Successfully reported this slideshow.

Rav quasi finale

2,645 views

Published on

Published in: Education
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

Rav quasi finale

  1. 1. PerCorso Qualità 2008-2009 Rapporto di Autovalutazione dei Corsi di Laurea Triennali in Informatica e Tecnologie Informatiche
  2. 2. R.A.V. Corsi di Laurea in Informatica e Tecnologie Informatiche 5° PerCorso Qualità – A.A. 2008- 2009 R.A.V del Corso in: Informatica della Facoltà di: Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali Dott.ssa Novella Bartolini, Prof.ssa Tiziana Calamoneri, Prof. Enrico Tronci, è stato redatto da: Prof. Giancarlo Bongiovanni è stato inviato da: XXX in data: 1. (Presidente) Prof.ssa Tiziana Calamoneri 2. Dott.ssa Novella Bartolini Nominativi dei 3. Prof. Enrico Tronci componenti della Commissione Qualità 4. (Personale amministrativo) Dott.ssa Giuliana Borsani 5. (Studente) Sig. Davide Lo Re Area 0 – Informazioni sul Corso di studio Si fa presente che il presente R.A.V. si riferisce non a uno ma a due corsi di laurea triennali, quello in Informatica e quello in Tecnologie Informatiche. Una ragione di questa scelta è che entrambi i corsi di laurea fanno riferimento ad un unico Dipartimento e ad un unico Consiglio di Area Didattica, quelli di Informatica. Inoltre, molti insegnamenti del primo biennio sono comuni ai due corsi di laurea e quindi è impossibile distinguere quali docenti siano impegnati nell’uno o nell’altro corso di laurea. Infine, tutte le statistiche a cui si fa riferimento nel presente documento non distinguono gli studenti secondo i due corsi di laurea, ma li considerano genericamente come studenti di discipline informatiche. Denominazione del Corso di Studio: Informatica-Tecnologie Informatiche Tipologia del corso: Laurea triennale Classe di appartenenza: 26 Facoltà di riferimento: Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali Previsione dell'utenza sostenibile: 350 immatricolati Sedi didattiche: Via Salaria 113 (c/o il Dipartimento di Informatica) per gli studi dei docenti ed alcuni laboratori, la Città Universitaria (c/o i Dipartimenti di Matematica, Chimica e Fisica) per le aule ed altri laboratori Responsabile: Prof. Giancarlo Bongiovanni, Presidente del Consiglio di area didattica Membri del Comitato di Gestione: Dott.ssa M. De Marsico, Prof. Angelo Monti, Prof. R. Silvestri, Dott. A. Stermini.. Docenti di riferimento: Prof. Giancarlo Bongiovanni, Prof.ssa Tiziana Calamoneri, Prof.ssa Anna Labella Tutor: tutti i docenti del corso di laurea svolgono attività di tutoraggio Breve storia: il corso è stato istituito nel febbraio 1989, dopo 20 anni di pre-esistenza a Pisa e Bari. Allora si chiamava Corso di Laurea in Scienze dell’Informazione e durava 4 anni. Nell’a.a. 2001/2002 il corso è diventato di 5 anni ed ha cambiato il suo nome in Corso di Laurea in Informatica; ad esso è stato affiancato un Diploma triennale in Informatica; a partire dall’a.a. 2002/2003 - in applicazione della riforma universitaria (Decreto Ministeriale n. 509 "Schema di regolamento in materia di autonomia didattica degli Atenei") - sono stati attivati gli attuali tre corsi di studio in Informatica: laurea triennale in Informatica, laurea triennale in Tecnologie Informatiche -2-
  3. 3. R.A.V. Corsi di Laurea in Informatica e Tecnologie Informatiche 5° PerCorso Qualità – A.A. 2008- 2009 e laurea specialistica in Informatica. Sono inoltre attivi due master, uno di primo livello (master in sicurezza dei sistemi e delle reti informatiche per l’impresa e la pubblica amministrazione) ed uno di secondo livello (master in sicurezza dei sistemi e delle reti informatiche: gestione della sicurezza informatica). Il corso di laurea in Informatica, dunque, pur facendo parte della Facoltà di Scienze M.F.N., caratterizzata da corsi di laurea con una storia relativamente antica e prestigiosa, e dallo studio di discipline ben consolidate, è un corso di laurea giovane che si occupa di una materia in continua evoluzione. Segreteria didattica: sita in via Salaria 113 - III piano - stanza 329, tel. 06/49918359, e-mail: segr.didattica@di.uniroma1.it oppure fremiotti@di.uniroma1.it; riceve il lunedì e mercoledì dalle 10.00 alle 12.00 e il giovedì dalle 14.00 alle 16.00. Responsabile Alessandra Fremiotti. Siti web: del Dipartimento di Informatica: http://www.di.uniroma1.it dei corsi di laurea in Informatica e Tecnologie Informatiche: http://w3.uniroma1.it/dipinfo/lauree/index.asp. ASPETTI VALUTABILI 1. La denominazione del corso è appropriata. 2. Gli obiettivi del corso sono perfettamente coerenti con quelli della sua classe di appartenenza. 3. Denominazione e obiettivi del corso sono coerenti con quelli adottati dai CdS della stessa tipologia in ambito nazionale ed europeo. In particolare, il corso è certificato dal "Bollino GRIN", attribuito ai singoli corsi di laurea da AICA, Associazione Italiana per l'Informatica ed il Calcolo Automatico, in collaborazione con GRIN, Gruppo Informatici, e con il patrocinio della CRUI, Conferenza dei Rettori delle Università Italiane. Il "Bollino GRIN" certifica il soddisfacimento di criteri di qualità relativi all’informatica insegnata. 4. La sede didattica di Via Salaria è sicuramente prestigiosa ma insufficiente rispetto alla quantità di docenti, tecnici ed amministrativi che vi lavorano. Inoltre, i laboratori del seminterrato sono troppo ridotti rispetto alla quantità di studenti che devono utilizzare i calcolatori per le esercitazioni. Il corso di laurea si avvale quindi di aule “in prestito” dai Dipartimenti di Matematica, Fisica e Chimica presenti nella Città Universitaria che sono adeguate per le lezioni ma insufficienti, sia per capienza che per disponibilità, per gli esami e le prove di valutazione in itinere. Per concludere, la sede è unica ma le aule per le lezioni e gli esami si trovano nella Città Universitaria e purtroppo non esiste nessun buon collegamento diretto tra la Sede di Via Salaria e la Città Universitaria, né mediante mezzi pubblici, né fornito dal supporto alla mobilità dell’Università. 5. Le pagine web contengono tutte le informazioni relative alla didattica e ad altre attività del Dipartimento di Informatica. Fino all’A.A. 2006/07 esse non erano sempre di facile aggiornamento e consultazione ma, a partire dall’A.A. 2007/08, esse sono state completamente riprogettate a cura del Prof. Bongiovanni e sono ora pienamente soddisfacenti. A partire dall’A.A. 2008/09, infine, esse contengono tutte le informazioni previste dal D.D. n.61/08 sui requisiti di trasparenza. 6. La gestione del corso è adeguata anche se presenta alcuni problemi di tipo logistico (orari dei corsi, allocazione delle esercitazioni e delle prove in itinere, ecc.) indipendenti dal management didattico e dai docenti: il fatto di non disporre di aule porta ad utilizzare le poche date “in prestito” da altri dipartimenti, con inevitabili problemi di allocazione di tutta l’attività didattica. In particolare, la maggioranza dei corsi sono tenuti in orario prevalentemente pomeridiano in città universitaria, causando grave disagio agli studenti che si devono muovere fra due sedi, senza avere l'ausilio di una sala studio né nell’una né nell'altra sede. -3-
  4. 4. R.A.V. Corsi di Laurea in Informatica e Tecnologie Informatiche 5° PerCorso Qualità – A.A. 2008- 2009 Il management didattico si avvale di riunioni periodiche con i docenti ed i rappresentanti degli studenti, oltre a consultazioni frequenti di una Commissione Didattica, aperta a tutti gli interessati, che affronta le problematiche relative all’organizzazione della didattica tra cui, in particolare, la razionalizzazione del numero e della cadenza degli appelli di esame. -4-
