El me paées 2012
LETTERA APERTA                                                 TESSERAMENTOAnche quest’anno eccoci arrivati alla soglia de...
A quasi cinque anni di distanza dalla prematura perdita del caro Daniele Cremonesi, la comunità di Acquanegravuole ricorda...
DICEMBRE                                      Attilio Fantoni e Franco Zucchetti                                          ...
Giovani leve dell’S.S. Acquanegra               Enrico Grandi - Giorgio Fantoni - Daniele Cremonesi                       ...
NOVEMBRE                                                             Santina Dosi è morta il 17-10-2011 alla bella età di ...
Quest’anno le manifestazioni di maggior impatto                                                               emotivo che ...
OTTOBRE                                                                                  I chierichetti di Fengo          ...
Una carrellata di immagini per illustrare le nostre manifestazioni del 2011        Natale all’Opera Pia Guida - Enoe Giova...
SETTEMBRE   Lòm lè el càpo dèlafamiglia, la dùna lè el còll  che moof èl càpo cùma   e quàant la nà vooia
AMMINISTRAZIONE COMUNALE                                                         SOCIETA’ SPORTIVA ACQUANEGRAIn occasione ...
AGOSTO                      Emanuela Grandi - Patrizio Anelli   Rosa Piseroni - Luciano Roncaglio  La tèera la dis:dàmen c...
FONDAZIONE “GUIDA DR. VENCESLAO” ONLUS                                                                   A.S.D. ACQUANENGO...
LUGLIO                       Quest’anno vogliano unirci ai festeggiamenti dei trent’anni di matrimonio delle coppie       ...
GENNAIO                          Pubblicazione tratta dall’inserto centrale dedicato alle Pro Loco                        ...
GIUGNO                            Una carrellata di immagini per illustrare le serate del “giugno in piazza” del 2011     ...
FEBBRAIO                      Pubblicazione tratta dal giornale “La Provincia” del giorno                      24 Agosto 2...
MAGGIO                       Fernando Contini - Torino 1957                                                               ...
MARZO                                         Chèl veciòol                                           (Elena Garoli)       ...
APRILE                                  Si sa che i volontari ad Acquanegra sono veramente numerosi. In un comune di      ...
Upcoming SlideShare
Loading in …5
×

Calendario 2012

1,077 views

Published on

Presso la tabaccheria di Michela Caporali è possibile ritirare ancora alcune copie del Calendario 2012

Published in: Education
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
1,077
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
3
Actions
Shares
0
Downloads
2
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Calendario 2012

  1. 1. El me paées 2012
  2. 2. LETTERA APERTA TESSERAMENTOAnche quest’anno eccoci arrivati alla soglia delle feste Anche quest’anno, chi volesse sottoscrivere ilnatalizie, è quindi arrivato il momento di tracciare un tesseramento per l’anno 2012, può farlo versandobilancio delle attività della Pro Loco per quanto riguarda la somma base di € 5,00 attraverso i membri delil 2011 e gettare uno sguardo verso il 2012 che sta Consiglio dell’Ente Pro Loco (e dal 7 gennaiobussando alla porta. L’anno 2011 si è aperto con 2012 anche presso la tabaccheria di Michelaun’ulteriore defezione da parte di consiglieri storici della Caporali).Pro Loco: le signore Palmira e Teresa Odelli insieme a Vogliamo ricordare che da diversi anni la quota nonGreta Rigonelli hanno deciso di lasciare il Consiglio di è stata ritoccata e visto il momento difficile che ilAmministrazione e per rimpiazzare i partenti sono così nostro paese sta vivendo ci è sembrato il minimoentrati nel Consiglio, Patrizio Anelli e Andrea Corbani non gravare ulteriormente sui bilanci familiari.desiderosi a loro volta di rendersi utili all’ideazione ed Ci preme altresì ricordare che il tesseramento è laalla preparazione delle nostre manifestazioni. In una principale risorsa dell’Ente Pro Loco, attraverso ildelle prossime pagine potrete quindi vedere in volto gli quale si rende possibile la realizzazione di tutte leattuali amministratori della Pro Loco di Acquanegra attività sociali, ricreative e culturali in programma.Cremonese; la foto è stata scattata per un’occasione Un sentito grazie di cuore a tutti coloro che inparticolare: un inserto speciale dedicato dal giornale questi anni ci hanno assiduamente sostenuto e“La Provincia” alle Pro Loco del cremonese. Da quella che siamo sicuri, continueranno a farlo anchepubblicazione risulta che la Pro Loco del nostro paese ha in futuro.più tesserati di comuni numericamente più importantiquali Soncino, Pizzighettone o Sospiro. Tutto questooltre che a renderci orgogliosi della fiducia che vieneriposta in noi, non fa altro che accrescere la volontà di N.d.R.un sempre maggior impegno nel tentativo di offrire Nonostante le defezioni e le modifiche di organico subitequalcosa che possa essere di gradimento a tutti, dal all’interno della Pro Loco, ci è sembrato importantebimbo all’anziano. Per quanto riguarda le principali continuare la pubblicazione di questo calendario inmanifestazioni che si sono tenute durante l’anno, quanto sappiamo che ormai è diventato oggetto dicredo non sia sfuggito a nessuno che a differenza degli collezione da parte di Acquanegrini residenti nel nostroultimi anni il palco utilizzato per il “giugno in piazza” comune e non.abbia