Powered by
Perchè un nuovo sistema per misurare l’efficienzaQuali sono gli elementi che caratterizzano e costituiscono il sistemaorga...
Il senso, le risposte la azioniHello Pitagora dà le risposte e sostiene l’azione per:- l’efficienza del sistema organizzat...
Un numero: il Valorecapitale umano realmenteutilizzatoGli oggetti, le fasi e il suo utilizzoKPI:misurare ciò che sembravan...
IL SISTEMA I SEI KPI E L’INDICE SINTETICOLo schema generale, gli indicatori di efficienza parziale e quelli generali - sin...
L’inizio: il sistema e l’energia acquisitaImmaginiamo l’impresa come un sistema di molle da caricare e azionare per colpir...
La prima funzionalità da misurare registra quanto il sistema è in grado “portare al suointerno” la maggior parte (possibil...
Il sistema di molle (al pari di un sistema organizzativo reale), deve utilizzare l’energiadisponibile per caricarsi. Non t...
Una volta effettuata la carica il sistema deve passare da potenziale teorico a funzionanteconcreto, le molle caricate devo...
Agire non significa colpire, La molla può scattare nel modo desiderato ma può non colpireil bersaglio o farlo con una inte...
Il quinto step di misurazione verifica l’intensità del risultato raggiunto rispetto alla forzadell’idea iniziale. Come il ...
Ogni azione produce risultati anche secondari sul sistema che ci circonda. Nel casodell’impresa vanno analizzati gli effet...
La sintesi ho acquistato e pagato dell’energia (il capitale umano pagato) per far funzionare ilmio sistema di molle (l’imp...
Come in termodinamica il rendimento del sistema è dato dal rapporto tra il Capitale UmanoPagato e il Capitale Umano Utiliz...
LA CATENA DEL VALOREUn passo indietro, come faccio a misurare l’operatività del sistema: i momenti chiave nellavita dell’o...
Il metodo – la catena del valoreSintonizzarsi conil progetto impresaPossederee sviluppare lecompetenze necessarieMettere i...
Distribuire azionepositiva scattimolle all’esternoevitare dannicollateraliScegliere mollegiuste, registrare epreparare ogn...
In ogni momento chiave il sistema organizzativo esprime una sua efficacia. La combinazionedei valori di questa efficacia d...
Dalla catena del valore ai KPI – gli altri due5 Trasformazione: come l’azienda riesce ad esprimere e far comprendere gli o...
Hello Pitagora ha una doppia valenza: da un lato interpreta l’organizzazione e individua doveagire per aumentare la sua ef...
 sapere se l’organizzazione lavora al massimo del suo potenziale o contiene sacche diinefficienza che ne inibiscono il su...
guida all’utilizzo della DEMOEntrare in www.hellopitagora.com cliccare Area DemoRegistrare la propria mail e i dati della ...
CONTATTIItalia Milano Via Giovanni Battista Morgagni, 21 - 20129Tel. +39 02 20242406Roma Via Dandolo, 24 – 00153Tel. +39 0...
Upcoming SlideShare
Loading in …5
×

La presentazione del modello attraverso la metafora del sistema di molle

277 views

Published on

come misurare l'efficienza di ciò che ci impegna di più nell'impresa? dove l'Organizzazione produce il valore dell'efficienza? Creare una nuova catena del valore serve per uniformare e diffondere il linguaggio. Misurare ed alfabetizzare

0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
277
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
19
Actions
Shares
0
Downloads
3
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

