Barcamp Innovatori Pa Auto

622 views

Published on

A short presentation for barcamp INNOVATORIPA at ForumPA

0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
622
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
4
Actions
Shares
0
Downloads
2
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Barcamp Innovatori Pa Auto

  1. 1. La RETE per i Cittadini Per una RETE progettata dai i Cittadini per i Cittadini, che rispetta le regole, ma non è condizionata dalla burocrazia, ovvero la Legge come protezione del Cittadino non come limite alle funzionalità  Barcamp – Innovatori PA
  2. 2. La RETE per i Cittadini Riflessioni • La burocrazia si basa su leggi e regole giuste, ma coperte dalla polvere del tempo • Costruire una applicazione che si adegua ad una vecchia legge è molto più costoso, ma meno rischioso per chi decide. • Cambiare mentalità è più faticoso che studiare una nuova soluzione • L’esperienza deve essere lo strumento che ci protegge dagli errori, non un vincolo per non cambiare. • Falsi concetti di sicurezza sono solo una scusa per non cambiare • Cambiare in meglio costa fatica, ma è un obbligo per tutti Impariamo a conoscere i nuovi strumenti per sfruttarne le reali potenzialità Barcamp – Innovatori PA
  3. 3. La RETE per i Cittadini …le leggi son, ma chi pon mani ad esse…. La nostra società che deve: •Assicurare al cittadino un servizio efficiente •Permettere al cittadino di avere un ruolo attivo sfruttando il grande potenziale che la tecnica informatica offre •Sfatare il mito che il cittadino sia “possibile delinquente” salvo prova diversa •Assicurare al cittadino un coinvolgimento attivo. Sono già state approvate le Leggi per attuare queste richieste Barcamp – Innovatori PA
  4. 4. La RETE per i Cittadini LA PRIVACY Un esempio di principio TOTEM: • Una buona intenzione ed un reale inutile fardello • Un giusto principio ed una inutile ipocrita applicazione • Un velo di protezione ed una cappa di piombo per l’innovazione. • “il grande fratello” è la scusa di chi non vuole assumersi rischi • La conoscenza e lo scambio delle informazioni è un vantaggio per tutti • Spesso una male applicata privacy si trasforma in protezione dell’anonimato In conclusione Tanti svantaggi pochi vantaggi Barcamp – Innovatori PA
  5. 5. “autocertificazione” La RETE per i Cittadini DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 28 dicembre 2000, n. 445 quot;Disposizioni legislative in materia di documentazione amministrativa.quot; G.U. n. 42 del 20 febbraio 2001- Supplemento ordinario n. 30 Le norme ….disciplinano ….. la gestione,…di atti e documenti da parte di organi della pubblica amministrazione: disciplinano altresi' la produzione di atti e documenti …………. nei rapporti tra loro e in quelli con l'utenza ………. Le pubbliche amministrazioni ed i privati hanno facolta‘ di sostituire, a tutti gli effetti, i documenti dei propri archivi, …… con la loro riproduzione su supporto fotografico, su supporto ottico o con altro mezzo idoneo a garantire la conformita' dei documenti agli originali. (L) Barcamp – Innovatori PA
  6. 6. “autocertificazione” La RETE per i Cittadini La proprietà dei dati è del Cittadino e dello Stato, non dell’Amministrazione XY o dell’Amministrazione ZK Le amministrazioni pubbliche e i gestori di pubblici servizi non possono richiedere atti o certificati concernenti (informazioni) che siano ….gia’ in loro possesso ……… sono tenuti ad acquisire d'ufficio le relative informazioni, ………ovvero ad accettare la dichiarazione sostitutiva prodotta dall'interessato. (R) I burocrati non possono richiedere dati che già sono presenti negli archivi dello Stato Barcamp – Innovatori PA
