Presentazione Tec 2 2^Parte

1,077 views

Published on

Published in: Technology, Business
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
1,077
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
2
Actions
Shares
0
Downloads
13
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Presentazione Tec 2 2^Parte

  1. 1. “ Le tecnologie per la didattica” Corso 2 Annualità 2009 AMBIENTE DI FORMAZIONE FOR DOCENTI [email_address]
  2. 2. La mia formazione PON Formazione Tecnologica per la didattica- corso 2
  3. 3. Attività on line Il piano dei contenuti dell'ambiente di formazione scaricabile in formato .pdf Descrizioni delle fasi del progetto in cui si articola la formazione Indicazione delle modalità di tracciamento Area monitoraggio in cui sono illustrate le modalità di attuazione
  4. 4. Fasi del progetto Condivisione Consultazione dei materiali della piattaforma di formazione e condivisione con il gruppo Definizione di un’ipotesi progettuale e analisi di fattibilità attraverso i materiali offerti in piattaforma Stesura e condivisione del progetto Orientamento Progettazione
  5. 5. <ul><li>Avvio della formazione con il primo incontro in presenza </li></ul><ul><li>Fase orientamento: </li></ul><ul><li>Approfondimento tematico, sperimentazione individuale attiva, condivisione delle esperienze, collaborazione tra pari. </li></ul><ul><li>AREE TEMATICHE </li></ul><ul><li>Comunicare con le tic </li></ul><ul><li>In rete con la scuola </li></ul><ul><li>La lavagna digitale in classe </li></ul><ul><li>Risorse digitali e discipline </li></ul><ul><ul><ul><li>Area Matematica, </li></ul></ul></ul><ul><ul><ul><li>Area Linguaggi, </li></ul></ul></ul><ul><ul><ul><li>Area Scientifico tecnologica, </li></ul></ul></ul><ul><ul><ul><li>Area Storico sociale </li></ul></ul></ul>Orientamento
  6. 6. Formazione - Progettazione Avvio della fase di progettazione con l’incontro intermedio in presenza Fase progettazione: Definizione di un’ipotesi progettuale e analisi di fattibilità attraverso i materiali offerti in piattaforma AREA Progettazione (materiali e attività) Condivisione dell’ipotesi progettuale con il gruppo e il tutor Progettazione
  7. 7. Formazione - Condivisione Condivisione Fase condivisione: Stesura e condivisione del progetto nell’area di condivisione della piattaforma Chiusura della formazione con l’incontro finale
  8. 8. Interazione del gruppo Materiali Attività forum Learning by doing (imparare facendo) Condivisione Lavoro collaborativo Produzione Il modello di formazione Il processo si autoalimenta e produce conoscenza
  9. 9. Le tecnologie per la didattica corso 2 si basa su momenti di formazione, collaborazione e produzione Collaborare e cooperare Approccio cooperativo Ciascun partecipante opera autonomamente Contribuisce allo svolgimento di un compito comune seguendone una parte Approccio collaborativo I partecipanti lavorano in parallelo allo stesso compito condividendo le proprie conoscenze e le eventuali difficoltà con gli altri membri
  10. 10. Il monte orario della formazione Formazione in presenza = 10 ore Sportello = 10 ore Formazione on line = 60 ore
  11. 11. Tracciamento delle attività del corsista Attività: la creazione di discussioni e inserimento messaggi Biblioteca: ( Materiali di studio, video, risorse, tutoriali, software, bibliografia): Il download della versione scaricabile e/o la visualizzazione della versione multimediale Forum tematici: l'invio dell'elaborato richiesto Gruppo di lavoro: - inserimento messaggi nel forum di gruppo; - upload file nell'area &quot;Condivisione materiali&quot;; - partecipazione Eventi sincroni (Breeze live); NB: le discussioni all'interno della chat del gruppo non vengono tracciate.
  12. 12. LA PIATTAFORMA ambiente di socializzazione tra tutti gli iscritti alla formazione. Consente di visualizzare tutti i materiali e le attività da te selezionate spuntando l'opzione &quot;salva nel mio percorso&quot; Nell'area Portfolio si può monitorare costantemente tutte le attività svolte
  13. 13. LA CLASSE VIRTUALE
  14. 14. GLI STRUMENTI Laboratorio sincrono Chat Forum Wiki Blog
  15. 15. Chat Tra gli ambienti per la comunicazione sincrona, il chatting è il più noto. Chattare significa letteralmente “chiacchierare”. Il chatting si configura come un ambiente in cui più utenti possono contemporaneamente discutere, interagire. L’interazione potrà essere mediata dalla sola scrittura ( chatting testuale ) o ambientata in un mondo virtuale ( chatting tridimensionale ).
  16. 16. Wiki ( &quot;rapido”- “veloce”) Un wiki è &quot; un sito web (una collezione di documenti ipertestuali) che permette ad ogni utilizzatore di aggiungere contenuti, come in un forum, ma anche di modificare i contenuti esistenti inseriti da altri utilizzatori&quot; . Grazie a questo strumento potrai scrivere collaborativamente con i tuoi colleghi. Puoi provare a scrivere, cancellare e modificare, sperimentando tranquillamente senza paura di sbagliare nella apposita
  17. 17. Il “laboratorio in modalità sincrona” è un ambiente formativo on line orientato a sviluppare competenze attraverso la condivisione di risorse, il lavoro di gruppo, il confronto tra corsisti e con un “moderatore” esperto nella tematica affrontata. IL LABORATORIO SINCRONO
  18. 18. Forum È uno strumento intrigante , un luogo dove più soggetti depositano i propri messaggi. Questo strumento può diventare un portentoso facilitatore di conoscenza collettiva. La possibilità, però, di ogni utente di aprire una nuova filiera (thread) può favorire un andamento anarchico, generare una moltitudine di rivoli, “far perdere ogni filo”. Differentemente dalla chat, che è uno strumento di comunicazione sincrono, il forum è asincrono in quanto i messaggi vengono scritti e letti anche in momenti diversi.
  19. 19. La Classe Virtuale Ambiente di apprendimento dove si realizzano le interazioni personali Docente – studente; studente- studente; studente – risorse
  20. 20. BLOG = diario in rete Il blog è un luogo dove si può (virtualmente) stare insieme agli altri e dove in genere si può esprimere liberamente la propria opinione. Nel blog della formazione PuntoEdu si può, insieme ai colleghi, tenere un diario dell’ attività svolta insieme o personalizzarne l’uso secondo le finalità del lavoro. Gli “appunti” possono essere inseriti solo dall’amministratore del sistema, che è il coordinatore del gruppo, mentre i docenti corsisti possono aggiungere dei commenti. Il blog è l’esempio di uno strumento che facilita la socializzazione delle conoscenze ma è legato all’autoreferenzialità
  21. 21. PROVIAMO???
  22. 22. buon viaggio......

×