  5. 5. R.A.V. Corsi di Laurea in Informatica e Tecnologie Informatiche 5° PerCorso Qualità – A.A. 2008- 2009 Area A: FABBISOGNI E OBIETTIVI A1 - Consultazione con le organizzazioni rappresentative del mondo della produzione, dei servizi e delle professioni Organizzazioni rappresentative del mondo della produzione, dei servizi e delle professioni consultate Il Corso di Studi si avvale di una Commissione per i Rapporti con le Aziende e una Commissione Prove Finali del Consiglio di Area Didattica in Informatica, entrambe composte da docenti del corso e coordinatore dal Dott. Emanuele Panizzi. La prima di tali commissioni, oltre a coordinare i contatti con le aziende dell’area romana, organizza con cadenza semestrale un incontro tra studenti e docenti e alcune delle principali aziende che si occupano di tecnologie dell’informazione presenti sul territorio. Spesso, dato che le parti interessate sono società industriali di livello nazionale o internazionale, le prospettive riguardano un quadro più ampio di quello dell’area romana e forniscono un panorama generale delle prospettive occupazionali e delle esigenze della formazione nel settore informatico. Tra le aziende presenti nell’area romana consultate nell’anno 2007/08 ci sono: KPMG, CSC Italia, Spin, Inmatica, PXL, Accenture Technology Solutions, Tibco, Reply, Bioversity, Sistematica, Venere.com, Praxis Calcolo, Tesys, Argo Info solution, Progesi, Consorzio START, Etnoteam. I programmi degli incontri semestrali sono reperibili alla pagina web http://w3.uniroma1.it/dipinfo/incontriaziende.asp. Modalità e tempi della consultazione Il corso di laurea si avvale del supporto del Dipartimento di Informatica per le collaborazioni con aziende leader del settore e aziende ubicate nel bacino di utenza favorendo così un’osmosi tra mondo universitario e mondo del lavoro, garanzia per gli studenti di un più facile inserimento in quest’ultimo, e fruttuosa per entrambi. Gli incontri, giunti alla 22a edizione nel dicembre 2009, sono organizzati due volte l’anno ed hanno come principale obiettivo quello di illustrare agli studenti e ai docenti del corso di laurea le principali prospettive occupazionali presenti sul territorio. Durante questi incontri, le aziende presentano la propria attività, le possibilità di lavoro e le offerte di tesi di laurea e di stage trimestrali. Inoltre, gli studenti hanno la possibilità di entrare in contatto diretto con le aziende parlando con i rappresentanti aziendali in un contesto meno formale di un colloquio di lavoro. Gli incontri sono organizzati con presentazioni plenarie e con i “desk”, cioè tavoli su cui le aziende posizionano il proprio materiale (brochures, etc.) ed entrano in contatto diretto con gli studenti negli intervalli stabiliti. Oltre a questa iniziativa, che i Corsi di Studio in Informatica organizzano e conducono autonomamente, la Facoltà di Scienze M.F.N. ha dato avvio a una serie di consultazioni generali realizzate nella forma di tavole rotonde pubbliche, nelle quali esponenti qualificati del mondo del lavoro possano discutere le problematiche attinenti l’offerta formativa dei corsi di studio, anche con riferimento alle esperienze d’impiego dei laureati, e formulare proposte indirizzate a un migliore orientamento dell’offerta formativa. In tali occasioni si è scelto di non convocare gli enti pubblici di ricerca (Cnr, Infn, …) con i quali il contatto della Facoltà è strettissimo da sempre e dei quali sono ben note le attese riguardanti la formazione dei laureati, tradizionalmente indirizzata verso la ricerca scientifica nei Corsi di Studio. Le valutazioni e le proposte formulate nel corso di queste iniziative sono state trasmesse ai -5-
  6. 6. R.A.V. Corsi di Laurea in Informatica e Tecnologie Informatiche 5° PerCorso Qualità – A.A. 2008- 2009 presidenti dei corsi di studio e discusse nel corso di sedute del consiglio di facoltà. 1. Tavola rotonda del 6 Aprile 2008 “La formazione dei laureati : attese e prospettive del mondo del lavoro” L’incontro è stato aperto da una serie di presentazioni di dati sui Corsi di Studio, sui laureati, sulle attività di tirocinio e di stage della Facoltà, e sul Progetto BLUS. Gli interventi da parte del mondo del lavoro sono stati introdotti da una relazione (Le competenze richieste dalle aziende ai laureati) della prof. Maria Novella Bettini del Centro Ricerche e Formazione (CREF) su una ricerca realizzata per conto dell’Unione Industriali di Roma (UIR), e seguiti da una discussione generale. Gli interventi sono stati svolti da esponenti di varie società operanti nel settore dell’industria e dei servizi, fra cui Johnson&Johnson Medical, Procter&Gamble, Nergal, Alfa, Micro Technology. 2. Tavola rotonda del 6 Novembre 2008 ”La formazione dei laureati e le attese della Pubblica Amministrazione e degli Enti Pubblici” Questo incontro, aperto da presentazioni sull’offerta formativa della Facoltà e sul Progetto SOUL, è stato incentrato essenzialmente sugli interventi di esponenti di enti e servizi appartenenti alla pubblica amministrazione in senso lato: Istituto Nazionale per la Valutazione del Sistema Educativo (INVALSI), Servizio Meteo- Aeronautica Militare, Centro Nazionale per Informatica nella Pubblica Amministrazione (CNIPA), Protezione Civile, Istituto Superiore Prevenzione e Sicurezza sul Lavoro (ISPESL), RIS- Carabinieri, Musei scientifici del Comune di Roma, Corpo forestale dello Stato. Agli interventi è seguita una discussione con formulazione di valutazioni e di proposte. ASPETTI VALUTABILI 1. Durante gli incontri le Parti Interessate si sono dichiarate pienamente soddisfatte dal punto di vista tecnico; hanno invece lamentato nei giovani laureati una certa carenza nelle capacità espositive, scarsa conoscenza dell’inglese e poca disponibilità a muoversi in un contesto internazionale; queste mancanze sono solo in parte correggibili a livello universitario. 2. Le esigenze rappresentate dalle Parti Interessate sono state adeguatamente considerate. In particolare, al fine di aumentare la confidenza della lingua inglese dei nostri studenti, molti docenti hanno iniziato ad utilizzare libri di testo in inglese. Inoltre, gli scambi culturali tramite il Programma Erasmus sono molto incoraggiati, anche in considerazione del fatto che statisticamente chi ha passato un periodo all’estero è più propenso a ripetere questa esperienza. Per quanto riguarda, infine, le difficoltà espressive in italiano, si sta valutando di proporre agli studenti dei corsi appositi presso Facoltà umanistiche che li erogano. Per quanto riguarda l’internazionalizzazione, si è intensificata l’incentivazione della mobilità di studenti Erasmus, aumentando il numero di accordi con università europee, tentando di privilegiare quelle anglofone. 3. Nei Corsi di Laurea in Informatica ed in Tecnologie Informatiche, all'acquisizione di crediti su contenuti di carattere formativo di base - sia di Informatica che di Matematica e Fisica - è affiancato l’obiettivo di rivolgere l’insegnamento anche alle applicazioni, tramite progetti ed esercitazioni in laboratorio, nonché la possibilità di effettuare il proprio periodo di tirocinio presso delle aziende. Tutto ciò rende questa laurea immediatamente spendibile sul mercato del lavoro. Le prospettive occupazionali dichiarate nel Manifesto degli Studi hanno perciò piena corrispondenza con le stime di occupabilità espresse dalle Parti Interessate e dagli studi di settore, al momento molto buone. 4. Le consultazioni con le Parti Interessate sono sempre realizzate con una tempestività tale da essere considerate nella definizione del manifesto degli studi. In particolare, in questi anni, compatibilmente con le risorse, si sono via via attivati nuovi corsi di carattere tecnico- -6-
  7. 7. R.A.V. Corsi di Laurea in Informatica e Tecnologie Informatiche 5° PerCorso Qualità – A.A. 2008- 2009 specialistico, anche nello specifico degli argomenti più richiesti dal mercato del lavoro. Si ritiene che la cadenza semestrale degli incontri tra aziende e studenti e docenti sia ottimale. 5. Non si ritiene necessario un cambiamento, in termini di frequenza, delle consultazioni dirette con le Parti Interessate, ne’ si sente l’esigenza di un miglioramento di alcun tipo essendo piena la soddisfazione sia da parte dei docenti, che degli studenti che delle Parti Interessate stesse. 6. Non si registrano particolari difficoltà nella consultazione delle Parti Interessate, in quanto le aziende hanno sempre dimostrato un grande interesse al confronto con l’Università e, da parte loro, i responsabili dei Corsi di Studi hanno sempre mostrato disponibilità ed apertura ad accogliere le esigenze delle Parti Interessate. -7-