fatto ritorno nella piazza principale del paese. Il Detto ciò speriamo di fare cosa gradita raccontandoviricavato raccolto nelle varie serate della manifestazione con storie e con immagini, non solo quello che èammontante a € 1000 è stato devoluto all’Associazione successo in questo anno che oramai volge al termine,A.P.O.M. Onlus di Cremona. Per importanza e per ma anche le storie dei personaggi del passato cheimpegno da profondere nella realizzazione, la “sagra rimangono sempre vive nelle nostre menti e nei nostridei gnocchi” credo sia sicuramente la manifestazione cuori.principe della nostra Pro Loco. Quest’anno, così come Nella speranza quindi che il nostro operato sia ancoral’anno scorso, grazie anche alla clemenza del tempo, le una volta di vostro gradimento, porgiamo a tutti voitre serate sono state l’occasione per la gente accorsa Auguri di ogni bene.in massa anche da fuori paese o addirittura da fuori La Redazioneprovincia, per degustare gli ottimi piatti cucinati comesempre magistralmente dai nostri volontari. E’ statodavvero un grande successo così come recensito dalgiornale “La Provincia” e di cui diamo risalto più PREVISIONE 2012avanti nel calendario. Per quanto riguarda le iniziativedel 2012, si sta valutando di tornare a valorizzare il Incontro medico con il Dr. Alberto Bottinicarnevale, così come lo si festeggiava alcuni anni fa.Allo studio c’è anche la possibilità di cambiare la data Canti della Merla (con buffet)della “sagra dei gnocchi” portandola dalla fine di agosto Carnevalealla fine di luglio. Di tutto questo vi renderemo edotti Giugno in piazza (In collaborazione con A.V.I.S.)come sempre strada facendo; per ora vogliate gradire imiei più sinceri Auguri di Buone Feste e buon 2012. Sagra dei gnocchi Valerio Gara podistica (in collaborazione con A.V.I.S.) Castagnata RINGRAZIAMENTI Gita ai mercatini di NataleImpossibilitati a ringraziare singolarmente tutti quelliche in qualsiasi modo ci danno una mano, lo facciamo Santa Lucia (distribuzione di doni ai bambini)collettivamente attraverso questa pagina di calendario Calendario “El me paèes”nella speranza che proprio nessuno si senta escluso.Consentiteci anche di manifestare i nostri più sinceri ….e quanto potremo fare in più…..sentimenti di riconoscenza a tutte quelle persone checon testi o fotografie, hanno contribuito alla stesura delcalendario.
  3. 3. A quasi cinque anni di distanza dalla prematura perdita del caro Daniele Cremonesi, la comunità di Acquanegravuole ricordare questo suo concittadino, che per ora rappresenta l’unico esempio di sportivo che ha militato in societàprofessioniste a livello nazionale. Fin da adolescente, Daniele ha l’opportunità di realizzare la sua passione per il calcio e dopo i primi approcci nellaS.S. Acquanegra, viene chiamato a giocare nella società della Cremonese. Da qui il grande balzo verso una dellepiù prestigiose e gloriose società di calcio italiane: il Torino. Ancora così giovane, Daniele andrà così a vivere e studiare in una delle città più turbolente di quel periodo di annidi piombo per la storia italiana; siamo nella metà degli anni settanta del secolo scorso e la società granata sta vivendouno dei momenti di maggior fulgore della sua storia recente, culminata con la conquista del titolo italiano. Pur militando nel settore giovanile Beretti e Primavera, le possibilità di mettere in evidenza le proprie doti nonmancano e, dopo alcune presenze da riserva in prima squadra, la convocazione in Nazionale Italiana under 18 e lagrande scena azzurra. Le condizioni per un grande successo sono tutte sul campo e solo una noiosa e dolorosadisfunzione fisiologica impedirà di continuare a calcare la ribalta del grande calcio. Continua così la carriera in società professioniste minori e tornerà, con grande affetto e riconoscenza, a sosteneree collaborare negli ultimi anni con gli amici e i dirigenti di quella società di calcio del suo paese, l’Acquanegra, che loaveva lanciato tanti anni prima e di cui non si era mai scordato. La figura di Daniele Cremonesi è ricordata soprattutto per i suoi trascorsi sportivi, ma da brillante imprenditoreavrà modo di essere stimato nella società civile e nell’ambito economico della città di Cremona, dove ancora entrerànelle stanze della locale U.S. Cremonese, questa volta come allenatore del settore giovanile. Il tempo non ha ancora steso il velo dell’oblio e per chi ha conosciuto Daniele, sembrerà ancora di incontrarlo perle strade del paese, sorridente e pieno di vitalità, esuberante e generoso nell’attenzione verso gli altri. Legato allacultura popolare del proprio paese, Daniele è sempre stato un testimone dei valori della tradizione, della famiglia,dell’amicizia. Amico di tanti, attento e sensibile all’ascolto, non disdegnava un amorevole rimprovero e una presa di posizionedecisa, ma leale e mai faceva venire meno un sostegno morale a chi affidava a lui le proprie confidenze. Chi scrive, quel 5 febbraio si trovava in volo per il Sud Africa e appresa la notizia della grave perdita, provasgomento ed un dolore lacerante che subito cedono il passo ad un pianto di rabbia impotente per non poter neppureaccompagnare l’amico per l’ultimo viaggio. Queste poche e povere righe non rendono il dovuto omaggio ad un amico indimenticato ed indimenticabile edappaiono inadeguate a descrivere un vuoto colmato solo dalla memoria e da una preghiera. Daniele Cremonesi 2° in piedi da sinistra in una foto storica della squadra del Torino, nella quale spicca come capitano Beppe Dossena.
