricolore Italiano fu assunto come bandiera della Repubblica . </li></ul>2 GIUGNO 1946
  11. 11. <ul><li>Prima del 2 Giugno 1946 l'Italia era una Monarchia ereditaria . </li></ul><ul><li>Al capo di casa Savoia spettava il titolo di Re d'Italia . </li></ul><ul><li>Il 9 maggio 1946 , ad appena un mese dallo svolgimento del referendum istituzionale che dovrà decidere tra Monarchia e Repubblica, Vittorio Emanuele III abdicò . </li></ul>PEIMA DEL 2 GIUGNO 1946 Stemma dei Savoia Vittorio Emanuele III
  12. 12. <ul><li>Re d'Italia dal 9 maggio del 1946 al 2 giugno dello stesso anno diventò Umberto II . </li></ul><ul><li>Per questo breve periodo di regno fu detto “Re di maggio” . </li></ul><ul><li>In conseguenza del risultato del referendum popolare del 2 giugno che trasformò l'Italia in una Repubblica, Umberto II fu costretto a lasciare l'Italia e si ritirò in esilio in Portogallo. </li></ul>PROMA DEL 2 GIUGNO 1946 Umberto II
  13. 13. <ul><li>E' una Festa della Repubblica speciale quella che si è celebrata oggi a Roma. </li></ul><ul><li>In occasione del 150° Anniversario dell'Unità nazionale , 80 Paesi e 31 Capi di Stato stranieri hanno preso posto sul palco d'onore in via dei Fori Imperiali a Roma per assistere alla tradizionale parata del 2 giugno . </li></ul>2 GIUGNO 2011 I Capi di Stato assistono alla parata militare
  14. 14. <ul><li>Erano presenti il Vicepresidente degli Stati Uniti , Joe Biden , il Presidente russo , Dmitry Medvedev , il Presidente afghano , Hamid Karzai , il Vicepresidente cinese , Xi Jiping , la Presidente argentina , Cristina Fernandez de Kirchner , il Re di Spagna Juan Carlos , il Segretario Generale delle Nazioni Unite , Ban Ki-Moon , il Presidente israeliano , Shimon Peres, il Presidente dell'Autorità Nazionale Palestinese , Abu Mazen . </li></ul>2 GIUGNO 2011 I Capi di Stato assistono alla parata militare
  15. 15. <ul><li>Le cerimonie ufficiali sono iniziate con la deposizione di una corona d'alloro alla tomba del Milite Ignoto , all' Altare della Patria da parte del Presidente della Repubblica. </li></ul>2 GIUGNO 2011
  16. 16. <ul><li>Successivamente si è svolta la tradizionale parata militare in Via dei Fori Imperiali . </li></ul>2 GIUGNO 2011
  17. 17. <ul><li>Un enorme Tricolore sul Colosseo ha fatto da sfondo alla sfilata delle bandiere. </li></ul><ul><li>La parata, durata 80 minuti, ha visto sfilare 5.700 militari e civili e si è conclusa con gli onori finali e il passaggio delle Frecce Tricolori , che già in mattinata avevano fatto un primo sorvolo sull’Altare della Patria. </li></ul><ul><li>A seguire un concerto della Fanfara dei Bersaglieri e, poi, della Banda Militare Interforze con i coristi dell' Accademia di Santa Cecilia . </li></ul>2 GIUGNO 2011
  18. 18. <ul><li>Il Presidente della Repubblica , Giorgio Napolitano arriva in Via dei Fori Imperiali in occasione della Rassegna Militare nella ricorrenza della Festa della Repubblica . </li></ul>2 GIUGNO 2011
  19. 19. <ul><li>Il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano riceve gli onori militari al termine della Parata Militare per la Festa Nazionale della Repubblica, alla presenza dei Capi Delegazioni Ufficiali convenuti a Roma per le celebrazioni del 150° Anniversario dell‘Unità d’Italia. </li></ul>2 GIUGNO 2011
  20. 20. 2 GIUGNO 2011 PARATA MILITARE La sfilata dei 5 Tricolori La corsa dei Bersaglieri
  21. 21. 2 GIUGNO 2011 PARATA MILITARE I Granatieri di Sardegna sfilano con l'uniforme storica del 1848 Jeep dell’Esercito
  22. 22. 2 GIUGNO 2011 PARATA MILITARE Carabinieri Il reparto cinofili della Polizia di Stato
  23. 23. 2 GIUGNO 2011 PARATA MILITARE Crocerossine Protezione Civile Missioni Internazionali
  24. 24. 2 GIUGNO 2011 FRECCE TRICOLORI
  25. 25. 2 GIUGNO 2011 FRECCE TRICOLORI
  26. 26. 2 GIUGNO 2011 FRECCE TRICOLORI
  27. 27. MESSAGGIO DEL PRESIDENTE NAPOLITANO ALLE FORZE ARMATE IN OCCASIONE DELLA FESTA NAZIONALE DELLA REPUBBLICA <ul><li>&quot; Oggi ricorre il sessantacinquesimo anniversario della nascita della Repubblica Italiana. </li></ul><ul><li>Stamane, sul sacello del Milite Ignoto, ho rivolto il mio commosso pensiero a tutti imilitari caduti per la difesa della Patria, al servizio e per la salvaguardia delle sue libere istituzioni. </li></ul>Il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano rende omaggio al Sacello del Milite Ignoto all'Altare della Patria