  8. 8. R.A.V. Corsi di Laurea in Informatica e Tecnologie Informatiche 5° PerCorso Qualità – A.A. 2008- 2009 Requisito per la Qualità A2 - Obiettivi formativi specifici del Corso e descrizione del percorso formativo A2.1 - Obiettivi formativi specifici del Corso I corsi di laurea triennale in Informatica ed in Tecnologie Informatiche hanno come obiettivo la formazione della figura professionale dell'informatico. Tale figura dovrà avere una preparazione culturale di base che gli permetta di comprendere e affrontare con successo i problemi dovuti al rapido evolversi delle tecnologie informatiche, cui deve poter contribuire sfruttando solide conoscenze di informatica, di matematica e di fisica, dovrà inoltre possedere conoscenze e competenze nei vari settori delle scienze e tecnologie dell'informazione e della comunicazione mirate al loro utilizzo nella progettazione, sviluppo e gestione di sistemi informatici, infine dovrà essere dotata di una preparazione tecnico-pratica e di una conoscenza di strumenti informatici sufficiente ad un rapido inserimento nel mondo del lavoro. Infatti, una solida conoscenza di base, fortemente richiesta anche dalle aziende, consente di comprendere l'evoluzione tecnologica, di interpretarne i contenuti, e quindi di innovare e ampliare il modo di operare. La preparazione complessiva impartita consentirà al laureato un agevole proseguimento degli studi nei corsi di laurea specialistica di area Informatica. L’informatico dovrà essere in grado di svolgere attività professionale nell'ambito della progettazione, organizzazione e gestione di sistemi informatici, anche complessi, in aziende, imprese, enti e amministrazioni. In particolare, il laureato in Informatica dovrà essere capace di: - valutare, comprendere e interpretare problemi di carattere informatico, anche complessi, caratteristici di vari campi applicativi; - costruire modelli formali su cui basare la soluzione informatica dei problemi; - gestire e manutenere sistemi informatici anche di grandi dimensioni; - valutare soluzioni innovative. Il laureato in Tecnologie Informatiche dovrà essere capace di: - progettare e di coordinare, in vari campi applicativi, la realizzazione di applicazioni che facciano uso di strumenti informatici consolidati; - in collaborazione con esperti, valutare e comprendere problemi, anche complessi, caratteristici di vari campi applicativi; - dimensionare, gestire e manutenere sistemi informatici anche di grandi dimensioni; - stendere rapporti tecnici, relazioni ed istruire il personale. Infine, l’informatico dovrà avere una buona padronanza della lingua inglese tecnica ed essere in grado di esporre con proprietà e chiarezza un progetto o una relazione. A2.2. Descrizione del percorso formativo e obiettivi formativi e di apprendimento specifici per ambiti disciplinari Corso di laurea in Informatica Ambiti formativi Conoscenze e abilità attese nello studente in Insegnamenti/Attività relazione alle competenze formative Formazione matematica. Padronanza degli strumenti di base del calcolo Algebra (6) Divisa in formazione di base, per differenziale e integrale, conoscenza di logica Calcolo differenziale (6) 12 crediti e formazione affine, per e di algebra lineare elementare. Calcolo integrale (6) altri 12 crediti. Capacità di astrazione e di utilizzo dei Logica matematica (6) principali metodi di dimostrazione. Formazione fisica di base, per 6 Conoscenze di cinematica, termodinamica, Fisica I (6) crediti elettricità di base. Capacità di utilizzare modelli matematici per -8-
  9. 9. R.A.V. Corsi di Laurea in Informatica e Tecnologie Informatiche 5° PerCorso Qualità – A.A. 2008- 2009 descrivere problemi della realtà fisica. Formazione informatica. Conoscenze di base su architettura degli Algoritmi I (6) Divisa in formazione di base, per elaboratori, programmazione, basi di dati, Algoritmi II (6) 6 crediti, e formazione sistemi operativi e sulle reti dei calcolatori. Architett. degli elaboratori I (6) caratterizzante, per 84 crediti. Conoscenza dei diversi paradigmi di Architett. degl elaboratori II (8) programmazione con particolare riferimento Architettura di internet (6) alla programmazione ad oggetti. Basi di dati I (6) Conoscenza dei limiti del calcolatore nella Calcolabilità e complessità (6) risoluzione dei problemi. Laboratorio di basi di dati (4) Gli insegnamenti a scelta consentono di Laboratorio di programmaz. (4) approfondire le tematiche legate alle basi di Laboratorio di sist. operativi (4) dati, alle reti dei calcolatori, alla sicurezza Linguaggi di programmaz. (6) informa-tica oppure le tecniche di proget- Linguaggi e compilatori (6) tazione di interfacce utente. Programmazione a oggetti (4) Capacità di valutare, comprendere ed Programmazione I (8) interpretare problemi, anche complessi, per i Programmazione II (6) quali costruire modelli formali su cui basare la Sistemi operativi (6) loro corretta soluzione informatica. Tutti i corsi INF/01 erogati dal corso di laurea in Tecnologie Informatiche Formazione interdisciplinare, per Ciascuno degli insegnamenti a scelta consente Economia aziendale (6) 6 crediti di avere una formazione di base in un settore Istituzioni di diritto pubblico e fondamentale per un informatico. privato (6) Statistica I (6) Formazione riservata alla Preparazione di base di matematica discreta, Calcolo delle probabilità (6) definizione del curriculum, per 24 calcolo numerico e probabilità, nonché Combinatoria (6) crediti nozioni di elettromagnetismo e elettronica di Matematica computazionale (6) base. Programmazione matematica (6) Ulteriori capacità di creazione di modelli Fisica II (6) formali, passaggio fonda-mentale per la costruzione di sistemi informatici. Formazione libera 10 crediti a scelta libera Prova finale e tirocinio 14 crediti Prova finale (4) Tirocinio (10) Lingua straniera Inglese Inglese (6) Corso di laurea in Tecnologie Informatiche Ambiti formativi Conoscenze e abilità attese nello studente in Insegnamenti/Attività relazione alle competenze formative Formazione matematica. Padronanza degli strumenti di base del calcolo Algebra (6) Divisa in formazione di base, per differenziale e integrale, conoscenza di logica Calcolo differenziale (6) 12 crediti e formazione affine, per e di algebra lineare elementare. Calcolo integrale (6) altri 18 crediti. Capacità di astrazione e di utilizzo dei Logica matematica (6) principali metodi di dimostrazione. Programmzaione matemat. (6) Formazione fisica di base, per 6 Conoscenze di cinematica, termo-dinamica, Fisica I (6) crediti elettricità di base. Capacità di utilizzare modelli ma-tematici per descrivere problemi della realtà fisica. Formazione informatica. Conoscenze di base su architettura degli Algoritmi I (6) Divisa in formazione di base, per elaboratori, programmazione, basi di dati, Algoritmi II (6) 6 crediti, e formazione sistemi operativi e sulle reti dei calcolatori. Algor. per la visualizzazione (6) caratterizzante, per 78 crediti. Conoscenza dei diversi paradigmi di Algoritmi per reti (6) programmazione con particolare riferimento Apprendimento automatico (4) alla programmazione ad oggetti. Architett. degli elaboratori I (6) Abilità di base e più elevate nei principali Architett. degl elaboratori II (8) rami della disciplina informatica (in Architettura di internet (6) -9-
  10. 10. R.A.V. Corsi di Laurea in Informatica e Tecnologie Informatiche 5° PerCorso Qualità – A.A. 2008- 2009 particolare in basi di dati, gestionale, Basi di dati I (6) interfaccia uomo-macchina, reti, sistemi e Basi di dati II (6) sicurezza), a cui contribuiscono anche i crediti Calcolabilità e complessità (6) di formazione riservata alla definizione dei Elaborazione delle immagini (4) curricula. Grafica computazionale (6) Ingegneria del software (6) Interazione uomo-macch.I (6) Interazione uomo-macch. II (6) Laboratorio di basi di dati I (4) Laboratorio di basi di dati II (4) Laboratorio di programmaz. (4) Laboratorio di sistemi inter. (4) Laboratorio di sist. operat. I (4) Laboratorio di sist. operat. II (4) Lab. di programm. di rete (4) Linguaggi di programmaz. (6) Linguaggi e compilatori (6) Programmazione a oggetti (4) Programmazione di rete (6) Programmazione I (8) Programmazione II (6) Reti avanzate (6) Sistemi a molte componenti (6) Sistemi operativi I (6) Sistemi operativi II (6) Tecniche di sicurezza dei sistemi(6) Formazione interdisciplinare, per Ciascuno degli insegnamenti a scel-ta Economia aziendale (6) 6 crediti consente di avere una formazione di base in Istituzioni di diritto pubblico e un settore fondamentale per un informatico. privato (6) Statistica I (6) Formazione riservata alla Preparazione di base su uno degli argomenti Algoritmi per reti (6) definizione del curriculum, per 24 caratterizzanti un curriculum, tra: Algoritmi per la visualizz. (6) crediti - basi di dati Architettura di internet (6) - gestionale Basi di dati I (6) - interfaccia uomo-macchina Basi di dati II (6) - reti Elaborazione delle imagini (4) - sistemi e sicurezza Grafica Computazionale (6) Ciascun gruppo caratterizzante un curriculum Ingegneria del software (6) fornisce le competenze già dettagliate per i Interazione uomo-macch. I (6) ruoli professionali in questo R.A.V. Interazione uomo-macch. II (6) Laboratorio di basi di dati II (4) Laboratorio di prog. Di rete (4) Laboratorio di sist. Operat. II (6) Programmazione di rete (6) Sistemi a molte componenti (6) Sistemi informativi (6) Tecniche di sicurezza dei sistemi (6) Formazione libera 10 crediti a scelta libera Prova finale e tirocinio 14 crediti Prova finale (4) Tirocinio (10) Lingua straniera Inglese Inglese (6) ASPETTI VALUTABILI 1. Come già evidenziato nella sezione A1, gli obiettivi formativi e di apprendimento sono coerenti con le esigenze espresse dalle Parti Interessate. 2. Gli obiettivi formativi sono pure coerenti con le competenze relative alle prospettive di lavoro e, soprattutto, alla prosecuzione degli studi: in particolare, il corso di laurea in - 10 -