La presentazione del modello attraverso la metafora del sistema di molle

  1. 1. Powered by
  2. 2. Perchè un nuovo sistema per misurare l’efficienzaQuali sono gli elementi che caratterizzano e costituiscono il sistemaorganizzativo?Cosa significa realmente efficienza e dove si costruisce?Come si può comunicare l’efficienza organizzativa?Quanta e quale parte della potenzialità delle persone viene realmenteutilizzata?Si possono confrontare due organizzazioni diverse, o la stessa in tempidiversi?Gestire una Organizzazione significa rispondere ad alcune domande
  3. 3. Il senso, le risposte la azioniHello Pitagora dà le risposte e sostiene l’azione per:- l’efficienza del sistema organizzativo sfuggendo l’illusione dei facili “quick win”- il miglioramento veloce, reale, sostenibile di lungo termineattraversoAlfabetizzazione del management con linguaggio e concetti che parlano diefficienzaIndividuazione dell’anello debole della catena organizzativaDefinizione di un set di KPI che misurano efficienza totale e parzialeCalcolo del Capitale Umano Utilizzato
  4. 4. Un numero: il Valorecapitale umano realmenteutilizzatoGli oggetti, le fasi e il suo utilizzoKPI:misurare ciò che sembravanon misurabile,l’intero e il parzialeCatena del Valore:un solo linguaggio percomunicare e mettere inchiaro dove si crea operde il valoredell’efficienzaMisurazione e valorizzazione del sistemaAlfabetizzazione del management
  5. 5. IL SISTEMA I SEI KPI E L’INDICE SINTETICOLo schema generale, gli indicatori di efficienza parziale e quelli generali - sinteticiNel sito www.hellopitagora.com il modello viene spiegato in teoria ed in pratica attraverso una “Demo”.Qui utilizziamo la metafora del sistema di molle per meglio comprenderne le logiche di funzionamento eutilizzo
  6. 6. L’inizio: il sistema e l’energia acquisitaImmaginiamo l’impresa come un sistema di molle da caricare e azionare per colpireun bersaglioIl sistema di molle acquista energia ad un prezzo. Nella realtà questo prezzo equivale a:costo del lavoro più costo dello sviluppo più, eventuale, costo per BPR oriorganizzazioni. “Capitale Umano Pagato “€people€rulesIl CostoLa trasformazioneIl Risultato€processesCentro piùparametriquali-quantitativiEnergy IN + Energy Lost = Energy OUT (valore prodotto)Il Sistema
  7. 7. La prima funzionalità da misurare registra quanto il sistema è in grado “portare al suointerno” la maggior parte (possibilmente tutta) dell’energia già acquistata e pagata.Pagare per qualcosa, infatti, (soprattutto se si parla di persone), non significaautomaticamente poterla utilizzare.AcquistatapeoplerulesprocessesorganizationDisponibile“Interiorizzazione”€people€rules€processes“KPI interiorizzazione”Da acquistata, ma ancora esterna, adisponibile, quindi dentro il sistemaIl primo KPI: InteriorizzazioneIl Sistema
  8. 8. Il sistema di molle (al pari di un sistema organizzativo reale), deve utilizzare l’energiadisponibile per caricarsi. Non tutta l’energia infatti diventa automaticamente “carburante”Disponibile“KPI energicizzazione”Da disponibile dentro il sistema aenergia caricata nelle molle.Il secondo KPI: EnergizzazioneCaricare ilsistemapeoplerulesprocessesorganizationCaricata
  9. 9. Una volta effettuata la carica il sistema deve passare da potenziale teorico a funzionanteconcreto, le molle caricate devono scattare e azionarsi nel modo corretto“KPI funzionamento ”Tutto ciò che è caricato serve per farscattare la molla e non altroIl Terzo KPI: FunzionamentoDal potenziale All’azione
  10. 10. Agire non significa colpire, La molla può scattare nel modo desiderato ma può non colpireil bersaglio o farlo con una intensità diversa da quella attesa“KPI Rendimento ”Ogni azione delle molle va versol’obiettivo attesoIl Quarto KPI: RendimentoDall’azionetimestrenghtqualityAi risultatiquali-quantitativi