  4. 4. DICEMBRE Attilio Fantoni e Franco Zucchetti Pierina Brambati con l’amica Clara Alba Cornelli - Artemio Piseroni - Enrico Cervi - Mancini Rosa Gigli e Lorenzo 1973 - foto di gruppo 1^ comunione classe 1964 Giorgio Piseroni - Mauro Genzini - Giorgio Favalli - Gigi Patrizio Anelli militareEl càan scutàat el gh à Zoni paüra de láqua fréda
  5. 5. Giovani leve dell’S.S. Acquanegra Enrico Grandi - Giorgio Fantoni - Daniele Cremonesi Libero Antoniazzi - Patrizio Anelli Foto di gruppo dell’U.S. Ivrea Calcio Daniele nell’U.S. Cremonese Daniele con gli amici del coro alpino di AcquanegraGiorgio Lanzi - Angelo Bernardi - Don Marco LeggioGabriele Cofferati - Daniele Cremonesi
  6. 6. NOVEMBRE Santina Dosi è morta il 17-10-2011 alla bella età di 98 anni, essendo nata a Meleti il 15-12-1912. Perché parliamo di lei? Perché è stata, per cinquant‟anni circa, bidella della scuola materna ed elementare di Fengo. Poco tenera con i bambini, li guidava con sicurezza, conquistandosi la fiducia e divenendo per loro un punto di riferimento positivo. Una volta adulti, si rivolgevano a lei per i loro figli, che varcavano in lacrime la soglia scolastica per la prima volta. Ebbe all‟inizio della giovanile esperienza una guida di grande valore umano nella maestra Minelli, proveniente da Sesto; da lei assorbì lo spirito di servizio, il senso religioso della vita e la capacità di essere responsabili. Altra grande figura di riferimento per Santina fu nell‟ambito delle elementari la maestra Antonietta Contardi Zoni, che le trasmise l‟aiuto e la forza necessarie per il periodo più doloroso della sua vita: la malattia del marito; il fare CARITA‟, più che predicarla, fu l‟insegnamento appreso da questa esperienza. Era rimasta prima orfana del padre, scomparso nella GRANDE GUERRA sul Grappa (aveva allora cinque anni), poi della madre nel terribile „29. Venceslao Guida, allora Podestà del nostro Comune, volendole assegnare il posto di bidella (che era stato della mamma Maria in qualità di vedova di guerra), ma, titubante per la giovane età della ragazza, volle metterla alla prova con un semplice test, un breve colloquio, in cui la invitò a disfare la casa (era in affitto in locali di proprietà del Guida) per ritirarsi presso i parenti; al ché Santina, con coraggio e maturità, rispose: “ Io la casa non la disfo, non si preoccupi per l‟affitto, glielo pagherò dovessi anche andare a servizio”. Vista la determinazione della ragazza (si prendeva cura anche di una sorella minore), si ritirò in consiglio e all‟istante fece approvare l‟assunzione di Santina, nonostante la giovane età. E da lì cominciò la sua avventura umana non certo facile. Il saluto commosso, fatto da tante persone delle ultime generazioni assistite, l‟hanno accompagnata all‟incontro con i tanti “bambini” che l‟hanno preceduta nell‟Asilo Eterno. Ridùum mia perché ghèsucess vergutt de bèll, mavergutt de bèll el sucedarà perché ridum
  7. 7. Quest’anno le manifestazioni di maggior impatto emotivo che si sono svolte nel nostro paese, hanno riguardato la celebrazione dei 150 anni dell’Unità d’Italia. L’Associazione Nazionale Combattenti e Reduci “Costruttori di Pace” in occasione del 66° anniversario del 25 aprile, accompagnati dalle squillanti note della fanfara provinciale dei Bersaglieri di Cremona “Pietro Triboldi”, ha sfilato con autorità civili, religiose e militari che con le associazioni combattentistiche e d’arma hanno reso onore ai combattenti e ai caduti di tutte le guerre che con il loro sacrificio hanno difeso i sacri confini d’Italia. Dopo una doverosa sosta alle scuole elementari, doveè stato restaurato il cippo d’arenaria in onore del nostroconcittadino Giuseppe Rocchetta, bersagliere mortoa Capua nel 1860 nella II guerra d’indipendenza; lamanifestazione è proseguita al monumento ai cadutidov’è stata inaugurata una nuova lapide, un cippomarmoreo dedicato ai militari e civili caduti nelle missioniinternazionali di pace. Dopo le doverose premiazioni ed assegnazioni di“Croci di Guerra” alla memoria, la giornata si è conclusanel parco della villa comunale con un’ulteriore esibizionedella fanfara dei bersaglieri. Successivamente nella ricorrenza del 2 giugno (Festadella Repubblica), è stata organizzata dalla Bibliotecacomunale in collaborazione con la Fondazione “Guidadott. Venceslao”, una interessante mostra di fotografie,oggettistica e documenti storici tra i quali è spiccato perimportanza l’elenco dei giovani acquanegrini e fenghesichiamati alla leva militare del 1860, come documentatodai registri comunali. Inutile descrivere l’enorme apprezzamento di tutte lepersone intervenute ad ammirare la mostra. L’ultima manifestazione che si è svolta, in ordine di tempo, riguarda la ricorrenza dell’anniversario del IV novembre, quando le tre Associazioni, per questa occasione, hanno organizzato una mostra fotografica e di reperti storici della I guerra mondiale, gentilmente offerti dal museo della guerra di Temù, presso la Fondazione “Guida dott. Venceslao” di Fengo. Nella giornata di venerdì 4 novembre la mostra è stata presentata ai bambini delle scuole elementari e medie in modo da far capire loro, tramite le foto e i reperti esposti, come avessero vissuto i nostri soldati al fronte e come con il loro sacrificio si sia potuta liberare la nostra Italia dalla dominazione austroungarica.