  11. 11. R.A.V. Corsi di Laurea in Informatica e Tecnologie Informatiche 5° PerCorso Qualità – A.A. 2008- 2009 Informatica, ma anche quello in Tecnologie Informatiche, sono il naturale preludio alla laurea specialistica in Informatica, pertanto, un grosso rilievo è dato alla formazione di base di informatica, di matematica e di fisica. 3. Gli obiettivi sono realistici e perseguibili in un arco di tempo congruente con la durata del Corso di studio. 4. Infine, gli obiettivi formativi sono in linea con quelli previsti dai corsi di studio della stessa tipologia, anche a livello internazionale, poiché il consiglio di Area Didattica si è sempre confrontato con altri corsi di studi, italiani ed internazionali, per assicurarsi di mantenere adeguato il livello del Corso di Studi. - 11 -
  12. 12. R.A.V. Corsi di Laurea in Informatica e Tecnologie Informatiche 5° PerCorso Qualità – A.A. 2008- 2009 Requisito per la Qualità A3 - Sbocchi professionali e occupazionali previsti per i laureati A3 – Sbocchi previsti per i laureati Sbocchi professionali Il profilo professionale dei laureati di entrambi i corsi corrisponde alla categoria “2.1.1.4 - Informatici e telematici” (sottocategoria) della classificazione delle professioni ISTAT del 2006 (NUP06). Nel dettaglio, informatici e telematici conducono ricerche su concetti e teorie fondamentali delle scienze dell'informazione e della telematica, incrementano la conoscenza scientifica in materia e individuano soluzioni nel campo hardware e software; sviluppano, creano, modificano o ottimizzano software applicativi analizzando le esigenze degli utilizzatori; progettano, sviluppano e testano software di sistema, di rete, linguaggi e compilatori per diverse aree ed esigenze applicative; analizzano i problemi di elaborazione dei dati per diverse esigenze di calcolo e disegnano, individuano o ottimizzano appropriati sistemi di calcolo e di gestione delle informazioni; disegnano, coordinano e implementano le misure di sicurezza dei sistemi informativi per regolare gli accessi ai dati e prevenire accessi non autorizzati; analizzano, progettano, testano, valutano e ottimizzano le prestazioni dei sistemi di rete e di telecomunicazione. Sbocchi occupazionali I curricula dei corsi di laurea triennale in Informatica ed in Tecnologie Informatiche si propongono di bilanciare una solida cultura di base (informatica, matematica, fisica) con una egualmente solida conoscenza di strumenti applicativi e un'ampia attività pratica svolta in un considerevole numero di corsi di laboratorio. In tale modo si potrà ottenere dai laureati sia la capacità di inserirsi agevolmente nel mondo del lavoro che l'abilità e la flessibilità necessarie per far fronte alla rapida obsolescenza dei metodi e mezzi di lavoro di una disciplina in vorticosa evoluzione. E' noto che, al momento attuale, la richiesta delle capacità professionali definite precedentemente, proveniente dai più disparati ambiti lavorativi come le reti di comunicazione, l'e-commerce, l'amministrazione, l'economia, la medicina, l'automazione dei processi industriali e molti altri ancora, è elevatissima e supera notevolmente l'offerta. Le posizioni occupazionali più comuni sono: - analista, realizzatore o manutentore di sistemi informatici; - installatore, manutentore di reti di elaboratori; - responsabile della sicurezza di sistemi informatici o reti di elaboratori; analista, programmatore, manutentore del software. Il laureato in informatica può iscriversi all'albo degli Ingegneri, superando l'esame di Stato per l'abilitazione alla professione. Sbocchi relativi alla prosecuzione degli studi I Corsi di Laurea in Informatica e Tecnologie Informatiche sono un naturale preludio al Corso di Laurea specialistica in Informatica. Altri interessanti sbocchi relativi alla prosecuzione degli studi sono i master di I livello. - 12 -
  13. 13. R.A.V. Corsi di Laurea in Informatica e Tecnologie Informatiche 5° PerCorso Qualità – A.A. 2008- 2009 Requisito per la Qualità A4 - Risultati di apprendimento attesi A4 - Risultati di apprendimento attesi L’articolazione del piano degli studi, le caratteristiche degli insegnamenti e delle altre attività formative previste, mettono gli studenti in condizione di raggiungere pienamente le aspettative di apprendimento e di capacità generali. In particolare, gli insegnamenti previsti consentono agli studenti di acquisire le seguenti conoscenze e capacità: 1. (Descrittore: Conoscenza e capacità di comprensione) la formazione matematica e fisica di base, che fornisce un’adeguata nomenclatura, un’abitudine al rigore e al giusto peso delle informazioni riportate sui libri di testo, permette di acquisire conoscenze e capacità di comprensione a livello post secondario, caratterizzato dall’uso di libri di testo avanzati, inclusa la conoscenza di temi d’avanguardia nel proprio campo di studi. 2. (Descrittore: Conoscenza e capacità di comprensione applicate) la formazione informatica, di base e caratterizzante, mette in grado di applicare le conoscenze e capacità di comprensione in maniera da dimostrare un approccio professionale al lavoro, ideando e sostenendo argomentazioni per risolvere problemi nel proprio campo di studi; 3. (Descrittore: Autonomia di giudizio) la formazione libera e la voluminosa attività di tirocinio consente di imparare a raccogliere e interpretare i dati ritenuti utili a determinare poi dei giudizi autonomi, inclusa la riflessione su temi sociali, scientifici o etici ad essi connessi; 4. (Descrittore: Abilità comunicative) la prova finale orale consente di imparare a comunicare informazioni, idee, problemi e soluzioni di cui si è pienamente in possesso a interlocutori specialisti e non; la relazione di tirocinio scritta pone gli studenti di fronte ad un documento relativamente lungo che va organizzato in modo organico e scritto con chiarezza, e consente loro di imparare a procedere in situazioni simili. 5. (Descrittore: Capacità di apprendere) la presenza di una vasta attività di tipo progettuale al fine di superare gli esami è volta a sviluppare quelle capacità di apprendimento che sono necessarie per intraprendere studi successivi con un alto grado di autonomia. 6. - 13 -
  14. 14. R.A.V. Corsi di Laurea in Informatica e Tecnologie Informatiche 5° PerCorso Qualità – A.A. 2008- 2009 Area B. PROCESSO FORMATIVO Requisito per la Qualità B1 - Requisiti di ammissione B1 - Requisiti di ammissione Per i Corsi di Laurea: Requisiti di ammissione I corsi di laurea non prevedono prove di ammissione vincolanti. Agli studenti si consiglia comunque di sostenere un test di autovalutazione e di orientamento, il cui superamento richiede una buona conoscenza linguistica, nozioni basilari di logica, nonché una preparazione matematica, il cui programma dovrebbe comprendere almeno quello di Liceo classico. Constatato che la maggior parte degli studenti, pur avendo risultati scarsi o molto scarsi al test di autovalutazione, decidono di iscriversi ugualmente ai corsi di laurea, il Consiglio di Area Didattica ha preso la decisione di istituire, a partire dal prossimo anno accademico, una prova di ammissione vincolante, che qualora non superata, dia luogo a dei debiti formativi. Attività formative propedeutiche all’accesso o percorsi di orientamento Gli studenti che ritengono di avere carenze (ad esempio, in base ai risultati del test di autovalutazione) o che comunque vogliono rafforzare la propria preparazione matematica possono frequentare dei precorsi di matematica che si svolgono prima dell’inizio delle lezioni regolari. Il Consiglio di Area Didattica ha predisposto un’apposita Commissione Orientamento che si occupa di informare gli studenti delle scuole superiori circa i contenuti e le modalità del corso di laurea. Tale Commissione organizza incontri con le scuole che li richiedano, redige annualmente un opuscolo informativo per le matricole, organizza la manifestazione di Ateneo “Porte Aperte alla Sapienza” e partecipa a tutte le iniziative di orientamento della Facoltà. Modalità di verifica del possesso delle conoscenze richieste per l’accesso Non applicabile Obblighi formativi aggiuntivi Non applicabile ASPETTI VALUTABILI 1. I requisiti di ammissione sono adeguati ma, non esistendo vincoli o sbarramenti all’ingresso, molti studenti si iscrivono con gravi carenze nella formazione matematica di base. Esse compromettono una proficua partecipazione di questi studenti ai corsi di base del primo anno (specialmente quelli di contenuto matematico), e causano ritardi nel superamento dei corrispondenti esami. Constatato questo, il Consiglio di Area Didattica ha preso la decisione di istituire, a partire dal prossimo anno accademico, una prova di ammissione vincolante, che qualora non superata, dia luogo a dei debiti formativi. 2. Le caratteristiche/contenuti della prova di orientamento e autovalutazione sono abbastanza adeguati a rilevare i prerequisiti consigliati. Il test di autovalutazione somministrato agli studenti che intendano iscriversi al Corso di Laurea in Informatica o a quello in Tecnologie Informatiche è diviso in due parti: la prima, più consistente, è concordata ed in comune con tutta la Facoltà di Scienze M.F.N. e di Ingegneria, ed ha l’obiettivo di verificare le capacità e - 14 -