  11. 11. Il quinto step di misurazione verifica l’intensità del risultato raggiunto rispetto alla forzadell’idea iniziale. Come il sistema sa trasformare in concreto quanto ideato – progettato - eatteso.“KPI trasformazione ”Quanto e come pensavo di caricare le molle eche cosa hanno colpito veramente. La chiusuradel cerchio.Il quinto KPI: TrasformazioneDalla forzadell’ideatimestrenghtqualityAlla intensità deirisultati
  12. 12. Ogni azione produce risultati anche secondari sul sistema che ci circonda. Nel casodell’impresa vanno analizzati gli effetti prodotti sul sistema sociale in cui è inserita.“KPI sensibilità sociale”L’azione della molla crea benessere o negativitàcollaterali?Il sesto KPI: sensibilità socialeValore per l’impresatimestrenghtqualityValore per la comunitàVersus
  13. 13. La sintesi ho acquistato e pagato dell’energia (il capitale umano pagato) per far funzionare ilmio sistema di molle (l’impresa). Parte dell’energia si è persa e parte è servita perraggiungere il risultato. Hello Pitagora con una formula esclusiva calcola l’energia utilizzata, ilCapitale Umano (realmente) utilizzato.Capitale Umano Utilizzato = Capitale Umano Pagato * AlgoritmoIl capitale umano utilizzato è un valore assoulto valido solo per il sistema consideratoL’indice sintetico: il capitale umano utilizzatoCapitale umano pagatoIl Sistema€people€rules€processes Energia IN Energia OUTUtilizzata per produrrevalore – obiettivoottenutoEnergialost Dispersa perinefficienza delsistemaCapitale umano utilizzato
  14. 14. Come in termodinamica il rendimento del sistema è dato dal rapporto tra il Capitale UmanoPagato e il Capitale Umano UtilizzatoIl rendimento è un indice relativo paragonabile con qualsiasi altrosistema organizzativoL’efficienza del sistema organizzativoCapitale umano pagatoCapitale umano utilizzato
  15. 15. LA CATENA DEL VALOREUn passo indietro, come faccio a misurare l’operatività del sistema: i momenti chiave nellavita dell’organizzazione
  16. 16. Il metodo – la catena del valoreSintonizzarsi conil progetto impresaPossederee sviluppare lecompetenze necessarieMettere inatto le azioniDistribuire gli effettisulla comunitàComprenderedegli obiettiviRealizzarei risultatiI momenti della verità nella vita di un sistema organizzativo
  17. 17. Distribuire azionepositiva scattimolle all’esternoevitare dannicollateraliScegliere mollegiuste, registrare epreparare ognimolla ad agirecome necessarioIl metodo – la catena del valoreogni molla deveessere sintonizzatae allineata alsistemaPermettere allemolle di scattarenel modo corretto,non ostacolare laloro azioneE nel sistema di molle? La metafora dei sei momenti della veritàcosa ci aspettiamodalle molle?dove devonocolpire con qualeintensitàIndirizzare tuttigli scatti versoobiettivo nondisperdere scatti
  18. 18. In ogni momento chiave il sistema organizzativo esprime una sua efficacia. La combinazionedei valori di questa efficacia definisce il complesso dei valori dei KPI.Dalla catena del valore ai KPI – i primi quattro1 Interiorizzazione: le persone possiedono delle risorse che l’impresa paga.Decidono se renderle disponibili, e in che misura, se comprendono l’obiettivodell’impresa e lo fanno proprio. “So cosa si deve fare e lo voglio fare”. Obiettivi piùAdesione2 Energicizzazione: le risorse disponibili non sono ancora energia del sistema ma lodiventano combinando il livello di adesione con quello della competenza. Voglio faree so fare. Adesione più Capacità3 Funzionamento: ciò che le persone potrebbero fare non basta. Fattori esterni a loropossono favorire o vincolare la loro azione. “So fare e posso fare” .Capacità più Comportamenti4 Rendimento: non sempre l’azione diventa obiettivo raggiunto. L’insieme deicomportamenti deve essere gestito e indirizzato dal sistema. “Agisco e le mie azioniproducono valore”. Comportamenti e Risultati