  8. 8. OTTOBRE I chierichetti di Fengo nel 1953 in occasione della visita pastorale di Mons. Danio Bolognini I chierichetti di Fengo in occasione della visita pastorale di Mons. Enrico Assi I chierichetti di Acquanegra nell’anno 1997 I chierichetti di Acquanegra nell’anno 2006 ritratti insieme all’allora seminarista GabrieleLa dùna, el gioch, el fòoci se contenta mai de poch
  9. 9. Una carrellata di immagini per illustrare le nostre manifestazioni del 2011 Natale all’Opera Pia Guida - Enoe Giovannini Carnevale: La nostra segretaria Sara all’opera durante la festaCarnevale: La volontaria del gruppo “pionieri” dedita al trucco L’esultanza di Dj Michele per il successo della “Sagra dei gnocchi” Gara podistica: Gli atleti alla partenza Castagnata: Claudio intento alla cottura delle castagne
  10. 10. SETTEMBRE Lòm lè el càpo dèlafamiglia, la dùna lè el còll che moof èl càpo cùma e quàant la nà vooia
  11. 11. AMMINISTRAZIONE COMUNALE SOCIETA’ SPORTIVA ACQUANEGRAIn occasione del consueto appuntamento natalizio, siamo alla tradizionale La Società Sportiva Acquanegra, ringrazia quanti con il loro apportoriflessione di fine anno. permettono di continuare nel tempo l’attività agonistica iniziata nel 1970In tempi ormai prolungati di crisi, si tratta di identificare, con maggior e giunta oggi alla sua 42^ stagione sportiva.precisione possibile, le ragioni di questa stagnazione economica, ma Ringrazia l’Ente Pro Loco per lo spazio concesso e augura alla cittadinanza,non solo, che sembra tendere a far collassare il sistema, eppur senza alle istituzioni e organizzazioni locali, i migliori Auguri di Buon Natale emodificarlo. Questo tipo di crisi sembra governato da un principio di Felice Anno Nuovo.casualità ed ha luogo quando la società perde il senso, la direzione delproprio incedere. Il PresidenteDa una crisi di questo genere non si esce con aggiustamenti di natura Gianfranco Brambatitecnica o con provvedimenti solo legislativi e regolamentari, pure necessari,ma affrontando di petto, risolvendola, la questione del senso.Basta pensare al clima di disorientamento e frammentazione che dominala nostra società, ma anche alle sorti di quella che fatica meritare un termine GLI AUGURI DEL PARROCOnobile come "politica", e su cui pure è importante e fondamentale continuare Ringrazio la Pro Loco per lo spazio che mi concede sul Calendario chea confidare, alla ricerca di spiragli di un futuro che vada oltre il ogni anno predispone e che aiuta a rinfrescare le memorie storiche di"cedimento strutturale" della politica italiana, alla guida di un Paese che è Acquanegra per non dimenticare e continuare il cammino….travolto dalla paura (ad esempio delle diversità), dallincertezza (ad Quale può essere la parola che può guidarci nel nuovo anno, quale èesempio del lavoro), dalla sfiducia (ad esempio nella politica e nelle quindi l’augurio che ci si può scambiare?istituzioni) e dal pessimismo. Mi sembra questo: superare l’individualismo e la solitudine per riscoprireE il momento di rimettere al centro dellattenzione la questione dello la grandezza e la bellezza dell’amicizia.sviluppo del nostro Paese, non primariamente in termini tecnici, ma attraverso Talvolta si è tentati di fare tutto da soli, di camminare in solitudine perunimpennata di orgoglio etico, premessa di una nuova frontiera di valori non avere problemi, per non dover rendere conto, per non condividere,e contenuti umani che il nostro tempo ha miseramente impoverito. per non confrontarsi con gli altri…. e contemporaneamente si avverte laRigettare le vanità, leffimero, il transitorio, per un recupero di quei principi necessità della comunità, degli altri, del loro aiuto, del loro conforto, delche animarono tutte le classi dirigenti del secondo dopoguerra, è perlomeno loro consiglio….doveroso e imperativo, per guidare il Paese fuori dalle secche, verso lidi Allora che cosa fare?di certezze più solide, in un clima di concordia e solidarietà. Non ci si deve vergognare di chiedere aiuto, di ammettere che le personePoiché Natale è la rinascita permanente della Speranza, che questo possono sostenerci nel bene; direi anche che non dobbiamo provaregiorno sia foriero di prospettive reali e luminose per noi e le nuove vergogna a pregare insieme, a partecipare alla S.Messa, a confessarcigenerazioni e che lAnno Nuovo possa essere colmo di soddisfazioni e proprio perché la stessa fede cristiana è un forte richiamo alla condivisione,serenità rinnovate. all’aiuto reciproco, alla