  15. 15. R.A.V. Corsi di Laurea in Informatica e Tecnologie Informatiche 5° PerCorso Qualità – A.A. 2008- 2009 le conoscenze linguistiche e matematiche; una seconda parte, più contenuta, è volta a verificare le attitudini logiche ed è specifica di questo corso di laurea. Per consultare le prove di autovalutazione degli anni passati, si veda il sito web http://siorienta.cabi.uniroma1.it/ 3. La prova di orientamento può ritenersi valida, tanto più che, come evidenziato sopra, essa viene utilizzata non solo per questi corsi di laurea ma per le intere Facoltà di Scienze M.F.N. ed Ingegneria. Essa è, inoltre, adeguata per rilevare i prerequisiti consigliati, ma molti studenti – nonostante ottengano dei risultati molto negativi nel test – si iscrivono ugualmente ai Corsi di Laurea, a nostro avviso per due ragioni predominanti: i. perché sottovalutano i contenuti scientifici di questi corsi di laurea, e ii. perché attratti dalle prospettive lavorative, attualmente molto incoraggianti. Per permettere a questi studenti di poter iniziare bene il loro corso di studi, sono stati istituiti dei precorsi di matematica, prima dell’inizio delle lezioni. - 15 -
  16. 16. R.A.V. Corsi di Laurea in Informatica e Tecnologie Informatiche 5° PerCorso Qualità – A.A. 2008- 2009 Requisito per la Qualità B2 - Progettazione del percorso formativo B2.1 – Scheda Insegnamenti Artic. in moduli erO erO C Ore A Anno Codice Insegnamento SSD F pagina web corso Insegn. U E L Architettura degli 10158 n INF/0 4 2 it.geocities.com/fliberat/arch2/progra 1 Elaboratori 81 o 1 6 0 0 0 mma.htm Architettura degli 10158 n INF/0 4 2 twiki.di.uniroma1.it/twiki/view/Archite 1 Elaboratori 81 o 1 6 0 0 0 tture2/Arc2CanaleE_O Architettura degli 10158 n INF/0 4 2 twiki.di.uniroma1.it/twiki/view/Archite 1 Elaboratori 81 o 1 6 0 0 0 tture2/PZ/WebHome N n MAT/ 4 2 6 1 Calcolo differenziale 12002 o 05 0 0 0 www.mat.uniroma1.it/~davini/ N n MAT/ 4 2 6 1 Calcolo differenziale 12002 o 05 0 0 0 non disp. N n MAT/ 4 2 6 1 Calcolo differenziale 12002 o 05 0 0 0 non disp. N n MAT/ 4 2 6 1 Calcolo integrale 12006 o 05 0 0 0 non disp. N n MAT/ 4 2 6 1 Calcolo integrale 12006 o 05 0 0 0 non disp. N n MAT/ 4 2 6 1 Calcolo integrale 12006 o 05 0 0 0 web.ing.unisannio.it/tullio/Roma.html N n FIS/0 4 2 1 Fisica I 12009 o 1 6 0 0 0 Fondamenti di 10158 n INF/0 6 3 wiki.di.uniroma1.it/twiki/view/Progra 1 Programmazione 83 o 1 9 0 0 0 mmazione1/WebHome Fondamenti di 10158 n INF/0 6 3 wiki.di.uniroma1.it/twiki/view/Progra 1 Programmazione 83 o 1 9 0 0 0 mmazione1/WebHome Fondamenti di 10158 n INF/0 6 3 www.dsi.uniroma1.it/~galesi/fond.ht 1 Programmazione 83 o 1 9 0 0 0 ml N n L-LIN- 4 2 1 Inglese 12800 o 12 6 0 0 0 http://bigbang.uniroma1.it/ Introduzione agli 10158 n INF/0 4 2 twiki.di.uniroma1.it/twiki/view/Intro_al 1 algoritmi 85 o 1 6 0 0 0 go/WebHome Introduzione agli 10158 n INF/0 4 2 twiki.di.uniroma1.it/twiki/view/Intro_al 1 algoritmi 85 o 1 6 0 0 0 go/WebHome Introduzione agli 10158 n INF/0 4 2 twiki.di.uniroma1.it/twiki/view/Intro_al 1 algoritmi 85 o 1 6 0 0 0 go/WebHome Metodi matematici per 10158 n INF/0 4 2 twiki.di.uniroma1.it/twiki/view/Logica_ 1 l'informatica 82 o 1 6 0 0 0 AD/WebHome Metodi matematici per 10158 n INF/0 4 2 www.dsi.uniroma1.it/~logica/E- 1 l'informatica 82 o 1 6 0 0 0 O/index.html Metodi matematici per 10158 n INF/0 4 2 twiki.di.uniroma1.it/twiki/view/Logica_ 1 l'informatica 82 o 1 6 0 0 0 PZ/WebHome Metodologie di 10158 n INF/0 6 3 twiki.di.uniroma1.it/twiki/view/Metod_ 1 programmazione 84 o 1 9 0 0 0 prog/WebHome Metodologie di 10158 n INF/0 6 4 twiki.di.uniroma1.it/twiki/view/Metod_ 1 programmazione 84 o 1 9 0 0 0 prog/WebHome Metodologie di 10158 n INF/0 6 3 twiki.di.uniroma1.it/twiki/view/Metod_ 1 programmazione 84 o 1 9 0 0 0 prog/WebHome Progettazione di 10158 n INF/0 4 2 twiki.di.uniroma1.it/twiki/view/Archite 1 sistemi digitali 80 o 1 6 0 0 0 tture1/AD/WebHome - 16 -
  17. 17. R.A.V. Corsi di Laurea in Informatica e Tecnologie Informatiche 5° PerCorso Qualità – A.A. 2008- 2009 Progettazione di 10158 n INF/0 4 2 twiki.di.uniroma1.it/twiki/view/Archite 6 1 sistemi digitali 80 o 1 0 0 0 tture1/EO/CanaleE_O Progettazione di 10158 n INF/0 4 2 twiki.di.uniroma1.it/twiki/view/Archite 1 sistemi digitali 80 o 1 6 0 0 0 tture1/PZ/WebHome N n MAT/ 4 2 www.mat.uniroma1.it/people/papi/nn 2 Algebra 12011 o 02 6 0 0 0 nnalgebra.html N n MAT/ 4 2 www.mat.uniroma1.it/people/papi/nn 2 Algebra 12011 o 02 6 0 0 0 nnalgebra.html N n INF/0 4 2 twiki.di.uniroma1.it/twiki/view/Algorit 2 Algoritmi I 12012 o 1 6 0 0 0 mi1/WebHome N n INF/0 4 2 twiki.di.uniroma1.it/twiki/view/Algorit 2 Algoritmi I 12012 o 1 6 0 0 0 mi1/WebHome N n INF/0 4 2 2 Algoritmi II 12013 o 1 6 0 0 0 groups.google.com/group/algo2 N n INF/0 4 2 twiki.di.uniroma1.it/twiki/view/Algorit 2 Algoritmi II 12013 o 1 6 0 0 0 mi2/WebHome N n INF/0 4 2 twiki.di.uniroma1.it/twiki/view/BD1Inf/ 2 Basi di dati I 12018 o 1 6 0 0 0 WebHome N n INF/0 4 2 twiki.di.uniroma1.it/twiki/view/BD1/W 2 Basi di dati I 12018 o 1 6 0 0 0 ebHome N n MAT/ 4 2 www.dsi.uniroma1.it/~md1c/info/infoi 2 Combinatoria 12014 o 02 6 0 0 0 ndex.html N n MAT/ 4 2 www.mat.uniroma1.it/~combinat/cor 2 Combinatoria 12014 o 02 6 0 0 0 so/comb0809.html N n FIS/0 4 2 www.roma1.infn.it/people/organtini/fi 2 Fisica II 12020 o 1 6 0 0 0 sicaII Laboratorio di Sistemi N n INF/0 2 2 twiki.di.uniroma1.it/twiki/view/Lab_so 4 2 Operativi I 12017 o 1 0 0 0 _1/WebHome Laboratorio di Sistemi N n INF/0 2 2 twiki.di.uniroma1.it/twiki/view/Lab_so 4 2 Operativi I 12017 o 1 0 0 0 _1/WebHome Laboratoriodi basi di N n INF/0 2 2 www.dsi.uniroma1.it/~mezzini/teachi 2 dati I 12019 o 1 4 0 0 0 ng01.html Laboratoriodi basi di N n INF/0 2 2 2 dati I 12019 o 1 4 0 0 0 multicommunity.di.uniroma1.it/ Programmazione a N n INF/0 2 2 2 oggetti 12001 o 1 4 0 0 0 www.dsi.uniroma1.it/~poti N n INF/0 4 2 twiki.di.uniroma1.it/twiki/view/Sistemi 6 2 Sistemi Operativi I 12016 o 1 0 0 0 operativi1/WebHome N n INF/0 4 2 twiki.di.uniroma1.it/twiki/view/Sistemi 6 2 Sistemi Operativi I 12016 o 1 0 0 0 operativi1/WebHome Algoritmi per la N n INF/0 4 2 twiki.di.uniroma1.it/twiki/view/Algorit 3 visualizzazione 12028 o 1 6 0 0 0 mi_vis/WebHome N n INF/0 4 2 groups.google.com/group/algoreti? 3 Algoritmi per le reti 12063 o 1 6 0 0 0 msg=new&lnk=gcis&hl=en Apprendimento 10000 n INF/0 2 2 twiki.di.uniroma1.it/twiki/view/ApprAu 3 Automatico 53 o 1 4 0 0 0 to/WebHome N n INF/0 4 2 www.dsi.uniroma1.it/~reti/Reti1_html 3 Architettura di Internet 12021 o 1 6 0 0 0 /welcome.html N n INF/0 4 2 twiki.di.uniroma1.it/twiki/view/BD2/W 3 Basi di dati II 12036 o 1 6 0 0 0 ebHome Calcolabilità e N n INF/0 4 2 twiki.di.uniroma1.it/twiki/view/Calcola 3 complessità 12022 o 1 6 0 0 0 bilita/WebHome Calcolo delle N n MAT/ 4 2 6 3 Probabilità 12023 o 06 0 0 0 non disp. N n SECS 4 2 twiki.di.uniroma1.it/twiki/view/Econo 3 Economia aziendale 12024 o -P/07 6 0 0 0 mia_az/WebHome Elaborazione delle N n INF/0 2 2 twiki.di.uniroma1.it/twiki/view/Elab_i 3 immagini 12030 o 1 4 0 0 0 mmagini/WebHome N n INF/0 2 2 3 Grafica computazionale 12031 o 1 4 0 0 0 www.na.iac.cnr.it/~bdv/ - 17 -