  19. 19. Dalla catena del valore ai KPI – gli altri due5 Trasformazione: come l’azienda riesce ad esprimere e far comprendere gli obiettivirappresenta la forza della sua idea. Il risultato ne è la traduzione pratica. Il confrontotra questi due momenti definisce la capacità di concretizzazione del sistema . “Socosa fare misuro cosa ho fatto”. Obiettivi più Risultati.6 Sensibilità sociale: l’azione dell’impresa non rimane solo al suo interno maproduce effetti sulla sua comunità sociale di riferimento. La coerenza tra i due tipidi risultato evidenziano l’integrazione dell’azienda con il suo “esterno”.Risultati più sensibilità Sociale.
  20. 20. Hello Pitagora ha una doppia valenza: da un lato interpreta l’organizzazione e individua doveagire per aumentare la sua efficienza, dall’altro effettua una diagnosi sul livello difunzionamento e sulle priorità di intervento.Per questo è uno strumento molto duttile e può essere utilzzato sia in chiave di assessment,con varie modalità di rilevazione, sia come momento di confronto e focalizzazione delmanagement su quelli che sono i punti di attenzione per massimizzare l’efficienzaorganizzativa.I due casi non si escludono ma si integrano e completano e possono avvenire in successioneo contemporanea a seconda della realtà presa in considerazioneCome utilizzare il modello Hello Pitagora
  21. 21.  sapere se l’organizzazione lavora al massimo del suo potenziale o contiene sacche diinefficienza che ne inibiscono il successo agire con una guida (catena del valore) evitando di investire energie e risorse dove nonserve o serve meno fornire misurazioni confrontabili e non labour intensive sviluppare piani di azione in tempi brevi con scala di priorità effettuare analisi di clima rapide flessibili e poco costose definire/misurare l’efficienza intesa in modo oggettivo e definito fare brain storming diffusiI vantaggi - si utilizza per
  22. 22. guida all’utilizzo della DEMOEntrare in www.hellopitagora.com cliccare Area DemoRegistrare la propria mail e i dati della propria azienda, scegliere una passwordInserire i dati relativi all’energia in ovvero costo del lavoro e sviluppo/organizzazione. Per non immetteredati sensibili si richiede l’inserimento di percentuali: fatto 100 il totale esprimere quanto viene dedicato aiknowledge workers (le persone che hanno impatto diretto sul valore prodotto dall’azienda – esempio tuttiquanti per i quali si fa almeno un giorno di formazione all’anno), quanto per management, quanto persviluppo e organizzazione e quanto per non knowledge workersCliccare “register” e attendere schermata nuova, inserire nelle prime due righe mail e password e accedereal sistema.Le domande che seguono simulano la raccolta di dati reali, le prime 4 son riferite ai dati quali-quantitativi(espressi in forma standard ma adattabili alle consuetudini di ogni contesto) che nella esecuzione realeverranno immessi una sola volta (da chi in azienda detiene i dati). Le successive 5 simulano il risultato delquestionario e misurano il funzionamento della catena del valore alimentando gli algoritmi del sistema.Dopo l’ultima domanda il sistema elabora e rappresenta nell’ordine:-grafici dei KPI parziali (nella demo saranno poco raffinati potendo contare su 9 domande di un solosoggetto)-l’indice sintetico dell’energia out, il capitale umano utilizzato e l’indice di efficienza globale (nel casodella Demo coincidono essendo il capitale investito già espresso in percentuale)- il piano di azione rappresentato sia in forma generale che in ordine di priorità.
  23. 23. CONTATTIItalia Milano Via Giovanni Battista Morgagni, 21 - 20129Tel. +39 02 20242406Roma Via Dandolo, 24 – 00153Tel. +39 06 3611865Padova Via G.A. Longhin, 53 – 35129Tel. +39 049 8160483Mail s.sedda@ambire.netIndia KERALA Trivandrum 7D, Beacon Green Lillies, Thirumala - 695006Tel. +91 471-2356529Mail info@ambire.net

×