ricerca del bene degli altri, così come ne siamoBuon Natale e Felice Anno Nuovo capaci, con le nostre capacità, responsabilità e competenze. Se è giusto avere un ambito privato, una sfera personale sacrosanta che Amministrazione Comunale tutti devono rispettare, è altrettanto giusto non chiudere le strade che ci portano agli altri, che ci fanno uscire dall’isolamento e dalla noia e che ci educano alla vita condivisa, alla capacità di promuovere e sostenere le buone iniziative che nascono nella comunità, a tralasciare il rovinoso A.N.C.R. “COSTRUTTORI DI PACE” pettegolezzo per evidenziare il buono, il vero, il bello che abbiamo.Il consiglio direttivo della nostra associazione è giunto al termine del suo Quindi: auguri e “buona scalata” affrontata con una cordata “comunitaria”!mandato triennale e il prossimo anno ci sarà il rinnovo delle carichesociali attraverso elezioni alle quali tutti i soci simpatizzanti iscritti avranno Il Parrocoil diritto di candidarsi e di esprimere il loro voto come dettato dallo statuto. Sac. Giovanni NavaAuspichiamo che altre e nuove persone si propongano per allargare lafamiglia di questo sodalizio per dare continuità e se possibile migliorareciò che noi siamo, con fierezza, riusciti a fare in questi tre anni.Nel 2012 ricorre il 40° anniversario della fondazione della nostra sezione,un traguardo importante che ci stimola sempre di più a continuare grazie GRUPPO VOLONTARI DI ACQUANEGRA E FENGOal contributo dei nostri iscritti e grazie anche a tutti quelli che in varie Il 2011 è stato un anno preoccupante, sotto molti aspetti, per tutte leforme non ci hanno fatto mancare il loro aiuto e la loro partecipazione famiglie; guardare al futuro con serenità è sempre meno facile e il 2012nell’attività volta a ricordare gli ideali della Patria e la memoria di tutti non si presenta meglio. Mi sembra quindi ancora più importante formularequelli che per essa si sono sacrificati. gli auguri alla cittadinanza in un momento come questo: il denaro sembraLa sezione Combattenti e Reduci Costruttori di Pace “Attilio Fantoni” di perdere ogni giorno valore; quelle che fino a ieri erano certezze e sicurezze,Acquanegra e Fengo è ritornata, come nel 1972, fra le più attive, stimate sembrano vacillare.e riconosciute della provincia e questo ci riempie di orgoglio. Per questo mi piace sottolineare ancora una volta come l’impegno e laIn questo anno abbiamo partecipato il 17 aprile alla raccolta fondi per il solidarietà che i volontari mettono a disposizione del paese, rappresentiTelefono Azzurro intitolata “Fiori d’Azzurro” svoltasi nelle piazze di una ricchezza e una certezza. Il tempo che doniamo a favore di tutti, aAcquanegra e Fengo con la distribuzione di ortensie che ha portato un volte risolve piccoli problemi e immediate necessità e a volte si trasformaottimo risultato economico interamente devoluto all’associazione in ricchezza tangibile.proponente. Nell’anno 2011, in particolare, alcuni soci del gruppo hanno lavorato allaNell’anniversario del 25 aprile, accompagnati dalle note della Fanfara sistemazione delle strutture dei parchetti pubblici di Acquanegra e diProvinciale dei Bersaglieri di Cremona, si è reso onore ai patrioti del Fengo, rendendo più accogliente un luogo frequentato da nonni e nipoti.risorgimento celebrando i 150 anni dell’Unità d’Italia, accomunandoli ai Utilizzando poi anche i fondi versati dai cittadini all’associazione con il 5caduti di tutte le guerre, come precedentemente descritto nell’articolo per mille del 2008, saranno posati nuovi punti luce alimentati con batteriededicato all’interno del calendario. solari e quindi del tutto autonomi. Questo risultato, insieme all’attivitàNell’anniversario del IV Novembre, oltre alla consueta manifestazione quotidiana dei nostri soci per il trasporto degli anziani, per l’assistenza aiconclusasi presso il Monumento ai Caduti e allietata dalle note della banda piccoli, per il servizio alla piazzola, costituiscono un patrimonio per tutti,di Busseto; in collaborazione con la Biblioteca Comunale e la Fondazione donato con generosità che ci fa guardare avanti con un po’ più di fiducia.Guida, abbiamo allestito, presso il salone dell’Ente, una grande edinteressante mostra fotografica e di cimeli storici intitolata “1915-1918 Il Segretariola Grande Guerra” che ha rappresentato il nostro doveroso omaggio ai Maria Clara Cattaneocombattenti di quel glorioso e tragico conflitto.Abbiamo infine, in occasione delle festività Natalizie, portato i nostriauguri agli ospiti della Fondazione Guida così come li porgiamo a tutti voiper un sereno Natale e un buon 2012 ringraziando la Pro Loco per lospazio che ha voluto concederci. Il Presidente Giorgio Fantoni