  7. 7. “autocertificazione” La RETE per i Cittadini Articolo 74 (L-R) Violazione dei doveri d'ufficio 1.Costituisce violazione dei doveri d'ufficio la mancata accettazione delle dichiarazioni sostitutive di certificazione o di atto di notorieta' rese a norma delle disposizioni del presente testo unico. (L) 2.Costituiscono altresi' violazioni dei doveri d'ufficio: •la richiesta di certificati o di atti di notorieta' nei casi in cui, ai sensi dell'articolo43, ci sia l'obbligo del dipendente di accettare la dichiarazione sostitutiva; (R) •il rifiuto da parte del dipendente addetto di accettare l'attestazione di stati, qualita‘ personali e fatti mediante l'esibizione di un documento di riconoscimento; (R) •la richiesta e la produzione, da parte rispettivamente degli ufficiali di stato civilee dei direttori sanitari, del certificato di assistenza al parto ai fini della formazione dell'atto di nascita. (R) I burocrati devono rispettare la legge Barcamp – Innovatori PA
  8. 8. La RETE per i Cittadini “amministrazione digitale” Decreto legislativo 7 marzo 2005, n. 82 pubblicato in G.U. del 16 maggio 2005, n. 112 - S.O. n. 93 “Codice dell’amministrazione digitale” aggiornato dal D.Lgs. n. 159 del 4 aprile 2006 pubblicato in G.U. del 29 aprile 2006, n. 99 – S.O. n. 105 “Disposizioni integrative e correttive al decreto legislativo 7/3/2005 n. 82 recante codice dell’amministrazione digitale” Finalità e ambito di applicazione. Lo Stato, le regioni e le autonomie locali assicurano la disponibilità, la gestione, l’accesso, la trasmissione, la conservazione e la fruibilità dell’informazione in modalità digitale e si organizzano ed agiscono a tale fine utilizzando con le modalità più appropriate le tecnologie dell’informazione e della comunicazione. Barcamp – Innovatori PA
  9. 9. La RETE per i Cittadini “amministrazione digitale” Diritto all’uso delle tecnologie I cittadini e le imprese hanno diritto a richiedere ed ottenere l’uso delle tecnologie telematiche nelle comunicazioni con le pubbliche amministrazioni e con i gestori di pubblici servizi statali nei limiti di quanto previsto nel presente codice. Alfabetizzazione informatica dei cittadini. Lo Stato promuove iniziative volte a favorire l’alfabetizzazione informatica dei cittadini con particolare riguardo alle categorie a rischio di esclusione, anche al fine di favorire l’utilizzo dei servizi telematici delle pubbliche amministrazioni. Valore probatorio del documento informatico Il documento informatico, cui è apposta una firma elettronica, sul piano probatorio è liberamente valutabile in giudizio, tenuto conto delle sue caratteristiche oggettive di qualità, sicurezza, integrità e immodificabilità. Le regole del gioco sono state definite Barcamp – Innovatori PA
  10. 10. La RETE per i Cittadini “amministrazione digitale” Procedimento e fascicolo informatico. •Le pubbliche amministrazioni gestiscono i procedimenti amministrativi utilizzando le tecnologie dell’informazione e della comunicazione, nei casi e nei modi previsti dalla normativa vigente. •La pubblica amministrazione titolare del procedimento può raccogliere in un fascicolo informatico gli atti, i documenti e i dati del procedimento medesimo da chiunque formati; •Il fascicolo informatico è realizzato garantendo la possibilità di essere direttamente consultato ed alimentato da tutte le amministrazioni coinvolte nel procedimento. •Il fascicolo informatico reca l’indicazione della amministrazione responsabile delle altre amministrazioni partecipanti ,dell’oggetto del procedimento e dell’elenco dei documenti contenuti, Quanti alberi si salvano usando bites invece della carta? Barcamp – Innovatori PA
  11. 11. La RETE per i Cittadini …le leggi son, ma chi pon mano ad esse…. Un uso “banale” della rete può essere il vero miracolo dell’età moderna, per attuarlo è sufficiente applicare le leggi che esistono Barcamp – Innovatori PA

×