  18. 18. R.A.V. Corsi di Laurea in Informatica e Tecnologie Informatiche 5° PerCorso Qualità – A.A. 2008- 2009 10108 n IUS/2 4 2 3 Informatica giuridica 06 o 0 6 0 0 0 justechnologies.blogspot.com/ Ingegneria del software N n INF/0 4 2 3I 12037 o 1 6 0 0 0 www.dsi.uniroma1.it/~ingsoft1/ Interazione Uomo- 10159 n INF/0 4 2 3 Macchina I 42 o 1 6 0 0 0 www.dsi.uniroma1.it/~ium1/ Interazione Uomo- N n INF/0 4 2 3 Macchina II 12838 o 1 6 0 0 0 ium2.blogspot.com/ Istituzioni di diritto 10117 n IUS/0 4 2 3 pubblico e privato 47 o 9 6 0 0 0 non disp. Laboratorio di Basi di N n INF/0 2 2 w3.uniroma1.it/dipinfo/dbinfo/progra 3 dati II 12037 o 1 4 0 0 0 mmi/7122006-2007 Laboratorio di Sistemi N n INF/0 2 2 it.groups.yahoo.com/group/laboratori 3 Interattivi 12032 o 1 4 0 0 0 o_sistemi_interattivi/ Laboratorio di Sistemi N n INF/0 2 2 twiki.dsi.uniroma1.it/twiki/view/Lab_s 3 Operativi II 12040 o 1 4 0 0 0 o_2/WebHome Laboratorio Programmazione di N n INF/0 2 2 twiki.di.uniroma1.it/twiki/view/Lab_pr 3 Rete 12041 o 1 4 0 0 0 og_rete/WebHome Linguaggi di N n INF/0 4 2 www.dsi.uniroma1.it/~lpara/index.ht 3 Programmazione 05103 o 1 6 0 0 0 ml N n INF/0 4 2 6 3 Linguaggi e compilatori 12026 o 1 0 0 0 non disp. Matematica N n MAT/ 4 2 6 3 Computazionale 12027 o 08 0 0 0 www.na.iac.cnr.it/~bdv Programmazione di N n INF/0 4 2 www.dsi.uniroma1.it/~reti/Reti2_html 3 rete 12035 o 1 6 0 0 0 /welcome.html http://www.dspsa.uniroma1.it/on- Programmazione N1282 n MAT/ 4 2 line/Home/Docenti/articolo1002052.h 3 matematica 4 o 09 6 0 0 0 tml Sistemi a molte N n MAT/ 4 2 3 componenti 12062 o 06 6 0 0 0 non disp. N n INF/0 4 2 twiki.di.uniroma1.it/twiki/view/Sistemi 3 Sistemi Informativi 12038 o 1 6 0 0 0 _inf/WebHome N n INF/0 4 2 www.iac.rm.cnr.it/~massimo/Corso20 3 Sistemi Operativi II 12039 o 1 6 0 0 0 08.html http://www.dspsa.uniroma1.it/on- 10000 n SECS 4 2 line/Home/Docenti/articolo1002447.h 3 Statistica di base 52 o -S/01 6 0 0 0 tml Tecniche di sicurezza N n INF/0 4 2 3 dei sistemi 12058 o 1 6 0 0 0 non disp. • I percorsi di studio contengono chiaramente indicazioni sulla sequenza delle attività formative. Tuttavia, non sono presenti propedeuticità, che sono state eliminate dal Consiglio di §Area Didattica nel tentativo di non provocare blocchi per gli studenti. Ciò nonostante, la scheda di ciascun corso riporta chiaramente quali siano i prerequisiti indispensabili per comprendere i concetti che caratterizzano il corso stesso. • Nella tabella precedente, oltre alle informazioni richieste, si riporta, ove disponibile, l’indirizzo web della pagina del corso. Le informazioni sintetiche relative ad ogni insegnamento sono pubbliche sul sito dei Corsi di Studi all’indirizzo http://w3.uniroma1.it/dipinfo/corsi_di_studio/default.asp?iId=LHDFK • Nei corsi di laurea in Informatica e Tecnologie Informatiche è possibile acquisire crediti anche con altre attività, oltre il superamento degli esami. In particolare, sono riconoscibili sotto forma di crediti le conoscenze e abilità professionali certificate ai sensi della normativa vigente in materia, nonché altre conoscenze e abilità maturate in attività formative di livello post-secondario alla cui progettazione e realizzazione l’Università abbia concorso purché - 18 -
  19. 19. R.A.V. Corsi di Laurea in Informatica e Tecnologie Informatiche 5° PerCorso Qualità – A.A. 2008- 2009 attinenti al curriculum di studi universitari prescelto. Tal riconoscimento viene effettuato dall’apposita Commissione Riconoscimento Attività Extrauniversitarie. Alla pagina http://w3.uniroma1.it/dipinfo/corsi_di_studio/default.asp?iId=KHKDG#5.1 è consultabile l’intero regolamento per il riconoscimento dei crediti. ASPETTI VALUTABILI 1. Tra le numerose attività formative orientate alla professione si menzionano qui le principali: - molti corsi prevedono un progetto, individuale o di gruppo, sulla linea dei reali progetti applicativi sviluppati nelle aziende; - sono previsti degli incontri periodici (tipicamente due l’anno) tra rappresentanti delle aziende informatiche dell’area romana e studenti; - è pienamente operativo lo strumento JobMeeter https://jobmeeter.uniroma1.it, applicazione web che favorisce l'incontro tra offerta e domanda di tirocinio o di lavoro tra gli studenti, laureandi e neolaureati, e le aziende; - molti docenti adottano testi scritti in inglese, con lo scopo di abituare gli studenti alla lettura e alla comprensione della lingua inglese tecnica. 2. Il carico di lavoro effettivo degli studenti è in media abbastanza coerente con i crediti assegnati ai singoli insegnamenti. 3. L’articolazione dei crediti del corso di laurea è organizzata in moduli grosso modo da 6 crediti ciascuno, tranne che per i laboratori che vengono valutati 4 crediti; appare quindi adeguata, non essendo né troppo frammentata né eccessivamente accorpata. 4. Il Consiglio dell’Area Didattica verifica ogni semestre che l’erogazione dell’offerta didattica avvenga secondo quanto pianificato grazie al test di valutazione dei singoli corsi somministrato a tutti gli studenti frequentanti. Questo test non dà un quadro completo della situazione, ed è per questo che si ha in progetto di migliorarlo. A tale fine si stanno sviluppando degli strumenti che permettano di creare una base dati dei risultati dei test delle opinioni degli studenti frequentanti su cui eseguire interrogazioni e analisi per poter poi elaborare i dati con metodi statistici, ad esempio, per eseguire analisi storiche, per aree degli insegnamenti, o per scorporare i risultati in base a vari criteri. Al momento, tuttavia, i risultati dei test sono pubblici in rete all’indirizzo http://twiki.di.uniroma1.it/~guerrini/ValutazioneCorsi/OpinioniStudentiDocenti.html Coerenza del percorso formativo con i requisiti di apprendimento attesi Attività formative che Risultati di apprendimento attesi contribuiscono al raggiungimento del risultato in considerazione Preparazione culturale di base e solide Ampio spazio dedicato a corsi di base su tutti i conoscenze di informatica che gli permettano di principali argomenti di informatica comprendere e affrontare con successo i (programmazione, sistemi, algoritmi, basi di problemi dovuti al rapido evolversi delle dati, interfacce grafiche,…) tecnologie informatiche. Solide conoscenze di matematica e di fisica. Corsi di base obbligatori di analisi, algebra, matematica discreta, logica, combinatoria e fisica. - 19 -
  20. 20. R.A.V. Corsi di Laurea in Informatica e Tecnologie Informatiche 5° PerCorso Qualità – A.A. 2008- 2009 Conoscenze e competenze nei vari settori delle Corsi con attività di laboratorio e ampio spazio scienze e tecnologie dell'informazione e della dedicato da numerosi corsi allo sviluppo di comunicazione mirate al loro utilizzo nella progetti individuali e di gruppo. progettazione, sviluppo e gestione di sistemi informatici, infine. Preparazione tecnico pratica e conoscenza di Continuo contatto con le aziende e strumenti informatici sufficiente a un rapido aggiornamento dei contenuti dei corsi in guidato inserimento nel mondo del lavoro. dall’evoluzione della disciplina, senza però compromettere la stabilità della formazione di base. - 20 -
  21. 21. R.A.V. Corsi di Laurea in Informatica e Tecnologie Informatiche 5° PerCorso Qualità – A.A. 2008- 2009 B2.2 Metodi di verifica dell’apprendimento. Il corso di laurea aderisce ad attività di valutazione della qualità dell’insegnamento e della ricerca a livello nazionale che ne testimoniano la volontà di continuare a promuovere la diffusione della conoscenza informatica nei suoi aspetti scientifico-tecnologici nel modo migliore. In particolare, la certificazione di qualità dei contenuti, denominata bollino GRIN, certifica che gli obiettivi generali di apprendimento dei corsi di studio in Informatica e Tecnologie Informatiche siano conformi alle direttive della commissione didattica del GRIN, garantendo tra l’altro una buona omogeneità con gli altri corsi di studio dello stesso tipo. I corsi di studi in Informatica e Tecnologie Informatiche hanno ottenuto il bollino ogni anno accademico dal 2004, e cioè dalla sua nascita. Per informazioni dettagliate sul bollino GRIN si veda http://www.grin-informatica.it:8080/opencms/opencms/grin/didattica/bollino.html Scheda B2.2 Esami e Metodi di verifica. A Codice Verifica n Insegn Modalità Insegnamento Osservazioni validità n ament d'esame valutazione o o Architettura degli Elaboratori – I 10158 stat+super+a 1 sc.+or. can. 81 l Architettura degli Elaboratori – II 10158 stat+super+a 1 sc.+or. can. 81 l Architettura degli Elaboratori – III 10158 stat+super+a 1 sc.+or. can. 81 l N stat+super+a 1 Calcolo differenziale – I can. sc.+or. 12002 l N stat+super+a 1 Calcolo differenziale – II can. sc.+or. 12002 l N stat+super+a 1 Calcolo differenziale – III can. sc.+or. 12002 l N 1 Calcolo integrale – I can. sc.+or. stat.+al 12006 N 1 Calcolo integrale – II can. sc.+or. stat.+al 12006 N 1 Calcolo integrale – III can. sc.+or. stat.+al 12006 Fondamenti di Programmazione – 10158 stat+super+a 1 sc.+or. I can. 83 l Fondamenti di Programmazione – 10158 stat+super+a 1 sc.+or. II can. 83 l Fondamenti di Programmazione – 10158 stat+super+a 1 sc.+or. III can. 83 l N 1 Inglese 12800 Introduzione agli algoritmi – I 10158 stat+super+a 1 sc.+or. can. 85 l Introduzione agli algoritmi – II 10158 stat+super+a 1 sc.+or. can. 85 l Introduzione agli algoritmi – III 10158 stat+super+a 1 sc.+or. can. 85 l Metodi matematici per 10158 stat+super+a 1 sc.+or. l'informatica – I can. 82 l Metodi matematici per 10158 stat+super+a 1 sc.+or. l'informatica – II can. 82 l Metodi matematici per 10158 stat+super+a 1 sc.+or. l'informatica – III can. 82 l - 21 -