  12. 12. AGOSTO Emanuela Grandi - Patrizio Anelli Rosa Piseroni - Luciano Roncaglio La tèera la dis:dàmen che ten darò
  13. 13. FONDAZIONE “GUIDA DR. VENCESLAO” ONLUS A.S.D. ACQUANENGOGRAZIE!! E’ questa la parola con cui vogliamo fare gli auguri a tutti Voi!! Il 2011 è l’anno del 10° anniversario di fondazione dell’associazioneGrazie a chi ci ha sempre nel cuore… grazie a coloro che ci accolgono sportiva dei nostri paesi di Acquanegra e Fengo. Con molto entusiasmocosì come siamo… grazie a coloro che ci aiutano a trascorrere le nostre la società ha festeggiato questo evento con la S. Messa e il pranzo digiornate nel miglior modo possibile… grazie a coloro che ci aiutano a fine anno sportivo, in giugno, alla presenza degli atleti, dei genitori e deinon perdere mai la nostra dignità… grazie a coloro che entrando nella rappresentanti delle altre associazioni del paese. In quella occasionenostra Casa si sentono a Casa loro… grazie dell’affetto che ci dimostrate… sono stati consegnati gli attestati ai soci fondatori dell’Acquanengo e legrazie se continuerete ad essere nostri amici! magliette celebrative.Con tutto il nostro affetto porgiamo i migliori Auguri di un Buon Natale e Mancava all’evento Don Paolo, impegnato con il grest nella sua parrocchia,di Buon Anno a tutti Voi. perciò a metà settembre, per la festa di apertura dell’anno sportivo, abbiamo vissuto una splendida giornata, sia per la presenza di Don Paolo, Gli ospiti della Fondaz. “Guida dr. Venceslao” ideatore e fondatore della società che ha concelebrato la S. Messa animata dai bambini con don Giovanni, attualmente presidente dell’Acquanengo e don Giuseppe, sia per la numerosa presenza di piccoli e grandi atleti delle nostre squadre: i bambini del fanthatlon, seguiti da Rosaria e Nicole; lo junior volley allenato da Sabrina, l’under 12 volley seguito da Angelo e le allieve volley allenate da Augusto e Mauro. SEZIONE A.V.I.S. ACQUANEGRA Accanto alle squadre di volley quest’ anno l’Acquanengo si cimenta conAnche quest’anno e’ con grande piacere che ringrazio la Pro Loco per grande entusiasmo anche nel calcio, con la squadra amatori che disputalo spazio a noi concesso su “El me paées”. il campionato Premier Ship.In questo 2011 e’ proseguita la collaborazione con Pro Loco sia per la Arriviamo ad Ottobre con la massiccia partecipazione dell’Acquanengomanifestazione “Giugno in piazza”, che per la gara podistica alla alla corsa su strada del CSI.memoria dell’indimenticato Artemio Pacenza. Anche quest’anno ci siamo aggiudicati il 1° posto nella classifica provincialeUn ringraziamento particolare lo vorrei rivolgere al gruppo cicloamatori grazie alla partecipazione di 32 atleti grandi e piccini, il trofeo “A. Pacenza”.A.V.I.S. che portano in giro per la provincia e non solo, il nome della L’anno sportivo sta proseguendo, i campionati di volley sono in corso…nostra sezione e che ci danno una mano in ogni manifestazione da noi esprimiamo quindi un sentito grazie per il costante impegno a tutti gliorganizzata. allenatori, i dirigenti e i sostenitori che aiutano a far crescere nello sport iAnche quest’anno seguendo il trend positivo degli anni passati, si sono nostri atleti in un ambiente sano e oratoriale.iscritti nuovi donatori soprattutto giovani. Ringraziamo la Pro Loco per l’ospitalità e porgiamo a tutti i cittadini iLa mia speranza e’ che questi, non vengano solo a donare ma che in migliori auguri di un sereno Natale e felice 2012.futuro possano far parte anche del nostro Consiglio Direttivo.In conclusione vorrei augurare al presidente Valerio Anelli, a tutta la Pro A.S.D. AcquanengoLoco e a tutti voi che state leggendo ”El me paées”, Buon Natale e feliceAnno Nuovo. Il Presidente Flavio Lanzi GRUPPO AMICI DI FENGO Innanzitutto ci preme ringraziare sentitamente la Pro Loco per lo spazio che gentilmente ci mette a disposizione ogni anno, che ci permette di far conoscere l’attività del nostro gruppo. Nonostante il pessimismo con il quale si è iniziata l’attività di quest’anno, BIBLIOTECA perché si ipotizzava potesse essere l’ultima “Festa della birra”, peggioratoQuestanno abbiamo focalizzato la nostra attenzione e le nostre energie dal fatto che per ben due sere il maltempo si è accanito su di noi, è statasulla