  28. 28. <ul><li>Nell'anno in cui celebriamo il centocinquantesimo dell'Unità d'Italia, il 2 giugno ci offre un'opportunità del tutto speciale per soffermarci a riflettere sulla storia del nostro Paese e sui grandi eventi che l'hanno segnata: </li></ul>LE PAROLE DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA GIORGIO NAPOLITANO
  29. 29. <ul><li>dalle guerre risorgimentali ai due conflitti mondiali, tra i quali si collocarono gli anni bui della dittatura e del bellicismo fascista; </li></ul><ul><li>e poi, finalmente, la Liberazione, la Repubblica e la Costituzione e, con esse, una nuova alba e la rinascita della Patria, illuminata dalla riconquistata libertà e dalla ricostruzione della democrazia. </li></ul>LE PAROLE DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA GIORGIO NAPOLITANO
  30. 30. <ul><li>Da allora, l'Italia è cresciuta, quale stato moderno ed industrializzato, protagonista del concerto delle nazioni, in una nuova Europa e nell'ambito delle organizzazioni internazionali di cui essa è stata sempre convinta ed attiva sostenitrice. </li></ul>LE PAROLE DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA GIORGIO NAPOLITANO Bandiera dell’Unione Europea
  31. 31. <ul><li>Negli scenari complessi ed in costante trasformazione che caratterizzano il mondo sempre più interdipendente e globalizzato in cui viviamo, il nostro Paese svolge un ruolo fondamentale di equilibrio ed apertura, di incessante ricerca del dialogo e della cooperazione, ma anche di fermo presidio dei valori fondamentali che sono alla base della sicurezza, dello sviluppo e della pace . </li></ul>LE PAROLE DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA GIORGIO NAPOLITANO
  32. 32. <ul><li>Le Forze Armate sostengono una parte considerevole di questo gravoso impegno ed hanno contribuito sostanzialmente ai risultati straordinari conseguiti in questi ultimi decenni, grazie alla loro professionalità, alla loro abnegazione, al modo costruttivo in cui esse interpretano i compiti che sono chiamate quotidianamente ad assolvere in tante regioni del mondo: compiti difficili e densi di rischi, come gli eventi di questi giorni in Libano ed in Afghanistan purtroppo ancora una volta dimostrano. </li></ul>LE PAROLE DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA GIORGIO NAPOLITANO
  33. 33. <ul><li>Ai militari italiani di ogni grado, specialità e categoria vanno il plauso incondizionato dei cittadini, la riconoscenza delle popolazioni presso le quali ogni giorno essi prestano la propria opera di protezione e di assistenza. Ad essi va egualmente il rispetto dei Paesi alleati che di tale opera hanno imparato ad apprezzare sul campo il valore e l'efficacia. </li></ul><ul><li>Viva le Forze Armate italiane, viva l'Italia&quot;. </li></ul><ul><li>Roma, 2 giugno 2011 </li></ul>LE PAROLE DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA GIORGIO NAPOLITANO
  34. 34. PRANZO DI STATO <ul><li>Il Presidente Giorgio Napolitano durante il brindisi con i Capi Delegazioni Ufficiali convenuti a Roma per le celebrazioni del 2 Giugno dedicate al 150° Anniversario dell'Unita d'Italia. </li></ul>
  35. 35. CONCERTO ALLA CAPPELLA PAOLINA DEL QUIRINALE <ul><li>Il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano in occasione del concerto al Quirinale per la Festa della Repubblica, alla presenza dei Capi Delegazioni Ufficiali. </li></ul>
  36. 36. 2 GIUGNO 2011 IN ITALIA Il Tricolore più lungo a Modena Bologna – Piazza Maggiore
  37. 37. 2 GIUGNO 2011 IN ITALIA Milano – Piazza Duomo Torino – Piazza Castello
  38. 38. 2 GIUGNO 2011 IN ITALIA Firenze – Piazza della Signoria Napoli – Piazza del Plebiscito
  39. 39. FONTI <ul><li>Le foto sono tratte da diversi siti Internet tra cui : </li></ul><ul><li>-quirinale.it -governo.it -difesa.it -poliziadistato.it </li></ul><ul><li>-italiaunita150.it -youreporter.it -skytg -julienews.it </li></ul><ul><li>-la repubblica.it -corriere.it -la stampa.it </li></ul><ul><li>-liquida -romatoday -cri -ansa.it -adnkronos </li></ul><ul><li>-youfeed.it -ultimaora.com -okroma.it -flickr.com </li></ul><ul><li>-lauracastelletti.it -ungra.it -splinder.com </li></ul><ul><li>-wikipedia -alfasport.net -vacanze-romaorg </li></ul>

×