  22. 22. R.A.V. Corsi di Laurea in Informatica e Tecnologie Informatiche 5° PerCorso Qualità – A.A. 2008- 2009 Metodologie di programmazione 10158 stat+super+a 1 sc.+or. – I can. 84 l Metodologie di programmazione 10158 stat+super+a 1 sc.+or. – II can. 84 l Metodologie di programmazione 10158 stat+super+a 1 sc.+or. – III can. 84 l Progettazione di sistemi digitali – 10158 stat+super+a 1 sc.+or. I can. 80 l Progettazione di sistemi digitali – 10158 stat+super+a 1 sc.+or. II can. 80 l Progettazione di sistemi digitali – 10158 stat+super+a 1 sc.+or. III can. 80 l N stat+super+a 2 Algebra – I can. sc.+or. 12011 l N stat+super+a 2 Algebra – II can. sc.+or. 12011 l N stat+super+a 2 Algoritmi I – I can. sc.+or. 12012 l N stat+super+a 2 Algoritmi I – II can. sc.+or. 12012 l N stat+super+a 2 Algoritmi II – I can. sc.+or. 12013 l N stat+super+a 2 Algoritmi II – II can. sc.+or. 12013 l N stat+super+a 2 Basi di dati I – I can. sc.+or. 12018 l N stat+super+a 2 Basi di dati I – II can. sc.+or. 12018 l N 2 Combinatoria – I can. sc.+or. stat.+al 12014 N 2 Combinatoria – II can. sc.+or. stat.+al 12014 N 2 Fisica II sc.+or. stat.+al 12020 Laboratorio di Sistemi Operativi I N pr.+sc. 2 pr.=progetto stat.+al – I can. 12017 +or. Laboratorio di Sistemi Operativi I N pr.+sc. 2 pr.=progetto stat.+al – II can. 12017 +or. pr.=progetto, Laboratoriodi basi di dati I – I N pr.+p.p. 2 p.p.=prova stat. can. 12019 +or. pratica pr.=progetto, Laboratoriodi basi di dati I – II N pr.+p.p. 2 p.p.=prova stat. can. 12019 +or. pratica N 2 Programmazione a oggetti pr.+or. pr.=progetto stat. 12001 N stat+super+a 2 Sistemi Operativi I – I can. sc.+or. 12016 l N stat+super+a 2 Sistemi Operativi I – II can. sc.+or. 12016 l N 3 Algoritmi per la visualizzazione pr.+or. pr.=progetto stat. 12028 N 3 Algoritmi per le reti pr. pr.=progetto stat. 12063 10000 3 Apprendimento Automatico or. stat. 53 N 3 Architettura di Internet or. stat. 12021 3 Basi di dati II N or. stat. - 22 -
  23. 23. R.A.V. Corsi di Laurea in Informatica e Tecnologie Informatiche 5° PerCorso Qualità – A.A. 2008- 2009 12036 N 3 Calcolabilità e complessità sc.+or. stat. 12022 N 3 Calcolo delle Probabilità sc.+or. stat.a 12023 N 3 Economia aziendale sc.+or. stat. 12024 N 3 Elaborazione delle immagini or. stat. 12030 N 3 Grafica computazionale pr.+or. pr.=progetto stat. 12031 10108 3 Informatica giuridica or. stat. 06 N 3 Ingegneria del software I pr.+or. pr.=progetto stat. 12037 10159 3 Interazione Uomo-Macchina I pr.+or. pr.=progetto stat. 42 N 3 Interazione Uomo-Macchina II pr.+or. pr.=progetto stat. 12838 Istituzioni di diritto pubblico e 10117 3 or. stat. privato 47 N 3 Laboratorio di Basi di dati II pr.+or. pr.=progetto stat. 12037 N 3 Laboratorio di Sistemi Interattivi pr.+or. pr.=progetto stat. 12032 N 3 Laboratorio di Sistemi Operativi II pr.+or. pr.=progetto stat. 12040 Laboratorio Programmazione di N pr.+sc. 3 pr.=progetto stat. Rete 12041 +or. N 3 Linguaggi di Programmazione pr.+or. pr.=progetto stat. 05103 N 3 Linguaggi e compilatori sc.+or. stat. 12026 N 3 Matematica Computazionale pr.+or. pr.=progetto stat. 12027 N 3 Programmazione di rete pr.+or. pr.=progetto stat. 12035 N 3 Sistemi a molte componenti sc.+or. stat. 12062 N 3 Sistemi Informativi sc.+or. stat. 12038 N 3 Sistemi Operativi II pr.+or. pr.=progetto stat. 12039 10000 3 Statistica di base sc.+or. stat. 52 N 3 Tecniche di sicurezza dei sistemi sc.+or. stat. 12058 Si fa presente che, nella precedente tabella, riguardo alle modalità d’esame, sc.= elaborato scritto, or.= esame orale, pr.= progettop.p.= prova pratica. Riguardo, invece, alla verifica della validità della valutazione degli apprendimenti, stat.=controllo statististico della distribuzione dei voti, super.= attività di supervisione e controllo delle domande o dei temi d’esame, al.=altro. ASPETTI VALUTABILI Il Consiglio di Area Didattica si accerta della correttezza della valutazione del livello di raggiungimento degli obiettivi di apprendimento attraverso tre modalità: 1. STAT: - 23 -
  24. 24. R.A.V. Corsi di Laurea in Informatica e Tecnologie Informatiche 5° PerCorso Qualità – A.A. 2008- 2009 Per tutti i corsi viene effettuato un controllo statistico della distribuzione dei voti, chiedendo i dati relativi a INFOSTUD (vedi allegato????). Non ne risultano casi anomali o dal comportamento particolarmente diverso da quello degli altri docenti. In proposito, si fa presente che lo strumento di verbalizzazione elettronica fornito da INFOSTUD è stato usato quest’anno per la prima volta, e quindi: - non tutti i docenti lo hanno utilizzato (alcuni corsi sembra non abbiano avuto studenti che hanno superato esami mentre non è così), - molti studenti hanno avuto verbalizzazioni “anomale” (ad esempio, con docenti di altri canali, per errori di prenotazione), - i docenti non hanno utilizzato tutti allo stesso modo lo strumento statistico di diversificazione del non superamento dell’esame da parte di uno studente (assente o rinuncia), e quindi non è stato possibile calcolare le percentuali dei promossi rispetto agli studenti che hanno sostenuto l’esame. Questa Commissione auspica di condurre, per l’anno prossimo, delle statistiche ancora più dettagliate. 2. SUPER: Per i corsi contrassegnati con super. viene effettuata un’attività di controllo e supervisione, grazie al fatto che i testi delle prove scritte sono disponibili in rete alla pagina del corso. 3. AL: Per i corsi contrassegnati con al., cioè tutti quelli del primo e secondo anno che hanno più di un canale e prevedono una prova d’esame scritta: - tale prova è concordata tra i docenti responsabili dei vari canali e viene svolta in contemporanea; questo garantisce la coerenza delle prove con i programmi e la validità della valutazione, nonché la necessità che nei diversi canali vengano seguiti programmi comuni. - Inoltre, le statistiche condotte al punto 1. vengono riportate sullo stesso grafico per i corsi a canali paralleli, garantendo così l’evidenza di particolari situazioni fuori della norma, che comunque non sono presenti. - 24 -
  25. 25. R.A.V. Corsi di Laurea in Informatica e Tecnologie Informatiche 5° PerCorso Qualità – A.A. 2008- 2009 Requisito per la Qualità B3 - Pianificazione dello svolgimento del percorso formativo Lo svolgimento delle attività formative è stato attentamente pianificato in modo da favorire il conseguimento dei risultati di apprendimento attesi nei tempi previsti, secondo un processo graduale e attività tra loro coerenti e coordinate. In particolare: - il calendario didattico contiene delle interruzioni della didattica per consentire lo svolgimento delle prove in itinere; queste vengono svolte da tutti i corsi di primo e secondo anno e sono facoltative per gli altri corsi; - sono previste due settimane alla fine dei corsi in cui vengono svolte attività di preparazione agli esami; - in vari modi, che cambiano a seconda del corso e del docente, gli studenti sono incentivati a sostenere l’esame immediatamente dopo le lezioni. B.3.1 – Documentazione associata al requisito B3 Le seguenti informazioni sono sempre disponibili in rete ai seguenti indirizzi: calendario didattico: http://w3.uniroma1.it/dipinfo/corsi_di_studio/default.asp?iId=KFLEJ orario delle lezioni: primo anno: http://w3.uniroma1.it/dipinfo/corsi_di_studio/default.asp?iId=LFGJF secondo anno: http://w3.uniroma1.it/dipinfo/corsi_di_studio/default.asp?iId=LFHKG terzo anno: http://w3.uniroma1.it/dipinfo/corsi_di_studio/default.asp?iId=LFILH calendario delle prove di verifica dell’apprendimento: http://w3.uniroma1.it/dipinfo/corsi_di_studio/default.asp?iId=LIEGK ASPETTI VALUTABILI 1. Il calendario delle lezioni è ben bilanciato ed adeguato in termini di ore previste, che rispecchiano perfettamente il numero di crediti di ciascun corso. Purtroppo esso è quasi interamente nel pomeriggio (orario meno adeguato rispetto alla mattina per l’apprendimento ) e prevede molte ore di lezione al giorno per gli studenti, a causa del problema già citato che questi Corsi di Studi devono avvalersi di aule “in prestito”, che sono poche e disponibili per lo più in orari pomeridiani. 