ricorrenza del 150° anniversario dellUnità dItalia. una vera sorpresa scoprire che nonostante tutto, la Festa sia andataCredo che sarà un tema ricorrente in questa pagina, in quanto non siamo bene, grazie soprattutto a tutti quelli che sfidando le intemperie, ci hannocerto gli unici ad essercene occupati, ma daltra parte era doveroso farlo. permesso di chiudere in maniera più che soddisfacente la nostra bellissimaChi segue la nostra attività durante lanno sa che tutte le nostre iniziative manifestazione.sono volte non tanto a celebrare qualcosa, ma a rendere le persone Purtroppo alla data odierna non riusciamo ancora a stabilire l’esattopartecipi in prima persona della manifestazione. importo del guadagno della Festa (alcune piccole spese da saldare) e gliEcco quindi che, anche in questo caso, abbiamo pensato a come rivisitare Enti ai quali destinare i proventi.levento. Per noi festeggiare i 150 anni di Unità del nostro Paese non è Ci sembra doveroso esprimere un grande ringraziamento a tutte quellesolo ricordare la data in cui lItalia è stata dichiarata unita, o celebrare e persone (sono veramente tante) che in mille modi diversi ci permettonoricordare limpegno e il sacrificio di vite che hanno portato allunione, ma di continuare questa esaltante avventura, senza le quali non potremmoè anche raccontare la quotidianità di questi 150 anni, perché la storia continuare.non è solo quella scritta sui libri, ma è anche quella che la gente scrive Per concludere, questa occasione ci è gradita per augurare a tutti gliogni giorno nelle proprie case, vivendo. abitanti di Fengo e di Acquanegra un Buon Natale ed un Felice AnnoAbbiamo quindi chiamato a raccolta i cittadini, chiedendo in prestito Nuovo.memorie e ricordi preziosi dei loro cari, e, grazie alla loro disponibilità e Chiaramente vi aspettiamo ancora numerosissimi l’anno prossimo pergenerosità, siamo riusciti ad allestire la mostra inaugurata il 2 giugno. una ancora più grande “21^ Festa della Birra”.C’erano esposte le monete del Regno dItalia, i registri scolastici, i primidocumenti di identità, un certificato di "patente" di maestra, attrezzi da Il Presidentelavoro, ... e lì a fianco cerano le lettere dal fronte e i cimeli di guerra, per Giancarlo Paganiricordare il sacrificio di molti.Per noi la storia dei 150 anni dell’Unità dItalia è questa: 150 anni di vita,di storie comuni, scritte tutti i giorni dai bambini che andavano a scuola,dalla gente che lavorava nei campi e purtroppo anche dai nostri soldati inguerra.Ora lanno si chiude, e porta con sé questo anniversario, lasciando spazioa nuove ricorrenze. Vi salutiamo quindi augurando a tutti voi e alle vostrefamiglie un Felice Natale e un Nuovo Anno ricco di gioia e serenità. La Commissione Biblioteca
  14. 14. LUGLIO Quest’anno vogliano unirci ai festeggiamenti dei trent’anni di matrimonio delle coppie di sposi di Acquanegra e Fengo che gentilmente ci hanno offerto le loro foto dell’epoca. Viviana Rossi - Maurizio Cappalunga Laura Antoniazzi - Antonio Pasini Laura Bernocchi - Maurizio Boni Lumbréa destat,la fà màal dinverno
  15. 15. GENNAIO Pubblicazione tratta dall’inserto centrale dedicato alle Pro Loco da parte del giornale “La Provincia” del giorno 10 settembre 2011A taca liti cun el mùur se rump la testa
  16. 16. GIUGNO Una carrellata di immagini per illustrare le serate del “giugno in piazza” del 2011 I bimbi del paese nella serata del “Canta Bimbo” La grande sorpresa del “Giugno in Piazza” : il gruppo musicale “Omnia” cover band dei “Pooh” La guest star della sfilata di moda 2011 Eleonora Busi La compagnia teatrale di Chi gha mia el gat San Bassano nella loro mantèen i surèch, performance dialettalechi ghe l’ha, manteèn i surèch e el gat
  17. 17. FEBBRAIO Pubblicazione tratta dal giornale “La Provincia” del giorno 24 Agosto 2011 riguardante la “Sagra dei gnocchi” che si è Dà en pèss a nòm, tenuta da venerdì 19 a domenica 21 agosto 2011 el mangiarà en dè.Ensegneghe a pescàa el mangiarà per töta la vita
  18. 18. MAGGIO Fernando Contini - Torino 1957 Dallalto: Giorgio Ferrari - Carlo Ravani - Luigi Antonioli Giuseppe Venturini - Mario Ravera - Alfredo Meanti Gabriele Villaschi Angelo Brambati con i nipoti Lorenzo e Gianni Fausto Cervi e Giorgio Ferrari 1967 - foto di gruppo 1^ comunione Giuliana Bruschi e Vannia PizzeraEn mancansa de cavài se fa trutà i’asen
  19. 19. MARZO Chèl veciòol (Elena Garoli) Chèl veciòol setìit en ső l basèl cürf en sö la schèena el laùra al sò sgabèl. El dìisna cù pàan e pòoch furmàc e nùma cù la mèent el fa i so viàc…. J àn che pàsa i ghàa indürìit la sò curàsa quasi a vurìi prutèc i sentimèent e tègner lücit la sò mèent; intant che l sùul el ghe còos la pèl j ùc ghe ja pàara l capèl. En sö li spàli el se pòorta la guèra e l pòoch bèen e l tàant màal de la tèra, La giustisia lè la fòrsa dei re, el pòorta n mùunt de lauràa e suferèensa, la furbisia lè la fòrsa dèla dùna, epüür vers la vita el ghàa ricunuscèensa. lorgoglio lè la fòrsa dei matt, la spada lè la fòrsa dei banditi, Da lüü ghùm töti de imparàa lumiltà lè la fòrsa dei saggi, e quant càpita che pàsum per de là iagrimi jè la fòrsa dei pütei, gharèsum de setìise so basèl, èl bèen de nà dùna e de nòm cuciàa la schèena lè la fòrsa del munt. e lauràa n pòo al so sgabèl. La partìida de la vìta (Teresa Odelli) La vìta de ognöön l‟è tàame na partìida: se sa „l rizültàat sulamèent quàant l‟è finìida, e chèesto „l signìfica, in bùna sustàansa che per chi gióoga el gh‟àa pòoca impurtàansa. L‟è na partìida che de spès la se fa düüra, töti i vurès vìighe la vitòoria sicüüra, però pürtròp… “cùme la véen la végna” té te gióghet bèen ma chejàalter i ségna ! Àan cù na màan de càarti, se póol fàa el paragòon ma chi decìit li càarti „l è nisöön de nòon; nuàalter al màsim mèes‟cium bèen el màs, po‟ stùm lé a spetàa che me rìivi j às. E per bèen che te gióoghet gh‟è sèemp quajdöön che bàara… „l è véer el prüèerbi che “a stàa al mùunt se „mpàara”. Ma che la sìa na briscula, en pòker u na scùa, vàarda che se te pèerdet, la cùulpa l‟è sèemp tùa!La me cà, picula o granda lè mei de na lucanda
  20. 20. APRILE Si sa che i volontari ad Acquanegra sono veramente numerosi. In un comune di un migliaio di abitanti, contare una decina circa di Associazioni di vario tipo crediamo sia davvero eccezionale. E che l’eccezionale sia di casa nel nostro paese, sta diventando sempre più una realtà: basta guardare quante volte le migliori iniziative di matrice ecologica, attuate dalla vigente Amministrazione comunale, siano andate in cronaca sui quotidiani, o come le classifiche riguardanti l‟ecologia per la raccolta differenziata, lo indichino ad esempio. Proprio riguardo quest’ultimo settore, quello dei rifiuti, va detto che si è andato sempre più ampliando e specializzando un gruppo, di questi volontari di Acquanegra e Fengo, operando a vari livelli, per attivare un servizio “piazzola ecologica” davvero superlativo. Non solo, nei giorni e negli orari prestabiliti, questi uomini si recano alla discarica comunale per una corretta suddivisione dei rifiuti riciclabili, ma si adoperano affinché ogni materiale trovi la giusta collocazione, fino allo smaltimento, mantenendo un ordine perfetto. A tutto ciò è venuto già da tempo ad aggiungersi un ulteriore servizio, compiuto con un mezzo che si sta rivelando veramente impagabile, ed è ormai da tutti conosciuto come “el tratùur de „l Pino”. Si tratta infatti di un veicolo in pensione, un trattore di proprietà di Pino Perotti, uno dei veterani dei volontari, che lo ha messo a disposizione appunto per ritirare a domicilio i materiali più ingombranti, quelli che la gente più difficilmente riesce a smaltire. Ciò che rende veramente unico questo servizio è però il modo in cui viene svolto: il trattore è stato addobbato come un carro di carnevale, con gli oggetti più strani di cui la gente si è disfatta, e quando, percorrendo orgogliosamente le vie del paese, arriva a casa di chi l‟ha richiesto per il carico, non manca mai di instaurare un clima di amicizia e di chiassosa allegria. C‟è sempre qualcuno che attirato da quella rumorosa attività, si aggrega e finisce anch‟egli con il collaborare e con il darsi da fare in solidarietà. Fare dell‟ecologia una abitudine è oggi più che mai necessario, farlo con il sorriso sulle labbra è notevolmente meglio. Spesso l’allegria è contagiosa e diviene addirittura preziosa se inserita nelle pieghe di questa nostra faticosa, monotona ed a volte angosciante vita odierna. I volontari di Acquanegra e Fengo sono quasi tutti nonni. Forse è anche per questo che sentono maggiormente il problema e si adoperano affinché il futuro dei nipoti sia vivibile. Qualcuno dirà che il loro operato non è che una goccia d‟acqua nel mare, ma loro, sorridendo, rispondono “ che almeno questa goccia sia di acqua pulita!”. Ghè mia felicità pusèe Pino Perotti e Gianfranco Brambati con il trattore granda de truàa namis,ghè mia dulür puseè grossche luntanase da chei vecc

×