2. Il calendario degli esami è studiato in modo di integrarsi con quello delle lezioni. In particolare, gli esami sono concentrati in periodi di sospensione della didattica tra il primo e il secondo semestre (gennaio-febbraio), alla fine del secondo semestre (giugno-luglio) e alla fine dell’anno accademico, prima dell’inizio del nuovo anno (settembre). A metà di ciascun semestre è prevista una settimana di interruzione della didattica espressamente dedicata allo svolgimento delle prove intermedie. Questa interruzione è di fondamentale importanza per l’assiduità di frequenza degli studenti che, in tal modo, non sono costretti ad assentarsi dalle lezioni per sostenere le prove intermedie. B3.2 - Caratteristiche della prova finale Il calendario delle prove finali è disponibile all’indirizzo http://w3.uniroma1.it/dipinfo/corsi_di_studio/default.asp?iId=LGJMH Carico didattico determinato in crediti formativi universitari. La prova finale dei Corsi di Studi in Informatica ed in Tecnologie Informatiche prevede un tirocinio e la compilazione di una relazione, per 10 CFU, ed un esame finale, per 4 CFU. Requisiti ai quali deve soddisfare la prova finale. L’ordinamento di entrambi i corsi di Laurea prevedono un’attività finale di tirocinio presso un’azienda, un ente (tirocinio esterno) o presso l’Università stessa (tirocinio interno) che si svolge - 25 -
  26. 26. R.A.V. Corsi di Laurea in Informatica e Tecnologie Informatiche 5° PerCorso Qualità – A.A. 2008- 2009 secondo modalità stabilite annualmente dalle strutture didattiche. Il tirocinio esterno è un periodo durante il quale gli studenti sono inseriti in aziende per svolgere mansioni lavorative inerenti al loro corso di studi. La durata tipica prevista per un tirocinio per laurea triennale è di 3-4 mesi. Sono possibili proroghe, entro la durata massima legale di 12 mesi, a fronte di gravi e comprovati motivi. Modalità di assegnazione. Le proposte di tirocinio vengono presentate dalle aziende o dagli enti interessati attraverso un progetto che ne descrive prerequisiti e caratteristiche, e che viene sottoposto alla Commissione Prova Finale dei Corsi di Studi in Informatica, che ne valuta il contenuto formativo. I tirocini accettati dalla Commissione vengono presentati agli studenti che possono però anche proporre autonomamente progetti di tirocinio da valutare a cura della stessa Commissione. Le proposte delle aziende vengono illustrate agli studenti durante degli incontri aziende-studenti organizzati dal Dipartimento di Informatica, almeno due volte ad anno accademico. L’elenco delle proposte di tirocinio attive è reperibile in rete all’indirizzo http://w3.uniroma1.it/dipinfo/lauree/stagetitolo.asp. Al fine di tenere conto della normativa di legge che prevede il riconoscimento di crediti formativi per gli studenti che abbiano svolto attività di formazione o lavoro extra-universitaria nelle discipline del corso di laurea, è previsto che studenti che hanno svolto o stanno svolgendo un’attività lavorativa informatica possano presentare come attività di tirocinio uno o più progetti da loro realizzati nel corso dell’attività lavorativa. Criteri di composizione delle commissioni per la prova finale. La prova finale di ciascuno studente viene valutata da un’apposita Commissione formata dai docenti del Corso di Laurea ed eventualmente integrata dai responsabili dei tirocini esterni; tale Commissione viene formata di volta in volta dalla Commissione Tesi, che vi inserisce preferenzialmente i relatori degli studenti impegnati in quella sessione. Criteri di attribuzione del voto finale. La Commissione assegna due voti, uno per il tirocinio e uno per l’esame finale, valutando per l’uno: - la sua capacità di affrontare il lavoro - laddove necessario, la capacità di integrarsi in un gruppo di lavoro - la capacità di portare a compimento un progetto completo e per l’altra: - la padronanza dell’argomento da parte dello studente, - la chiarezza espositiva. ASPETTI VALUTABILI 1. Il calendario delle prove finali permette il conseguimento del titolo nei tempi previsti. Il ritardo nel conseguimento della laurea è soprattutto causato dal ritardo accumulato dagli studenti nel superare gli esami del primo e secondo anno. 2. I crediti attribuiti alla prova finale sono adeguati. 3. Le modalità di assegnazione sono esplicite e trasparenti. I tirocini disponibili sono pubblicati sul sito del corso di laurea all’indirizzo http://w3.uniroma1.it/dipinfo/lauree/stagetitolo.asp e devono comunque essere approvati dalla Commissione Prova Finale. 4. I requisiti della prova finale sono chiaramente descritti e regolamentati nel Manifesto del Corso di laurea: “La prova finale consiste nella stesura, nella presentazione e nella discussione di una relazione scritta, elaborata autonomamente dallo studente, che documenti in modo organico e dettagliato il problema affrontato nell'ambito del tirocinio formativo e tutte le attività compiute per pervenire alla soluzione. La discussione si svolge di fronte alla Commissione di laurea che, sulla base della carriera dello studente e della valutazione della - 26 -
  27. 27. R.A.V. Corsi di Laurea in Informatica e Tecnologie Informatiche 5° PerCorso Qualità – A.A. 2008- 2009 relazione, stabilisce il voto di laurea.” 5. Secondo la segreteria amministrativa studenti è illegittimo pubblicare una rigida formula di calcolo per il voto finale; in ogni caso, è chiaramente dichiarato che la Commissione è sovrana nella determinazione di tale voto che, comunque, deve attribuire il voto secondo i criteri riportati sopra. 6. I criteri di composizione delle commissioni, nominate dalla Facoltà, sono noti (sono costituite da almeno 7 membri scelti tra gli ordinari, gli associati e i ricercatori per le lauree triennali e 11 membri per la laurea specialistica). Aggiungiamo inoltre che c’è piena corrispondenza tra contenuti e modalità della preparazione e della valutazione della prova finale rispetto al piano di studi e agli obiettivi formativi dei Corsi di Studi. Inoltre, il tirocinio in azienda risulta particolarmente formativo, sia perché è il primo passo verso l’inserimento dello studente nel mondo lavorativo, sia perché è un’occasione per lavorare in gruppo ad un progetto generalmente di medie-grandi dimensioni. Requisiti di trasparenza Come già sottolineato precedentemente, per OGNI insegnamento è presente in rete una scheda specifica, raggiungibile dalla pagina http://w3.uniroma1.it/dipinfo/corsi_di_studio/default.asp?iId=LJEGJ in cui sono disponibili le seguenti informazioni: a.il programma dell’insegnamento; b. il link alla pagina personale del docente, in cui è reperibile il suo curriculum scientifico; c. i risultati d’apprendimento previsti, suddivisi in conoscenze e competenze acquisite; d. le eventuali propedeuticità (comunque presenti solo tra insegnamenti nella cui denominazione compare un numero progressivo), ed una lista di prerequisiti; e. l’anno di corso; f. i testi di riferimento; g. la modalità di erogazione (tradizionale, a distanza, mista); h. la sede (aula, indirizzo…); i. l’organizzazione della didattica (lezioni, esercitazioni, laboratorio, ecc.); j. la modalità di frequenza (comunque per tutti non obbligatoria ma fortemente consigliata); k. i metodi di valutazione (prova scritta, orale, ecc.); m. le date di inizio e termine e il calendario delle attività didattiche; n. le eventuali attività di supporto alla didattica (tipi e orari); o. l’orario di ricevimento dei docenti; p. il calendario delle prove di esame. Si fa presente che le date di inizio e termine e il calendario delle attività didattiche, le attività di supporto alla didattica, gli orari di ricevimento dei docenti ed il calendario delle prove di esame sono accessibili anche da altri link: http://w3.uniroma1.it/dipinfo/corsi_di_studio/default.asp?iId=KFLEJ http://w3.uniroma1.it/dipinfo/docentiricercatori.asp) http://w3.uniroma1.it/dipinfo/corsi_di_studio/default.asp?iId=KFMFK I dati statistici relativi alle votazioni d’esame conseguite dagli studenti ed i risultati dei questionari di valutazione degli studenti sono disponibili alla pagina http://twiki.di.uniroma1.it/~guerrini/ValutazioneCorsi/OpinioniStudentiDocenti.html - 27 -

×